Vedi quanti verbo UCCIDERE nei nostri testi scolastici, dice Hassan bin Talal: abbiamo fallito sugli educatori religiosi islamici

<avvenire 19/04/2015>: Hassan bin Talal, lo zio di re Abdallah II di Giordania: noi islamici anche moderati ... ammetto un fallimento sul piano della formazione umana. Abbiamo fallito sul piano dell’uguaglianza tra uomo e donna ... Abbiamo fallito nel lavoro sugli educatori religiosi, i quali registrano il livello più basso di preparazione umana e scientifica, in cui è assente ogni forma di interdisciplina ... Basta verificare quanto sia frequente il verbo «uccidere» nei testi scolastici per capire l’impatto che questo può avere sui nostri bambini

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità,  modificata 23/06/2020; col colore grigio distinguo i  miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Correlati: terrorismo islamista, Islam riformi l’educazione e abolisca male fisico mandatorio di serie Haisam Sakhanh; violenza; inarrestabile il terrorismo se culliamo regimi che uccidono abiuri e blasfemi

 

2020.06.18 <tempi> Nigeria. «Cristiani attaccati senza pietà: strada spianata verso il genocidio». Da gennaio a novembre 2019 sono stati uccisi almeno 1.000 cristiani per mano dei pastori islamisti Fulani. Un rapporto del Parlamento britannico denuncia la persecuzione

 

2020.05.26 <tempi> Pakistan, è stato assassinato il cognato di Asia Bibi lunedì nella città di Sheikhupura/Punjab. Secondo la denuncia sporta alle forze dell’ordine, Younus si era recato al lavoro nei campi la mattina del 24 maggio e non era rientrato a casa alla sera. Il suo corpo, con la gola recisa, è stato trovato la mattina seguente. [CzzC: voce del verbo uccidere]

 

↑2019.12.17 <tempi> Kenya. Non recitano la shahada islamica (professione di fede rituale): Al Shabaab uccide 11 persone. Almeno sei delle vittime erano cristiane. I terroristi islamici li hanno fatti scendere dall’autobus, stendere a terra e li hanno uccisi uno a uno

 

↑2019.04.27 <asianews> Imam di Nîmes (l’islam moderato esiste) Hocine Drouiche commenta gli attentati in Sri Lanka, denuncia la montante cristianofobia, avverte la sua maggioranza silenziosa che “Sarà accusata di complicità, se non dichiara una guerra santa contro l'estremismo e l'odio”. [CzzC: non si tratta solo di silenzio complice, ma anche di ben pagati maestri di odio e del troppo decantato verbo uccidere]

 

↑2018.10.31 <avvenire stampa ansam corsera> La Corte suprema del Pakistan ha assolto Asia Bibi: gravi minacce dei gruppi radicali, capitanati dal maulana Khadim Rizvi, fondatore e leader del movimento radicale islamico “Tehreek-e-Labaik Pakistan” (TLP). Il religioso Rizvi aveva diffuso una “fatwaˮ invitando a uccidere i magistrati se avessero assolto la donna cristiana e minacciato anche «rappresaglie contro i cristiani pakistani». L’infiammarsi di queste discriminazioni contro i cristiani risalgono a quando il dittatore generale Zia ul-haq nel 1986, per mantenere il potere, scese a patti con i gruppi radicali islamici e promosse un’opera di islamizzazione della società, della Carta Costituzionale, dei curriculum scolastici e approvò anche la modifica alla legge di blasfemia, rendendola uno strumento facile da usare per vendette private, come nel caso di Asia Bibi.

 

↑2018.05.15 <tempi> «I cristiani indonesiani sono terrorizzati dall’Isis». L’arcivescovo della provincia attaccata dai terroristi: «La situazione può anche sembrare calma, ma poi all’improvviso si verificano gli attacchi» "Cari fratelli pregate per l'Indonesia e soprattutto per noi Cristiani". Dopo gli attacchi terroristici, il messaggio audio <tw> del vescovo Rubiyatmoko ad acs_italia

 

↑2017.09.15 <vfiore> Allah, Islam, Corano, picchiare donne, uccidere uomini, terrorizzare e distruggere tutto: proprio questi sono gli insegnamenti del profeta Maometto? Un’intervista a Laleh Bakhtiar, autrice di una nuova traduzione del Corano, e un intervento di Mohsen Hamzehian dell’Unione per la Democrazia in Iran. [CzzC: attenzione! Discernere tra Corano e Sunna]

 

↑2017.04.14 Università Abdul Wali Khan di Mardan/Pakistan: <ecolib> uno studente di 23 anni, Mashal Khan, vuole la laicità: folla lo uccide accusandolo di aver pubblicato “contenuti blasfemi online”, ha detto la polizia locale. L’incidente si è verificato all’interno dei locali universitari. Dopo l’omicidio il campus è stato chiuso fino a nuovo avviso.

 

↑2016.12.29 <foglio>: alla radice islamista dell’islam sta una ideologia di espansionismo che usa guerra e violenza. Il caso Amri dimostra che la sociologia ordinaria e l’indagine convenzionale, anche storica, ispirate al politicamente corretto non hanno la forza di conoscenza necessaria alla difesa della sicurezza collettiva nei paesaggi occidentali del diritto giudaico-cristiano-laico e nel resto del mondo non islamico. [CzzC: invece avrebbero le conoscenze sufficienti, ma, pro strategie petroldollarate, si rifiutano di indurre i potentati islamisti a riformare i loro testi e maestri di odio]

 

↑2016.09.14 Tante testate laiche e religiose titolano che il Papa ha detto «uccidere in nome di Dio è satanico», mentre ha detto.mp3 «quanto piacerebbe che tutte le confessioni religiose dicessero “uccidere in nome di Dio è satanico» [CzzC: bella differenza! ... continua]

 

↑2016.03.07 <mattinonline>: giornalista islamica Nadine Al-Budair: Immaginate che i giovani occidentali vengano qui e compiano una missione suicida in una delle nostre piazze in nome della Croce. Immaginate di sentire le voci di monaci e sacerdoti ... che urlano negli altoparlanti e lanciano accuse contro i musulmani, chiamandoli infedeli e cantando: «Dio, elimina i musulmani e sconfiggili tutti.» ... [CzzC: la zittirebbero i depistatori che additano nel mercato delle armi la causa del terrorismo islamista?]

 

↑2015.09.gg Per ComInCamm preparai anche questo articolo sulla radici educative della intolleranza islamista, insegnamenti peraltro additati come errati e pericolosi anche da saggi islamici che ravvisano la troppa frequenza del verbo uccidere nei loro testi scolastici. Me ne venne impedita la pubblicazione

 

↑2014.12.03 <radio vaticana> Al 3° Summit Cristiano-Musulmano prendono parte, tra gli altri, il cardinale Jean-Louis Tauran, il principe di Giordania, Hassan Bin Talal, e l’ayatollah Sayyed Mostafa Mohaghegh Damad, direttore degli Studi islamici presso l’Accademia delle scienze in Iran. Un gruppo di lavoro che, ha ribadito poco dopo Papa Francesco alla folla dell’udienza generale, è in sintonia con la certezza del Papa: Non c’è pace senza dialogo [CzzC: il dialogo innanzitutto, ma per la pace occorrono anche i contenuti concreti, basi elementari di convivenza, tra cui il rispetto fattuale della dignità umana quantomeno evitandole il male fisico, ben più che i proclami di non sentirsi superiori agli altri]

 

↑2012.12.19 <lanuovabussolaq/M.Introvigne>: Al-Qa'ida fase Tre: «Eliminare i cristiani»

Oggi al-Qa’ida controlla 4 territori: Maghreb, Yemen, Sinai, Est Africa/Shabaab; ma per la prima volta l’obiettivo esplicitamente indicato è la «pulizia religiosa»: l’eliminazione dei cristiani dalle aree a maggioranza islamica dell’Africa subsahariana. «Non ci sono cristiani in Somalia, ci sono solo apostati. Un musulmano non può diventare cristiano: può solo diventare apostata. Non c'è posto per gli apostati in Somalia: non riconosciamo loro il diritto di esistere, solo quello di morire, e li uccideremo tutti». Queste parole di Nur Barud, esponente di Al-Qa’ida nell’Est Africa, riassumono il programma di persecuzione dei cristiani che, dal Mali alla Somalia passando per la Nigeria, è diventato un marchio di fabbrica di al-Qa'ida III. [CzzC: poco al confronto Isis].

 

↑2010.10.23 L’intolleranza islamica è radicata nel Corano? Il vescovo libanese di Antiochia dei Siri, Raboula Antoine Beylouni al Sinodo 2010 per il Medio Oriente descrive l’intolleranza nell’islam e le sue origini dal Corano: nascondere la verità, uccidere gli infedeli, imporre la religione con la spada ... <magister 2010.10.23>: la segreteria di stato lo purga ... continua