Quanto foraggio ricevono i jihadisti filo AL-QAIDA (alias HTS, al Nusra), ad esempio in Siria, da illuminati che millantano di combattere il terrorismo?

<wikipedia>: Al-Qaida (o Al-qaida o Al-Qaeda) significa "la Base" è un movimento islamista sunnita terroristico nato nel 1989, fautore di ideali riconducibili al fondamentalismo islamico più oltranzista, impegnato nell'esecuzione di violenze e massacri di inermi, sia contro regimi islamici filo-occidentali definiti ipocriti, sia contro l’occidente definito sommariamente kufr (kafir) (infedele).

Al-Qaida massacra inermi anche attraverso terroristi di pari identità ancorché di nome diverso come al Nusra (il ramo siriano di Al Qaida), che è responsabile di efferati crimini in Siria come altri gruppi della galassia dei ribelli che sono allenati e foraggiati da turco-wahhabiti e da relativi alleati, la cui spudorata tecnica di Leading from behind sta emergendo al punto che favorirebbero il cambio di nome Al Nusra <radiovaticana 29/07/2016>: la scelta della fazione jihadista Jabhat al-Nusra di cambiare nome e di annunciare la propria fuoriuscita formale dalla rete di al Qaida rappresenta “una pura mossa tattica per accreditare il simulacro di una fantomatica 'ribellione islamista moderata' che sarebbe presente nel ventaglio di forze impegnate nella guerra contro Assad. Una entità che in realtà non esiste”. Ne è convinto il gesuita siriano Antoine Audo, vescovo caldeo di Aleppo.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 18/07/2021; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: Malala; alterare il nome di al Nusra sarebbe indicatore di potenti matrici della cultura dominante

 

2021.06.04 <thetimes nova vietp google> Il Qatar ha "incanalato milioni di dollari ai terroristi del Fronte Nusra in Siria" secondo una denuncia emessa questa settimana all'Alta Corte di Londra. Già l’emiro al Thani aveva nel 2017 parlato di come la ‘rivoluzione siriana’ non è stata nient’altro che una guerra per procura finanziando al Qaida in Siria ed altri gruppi, compreso l’ISIS a cui veniva consentito il commercio del petrolio senza interruzione del sistema SWIFT [CzzC: è da anni che si sa, ma il mainstream eterodiretto millantava credito targato OSDH ed elmetti bianchi; ed ora con una sciacquata di mondiali 2022 si possono nascondere le tracce di altre complicità, non solo orientali]

 

↑2020.11.25 Docu-film For Sama: framing decontestualizzato, marketing a favore delle innominate milizie di al Qaida ed affini; una parrocchia di Lecco decide di far vedere il For Sama in Avvento. Se domandaste parere al vescovo Abou Khazen o a padre Ibrahim e a tanti Aleppini liberati dagli artigli dei jihadisti terroristi, vi commenterebbero lo strabismo del docu-film in titolo che censura la loro sofferenza e gli abusi subiti. Che si tratti di propaganda per il pubblico occidentale pro-guerra sulle note di “The White Helmets” e “Last Men of Aleppo” sarebbe lo stesso "imparziale" regista Waad al-Kateab, che dichiara: “Questo film è l’unica arma che ho contro il regime“. [CzzC: continua per altro commento]

 

↑2020.10.27 <sussid> Erdogan addestra jihadisti in Siria per rifare l’impero turco. Il generale curdo Mazloum Abdi Kobane (nel Rojava) ha lanciato l’allarme: in Siria, nelle aree curde occupate dalla Turchia, ex miliziani dell’Isis e di al Qaida vengono addestrati da Ankara <repubbl> L’Occidente fermi Erdogan: contro i curdi sta facendo pulizia etnica

 

↑2020.10.18 <nbq> dalle 35k email di Hillary Clinton emerge che avrebbe fomentato gli islamisti quando era segretario di Stato; emerge la sua mano dietro la "Primavera Araba", il suo inciucio con i Fratelli Musulmani, con il Qatar, con Al Jazeera megafono della Fratellanza, insieme a intermediari e faccendieri, incaricati di operazioni finanziarie e di tenere i contatti con gruppi armati in Siria e Libia. <inside> quando Obama puntò sui Fratelli Musulmani e su Al Jazeera per i regime change di Gheddafi, Mubarak, Ben Ali e Assad: pensarono che la Fratellanza fosse diventata più affidabile perché Al-Zawahiri, cofondatore di Al Qaida, la aveva lasciata: sottovalutarono il comun denominatore, la Sharia, che lega la Fratellanza ad Al Qaida, Isis, Hamas. Nota i nomi Eric Schoennauer, Joe Mellott, Dana Shell Smith, Ben Rhodes, Jakje Sullivan.

 

↑2020.08.31 in questa foto su <unlimitedhangout> I White Helmets (elmetti bianchi) sventolano le loro bandiere accanto a quelle dell'Esercito siriano libero [CzzC alias galassia ribelli siriani] appoggiato dall'Occidente, una milizia responsabile di molteplici crimini di guerra contro i civili siriani e alleata con Al Qaida e altri gruppi estremisti. È stato riferito che i Caschi Bianchi avevano partecipato a vari crimini di guerra terroristici inclusa l'esecuzione di prigionieri di guerra e civili. Uno studio condotto da Maxim Grigoriev della Foundation for the Study of Democracy ha sollevato la questione del traffico di organi e di esseri umani e degli abusi sui minori da parte di questo stesso gruppo. L'indagine fondamentale di Grigoriev è supportata da testimonianze. [CzzC: da prendere CBDI]

 

↑2020.08.27 <foglio sussidiario google> 100mila cristiani uccisi in Nigeria negli ultimi 20 anni; lo scorso 20 agosto è stata inviata una lettera al primo ministro Boris Johnson, accusando cancellerie e mass media di “cospirazione del silenzio”. I numeri tragici sono emersi da un rapporto realizzato anche dall’International Organization for Peace Building and Social Justice, dove si evince che negli ultimi 20 anni Boko Haram, al Qaida, pastori fulani e altri gruppi estremisti, hanno compiuto circa 96mila uccisioni in 21mila attacchi differenti. “Questa cosa è sistematica, pianificata, calcolata. La loro intenzione è islamizzare la Nigeria”, le parole di Benjamin Argak Kwashi, arcivescovo anglicano di Jos.

 

↑2020.05.13 <ilmanifesto> Jihad in Africa, nuovi califfati avanzano verso sud: <mappa e trend di crescita dei gruppi> in Somalia, Mali, Burkina-Faso, Niger, Nigeria, Congo, Kenya, Mozambico affiliati ad al Qaida o all’Isis, tanti gruppi e una costante: gli attacchi indiscriminati contro civili; gruppi jihadisti nati anche grazie all’ideologia e ai finanziamenti degli Stati del Golfo, con l’Arabia Saudita e, successivamente, il Qatar come principali finanziatori; aggiungi l'aggravante di governi corrotti ed inefficienti ...

 

2020.03.18 con che strabico giudizio Us, Uk, Fr, De intendono preparare il rinnovo delle sanzioni alla Siria<orapros> "Nove anni fa oggi, decine di migliaia di Siriani sono scesi in piazza pacificamente chiedendo il rispetto dei diritti umani e la fine della corruzione del governo. Invece di ascoltare le legittime richieste ... il regime di Assad ha risposto con una spietata campagna di ... il brutale tentativo del regime di Assad di ottenere una vittoria militare ha fatto ... " [CzzC: tutte parole con cui concorderebbero pienamente i così giustificati jihadisti Hayat Tahrir Al Sham, già Al Nusra, già Al Qaida, dal che si deduce chi abbia armato e sostenuto la galassia dei terroristi]

 

↑2020.03.11 <vietp> Il villaggio cristiano siriano di Kessab attende la fine dell’occupazione di Al Qaida di Idlib. La maggior parte degli abitanti di Idlib non è composta dagli originali residenti, che invero fuggirono anni fa all'arrivo dei terroristi, come accadde agli armeni di Kessab che <google> trovarono un primo riparo nella parrocchia armena ortodossa in Latakia; gli armeni di Kessab e quelli di Jebel Musa (Mussa_Dagh), appena al di là del confine, rappresentano ciò che rimane del vecchio Regno armeno di Cilicia, dopo il massacro ad opera dei Giovani Turchi che sterminò 1,2 milioni di persone

 

↑2020.02.28 <tempi> Isis e Al-Qaida alleati nel Sahel: L’allarme lanciato da Dagvin Anderson, generale delle forze speciali Usa in Africa: «una grande minaccia per gli Stati Uniti e l’Occidente». L'alleanza in Mali, Niger e Burkina Faso sarebbe favorita dai legami etnici tra i terroristi delle due fazioni. Al-Qaida, come le mafie, porta anche servizi e una forma di giustizia in aree trascurate dai governi centrali: se i paesi africani non miglioreranno la gestione delle risorse e la governance a favore delle popolazioni, un intervento militare non potrà mai bastare.

 

2020.02.20 <fScaglione.my> Erdogan e il ricatto di Idlib: vuole annettere la parte Nord della Siria, controllando ancor più di quanto già faccia le sorgenti che alimentano il Tigri e l’Eufrate, e allo scopo gioca al ricatto con la carta umanitaria (3M di persone nella zona di Idlib) usando come al solito i terroristi: a Idlib ci sono ~15 mila guerriglieri di Hayat Tahrir al-Sham (Hts), ovvero l’ultima versione di Al Qaida, supportati da una galassia di gruppi armati che comprendono ceceni, miliziani uiguri cinesi e i resti dell’Esercito libero siriano. Tutti sono stati, o sono, al soldo della Turchia che li ha aiutati nei modi più diversi, con denaro e armi, ovviamente, ma anche comprando petrolio e reperti archeologici che questi arraffavano in Siria. E soprattutto consentendo loro di usare la Turchia come una comoda retrovia ove installare uffici, basi, conti correnti, reti di trafficanti di ogni genere. <fc> Erdogan ricattatore e pirata.

 

↑2019.04.02 <oraprosiria> quando gli Us definivano Daesh “un vantaggio strategico”. Maxime Chaix, traduttore di diversi libri del canadese Peter Dale Scott, autore di «The American War Machine») a partire da fonti aperte racconta che gli americani e i sauditi, nella loro ossessione di voler abbattere rapidamente Bashar al-Assad, hanno ampiamente aiutato i jihadisti in Siria già dal 2011. Per ingannare l'opinione pubblica, hanno battezzato «ribelli moderati» il Fronte al-Nusra, il ramo siriano di al-Qaida. Daesh nacque nel 2013 da una scissione del Fronte al-Nusra. Fu solo molto più tardi, consci di aver favorito un mostro, che gli Occidentali dichiararono guerra allo Stato islamico, proclamato da Abu Bakr al-Baghdadi.

 

↑2019.01.29 Afghanistan: accordo Usa-Talebani <google> gli Usa parlano <s24h> di onorevole ritiro da una guerra che non possono vincere [CzzC: onore? Lo vadano a millantare ad esempio davanti alle ragazze di Kabul che col ritorno dei Talebani <corriere>  rischiano <google> anche l’espulsione dalle scuole; con ciò non tifo per la guerra, ma detesto l’ipocrisia dei petroldollari inciuciati con regimi islamisti foraggiatori di maestri di odio, allevatori di talebani e Al-Qaidisti]

 

↑2019.01.12 <tempi> I jihadisti strappano ai ribelli il controllo di Idlib: dopo nove giorni di combattimenti, la Turchia ha obbligato i ribelli a firmare un accordo di pace con i terroristi legati ad Al-Qaida di Tahrir al-Sham; si teme ora che possa saltare l’accordo raggiunto tra Ankara e Mosca

 

↑2018.11.09 <americanmilnews> Un nuovo rapporto del Pentagono rivela che nell’ultimo anno l'aiuto umanitario degli Us è finito ripetutamente nelle mani di gruppi terroristici, tra cui Al Qaida e Ha'yat Tahrir Al-Sham (HTS), anche con dirottamenti deliberati da qualche ONG.

 

2018.09.25 <agensir, oraprosiria> Da Knayeh, non distante da Idlib, ultima roccaforte dei ribelli anti-Assad e dei jihadisti filo-qaedisti del fronte Hayat Tahrir al-Sham (al-Nusra), arriva la testimonianza dei pochi cristiani rimasti, sostenuti dagli unici religiosi, due frati della Custodia di Terra Santa, rimasti al loro fianco, padre Hanna Jallouf e padre Luai Bsharat. Minacciati da rapimenti e omicidi, privati di case e terreni, tollerati nel culto sottoposto a rigide restrizioni: "Ai fondamentalisti diciamo che siamo cristiani e lo resteremo fino alla morte. Anche se nella sofferenza viviamo un tempo di grazia". [CzzC: però pare che Avvenire con l'articolo 2018.08.18 della Lucaroni abbia bevuto e diffuso più le versioni dei persecutori che quelle dei perseguitati, o sbaglio?]

 

↑2018.09.20 <nation antidipl> Lo scorso 13 settembre la Deputata democratica delle Hawaii, Tulsi Gabbard, ha presentato alla Camera dei rappresentanti una mozione per censurare Trump e il suo vice Pence perché proteggerebbero «al-Qaida e altre forze jihadiste in Siria ... è un tradimento al popolo americano, in particolare alle vittime dell'attacco dell'11 settembre e delle loro famiglie ...famiglie». Brett McGurk, l'inviato speciale dell'amministrazione per contrastare l'ISIS, ha affermato che «Idlib è il più grande rifugio sicuro di Al Qaeda dall'11 settembre».

 

↑2018.09.17 <sussidiario> il gruppo dei 7 vuol lasciare Idlib in mano ad Al-Qaida per abbattere Assad. <repubbl> Erdogan vola da Putin <arabnw> per scongiurare l'offensiva su Idlib; <nbq> Mike Pompeo, Segretario di Stato Usa: i russi hanno ragione a dire che a Idlib ci sono i terroristi ma devono combatterli senza mettere a rischio la vita di civili innocenti. [CzzC: grazie per l'ammissione, ma ...] da quale pulpito viene la predica: solo nella battaglia di Mosul sarebbero centinaia <ansa> i civili colpiti per errore dai raid aerei della sua coalizione.

 

↑2018.09.15 <analisidifesa> 17 anni dopo gli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001, l’Occidente sarebbe il migliore alleato di al-Qaida e degli altri jihadisti spalleggiati dalle petrolmonarchie? Ad esempio a Idlib si stima combattano 10/15 mila miliziani per lo più di Tharir al-Sham (ex Fronte al Nusra, braccio di al-Qaida in Siria) le cui milizie controllano il 60 per cento di quel territorio.

 

↑2018.06.03 <luiss.it> Gli Emirati Arabi Uniti hanno moltiplicato le indagini e i processi antiterrorismo: la maggior parte dei casi intercettati ha riguardato collegamenti con ISIS, al-Qaida, al-Nusra, Hezbollah e la Fratellanza Musulmana. L’apparato di sicurezza governativo è riuscito a sventare numerosi complotti terroristici e ha contrastato i network finanziari delle organizzazioni, collaborando con gli Stati Uniti, secondo quanto riferito dal Country Report on Terrorism del governo americano.

 

↑2018.05.03 <cbs> Gli Elmetti Bianchi (alias "protezione civile" di Al Qaida?) premio Oscar per la migliore finzione, frignano perché gli Usa da qualche settimana hanno congelato i fondi ...[CzzC: mi sembra strano: cbdi]

 

↑2018.03.12 <sussidiario> Usa e sauditi vogliono insediare al Qaida alle porte di Damasco, nel contesto del Piano Feltman-Bandar <libero> di destabilizzazione della Siria, <controinfo> piano rivelato in documenti interni “hakerati” nel 2011 dalle migliaia di pagine degli archivi della STRATFOR, la società di consulenza <wikipedia> di “Intelligence strategico” del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti e dell’industria militare.

 

↑2018.01.02 <vietatop>: Gli Usa passavano armi all'Isis dal 2014: il nuovo report del CAR uscito questa settimana dopo 3 anni di indagini su 40.000 oggetti militari recuperati dall’ISIS: si conferma quanto venne affermato da Alastair Crooke, ex spia dell’MI6 e diplomatico inglese – ossia che la CIA ha stabilito le basi per una sorta di “supermercato jihadista” – alimentante Isis e Al-Qaida

 

↑2017.09.11 <sussidiario>: come previsto, Assad rompe l’isolamento di Deir Ez Zor; gli Usa mettono in salvo i jihadisti, e forse cessano l'lfb pro ribelli, Isis e al Qaida (che beneficiavano di voli diplomatici e di particolari facilitazioni di transito).

 

↑2017.09.07 poco spazio sui media occidentali alla liberazione di Deir Ezzor: perché? <simpliciss>: Il Washington Post aveva riconosciuto che è stata la Cia a foraggiare in lfb i cosiddetti ribelli moderati per sbarazzarsi di Assad (operazionelegno di sicomoro”) ma una parte consistente di loro contribuì a creare Isis e combatté per esso fino quando, dopo l’intervento russo, molti “ribelli moderati” si riversarono in Al Nusra (particamente Al Qaeda), ancora aiutati da Cia e petromarchie

 

↑2017.05.22 <huffingt>: ognuno conosce l'esplicita evidenza trovata dal 2009 che l'Arabia Saudita era "una base cruciale di sostegno finanziario per Al Qaida, i Talebani, LeT e altri gruppi terroristici". Tutti sanno la più recente e molto più dannosa rivelazione del 2016 che l'Arabia Saudita continua a “fornire clandestinamente sostegno finanziario e logistico a ISIS e ad altri gruppi radicali sunniti" in Medio Oriente.

 

↑2017.03.13 <actpost>: il senatore statunitense Rand Paul ha introdotto lo “Stop Arming Terrorists Act" (S. 532) per evitare che i soldi dei contribuenti americani vengano utilizzati per sostenere direttamente o indirettamente militanti armati che sono alleati con o spesso lavorano sotto il comando di al-Qaida, ISIS , o altri gruppi terroristici [CzzC: ce n’era bisogno, eh?]

 

↑2017.02.06 <sussidiario>: gli Stati Uniti hanno collaborato con i sauditi nella creazione di al Qaida per combattere l'Unione Sovietica in Afghanistan negli anni 80; l'estremismo sunnita è stato utilizzato successivamente in Iraq per diminuire l'influenza sciita iraniana e in Siria per far cadere Assad e rompere così il pericoloso asse Iran-Siria-Hezbollah libanesi, lesivo per gli interessi statunitensi, israeliani e sauditi. In entrambi i casi (Iraq e Siria) la strategia statunitense di utilizzare operazioni clandestine [CzzC: detta tecnica Lfb] per rafforzare i gruppi estremisti sunniti ... continua

 

↑2017.01.25 <Algemeen Dagblad>: La copertura mediatica occidentale sulla Siria è una grande menzogna pro interessi strategico-finanziari degli anglosassoni nonché di Arabia Saudita e Qatar per creare uno stato sunnita in Siria senza libertà religiosa: Padre Maes ricorda quando i famosi “ribelli moderati” esaltati dall’Occidente occuparono la sua città, Qara: erano in “migliaia, venivano dai paesi del Golfo, dall’Europa, dalla Turchia, dalla Libia e c’erano molti ceceni. Hanno formato una forza di occupazione straniera, tutti alleati di al Qaeda e di altri gruppi terroristici. Armati fino ai denti dall’Occidente, ci hanno letteralmente detto: «questo paese appartiene a noi ora»”.

 

↑2016.11.16 <oraprosiria>: L'esercito mercenario di Erdogan è costituito da Cinesi Uiguri sunniti turcofoni: Erdogan, per cui "I martiri del Turkestan orientale sono i nostri martiri”, ha organizzato l’ingresso in Turchia e poi in Siria di oltre 50.000 Turchi Uiguri con passaporti falsi. Il Partito Islamico del Turkestan (TIP) è un gruppo radicale dal 2001 affiliato ad Al-Qaida e in Siria sta con al-Nusra. “I Ceceni che hanno lasciato ISIS sono stati rimpiazzati dagli Uiguri” annota l’OSDH.

 

↑2016.09.30 i ribelli siriani chiedevano agli Usa di fare più guerra in loro sostegno, ma <nytimes> il signor Kerry era ostacolato dalle operazioni militari della Russia in Siria, mentre il Congresso non avrebbe mai accettato di usare ulteriormente la forza. Inoltre Kerry precisa che gli Usa fanno distinzione tra i combattenti anti Assad: i ribelli di aiutino gli Usa a combattere lo Stato islamico e Al Qaida perché "Entrambi ci hanno praticamente dichiarato guerra", ma Washington non si unirà agli stessi ribelli nella lotta contro Hezbollah anche se gli Usa considerano Hezbollah come un gruppo terroristico; "Hezbollah", ha spiegato Kerry, "non sta complottando contro di noi".

 

↑2016.07.04 <sussidiario>: Erdogan scopre i terroristi solo adesso? Ha aiutato lo stato islamico fino all'altro ieri, ora piange i propri morti. Dati e fatti dell'incredibile ottusità politica e strategica di Erdogan col sostegno dato all’Isis e che continua a dare ad Al Nusra (al qaida in Siria) e al gruppo Aharar al-Asham e che gli alleati Nato dissimulano.

 

↑2016.06.07 <occhidiguerra>: dopo Richard Black - il senatore dello Stato della Virginia, che aveva affermato che il caos in Siria era stato provocato dall’Occidente - arriva la dura accusa di Peter Ford, ex ambasciatore inglese in Siria: “Gli Usa sono effettivamente alleati con una parte di Al Qaida” (Al Nusra) nel tentativo di “eliminare il governo secolare di Bashar Al Assad in Siria”.

 

↑2016.03.25 <blitzq fq> Edward Luttwak intervistato a La Zanzara di Radio24 definisce Gino Strada utile ai terroristi: “è quello che gestiva l’ospedale in Afghanistan ed era fiero di curare i talebani che poi uscivano dall’ospedale e ammazzavano di nuovo ... per lui non ci sono terroristi. Ai tempi del comunismo li chiamavano utili idioti ..."

 

↑2015.12.10 <giornale et>: Homs liberata: È cominciata stamattina con la presenza di rappresentanti dell’Onu l’evacuazione pacifica di civili dei miliziani anti-governativi, la maggior parte membri di Jabhat al Nusra, la branca siriana di Al qaida, i quali si trasferiranno nelle regioni in mano ai ribelli (Hama e Idlib) più a nord (sono stimate 3mila unità).

 

↑2015.12.10 <independent>: 70.000 religiosi musulmani indiani hanno emesso una fatwa contro Isis, i talebani, al-Qaida e altri gruppi terroristi. I religiosi hanno detto che tali gruppi "non sono organizzazioni islamiche" e sono una minaccia per l'umanità

 

↑2015.10.03 <opinionepubblica>: FSA, Al Nusra, ISIS: tre facce della stessa operazione made in USA: ... A partire dai legami di Al-Nusra con Al- qaida sino all'uso di sostanze psicotrope da parte dei loro militanti.

 

↑2015.09.03 le donne nell'Islam <imolaoggi> non devono studiare, direbbe la Sharia talebana: per la 3ª volta in una settimana un gruppo di studentesse ed insegnanti di una scuola femminile afghana sono state ricoverate in ospedale nella provincia occidentale afghana di Herat con sintomi da avvelenamento. [CzzC:commento con rif. a prof Campanini, scontro di civiltà, barbara tribalità]

 

↑2015.08.03 <imolaoggi>: Nel Nord del Camerun l’esercito ha intercettato un elicottero francese che trasportava armi,  munizioni e dollari per Boko Haram (legato ad Al Qaida). Due terroristi francesi che portavano esplosivi sono stati arrestati al Brickyard. [CzzC: ovviamente i massoni francesi non c’entrano]

 

↑2015.07.31 <tempi>: Aiutare i ribelli anti Assad, ancorché detti moderati, equivale ad aiutare Isis: A marzo, ad esempio, i jihadisti di Jabhat al-Nusra (legati ad Al- qaida e finanziati dalla Turchia) hanno sbaragliato il primo gruppo di ribelli a cui gli Stati Uniti hanno fornito armi pesanti letali nel 2014, sequestrando missili TOW anti-carro e altri aiuti militari americani. Emblematico il messaggio che hanno diffuso: «Grazie America, ora le vostre armi le abbiamo noi».

 

↑2015.04.03 <vatican google foto>: Garissa/Kenya: 150 studenti massacrati selettivamente come cristiani dagli Shabaab, filo Al Qaida e Isis. Taglia sul presunto responsabile, Mohamud Kuno, ex operatore umanitario, che ha insegnato in una scuola teologica proprio a Garissa, prima di unirsi alle milizie islamiche somale. <corriere, ilfattoq> [CzzC: maestri di odio, male fisico mandatorio, mentre la cultura dominante appare tiepida al riguardo, anche perché più anticristiana che anti-islamica quantomeno per pecunia, e semina l’illusione che la violenza venga più dall’ignoranza dal basso che dagli insegnamenti dall’alto]

 

↑2015.03.24 <adnkronos>: in Siria nasce Jaish al Fatah (l'Esercito della Conquista): le principali fazioni islamiche siriane, compreso Ahrar al-Sham e il Fronte al-Nusra legato ad al- qaida, hanno annunciato la formazione di un esercito comune per conquistare le città in mano al regime di Damasco.

 

↑2015.01.20 Trovo illuminante questa analisi de il Sussidiario dal Libano sulle prospettive in M.Oriente: cristiani inascoltati: Arabia Saudita e Qatar, per tagliare il collegamento tra gli sciiti iraniani e gli Hezbollah passante per Iraq e Siria, hanno alimentato prima il mostro di Al Qaida e poi quello dello Stato islamico. Non abbiamo ascoltato i cristiani di Siria che già nel 2011 ci dicevano quanto fosse importante preservare quel compromesso (Sykes-Picot 1916) che, finita l'egemonia ottomana, creò nazioni multiconfessionali in cui convivono sunniti, sciiti, drusi, cristiani, yazidi, alawiti e molti altri, mentre sarebbe stato pernicioso mirare a paesi monoconfessionali come già prefigura Netanyahu.... Continua

 

↑2014.02.gg <libreid> Obama finanzia i terroristi all’insaputa degli americani: in violazione delle risoluzioni 1267 e 1373 del Consiglio di sicurezza, Il Congresso degli Stati Uniti ha votato il finanziamento e l’armamento del “Fronte al-Nusra” e dell’“Emirato islamico dell’Iraq e del Levante”, due importanti organizzazioni di Al-Qa’ida e classificate come “terroriste” dalle Nazioni Unite. Lo ricorda il francese Thierry Meyssan, giornalista indipendente.

 

↑2013.09.24 <terrasanta>: la galassia dei ribelli siriani si richiama all’integralismo islamista sunnita: i 100k combattenti anti-Assad sono divisi in tre gruppi principali: il Fronte islamico siriano (Fis), l’Esercito siriano libero (Esl) e il Fronte islamico siriano di liberazione (Fisl). Collegata ai tre principali gruppi ribelli c'è poi una costellazione di milizie islamiche: Brigate Farouq; Fronte al Nusra legato ad Al Qaida; Movimento islamico Ahrar al Sham collegata al Fis è probabilmente la più numerosa fazione salafita siriana; Brigate dei martiri della Siria legate all’Arabia Saudita come la Brigata dell’Islam; Brigata Tawhid; Brigate Suqour al Sham; poi ci sono i curdi

 

↑2012.12.31 La misura della moralità dell'establishment francese [CzzC: ad alta densità massonica] è sintetizzata dal suo ex ministro degli esteri Laurent Fabius. Nel 2012 disse pubblicamente che il gruppo terrorista Jabhat al Nusra (ramo siriano di Al Qaida), responsabile di innumerevoli ed efferati crimini in Siria, "sta facendo un buon lavoro". [CzzC: cbdi: la citazione potrebbe essere sbagliata? Sì secondo Le Monde]

 

↑2012.12.19 <lanuovabussolaq/M.Introvigne>: Al-Qa'ida fase Tre: «Eliminare i cristiani»

Oggi al-Qa’ida controlla 4 territori: Maghreb, Yemen, Sinai, Est Africa/Shabaab; ma per la prima volta l’obiettivo esplicitamente indicato è la «pulizia religiosa»: l’eliminazione dei cristiani dalle aree a maggioranza islamica dell’Africa subsahariana. «Non ci sono cristiani in Somalia, ci sono solo apostati. Un musulmano non può diventare cristiano: può solo diventare apostata. Non c'è posto per gli apostati in Somalia: non riconosciamo loro il diritto di esistere, solo quello di morire, e li uccideremo tutti». Queste parole di Nur Barud, esponente di Al-Qa’ida nell’Est Africa, riassumono il programma di persecuzione dei cristiani che, dal Mali alla Somalia passando per la Nigeria, è diventato un marchio di fabbrica di al-Qa'ida III. [CzzC: poco al confronto Isis].

 

↑2012.07.14 <avvenire> il Jihad avanza in Africa: appello all’ONU. Una tendenza che si riflette in casi come quello della Nigeria, alle prese con i fondamentalisti islamici di Boko Haram che continuano a causare centinaia di vittime con i loro attentati prediligendo, tra gli obiettivi da colpire, la comunità cristiana. Discorso simile può essere fatto per il gruppo al-Shabaab, legato ad al-Qaida, in lotta contro il fragile governo della Somalia ormai da sei anni. Nel solo 2011 l’offensiva shabaab, unitamente a una grave carestia che ha avuto come concausa proprio l’instabilità del Paese, ha provocato la fuga all’estero di 286mila persone e altri 330mila profughi interni. Senza contare che anche il Kenya, negli ultimi mesi, ha subito attentati shabaab dopo che le sue truppe sono entrate in territorio somalo in funzione anti-terroristica.

 

↑2012.03.22 <wikipedia>: colpo di stato in Mali, poi elezioni nel dicembre 2013. Riprende la guerra civile che ha portato l'etnia tuareg (laica) del Movimento Nazionale di Liberazione dell'Azawad, ad allearsi con alcune frazioni fondamentaliste che aderiscono al gruppo salafita per la Predicazione e il Combattimento, poi denominato al-Qa'ida nel Maghreb islamico - e a prendere il controllo della regione settentrionale del Paese, l'Azauad, con scempio di simboli e tombe della locale tradizione sufi a causa dell'accesa ostilità iconoclastica del Wahhabismo

 

↑2007.04.19 <asianews> Occidente debole, musulmani muti davanti a islamismo e terrorismo. La testimonianza di un ex-terrorista, un medico egiziano che si sta rifacendo una vita nuova in Occidente: “Sono stato un membro della Jemaah Islamiya, un gruppo guidato dal comandante-in-seconda di Al Qaida, Ayman al-Zawahiri. Per questo conosco per esperienza diretta il modo in cui l’insegnamento disumano dell’ideologia islamista può trasformare una mente giovane bonaria in un terrorista. Senza un affronto delle radici ideologiche dell’Islam radicale, sarà impossibile combatterlo. Vi sono molte piccole radici di questo islamismo, ma la più sostanziale ha un solo nome: il Salafismo, l’Islam salafita, una versione violenta, ultra-conservatrice della religione che intende applicare letteralmente la shariah, che include violenza. Nel mondo islamico ci troviamo di fronte alla mancanza di un’interpretazione dell’Islam che sia approvata e teologicamente rigorosa, tale sfidare in modo chiaro gli abusi interpretativi della shariah”.

 

↑2002.10.12 <google wikipedia rgarrone> 202 morti in attacchi terroristici a Bali/Indonesia: dapprima un suicida con zaino bomba all'interno del Paddy's Pub; 15" dopo sul lato opposto della strada furgone bomba suicida fuori del Sari Club affollato e frequentato da surfisti: distruzione di edifici vicini e finestre fino ad alcuni isolati di distanza. Attentato attribuito alla Jemaah Islamiyah, un gruppo islamista collegato ad Al Qaida, guidato da un  religioso radicale, l'emiro Abu Bakar Bashir <repubblica> scarcerato nel 2021.01 per timore che contraesse il Covid. <post2021> gli attentati ricordati 10 anni dopo.