ALLAH AKBAR gridato anche da assassini di inermi innocenti

[CzzC: cito l’espressione in titolo, perché mi fa venire la pelle d’oca udire come sia gridata con odio ferale da massacratori di innocenti quando iniziano la trucidazione, specialmente di inermi fedeli di altro credo: a fronte di tale brutalità fatico a rimembrare la bellezza di questa invocazione che è santa sulle labbra di tanti fratelli musulmani di buona volontà]

Spesso questa espressione viene tradotta con "Dio è grande", mentre significaDio è il più grande”: vediamo perché. Allah akbar costituisce una delle principali frasi comunemente usate dai musulmani; spesso però la sua traduzione italiana viene sbagliata a causa di un errore di grammatica: Allah akbar (letto solitamente dagli Arabi con una intonazione particolare, suona infatti quasi come un’unica parola, allahu àkbar) NON significa “Dio è grande” bensì “Dio è il più grande” o come traduceva il grande islamista Bausani “Dio è massimo”. [CzzC: da Wikipedia apprendo che allahu àkbar è anche un inno ...]

L’errore su cui si cade sta nel grado dell’aggettivo: akbar non è di grado positivo ma comparativo, perché, se fosse positivo, dovrebbe dirsi Allah kabir; vien da sé che in una religione come l’Islam Dio non può solamente essere “grande”, deve essere molto di più; quindi l’aggettivo si pone al comparativo, che, a differenza nostra, in arabo non è preceduto da preposizioni, ma si ottiene cambiando la forma base dell’aggettivo al grado positivo. Quindi non tradurre Allah akbar con Dio è grande, bensì ricorda: “Dio è il più grande” (letterale) “Dio è massimo” (Bausani).

 [Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 15/05/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: diritti umani; perseguitare gli infedeli, male fisico mandatorio, Islam riformi educazione

 

2018.05.12 <ansa huff> terrorismo: l'uomo che ha accoltellato almeno 8 persone (prima di essere abbattuto dalla Polizia) nella rue Saint-Augustin, in pieno centro di Parigi, gridava "Allah Akbar" mentre pugnalava. Lo riferiscono fonti citate dalla radio Europe 1.

 

↑2017.09.15 <vfiore> Allah, Islam, Corano, picchiare donne, uccidere uomini, terrorizzare e distruggere tutto: proprio questi sono gli insegnamenti del profeta Maometto? Un’intervista a Laleh Bakhtiar, autrice di una nuova traduzione del Corano, e un intervento di Mohsen Hamzehian dell’Unione per la Democrazia in Iran. [CzzC: attenzione! Discernere tra Corano e Sunna]

 

↑2017.09.07 <tempi> Non accusiamo i musulmani della barbarie commessa in nome dell’islam, ma l’islamismo, cioè quell’islam che per sua natura è politico e radicale, è causa degli atti di violenza commessi in nome della fede islamica: parole del gesuita padre Henri Boulad, 86 anni, pronunciate in seguito agli attentati contro i copti in Egitto.

 

↑2016.12.19 <sole24h>: “Allahu Akbar” gridò Mertk Altintas, killer in diretta TV dell’ambasciatore russo in Turchia, Andrey Karlov ad Ankara.

 

↑2016.02.29 <tgcom24>: Orrore a Mosca, arrestata la baby-sitter con in mano una testa di bimba

Ha dato fuoco all'appartamento dove stava curando il piccolo, per ragioni non ancora chiare, dove averlo decapitato. Mentre si aggirava per strada urlava "Allah akbar". La polizia: "Non è terrorismo" [CzzC: speriamo che sia solo follia]

 

↑2015.11.17 <gazzetta>: allo stadio di Istanbul prima dell'amichevole Turchia-Grecia fischi e cori durante il minuto di silenzio per le vittime di Parigi: i tifosi locali avrebbero anche intonato il coro "Allah è grande"

 

↑2015.11.13 <ansa> terrorismo a Parigi al grido di "Allah è grande”. [CzzC: il nostrani pensatori negazionisti alla Campanini diranno anche qui che Allah non c’entra; crederei loro di più se l’islam, almeno quello più dotto (università), almeno quello dei capi regime (ad es wahhabiti con i quali facciamo affari d’oro, mentre boicottiamo i loro avversari Russia, Assad) sottoscrivesse e predicasse la dichiarazione universale dei diritti umani, la fine delle persecuzioni di abiuri e di infedeli, la fine degli insegnamenti di odio e del verbo uccidere nelle loro scuole e libri di testo]

 

↑2015.10.13 <ilmattino>: Francia, 15enne uccide il professore al grido di "Allah Akbar", poi si schianta contro il commissariato di polizia, per morire come martire.

 

↑2015.09.29 <sole24h>: Bangladesh: ucciso cooperante italiano che lavorava per ong olandese: Isis rivendica <ansa> così: una pattuglia ha preso di mira lo spregevole crociato Cesare Tavella in una strada di Dacca, dove gli è stato sparato a morte, sia lode a Dio; ai membri della coalizione crociata diciamo: non sarete sicuri nelle terre dei musulmani. E' solo la prima goccia di pioggia.

 

↑2015.07.06 <corriere>: Maria Giulia Sergio, 28enne italiana convertita all’Islam nel 2009 (nome Fatima): «Decapitiamo in nome di Allah» e si scaglia con ferocia contro i miscredenti. «Uccidiamo perché lo ordina la sharia».

 

↑2015.06.23 <today>: Isis addestra bambini a fare i terroristi: nuovo scioccante video: calci e jihad per bambini nella provincia siriana di Raqqa tra armi e "Allah u Akbar"

 

↑2015.05.19 <news.va>: uccidere  nel nome di Dio è una bestemmia