KITMAN E TAQIYYA: menzogna nell’interesse dell'Islam

<wikipedia>: kitman consiste nel diritto di celare le proprie reali convinzioni nell'interesse del'islam. <enciclopedia britannica>: la taqiyya indica la possibilità, sempre nell'interesse dell'islam, di nascondere la fede fino a rinnegarla apparentemente.

[CzzC: sarebbe improprio parlare di taqiyya o di kitman quando mancasse rischio grave e imminente per la propria incolumità e fede, ma nella prassi ordinaria chi decide il vincolo di contesto?]

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 05/09/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: islam, sharia, mandatorio perseguitare; grande menzogna

 

↑2017.04.17 <sentire avvenire>: Erdogan vince di misura il referendum del sultano. L’Osce: non rispettati gli standard democratici <adnkronos> l’opposizione denuncia brogli [CzzC: un illuminato islamista che decantasse i minareti le nostre baionette e i fedeli i nostri soldati potrebbe anche usare Taqiyya e Kitman per ingannare gli avversari, o no?]

 

↑2015.11.29 <giornale>: la falsa testimonianza benedetta nell’islam: all'indomani della strage di Parigi le nostre radio-TV sono frequentatissime da islamici che sconfessano i terroristi loro correligionari, ed arrivano ad assicurare, come Raes Sayed (rappresentante legale del Caim, Coordinamento Associazioni Islamiche di Milano e Monza e Brianza) nella trasmissione Virus/Rai2 del 26/11 su Rai2 di rispettare la libertà di un musulmano di convertirsi al cristianesimo. Ma quando gli si fa notare che Maometto ordina di uccidere i musulmani che abiurano l'islam, e gli si chiede se intendesse assumere una posizione differente da quella di Maometto, ecco il voltafaccia di Sayed (video.youtube): «Non sia mai che contraddica il Profeta»!

 

↑2010.12.27 kitman: ingannare i miscredenti, una sorta di santificazione della disonestà che molti Musulmani giustificano con la convinzione che chiunque si opponga all’Islam stia mentendo: essendo inconcepibile che uno possa rifiutare l’Islam sulla base di ragione, l'infedele sarebbe per sua natura poco intelligente e amorale. Senza kitman non si potrebbe, ad esempio, spiegare l’affermazione del presidente dell’UCOII Mohamed Nour Dachan riportata così da <nazicorano, unpoliticallycorrect> «Cristiani perseguitati dai musulmani? E' un falso: magari i musulmani fossero trattati nei paesi che si rifanno a Dio come i cristiani sono trattati nei paesi musulmani». [CzzC prendere con beneficio di inventario, perché a distanza di tempo non ho trovato più efficaci certi link]

 

↑2010.10.23 L’intolleranza islamica è radicata nel Corano? Il vescovo libanese di Antiochia dei Siri, Raboula Antoine Beylouni al Sinodo 2010 per il Medio Oriente descrive l’intolleranza nell’islam e le sue origini dal Corano: nascondere la verità, uccidere gli infedeli, imporre la religione con la spada ... <magister 2010.10.23>: la segreteria di stato lo purga ... continua

 

↑2006.08.11 <BS repb>: Donna nell’islam: Saleem, 20enne pakistana, sgozzata dai maschi del clan familiare a Sarezzo (BS): il padre pianificò il delitto per lavare l'onta di una figlia che lo disonorava frequentando chi voleva, bevendo e indossando minigonne; i generi 30enni furono dichiarati "succubi" dal giudice. Vedi anche Libero 24/7/2011.  <giornale2016> mamma di Hina perdona marito e nega motivi abbigliamento [CzzC: kitman?]