modificato 06/11/2017

 

Siria: immane massacro, ben più che da Assad, da jihadisti foraggiati

Correlati: galassia ribelli e Isis; danni da potentati, masso Nobel Pace ammette lfb; profughi; osservatorio OSDH; criminalizzare per far guerra, Usa contro Russia; Aleppo; Deir el zor

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

Massacro di inermi e di città in Siria, con i soliti fautori di regime change che attizzano il fuoco della rivolta e alimentano guerre che lasciano un tale danno ai diritti umani da far preferire il regime precedente il loro intervento: azionano escalation missilistiche gradite ai sunniti grandi clienti di armi US, foraggiano lor tramite terroristi che poi gli sfuggono di mano (come quando armarono i Talebani contro Mosca in Afghanistan); alcune costanti della fregola bellicosa US- UK-FR e dei turco-wahhabiti?

- per ingraziarsi i filo Wahhabiti (l’Arabia Saudita è il primo importatore di armi al mondo) gli US attaccarono i regimi (Saddam, Gheddafi, Assad) ostici ai wahhabiti sia per sciismo, sia per leadership, sia perché dimostravano possibile apprezzare presenze cristiane in terra islamica (Saddam aveva un vice cristiano Tareq Aziz, Gheddafi era amico del Vescovo Martinelli, ...); nel caso Siria si sono aggiunti anche i turchi, Pase Nato, passati con Erdogan da governo laico a regime sunnita feroce con Assad e con l’opposizione interna;

- quella fregola bellicosa del  masso Nobel Pace, che ammette l’inciucio, incontra l’opposizione di Mosca e del Papa, che non bastano però ad evitare massacri e pulizia etnica contro le comunità che non siano filo turco-wahhabite (cristiani, yazidi, sciiti, curdi). Vedi q video in spagnolo.

Aiutiamo i cristiani perseguitati in m Medio Oriente: appello dal Custode di terra Santa; da ATS Terra santa articoli sulla martoriata Siria.

SOS cristiani in Siria gruppo fb; Stand Together; carellata di foto/MGabrielli/fb

 

 

06/11
2017

<sussidiario>: caos Siria: il piano Usa per non fare la pace, spiazzando con iniziative unilaterali e di Israele i lavori di Astana: gli Us stanno lavorando per stabilire un protettorato al nord della Siria sui territori sottratti dai curdi ad Isis (quelli più ricchi di petrolio, guarda caso)

27/10

2017

<strategic antidipl>: nell’intervista merc 25Ott alla Qatari TV, l’ex Primo Ministro del Qatar, bin Jaber al-Thani, ha rivelato che il suo paese, insieme all'Arabia Saudita, alla Turchia e agli Us/nobel  iniziò fin dal 2011 a spedire armi alla galassia dei jihadisti siriani, e da lì a Isis. Il Qatar ha "documenti completi" e registrazioni che dimostrano che la guerra era prevista per determinare il “cambiamento del regime” in Siria.

27/10
2017

<post>: Anche l’ONU dice che l’attacco chimico 04/04/2017 a Khan Shaykhun fu compiuto da Assad. <rai asianews> veto della Russia, il nono in favore della Siria <oraprosiria> risposte di scrittori e reporter sull’uso di gas e menzogne occidentali

24/10
2017

<arret> dal 2015 MSF non aveva medici in zone di combattimento in Siria eppure riferiva di attacchi governativi a ospedali e civili, attingendo dalla galassia dei ribelli pilotati da Al-Nusra e da altri mercenari: MSF non aveva accesso indipendente a fonti di informazioni verificabili in Siria [CzzC: analogamente OSDH?]

18/10
2017

<ecoBG>: Raqqa è stata liberata con l'aiuto dei «curdi del Rojava», ovvero curdi siriani che non chiedono indipendenza ma autonomia regionale e credono in una sorta di democrazia assembleare in una Siria federale. I curdi iracheni invece vivono in una regione posseduta da due famiglie, i Barzani e i Talabani.

18/10
2017

<daily gp>: ucciso ieri in lotta contro Isis il comandante Issam Zahreddine: dopo aver resistito eroicamente con i suoi soldati all'assedio di Deir Ezzor, liberata con il suo determinante contributo, ha terminato ieri la sua battaglia, purtroppo senza aver veduto ancora una Siria completamente pacificata.

24/09
2017

<tempi>: Aleppo: «Stiamo ricostruendo e imparando di nuovo a vivere insieme. I musulmani imparano dai cristiani la carità e perfino talvolta il perdono». Ad Aleppo vivevano 4M di persone, oggi 2M; c’erano 185k cristiani, oggi solo 30-40k.

19/09
2017

<occhi>: Israele minaccia “Se Assad vuole sopravvivere, deve mandare via l’Iran dalla Siria” intima il ministro della Giustizia di Israele, Ayelet Shaked. Dal 2011 ad oggi almeno 100 raid in territorio siriano: spezzare collegamento Iran - Mediterraneo.

19/09
2017

<voltaire>: Gli Usa rimirano contro la Siria, stavolta con truppe curde come Isis doveva creare un Sunnistan tra Iraq e Siria, ora si userebbe allo scopo il Kurdistan siriano (Rojava). [CzzC: la situazione è più complessa: non dimentichiamo quanti cristiani sono stati salvati profughi a Erbil; non dimentichiamo che ora gli Usa non flirtano più con Erdogan come quando co-incubarono Isis; Erdogan odia i curdi]

11/09
2017

<sussidiario>: come previsto, Assad rompe l’isolamento di Deir Ez Zor; gli Usa mettono in salvo i jihadisti, e forse cessano l'lfb pro ribelli, Isis e al Qaida (che beneficiavano di voli diplomatici e di particolari facilitazioni di transito).

08/09
2017

<asianews>: Il ministro israeliano della Difesa Avigdor Lieberman ha sferrato un duro attacco (verbale) contro la Siria e l’Iran, minacciando attacchi preventivi in caso di pericolo per lo Stato ebraico. Le sue parole giungono a poche ore di distanza da una serie di raid aerei contro obiettivi militari in Siria.

07/09
2017

poco spazio sui media occidentali alla liberazione di Deir Ezzor: perché? <simpliciss>: Il Washington Post aveva riconosciuto che è stata la Cia a foraggiare in lfb i cosiddetti ribelli moderati per sbarazzarsi di Assad (operazionelegno di sicomoro”) ma una parte consistente di loro contribuì a creare Isis e combatté per esso fino quando, dopo l’intervento russo, molti “ribelli moderati” si riversarono in Al Nusra (particamente Al Qaeda), ancora aiutati da Cia e petromarchie

05/09
2017

Ringraziamo <TV2000> per questo bel reportage, che documenta la tragedia, la resistenza, la forza del popolo e della Chiesa di Aleppo. La città diventata simbolo mondiale del terrore rialza la testa tra le macerie, il sangue, i bambini cresciuti nel terrore, le donne violentate dagli jihadisti e rifiutate dalle famiglie d’origine.

04/09
2017

A Trento incontro con padre Ibrahim frate francescano e parroco di Aleppo: “La speranza non delude”: cronache di guerra e carità da Aleppo. [CzzC: in attesa della sbobinatura, troveresti gran parte di essa in questa intervista di <asianews>]

11/07
2017

<ansa>: Amnesty: a Mosul/Iraq una ‘catastrofe' per i civili: l’Isis ha usato «intere famiglie come scudi umani» mentre le forze della coalizione a guida Usa hanno utilizzato «armi inappropriate rispetto alle circostanze» ed «in alcuni casi può essersi trattato di crimini di guerra». [CzzC: parla il tacer dei nostri illuminati Usa-succubi che si stracciavano le vesti per la liberazione Aleppo supportata dalla Russia]

03/07
2017

<sussidiario>: caos Siria: le manovre Usa per ribombardare Assad: già nel 2011 Philip Girardi (ex agente della Cia) con l’articolo "Nato vs. Syria" descriveva come la Nato fosse "già clandestinamente impegnata nel conflitto siriano, con la Turchia”.

01/07
2017

Perché Trump vuole (o è indotto a) ribombardare Assad? Il divide et impera è sempre stato usato dai potenti per consolidare o mantenere i privilegi del potere, nella fattispecie la rendita di posizione configurata dalla supremazia del petroldollaro, che gli Usa temono insidiabile da pace e sinergie in Eurasia: che rendita? Continua ...

22/06
2017

<nena>: Israele appoggia gruppi jihadisti che combattono in Siria: in un rapporto dell’8 giugno, il segretario generale dell’Onu Guterres si sofferma sull’aumento progressivo di contatti tra Tel Aviv e i miliziani. Legame già riferito nel Golan.

21/06
2017

<reuters vietatop>: Emmanuel Macron non vede alcun legittimo successore di Assad e la Francia non considera più il suo allontanamento una precondizione per la risoluzione del conflitto siriano che dura da 6 anni. [CzzC: mi piace la sua logica]

19/06
2017

<repubblica stampa ansa post>: aerei Usa abbattono caccia di Damasco. Washington dissimula la gravità dell’atto parlando di difesa non di offesa [CzzC: Trump è pericoloso per la pace in Eurasia anche perché più ricattabile di Obama dai soliti potentati: continua]

25/05
2017

<Mintpress>: Theresa May spinge per l'intervento britannico in Siria dopo la strage di Manchester [CzzC: speriamo che Us-Uk non usino la vendetta contro Isis come pretesto per bombardare Assad, ancorché il suo regime sia multietnico multireligioso, con donne libere di studiare; però è odiato dai petroldollari più che dalla Russia]

16/05
2017

<oltrelinea>: Un rifugiato di 27 anni, ex combattente dell’ “Esercito Siriano Libero“, è stato condannato all’ergastolo dal tribunale di Innsbruck, in Austria: assassinò almeno venti soldati dell’Esercito regolare siriano fatti prigionieri nella città di Homs.

16/05
2017

<pnote>: «Ogni volta che abbiamo un momento in cui la comunità internazionale dà prova di unità, c’è qualcuno che prova a minare quel senso di speranza producendo un senso di orrore e indignazione». Così l’inviato Onu per la Siria Staffan de Mistura agli inizi di aprile commentava la notizia dell’asserita strage di Idlib 2017.04. 4 gg fa diceva «Sulla Siria stavolta l’intesa è possibile», ma ecco la notizia polverizzante la speranza: a Saydnaya il regime di Assad userebbe i forni crematori per cancellare le tracce di tortura su prigionieri civili. [CzzC: montature di criminalizzazione?]

13/05
2017

con beneficio d’inventario: <sana.sy/en>: Il terrorista Walid Hendi ha confessato di aver partecipato alla realizzazione di video e fotografie per un canale TV turco, quando lavorava per i cosiddetti “caschi bianchi”, mostrando zone di Aleppo est dopo simulazione di un attacco con gas, al fine di dare la colpa all'esercito Siriano.

09/05
2017

<asianews>: Aleppo consacrata alla Madonna di Fatima, per la pace in città e in tutta la Siria. In comunione col papa, a Fatima per il centenario delle apparizioni, i cristiani di Aleppo in preghiera per la fine della guerra. “speranza” e “testimonianza” di una fede “salda nelle difficoltà”. Prova della “unità” fra le varie confessioni.

28/04
2017

<youtube> "I bambini e la guerra. Le ferite nascoste". L'intervista a Padre Firas Lufti, testimone da Aleppo.  La necessità di intervento per il diritto alla salute di una generazione di ragazzi siriani devastata dalla guerra. <et et>: embargo medicine

27/04
2017

<youtube>: "Se non fosse stato per la Russia ci avrebbero massacrato". Intervista esclusiva a Jano Battah, vescovo cattolico a Damasco. "Il vero problema sono le politiche sbagliate americane e la debolezza della posizione europea".

23/04
2017

<La7LeIene vid>: i sopravissuti di Aleppo; manca la generazione più istruita; supporto da associazioni caritative cristiane; voglia di ricostruire.

22/04
2017

<dimpenews>: ritrovati i corpi dei martiri di Maloula (Ghassan Hanis, David Malanh, Shady Taalab, Atef Gulwmh, Jihad Taalab) rapiti 3 anni fa dai miliziani di Al Nusra: erano in una grotta a Arsal, cittadina libanese al confine siriano covo dei terroristi.

18/04
2017

Strage con gas in false flag criminale? <oraprosiria>: dopo il bombardamento sul villaggio di Khan Sheikhoun, Nato e wahhabiti hanno accusato Assad prima di ogni seria verifica sul campo. Eppure nella moltitudine di immagini non sarebbero pochi gli indizi per sospettare inganno mediatico: ad esempio non compaiono i genitori delle piccole vittime, il che potrebbe far supporre che i bambini non fossero di Khan Sheikhoun ma quelli rapiti durante l’offensiva della fine di marzo nei villaggi cristiani occupati dai miliziani. E in effetti la stessa cosa era successa a Ghouta nel 2013.09 quando le uniche piccole vittime identificate provenivano dai villaggi Alawiti vicino a Latakia dove erano stati rapiti dai Jihadisti. Altri dubbi ... continua

15/04
2017

<repubblica>: 112 vittime per autobomba con l'inganno  contro gli sfollati di Foua e Kafraya: l'ordigno era su un camion che si presumeva trasportasse aiuti e cibo <vietatop>: Us-Uk-Fr mostreranno queste terribili immagini all’ONU per chiedere sanzioni contro i paesi che finanziano questi terroristi come ribelli moderati? [CzzC: reagirebbero solo quando trovassero indizi per incolpare Assad? BBC ci prova]

15/04
2017

<Siria>: «Lasciate il nostro popolo libero di risorgere». Parlano i cristiani siriani Khaled Salloum, Mons Abou Khazen, Padre Mounir, Nabil Antaki nel 6° anno consecutivo di passione. Sembrava un sogno quando l’ambasciatrice americana presso l’ONU parlò come i siriani si aspettavano da anni: «Non dobbiamo necessariamente concentrarci su Assad, come la precedente amministrazione. La nostra priorità è capire come far finire la guerra, con chi dobbiamo lavorare per fare davvero la differenza per il popolo siriano». Ma 59 missili Tomahawk di Trump ... continua

14/04
2017

<oraProSiria>: condivido questo accorato appello pasquale dei patriarchi Greco Ortodosso e Siriaco Ortodosso

13/04
2017

<ansa>: Siria, mea culpa Usa: «Uccisi per errore 18 combattenti anti-Isis» [CzzC: confidiamo che sia stato davvero un errore non voluto e non indotto e che, pur non essendo il primo della specie, Isis non abbia da rallegrarsi ancora per ricorrenze]

10/04
2017

<mblondet TG1>: Paolo Romani: l’attacco missilistico di Trump alla Siria è stato fatto in carenza di prove sulla responsabilità di Assad.

07/04
2017

<espresso>: Siria missilata da Trump: e adesso quali le mosse future della diplomazia e dell'apparato militare Usa?

06/04
2017

Criticando l'atteggiamento dei cristiani siriani e iracheni, si finisce per rivelare che «Trump è richiamato all'ordine da CHI COMANDA DAVVERO, E NON È LUI». Traggo da un blog la seguente critica che Introvigne il 2017.04 avrebbe indirizzato a cristiani del Medio Oriente: È da quando ero all’OCSE nel 2011 che critico l'atteggiamento dei cattolici siriani ... continua

05/04
2017

<acistampa>: la salesiana siriana Suor Carolin Tahhan Fachakh vince il Premio Internazionale Donne Coraggiose 2017 per il suo servizio a persone colpite dal conflitto siriano: è diventata un segno di speranza per musulmani e cristiani.

31/03
2017

<Negri/Sole24h>: «la Siria è il “capolavoro” della coppia Obama-Clinton. Prima hanno cercato di abbattere Assad, seguendo i desiderata degli alleati Arabia Saudita e Turchia, poi, visto che stavano spianando la strada ai peggiori jihadisti del Medio Oriente, si sono tirati indietro, restando a guardare mentre il Califfato si espandeva a macchia d’olio». Fallito pure l’addestramento di milizie ribelli contro l’Isis e Assad

28/03
2017

La cittadina di Muhradah a maggioranza cristiana, assediata dai terroristi che la stampa deviata chiama ribelli moderati, è difesa solo dagli uomini di Assad, che la stessa deviazione chiama “vile oppressore del suo popolo” <occhi> al Nusra sta minacciando la già sperimentata pulizia etnica in quell’enclave, che resiste in maniera disperata similmente alla popolazione di Deir Ez Zour (Deir Ezzor o *El Zor)

23/03
2017

<christianophobie>: Mharadeh/Siria: grave minaccia su questo villaggio a maggioranza cristiana (greco-ortodossi) assediato dai jihadisti (Jund al-Aqsa e il Fronte di Fatah al-Sham? Implorano aiuto e preghiere. [CzzC: ne parlerà Avvenire?]

23/03
2017

<ansa>: Ancora sangue a Mosul: almeno 200 civili uccisi in raid sui quartieri ancora dell'Isis [CzzC: silenti gli illuminati che gridavano a crimini di guerra quando erano gli aerei di Damasco o russi a colpire quartieri in mano ai jihadisti terroristi? I bombardatori possono stare tranquilli: nessuna accusa verrà loro mossa finché ai vertici delle corti internazionali ci sono i paladini fornitori dell’Arabia Saudita]

21/03
2017

Israele minaccia di distruggere la difesa aerea siriana se tenterà ancora di sparare contro le violazioni israeliane dello spazio aereo siriano. [CzzC: fermati, Israele! Non hai abbastanza colpe davanti a Dio per le guerre e le stragi di inermi in Medio Oriente? Stai bombardando oltre confine per suscitare reazioni che useresti a pretesto per demolire Hezbollah e Assad? Speri di raggiungere l’obiettivo con miglior successo di quanto ti riuscì con la 2ª guerra Israelo-Libanese del 2006?   continua]

15/03
2017

Oggi 6 anni dall'inizio guerra <ansa giornale> doppio attentato kamikaze: davanti a una corte di giustizia e in un ristorante a Damasco, decine di morti.

14/03
2017

<foxnews>: Dennis Kucinich: perché gli Us sono in guerra con 1000 soldati sul suolo siriano non chiesti da Damasco né autorizzati dal Congresso? Stanno combattendo a fianco e per sostenere la causa di 80.000 jihadisti da 90 paesi diversi? Quasi ½ mezzo milione di siriani sono morti nella guerra alimentata da quei terroristi che continuano a cambiare il loro nome, ma il gioco è lo stesso: mirare a un cambio di gestione fondamentalista islamica in Medio Oriente.

14/03
2017

<avvenire>: il pres. siriano Assad, accusa l’Europa di avere aiutato i fondamentalisti. «Con la Russia si è sconfitto il terrorismo». [CzzC: non è ancora sconfitto, ma meno male che la Russia c’è, altrimenti per Us-Uk-Fr-Ue-Nato ...: bravo F.Scaglione!]

11/03
2017

Duplice attentato a Damasco contro pellegrini sciiti soprattutto iracheni: <repubblica> almeno 40 le vittime: un ordigno è esploso al passaggio di un bus, dopo che un attentatore suicida si è scagliato contro un altro pullman.

09/03
2017

<tempi>: Siria. Triangolo militare turco-russo-americano. Nell’indifferenza dei media italiani, si è svolto a Antalya un importante summit per decidere la sorte di Manbij, città contesa dai ribelli filoamericani e i ribelli filoturchi la città di Manbij, strappata all’Isis lo scorso mese di agosto dalle Fds a dominante curda, osteggiate dalla Turchia attraverso le forze del Libero esercito siriano (Les) supportate da unità dell’esercito turco. Le truppe del regime di Damasco sono interposte fra i ribelli filoamericani delle Fds e i ribelli filoturchi del Les.

09/03
2017

<fattoq fb>: Siria: da quando i jihadisti hanno perso Aleppo, sono spariti anche gli Elmetti bianchi; su di loro, c’è una versione alternativa. Creatore di questa Ong sarebbe James Le Mesurie, che con l'americano Robert L. Helvey appare quasi sempre dove si preparano rivolte e rivoluzioni, dal Kosovo ad altre “primavere” per sfondare in eurasia [CzzC: pro regime changes pilotati da Us-Uk-Fr e petrol-monarchie?]

08/03
2017

<agensir>: Aleppo: mons. Jeanbart (greco-cattolico), “stranieri fuori dal Paese. Solo così i siriani potranno riconciliarsi”. L’esercito riprende a Daesh stazione idrica.

07/03
2017

<FoxNews/proSiria>: il conduttore di FOX News, Tucker Carlson, ha diffuso una breve intervista a Theo Padnos, giornalista americano che dal 2012 al 2014 fu prigioniero in Siria dei terroristi di Al-Nusra, sostenuti da Us-Uk-Fr e dai wahhabiti, e che così descrive quelli che sono ritenuti come legittimi ‘combattenti per la libertà’: crocifiggono, assassinano, utilizzano bambini come torturatori; per tutti loro la jihad è una stagione meravigliosa; stanno edificando un vero e proprio arcipelago carcerario, con una moltitudine di persone che a loro non piacciono.

06/03
2017

Al Responsabile della comunicazione di  Terrasanta.org: ti scrivo dopo aver letto l’enfasi data da terrasanta.net 01/03/2017 senza commento correttivo al rapporto della olandese Pax che in collaborazione con The Syria Institute accusa senza se e senza ma il governo di Damasco di ridisegnare gli equilibri demografici di Homs, come se non fosse stata provocata dalla galassia dei ribelli siriani l’immane strage e diaspora di inermi che in questi anni ha devastato le popolazioni siriane che non fossero di osservanza filo-salafita: continua

01/03
2017

<rt.com sponda>: Russia e Cina bloccano all’ONU il tentativo dei potentati occidentali di far imporre ulteriori sanzioni alla Siria. l’Italia [CzzC: sempre succube dei soliti illuminati?] attraverso Sebastiano Cardi, l’ambasciatore all’Onu, aveva sponsorizzato la risoluzione presentata da Francia, Regno Unito e Stati Uniti

17/02
2017

<fscaglione>: a Deir Ezzor/Siria vicino a Iraq da due anni e mezzo 100k civili sono assediati dall’Isis che un anno fa riuscì a penetrare in città e, prima di venire ricacciato, sgozzò più di 300 civili, in maggioranza donne vecchi e bambini, e ne rapì altri 400 poi in parte rilasciati: quei civili massacrati erano le famiglie dei soldati siriani. [CzzC: anche da qui l'insensibilità dell'Occidente?]

12/02
2017

<VT> secondo lo scrittore Hamadi, l'apparato repressivo degli Assad fu messo a suo tempo in piedi dal gerarca nazista Alois Brunner, rifugiatosi in Siria negli anni50 e rimasto lì per oltre 4 decenni.

10/02
2017

<asianews>: Hashem El Sheikh capo della nuova coalizione jihadista siriana (tra cui Fath Al Sham ex al Nusra) dice no ai dialoghi di Astana, sì una Siria tutta islamica. “Sham” indica non solo “Siria”, ma anche Libano, Giordania, Israele e Palestina. Molti salafiti nel mondo hanno salutato la nuova coalizione integralista. Fra i più entusiasti vi è la Jaish Al Ummah di Gaza, che al neo-gruppo in Siria ha augurato di “iniziare una nuova pagina di orgoglio jihadista damasceno per sottolineare spettacolari nuove epopee fatte di eroismo e seppellire i complotti dei miscredenti ed infedeli e con essi le conferenze [piene] di onta e di sottomissione

08/02
2017

“La persecuzione a danno dei Cristiani in Siria: così l'Europa è rimasta a guardare, quando non ha parteggiato per i jihadisti” <Matrix vid> persecuzione che rischia di estinguere i cristiani in Medio Oriente: dopo 30” di pubblicità vedi video qui, qui e qui da Siria qui da Iraq, qui intervista al Patriarca qui il dramma degli Yazidi. Testimonianze da Maalula, Homs, Aleppo, Qamishli, Mosul [CzzC: dall’occidente non solo l’indifferenza per i cristiani dilaniati e diasporati, ma armi ai dilaniatori]

06/02
2017

<pierrelecorf/videos>: testimoni di Aleppo Est: eravamo usati come scudi umani e ci impedivano di uscire dall’est: parla una donna vissuta 5 anni sotto al-Nusra.

25/01
2017

<Algemeen Dagblad>: La copertura mediatica occidentale sulla Siria è una grande menzogna pro interessi strategico-finanziari degli anglosassoni nonché di Arabia Saudita e Qatar per creare uno stato sunnita in Siria senza libertà religiosa

24/01
2017

Riassumo da <oraprosiria> la lettera di Pierre le Corf da Aleppo a Hollande: Signor Presidente, mi rivolgo a Lei come cittadino francese vissuto in Aleppo ovest per quasi un anno operando come soccorritore umanitario, testimone di un massacro di cui il mio Paese sponsor, in quanto sostiene gruppi di terroristi: ho visto solo bandiere nere su tutta la linea del fronte, a prescindere dagli appellativi che gli si attribuiscono nel tentativo di fare apparire  "moderate" le loro azioni. I «Caschi bianchi», finanziati dal  governo francese e da altri, han giurato fedeltà a Jabhat al-Nusra (Al-Qaïda) ...

09/01
2017

<standtgth gdp> Aleppo: Giornata Mondiale della Pace celebrata nella Parrocchia di San Francesco: Fr1 ha scritto una lettera a Padre Ibrahim: esplode la gioia dei bimbi.

05/01
2017

<nbq espres>: guerra in Siria: l'Osservatore incolpa il clima? «Bisogna ancora liberare Aleppo e la Siria dalla miseria, dai cambiamenti climatici che qualche anno fa spinsero le donne e gli uomini a migrare dalle campagne, che destabilizzarono gli equilibri demografici e innescarono le prime rivolte siriane e poi la guerra». [CzzC: la salvaguardia del creato non si abusi per dissimulare ben maggiori responsabilità, la cui individuazione e denuncia l’OSDH sa depistare senza bisogno di cotanto assist]

03/01
2017

<oraProSiria>: Monsignor Capucci 95anni morto 01/01: la Siria era ponte fra occidente e mondo arabo, modello di convivenza e fratellanza fra tutte le sue componenti. Un complotto diabolico, ben preparato, ha trasformato questo paradiso in un inferno. La pace è ossigeno della vita: ripristinarla in Siria tramite il dialogo è indispensabile.

31/12
2016

<repubblica>: Siria, il Consiglio di sicurezza dell'Onu approva all'unanimità la tregua di Russia e Turchia. [CzzC: meno male che la Russia c’è, mentre il masso Nobel Pace con un goffo colpo di coda da scorpione in ritirata <fattpq> espelle 35 funzionari russi. Putin: “Non faremo diplomazia da cucina”. Trump: ‘Grande mossa di Mosca’. Attenzione al cambiamento della Turchia dopo golpe 2016]

27/12
2016

<sussidiario>: l’inganno degli USA e il “change” che la maggioranza dei siriani non ha mai chiesto, e che nemmeno la minoranza avrebbe voluto nel modo tentato dalla galassia di terroristi foraggiati dal masso Nobel Pace tramite turco-wahhabiti.

23/12
2016

<zenit et>: “Aleppo è in festa, libera dai terroristi. I media occidentali hanno disinformato”. Parla il dott. Nabil Antaki che per 5 anni, invece di fuggire, è rimasto nella città siriana per prestare cure: i ribelli sparavano sui civili che intendevano fuggire, usavano i civili come scudi umani; i media occidentali hanno dato molto risalto alla sofferenza degli abitanti di Aleppo Est, ma quasi mai hanno segnalato quella dei loro concittadini della zona Ovest, dove ogni giorno c’erano molte vittime a causa dei colpi di mortaio sui quartieri da parte dei ribelli; non hanno dato il giusto peso al fatto che una città di 1,5M di abitanti si è trovata senza fornitura di acqua interrotta volontariamente dai ribelli

21/12
2016

Ignorati dai media occidentali i canti e balli con cui la popolazione di Aleppo celebra la fine dei combattimenti <asianews>: canti e balli in una piazza del quartiere armeno; jihadisti ed estremisti cercano la vendetta, ma le persone non sembrano intimorite e vogliono ricominciare a vivere.

18/12
2016

<rainews> ribelli siriani attaccano e bruciano i bus per l'evacuazione dai villaggi a maggioranza sciita. [CzzC: i nostrani tifosi dei lumi della serie masso nobel pace e dunque della galassia dei suddetti terroristi potrebbero inventare tramite OSDH che a bruciare i bus siano stati i governativi per criminalizzare i ribelli come terroristi, questi sì, invece, gloriosi difensori dei diritti civili contro il malvagio Assad, tanto eroici da farsi perdonare i tagliagole e i cecchini contro i civili in fuga dal loro assedio]

17/12
2016

<sosCristianiDoriente>: la marcia dei giovani scout felici nella Aleppo liberata: dopo 5 anni di guerra i giovani di Aleppo riscoprono la cittadella

16/12
2016

<fb.video et sottotit.it a cura di Giulio Betti>: Eva Barlett, giornalista indipendente, spiega, in risposta al giornalista norvegese Kristoffer Rønneberg, come operano le organizzazioni internazionali (OSDH) che forniscono a noi occidentali le informazioni quotidiane sul conflitto siriano. I fantomatici elmetti bianchi. I siriani non vedono il problema in Assad ma nel terrorismo. Elezioni.

15/12
2016

<giornale>: L'assedio di Aleppo fu iniziato dai ribelli, macchiatisi di immani atrocità: la Siria sarebbe finita nel caos e nell'orrore jihadista/Isis per il mal orchestrato piano di Obama con Uk Fr Turchia e wahhabiti, come successe in Libia.

15/12
2016

<youtube et>: mentre Aleppo viene liberata dopo anni di occupazione da parte della galassia jihadista, le corazzate informative della illuminata cultura dominante accusano di violenze l'esercito di Assad (OSHD) , tacendo i crimini dei tagliagole in fuga.

13/12
2016

Festeggia la popolazione dell’Aleppo liberata, ma mugugnano i tifosi del masso nobel pace; nella sua intervista a <Radiovaticana.audio et> mons Tobji (arcivescovo maronita di Aleppo), riferisce del sollievo della popolazione e della lettera del Papa ad Assad.

12/12
2016

<gq.magazine.uk /italiano> Nel 2011 Assad fu accusato da BBC, CNN e ... di aver ucciso brutalmente il “cantante martire della rivoluzione siriana": non si chiamava Ibrahim Qashoush ma Abdul Rahman Farhood ed è vivo. Prendere cbdi.

11/12
2016

<vatican>: Fr1: non dobbiamo dimenticare che la Siria è un Paese pieno di storia, di cultura, di fede. Non possiamo accettare che questo sia negato dalla guerra, che è un cumulo di soprusi e di falsità [CzzC: fischieranno anche orecchie occidentali?].

10/12
2016

<TG-Rai audio.mp3>: nell’Aleppo liberata i civili denunciano le vessazioni loro inflitte dai ribelli terroristi: il direttore di una scuola elementare “ci vessavano, «collaborate col regime» era l’accusa che ci rivolgevano, strappando i libri di storia”; un uomo ricorda quella notte in cui ce l’aveva quasi fatta a fuggire, ma «poi i ribelli con i kalashnikov c’hanno costretti a tornare nell’assedio» ... continua

09/12
2016

<askn> Siria, portavoce Onu: ribelli sparano sui civili in fuga da Aleppo Est per impedire che escano dalla zona ancora sotto il loro controllo

07/12
2016

<informare>: Aleppo si appresta ad essere liberata e MSF protesta a Montecitorio, ovviamente senza menzionare i crimini contro l’umanità commessi dai terroristi (quasi nessuno siriano) che dal 2012 vessano Aleppo est usando le persone come scudi umani (col benestare di MSF che non metterebbe vessillo sulle strutture sanitarie?)

07/12
2016

<radiova.audio>: Mons. George Abou Khazen: l’esercito regolare sta liberando i quartieri di Aleppo intorno alla cittadella e sta richiamando chi era fuggito: “abbiamo tolto le mine, potete tornare a casa vostra”. Speriamo che si arrivi ad un accordo così come è successo altrove, dove gli uomini armati possono andare dove vogliono oppure fare una riconciliazione con lo Stato.

05/12
2016

<fb> scuole chiuse per 1 settimana in Aleppo per proteggere i bambini dall'incessante lancio di missili jihadisti sui quartieri civili: chi ha dato ai terroristi le cooordinate per colpire l'ospedale da campo russo? Russia e Cina mettono il veto al CS.ONU sulla proposta di cessateilfuoco che avrebbe solamente permesso ai miliziani di riarmarsi

05/12
2016

<asianews>: Gran Muftì di Damasco: l’Europa aiuti la Siria a domare l’incendio del fondamentalismo. A Dublino incontro interreligioso di leader musulmani e cristiani. Lo sceicco Ahmad Badr El Din Hassun contro le nazioni arabe e le monarchie del Golfo che vogliono distruggere l’anima multi-etnica e culturale del Paese.

03/12
2016

<sptnews>: "Faccio un appello ad Al-Nusra: andatevene, non rimanete ad Aleppo" ha dichiarato de Mistura "ad Aleppo ci sono 900 uomini di Al-Nusra, tutti sanno chi sono. Dovrebbero avere il coraggio di lasciare la città" [CzzC: cari lumi occidentali, quando avrete l’onestà di ammettere di avere allevato terroristi per abbattere Assad?]. Lavrov: “la Russia non permetterà che la Siria vada a finire come la Libia

28/11
2016

<oraprosiria>: L'arcivescovo Jacques Behnan Hindo spiega le dinamiche della guerra siriana e qual è stato il ruolo delle Chiese nel momento in la cosiddetta Primavera araba stava tracimando alla guerra civile. «Siamo stati chiamati ad appianare le divergenze politiche sorte all’interno delle tribù beduine e della componente curda. Nei primi tempi ci siamo riusciti, come succedeva spesso in passato, ma in seguito abbiamo perso completamente il controllo della situazione».

27/11
2016

<globalist>: Siria: il governo riprende ai ribelli il distretto Hanano di Aleppo: Hanano era stato la prima area di Aleppo a finire nelle mani dei ribelli nel 2012.

16/11
2016

non mi ritengo abbastanza documentato per ritenere che anche <repubblica> sia stata ingannata a prendere per pienamente vere le notizie sul bombardamento dell’ospedale pediatrico ad Aleppo est, ma altre fonti farebbero pensare ad una montatura.

15/11
2016

<sussidiario>: il presidente Obama già il giorno dopo l'elezione di Trump ha fatto sì che il Dipartimento di Stato designasse il gruppo jihadista Jabhat Fath al Sham (ex al Nusra appartenente ad al Qaida) come organizzazione terroristica e l'11/11 il Dipartimento del Tesoro americano è intervenuto per interrompere le operazioni militari, di reclutamento e di finanziamento del gruppo al Nusra (e di tutti i suoi alias). Il provvedimento colpisce anche il suo capo, lo sceicco Abdallah al-Muhaysini ed i suoi luogotenenti. È  una svolta di 180°. [CzzC: tanto ci voleva a capire, coccio?

13/11
2016

<stampa>: Gregorio III Laham Patriarca di Antiochia: “Cristiani presenza necessaria in Siria”: arabi, ma non musulmani, orientali, ma non ortodossi, cattolici, ma non latini

10/11
2016

<stampa>: “Adesso usi il peso degli Usa per portare la pace nel mondo”. Il Segretario di Stato Parolin sull'elezione di Trump: si occupi del dramma della Siria [CzzC: dal linguaggio diplomatico potremmo tradurre al normale all’incirca così: prima di adesso qualcuno usava il peso degli Usa per portare la guerra, o non lo usava per portare la pace. Tertium non datur]

03/11
2016

<sussidiario>: Obama patteggia con Isis in funzione anti Assad e anti Russia: gli Usa hanno concesso all'Isis di lasciare Mosul e di raggiungere le proprie roccaforti in Siria: i comandanti curdi ed i russi dicono che migliaia di jihadisti sono andati già a Raqqa in Siria. La decisione americana di consentire a migliaia di jihadisti di fuggire in Siria è stata riferita anche dal presidente Hollande che ha criticato la decisione americana in palese contraddizione con la lotta al terrorismo [CzzC: ma in perfetta sintonia con la strategia Leading From Behind del masso Nobel Pace].

01/11
2016

<enalalam, sussidiario>: Amnesty International chiede ai ribelli siriani di cessare l’uccisione di civili ad Aleppo: «l’offensiva da loro lanciata il 28/10 è marcata da indiscriminati attacchi su aree residenziali» [CzzC: complici i loro sponsor Us-turco-wahhabiti?]

30/10
2016

<agenzianova>: da un doc dell’ufficio di Staffan de Mistura, inviato di pace delle Nazioni Unite per la Siria, leggiamo: «Notizie credibili indicano che ad Aleppo attacchi indiscriminati e incessanti dei gruppi armati dell’opposizione hanno provocato la morte di decine di civili, tra cui diversi bambini, nelle ultime 48 ore». [CzzC: come potremmo ringraziarti, caro masso Nobel pace, per cotali imprese dei tuoi foraggiati criminali?]

30/10
2016

<sussidiario>: Padre Ibrahim da Aleppo: ci mandano la morte noi ricambiamo con la vita: il popolo prega col volto deturpato dalle esplosioni, affolla sempre più la chiesa durante le funzioni e i giovani frequentano i corsi di preparazione al matrimonio, perché qui c’è ancora il desiderio di sposarsi e di mettere al mondo figli

28/10
2016

Chi ha colpito la scuola di Idlib in Siria? 22 bambini uccisi secondo l'Unicef; il 26 ottobre nessun aereo della Forza aerea russa o siriana sarebbe entrato nella zona e <vietatoparlare> con le loro ricognizioni i Russi dimostrerebbero che le foto diffuse sui media di tutto il mondo sarebbero un collage per montare un falso. <asianews>:

24/10
2016

<prosiria> missile lanciato la sera del 22/10 dai jihadisti sul Carmelo di Aleppo: fortunatamente inesploso [CzzC: i ribelli “moderati” pensano un Carmelo armato?]

18/10
2016

<plnews>: l’Ue reitera le sanzioni contro la Siria, ignorando appelli lanciati da indubitabili promotori di pace e dialogo interreligioso come il Vescovo di Aleppo. [CzzC: più della ragione pro giustizia può il ricatto$ pro supremazia dei petroldollari]

16/10
2016

da Aleppo Est i ribelli foraggiati dal masso Nobel Pace <repubblica> sparano razzi Katyusha e colpi di mortaio contro gli spazi super affollati di Aleppo Ovest, sparano nel mucchio con la certezza di colpire qualcuno e in una società dove la stragrande maggioranza ha meno di 30 anni, non c'è niente di più facile che colpire dei bambini: a settembre uccisi 32 adulti maschi, 15 donne 73 bambini (inferiori a 16 anni di età); da inizio ottobre un po’ meno, forse anche “grazie” ai bombardamenti su Aleppo est.

06/10
2016

<vietatoparlare>: nel 2015.12 HRW ha pubblicato il proprio rapporto sulle famose foto delle torture di “Caesar” che fecero saltare i negoziati di pace siriani: oltre il 46% delle fotografie non mostra persone ‘torturate a morte” da parte del governo siriano, ma, mostra soldati siriani morti e vittime di autobombe e altre forme di violenza: quasi la metà delle foto mostra il contrario di quanto asserito [CzzC: scontata la malvagità di Assad, qui parrebbe una criminalizzazione pro guerra, per sublimarne l’eliminazione?]

05/10
2016

Informazioni sulla Siria pilotate da monopoli informativi: <nbq>: la Purpose (soc internaz di relazioni pubbliche) diffonde simpatia per la galassia dei ribelli che combattono Assad: tenuto conto che la crisi di tale regime è stata fomentata dagli Usa e da co-interessati alleati, si intuirebbe chi siano i committenti della campagna della Purpose, che pare efficace visto che le maggiori testate stanno utilizzando come fonte quasi unica delle loro  notizie sulla Siria i comunicati dell’OSDH, sede Londinese dell’ufficio stampa delle formazioni di ribelli siriani sostenuti da Us-Uk.

23/09
2016

<avvenire>: in Siria l’Isis va in controffensiva, cosa che in Iraq non azzarda da mesi. Nel giugno scorso ha messo in rotta i regolari di Assad e ha tagliato le comunicazioni nel sud di Aleppo. Chi sta fornendo ancora armi al Califfato, compresi quei troppi missili anticarro? [CzzC: chi se non i soliti?]

20/09
2016

<ansa.it>: Siria: aggredita troupe di Rainews24 di Lucia Goracci: “Qualcuno ha chiamato la polizia turca, che in un primo momento ci ha sottratto cellulari, computer e telecamera. Una piccola folla ci ha circondato, hanno sballottato la nostra auto ... quando qualcuno ha rotto i vetri, i gendarmi turchi sono intervenuti in nostra difesa, e ci hanno portato in un altro villaggio

19/09
2016

<asianews>: Vicario di Aleppo: il raid della coalizione Usa-wahhabiti del 17/09 contro l’esercito siriano (90 morti) non è stato un errore. <corriere>: Mosca protesta all’ONU. <fattoq>: Us pro Isis?

12/09
2016

Wahhabiti pianificano un colpo di stato? <sussidiario>: HNC (High Negotiation Committee) la galassia dei ribelli appoggiati dall'Arabia Saudita presenta un proprio piano di pace per la Siria che prevede 2 anni di poteri speciali per i soliti potentati eterodirettori con possibilità di fare leggi per decreto senza controllo di voto popolare, onde permettersi di prendere possesso di tutto l'apparato statale e promulgare una costituzione ex-novo, senza il preventivo consenso delle urne.

03/09
2016

<stampa>: l'emirato di Al Nusra (Al Qaeda) si fa chiamare Fateh al Cham: trucchi semantici per attrarre altri gruppi islamisti minori, Ajnad al Cham, Liwa al Haqq, piccoli ma feroci, e continuare a ingannare un Occidente che sogna sempre un Islam educato e meno assassino: mettono autobombe, torturano e rubano come Isis nella provincia di Idlib e nelle zone di Aleppo che controllano.

02/09
2016

<radioVat> sit-in a Roma pro stop bombe in Siria. [CzzC: mi associo all'appello per fermare le bombe, ma (a parte che per due dozzine di manifestanti parrebbe eccessiva l'enfasi loro data dai galantino-condizionati) ci chiediamo dove dormissero quegli illuminati quando i ribelli, per salvare i quali ora chiedono di cessare i bombardamenti, dilaniavano (e non hanno smesso) con razzi cannoni e bombole bambini,donne ed anziani nella Aleppo da loro ancora non occupata: lo sanno quegli illuminati che i ribelli in parola seviziano come le milizie di Al Qaeda e Daesh e che queste sono ben commiste ai cosiddetti ribelli che l'occidente si ostina a chiamare moderati?]

31/08
2016

<pnote>: ucciso Abu Mohammed al-Adnani, macabro portavoce dell’Isis, le cui minacce al mondo imperversavano in questa stagione del Terrore [CzzC: chiediti perché i media occidentali sottaciono che si trovava ad Aleppo, dove i ribelli sono dipinti dagli stessi media mai come massacratori di inermi, mai come collusi con Isis]

28/08
2016

<tempi>: «Aleppo è diventata una grande prigione» Da 11 mesi vice parroco latino ad Aleppo, padre Firas racconta cosa gli ha detto l’inviato Onu Staffan De Mistura

19/08
2016

Tacevano i mass-media inciuciati con Us e turco-wahhabiti quando le bombe dei terroristi da loro foraggiati sterminavano bambini nella Aleppo da loro ancora non occupata: ora usano il piccolo Omran estratto dalle macerie per farci cadere in un <tempi> trappolone emotivo onde giustificare il foraggio ai suddetti terroristi?

18/08
2016

<lib&pers> Madre Guadalupe 2015.12 sull'origine etero-diretta della guerra in Siria: già i primi scontri coi rivoltosi vennero presentati distorti dai mass-media pro cambiamento del regime alawita, ancorché permettesse pluralismo, mentre i siriani vedevano i gruppi armati che parlavano un altro dialetto. “Non sono siriani!”; a Damasco il popolo scendeva in piazza per preferire Assad all'integralismo islamico, ma le stesse immagini che noi vedevamo dalla finestra, erano commentate dai media internazionali con: «Continuano le manifestazioni pacifiche del popolo siriano che scende in strada per chiedere al proprio presidente che se ne vada»

16/08
2016

<sussidiario>: Aleppo: perché giornali e TV bevono quello che viene dal Qatar?

Al Jazeera legge un comunicato del gruppo jihadista Jaish al Fatah che accusa i governativi di aver lanciato bombe al cloro il 10/08, e la notizia è stata subito presa sul serio dagli occidentali prima delle verifiche. Eppure Jaish è noto per aver già rivendicato l'uso di armi chimiche, ad es il 07/04, episodio che, come quello del 04/08 denunciato dai russi, non suscitò alcun clamore, mentre per il 10/08 l'ONU farà indagini e ha già prefigurato che si tratta di un crimine di guerra additando Assad.

09/08
2016

I terroristi siriani che Us-turco-wahhabiti chiamano ribelli moderati <sussidiario> intitolano il loro contrattacco ad Aleppo ad Ibrahim Yusuf , il capo della milizia wahhabita che nel 1979 durante la rivolta dei Fratelli musulmani ammazzò 80 giovani cadetti alawiti. Il portavoce della coalizione Fath Halab dice «uccideremo questi alawiti come quella volta, trascineremo i loro cadaveri per le strade e li tortureremo anche da morti». [CzzC: grazie al masso nobel pace e ai suoi alleati turco-wahhabiti?]

01/08
2016

<radiovaticana.mp3>: Padre Ibrahim parroco ad Aleppo: i jihadisti lanciano di continuo missili sulla nostra città, mentre per i quartieri da loro occupati sono stati aperti quattro corridoi umanitari sotto però il controllo dei russi e dell’esercito regolare perché tante volte i jihadisti si camuffano tra le persone innocenti, si mettono in mezzo alla folla per compiere attentati, esplosioni, una volta che passano il corridoio. [CzzC: e sarebbero questi i ribelli che Us-turco-wahhabiti foraggiano, chiamano moderati e vorrebbero al tavolo di pace in alternativa ai curdi?]

01/08
2016

<giornale>: L'orrore dei ribelli sui soldati dell'elicottero russo abbattuto in Siria: il corpo di uno dei piloti oggi sarebbe nelle mani del gruppo islamista Jaish al Fatah (Esercito della conquista). Su Twitter, account vicini ai ribelli, hanno pubblicato le foto del cadavere di uno dei soldati russi uccisi mentre viene trascinato nel deserto.

29/07
2016

<antidiplomat>: Il medico di Aleppo Nabil Antaki: basta con le falsità sulla Siria: risposta a MSF e a l'Orient le Jour. Aleppo non è "assediata dall'Esercito siriano", ma dai gruppi armati che ne invasero alcuni quartieri orientali nel 2012.07 e bombardano da 4 anni gli altri quartieri: le strutture sanitarie citate come colpite dagli aerei governativi non esistevano prima della guerra, non sono segnalate come tali all'ONU, mentre l'ospedale oftalmologico in Aleppo-est è anche il quartier generale di Al Nusra. E perché non si citano mai gli ospedali nelle zone controllate dallo Stato siriano incendiati o distrutti dai terroristi sin dall'inizio del conflitto?

23/07
2016

<oraprosiria>: Preghiera a San Charbel Maklouf, per la salvezza del Medio Oriente: nella 3ª Domenica di luglio si celebra la festa di San Charbel, monaco maronita, al quale chiediamo la grazia della pace per Egitto, Siria, Libano sull'orlo della catastrofe.

22/07
2016

Botta e risposta/fb sui maggiori colpevoli di violenza, armi, ingiustizia, amoralità: forza del diritto o diritto della forza? Legittima difesa, maestri del verbo uccidere

22/07
2016

<sputnik>: Timber Sycamore il nome del programma della CIA per armare e finanziare i ribelli anti Assad . Vedi articolo di Austin Carson dell'Università di Chicago e Michael Poznansky dell'Università di Pittsburgh. [CzzC: tecnica LFB]

21/07
2016

<tempi>: Padre Ibrahim ad Aleppo: «Situazione insopportabile. Chiunque spara centinaia di razzi su case, chiese, scuole e ospedali non può essere chiamato un “ribelle moderato”. Bisogna bloccare la Turchia» [CzzC: impossibile, causa Nato]

20/07
2016

<tempi>: Siria: bambino 12enne decapitato da uomini della brigata Nour al-Din al-Zinki che ha lavorato con la Cia fino al 2015.09, come parte di un gruppo di ribelli cosiddetti moderati. Questi jihadisti sono stati anche finanziati da Turchia, Qatar e Arabia Saudita. A inizio mese, anche Amnesty International aveva accusato questi ribelli di rapire e torturare le persone sotto il loro controllo. [CzzC: grazie Obama]

19/07
2016

<sussidiario>: dirigenza francese foraggia terroristi pro regime change di suo interesse: nonostante sia straconosciuto che la cosiddetta opposizione armata siriana sia composta prevalentemente da formazioni salafite, la Francia continua pervicacemente a sostenere in Siria forze la cui violenza e ideologia hanno la stessa matrice di chi colpisce sul suo territorio. Continua

12/07
2016

<asianews>: il Vicario apostolico di Aleppo Abou Khazen : «Qui si tratta di attacchi contro civili inermi (vid) per puro spirito di vendetta»: [CzzC: qualche nostro politico interpelli il governo a reagire, stanti gli evidenti collegamenti tra i massacratori di Aleppo e i massacratori dei nostri connazionali a Dacca]

12/07
2016

<tempi>: Aleppo: decine di razzi dei ribelli colpiscono zona del collegio francescano: 40 morti tra cui molti bambini [CzzC: ribelli sostenuti da Usa e turco-wahhabiti]

12/07
2016

<assadakah>: quanto tempo ancora ci vorrà perché l’Occidente smetta di sostenere jihadisti anti Assad che assai più di lui scempiano diritti umani di inermi civili?

11/07
2016

<piccolenote.Cnn>: neopresidente delle Filippine Rodrigo Duterte: il terrorismo si è generato a seguito della «distruzione del Medio oriente» iniziata con la guerra in Iraq, una guerra «senza alcuna base giuridica», come appurato dall’inchiesta Chilcot: «Guardate l’Iraq ora, guardate cosa è successo in Libia e cosa è successo in Siria ... Non è il Medio Oriente che sta esportando il terrorismo in America. È l’America che ha esportato il terrorismo in Medio Oriente».

11/07
2016

<oraprosiria>: Padre Ibrahim: la guerra in Siria è per il potere in Medio Oriente: Siamo nel mirino del caos, perché non si trova una via d’uscita diplomatica e neanche militare: primaria causa è l’interesse economico legato ai giacimenti di idrocarburi e al passaggio delle condotte di gas; il 95% degli armati anti Damasco attraversano il confine turco ogni volta che l’esercito regolare vuole fare qualche mossa.

07/07
2016

[CzzC: scrivo msg a Obama: smetti di foraggiare terroristi direttamente o indirettamente coi wahhabiti, onora il tuo premio Nobel per la pace, togli le sanzioni alla Siria, collabora con tutti gli stati, Russia compresa, che si dimostrano efficaci nel vincere contro le bande del terrorismo jihadista che sta facendo stragi di innocenti]

05/07
2016

<prosiria.vid>: Fr1: «la pace in Siria è possibile: sostenere i colloqui di pace verso la costruzione dì un governo di unità nazionale» [CzzC: ma come fare se chi più foraggiò Isis (Us e turco-wahhabiti) vorrebbero escludere dal governo di unità nazionale chi più riuscì a battere Isis (Curdi e filo-iraniani filo-Assad)?]

24/06
2016

In Siria le forze curde (guidate da Rojava) sono i più efficaci combattenti anti Isis ma sono ostacolate dal sedicente esercito libero appoggiato da Erdogan e Us <nena>: su pressione della Turchia, l’Onu ha escluso Rojava dal negoziato di Ginevra.

20/06
2016

<Sussidiario>: siccome Assad, aiutato dalla Russia, sta vincendo contro i terroristi di cui si serve il masso Nobel Pace in cinica tecnica lfb, gli Usa tornano a minacciare missili contro Damasco: [CzzC: caro Papa Fr1, preparati ad indire un’altra giornata di preghiera per fermare il masso Nobel Pace dal fare più danni. Continua]

13/06
2016

<oraprosiria>: Iraq: Patriarca siro-ortodosso e dal Patriarca siro-cattolico congiuntamente sull'occupazione ISIS: “un genocidio etnico-religioso" e 200.000 Assiri costretti profughi oltre alla distruzione di chiese, monasteri e siti archeologici.

10/06
2016

La cultura dominante chiama guerra civile quella in Siria, mentre è guerra indotta da cinici orditori lfb <oraprosiria>: da secoli diversi gruppi etnici e religiosi convivono in Siria in armonia, e c’è ancora grande benevolenza e accoglienza nella vita quotidiana.

10/06
2016

<youtube>:  L'assedio di Aleppo: le linee di rifornimento di Isis con la Turchia stanno per essere tagliate.

10/06
2016

<difesaonline>: In Iraq e Siria contro Isis si combattono due guerre diverse: in Siria gli US non hanno interesse che Assad prevalga su Isis e se l’Isis perdesse in Siria, per gli Us e gli occidentali che li hanno seguiti sarebbe una mezza sconfitta. Se l’Isis fosse sconfitto in Iraq, per Washington e alleati sarebbe una quasi vittoria.

07/06
2016

<occhidiguerra>: dopo Richard Black - il senatore dello Stato della Virginia, che aveva affermato che il caos in Siria era stato provocato dall’Occidente - arriva la dura accusa di Peter Ford, ex ambasciatore inglese in Siria: “Gli Usa sono effettivamente alleati con una parte di Al Qaida” (Al Nusra) nel tentativo di “eliminare il governo secolare di Bashar Al Assad in Siria”.

06/06
2016

<lplnews24>: Kobane bombardata da forze turche: a fine Gen2015 i curdi liberarono Kobane da Isis, inerti le forze armate turche, che, anzi, contrastarono più i liberatori che i terroristi occupanti la città curda; dopo la fine dell'assedio non hanno mai interrotto di bersagliare le postazioni di YPG rimaste a difesa di Kobane. Domenica 5 gli ennesimi tiri di obice con la distruzione di diverse case.

06/06
2016

<sussidiario>: Erdogan sarebbe l'ostacolo più grande per un'exit strategy in Siria: principale sostenitore della sopravvivenza della ribellione nel nord della Siria compreso Isis, dopo aver appoggiato le milizie legate ai Fratelli musulmani ed aver saccheggiato Aleppo, Erdogan è entrato a far parte della coalizione sedicente contro Isis solo per bombardare i "terroristi" appartenenti alle forze Pkk e Ypg curde

02/06
2016

lfb: <aurora>: gli obiettivi USA a Raqqa: occupare gradualmente e surrettiziamente Iraq e Siria, col pretesto di aiutare le forze YPG contro Isis: arrivare a creare basi militari come in Paesi della NATO e del Golfo: Oman, Kwait Emirati Arabi Uniti, Qatar, Bahrayn e Arabia Saudita: in Iraq, da cui gli Us sono stati costretti a ritirarsi senza potervi costruire le 5 basi militari pianificate, manovrano oggi 7000 soldati statunitensi mentre altri 250 sconfinano in Siria col pretesto di aiutare le SDF a liberare Raqqa da Isis; il Generale Hutayt ha concluso che in entrambi i casi gli Stati Uniti cercano di espandere l’influenza curda da Mosul a Raqqa.

28/05
2016

<veget>: UE rinnova le sanzioni alla Siria senza discutere: pavidi degli USA? [CzzC: l'Europa sragiona sulla Siria come sul Donbass/Ucraina, condizionata contro Russia2.0 dalla potenza finanziario-militare dei petroldollari USA (gli states intanto stanno diventando il primo paradiso fiscale delle società offshore nel mondo, alla faccia del sedicente pulito masso nobel pace i cui pari illuminati sanzionanti la Siria evitano di sanzionare Erdogan e Wahhabiti, persecutori di loro dissidenti perfino quando siano giornalisti; qui potresti consultare l’appello “basta sanzioni alla Siria”]

28/05
2016

<asianews>: Le forze kurde a 45 km da Raqqa capitale dello Stato islamico che comincia a parlare di “perdita” e di “ritiro”. Soldati americani a sostegno dei kurdi irritano Ankara. Il progetto di un Kurdistan autonomo siriano.

25/05
2016

<nuovabq>: Basta sanzioni alla Siria, un appello da firmare: è da cinque anni infatti che è in vigore l’embargo dell’Unione Europea verso la Siria [CzzC: purtroppo con la stessa logica di regime change imperialista USA che regge le sanzioni contro la Russia]

24/05
2016

<avvenire>: Così i poliziotti turchi rapinano i profughi: «Appena superato il confine ci hanno catturati e portati in un campo controllato dai militari»; papà, mamma, due bambini e nonna fuggiti da Aleppo. «Volete proseguire? C’è una tassa da 100 dollari a persona, altrimenti dovremo requisire le vostre cose», si sono sentiti intimare da un poliziotto turco. Capìta l’antifona hanno trattato sul prezzo e pagato. Fucili spianati e musi duri. Più una rapina che una «mancia». [CzzC: cara Merkel, gliene dai 3 o 6 miliardi di euro a questi agenti della libertà del sultano?]

23/05
2016

<tempi, repubblica ATS>: missili ribelli sul Collegio dei francescani ad Aleppo, che accoglieva una ventina di anziane. <spondasud>: i massacri dei ribelli foraggiati dai turco-wahhabiti vengono ignorati o minimizzati, mentre viene enfatizzato il crimine quando ci fosse anche solo il sospetto, ancorché senza prova, che a compierlo siano gli alleati di Assad: è il solito inciucio occidentale con i turco-wahhabiti che permise l'allevamento Isis tra le fila dei ribelli anti Assad]

14/05
2016

<repubblica>: Hezbollah accusa i ribelli sunniti per l'uccisione di Mustafa Amin Badreddine, ma smentisce che ci sia Israele dietro la morte dell'ultimo dei fondatori della milizia sciita libanese e capo delle operazioni militari pro regime di Damasco. Mentre Badreddine era impegnato a combattare in Siria, il Tribunale Speciale per il Libano decideva di processarlo in contumacia, accusato di essere la mente dell'attento che il 2005.02.14 uccise il sunnita Rafiq Hariri ed altre 21 persone.

03/05
2016

secondo <fonti diverse> sarebbero i ribelli sostenuti da US, wahhabiti ed Erdogan gli autori del bombardamento dell’ospedale Dubayt nel quartiere di Muhafaza ad Aleppo [CzzC: darei più credito a chi addita i suddetti ribelli responsabili di tale eccidio, ma la confusione è grande e gradirei testimonianze da fonte sicura come Padre Ibrahim; nel frattempo dubito anche delle accuse di Israele ad Assad circa l'uso di armi vietate, visto che Israele sta incrementando affari con i wahhabiti (perfino aiutandoli nel bombardare gli sciiti in Yemen) e vista la freddura con cui assiste all'epurazione dei cristiani dal Medio Oriente, perfino offrendo droni agli Azeri contro gli Armeni].

02/05
2016

<radiovatican> la tregua non regge; la popolazione di Aleppo dal 22 aprile quando sono riprese le ostilità, ha visto morire oltre 250 persone, tra cui più di 50 bambini

19/04
2016

<stampa>: La tragedia degli armeni di Siria, cent’anni dopo il “genocidio”: in Armenia hanno trovato rifugio migliaia di profughi in fuga dalla guerra siriana. Un nuovo esodo, che riporta alla memoria le sofferenze dei loro padri e nonni. Piccolo paese di 3 milioni di abitanti a 5 anni dallo scoppio del conflitto siriano, l’Armenia ha accolto oltre 20mila rifugiati, una densità ben maggiore della nostra.

11/04
2016

<avvenire>: almeno 21 cristiani sono stati trucidati da jihadisti Isis ad al-Qaryatayn, in Siria, prima che la cittadina fosse liberata e ripresa nei giorni scorsi dalle forze di Damasco. In agosto 2015 là erano rimasti ~300 cristiani presi di mira dai jihadisti: alcuni scapparono, altri furono assassinati per aver rifiutato di accettare la conversione forzata o di sottostare alle regole imposte dalla Sharia per i cosiddetti "contratti dei dhimmi", servilismo per avere salva la vita.

31/03
2016

<proterrasancta>: La vittoria di Aleppo: accoglienza, carità e unità. Fra Firas Lufti è superiore della comunità francescana al Collegio di Terre Sainte di Aleppo. É anche vice parroco presso la chiesa di San Francesco d’Assisi, ormai punto di riferimento per molti in città, cristiani e non. C racconta di sè e del lavoro dei francescani.

29/03
2016

<tracce>: «Davvero è risorto» ad Aleppo a Messa ci sono quasi 2.000 persone, di tutti i riti e confessioni. «Mai vista una chiesa così», si mormora tra i banchi. Latini, melchiti, ortodossi, maroniti. Qui lo chiamano "ecumenismo di sangue", un’unione dettata un tempo dalle circostanze e divenuta nel tempo amicizia sincera.

25/03
2016

<oasiscenter>: Il genocidio armeno, una memoria rimossa ma risorgente: il volume curato da Bozarslan (curdo), Duclert (francese) e Kévorkian (armeno) legge in prospettiva gli avvenimenti del 1915 e aiuta a capire le contraddizioni in cui si dibatte la Turchia contemporanea con la questione curda e il conflitto siriano.

19/03
2016

<ansa>: Siria: caccia russi e di Damasco bombardano la zona di Palmira [CzzC: le bombe sono sempre sporche (ricordiamoci delle due atomiche sganciate dal massone Truman su Nagasaki e Hiroshima solo perché non gli bastava la resa normale del Giappone ma volle piegarlo alla resa incondizionata), ma pur assistendo ad un procedere di male in peggio in quest'atomo opaco del male, residua qualche umile saggezza che accetta il compromesso del male minore: abbiamo buone ragioni per ritenere che quello delle bombe contro Isis sia un male meno grave di quello commesso da Isis contro persone inermi e contro il patrimonio artistico].

17/03
2016

<perfettaletizia>: si ritirano i russi, si moltiplicano i segnali positivi da parte delle grandi potenze. [CzzC: prova a pensare cosa saremmo qui a raccontarci se non fosse intervenuta la Russia: immagina tutta la Siria, compresa Damasco, che vivesse sotto Isis come a Mosul: pur con turco-wahhabiti gaudenti ed Us negligenti, vedremmo donne lapidate, fumatori frustati, amputazione di arti, adulteri gettati giù dai palazzi; ed abbiamo ancora nostrani illuminati che vedono Assad più mostro di Isis: sotto Assad, pur tiranno come sotto Gheddafi, conviveva pluralismo di fedi e di etnie, tolleranza inaccettabile per i wahhabiti, che attrassero inciucio Usa contro Russia2.0]

16/03
2016

<zenit>: In Siria sulle orme di Cristo, “a dare la vita per i fratelli”. Fra Ibrahim Alsabagh, racconta come viene vissuta la fede in Siria a 5 anni dall’inizio della guerra

13/03
2016

<fb>: Lakhdar Brahimi inviato speciale dell'ONU in un'intervista con Al Jazera ha ammesso che nel 2102 l'Occidente avrebbe dovuto ascoltare di più la Russia su quel che stava accadendo in Siria. [CzzC: meno male che la Russia c’è]

13/03
2016

<sussidiario>: Decine di civili massacrati dall'esercito turco di Erdogan nella cittadina curda di Cizre, nel sud-est del paese al confine con la Siria. Lo spiega Massoud Akko, giornalista curdo e attivista per i diritti umani: Erdogan reagisce così alla conquista da parte dei curdi di fasce di territorio nel nord della Siria

11/03
2016

<fb.vid>: video di Homs distrutta [CzzC: se i soli muri sbriciolati bastano a far capire il perché di tanti profughi, pensa a quanto abbiano potuto i congiunti sbriciolati, torturati e venduti schiavi dai mostri dell’Isis con le spallucce dei relativi inciuciati]

24/02
2016

<politico.eu qui in italiano>: Robert Kennedy Junior: "La nostra guerra contro Assad è iniziata quando questi rifiutò al Qatar il gasdotto di 10G$ che attraversasse l'Arabia Saudita, Giordania, Siria e Turchia". Secondo Kennedy la CIA avrebbe trasferito milioni di $ pro rovesciamento del presidente siriano.

21/02
2016

<mistocolv>: Roland Lombardi esperto francese di relazioni internazionali: gli obiettivi che Mosca sta perseguendo in Siria non costituiscono una minaccia per l’Occidente, ma, al contrario, coincidono con i loro interessi: “Bisogna essere degli idioti o dei ciechi per non vedere che quando la Russia difende i propri interessi in Medio Oriente, protegge contemporaneamente anche gli interessi dell’Europa e della Francia”.

13/02
2016

<iodonna.pdf>:  in Siria fuggita da Isis: Emmanuelle de Villepin intervista Sahar, 15 anni, con bambino di 5 mesi; e molte altre donne che combattono per la dignità. In diretta dall'inferno di Damasco: Nuovi attacchi domenica a Homs e Damasco; "Ecco come colpisce l'Isis in Siria", il racconto da Damasco; "Il lavoro per il sostegno umanitario nelle zone d'assedio" ; “E la sfida è ricostruire il futuro di chi è fuggito", il servizio del TGR Lombardia

08/02
2016

<sole24h>: alleanza Merkel-Erdogan aprì autostrada della Jihad: pur di tenere lontani i profughi siriani, la Merkel si dice «inorridita» dai raid russi, ma perché non afferma la stessa cosa della barbarie del Califfato e dei jihadisti? [CzzC: cara Merkel, perché fingi di non sapere che i profughi sono provocati, ben più che dalle bombe russe, dai bombardamenti che i jihadisti scatenano sui civili per rivalsa contro la perdita di terreno? Vedi testimonianza di un attento osservatore pacifico e benefico in Aleppo: <gdp.ch>: lettera da padre Ibrahim Alsabagh. «Noi frati rimarremo qui finché ci sarà l'ultimo cristiano». La città è oggetto dell'offensiva del Governo siriano che tenta di riconquistarla e, per rivalsa, i ribelli islamisti colpiscono i civili: oltre 70mila le persone in fuga, migliaia di loro sono ammassate al confine con la Turchia, che sbarra loro i varchi di accoglienza]

26/01
2016

<tempi>: i rifugiati cristiani in Turchia sono costretti a «fingersi musulmani». Secondo il Gatestone Institute per evitare discriminazioni circa 45 mila cristiani fuggiti da Siria e Iraq nascondono la loro identità religiosa [CzzC: non lo dite alla Merkel, perché potrebbe userebbe tale maltrattamento come ragione pro anziché contro l’elargizione di 3G€ ad Erdogan]

26/01
2016

<globalist>: così CIA e Arabia Saudita hanno armato i jihadisti. Il New York Times rivela: miliardi di $ sauditi hanno alimentato il terrorismo in Siria, organizzato dalla gigantesca operazione Timber Sycamore, nome usato dalla CIA per coprire le operazioni di addestramento e finanziamento dei ribelli in cooperazione con l'Arabia Saudita a partire dal 2013. Già nell'ottobre di quell'anno, il Washington Post scriveva, citando fonti militari, che «la CIA sta aumentando i propri sforzi per  addestrare i combattenti dell'opposizione in Siria».

25/01
2016

<stampa>: “Io, esule di Aleppo con la forza del perdono”: La testimonianza di Claude Zerez, siriano, che ha avuto una figlia Pascale rapita e uccisa dai jihadisti: «Ho fatto mie le parole di Gesù: “Padre, perdonali perché non sanno quello che fanno”. I musulmani? La maggior parte sono vittime come noi» <tempi>: I musulmani mi dicono: “Grazie, qui dopo il 13 novembre tutti ci guardano come mostri, con le sue parole lei ci sta veramente aiutando”

11/01
2016

<corriere.vid>: a Kobane l’Isis è ancora una minaccia e la ricostruzione è difficile a causa dell'Erdogan-Turchia, che ha chiuso il confine dei rifornimenti e la gente può solo entrare, non uscire; scontri gravi con le forze di sicurezza turche che hanno fatto 30 morti negli ultimi 2 giorni. Isis cerca di infiltrarsi con la nebbia del mattino.

07/01
2016

<tempi>: i nostrani media non dicono che gli attentati 30/12/2015 a Qamishli colpirono soprattutto cristiani: tali erano 13 dei 18 morti: Qamishli è una città a maggioranza curda, ma i ristoranti Gabriel e Miami e il caffè Simoni nei pressi della chiesa siriaca ortodossa, colpiti dagli attentati, sono di proprietà di cristiani siriaci.

24/12
2015

<avvenire>: Padre Ibrahim Alsabagh: da mesi le porte del nostro convento di Azizieh sono spalancate e dei tubi trasportano acqua dal pozzo del nostro giardino fino al marciapiedi, sperando che basti.

21/12
2015

<voxnews>: un profugo siriano, intervistato da una televisione tedesca, spiega perché è venuto in Europa, non per fuggire dalla guerra, ma per «Portare l’Islam in Europa. Per fare questo sono disposto ad abbandonare casa e genitori, ho giurato ad Allah che io sono venuto qui solo per questo».

11/12
2015

<lastampa>: lettera dei Maristi che vivono ad Aleppo: continuano ad aiutare le persone - cristiani e musulmani - che vivono in una città assediata, come la Sarajevo della guerra balcanica. E' l'altra faccia della guerra, non dei comunicati dei potenti, la guerra patita dalle vittime innocenti dei giochi di dominio decisi a distanza.

10/12
2015

<giornale et>: Homs liberata: È cominciata stamattina con la presenza di rappresentanti dell’Onu l’evacuazione pacifica di civili dei miliziani anti-governativi, la maggior parte membri di Jabhat al Nusra, la branca siriana di Al Qaeda, i quali si trasferiranno nelle regioni in mano ai ribelli (Hama e Idlib) più a nord (sono stimate 3mila unità).

17/11
2015

<stampa» Un rapporto della «Brookings Institution» di Washington indica nei carenti controlli delle istituzioni finanziarie del Kuwait il vulnus che consente a tali fondi «privati» di arrivare a destinazione «nonostante i provvedimenti dei governi kuwaitiano, saudita e qatarino per bloccarli». Fuad Hussein, capo di gabinetto di Massoud Barzani leader del Kurdistan iracheno, ritiene che «molti Stati arabi del Golfo in passato hanno finanziato gruppi sunniti in Siria ed Iraq che sono confluiti in Isis o in Al Nusra consentendogli di acquistare armi e pagare stipendi»,

11/11
2015

<tempi>: Assedio alla città cristiana di Sadad: l’Isis prepara «un altro genocidio». Oltre 15 mila persone in fuga dai miliziani islamisti. L’arcivescovo siro-ortodosso di Homs: «La Siria perde uno dei suoi centri cristiani più importanti»

07/11
2015

<meetingrimini>: Padre Ibrahim Alsabagh, francescano di Aleppo: “Non possiamo continuare a restare in Siria senza la vostra amicizia, senza la convivenza pacifica tra le religioni, senza la comunione”. Il suo coraggio e quello dei suoi confratelli continua, nonostante i bombardamenti e i cecchini che hanno reso una delle città più belle del mondo “la nuova Sarajevo”.

10
2015

<tpi video in spagnolo>:  canale Youtube spagnolo #WHYMAPS pubblica un video in cui vengono spiegati gli eventi e le ragioni che hanno portato all’attuale guerra in Siria.

30/10
2015

<proterrasancta>: il 25/10h17 colpita la chiesa dei francescani di Aleppo che trema ma non crolla. Frate Ibrahim: la Madonna ci ha protetti,  la cupola ha retto il colpo che è esploso al di fuori e il lancio non è riuscito ad entrare dentro la chiesa, nessun morto, quindi, soltanto due leggermente feriti; è successo esattamente mentre mi avviavo per distribuire la santa Comunione, e non è stata una coincidenza che il colpo sia arrivato proprio in quel momento.

29/10
2015

<tempi>: La «lezione di letizia» dei cristiani di Aleppo sotto le bombe: «ognuno di noi è un potenziale martire», racconta padre Abdou «ma le chiese sono piene»

29/10
2015

<avvenire>: Siria, anche l'Iran al tavolo delle trattative, ai colloqui di Vienna, venerdì, per dare una svolta alla crisi siriana [CzzC: bene: buon lavoro a parare i colpi dei doppiogiochisti inciuciati con i turco-wahhabiti]

28/10
2015

<piccolenote>: Siria: successi russi e reazioni Usa: accordi della Russia con Iraq e Giordania. [CzzC: il masso Obama, temendo sgamate le ragioni della sua scarsità contro Isis, manda uomini sul terreno: più per sostenere i terroristi demolitori di Assad che per demolire Isis?]

13/10
2015

<tempi>: padre Jacques Mourad, il prete siro-cattolico rapito cinque mesi fa dall’Isis, è riuscito a fuggire in moto, grazie all’aiuto di un musulmano: «Vivo per miracolo della Vergine Maria ... mi gridavano " sei un infedele se non ti converti ti sgozzeremo”. Ma io non ho mai firmato l’atto di abiura del cristianesimo». Padre Mourad, priore del monastero di Mar Elian ad Al Qariatayn prima è stato portato sulle montagne, poi a Raqqa, poi a Palmira. Qui sono prigionieri altri 250 cristiani:

12/10
2015

<avvenire>: Padre Ibrahim: la Siria sta vivendo una tragedia nel presente e sta perdendo il futuro. [CzzC: il masso Nobel Pace darebbe bel futuro moltiplicando la fornitura di missili anticarro ai terroristi anti Assad]

09/10
2015

<asianews>: Vescovo siriano Hindo: l’ambigua politica Us favorisce l’Isis. Le operazioni statunitensi sono "solo di facciata, in realtà hanno lasciato liberi di agire i jihadisti", come conferma la vicenda del rapimento dei cristiani.

08/10
2015

<foglio>: undici cristiani decapitati e crocifissi in Siria: sulle croci il cartello infedele [CzzC: Campanini ci direbbe che è impossibile, perché così gli jihadisti avrebbero perso la jizya]

03/10
2015

<opinionepubblica>: FSA, Al-Nusra, ISIS: tre facce della stessa operazione made in USA: dopo i primi due giorni di raid aerei russi antiterrorismo, si sono levati gli scudi dei media occidentali contro la violenza di Putin; ma abbiamo avuto modo di appurare in questi quattro anni di lunga e sanguinosa guerra civile, che i cosiddetti "ribelli molderati" hanno ben poche differenze con il terrorismo targato ISIS sia nell'ideologia che nelle prassi operative. A partire dai legami di Al-Nusra con Al-Qaeda sino all'uso di sostanze psicotrope da parte dei loro militanti.

02/10
2015

<tempi>: fra Ibrahim dalle macerie e catacombe di Aleppo: «I ribelli ci bombardano» «La vita qui è assurda. Noi frati, comunque, rimaniamo per aiutare la gente. E preghiamo il Padre provvidente e “ricco di misericordia”»

30/09
2015

<sussidiario 30/09/2015>: Putin ha raggiunto un accordo con Iraq, Siria e Iran per un infocenter anti-Isis a Bagdad. [CzzC: mentre gli stati del suddetto accordo mirano a contrastare il male maggiore (Isis) senza la precondizione di eliminare Assad, il masso Nobel Obama si ostina a brandire quella precondizione e cinicamente rifiuta (tipico indicatore di potentati) il criterio del male minore, costasse pure la catastrofe umanitaria siro-irachena, fotocopia del medesimo colossale errore compiuto dai medesimi potentati in Libia

27/09
2015

<intollerance>: I musulmani attaccano i cristiani anche nei campi profughi europei: secondo il pastore Gottfried Martens della Trinity Lutheran Church, «le persone fuggite a causa delle loro convinzioni religiose vivono nella paura anche nei campi profughi tedeschi». Analogo giudizio formula l'abate del monastero russo-ortodosso di San Giorgio e membro della commissione per l'integrazione presso la Cancelleria federale tedesca, padre Daniel (Irbits): «profughi cristiani provenienti dalla Siria, Eritrea e altri paesi sono esposti a umiliazioni, caccia all'uomo e molestie brutali nei campi per i rifugiati da parte di vicini musulmani. Questo riguarda anche la minoranza religiosa yazidi»

26/09
2015

<fattoq, stampa, agi, secXIX>: Smacco per Us in Siria: 500M$ per addestrare in Turchia 70 ribelli anti Assad che si arrendono subito ai jihadisti di Al Nusra consegnando loro armi e munizioni: anziché combatterli, hanno offerto ciò che avevano pur di poter fuggire. A confermare l’imbarazzante episodio è Patrick Ryder, portavoce del Comando Centrale delle truppe Usa a Tampa, Florida, secondo il quale è avvenuto fra il 21 e 22 settembre. [CzzC: davvero imbarazzante? Visto che non è la prima volta, potrebbe essere fondato il sospetto che dietro l’apparente imbarazzo ci sia un intenzionale trucco per continuare a foraggiare i terroristi dissimulando intenti e responsabilità]

24/09
2015

Dopo aver letto [infoconsapevole, tempi, beppegrillo, giornale], che stanno mandando un rappresentante dell’Arabia Saudita al vertice del Gruppo Consultivo di UNHRC (Commissione ONU per i diritti umani), ti inviterei a leggere ed eventualmente condividere e diffondere questo appello: «al vertice di UNHRC possano accedere solo rappresentanti di Paesi che hanno sottoscritto la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani»

23/09
2015

<stampa>: Usa, John Kerry: “Vogliamo distruggere l’Isis. La Russia non può continuare a sostenere Assad[CzzC: getta pure la maschera, il mondo più sano e libero ha capito che a certi massi sulla via della Pace inciuciati con i turco-wahhabiti preme distruggere Assad ben più che Isis, costasse ultimare la diaspora dei cristiani e scontrarsi con la Russia: meno male che questa c’è]

21/09
2015

<sole24h>: Siria, 28 caccia russi pronti a colpire l’Isis. Droni in volo. Netanyahu ha spiegato che Putin è impegnato «a rendere sicuro che le forze russe in Siria non partecipino ad azioni aggressive contro Israele» [CzzC: anche tra distanti si può cooperare contro massacratore del bene comune; volesse parimenti il masso Nobel!]

16/09
2015

<corriere>: Obama male informato su Isis: dissimulato lo scarso contrasto al califfato: da un articolo sul Daily Beast: 50 agenti dell’intelligence accusano il Centcom di aver alterato le analisi sulle attività in Iraq e in Siria allo scopo di dimostrare che tutto andava bene, come dire che non ci sarebbe bisogno di altro. [CzzC: e perché non ci sarebbe bisogno di altro, visto che Isis si allarga a massacrare inermi ed opere d’arte? Ad avviso di non pochi il motivo sarebbe di interesse sia dei militari occidentali sia dei turco-wahhabiti ... continua]

11/09
2015

Obama costringe greci e bulgari a vietare sorvolo aerei russi anti Isis: aerei che da giorni stanno portando mezzi e consiglieri militari in Siria per rafforzare l’esercito di Bashar Assad [CzzC: grazie masso Nobel pace, eppure ammettesti le tue responsabilità nella nascita di Isis: si capisce che per te e per i tuoi alleati wahhabiti è meglio Isis che Assad, ma per il bene dell’umanità NO: te l’ho anche scritto, pregandoti di cambiare questo cinico dannoso comportamento]

10/09
2015

<tempi>: Siria: «Dopo quattro anni l’Europa ci apre le sue porte, ma noi vorremmo restare in Siria»: L’arcivescovo di Aleppo, Denys Antoine Chahda: «Us e Ue devono agire in Siria, perché qui ci sono milioni di persone, di ogni religione, che hanno diritto di vivere» [CzzC: mosse di US e Fr perché han visto che si muove la Russia?]

09/09
2015

A Obama: stop ai tuoi regime change pro jihadismo: in risposta a questo appello di Mike Breen (lezioni che dovremmo imparare dai nostri errori, ad esempio dalla guerra in Iraq), ringrazio whitehouse che me l’ha mandato e rivolgo appello a Obama: «Dobbiamo applicare la lezione imparata»: cessa le tue ostilità contro Assad e usalo alleato contro Isis, emblema del male peggiore per la nostra libertà e per la nostra civiltà, purtroppo foraggiato dai tuoi alleati turco-wahhabiti, con vostra complicità ignara delle pur prevedibili conseguenze.

08/09
2015

<tempi>: Siria. Isis costringe i cristiani a firmare il “contratto di sottomissione”: vietato costruire chiese, farsi sentire da musulmani durante le preghiere, obbligo pagare una tassa di circa €200 e ... [CzzC: il terribile è che abbiamo laicisti in Europa che, tolti per ora i modi cruenti, non disdegnerebbero analoghi contratti di sottomissione contro i cattolici]

03/09
2015

<informare>: Reem Hassan ragazza siriana è caduta in battaglia contro i terroristi jihadisti: era laureata e presentatrice TV prima di iniziare l’immane lotta (contro gli 82 paesi che in tutto il mondo contribuiscono a foraggiare gli oltre 150.000 terroristi islamisti presenti in Siria), per difendere la sua Patria e la sua gente. La sua storia non importa ai buonisti e alle femministe docili alla cultura dominante docile al masso nobel pace capofila dei foraggiatori di cui sopra. Riposa in pace Reem, il sole sorgerà ancora e l'alba avrà anche il tuo sorriso. Non sei caduta invano.

03/09
2015

<avvenire>: "Fermate la guerra in Siria, per favore. Fermatela adesso e noi non verremo in Europa". Nel giorno in cui la foto del corpicino senza vita di un bimbo siriano ha sconvolto il mondo, è ancora una volta un ragazzino, con disarmante lucidità, a spiegare la soluzione per fermare l'esodo dei profughi in fuga verso l'Europa.

23/08
2015

<tempi> la tragica situazione di Aleppo raccontata da padre Ibrahim: drammatica carenza d’acqua, chiese distrutte,eppure carità a tutti, mentre i ribelli bombardano.

21/08
2015

<stampa>: l’islamismo da esportazione del Qatar: alleati Usa finanziano Isis. Il ministro tedesco Gerd Mueller: «i soldati del Califfo terrorista vengono pagati dal Qatar». Citando analisi americane, David Cohen ha aggiunto che «il Kuwait è l’epicentro del finanziamento dei gruppi terroristi in Siria» mentre il Qatar ne costituisce il retroterra grazie ad «un habitat permissivo che consente ai terroristi di alimentarsi». Sono tali elementi che hanno portato l’ultimo «Country Reports on Terrorism» del Dipartimento di Stato - relativo al 2013 - a definire il Qatar «ad alto rischio di terrorismo finanziario» ed il Kuwait teatro di «finanziamenti a gruppi estremisti in Siria».

13/08
2015

<tempi> efferatezze Isis raccontate da una bimba: Mike Enright, foreign fighter inglese di 51 anni da cinque mesi combatte contro il Califfato unito all’esercito curdo. Narra a Repubblica: sono ad Hassakè, la città siriana che il 3/8 è stata liberata dai jihadisti che l’avevano presa  nel 2012. «Lì ho trovato oltre a qualche anziano una bambina. Istintivamente le ho chiesto cosa stesse facendo in quell’inferno e lei ha risposto che era l’unica a essere sopravvissuta al massacro. È stata costretta a guardare mentre i miliziani dell’Is sgozzavano sua madre. Prima avevano tagliato la testa agli zii e gliel’avevano appoggiata sulla pancia». [CzzC: e tu Obama appoggeresti Erdogan che vuole bombardare i Curdi e vorresti bombardare Assad? Lo sai che Curdi e Assad sono praticamente gli unici che contrastano efficacemente Isis sul terreno?]

09/08
2015

<tempi>: «Cristiani, siamo venuti per uccidervi» gridava Isis. Videoreportage da Maloula, culla della cristianità siriana, città dove si parla un dialetto aramaico simile se non uguale a quello che parlavano Gesù e i primi discepoli

07/08
2015

<corriere>: Siria, Isis rapisce almeno 60 cristiani dopo la conquista di al Qaryatayn: Tra i sequestrati, alcuni prelevati da una chiesa, ci sarebbero 19 minorenni e 45 donne [CzzC: inerte l’occidente cristiano, anzi il masso Nobel Pace Obama vuole bombardare Assad come Erdogan vuole bombardare i Curdi: Assad e Curdi sono quasi gli unici che colà non diasporano i cristiani e contrastano sul terreno l’Isis. ... continua ...].

03/08
2015

<tempi>: così i cristiani di Aleppo resistono alle bombe con l’arma della fede: la comunione e la fedeltà dei pastori che non abbandonano il gregge. Sono i pilastri che permettono ai cristiani di Aleppo di essere lieti anche nelle privazioni e nella violenza della guerra a 400 metri dai ribelli che fanno piovere piogge di colpi di mortaio.

31/07
2015

<tempi>: Liberate padre Dall’Oglio, ma anche il popolo siriano: basta sanzioni. Plaudiamo all’appello per la liberazione sua e di quella dei due  vescovi rapiti il 22/04/2013 da ribelli islamisti (il diacono autista dei due vescovi fu trucidato sul posto, e nessuno lo cita); quando la Siria cadde nel vortice della guerra civile, Dall’Oglio scelse di schierarsi con l’opposizione armata e protestò per la timidezza dei paesi europei nel fornire armi alla ribellione. E’ evidente che le Primavere arabe, lasciate alla loro forza di inerzia, portano all’egemonia di gruppi islamisti e non al radicamento in terra araba dei valori della nostra  democrazia, mentre le alternative ai regimi autoritari del Vicino Oriente sono l’islamismo politico o il caos degli stati falliti. La fascinazione per le Primavere arabe prima e poi per la lotta armata contro i regimi locali sarebbero conseguenza della trasposizione dei miti del Sessantotto [CzzC: abilmente sfruttati da chi, fintando una presunta maggiore civiltà dei ribelli rispetto al dispotismo di Assad, forza l’ennesimo regime change disastroso per i diritti umani, funzionale all’imperialismo del petroldollaro].

18/07
2015

<tempi>: Reportage da Aleppo tra le macerie e le chiese sventrate dalle bombe dei ribelli: nell’aprile scorso, durante la settimana santa ortodossa, questa e altre zone a prevalenza cristiana della città sono state maciullate dagli obici dei ribelli.

18/07
2015

<avvenire>: Aleppo muore di sete, l'aiuto è in parrocchia; i gruppi armati che controllano le pompe idriche chiudono i rubinetti per fare pressione sulla città. Non si sa quali trattative stanno tentando di imporre al governo di Damasco, usando l'approvvigionamento idrico come strumento di ricatto. ... La città è molto vicina al confine con la Turchia e i ribelli non hanno problemi a ricevere appoggi logistici, armi e ogni tipo di aiuto da quella parte

15/06
2015

<tempi>: riportata sulla montagna di Maloula la statua della Madonna distrutta dai jihadisti nel 2013: Esultano gli abitanti: «Solo ora si può dire che Maloula è tornata alla normalità». La piccola città dove si parla ancora l’aramaico è stata liberata dai terroristi nel 2014.

30/05
2015

<ilfattoq>: Isis, chi lo finanzia? Americani e alleati, ammette un candidato repubblicano alla Casa Bianca per le presidenziali 2016, Rand Paul, senatore, libertario, non-intervenzionista, è sicuro che dietro l’ascesa dell’Isis ci sono gli americani, ... continua ...

25/05
2015

<avvenire>: Aleppo, bomba sulla cattedrale durante la Prima Comunione per i bambini della diocesi (arcivescovado siro-ortodosso): la Messa è stata interrotta ed i bambini con i fedeli sono stati trasferiti nel seminterrato del palazzo. Fortunatamente non ci sono state vittime, né feriti

21/05
2015

<avvenire>: Isis conquista Palmira: USA «molto preoccupati: ci saranno sfide difficili fino a quando le forze locali non saranno più forti» [CzzC: sfacciata ipocrisia: lamentano la debolezza delle forze locali i distruttori delle forze preesistenti, che (di Gheddafi come di Assad) erano ben più capaci di contrastare il terrorismo jihadista]

11/05
2015

<proterrasancta>: intervista a padre Pierbattista Pizzaballa: “La situazione umanitaria, in particolare ad Aleppo, è straziante. Mancano elettricità e acqua, la gente vive continuamente sotto i bombardamenti”.

08/05
2015

<tempi>: Siria. Inedita alleanza turco-saudita per finanziare l'”Esercito di conquista” dei terroristi anti-Assad, compresi quelli già finanziati dagli Stati Uniti e la milizia di Al-Qaeda.

16/04
2015

<agSir>: “Basta con la distruzione, basta essere un laboratorio per armi di una guerra devastante! Fermate gli strumenti di morte e la fornitura di munizioni. Siamo stanchi!”, dice ad Aleppo, padre Georges Abu Khazen, vicario apostolico dei latini di questa città martire della Siria, da oltre due anni sotto assedio da parte delle truppe del regime Assad e delle fazioni ribelli e adesso anche delle milizie islamiste del Califfato. La paura è che "accada quello che è successo a Idlib, nel nordovest della Siria. In una notte le milizie fondamentaliste hanno occupato tutta la città e scacciato oltre 140mila persone

08/04
2015

<tempi>: Siria. A Yarmuk i jihadisti «giocano a calcio con le teste mozzate dei palestinesi». Le terrificanti testimonianze degli abitanti riusciti a scappare dal campo profughi alle porte di Damasco. Dopo una settimana di assedio da parte dello Stato islamico e di Al Qaeda le vittime potrebbero essere più di mille.

31/03
2015

<avvenire>: «Non sparare, mi arrendo» Così reagisce davanti al teleobiettivo, scambiato per un'arma, la piccola Hudea, 4 anni, siriana, rifugiata con la madre nel campo di Atmen a 10km dal confine turco: il suo faccino impaurito ha fatto il giro dei social network da quando, la scorsa settimana, è stata twittata la foto scattata lo scorso dicembre da Osman Sagirli (un turco).

24/03
2015

<aleteia>: Ero uno schiavo cristiano dell'ISIS: un ex ostaggio siriano racconta le sue traversie e mette in guardia su un futuro sconfortante.

17/03
2015

<ilpost>: Obama ammette responsabilità Us su nascita Isis: «L’ISIS è una emanazione diretta di Al Qaida in Iraq che è stata generata dalla nostra invasione. È un esempio di conseguenza indesiderata ed è per questo che dovremmo in generale prendere bene la mira prima di sparare»..» [CzzC: la tua responsabilità sulla nascita di Isis è maggiore di quella che fece  sbagliare  Bush anti Saddam: addestrando miliziani contro Assad (pro e con wahhabiti e Turchia) concorresti tu con finanza ed armi alla nascita di un Isis così micidiale, caro Nobel.pace. Continua]

05/03
2015

<gariwo>: video intervista a Rana Zaitouneh che  ricorda la sorella Razan, avvocatessa siriana attivista dei diritti civili rapita nel 2013 vicino a Damasco da gruppi estremisti jihadisti, e insieme a Gariwo ne chiede la liberazione.

03/03
2015

<sargedgnareporter>: Padre Daniel Maes sulla Libia e Siria sbugiarda il giornalista belga Rudi Vranckx e molti altri giornalisti della stampa “mainstream”. Ci limitiamo a lui perché è il più noto “reporter” di guerra in Belgio”. Col pretesto di abbattere dittatori, combattenti fanatici sono reclutati da tutto il mondo per destabilizzare un paese come preda per gli interessi del vecchio dominio mondiale anglosassone.

27/02
2015

<radiovaticana>: Patriarca Younan: genocidio di cristiani in Siria, traditi da Paesi democratici... La Comunità internazionale - le Nazioni Unite, gli Stati Uniti, l’Unione Europea – purtroppo ci ha veramente tradito! Stanno solamente cercando i loro interessi economici nel petrolio. Sono alleati con sistemi di governo che sono fra i più integralisti del mondo, dove non ci sono libertà né religiose né civili e dove la donna non ha quasi nessun diritto. Ebbene, stanno dimenticando i loro principi di vera democrazia. [CzzC: danni da potentati]

26/02
2015

<avvenire>: l'Isis distrugge l'arte e le antichità conservate nel museo di Mosul risalenti all'impero assiro [CzzC: chi li ha foraggiati, tra cui gli Us, si cruccia forse più per lo scempio di opere d'arte che per quello dei cristiani: altri 200 rapiti ieri e almeno 15 uccisi in Siria; allarme dell’Arcivescovo]

20/01
2015

Trovo illuminante questa analisi de il Sussidiario dal Libano sulle prospettive in M.Oriente: cristiani inascoltati: Arabia Saudita e Qatar hanno alimentato prima il mostro di Al Qaeda e poi quello dei takfiri e dello Stato islamico che ora sono autonomi. Non abbiamo ascoltato quello che ci hanno detto i cristiani di Siria: già nel 2011 spiegavano che l'opposizione era pericolosa per il bene comune e che Assad, tiranno spregevole, era il male minore ... Continua

04/01
2015

<telegraph.uk>: In Siria gli insorti irrompono nelle chiese e le bruciano: anche se sul web essi si fotografano protettori di chiese antiche, una visita alla città siriana di Kessab racconta una storia diversa (video).

27/12
2014

<sentire>: Turchi sparano su profughi che scappano da Isis: Amnesty International ha registrato almeno 17 persone uccise dalle guardie di frontiera turche mentre cercavano di attraversare valichi di frontiera non ufficiali; molte altre persone sono state picchiate e respinte verso la guerra. [CzzC: commento]

15/12
2014

<tracce>: Aleppo: «L'addio alla mia storia» Hanno dovuto lasciare la casa, il quartiere, i vicini. Antonia e la sua famiglia, nel campo dove si sono rifugiati, festeggeranno il Natale. Perché «al di là di tutto, la vita rinasce».

25/11
2014

<tempi>: « l’Occidente deve smettere di armare i terroristi», dichiara al Telegraph padre Elias Hanout che non si riferisce all’Isis quando parla di “terroristi”, bensì ai ribelli che si sono uniti ad Al Nusra pronti ad attaccare.

23/11
2014

<tempi> Intervista ad Ahmad Badreddine Hassoun, Gran Mufti di Siria «Occidente, non tradire il mio popolo». Tre anni fa un figlio di Hassoun è stato assassinato per punire il padre additato filogovernativo, ma il Gran Muftì non ha invocato vendetta, anzi : «Ho perdonato chi ha ucciso mio figlio con un’unica condizione: che si impegnassero a deporre le armi e a fermare le uccisioni. Tanti emiri mi hanno invitato a lasciare il paese e mi hanno offerto ospitalità nei loro grandi palazzi ... mi accusano di partigianeria perché non ho lasciato la Siria ma per chi non lo sa io sono stato cacciato sei volte fra il 1970 e il 2000 perché nei miei sermoni criticavo il governo, e nonostante le vessazioni che da questo mi sono derivate non ho lasciato il paese. I religiosi non devono fare parte di nessun partito politico». [CzzC: mi inchino alla grandezza di questa statura umana; è anche per queste testimonianze che dobbiamo coltivare speranza e dare fiducia ai buoni musulmani]

24/09
2014

E’ anche per brandire la superiorità della sua decisione di bombardare la Siria, frenata un anno fa dalla opposizione della Russia e di Papa Francesco, che ora l’Obama Nobel Pace bombarda il suolo siriano senza chiedere il permesso al filo sciita Assad ed avvalendosi di quegli stessi sunniti (Arabia ed emirati) che foraggiarono con petroldollari ed armi targate US i jihadisti anti Damasco. Credi che i creatori del micidiale giocattolo jihadista vogliano davvero distruggerlo? E’ più probabile che

- intendano dissuadere i disubbidienti, sopprimendo qualche capo Isis che, sfuggito di mano ai foraggiatori, li minacciò;

- lascino il giocattolo funzionante per eliminare cristiani e sciiti, troppo credibili critici del Wahhabismo che consente a pochi nababbi di sottomettere milioni di sudditi (islam=sottomissione), benchmark per altri nababbi che trovano meno facile soggezione nei paesi che hanno imparato dal cristianesimo libertà e dignità di ogni persona umana.

Confidiamo che i governanti US-UK cessino di farsi chiudere gli occhi sui diritti umani da fondi sovrani che gli acquistano armi e prodotti finanziari; cessino di sanzionare una Russia, ben più rispettosa dei diritti umani, che in Ucraina difende il diritto all’autodeterminazione dei russofoni.

11/09
2014

<fattoq>: un bel documentario illustra la resistenza delle donne curde siriane al terrorismo islamista. Appartengono all’Ypg, che mira all’autonomia del Kurdistan siriano sia da Assad sia dai tagliagole dell’Isis e simili, come ad esempio Al Nusra.

30/08
2014

<peacelink>: E’ concreto il rischio che i novelli Frankenstein Nato/Golfo riuniti nel gruppo degli “Amici della Siria (ora “Gruppo di Londra”; la loro breve ma perversa storia è raccontata qui) approfittino della mostruosa creatura uscita dalle loro guerre aperte o occulte, l’ormai famigerato Stato islamico (Isis) per passare da un intervento per procura a un “intervento umanitario” , occupando così la Siria e realizzando, finalmente, il loro tanto agognato regime change al quale hanno già dedicato tre anni costati al popolo siriano infiniti lutti. Tre anni costellati da bombardamenti effettuati da Israele e Turchia, dall’infiltrazione di uomini armati, da aiuti ai gruppi armati “dell’opposizione” operanti in Siria.

25/08
2014

Non c’è solo il male di Jihad-Isis, c’è anche il bene speranza pro futuro: lo testimonia Padre Pizzaballa dal Meeting: ho visto personalmente cristiani e musulmani in fila in chiesa per avere l’acqua e cristiani portare acqua ai vicini musulmani e viceversa. Nel nostro convento del Terra Sancta College di Aleppo non c’è generatore, ma il vicino musulmano ne ha uno. Gli altri vicini, tutti musulmani, fanno la colletta per il gasolio, il vicino mantiene il generatore e i frati attingono l’acqua per il quartiere. I Gesuiti, con il loro Jesuit Relief Service hanno preso in uso una struttura delle Suore francescane di Aleppo e hanno organizzato una cucina per interi quartieri della città. Più di 10mila pasti partono ogni giorno da quel convento per tutti. I viveri giungono da organizzazioni islamiche, le suore si preoccupano, come sanno fare loro, dell’organizzazione, e volontari, cristiani e musulmani, trasportano quotidianamente il cibo ai bisognosi.

22/08
2014

<Sentire> e di Siria non si parla più? E’ inghiottita da Iraq e Gaza, ma in  Siria si continua a morire: sono oltre 191mila le persone uccise in tre anni di conflitto in Siria. Lo rivela un rapporto delle Nazioni Unite reso noto oggi a Ginevra. "Senza dubbio di una sottovalutazione del numero reale", afferma l'Onu. [CzzC: sempre grazie anche a voi, cari US-UK collusi con i wahhabiti che avrebbero fatto alla Russia l’indecente offerta di comprarle l’abbandono di Assad, insinuando possibili attacchi di terroristi ceceni alle Olimpiadi invernali di Sochi in mancanza di un accordo].

28/07
2014

Compassione per le centinaia di morti a Gaza, ma perché dimentichiamo le migliaia di Siria? Jeffrey Goldberg (giornalista del The Atlantic/US) denuncia il silenzio dei principali giornali sui ben più gravi massacri in Siria, dove siamo ormai a più di 170.000 vittime (solo 700 nello scorso week-end).

17/06
2014

Il Papa lancia sul web un tweet per la Siria e dal silenzio di un monastero lo raccoglie una suora trappista. In Siria, in Iraq, in Libia, l'occidente è intervenuto appoggiando 'rivoluzioni' innescate da gruppi settari che non si sarebbero mai mossi senza il loro sicuro appoggio militare, politico e finanziario. Dove sono avvenute, in Libia, in Iraq ed in Siria, queste rivoluzioni non hanno portato maggior benessere ma al contrario, hanno portato divisione ed odio facendo sprofondare la società civile nel caos e nell'anarchia. [CzzC: vedi danni da potenti labari]

27/05
2014

Siria: Crocifissioni, decapitazioni, omicidi: il Times pubblica la lettera di un generale della Free Syrian Army: vengono dall’Europa due terzi dei militanti dello Stato islamico dell’Iraq e del Levante, i peggiori sono inglesi (e belgi?).

21/05
2014

Per favore, aiutateci! Paura della morte, perdita di lavoro e casa, rifornimenti bloccati, luce e acqua tagliati, terrore dei bambini che gridano ad ogni scoppio, angoscia sui volti dei genitori, non riuscire più a dormire ...

02/05
2014

Papa: "ho pianto" per i cristiani crocifissi in Siria: "Anche oggi c'è questa gente che, in nome di Dio, uccide, perseguita" e "in alcuni Paesi, soltanto per portare il Vangelo, vai in carcere". (+Tempi, Repubblica, Sussidiario, e altre fonti)

15/04
2014

<santegidio>: Cristiani uccisi e dimenticati: Padre Frans e i cristiani del Sud uccisi (nel silenzio) in prima linea: dalla Siria all’Iraq all’India, vittime anonime di una guerra globale.

07/04
2014

Ucciso p. Frans Van del Lugt, sfamava cristiani e musulmani: è stato rapito da uomini armati che lo hanno picchiato e poi giustiziato davanti alla residenza gesuita a Homs, rifugio per molte persone; aveva lanciato appello due mesi fa.

26/02
2014

una foto significativa della crisi umanitaria in Siria

19/01
2014

Ho firmato la petizione "Pace e libertà di culto per i cristiani in Siria" indirizzata a  Christian Coalition for Syria: la minoranza cristiana è stata il principale bersaglio delle fazioni in lotta, subendo distruzioni, uccisioni, intimidazioni, conversioni forzate; come accaduto spesso anche altrove, le Nazioni Unite e le potenze occidentali si impegnano in negoziati con il regime e con i ribelli islamisti, senza prendere in considerazione la voce di milioni di cristiani del Paese martoriato. Il Syriac National Council of Syria si sta adoperando per far ammettere una delegazione di cristiani siriani ai tavoli dei negoziati di Ginevra, onde garantire uguali diritti a tutti.

09/01
2014

Patriarca di Antiochia: La Siria nel cuore del mondo, crisi angosciante; il Santo Padre ha lanciato il suo unico, impressionante, fortissimo appello al mondo, ha pregato e digiunato ed ha così placato la tempesta, un cambiamento meraviglioso è accaduto; ma pregate e portare insieme a noi la croce della Siria, aiutate la Siria a tornare sulla via del gioioso mattino della resurrezione!

29/12
2013

<vietatoparlare; LaStampa>: Suor Dogan ad un Meeting internazionale per i diritti umani a Vienna,  riporta la confessione diretta di centinaia di donne violentate, torturate,  mutilate in Siria. E un  killer jahdista rivela:  “Il sangue dei cristiani uccisi è venduto in Arabia Saudita”. Bisogna essere prudenti ad accreditare fatti non adeguatamente verificati, ma le notizie dei massacri e delle brutalità subite dai cristiani, bastano da sole a provare la deriva jahdista della rivolta in Siria.

09/12
2013

Siria: fonte Fbi, Usa e Nato addestrano milizie contro Assad da maggio presso Hakkari, nel sud est della Turchia, vicino al confine siriano. Ciò ha svelato un'ex impiegata dell'Fbi, Sibel Edmonds, citando fonti turche e statunitensi.

03/12
2013

Rapite da uomini armati le monache del Monastero greco-ortodosso di Santa Tecla a Maalula (il villaggio dove si parla ancora la lingua di Gesù): appello del Papa. [CzzC: qui foto di alcune chiese di Maalula]

28/11
2013

Saadeh (architetto e deputata cristiana che andrà dal Papa): i jihadisti vogliono distruggerci tutti: se ci potrà essere una conferenza di Ginevra II, dovrà considerare tutti e tre i piani della crisi: livello interno, livello dei fomentatori esterni che sostengono i jihadisti, livello strategico internazionale con le superpotenze e l’equilibrio mediorientale.

31/10
2013

Quello avvenuto nella cittadina cristiana di Sadad è il più grave massacro di cristiani avvenuto in Siria da due anni e mezzo”, dichiarato l’Arcivescovo Metropolita siro-ortodosso di Homs: 45 civili innocenti martirizzati, decine di feriti, centinaia di terrorizzati, 1.500 famiglie tenute come ostaggi e scudi umani, 2.500 famiglie fuggite portando con sé solo gli abiti che indossavano.

04/10

2013

Smascherato il mito buono dell’"Esercito siriano libero": mentre anche interessati illuminati nostrani propagandano i gruppi militanti come dei "moderati laici" desiderosi di "libertà e democrazia", questi ora dichiarano apertamente la loro ideologia fondamentalista salafita-jihadista, che ha l'obiettivo finale di creare uno Stato siriano governato dalla legge islamica; Alloush, come la maggior parte dei capi ribelli, è un fondamentalista salafita, che guarda le minoranze della Siria come kafir (infedeli) che devono sottomettersi alla sua interpretazione salafita dell'Islam o venire eliminati. [CzzC: e se questo fosse stato l’obiettivo dei donatori di Arabia Saudita, Qatar e alleati interessati ai loro petroldollari?]

24/09
2013

<terrasanta>: la galassia dei ribelli siriani si richiama all’integralismo islamista sunnita: i 100k combattenti anti-Assad sono divisi in tre gruppi principali: il Fronte islamico siriano (Fis), l’Esercito siriano libero (Esl) e il Fronte islamico siriano di liberazione (Fisl). Collegata ai tre principali gruppi ribelli c'è poi una costellazione di milizie islamiche: Brigate Farouq; Fronte al Nusra aiutato da Al Qaeda; Movimento islamico Ahrar al Sham collegata al Fis è probabilmente la più numerosa fazione salafita siriana; Brigate dei martiri della Siria legate all’Arabia Saudita come la Brigata dell’Islam; Brigata Tawhid; Brigate Suqour al Sham; poi ci sono i curdi

14/09

2013

Ad Aleppo ilo 31/08 scorso i ribelli hanno decapitato senza pietà un giovane in piazza mentre la folla esultava. Terribili foto sono state pubblicate dal Time; segreto il nome del fotografo, conclusioni molto simili a quelle espresse anche dal giornalista italiano rapito e liberato Domenico Quirico.

13/09

2013

Il villaggio cristiano di Maloula è devastato dai ribelli integralisti islamici che intimano di convertirsi all’islam, pena la decapitazione: Mikhael Taalab, suo cugino Antoun Taalab e Sarkis el Zakhm, nipote di Mikhael non accettano e Sarkis risponde: «Sono cristiano e se volete uccidermi perché sono cristiano, fatelo». Viene subito ucciso insieme agli altri due. Questa sarebbe la civiltà che prospererebbe grazie all’intervento militare del masso Nobel pace?

11/09

2013

Ricevo news dalla Casa Bianca e così rispondo: «Presidente, con riferimento a “furono uccisi da armi chimiche impiegate dal governo di Assad”, ti chiedo se sei sicuro che i nemici di Assad non abbiano usato armi chimiche uccidendo centinaia di bambini. Ti prego di proteggere gli innocenti ricorrendo a soluzioni politiche, non aumentando la guerra, tu che sei premio Nobel per la pace».

08/09

2013

La Cnn pubblica sul suo sito 13 video della strage col sarin, precisando di non aver verificato chi siano stati gli autori degli attacchi; aiuterebbero a convincere il congresso a votare a favore dell’attacco bellico chiesto del Nobel pace Obama.

07/09

2013

NO intervenire militarmente nel conflitto oggi, pur se per punire chi ha compiuto crimini contro l’umanità, perché servirebbe soltanto a favorire chi vuole che il conflitto si allarghi. In US il cardinal Dolan /NY abbraccia l’appello di pace del Papa, ma certi big cattolici (John Kerry, Nancy Pelosi, John Boenher,) sono pro tesi bellicose del premio Nobel pace Obama.

06/09

2013

Siria, ribelli conquistano Maloula e saccheggiano monasteri: «Ci vendicheremo sui cristiani, abbiamo conquistato la città dei crociati». Video. Il “dialetto siriaco di Maloula”, unico al mondo, è lo stesso dialetto aramaico che parlavano Gesù e i primi cristiani. I suoi abitanti hanno scritto una drammatica lettera ai membri del congresso Usa («I terroristi esigono che ci convertiamo all’islam»).

05/09
2013

<coscienzainrete et>: menzogne occidentali per criminalizzare Assad e giustificare intervento del masso Nobel Pace: la BBC e John Kerry avrebbero usato questa foto per dimostrare un massacro compiuto in Siria da Assad, ma il fotografo napoletano Marco Di Lauro riconosce quella foto: l’avrebbe scattata in Iraq nel 2003.

01/08

2013

Papa Francesco: Preghiera e digiuno il 7 settembre per la pace in Siria. "Alzo la voce, porto il grido della pace, mai più la guerra, l'unica strada per la pace è il dialogo, perché violenza chiama violenza". [CzzC: forse non basterebbe la dissuasione della forza fisica della Russia per impedire l’escalation missilistica invocata contro Damasco al Barak Nobel Pace, se non crescesse una larga dissuasione morale attorno alla giornata di preghiera invocata da Papa Francesco in dissenso con progetti guerrafondai collusi con l’espansionismo sunnita foraggiatore del jihadismo sterminatore di cristiani. Se volessimo aiutare chi soccorre i profughi dell’emergenza Siria, qui una delle tante forme]

31/08

2013

Gli USA si ergono paladini della punizione di chi usasse armi chimiche. A parte il fatto che non è dimostrato che siano insospettabili gasatori i ribelli siriani, macchiatisi di efferati delitti contro innocenti non sunniti, a parte il fatto che gli USA hanno già scatenato una guerra sbagliata col pretesto delle armi chimiche, leggi qui che uso di armi chimiche abbiano fatto fare gli USA da quelle parti. C’è l’Arabia saudita molto interessata a spingere gli USA ad attaccare la Siria: la maggioranza del popolo USA è contro, ma il nobel per la pace Obama spera che la maggioranza del congresso gli permetta la guerra.

30/08

2013

Lettera delle quattro suore trappiste in Siria: Domani hanno deciso di bombardarci perché “è ora di fare qualcosa”, si legge nelle dichiarazioni degli uomini importanti; «Si attende solo una parola di Obama»! Il premio Nobel per la pace, farà cadere su di noi la sua sentenza di guerra? Cercano di uccidere la speranza, ma noi a questo dobbiamo resistere con tutte le nostre forze. A chi ha un vero amore per la Siria (per l’uomo, per la verità …) chiediamo tanta preghiera … tanta, accorata, coraggiosa

29/08

2013

Ho firmato l’appello «Si fermi il rumore delle armi» contro l'intervento militare in Siria: il testo firmato sarà inviato ai parlamentari italiani e al ministro degli Esteri Emma Bonino.

21/08
2013

Strage con gas sarin a Ghouta: false flag criminale? Apprendiamo successivamente (ad es da  qui et et et) che le uniche piccole vittime identificate provenivano dai villaggi Alawiti vicino a Latakia dove erano stati rapiti dai Jihadisti. Analogo false flag criminale sarebbe stato reiterato nel villaggio di Khan Sheikhoun nel 2017.04

29/07

2013

lecito stuprare qualunque donna siriana non sunnita” decretava lo sceicco Yasir al-Ajlawni attraverso una fatwa (Adnkronos 04/04/2013): “catturare e violentare donne alawite o cristiane non sarebbe contrario ai precetti dell’Islam”. [CzzC: e così abbiamo tra l’altro 13 donne donne cristiane violentate e sgozzate da islamisti; oppure la quindicenne Miriam pluriviolentata fino all’impazzimento e poi soppressa (07/07), grazie a certi maestri di odio.] Il Papa a muslim per la fine del Ramadam: “promuoviamo il mutuo rispetto attraverso l’EDUCAZIONE”. [CzzC: commento il testo del Papa. Con l’occasione ricordo la campagna #10forSyria a sostegno delle popolazioni in fuga dalla guerra; #10forSyria è promossa anche da The Sun importante gruppo rock che ricordo nella pagina delle conversioni al Cattolicesimo. Ho offerto del mio lavoro allo scopo.]

18/06
2013

<limes>: Perché Obama ha deciso di armare i ribelli in Siria: la Casa Bianca assisterà anche militarmente l’opposizione siriana. Per di bilanciare le recenti vittorie delle truppe di Assad? Per non passare come il presidente che non è intervenuto?

08/05

2013

«Non si possono appurare le responsabilità» [CzzC: bella scusa per l’alibi dei potenti sedicenti paladini dei diritti umani, molti dei quali, assisi in eburnee torri, arzigogolano per sostenere tradizionalmente il diritto di ricchi petrolieri a sposare bambine, anche più d’una, e si scaldano per sostenere antitradizionalmente il dovere di dare cuccioli d’uomo in adozione a coppie LGBT]: paralisi della comunità internazionale davanti alla tragedia del Paese di Assad. Dopo due anni e settantamila vittime, la strada per «conoscere» i fatti resta lontana.

31/12
2012

La misura della moralità dell'establishment francese è sintetizzata dal suo ex ministro degli esteri Laurent Fabius. Nel 2012 disse pubblicamente che il gruppo terrorista Jabhat al Nusra (ramo siriano di Al Qaida), responsabile di innumerevoli ed efferati crimini in Siria, "sta facendo un buon lavoro".

11/09

2012

Il Papa in Libano potrà ascoltare dalla viva voce dei vescovi i rapporti reali sulla situazione dei cristiani in Siria, molto più drammatica di quanto non appaia sui media. Un vescovo afferma che la provincia di Homs è stata vuotata dai cristiani dai mujaheddin dell’esercito libero, come era accaduto nella montagna libanese durante la guerra civile: metà di loro sono rifugiati nella valle di Nassara “la valle dei cristiani”, e l’altra in Libano. Ma quello che appare più preoccupante è che chiese e monasteri sono stati sistematicamente distrutti, per impedire un eventuale ritorno.

10/09

2012

Brigate partigiane autoctone contrarie ad Al Qaeda attaccano gruppi più fondamentalisti ed uccidono Abu Mohammad Al Absi, leader trentenne di oltre 180 volontari stranieri di Al Qaeda.

17/07

2012

I Cristiani siriani da che parte stanno? Aiutano le vittime, aprono loro le chiese, anche ai ribelli, di cui hanno sostenuto le proteste. Si prospetta una guerra civile che farebbe sparire i Cristiani.

15/06

2012

Più di 14k morti in 15 mesi. Amnesty: «Crimini contro l'umanità». «Mai vista tanta brutalità. I bimbi torturati e messi sui carri armati come scudi umani». 31 mila i profughi, le ong: «Stupri sistemateci dei detenuti»

15/02

2012

Appello dal Custode di Terrasanta per l'emergenza Siria

12/02

2012

Appello del Papa all'Angelus: privilegiare la via del dialogo ... rispondere alle legittime aspirazioni delle diverse componenti della Nazione ... preoccupati del bene comune dell’intera società e della Regione.

08/02
2012

Mohamed Nour Dachan (Ucoii) appoggia senza se e senza ma l'Esercito Siriano Libero contro Assad: da <ildialogo> leggiamo che dice «abbiamo avuto precedentemente un incontro con il ministro Frattini e successivamente con il Ministro Terzi: le nostre prime richieste erano di appoggiare la rivolta siriana con tutti i mezzi possibili»

30/12
2011

La Siria è molto peggio della Libia, ci sono già seimila morti. Le sanzioni sono inutili e i ribelli confusi. L’occidente non sa che fare.

09/02
2011

Siria, un monastero in terra islamica. Il sangue dei martiri porta frutto. Sono in 7, come erano 7 i monaci uccisi nel 1996 a Tibhirine (Algeria). Dal marzo 2005 un piccolo gruppo di sorelle, provenienti dal Monastero di Valserena, si è stabilito ad Aleppo, in Siria, per inserirsi nel paese e dare inizio ad una nuova Comunità monastica. [CzzC: sostenere la presenza delle comunità cristiane nel mondo ...]