PRIVACY e Big Data, diritto alla riservatezza: esiste un rischio effettivo per la tutela della nostra privacy e quindi della nostra libertà

[CzzC: esso è configurato soprattutto dalla particolarità che, anche nei regimi democratici, la politica è in ritardo rispetto agli spazi di manovra che la tecnologia si sta conquistando come in un Far West grazie alle sue iniziative che si possono auto-legittimare brandendo il principio che “è lecito tutto ciò che non è espressamente vietato dalla legge” in forza del fatto che le innovazioni tecnologiche sono incalzanti e precedono di anni la lentezza dei politici. La politica è in ritardo anche con la normativa fiscale sui miliardari gestori dei big data, rimettendoci un sacco di soldi, figurarsi come ben più possa essere in ritardo sulla privacy, invisa alla dea pecunia. Vien perfino da temere che il ritardo dei politici abbia degli eterodirettori remuneranti. Con tutto ciò è un processo evolutivo che non si può arrestare, ma si deve gestire politicamente avendo come obiettivo il rispetto dei diritti della persona, costasse ritorsioni da parte dei più cinici devoti della dea pecunia. Per il mio sito/blog uso questo intendimento riguardo alla privacy.]

Privacy su Wikipedia. In Italia è attualmente in vigore il Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, Codice in materia di protezione dei dati personali, che ha abrogato la Legge sulla privacy del 1996. Il rapporto fra diritto di cronaca e privacy è complesso e in ricerca di un corretto compromesso fra i diversi interessi in campo.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 31/08/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: giustizia, libertà, Facebook, Google; agreement privacy del mio blog; security

 

2018.05.23 sull’informativa privacy di Linkedin leggo È vietato violare i nostri diritti di proprietà intellettuale, eseguire lo scraping dei Servizi, interferire con essi o interromperli“. Mi informo su cosa significa scraping <wikipedia>

 

↑2018.05.02 <sole24h> Cos'è la GDPR (General data protection regulation) e perché ci riguarda: è il regolamento europeo su privacy e dati che diventerà operativo dal 25 maggio 2018.

 

↑2017.11.26 <sole24h>: Internet come modo di pensare. Alibaba sta scommettendo sul cloud, trasformandosi in una internet company con un ecosistema di servizi. Il responsabile di Ali Cloud Wang Jian: «Anche internet non è uno strumento, ma un modo di pensare» [CzzC: pensa a che potenza di controllo e di violazione della libertà-privacy potrà avere il partito comunista cinese con i new-media / Alibaba, visto come assoggetta perfino la sua magistratura]

 

↑2017.09.13 <sole24h>: La Ue: persi 5,4 miliardi di tasse da Google e Facebook: facciamo la web tax europea? Ci sarà il “niet” dei paradisi intra Ue per i quali questa materia sarebbe da votare non a maggioranza qualificata ma all’unanimità [CzzC: se di fronte ai miliardari dei big data la politica è in ritardo anche sulla fiscalità rimettendoci miliardi, figurarsi come possa essere in ritardo con la normativa a tutela della nostra privacy, notoriamente invisa alla dea pecunia]

 

↑2017.06.01 <garanteprivacy>: Big Data: Agcom, Antitrust e Garante privacy avviano indagine conoscitiva riguardante l'individuazione di eventuali criticità connesse all'uso dei cosiddetti big data (regole  da definire, tutela del consumatore, concorrenza e pluralismo nell'ecosistema digitale)

 

↑2017.05.23 <fb>: come configurare opportunamente il proprio account su facebook per tutelarne meglio la sicurezza. [CzzC: mi piacerebbe, peraltro, che fb sapesse rinunciare a pelosi (3fig) guadagni, piuttosto che introdurre, pro certi regimi illiberali, configuazioni, trappole e filtri che li facilitino nello spionaggio e framing dei propri sudditi]

 

↑2017.03.23 <s24h>: Il DPO, Data Protection Officer: questa figura professionale è richiesta dal nuovo Regolamento europeo 2016/679 per la protezione e libera circolazione dei dati personali, il cosiddetto Gdpr, che andrà in vigore a partire da maggio 2018. A dotarsi in organico di un Data protection officer, così prevede la normativa, devono essere tutte le imprese pubbliche e private che svolgono trattamenti (sui dati) potenzialmente in grado di ledere gravemente i diritti degli interessati e ... continua

 

↑2017.01.30 <garanteprivacy>: Big Data e Privacy. La nuova geografia dei poteri: convegno in occasione della Giornata Europea della protezione dei dati personali 2017: conseguenze che l'uso massivo di informazioni personali ha sulla vita democratica: importanza della la protezione dei dati personali come garanzia e presidio di libertà.

 

↑2016.05.06 Il nuovo regolamento europeo sulla privacy <wired> abroga la Direttiva 95/46/CE, attuata in Italia prima con la legge 675/96 e poi con il Codice Privacy 196/2003, e si applicherà direttamente in tutti gli Stati Membri senza necessità di un intervento legislativo dei medesimi a tal fine. Lo strumento del regolamento è stato utilizzato proprio per far fronte alle critiche che sono sempre state mosse alla Direttiva Privacy, che invece, in quanto direttiva, è stata attuata con sostanziali differenze nei vari Stati Membri.

 

↑2015.10.07 <sole24h>: Per l'installazione di telecamere non basta l'autorizzazione dell'assemblea, va tutelata la privacy. «Va rimosso l'impianto di videosorveglianza installato dal proprietario esclusivo sulle parti comuni del condominio con l'autorizzazione dell'assemblea, laddove il modello di telecamera risulta orientabile e dotato della funzione di autotracciamento».

 

↑2015.01.27 Fac simile di iscrizione ad un’associazione onlus con modulo privacy.

 

↑2014.06.25 <RPO Registro Pubblico delle Opposizioni> (DPR 178/2010) per proteggerci un po' dall'invasività del Marketing Telefonico: <cooperazione tra consumatori>, che parla anche di social privacy, come tutelarsi (p15).

 

↑2014.08.31 Riporto in questa pagina un esempio di come la nostra privacy (dati personali come data di nascita, ...) possano essere pubblicati in libero web; i giornalisti qui anagrafati avranno firmato liberatoria perché la loro età sia così puntualmente pubblicizzata: a che pro?

 

↑2014.05.13 I motori di ricerca devono rimuovere i link ai dati personali non più pertinenti dalle pagine dei risultati. Anche la semplice indicizzazione di articoli comparsi su altri media costituisce, infatti, un «trattamento» e come tale è soggetto al rispetto della privacy. Lo ha stabilito la Corte Ue, con la sentenza 13 maggio 2014, riconoscendo le ragioni di un cittadino spagnolo contro Google. Da il Sole24h [CzzC: 2015 in Spagna apprendo che Google ha spento in modo tale che ora i media spagnoli che si ritenevano derubati da Google vanno a chiedergli riaccensione]

 

↑2014.02.25 Vedi “L’avvocato telematico” ottimo studio dell’Avv. Valentina Carollo

 

↑2013.01.12 Mia iscrizione al Registro Pubblico delle Opposizioni per ridurre le chiamate in arrivo da Marketing Telefonico.