Quanto foraggio ricevono i jihadisti filo AL-QAIDA (Talebani), ad esempio in Siria, da illuminati che millantano di combattere il terrorismo?

<wikipedia>: Al-Qaida (o Al-qaida o Al-Qaeda) significa "la Base" è un movimento islamista sunnita terroristico nato nel 1989, fautore di ideali riconducibili al fondamentalismo islamico più oltranzista, impegnato nell'esecuzione di violenze e massacri di inermi, sia contro regimi islamici filo-occidentali definiti ipocriti, sia contro l’occidente definito sommariamente kufr (kafir) (infedele).

Al-Qaida massacra inermi anche attraverso terroristi di pari identità ancorché di nome diverso come al Nusra (il ramo siriano di Al Qaida), che è responsabile di efferati crimini in Siria come altri gruppi della galassia dei ribelli che sono allenati e foraggiati dai turco-wahhabiti e dai relativi alleati, la cui spudorata tecnica di Leading from behind sta emergendo al punto che stanno favorirebbero il cambio di nome Al Nusra <radiovaticana 29/07/2016>: la scelta della fazione jihadista Jabhat al-Nusra di cambiare nome e di annunciare la propria fuoriuscita formale dalla rete di al Qaida rappresenta “una pura mossa tattica per accreditare il simulacro di una fantomatica 'ribellione islamista moderata' che sarebbe presente nel ventaglio di forze impegnate nella guerra contro Assad. Una entità che in realtà non esiste”. Ne è convinto il gesuita siriano Antoine Audo, vescovo caldeo di Aleppo.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 15/11/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: Malala; alterare il nome di al Nusra sarebbe indicatore di potenti matrici della cultura dominante

 

2018.11.09 <americanmilnews> Un nuovo rapporto del Pentagono rivela che nell’ultimo anno l'aiuto umanitario degli Us è finito ripetutamente nelle mani di gruppi terroristici, tra cui Al Qaida e Ha'yat Tahrir Al-Sham (HTS), anche con dirottamenti deliberati da qualche ONG.

 

2018.09.25 <agensir, oraprosiria> Da Knayeh, non distante da Idlib, ultima roccaforte dei ribelli anti-Assad e dei jihadisti filo-qaedisti del fronte Hayat Tahrir al-Sham (al-Nusra), arriva la testimonianza dei pochi cristiani rimasti, sostenuti dagli unici religiosi, due frati della Custodia di Terra Santa, rimasti al loro fianco, padre Hanna Jallouf e padre Luai Bsharat. Minacciati da rapimenti e omicidi, privati di case e terreni, tollerati nel culto sottoposto a rigide restrizioni: "Ai fondamentalisti diciamo che siamo cristiani e lo resteremo fino alla morte. Anche se nella sofferenza viviamo un tempo di grazia". [CzzC: però pare che Avvenire con l'articolo 2018.08.18 della Lucaroni abbia bevuto e diffuso più le versioni dei persecutori che quelle dei perseguitati, o sbaglio?]

 

↑2018.09.20 <nation antidipl> Lo scorso 13 settembre la Deputata democratica delle Hawaii, Tulsi Gabbard, ha presentato alla Camera dei rappresentanti una mozione per censurare Trump e il suo vice Pence perché proteggerebbero «al-Qaida e altre forze jihadiste in Siria ... è un tradimento al popolo americano, in particolare alle vittime dell'attacco dell'11 settembre e delle loro famiglie ...famiglie». Brett McGurk, l'inviato speciale dell'amministrazione per contrastare l'ISIS, ha affermato che «Idlib è il più grande rifugio sicuro di Al Qaeda dall'11 settembre».

 

↑2018.09.17 <sussidiario> il gruppo dei 7 vuol lasciare Idlib in mano ad Al-Qaida per abbattere Assad. <repubbl> Erdogan vola da Putin <arabnw> per scongiurare l'offensiva su Idlib; <nbq> Mike Pompeo, Segretario di Stato Usa: i russi hanno ragione a dire che a Idlib ci sono i terroristi ma devono combatterli senza mettere a rischio la vita di civili innocenti. [CzzC: grazie per l'ammissione, ma ...] da quale pulpito viene la predica: solo nella battaglia di Mosul sarebbero centinaia <ansa> i civili colpiti per errore dai raid aerei della sua coalizione.

 

↑2018.09.15 <analisidifesa> 17 anni dopo gli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001, l’Occidente sarebbe il migliore alleato di al-Qaida e degli altri jihadisti spalleggiati dalle petrolmonarchie? Ad esempio a Idlib si stima combattano 10/15 mila miliziani per lo più di Tharir al-Sham (ex Fronte al Nusra, braccio di al-Qaida in Siria) le cui milizie controllano il 60 per cento di quel territorio.

 

↑2018.05.03 <cbs> Gli Elmetti Bianchi (alias "protezione civile" di Al Qaida?) premio Oscar per la migliore finzione, frignano perché gli Usa da qualche settimana hanno congelato i fondi ...[CzzC: mi sembra strano: cbdi]

 

↑2018.03.12 <sussidiario> Usa e sauditi vogliono insediare al Qaida alle porte di Damasco, nel contesto del Piano Feltman-Bandar <libero> di destabilizzazione della Siria, <controinfo> piano rivelato in documenti interni “hakerati” nel 2011 dalle migliaia di pagine degli archivi della STRATFOR, la società di consulenza <wikipedia> di “Intelligence strategico” del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti e dell’industria militare.

 

↑2018.01.02 <vietatop>: Gli Usa passavano armi all'Isis dal 2014: il nuovo report del CAR uscito questa settimana dopo 3 anni di indagini su 40.000 oggetti militari recuperati dall’ISIS: si conferma quanto venne affermato da Alastair Crooke, ex spia dell’MI6 e diplomatico inglese – ossia che la CIA ha stabilito le basi per una sorta di “supermercato jihadista” – alimentante Isis e Al-Qaida

 

↑2017.09.11 <sussidiario>: come previsto, Assad rompe l’isolamento di Deir Ez Zor; gli Usa mettono in salvo i jihadisti, e forse cessano l'lfb pro ribelli, Isis e al Qaida (che beneficiavano di voli diplomatici e di particolari facilitazioni di transito).

 

↑2017.09.07 poco spazio sui media occidentali alla liberazione di Deir Ezzor: perché? <simpliciss>: Il Washington Post aveva riconosciuto che è stata la Cia a foraggiare in lfb i cosiddetti ribelli moderati per sbarazzarsi di Assad (operazionelegno di sicomoro”) ma una parte consistente di loro contribuì a creare Isis e combatté per esso fino quando, dopo l’intervento russo, molti “ribelli moderati” si riversarono in Al Nusra (particamente Al Qaeda), ancora aiutati da Cia e petromarchie

 

↑2017.05.22 <huffingt>: ognuno conosce l'esplicita evidenza trovata dal 2009 che l'Arabia Saudita era "una base cruciale di sostegno finanziario per Al Qaida, i Talebani, LeT e altri gruppi terroristici". Tutti sanno la più recente e molto più dannosa rivelazione del 2016 che l'Arabia Saudita continua a “fornire clandestinamente sostegno finanziario e logistico a ISIS e ad altri gruppi radicali sunniti" in Medio Oriente.

 

↑2017.03.13 <actpost>: il senatore statunitense Rand Paul ha introdotto lo “Stop Arming Terrorists Act" (S. 532) per evitare che i soldi dei contribuenti americani vengano utilizzati per sostenere direttamente o indirettamente militanti armati che sono alleati con o spesso lavorano sotto il comando di al-Qaida, ISIS , o altri gruppi terroristici [CzzC: ce n’era bisogno, eh?]

 

↑2017.02.06 <sussidiario>: gli Stati Uniti hanno collaborato con i sauditi nella creazione di al Qaida per combattere l'Unione Sovietica in Afghanistan negli anni 80; l'estremismo sunnita è stato utilizzato successivamente in Iraq per diminuire l'influenza sciita iraniana e in Siria per far cadere Assad e rompere così il pericoloso asse Iran-Siria-Hezbollah libanesi, lesivo per gli interessi statunitensi, israeliani e sauditi. In entrambi i casi (Iraq e Siria) la strategia statunitense di utilizzare operazioni clandestine [CzzC: detta tecnica Lfb] per rafforzare i gruppi estremisti sunniti ... continua

 

↑2017.01.25 <Algemeen Dagblad>: La copertura mediatica occidentale sulla Siria è una grande menzogna pro interessi strategico-finanziari degli anglosassoni nonché di Arabia Saudita e Qatar per creare uno stato sunnita in Siria senza libertà religiosa: Padre Maes ricorda quando i famosi “ribelli moderati” esaltati dall’Occidente occuparono la sua città, Qara: erano in “migliaia, venivano dai paesi del Golfo, dall’Europa, dalla Turchia, dalla Libia e c’erano molti ceceni. Hanno formato una forza di occupazione straniera, tutti alleati di al Qaeda e di altri gruppi terroristici. Armati fino ai denti dall’Occidente, ci hanno letteralmente detto: «questo paese appartiene a noi ora»”.

 

↑2016.11.16 <oraprosiria>: L'esercito mercenario di Erdogan è costituito da Cinesi Uiguri sunniti turcofoni: Erdogan, per cui "I martiri del Turkestan orientale sono i nostri martiri”, ha organizzato l’ingresso in Turchia e poi in Siria di oltre 50.000 Turchi Uiguri con passaporti falsi. Il Partito Islamico del Turkestan (TIP) è un gruppo radicale dal 2001 affiliato ad Al-Qaida e in Siria sta con al-Nusra. “I Ceceni che hanno lasciato ISIS sono stati rimpiazzati dagli Uiguri” annota l’OSDH.

 

↑2016.07.04 <sussidiario>: Erdogan scopre i terroristi solo adesso? Ha aiutato lo stato islamico fino all'altro ieri, ora piange i propri morti. Dati e fatti dell'incredibile ottusità politica e strategica di Erdogan col sostegno dato all’Isis e che continua a dare ad Al Nusra (al qaida in Siria) e al gruppo Aharar al-Asham e che gli alleati Nato dissimulano.

 

↑2016.06.07 <occhidiguerra>: dopo Richard Black - il senatore dello Stato della Virginia, che aveva affermato che il caos in Siria era stato provocato dall’Occidente - arriva la dura accusa di Peter Ford, ex ambasciatore inglese in Siria: “Gli Usa sono effettivamente alleati con una parte di Al Qaida” (Al Nusra) nel tentativo di “eliminare il governo secolare di Bashar Al Assad in Siria”.

 

↑2015.12.10 <giornale et>: Homs liberata: È cominciata stamattina con la presenza di rappresentanti dell’Onu l’evacuazione pacifica di civili dei miliziani anti-governativi, la maggior parte membri di Jabhat al Nusra, la branca siriana di Al qaida, i quali si trasferiranno nelle regioni in mano ai ribelli (Hama e Idlib) più a nord (sono stimate 3mila unità).

 

↑2015.12.10 <independent>: 70.000 religiosi musulmani indiani hanno emesso una fatwa contro Isis, i talebani, al-Qaida e altri gruppi terroristi. I religiosi hanno detto che tali gruppi "non sono organizzazioni islamiche" e sono una minaccia per l'umanità

 

↑2015.10.03 <opinionepubblica>: FSA, Al Nusra, ISIS: tre facce della stessa operazione made in USA: ... A partire dai legami di Al-Nusra con Al- qaida sino all'uso di sostanze psicotrope da parte dei loro militanti.

 

↑2015.08.03 <imolaoggi>: Nel Nord del Camerun l’esercito ha intercettato un elicottero francese che trasportava armi,  munizioni e dollari per Boko Haram (legato ad Al Qaida). Due terroristi francesi che portavano esplosivi sono stati arrestati al Brickyard. [CzzC: ovviamente i massoni francesi non c’entrano]

 

↑2015.07.31 <tempi>: Aiutare i ribelli anti Assad, ancorché detti moderati, equivale ad aiutare Isis: A marzo, ad esempio, i jihadisti di Jabhat al-Nusra (legati ad Al- qaida e finanziati dalla Turchia) hanno sbaragliato il primo gruppo di ribelli a cui gli Stati Uniti hanno fornito armi pesanti letali nel 2014, sequestrando missili TOW anti-carro e altri aiuti militari americani. Emblematico il messaggio che hanno diffuso: «Grazie America, ora le vostre armi le abbiamo noi».

 

↑2015.03.24 <adnkronos>: in Siria nasce Jaish al Fatah (l'Esercito della Conquista): le principali fazioni islamiche siriane, compreso Ahrar al-Sham e il Fronte al-Nusra legato ad al- qaida, hanno annunciato la formazione di un esercito comune per conquistare le città in mano al regime di Damasco.

 

↑2013.09.24 <terrasanta>: la galassia dei ribelli siriani si richiama all’integralismo islamista sunnita: i 100k combattenti anti-Assad sono divisi in tre gruppi principali: il Fronte islamico siriano (Fis), l’Esercito siriano libero (Esl) e il Fronte islamico siriano di liberazione (Fisl). Collegata ai tre principali gruppi ribelli c'è poi una costellazione di milizie islamiche: Brigate Farouq; Fronte al Nusra legato ad Al Qaida; Movimento islamico Ahrar al Sham collegata al Fis è probabilmente la più numerosa fazione salafita siriana; Brigate dei martiri della Siria legate all’Arabia Saudita come la Brigata dell’Islam; Brigata Tawhid; Brigate Suqour al Sham; poi ci sono i curdi

 

↑2012.12.31 La misura della moralità dell'establishment francese è sintetizzata dal suo ex ministro degli esteri Laurent Fabius. Nel 2012 disse pubblicamente che il gruppo terrorista Jabhat al Nusra (ramo siriano di Al Qaida), responsabile di innumerevoli ed efferati crimini in Siria, "sta facendo un buon lavoro".

 

↑2012.03.22 <wikipedia>: colpo di stato in Mali, poi elezioni nel dicembre 2013. Riprende la guerra civile che ha portato l'etnia tuareg (laica) del Movimento Nazionale di Liberazione dell'Azawad, ad allearsi con alcune frazioni fondamentaliste che aderiscono al gruppo salafita per la Predicazione e il Combattimento, poi denominato al-Qa'ida nel Maghreb islamico - e a prendere il controllo della regione settentrionale del Paese, l'Azauad, con scempio di simboli e tombe della locale tradizione sufi a causa dell'accesa ostilità iconoclastica del Wahhabismo