OCCIDENTE senza speranza, perché senza fede nella vita, nella famiglia; più nichilismo e dea pecunia

[CzzC: nel 2014-15 in USA 45 sparatorie a scuola, ma si ammazza anche altrove, con armi e non solo]: chi sono, se non i disadattati di un Occidente senza speranza, perché senza fede nella vita, nella famiglia, in nulla? [CzzC: nichilismo? Individualismo? Fede e speranza dichiarano di avere gli illuminati piloti della cultura dominante, ma nella dea pecunia e nell'individuo faber fortunae suae, che può ironizzare qualunque dipendenza da Dio, e che, rispetto alla liberté egalité fraternité di cristiana radice, ha cancellato la fraternité e sostituito le altre due con la bulimia dei diritti individuali dell'adulto prestante]. Trassi da Francesco Agnoli/fb 23/07/2016: continua qui per l'intera riflessione.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 24/09/2021; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: cristianofobico relativista in complice silenzio verso i diritti umani e i cristiani perseguitati, salvo uterus2gay; potenza di lumi armi e finanza cinica.

 

2021.09.24 <s24h> dopo il divieto del trading e del mining, ora Pechino blocca i servizi degli exchange esteri: «Le attività legate alle criptovalute sono illegali» <agendadigitale> l'energivoro mining s'è spostato in Kazakistan; cresce lo e-yuan che, a differenza delle "cripto", è gestito dalla banca centrale cinese e da essa controllabile; <punto-informatico> Bitcoin ed Ethereum -6%, Cardano -5,5% ... [CzzC: noi occidentali rincorriamo le criptovalute care alla criminalità e ai paradisi fiscali, che succhiano il sangue dei lavoratori più della dittatura cinese]

 

2021.08.13 L’ultimo articolo di Gino Strada su <lastampa>: la guerra all’Afghanistan è stata una guerra di aggressione iniziata all’indomani dell’attacco dell’11 settembre 2001, dagli Stati Uniti, cui si sono accodati i Paesi occidentali, ma era già stata decisa da Clinton nel 2000, una iniziativa militare autonoma, non decisa dall'ONU, e quindi nella illegalità internazionale.

 

2021.01.09 leggo su <fb> l'8Gen2015 attentato a Charlie Hebdo, una guerra contro alcuni simboli della civiltà liberale occidentale? [CzzC: Carlie Hebdo sarebbe simbolo della nostra civiltà? Per nessun motivo giustificherei lo spargimento di sangue innocente, ma quanto ne dovrà scorrere ancora prima che i maestri di odio laicista capiscano che, se per loro esiste un diritto di offendere i simboli religiosi (dato che ritengono la fede in Dio una fantastica pia illusione), non può esistere quel diritto a livello di tutta l'umanità, se vogliamo affermare anche la fraternité oltre alla egalité. Per miliardi di persone Dio è caro come i genitori, dal che si comprenderebbe anche l'ammonimento di Papa Francesco "ma se il dott Gasbarri, grande amico, mi dice una parolaccia contro la mia mamma, potrebbe aspettarsi un pugno". Prosegui <qui al 9 Gen> per il dibattito tra me (che intendo quelle vignette una ironia malefica censurabile) e chi invece le paragona a «satira che non semina odio, roba da ragazzacci, che, se fosse proibita, il mondo sarebbe peggiore».

 

↑2020.11.17 <LaNuovaEu> Antonia Arslan: sulla tragedia che si va consumando nell’attuale Armenia e nel Nagorno Karabakh è stato assordante il silenzio della nostra stampa, delle nostre istituzioni e soprattutto delle istituzioni europee. [CzzC agli Occidentali ex cristiani non importa più del cristianesimo, nemmeno di quello degli Armeni, per molti dei quali invece «il cristianesimo per noi è come una pelle, se ci togliete questa pelle moriamo» come disse Vahan Mamikonian nel 450 d. C. condottiero armeno sconfitto dal re zoroastriano che però rispettò questa dichiarazione e lo lasciò continuare a professare la sua religione con il suo popolo]

 

↑2020.10.29 <leMonde LeFigaro tempi google fb> Nizza: sgozzate in cattedrale da terrorista islamico al grido di Allah Akbar. <tempi> L’Occidente continua a ripetere che “la religione islamica non c’entra” perché non sa più misurarsi con essa: avendo perso la fede, non capisce quella altrui.

 

↑2020.10.27 <sussid> Erdogan addestra jihadisti in Siria per rifare l’impero turco. Il generale curdo Mazloum Abdi Kobane (nel Rojava) ha lanciato l’allarme: in Siria, nelle aree curde occupate dalla Turchia, ex miliziani dell’Isis e di al Qaida vengono addestrati da Ankara <repubbl> L’Occidente fermi Erdogan: contro i curdi sta facendo pulizia etnica

 

↑2020.07.25 <agi> Trasformare Santa Sofia in una moschea è un errore che pagheremo, dice Pamuk. Secondo lo scrittore si sta annullando il messaggio di laicità di Ataturk con un discorso populista, anti-occidentale e islamico [CzzC: questo errore potrà essere pagato all'interno in termini di minore libertà, castigata dagli islamisti, ma non sarà fatto pagare dall'esterno perché all'Occidente interessa solo il flusso di denaro e il relativo collateralismo armato; l'Occidente avrebbe semmai fatto pagare il viceversa, cioè la preghiera cristiana in Santa Sofia, perché avrebbe disturbato il sultano e quindi i suddetti flussi per sua ritorsione; i potenti sanno che i cristiani non hanno capacità dissuasiva, men che meno vendicativa]

 

2020.07.09 La Corte suprema turca ha annullato la decisione del gabinetto secolare Ataturk che nel 1935 trasformò la chiesa di AyaSofia in un museo. Ora nel museo patrimonio Unesco si celebrerà il culto islamico? Perché la cultura Occidentale non ha voluto proteggere Santa Sofia? [CzzC: l'inerzia dell'Occidente è complice di questo atto che, salvo singolari correzioni, si configura come schiaffo al cristianesimo, ma ripeto "salvo ...", perché non sappiamo ancora quali saranno effettivamente i passi successivi del sultano, cinico quanto abile e, nel frattempo, non aiuta paventare la deturpazione dei mosaici cristiani, anche se sappiamo, purtroppo, che ciò avvenne nelle chiese della Cipro occupata dai turchi. I have a dream: anziché solo un museo laicista senza alcuna di quelle celebrazioni religiose per cui la basilica fu costruita e usata per secoli, quel luogo potrebbe chiudersi alla frequentazione turistica più irriverente ed aprirsi alla preghiera, magari non solo musulmana ...?]

 

↑2020.06.12 <tempi> Finkielkraut denuncia l’impennata ideologica dell’antirazzismo come comunismo del XXI secolo: a forza di demonizzare l’Occidente si trasforma in autorazzismo: se l’uccisione di Floyd è inaccettabile, non si può negare che in Francia «la realtà è ben diversa. Nei quartieri cosiddetti popolari, sono i poliziotti ad aver paura: vengono attirati e sorpresi da imboscate, da lanci di pietre dai tetti. Nella maggior parte delle università del Vecchio continente, studiare la propria cultura d’origine significa accusarla, decostruirla perché da lì verrebbero tutti i mali: schiavismo, colonialismo, omotransfobia. L’obiettivo del nuovo antirazzismo sarebbe di combattere l’egemonia occidentale all’interno dello stesso Occidente. [CzzC: discernerei, perché su schiavismo e colonialismo c’è una parte di Occidente illuminato che ha grosse responsabilità da quando iniziò a copiare ben più dall’islamismo che dalle radici cristiane il cinico sfruttamento dei sottomessi]

 

↑2020.02.28 <tempi> Isis e Al-Qaida alleati nel Sahel: L’allarme lanciato da Dagvin Anderson, generale delle forze speciali Usa in Africa: «una grande minaccia per gli Stati Uniti e l’Occidente». L'alleanza in Mali, Niger e Burkina Faso sarebbe favorita dai legami etnici tra i terroristi delle due fazioni. Al-Qaida, come le mafie, porta anche servizi e una forma di giustizia in aree trascurate dai governi centrali: se i paesi africani non miglioreranno la gestione delle risorse e la governance a favore delle popolazioni, un intervento militare non potrà mai bastare.

 

2020.02.01 <foglio glob> Grandi scienziati del tempo ambirono di lavorare al fianco del prof Mengele, il dottor morte. La disumanità del Nazismo fu capita troppo tardi perché il suo pensiero “cosi moderno” aveva affascinato non pochi progressisti dell’epoca. John Gray, filosofo inglese insegnante per molti anni alla LSE (London School of Economics), scrive nel saggio "Al Qaeda e il significato della modernità": «ll nazismo viene spesso considerato come un attacco ai valori occidentali. Di fatto, come il comunismo sovietico, esso incorporava alcune delle più potenti tradizioni europee. I nazisti disprezzavano gli ideali illuministi di tolleranza, libertà personale e uguaglianza umana. Ciò nonostante, essi condividevano le speranze più presuntuose dell’Illuminismo. Come Marx, essi credevano che il potere della tecnologia potesse essere usato per trasformare la condizione umana

 

2020.01.16 <tempi> Nigeria/Borno: Martha Bulus, giovane cattolica nigeriana, doveva sposarsi il 31 dicembre, ma il 26 mentre tornava a casa in autostrada insieme alle sue 2 damigelle è stata bloccata dai terroristi di Boko Haram che le hanno decapitate perché cristiane. La notizia, diffusa solo oggi da Morning Star News, è stata confermata da padre Francis Arinse [CzzC: ≠ cardinale Arnize] e dal leader della Christian Association of Nigeria (Can), il reverendo Naga Williams Mohammed. Nella stessa area Boko Haram ha ucciso altri otto cristiani a sangue freddo e ha anche rapito altre due donne e 4 seminaristi. Joseph Fidelis, sacerdote di Maiduguri <ha dichiarato.vid> ad Acs: «La situazione è degenerata dal 26 dicembre, da quando è stato diffuso il video della brutale esecuzione di 11 cristiani da parte dello Stato islamico. Se l’Occidente non interviene rischiamo lo sterminio, fate pressione sul governo. La nostra gente soffre tanto. Per favore aiutateci, non state zitti davanti a questo immane sterminio che sta avvenendo in silenzio».

 

↑2019.12.02 <acs> Ennesimo massacro anticristiano in Burkina Faso. Ma sul Corriere della Sera neanche una riga. Altri 14 nostri fratelli cristiani, tra cui diversi bambini, sono stati trucidati da fondamentalisti islamisti durante una funzione domenicale. Sono più di sessanta i cristiani uccisi dall'inizio dell'anno. ACS non si arrende al silenzio complice degli organi di stampa e continua a dar voce alla Chiesa locale che ormai da mesi continua a lanciare grida di aiuto, purtroppo inascoltate. Stamattina abbiamo intervistato monsignor Justin Kientega, vescovo di Ouahigouya, nel Nord del Burkina Faso. «noi cristiani perseguitati nell’indifferenza dell’occidente, che vende le armi ai terroristi anziché fermarli»

 

2019.06.03 <tempi> Tra le conseguenze dell’apostasia dell’Occidente annotiamo ... Vedi cosa scriveva Friedrich Nietzsche nella conclusione del famoso aforisma 125 della Gaia Scienza: «Dove se ne è andato Dio? […] ve lo voglio dire! Siamo stati noi ad ucciderlo: voi e io ... ». Come spiega l’ateo Yuval Noah Harari nel suo Homo Deus, l’uomo del futuro sarà cosciente della sua radicale illibertà; il soggetto transumano vivrà una vita preconfezionata di scelte inevitabili. E un senso di colpa enfatizzato dalla perdita del perdono cristiano.

 

2019.02.13 <roma7> Sawan Masih <google ansa> e altri 200 casi come Asia Bibi in Pakistan <yt> un amico di Sawan, col quale aveva litigato, lo accusò nel 2013 di aver offeso il Profeta: il venerdì successivo una folla di oltre 3 mila musulmani diede fuoco all'intero quartiere Cristiano; i responsabili dell'attacco sono stati tutti liberati, mentre Sawan, condannato a morte, attende ancora il processo di appello, nel silenzio complice dell’Occidente.

 

2019.02.04 viaggio di Fr1 negli Emirati <google vatican asianews> col Grande imam di Al Azhar firma il Documento sulla fratellanza umana (Testo ops): pace mondiale, convivenza, dialogo nel rispetto delle identità e pari dignità, si rifiutano violenza, terrorismo, costrizione nella religione, ci si impegna per la promozione della donna e il rispetto della natura <asianews> segno che l’islam sta cambiando? <tempi> lì vige la Sharia, ma la chiesa è più vitale che in tante parti dell’Occidente <let43> dopo il viaggio Fr1 ha detto ....

 

↑2018.11.25 <stampa tpi skytg ansa s24h qnet> i ribelli filoturchi usano gas contro Aleppo, 107 intossicati di cui 31 in gravi condizioni <asianews> mons Georges: «abbiamo paura, bombe tutte le sere». Damasco e Mosca chiedono la condanna Onu. <faro> Silenzio in Occidente. [CzzC: cosa ti puoi aspettare dall’Occidente che scattò a brandire ”false flag” chimici contro Assad e diede illuminati premi pace ad es. al teoglib gesuita padre dall’Oglio che millantava crediti morali così: «Quando dieci mesi fa il Papa Benedetto visitò il Libano disse che era peccato mortale vendere le armi ai contendenti nella guerra intestina siriana; in quell'occasione twittai che se era peccato vendercele, allora bisognava darcele gratis!  ... Ammettiamo per un istante che ci fossimo appropriati di armi chimiche sottratte agli arsenali di regime conquistati eroicamente. Immaginiamo di avere la capacità di usarle contro le forze armate del regime per risolvere il conflitto a nostro favore e salvare il nostro popolo da morte certa. Cosa ci sarebbe d'immorale?».

 

↑2018.11.22 <tempi> I familiari di Asia Bibi: «Ci stanno dando la caccia casa per casa». I parenti della donna raccontano di squadre di estremisti che si aggirano mostrando le loro foto per stanarli. «Se non gli sarà permesso di uscire dal Pakistan, prima o poi potrebbe accadere qualcosa di terribile» <f.scaglione> queste vicende trasmettono l’idea che il mondo islamico sia succube delle frange estremiste e violente e che l’Occidente, che a queste frange ha offerto sin troppo spazio, sia intimorito dai loro potenziali attacchi. Insomma, che siano la violenza e il terrorismo a vincere [CzzC: vedi Charlie Hebdo].

 

↑2018.11.10 plaudiamo alle celebrazioni del 70° della dichiarazione universale dei diritti umani/1948, (curate ad es. da <FondazCrtr>), ma auspicheremmo che i celebranti additassero la sua non universalità ai tanti occidentali che, pur sedicenti illuminati, cedono al ricatto islamista di Paesi che non l’hanno sottoscritta mentre si son fatta sublimare da Unesco una loro diversa dichiarazione dei diritti umani che esplicita «la sharia come unico riferimento per la sua interpretazione», onde poter violare quantomeno i nostri Art.16 (diritto di una donna di sposare un infedele), Art.18 (diritto di abiurare impunemente la propria religione), e Art.19 (libertà di espressione): vorremmo vedere più incisività nel denunciare le responsabilità di ben pagati maestri in scontro di civiltà e quelle degli occidentali che li foraggiano in armi e finanza.

 

↑2018.11.03 in <journal.neo.org> trovo informazioni interessanti e analisi condivisibili, altre meno. Trovo indicativo che perfino attraverso una società danese, H. Folmer & Co., siano arrivate armi ai jihadisti siriani passando per l'Arabia Saudita. Eccepirei sull'affermazione che l'Occidente non ha intenzione di sradicare la minaccia dell'islamismo radicale, poiché ciò priverebbe la NATO di un pretesto per continuare la sua presenza militare in Nord Africa e Medio Oriente. [CzzC: non ritengo che sia questo il primario obiettivo della suddetta non intenzione; ritengo movente più plausibile il fatto che nababbi sultani dei petroldollari alleati Usa sostengono l'islam jhadista e farebbero ritorsioni economiche o strategiche a chi lo contrastasse troppo; se perfino Israele dice di non considerare Isis una minaccia, la ragione va cercata più in profondità]. Continua

 

↑2018.10.23 <sbs> Il multiculturalismo? La via peggiore all'integrazione. "Non c'è fede che tenga - Manifesto contro il multiculturalismo" è il titolo provocatorio dell'ultimo libro di Cinzia Sciuto, filosofa e editrice di MicroMega: l’approccio multiculturalista, adottato dai governi di sinistra, e dall’immigrazionismo, si basa sull’accettazione acritica delle diverse culture, da tutelarsi “a priori”, anche senza entrare nel merito dei valori e dei principi che rappresentano. Questo atteggiamento di "non interferenza" è particolarmente ingiusto nei confronti delle donne che vengono lasciate a se stesse all'interno di certe culture che violano i loro diritti. Se si considera l’avanzata dei governi populisti di destra, che si è verificata nella maggior parte dei paesi occidentali e non solo, appare chiaro che la visione multiculturalista ha spinto la gente ad abbracciare l’approccio identitario delle destre che si basa sulla protezione della propria cultura e dei simboli che la caratterizzano (per esempio, il crocifisso in classe) ed il rifiuto del “diverso”, vissuto come una minaccia per i propri valori.

 

↑2018.10.06 <investireoggi> Il debito pubblico italiano esplose follemente negli anni 80, non solo per sprechi, ma anche per salvare l’occidente dal pericolo comunista con uomini di sinistra (Craxi, Pertini) ma anticomunisti che con una politica fiscale espansiva sedarono le proteste sociali e sottrassero voti a quel PCI che alla morte di Berlinguer era arrivato a raccogliere più voti della DC. Negli anni sessanta i conti italiani erano tenuti troppo in ordine con debito/pil sotto il 50%, tanto da fomentare malcontento sociale e ridurre (per gli americani) i benefici del Piano Marshall. [CzzC: anche se fosse solo ¼ la parte di maggior debito fatta pro alleati Nato, l’avremmo già più che ripagata con 30 anni di super interessi e l’Occidente sarebbe moralmente tenuto a trovare il modo per ridurci di ¼ il giogo].

 

↑2018.10.03 <corriere> I diritti umani calpestati, e noi zitti: Erdogan licenzia migliaia di dipendenti pubblici e commina ergastolo a scrittori e giornalisti con processi-farsa? Non ci importa di protestare, perché la nostra sensibilità sulla difesa dei diritti umani si è affievolita fino a scomparire, inghiottita dalle ipocrisie e dal cinismo della realpolitik ... L'ONU, ostaggio di satrapi e tiranni, mette nelle sue commissioni per i diritti umani esponenti di regimi che dei diritti umani fanno sistematica strage ...

 

↑2018.09.23 <foglio> Jean-François Braunstein (professore Filosofia contemporanea all’Università Sorbona di Parig) contro la “filosofia impazzita” dell’occidente (libro), l’emergere di una “umanità tecnicamente riformata, animalizzata, disumanizzata”, un postumanesimo da superuomo montante sulla vecchia avventura umana con un gergo delirante di “nuovi maestri” del pensiero debole, profuso con onnipotenza; estremizza: Se il corpo è a disposizione della nostra coscienza, perché non modificarlo all’infinito? (genderX alla nascita) Se non c’è differenza tra animali ed esseri umani, perché non fare esperimenti scientifici sugli esseri umani in coma piuttosto che sugli animali? Se ci sono vite degne di essere vissute e altre no, perché non liquidare i ‘disabili’, compresi i bambini ‘difettosi’? Si devono “cancellare i limiti”: tra i sessi, tra gli animali, tra i vivi e i morti ...

 

↑2018.09.15 <analisidifesa> 17 anni dopo gli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001, l’Occidente sarebbe il migliore alleato di al-Qaida e degli altri jihadisti spalleggiati dalle petrolmonarchie? Ad esempio a Idlib si stima combattano 10/15 mila miliziani per lo più di Tharir al-Sham (ex Fronte al Nusra, braccio di al-Qaida in Siria) le cui milizie controllano il 60 per cento di quel territorio.

 

↑2018.08.20 mezze-false verità di Lucaroni/Avvenire sulla Siria? Le testimonianze di sacerdoti e religiosi siriani, (ad es <antidipl> suor Yola Girges damascena, che aveva ospitato la Lucaroni) smontando anni di fake newsSiria, ridimensionano anche l'articolo 2018.08.18 di Sara Lucaroni su Avvenire e chi scrive <rRadicale> «che quanti parlano bene del governo sono collusi con il ‘regime’» o che «La gente non riesce a ripartire. Il regime opprime». <tempi> Gian Micalessin: come l’Occidente ha deciso di schierarsi dalla parte dei jihadisti e «contro i nostri fratelli cristiani traditi»: Fratelli traditi, libro summa dei suoi reportage ad Aleppo, Maalula

[CzzC: per fare in fretta, avere il plauso del mainstream potrebbe risultare più conveniente attingere informazioni da OSDH anziché dai Patriarchi <tv> e dai francescani che spiegano come i cristiani in Siria debbano la loro residua sopravvivenza agli alleati di Damasco]

 

2018.08.07 <ops> Consiglio dei patriarchi cattolici d’Oriente (CPCO): «L’Occidente la smetta di fomentare divisioni tra i nostri popoli». 11ª lettera pastorale, pubblicata 2018.05.20 elaborata nel convegno 2017.08 in Libano. «nessun paese arabo conosce la pace o la stabilità» a causa di guerre, terrorismo, povertà, emigrazione dei cristiani. [CzzC: cui principalmente prodest il divide et impera tra i Paesi musulmani del Medio Oriente?]

 

↑2018.06.26 <tempi> Nigeria. «L’Occidente non aspetti che si compia un genocidio come in Rwanda»: appello dei vescovi nigeriani dopo l’ultima strage di sabato azionata dai pastori musulmani Fulani, nella quale sono stati uccisi oltre 100 cristiani. Sarebbero 492 le vittime dall’inizio dell’anno nel solo Stato di Benue. «Sono criminali e terroristi ma non fanno le stesse cose nei territori a maggioranza musulmana – aggiunge monsignor Avenya – Siamo convinti che sia in atto una pulizia etnica nei confronti dei cristiani».

 

↑2018.05.01 <standt> “I cristiani d’Oriente ci ricordano che l’Occidente ha smarrito la sua identità cristiana”. Si moltiplicano le iniziative di aiuto affinché cristiani non scompaiano dalla culla del cristianesimo. A questo proposito l’associazione umanitaria “SOS Chrétiens d’Orient” (fb tw yt) ha esteso la sua iniziativa innovativa all’Italia.

 

↑2018.03.12 <at1h 10’:10”/Radio3PrimaPagina e 0/TuttaLaCittàNeParla> interviene un pubblicista di BZ testimoniando che il Presidente del Parlamento turco sostiene che l’attacco contro Afrin è jihad e che senza jihad non ci può essere vita. Di questo massacro di democratici curdi, accoglienti profughi, emancipanti la donna, negatori della guerra se non per legittima difesa, siamo responsabili non solo col nostro silenzio complice, ma anche come alleati Nato del sultano massacratore: complicità che in visita a Roma avrà ben pagato con lauti contratti.   Continua]

 

↑2018.03.12 <sussidiario> Usa e sauditi vogliono insediare al Qaida alle porte di Damasco, nel contesto del Piano Feltman-Bandar <libero> di destabilizzazione della Siria, <controinfo> piano rivelato in documenti interni “hakerati” nel 2011 dalle migliaia di pagine degli archivi della STRATFOR, la società di consulenza <wikipedia> di “Intelligence strategico” del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti e dell’industria militare.

 

↑2018.03.07 <vatican.aud fb> Siria. Suor Marta superiora delle trappiste del monastero di Azeir descrive la Damasco bombardata dagli estremisti che ancora angariano il Ghuta <tempi>: «Non confondete chi attacca con chi si difende ... Perché questa cecità dell’Occidente? Come è possibile che chi informa, anche in ambito ecclesiale, sia così unilaterale? Liberaci Signore dalla guerra … e dalla mala stampa» <google>

 

2018.02.27 da questo podcast di Radio Anch’io at 7’.30” riassumo la situazione drammatica per la crisi in Congo <at 3’53” di questo.mp3> «hanno assaltato le chiese e la gente pacifica che manifestava con i crocifissi, corone del rosario e canti di chiesa; purtroppo Kabila vuole ripresentarsi per il terzo mandato contro il dettato costituzionale e chi lo sostiene sono i governi occidentali che lo pilotano come un fantoccio pur di continuare a sfruttare le risorse di ogni tipo presenti in Congo a dispetto dei soprusi che la popolazione è costretta a subire. A mio avviso sono 2 le cose da rilevare: per la prima volta la Chiesa tutta si è schierata contro le violenze del regime e, secondo, il mondo occidentale continua con immensa ipocrisia a non interessarsi della situazione, perché fa comodo a tutti vendere armi e sfruttare concessioni venticinquennali pagandole due soldi»

 

↑2017.10.26 <asianews>: Pakistan: bambina cristiana di 12 anni stuprata e torturata nella città di Sheikhupura. La madre voleva sporgere denuncia ma la polizia non ha acconsentito a registrare il caso. [CzzC: complice il silenzio dell’Occidente alleato del Pakistan]

 

↑2017.09.29 <megach>: Russia: distrutte tutte le armi chimiche e condonati 20 miliardi di debiti africani: notizie quasi ignorate dal sistema informativo occidentale [CzzC: cbdi]

 

↑2017.07.20 <nnews>: Arabia Saudita tra esecuzioni, torture e arresti arbitrari. Si moltiplicano gli attacchi alla minoranza sciita e proseguono spedite le condanne a morte. Amnesty denuncia: torture usate per estorcere confessioni [CzzC: cbdi; comunque è singolare il silenzio dell’Occidente che ha pure mandato l’Arabia Saudita ai vertici di UNHRC]

 

2017.06.14 La strategia di Kabila per mantenere il potere in Congo: Kabila mette l’Occidente di fronte all’aut aut: difendere astratti concetti di democrazia ed essere esclusi dal mercato minerario congolese a favore di Cina e Russia o dimenticare la storia delle elezioni e continuare a fare gli affari che sono stati alla base del sostegno occidentale a Kabila durato 15 lunghi anni. Purtroppo pochi hanno a cuore le sorti del popolo e della democrazia in Congo (al di là della Chiesa): quello che interessa ai potenti sono le risorse naturali del Congo e l’Occidente sempre più devoto della dea pecunia e sempre meno appassionato ai diritti umani che non siano quelli dell’uterus2gay, è ricattabile dall’astuto Kabila con il suddetto aut aut.

 

↑2017.06.08 <acs>: cristiani perseguitati in Pakistan, l’indifferenza dell’Occidente. Discriminati, umiliati, fin dai banchi di scuola, dove sono costretti a seguire maestri di intolleranza religiosa e a fare temi dal titolo «Scrivi ad un tuo amico non musulmano e invitalo a convertirsi all’Islam». La discriminazione prosegue nel mondo del lavoro e con la legge antiblasfemia che punisce chi fosse accusato di profanare il Corano o di insultare Maometto rispettivamente con l’ergastolo e con la pena di morte.

 

↑2017.06.03 <repubblica; ansa; sole24h; sussidiario>: Londra: furgone sulla folla e coltellate: 6 morti e 48 feriti; poche ore dopo l’attacco di questa notte al London Bridge, già circolano sui social prossimi a Isis immagini di Londra accompagnate da festa, commenti di giubilo e insulti all’Occidente cristiano e non.

 

↑2016.12.16 <google yt altreinfo fb.video et> La giornalista indipendente canadese Eva Bartlett, in occasione di una conferenza stampa organizzata dalla missione siriana presso le Nazioni Unite, ha avuto modo di smontare le principali menzogne sulla situazione in Siria, dopo che il cronista norvegese Kristoffer Rønneberg del periodico Aftenposten le aveva chiesto come fosse possibile che tutti i giornalisti mentissero: spiega come operano le organizzazioni internazionali (OSDH) che forniscono a noi occidentali le informazioni quotidiane sul conflitto siriano; i fantomatici elmetti bianchi. I siriani non vedono il problema in Assad ma nel terrorismo.

 

2016.07.23 traggo da un commento di F.Agnoli: Anni fa pensavo: questi pazzi che entrano all'improvviso e sparano uccidendo decine di persone [CzzC: in un anno in USA 45 sparatorie a scuola, ma vale anche per ieri a Monaco], chi sono, se non i disadattati di un Occidente senza speranza, perché senza fede nella vita, nella famiglia, in nulla? Quanto passerà perché stragi simili accadano anche da noi, ad opera di italiani qui, come ad opera di americani, lì? [CzzC: temo poco: possiamo solo sperare di contenere i volumi della relativa devastazione con la nostra resilienza all'indottrinamento dei nostri figli imposto perfino a scuola dalla suddetta cultura dominante; cioè dipende da come gestiremo l'immane emergenza educativa, anche cercando sinergie con i moderati di altre religioni: I have a dream, ONU2].

Cresceranno disgregazione familiare, droga, suicidi, e, inevitabilmente, omicidi...

Oggi a tutto questo si aggiungono: guerre ingiuste dell'Occidente, crisi economica, effetti di una immigrazione malgestita ed eccessiva rispetto alla nostra capacità di integrazione, frutti del melting pot, e suggestioni Isis...

L'Islam non sarebbe propriamente una religione di pace: lo sarebbe mai stata?

Ma il problema è assai più ampio: questi assassini sono spesso cresciuti nelle nostre metropoli senza volto, sono drogati, schiavi del sesso (dal killer di Orlando, a quello di Nizza), persone disadattate, arrabbiate con il mondo, per di più straniere e per questo ancora più vittime della liquidità moderna.

Non ci sono risposte facili: certamente c'è da piantarla con il buonismo (e con l'indifferentismo relativista); certamente occorre un maggior controllo dei confini; certamente occorre un controllo delle moschee (che i francesi e le sinistre europee hanno continuato a finanziare per decenni, mentre facevano la guerra al cristianesimo); certamente occorre un maggior senso della nostra identità ...

Ma soprattutto c'è bisogno di Cristo. Mai come ora abbiamo bisogno di un Salvatore, che salvi la nostra vita dal non senso, dalla rabbia, dalla frustrazione, dall'odio ... Io la vedo così ... [CzzC: anch'io similmente, però terrei conto anche degli occidentali che sono di buona volontà anche se non credono in Cristo figlio di Dio morto e risorto per la nostra salvezza: con loro e con gli islamici moderati dobbiamo sinergizzare, a cominciare dal cessare di cullare, per finanza cinica ed armi, i regimi (ad esempio i wahhabiti) che più violano i diritti dell’uomo e della donna a partire dall’art.18 (diritto di cambiare impunemente credo): sarà inarrestabile il terrorismo finché ...]

 

2016.06.10 <lastampa> in un libro di Fulvio Scaglione «Il patto con il diavolo» tra l’Occidente e i finanziatori del terrore: terrorismo wahabita, guerre di regime change, flussi finanziari, colossali compravendite di armi: storia, dati e numeri su ciò che per ragioni di business le democrazie occidentali fingono di non vedere [CzzC: non solo fingono di non vedere, ma mandano i wahhabiti ai vertici di UNHRC e colpiscono con sanzioni, se non possono con le bombe, i regimi invisi ai wahhabiti]

 

↑2015.12.17 <lastampa> Da dove è venuto fuori ISIS /Daesh? Dubbi sospetti e evidenze. “L’ISIS non è venuto fuori dal nulla. Hanno un mucchio di denaro e armi che viene da qualche parte ... Sono - non totalmente ma in parte - una creazione degli interventi dell’Occidente nella regione”. Jeremy Corbyn, non era ancora il nuovo segretario ‘comunista’ dei Laburisti britannici, lo aveva affermato senza esitazione.

 

↑2013.04.04 <repubblica> Paolo Prodi fratello di Romano definisce la massoneria «una delle più importanti agenzie produttrici di etica nella storia dell' Occidente» Solo etica e non politica? [CzzC: e non anche affari/dea pecunia e non anche influsso su Weltanschauung ... ?].

 

↑2011.01.10 <asianews> Papa al corpo diplomatico: la libertà religiosa aggredita da terrorismo ed emarginazione. Nel discorso al corpo diplomatico, B16° denuncia violenze e ingiustizie contro i cristiani in Iraq, Egitto, Cina, Pakistan, Nigeria, India e Medio Oriente. In Occidente c’è un processo che tende a trattare la fede come un fatto personale e irrilevante. “Non si può creare una sorta di scala nella gravità dell’intolleranza verso le religioni” e “libertà religiosa non è solo libertà di culto”. Al Azhar x ritorsione interrompe il dialogo. Egitto richiama ambasciatore vaticano.

 

↑2008.06.28 <OR> di Ernesto Galli della Loggia: la «Spe salvi», la Chiesa e l'Occidente: quel di più che la storia umana non riesce a colmare. Il passato e il presente; l'Occidente e la sua tradizione culturale da un lato, la modernità dall'altro: è tra questi due poli che sembra muoversi la riflessione che B16° ha fin qui consegnato ai suoi interventi di maggior impegno, in particolare a entrambe le sue encicliche. Una riflessione il cui contenuto vero non è poi altro che il destino del cristianesimo.

 

↑2007.04.19 <asianews> Occidente debole, musulmani muti davanti a islamismo e terrorismo. La testimonianza di un ex-terrorista, un medico egiziano che si sta rifacendo una vita nuova in Occidente: “Sono stato un membro della Jemaah Islamiya, un gruppo guidato dal comandante-in-seconda di Al Qaida, Ayman al-Zawahiri. Per questo conosco per esperienza diretta il modo in cui l’insegnamento disumano dell’ideologia islamista può trasformare una mente giovane bonaria in un terrorista. Senza un affronto delle radici ideologiche dell’Islam radicale, sarà impossibile combatterlo. Vi sono molte piccole radici di questo islamismo, ma la più sostanziale ha un solo nome: il Salafismo, l’Islam salafita, una versione violenta, ultra-conservatrice della religione che intende applicare letteralmente la shariah, che include violenza. Nel mondo islamico ci troviamo di fronte alla mancanza di un’interpretazione dell’Islam che sia approvata e teologicamente rigorosa, tale sfidare in modo chiaro gli abusi interpretativi della shariah”.