OCCIDENTE senza speranza, perché senza fede nella vita, nella famiglia; più nichilismo e dea pecunia

[CzzC: in un anno in USA 45 sparatorie a scuola, ma vale anche per ieri a Monaco], chi sono, se non i disadattati di un Occidente senza speranza, perché senza fede nella vita, nella famiglia, in nulla? [CzzC: fede e speranza dichiarano di avere gli illuminati piloti della cultura dominante, ma nella dea pecunia e nell'individuo faber fortunae suae, che può ironizzare qualunque dipendenza da Dio, e che, rispetto alla liberté egalité fraternité di cristiana radice,  ha cancellato la fraternité e sostituito le altre due con la bulimia dei diritti individuali dell'adulto prestante].

Traggo da Francesco Agnoli/fb 23/07/2016.

Anni fa pensavo: questi pazzi che entrano all'improvviso ... e sparano all'impazzata, uccidendo decine di persone. Quanto passerà perché stragi simili accadano anche da noi, ad opera di italiani qui, come ad opera di americani, lì? [CzzC: temo poco: possiamo solo sperare di contenere i volumi della relativa devastazione con la nostra resilienza all'indottrinamento dei nostri figli imposto perfino a scuola dalla suddetta cultura dominante; cioè dipende da come gestiremo l'immane emergenza educativa, anche cercando sinergie con i moderati di altre religioni: I have a dream, ONU2].

Cresceranno disgregazione familiare, droga, suicidi, e, inevitabilmente, omicidi...

Oggi a tutto questo si aggiungono: guerre ingiuste dell'Occidente, crisi economica, effetti di una immigrazione malgestita ed eccessiva rispetto alla nostra capacità di integrazione, frutti del melting pot, e suggestioni Isis...

L'Islam non sarebbe propriamente una religione di pace: lo sarebbe mai stata?

Ma il problema è assai più ampio: questi assassini sono spesso cresciuti nelle nostre metropoli senza volto, sono drogati, schiavi del sesso (dal killer di Orlando, a quello di Nizza), persone disadattate, arrabbiate con il mondo, per di più straniere e per questo ancora più vittime della liquidità moderna.

Non ci sono risposte facili: certamente c'è da piantarla con il buonismo (e con l'indifferentismo relativista); certamente occorre un maggior controllo dei confini; certamente occorre un controllo delle moschee (che i francesi e le sinistre europee hanno continuato a finanziare per decenni, mentre facevano la guerra al cristianesimo); certamente occorre un maggior senso della nostra identità ...

Ma soprattutto c'è bisogno di Cristo. Mai come ora abbiamo bisogno di un Salvatore, che salvi la nostra vita dal non senso, dalla rabbia, dalla frustrazione, dall'odio ... Io la vedo così ... [CzzC: anch'io similmente, però terrei conto anche degli occidentali di buona volontà che non credono in Cristo figlio di Dio morto e risorto per la nostra salvezza: con loro e con gli islamici moderati dobbiamo sinergizzare, a cominciare dal cessare di cullare, per finanza cinica ed armi, i regimi (ad esempio i wahhabiti) che più violano i diritti dell’uomo e della donna a partire dall’art.18 (diritto di cambiare impunemente credo): sarà inarrestabile il terrorismo finché ...]

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 18/09/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: cristianofobico relativista in complice silenzio verso i diritti umani e i cristiani perseguitati, salvo uterus2gay; potenza di lumi armi e finanza cinica.

 

2018.09.15 <analisidifesa> 17 anni dopo gli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001, l’Occidente sarebbe il migliore alleato di al-Qaida e degli altri jihadisti spalleggiati dalle petrolmonarchie? Ad esempio a Idlib si stima combattano 10/15 mila miliziani per lo più di Tharir al-Sham (ex Fronte al Nusra, braccio di al-Qaida in Siria) le cui milizie controllano il 60 per cento di quel territorio.

 

↑2018.08.20 mezze-false verità di Lucaroni/Avvenire sulla Siria? Le testimonianze di sacerdoti e religiosi siriani, (ad es <antidipl> suor Yola Girges damascena, che aveva ospitato la Lucaroni) smontando anni di fake newsSiria, ridimensionano anche l'articolo 2018.08.18 di Sara Lucaroni su Avvenire e chi scrive <rRadicale> «che quanti parlano bene del governo sono collusi con il ‘regime’» o che «La gente non riesce a ripartire. Il regime opprime». <tempi> Gian Micalessin: come l’Occidente ha deciso di schierarsi dalla parte dei jihadisti e «contro i nostri fratelli cristiani traditi»: Fratelli traditi, libro summa dei suoi reportage ad Aleppo, Maalula

[CzzC: per fare in fretta, avere il plauso del mainstream potrebbe risultare più conveniente attingere informazioni da OSDH anziché dai Patriarchi <tv> e dai francescani che spiegano come i cristiani in Siria debbano la loro residua sopravvivenza agli alleati di Damasco]

 

2018.08.07 <ops> Consiglio dei patriarchi cattolici d’Oriente (CPCO): «L’Occidente la smetta di fomentare divisioni tra i nostri popoli». 11ª lettera pastorale, pubblicata 2018.05.20 elaborata nel convegno 2017.08 in Libano. «nessun paese arabo conosce la pace o la stabilità» a causa di guerre, terrorismo, povertà, emigrazione dei cristiani. [CzzC: cui principalmente prodest il divide et impera tra i Paesi musulmani del Medio Oriente?]

 

↑2018.06.26 <tempi> Nigeria. «L’Occidente non aspetti che si compia un genocidio come in Rwanda»: appello dei vescovi nigeriani dopo l’ultima strage di sabato azionata dai pastori musulmani Fulani, nella quale sono stati uccisi oltre 100 cristiani. Sarebbero 492 le vittime dall’inizio dell’anno nel solo Stato di Benue. «Sono criminali e terroristi ma non fanno le stesse cose nei territori a maggioranza musulmana – aggiunge monsignor Avenya – Siamo convinti che sia in atto una pulizia etnica nei confronti dei cristiani».

 

↑2018.05.01 <standt> “I cristiani d’Oriente ci ricordano che l’Occidente ha smarrito la sua identità cristiana”. Si moltiplicano le iniziative di aiuto affinché cristiani non scompaiano dalla culla del cristianesimo. A questo proposito l’associazione umanitaria “SOS Chrétiens d’Orient” (fb tw yt) ha esteso la sua iniziativa innovativa all’Italia.

 

↑2018.03.12 <at1h 10’:10”/Radio3PrimaPagina e 0/TuttaLaCittàNeParla> interviene un pubblicista di BZ testimoniando che il Presidente del Parlamento turco sostiene che l’attacco contro Afrin è jihad e che senza jihad non ci può essere vita. Di questo massacro di democratici curdi, accoglienti profughi, emancipanti la donna, negatori della guerra se non per legittima difesa, siamo responsabili non solo col nostro silenzio complice, ma anche come alleati Nato del sultano massacratore: complicità che in visita a Roma avrà ben pagato con lauti contratti.   Continua]

 

↑2018.03.12 <sussidiario> Usa e sauditi vogliono insediare al Qaida alle porte di Damasco, nel contesto del Piano Feltman-Bandar <libero> di destabilizzazione della Siria, <controinfo> piano rivelato in documenti interni “hakerati” nel 2011 dalle migliaia di pagine degli archivi della STRATFOR, la società di consulenza <wikipedia> di “Intelligence strategico” del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti e dell’industria militare.

 

↑2018.03.07 <vatican.aud fb> Siria. Suor Marta superiora delle trappiste del monastero di Azeir descrive la Damasco bombardata dagli estremisti che ancora angariano il Ghuta <tempi>: «Non confondete chi attacca con chi si difende ... Perché questa cecità dell’Occidente? Come è possibile che chi informa, anche in ambito ecclesiale, sia così unilaterale? Liberaci Signore dalla guerra … e dalla mala stampa»

 

2018.02.27 da questo podcast di Radio Anch’io at 7’.30” riassumo la situazione drammatica per la crisi in Congo <at 3’53” di questo.mp3> «hanno assaltato le chiese e la gente pacifica che manifestava con i crocifissi, corone del rosario e canti di chiesa; purtroppo Kabila vuole ripresentarsi per il terzo mandato contro il dettato costituzionale e chi lo sostiene sono i governi occidentali che lo pilotano come un fantoccio pur di continuare a sfruttare le risorse di ogni tipo presenti in Congo a dispetto dei soprusi che la popolazione è costretta a subire. A mio avviso sono 2 le cose da rilevare: per la prima volta la Chiesa tutta si è schierata contro le violenze del regime e, secondo, il mondo occidentale continua con immensa ipocrisia a non interessarsi della situazione, perché fa comodo a tutti vendere armi e sfruttare concessioni venticinquennali pagandole due soldi»

 

↑2017.10.26 <asianews>: Pakistan: bambina cristiana di 12 anni stuprata e torturata nella città di Sheikhupura. La madre voleva sporgere denuncia ma la polizia non ha acconsentito a registrare il caso. [CzzC: complice il silenzio dell’Occidente alleato del Pakistan]

 

↑2017.09.29 <megach>: Russia: distrutte tutte le armi chimiche e condonati 20 miliardi di debiti africani: notizie quasi ignorate dal sistema informativo occidentale [CzzC: cbdi]

 

↑2017.07.20 <nnews>: Arabia Saudita tra esecuzioni, torture e arresti arbitrari. Si moltiplicano gli attacchi alla minoranza sciita e proseguono spedite le condanne a morte. Amnesty denuncia: torture usate per estorcere confessioni [CzzC: cbdi; comunque è singolare il silenzio dell’Occidente che ha pure mandato l’Arabia Saudita ai vertici di UNHRC]

 

2017.06.14 La strategia di Kabila per mantenere il potere in Congo: Kabila mette l’Occidente di fronte all’aut aut: difendere astratti concetti di democrazia ed essere esclusi dal mercato minerario congolese a favore di Cina e Russia o dimenticare la storia delle elezioni e continuare a fare gli affari che sono stati alla base del sostegno occidentale a Kabila durato 15 lunghi anni. Purtroppo pochi hanno a cuore le sorti del popolo e della democrazia in Congo (al di là della Chiesa): quello che interessa ai potenti sono le risorse naturali del Congo e l’Occidente sempre più devoto della dea pecunia e sempre meno appassionato ai diritti umani che non siano quelli dell’uterus2gay, è ricattabile dall’astuto Kabila con il suddetto aut aut.

 

↑2017.06.08 <acs>: cristiani perseguitati in Pakistan, l’indifferenza dell’Occidente. Discriminati, umiliati, fin dai banchi di scuola, dove sono costretti a seguire maestri di intolleranza religiosa e a fare temi dal titolo «Scrivi ad un tuo amico non musulmano e invitalo a convertirsi all’Islam». La discriminazione prosegue nel mondo del lavoro e con la legge antiblasfemia che punisce chi fosse accusato di profanare il Corano o di insultare Maometto rispettivamente con l’ergastolo e con la pena di morte.

 

↑2017.06.03 <repubblica; ansa; sole24h; sussidiario>: Londra: furgone sulla folla e coltellate: 6 morti e 48 feriti; poche ore dopo l’attacco di questa notte al London Bridge, già circolano sui social prossimi a Isis immagini di Londra accompagnate da festa, commenti di giubilo e insulti all’Occidente cristiano e non.

 

↑2013.04.04 <repubblica> Paolo Prodi fratello di Romano definisce la massoneria «una delle più importanti agenzie produttrici di etica nella storia dell' Occidente» Solo etica e non politica? [CzzC: e non anche affari/dea pecunia e non anche influsso su Weltanschauung ... ?].

 

↑2011.01.10 <asianews> Papa al corpo diplomatico: la libertà religiosa aggredita da terrorismo ed emarginazione. Nel discorso al corpo diplomatico, B16° denuncia violenze e ingiustizie contro i cristiani in Iraq, Egitto, Cina, Pakistan, Nigeria, India e Medio Oriente. In Occidente c’è un processo che tende a trattare la fede come un fatto personale e irrilevante. “Non si può creare una sorta di scala nella gravità dell’intolleranza verso le religioni” e “libertà religiosa non è solo libertà di culto”. Al Azhar x ritorsione interrompe il dialogo. Egitto richiama ambasciatore vaticano.

 

↑2008.06.28 <OR> di Ernesto Galli della Loggia: la «Spe salvi», la Chiesa e l'Occidente: quel di più che la storia umana non riesce a colmare. Il passato e il presente; l'Occidente e la sua tradizione culturale da un lato, la modernità dall'altro: è tra questi due poli che sembra muoversi la riflessione che B16° ha fin qui consegnato ai suoi interventi di maggior impegno, in particolare a entrambe le sue encicliche. Una riflessione il cui contenuto vero non è poi altro che il destino del cristianesimo.