CONSIGLIO D’EUROPA, Corte Europea dei diritti dell’uomo (CEDU), CONVENZIONE europea dei diritti dell'uomo

La Corte europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo è l'essenziale espressione e funzione del Consiglio d'Europa, che è un'organizzazione internazionale fondata nel 1949 comprendente 47 stati ed è completamente indipendente dall'Unione Europea.

<pdf> testo della convenzione europea dei diritti dell'uomo; è diversa dalla carta fondamentale dei diritti dell'unione europea <pdf>: vedi diritti umani per maggiore discernimento.

<wikipedia>: il Consiglio d'Europa è un'organizzazione internazionale comprendente 47 stati (compresi Svizzera (1963), Russia (1996), Moldavia, Albania, Turchia, Armenia e Azerbaigian (2001), Serbia (2003), Montenegro (2007) ... con Giappone, Us, Canada, Israele e Marocco osservatori in Assemblea e/o commissione), da non confondersi con

- il Consiglio dell'Unione europea o Consiglio dei Ministri UE con presidenza semestrale a rotazione

- né con il Consiglio europeo che comprende un rappresentante per ogni stato UE che si riunisce periodicamente per esaminare problematiche del processo di integrazione europea.

Per maggiore discernimento tra convenzione europea dei diritti dell'uomo (pdf e mia copia), e CDFUE carta dei diritti fondamentali dell'unione europea <pdf> vedi questa pagina sui diritti umani. Non confondere le suddette due giurisdizioni: la Corte di giustizia dell'Unione europea (CGUE) (Lussemburgo), che è organo UE, potrebbe emettere sentenze in contraddizione con la CEDU: uno stato UE ha 3 riferimenti giudiziari: la sua costituzione, la CEDU e la CGUE.

Comitati del Consiglio d’Europa

Comitato direttivo per i diritti dell’uomo (CDDH) con sottocommissioni per la riforma della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo (DH-SYSC), questioni di bioetica (DH-BIO), persone con disabilità (CS-RPD), i Rom (CAHROM), tortura (CPT), razzismo e intolleranza (ECRI), minoranze nazionali (FCNM), tratta degli esseri umani (GRETA), gruppi per l’adozione di tre rilevanti Protocolli Addizionali alla Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo: il Protocollo n. 12 che vieta qualsiasi forma di discriminazione, il Protocollo n. 13 di abolizione della pena di morte in ogni circostanza ed il Protocollo n. 14 che ha emendato il sistema di controllo della Convenzione

- il Comitato europeo dei diritti sociali (CEDS) ha il compito di verificare la conformità del diritto e della prassi degli Stati firmatari con la Carta Sociale Europea (1965, emendata nel 1996) anche accogliendo ricorsi collettivi ad esempio di organizzazioni sindacali, ONG, ...-

- il MONEYVAL, comitato di esperti sulla valutazione delle misure di lotta contro il riciclaggio.

La Corte Europea CEDU è composta da 47 giudici; la corretta esecuzione delle sentenze non è compito della Corte ma del Comitato esecutivo del Consiglio d’Europa composto dai ministri degli esteri o diplomatici loro sostituti. Numerosi gli interventi della Corte sulla durata dei processi in Italia. Casi particolari: Bondavalli padre accusato con la complicità degli assistenti sociali.

<europa google> .attuali presidenti delle istituzioni europee e loro funzioni

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 12/05/2021; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: dei diritti umani considero fondamento la nostra dichiarazione universale e gli Art.18,19,26.3

 

2021.05.11 <ansa> decennale della Convenzione di Istanbul, Amnesty: "La Turchia è stata la prima ad approvarla e ora a ritirarsi". proteste contro Erdogan. <fq> approvata dal Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa il 7 aprile 2011 e sottoscritta da un primo gruppo di Stati l’11 maggio 2011 a Istanbul, la convenzione dichiara che la violenza di genere è strutturale e ha radici storiche fondate sull’ineguaglianza tra uomini e donne. <europarl> Sebbene l'UE abbia firmato la Convenzione il 13 giugno 2017, sette Stati membri non l'hanno ancora ratificata: Bulgaria, Repubblica ceca, Ungheria, Lituania, Lettonia, Slovacchia, Regno Unito.

 

↑2021.01.17 un amic.fb <posta la foto> di Ebru Timtik avvocata per i diritti umani che lo scorso agosto morì al 238esimo di uno sciopero della fame di fronte a un potere che voleva tapparle la bocca. Occorre ricordarla, occorre non restare zitti! [CzzC: condivido! Ma mi rattrista l'inerzia di quell'Europa dove vuole entrare quell'Erdogan  che allo scopo ora prospetta di fare meno il cattivo fa subdorare ai politici europei gli affaroni che si svilupperebbero con oltre 80 milioni di Turchi (sarebbe il Paese più popoloso dell'unione europea): vedrai che la dea pecunia ci farà dimenticare in fretta non solo la già dimenticata Ebru Timtik, ma anche lo scontro con le navi greche, l'intervento armato in Libia, l'invasione della Siria, i droni micidiali contro gli indipendentisti cristiani del Nagorno Karabakh, e perfino gli sberleffi che il sultano ha indirizzato a Macron per le vignette di Charlie Hebdo.

Erdogan ha già saggiato quanto gli Europei siano volubili sui diritti umani e sensibili alla pecunia: mica abbiamo cacciato Turchi e Azeri dalla CEDU (Corte europea per i diritti dell'uomo) dove siedono tranquilli: non li abbiamo nemmeno sanzionati, nemmeno redarguiti per le suddette malefatte. Quella stessa corte CEDU che nel 2018 dichiarò giusta la condanna alla signora Elisabeth Sabaditsch-Wolff perché aveva affermato dieci anni prima che il profeta Maometto ”era un pedofilo” perché aveva sposato una bambina. Quella stessa corte che invece dichiarò sbagliata la condanna russa delle "Pussy Riot che avevano inscenato una esibizione blasfema ‘nella cattedrale di Cristo Salvatore di Mosca nel 2012. Sensibilità e insensibilità CEDU quantomeno strabiche, no?]

 

↑2020.12.24 <hp> Il "me ne frego" di Erdogan alla Corte dei diritti dell'uomo su Demirtas. Erdoğan ha respinto la sentenza definitiva della Corte europea dei diritti dell’uomo (Cedu) con la quale si chiedeva l’immediata liberazione del leader curdo Selahattin Demirtaş, sostenendo che “la sentenza non è vincolante per Ankara”.

 

2020.12.16 <corriere, tempi fr24 bbc google>: Azeri sgozzano anziani armeni nella zona del Nagorno Karabakh, il 69enne Genadi Petrosyan, l'82enne Yuri Asryan. <theGuardcian10Dic gagrule> Le organizzazioni per i diritti umani hanno lanciato l'allarme dopo l'emergere di video di torture, decapitazioni e altri abusi, in gran parte condivisi sui social network, dalla recente guerra tra Azerbaijan e Armenia nel Nagorno-Karabakh. [CzzC: ci chiediamo cosa aspettino gli stati Europei a reagire coralmente, abbandonando il silenzio complice, quantomeno stante la presenza dell'Azerbaijan nella Corte Europea dei diritti dell’uomo (CEDU), altrimenti ipocrita. Appresi dei suddetti crimini di guerra da questo raccapricciante post su fb].

 

2020.05.gg <wikipedia> la Corte europea dei diritti dell'uomo ha condannato l'Azerbaijian per la gestione dell'estradizione di Ramil Safarov, che era stato condannato all'ergastolo in Ungheria perché il 19/02/2004 aveva ucciso a colpi d'ascia nel sonno il militare armeno Gurgen Margaryan. Nel 2012.08 l'Ungheria aveva concesso l'estradizione all'Azerbaigian a patto che espiasse la condanna in patria. Ma il 31 agosto 2012, appena sceso dalla scaletta dell'aereo in Azerbaigian, Safarov fu accolto come un eroe nazionale, graziato dal presidente Ilham Aliyev, promosso e ricompensato con otto anni di stipendio arretrati. Mattarella nel 2018 ha conferito ad Aliyev l'"Ordine della Gran Croce d'Italia". [CzzC: pecunia non olet]

 

2020.02.26 <osservdiritti> Azerbaijan: gli osservatori (Osce e Consiglio d'Europa) denunciano «brogli» alle ultime elezioni del 9 febbraio: una mancanza di trasparenza, al punto da minare la credibilità del regime del presidente Ilham Aliyev [CzzC: menzogna ed inganno di serie kitman? E pensare che l'Azerbaijan fa parte della CEDU che ci vuol dare all'Italia lezioni di etica e diritti umani]

 

2020.02.23 <tempi sakerit>  nella Corte europea dei diritti umani (CEDU) almeno 22 dei 100 giudici permanenti che hanno giudicato i casi presentati alla Cedu fra il 2009 e il 2019 sono ex responsabili o ex collaboratori di sette Ong molto attive nel presentare ricorsi alla stessa Corte: tra queste Open Society (fondata da G. Soros), Human Rights Watch, Amnesty International. L’Open Society, oltre a contare il maggior numero di giudici ad essa legati che siedono alla Cedu, si distingue anche per il fatto che è fonte di finanziamenti per tutte e sei le altre Ong citate nel rapporto.

 

2020.02.22 <avvenire> «Migranti, l'Italia sospenda gli accordi coi guardiacoste libici» scrive con lettera da Strasburgo Dunja Mijatovic, commissaria per i diritti umani del Consiglio d'Europa, al ministro degli Esteri Luigi Di Maio.

 

↑2018.11.13 <controinfo> logica distorta della Corte europea dei diritti dell’uomo (CEDU): puoi insultare la religione cristiana ma non quella musulmana. Il 25 ottobre, la Corte europea dei diritti dell’uomo si è pronunciata a favore dell’Austria aveva processato la signora Elisabeth Sabaditsch-Wolff, per aver affermato nel 2008 <magdi> che il profeta Maometto ”era un pedofilo” perché aveva sposato una bambina. La S aveva fatto ricorso alla CEDU; questa il 25Ott ha deliberato contro di lei e in favore dell’Austria, che l’aveva condannata per incitamento all’odio religioso.

Il 17 luglio, la stessa CEDU, al contrario, aveva deliberato in favore degli elementi russi dall’ormai famosa band “Pussy Riot”, e contro lo stato russo, che li aveva condannati per aver incitato all’odio religioso inscenando una esibizione di una sorta di “punk” preghiera blasfema ‘nella cattedrale di Cristo Salvatore di Mosca nel 2012.

 

↑2018.01.31 newsletter gennaio: Forza del diritto o cinico diritto della forza? A mio avviso, fu un errore tattico la  multa comminata dalla Lituania per l’abuso pubblicitario profanatorio delle immagini di Gesù e Maria, multa condannata dalla Corte di Strasburgo, ma, cari Lituani, ... continua.

 

↑2017.10.20 «Garantire i diritti umani: le sfide della Corte Europea»: <CrTR VT YT> al Teatro Zandonai di Rovereto il giornalista Paolo Del Debbio intervista Guido Raimondi, Presidente della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo: [CzzC: convenzione europea dei diritti dell'uomo, con miei appunti]

 

↑2016.04.14 <ansa>: Consiglio d’Europa accusa Turchia: diritti umani calpestati [CzzC: che si fa perché Erdogan non li calpesti? Gli diamo più soldi?

 

↑2016.03.15 <avvenire> Utero in affitto, no (16/15) del Consiglio d'Europa alla proposta di regolamentazione della senatrice belga Petra De Sutter, che sperava di far votare il testo possibilista. La Boldrini prima delle elezioni2018 «bisogna regolarlo»

 

↑2016.04.11 <repubblica>: accogliendo ricorso Cgil il Comitato europeo dei diritti sociali (CEDS) del Consiglio d’Europa bacchetta ‘Italia perché discriminerebbe i medici non obiettori, onde sarebbe complicato l'accesso ai servizi di IVG da parte delle donne che vogliono abortire oppure sarebbero dissuase dal farlo. [CzzC: e se il ricorso Cgil-lino fosse finalizzato a contrastare il diritto all’obiezione di coscienza (vedi 2013 e 2010) col pretesto che non sia sufficientemente agevolato l’accesso alla IVG?]

 

↑2016.01.20 <dirittiEu> Il caso Bondavalli: Diritto violato a vedere suo figlio: la Corte europea dà ragione al padre emiliano c. Italia e ordina il riesame del diritto alla visita; il diritto di visita del padre era limitato da anni sulla base delle relazioni negative stese degli assistenti sociali, ex colleghi della madre, psichiatra.

 

↑2015.02.05 Italia condannata da Corte Europea dei diritti dell’uomo per l’allontanamento di un minore dalla coppia che lo aveva ottenuto sfruttando all’estero la pratica dell’utero in affitto, allontanamento ratificato dai tre gradi di giudizio interni al nostro ordinamento [CzzC: sono a favore della tutela dei diritti del nascituro, che non ritengo giusto sia programmato per essere dato a due gay, ma sono anche a favore del rispetto delle relazioni affettive che l’allevato avesse maturato nel tempo]

 

↑2014.mm.gg <rpcoe.esteri>: Dall'entrata in vigore del Protocollo al 2014 sono stati presentati contro l’Italia sei ricorsi collettivi, in tre dei quali – Centre européen des Droits des Roms (ERRC) c. Italia, Centre on Housing Rights and Evictions (COHRE) c. Italia e  International Planned Parenthood Federation European Network (IPPF EN) c. Italia – il CEDS ha riconosciuto la violazione delle disposizioni della Carta.

 

↑2013.02.05 <tempi>: Aborto: la Cgil sta preparando un reclamo al Comitato europeo dei diritti sociali del Consiglio d’Europa che speriamo non diventi lesivo del diritto all’obiezione di coscienza in materia di aborto

 

↑2010.10.11 <Sussidiario.net> Il Consiglio d’Europa salva il diritto all’obiezione di coscienza verso pratiche abortive. Una storia bellissima, quasi impossibile, che non vorremmo venisse dimenticata o travisata. È accaduto il 7 ottobre di quest’anno (anniversario di Lepanto). 47 Paesi d’Europa, non solo i 27 dell’Unione Europea. Si voleva dichiarare che non ci può essere alcuna clinica riconosciuta dallo Stato che non preveda nelle sue strutture di operare gli aborti. Un gruppetto (Volontè dell'UDC, eccellente capogruppo nel Ppe, un irlandese, un olandese, un lituano protestante, i russi, chi qui scrive) prepara emendamenti. Risultato: 56 contro 51, più 4 astenuti. Noi italiani abbiamo fatto fatica ad esserci; nessuno dei democratici cattolici del Pd. In Russia il Patriarcato di Mosca guarda con stupore felice. Da noi nessuna dichiarazione, solo Avvenire dà spazio. Personalmente, in questa battaglia devo dire che molto ho imparato dai nostri amici che scrivono su IlSussidiario.net, da Andrea Simoncini a Marta Cartabia.

 

↑2009.11.02 Per la CEDU, Corte europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo, la presenza dei CROCIFISSI nelle aule scolastiche costituisce "una violazione dei genitori ad educare i figli secondo le loro convinzioni" e una violazione alla "libertà di religione degli alunni". Il Governo presenta ricorso e la vincerà vedi 18/03/2011. BERSANI: «Penso che in questo delicato campo il buon senso finisce per essere vittima del diritto ... e che un'antica tradizione come quella del crocifisso non possa essere offensiva per nessuno».