Us-Uk-Fr ed alleati (Sa-Il(1)...) fanno diasporare minoranze in Medio Oriente (cristiani, yazidi, alauiti, curdi, ...) più di loro avversari? Perfino Israele non considera Isis una minaccia

Saremo eternamente riconoscenti a inglesi e statunitensi che sacrificarono uomini e mezzi per liberarci assieme ai Russi e ad altri alleati dal mostro hitleriano. Siamo loro grati anche per averci aiutati ad evitare, fino agli anni 70, che il comunismo ci sovietizzasse. Ma dagli anni 90 non siamo più certi che le loro intraprese mirino al vero bene dei popoli in Eurasia e ci chiediamo perché i più sanguinari sterminatori di inermi in Medio Oriente e diasporatori di cristiani (e sciiti, yazidi, curdi ...) siano sostenuti da filo wahhabiti alleati di potentati militari e finanziari dell’orbita Nato, mentre i loro avversari tollerano le suddette minoranze o le tolleravano prima che fossero eliminati. Anche Erdogan in tale cinica compagnia foraggiava terroristi pro regime change in Siria, finché scottato dagli illuminati nel 2016, se ne scostò: doppiogiochista?

(1) Il significa Israele, Sa Arabia Saudita: con la sigla Us-Uk-Fr-Sa-Il non mi riferisco agli amatissimi rispettivi popoli ,ma, anche dove non specificassi, intendo riferirmi ad alcuni potentati finanziari ed economico-militari (compresa Nato e Cia?) che condizionano alleanze e strategie con regimi di dubbia affidabilità sul rispetto dei diritti umani e dell’antiterrorismo.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 15/11/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: la supremazia del petroldollaro contrasta le sinergie in Eurasia, costasse inciuciarsi in armi e finanza cinica col jihadismo sunnita wahhabita, perfino terrorista se funzionale contro Russia2.0 in dottrina Wolfowitz; dannosi regime change Nato; sionismo gaudente; fermati Israele! colonie missione divina; Us-Uk già usarono il gas in Iraq ed istruirono ad usarlo

 

2014.07.24 vedi botta e risposta con X sulla seguente tabella

Regimi

sostenuti da filo wahhabiti e/o Us Uk Fr Il Tr

tollera/va i cristiani (e altre minoranze)

esito

Saddam /Iraq

no

eliminato

Gheddafi /Libia

no

eliminato

Assad /Siria

no

avversato

Hezbollah /Libano

no

avversato

Hamas /Gaza

no

avversato

Curdi

no /Turchia

avversati(2)

Sciiti (ad es Iran) (3)

no

più dei sunniti

avversati

sciiti dello Yemen

no

più dei sunniti

bombardati

Ribelli Anti Assad

no

foraggiati

Califfato Isis in Iraq e Siria

sì, poi ni

no

foraggiato

Wahhabiti d’Arabia e Qatar

no

armati

(2) 2014.08 gli US accettano di armare i Curdi per frenare la furia omicida dei jihadisti Isis, prima serviti in soldi e armi dagli alleati: ciononostante i Curdi sono trattati da terroristi (Turchia in testa) in dispregio del principio di autodeterminazione dei popoli ed esclusi dai negoziati di Sochi.

(3) 2014.08 Le violazioni dei diritti umani in Iran (e nell’islam sciita che all’Iran guarda come massima espressione) vengono descritte dai media occidentali (ad es. libro “negli occhi della gazzella” o il film “mai senza figlia”) più gravemente di quelle di altri regimi della sharia1 (ad esempio Arabia Saudita, Pakistan: hai mai visto film di grandi case US o UK che denuncino le violazioni di diritti umani dei filo wahhabiti?), parzialità che potrebbe derivare dai petroldollari sunniti che assecondano la supremazia del dollaro e la relativa strategia economico-militare filo US, mentre l’Iran la contrasta. È enorme la mostruosità del massacro di inermi (vedi Isis) foraggiato dal sunnismo filo wahhabita inciuciato coi potentati occidentali, rispetto all’entità dei crimini commessi da filo-sciiti (guardacaso più allineati a Russia e Cina e più tolleranti la presenza cristiana come in Libano, Siria e Palestina).

 

2018.11.10 plaudiamo alle celebrazioni del 70° della dichiarazione universale dei diritti umani/1948, (curate ad es. da <FondazCrtr>), ma auspicheremmo che i celebranti additassero la sua non universalità ai tanti occidentali che, pur sedicenti illuminati, cedono al ricatto islamista di Paesi che non l’hanno sottoscritta mentre si son fatta sublimare da Unesco una loro diversa dichiarazione dei diritti umani che esplicita «la sharia come unico riferimento per la sua interpretazione», onde poter violare quantomeno i nostri Art.16 (diritto di una donna di sposare un infedele), Art.18 (diritto di abiurare impunemente la propria religione), e Art.19 (libertà di espressione): vorremmo vedere più incisività nel denunciare le responsabilità di ben pagati maestri in scontro di civiltà e quelle degli occidentali che li foraggiano in armi e finanza.

 

↑2018.11.09 <americanmilnews> Un nuovo rapporto del Pentagono rivela che nell’ultimo anno l'aiuto umanitario degli Us è finito ripetutamente nelle mani di gruppi terroristici, tra cui Al Qaida e Ha'yat Tahrir Al-Sham (HTS), anche con dirottamenti deliberati da qualche ONG.

 

↑2018.10.09 <antidipl> La scomparsa del giornalista Jamal Khashoggi <wikip> nel consolato saudita di Istanbul pone ancora una volta il problema della sudditanza Usa (e alleati, noi compresi) all’arroganza di Riad, il loro maggiore acquirente di armi, da decenni i finanziatori dell’Islam radicale nella versione wahabita, dall’Afghanistan all’Iraq alla Siria.

 

↑2018.09.11 <zerohedge> parole di Jeffrey Sachs: CIA e Arabia Saudita insieme per rovesciare Assad, una guerra di regime change in lfb, non autorizzata dal popolo USA; 500k uccisi, 10M di sfollati. Sachs è un rinomato professore della Columbia University e un accademico di Harvard che ha vinto numerosi premi, consulente economico speciale dell'ONU, leader dello sviluppo sostenibile, che contribuì anche alla Laudato si'

 

2018.09.04 <avvenire> Dopo il caos susseguito all’abbattimento di Gheddafi, Egitto ed Emirati Arabi Uniti spingono per una Cirenaica autonoma, guidata dal generale Haftar. I due Paesi arabi sono anche intervenuti direttamente con raid aerei contro i jihadisti finanziati dal Qatar fin dall’estate del 2011. In questa seconda guerra civile libica l'Egitto sostiene il feeling Haftar-Parigi, ancorché suoni schiaffo all’Italia e all’ONU che dal 2016 riconoscono F-al-Sarraj, misconosciuto da Haftar <sussidiario> anche Uk oltre la Fr sono con Haftar: hanno capito che vincerà per il diritto della forza

 

↑2018.06.24 <zeroh> come il governo americano ha causato la crisi dei migranti nel Mediterraneo, che non esisterebbe, se non ci fossero stati i regime changes azionati o tentati da Us-Uk-Fr in Libia, Siria e altrove

 

↑2018.04.20 <presstv> giuristi del Bundestag delegittimano le missilate Us-Uk-Fr: «L'uso della forza militare contro uno stato, come sanzione contro la violazione di una convenzione internazionale da parte di questo stato, è una violazione del divieto di utilizzare la violenza nel diritto internazionale", hanno detto gli esperti, in risposta a una domanda presentata dal partito di estrema sinistra Die Linke.

 

↑2018.04.20 <occhig> I jihadisti torturatori a Duma: miravano ad eliminare ogni minoranza (alauiti, cristiani ...) per imporre un “emirato governato dalla sharia”. Dei 4000 prigionieri, solo 200 salvati: che fine han fatto gli altri? Jaysh al Islam (Esercito dell’islam) agiva come Isis e Al Qaida, eppure Zaharan Alloush, il fondatore del gruppo, era tenuto in gran conto da quelli che, almeno sulla carta, sono gli alleati di Us-Uk-Fr.

 

↑2018.04.16 <linkedin> Oliver Stone: "Abbiamo destabilizzato il Medio Oriente, creato il caos. E poi diamo la colpa all'ISIS per il caos che abbiamo creato". Il suo libro del 2012 e la serie TV, "The Untold History of the United States", suggeriscono che il regista rinnova gli sforzi per sfidare la narrazione tradizionale per quanto riguarda l'eccezionalismo americano, l'imperialismo economico e il "coinvolgimento nefasto" del governo americano in Medio Oriente ...

 

↑2018.04.16 <sputnik> Angela Merkel appiattita sui pizzini Us-Uk-Nato per additare i “colpevoli” degli eventi di Salisbury e di Duma: allontanare la Russia dall'Europa?

 

↑2018.04.12 <antidipl> Ex Presidente USA Carter avverte Trump sulle conseguenze di un attacco statunitense contro Siria e Russia <et> Tulsi Gabbard senatrice democratica della Stato delle Hawaii ed ex militare statunitense, nota per suo impegno contro l'intervento militare del suo paese in Siria, ha avvertito sul pericolo di un rafforzamento del terrorismo in seguito alla decisione di Trump di attaccare il paese arabo.

 

↑2018.04.11 <sole24h> Us-Uk-Fr oggi come nel 2013 per lanciare missili contro Assad accusato di armi chimiche su Duma. Ma allora David Cameron fu fermato dal voto con cui 2013.08.29 il Parlamento Uk bocciò  l'intervento militare, il che mise in serie difficoltà Obama che decise di non agire dando fiducia alla proposta del Cremlino (un piano per smantellare l'arsenale chimico di Damasco); il presidente francese François Hollande restò isolato e, obtorto collo, rinunciò anche lui all'opzione militare. Oggi Macron pare ancor più determinato.

 

↑2018.04.11 <sussidiario> Siria, Trump avverte la Russia: "Nostri Missili In Arrivo" e chiede l'appoggio di Francia, Regno Unito e Arabia Saudita per punire Assad "pronti missili intelligenti". Mosca replica: "no a twitto-diplomazia, vogliamo approcci seri". [CzzC: stasera ho visto/TG2 anche Gentiloni dare come accreditata la colpevolezza del governo siriano (“non è la prima volta che Assad ...”) prendendo come prove inconfutabili le immagini fornite dai ribelli relative al presunto attacco chimico a Duma; sussistono invece sospetti di montatura o di false flag: vedi <fb, sibialiria> e qui quanto Gian Micalessin ha raccontato qualche giorno fa] <corriere>: Toninelli (M5S): «Guerra per procura». <GeneraleBertolini> sarebbe una sciagura.

 

↑2018.03.20 <ejmagnier> perché Afrin è caduta: il ruolo degli Usa, della Turchia, della Russia e quello Curdo. [CzzC: un’analisi acuta che riassumo] I curdi hanno preferito mollare Afrin a Erdogan e ritirarsi nelle aree di al-Hasaka protette dagli Us, piuttosto che cedere le armi pesanti a Damasco, come se non si considerassero siriani. La Russia non poteva distrarre risorse dalla liberazione di Ghuta e considera Erdogan un indispensabile attore per fermare la guerra in Siria, una guerra che gli Stati Uniti cercano di mantenere accesa il più a lungo possibile.

 

↑2018.03.15 <MG.foto.fb> 7 anni fa, Siria 15 marzo 2011: i potenti internazionali tramite i ribelli, scatenavano la guerra contro la Siria. Oltre 500mila morti, quasi la metà civili. Decimata la comunità cristiana (tra le più numerose del mondo arabo), quasi tutte le chiese distrutte o danneggiate dai terroristi.

 

↑2018.03.12 <sussidiario> Usa e sauditi vogliono insediare al Qaida alle porte di Damasco, nel contesto del Piano Feltman-Bandar <libero> di destabilizzazione della Siria, <controinfo> piano rivelato in documenti interni “hakerati” nel 2011 dalle migliaia di pagine degli archivi della STRATFOR, la società di consulenza <wikipedia> di “Intelligence strategico” del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti e dell’industria militare.

 

↑2018.02.22 <steemit> Il quotidiano libanese Al Akhbar rivela i piani Us-Uk-Fr-Sa per lo smembramento della Siria: scorporare da Damasco la zona nord-est di influenza sunnita e boicottare Iran, Russia e accordi di Sochi, contando sia su Erdogan come doppiogiochista sia sul false flag delle armi chimiche illuminate da Macron comelinea rossa”; i piani sarebbero stati messi a punto 2018.01.11 a Washington tra Hugh Cleary, capo del Dipartimento Uk del Medio Oriente, il francese Jérôme Bonnafont, direttore del ANMO (Afrique du Nord et Moyen-Orient), David Satterfield, vice segretario di Stato Us per il Medio Oriente, il giordano Nawaf Tell e il saudita Jamal al-Aqeel.

 

↑2018.02.20 <ArutzSheva.yout antidipl>: Il ministro israeliano Naftali Bennett: "Non abbiamo mai visto l'ISIS come una minaccia esistenziale o strategica, non si dovrebbe rimuovere l'ISIS, permettendo all'Iran (testa di polpo) di accedere al Mediterraneo". [CzzC: chi foraggia il mostro Isis? Americani e alleati dice non solo il senatore Usa Paul Rand: perfino gli Israeliani sionisti troviamo inciuciati con terroristi diasporatori di cristiani e di minoranze che non siano filo-wahhabite]

 

↑2018.02.20 l’israeliano <Haaretz> precisa che sono 7 i gruppi ribelli armati da Israele: Israel Ramps Up Support for Syrian Rebels, 'Arming 7 Different Groups'

 

↑2018.02.15 trailer <youtube> del documentario del genocidio dei cristiani siriani per i quali ISIS, Al-Nusra e FSA sono due facce della stessa medaglia. Il documentario è tratto da Eddie Gaboro Hanna nella sua ultima missione di aiuto in Siria nel 2017, per aiutare a creare consapevolezza della persecuzione e dei cristiani.

 

↑2018.02.14 Nato contro Siria: Usa, Francia, Israele, fermatevi dal distruggere la Siria! Papa Fr1, indìci un’altra giornata di preghiera per fermare quegli illuminati vettori di morte e di stragi di inermi <vietatop>

 

↑2017.12.01 <repubblica>: il nunzio a Damasco, card Zenari: oggi si muore in Siria per la mancanza di cure più che per le bombe: 100.000 persone non ricevono farmaci salvavita [CzzC: soprattutto a causa delle sanzioni: Europa, riscattati dalla nefasta sudditanza a Us-Uk ...] ... AVSI “Ospedali aperti“, aiuto concreto ... continua.

 

↑2017.11.17 Perché i nostri media non denunciano <queste efferatezze cbdi> in Yemen? Troppi interessi occidentali con i potentati Sauditi & Usa condizionano dissimulazioni e disinformazione veicolate dal mainstream: comanda chi paga, alla faccia della millantata indipendenza di tanti giornalisti sedicenti liberi ed obiettivi.

 

↑2017.11.04 <s24h ansa> il premier libanese Hariri, in visita in Arabia Saudita, si dimette e accusa Hezbollah "Il braccio dell'Iran nella regione sarà tagliato" [CzzC: i rapporti politici religiosi e strategici in Libano sono tra i più intricati del mondo: che dire? Anche se una così plateale uscita pare fortemente condizionata dal Paese di prima risonanza, le sue conseguenze dipenderanno non solo da Arabia Saudita ma anche, e forse più, da quanta parte di Us, Fr, Uk stia giocando in leading from behind. E se fosse sotto scacco wahhabita?]

 

↑2017.10.02 <ATS> Damasco, un cristiano alla guida del Parlamento siriano, per la seconda volta (la prima nel 1963) nella storia dello Stato moderno: eletto Hammoudé Youssef Sabbagh, cristiano di rito siriaco, 58 anni, originario di Hassaké (nord-est del Paese), come la maggior parte dei parlamentari siriani è membro del partito Baath, che conquistò il potere mezzo secolo fa con Hafez al-Assad, padre dell’attuale presidente Bashar al-Assad [CzzC chissà perché nel mirino di Us-Uk-Fr-SA-Il-Tr ci debbano essere gli stati islamici che più ammettono la presenza cristiana, come fu per l’Iraq che aveva Tareq Aziz vicepremier, ma anche per la Libia del Gheddafi amico del Vescovo Martinelli]

 

↑2017.06.28 Migranti: <sole24h >12mila arrivi in IT in 48 ore <tempo>: chiudiamo i porti alle navi straniere? [CzzC: l’aveva predetto Gheddafi prima di essere eliminato dai soliti Us-Uk-Fr che ovviamente non accettano nemmeno una delle navi che li sbarcano da noi]

 

↑2017.06.04 <gds>:  "Quando è troppo è troppo, le cose devono cambiare", ha dichiarato la premier britannica Theresa May annunciando battaglia "all'estremismo islamico" e la revisione della strategia anti-terrorismo [CzzC: cosa pensi di fare, bombardare Assad per guadagnare favori finanziari dall’Arabia Saudita come fanno gli Usa?]

 

↑2017.05.25 <Mintpress>: Theresa May spinge per l'intervento britannico in Siria dopo la strage di Manchester [CzzC: speriamo che non usino la vendetta contro Isis come pretesto per bombardare Assad, ancorché il suo regime sia multietnico multireligioso, con donne libere di studiare; però è odiato dai petroldollari più che dalla Russia]

 

↑2017.04.27 <asianews> Ex ministro israeliano conferma i contatti fra l’Isis e lo Stato ebraico

 

↑2017.04.27 <youtube>: "Se non fosse stato per la Russia ci avrebbero massacrato". Intervista esclusiva a Jano Battah, vescovo cattolico a Damasco. "Il vero problema sono le politiche sbagliate americane e la debolezza della posizione europea".

 

↑2017.04.24 <nbq>: Sarà stato proprio Assad a usare il gas? Quello contro Khan Sheikhoun (provincia di Idlib) occupata dai ribelli jihadisti il 4 aprile scorso? I dubbi sono tanti e i rapporti ufficiali contradditori, inficiati dalla propensione Us-Uk-Nato-Turco-Wahhabiti di criminalizzare Assad nella speranza di far vincere i ribelli jihadisti.

 

↑2017.04.22 <fulvioscaglione>: sappiamo che Isis è uno strumento utilizzato in primo luogo da Qatar e Arabia Saudita. Lo ha detto la stessa Hillary Clinton nelle mail intercettate e pubblicate da Wikileaks. Uno strumento impiegato per devastare Siria e Iraq, per praticare la pulizia etnica di ... Occidentali imbarazzati perché Arabia Saudita e Qatar sono i nostri più grandi amici in Medio Oriente, partner d’affari, quelli ai quali vendiamo armi e tecnologia e ai quali, vero presidente Hollande?, concediamo le massime onorificenze nazionali. Quelli che ... continua

 

↑2017.04.15 <repubblica>: Siria, 112 vittime per autobomba con l'inganno contro gli sfollati di Foua e Kafraya: l'ordigno era su un camion che si presumeva trasportasse aiuti e cibo <vietatop>: Us-Uk-Fr mostreranno queste terribili immagini all’ONU per chiedere sanzioni contro i paesi che finanziano questi terroristi come ribelli moderati? [CzzC: reagirebbero solo quando trovassero indizi per incolpare Assad? BBC ci prova]

 

↑2017.04.06 Criticando l'atteggiamento dei cristiani siriani e iracheni, si finisce per rivelare che «Trump è richiamato all'ordine da CHI COMANDA DAVVERO, E NON È LUI». Traggo da un blog la seguente critica che Introvigne il 2017.04 avrebbe indirizzato a cristiani del Medio Oriente: È da quando ero all’OCSE nel 2011 che critico l'atteggiamento dei cattolici siriani ... continua

 

↑2017.03.14 <avvenire>: il pres. siriano Assad, accusa l’Europa di avere aiutato i fondamentalisti. «Con la Russia si è sconfitto il terrorismo». [CzzC: non è ancora sconfitto, ma meno male che la Russia c’è, altrimenti per Us-Uk-Fr-Ue-Nato ...: bravo F.Scaglione!]

 

↑2017.03.09 <fattoq fb>: Siria: da quando i jihadisti hanno perso Aleppo, sono spariti anche gli Elmetti bianchi; su di loro, c’è una versione alternativa. Creatore di questa Ong sarebbe James Le Mesurie, che con l'americano Robert L. Helvey appare quasi sempre dove si preparano rivolte e rivoluzioni, dal Kosovo ad altre “primavere” per sfondare in eurasia [CzzC: pro regime changes pilotati da Us-Uk-Fr e petrol-monarchie?]

 

↑2017.03.07 <FoxNews/proSiria>: il conduttore di FOX News, Tucker Carlson, ha diffuso una breve intervista a Theo Padnos, giornalista americano che dal 2012 al 2014 fu prigioniero in Siria dei terroristi di Al-Nusra, sostenuti da Us-Uk-Fr e dai wahhabiti, e che così descrive quelli che sono ritenuti come legittimi ‘combattenti per la libertà’: crocifiggono, assassinano, utilizzano bambini come torturatori; per tutti loro la jihad è una stagione meravigliosa; stanno edificando un vero e proprio arcipelago carcerario, con una moltitudine di persone che a loro non piacciono.

 

↑2017.03.01 <rt.com sponda>: Russia e Cina bloccano all’ONU il tentativo dei potentati occidentali di far imporre ulteriori sanzioni alla Siria. l’Italia [CzzC: sempre succube dei soliti illuminati?] attraverso Sebastiano Cardi, l’ambasciatore all’Onu, aveva sponsorizzato la risoluzione presentata da Francia, Regno Unito e Stati Uniti

 

↑2017.01.25 <Algemeen Dagblad>: La copertura mediatica occidentale sulla Siria è una grande menzogna pro interessi strategico-finanziari degli anglosassoni nonché di Arabia Saudita e Qatar per creare uno stato sunnita in Siria senza libertà religiosa

 

↑2016.12.15 <giornale>: L'assedio di Aleppo fu iniziato dai ribelli, macchiatisi di immani atrocità: la Siria sarebbe finita nel caos e nell'orrore jihadista/Isis per il mal orchestrato piano di Obama con Uk Fr Il* e wahhabiti, come successe in Libia.

Anche Erdogan in tale cinica compagnia foraggiava terroristi pro regime change in Siria, finché scottato dagli illuminati nel 2016, se ne scostò

 

↑2016.12.09 <asianews>: Washington e Londra: contratti miliardari per armi a Sauditi, Qatar ed Emirati; critiche di ong: in Yemen queste armi uccidono inermi. UK e suddetti lanciano partnership strategica in chiave anti-iraniana, definita una “minaccia” per l’area.

 

↑2016.mm.gg <wikipedia>: nel corso del 2016, diventa chiaro nella stampa internazionale che l'Arabia Saudita, che sta massacrando gli sciiti dello Yemen, riceve un consistente aiuto sotto forma di armi e denaro da parte di alcuni paesi occidentali (soprattutto Us-Uk, ma anche l'Italia). Secondo l'ONU, quasi 9.400 yemeniti sono stati uccisi nel corso di un anno dall'inizio dell'attacco saudita tra cui 2.230 bambini.

 

↑2016.08.13 Wahhabiti massacrano inermi in Yemen, complici Us-Uk-Francia, provocando una delle crisi umanitarie più gravi al mondo, se non la più grave in assoluto, con il 70% dei 24M di yemeniti che rischia di morire di fame. Il deputato socialista Hervé Féron denuncia i danni terribili provocati dalla vergognosa guerra condotta dall’Arabia Saudita con il sostegno degli Stati Uniti, del Regno Unito e della Francia.

 

↑2016.07.05 <amnestyIntern>: Amnesty International ha denunciato oggi un'agghiacciante ondata di rapimenti, torture e uccisioni sommarie da parte dei gruppi armati che agiscono nelle province di Aleppo, Idlib e in altre zone del nord della Siria, alcuni dei quali sono sostenuti da paesi quali Arabia Saudita, Qatar, e in lfb da Us-Uk-Fr-Il* nonostante si rendano responsabili di violazioni delle leggi di guerra.[CzzC: solo adesso hai corretto la vista cara Amnesty? Meglio tardi che mai, e ... continua] * Anche Erdogan in tale cinica compagnia foraggiava terroristi pro regime change in Siria, finché scottato dagli illuminati nel 2016, se ne scostò

 

↑2016.06.20 Il terrorismo sarebbe più sunnita che sciita. <micromega>: gli Us-Uk-Nato meditino su Fallujah, caposaldo sunnita dove per “liberarla” dai miliziani di Al Qaeda, dovettero usare persino le bombe al fosforo. [CzzC: Us-Uk-Nato s’inciuciano coi sunniti (patrocinati dai wahhabiti) perché più ricchi, meno ostili ad Israele e più ostili alla Russia, rispetto agli sciiti (patrocinati dall’Iran), ma così foraggiano il terrorismo mondiale, composto quasi esclusivamente da sunniti (Al Qaida, Boko Haram, Isis e affini jihadisti sunniti: vedi galassia dei ribelli siriani)]

 

↑2016.06.02 <repubbl giorn east>: il Bundestag riconosce: «il massacro degli Armeni fu genocidio». <FulvioScaglione> spiega come di quel genocidio fu complice l’occidente e perché sia riconosciuto solo da 28 Paesi dell’ONU: non è riconosciuto dalla Gran Bretagna, né dall’Obama Nobel pace; Us-Uk, continua]

 

↑2016.04.28 Nostri militari in Libia? <avvenire>: È evidente che la Libia da sola non può farcela e che quindi una missione militare di stabilizzazione dovrà essere organizzata, su richiesta del governo Sarraj. E sembra altrettanto logico che l’Italia la guidi [CzzC: logica vorrebbe che gli uomini sul campo vengano messi dall’ONU e da chi ha creato il caos Libia, francesi, inglesi e americani in primis; prestiamo pure le basi, come quando fummo trascinati nel grave errore di abbattere Gheddafi]

 

↑2016.02.21 Goodbye UK: mi spiace per tanti sani amici che ho da te, cara Uk, ma se certi tuoi piloti illuminati continuano ad agire come appresso documentato contro il bene comune europeo, sarebbero tanti i sani europei a non piangere se lasci la UE; peraltro spererei che ti convertissi al bene dell’Europa più sana, forse talvolta mutuamente esclusivo con la cinica supremazia dei petroldollari e della tua - loro serva – sterlina: continua per la documentazione].

 

↑2015.11.20 [CzzC: informo un amico che non sapeva delle offese al volto di Cristo millantate arte (una domani a Lucca patrocinata da Franceschini ministero beni culturali), anche per individuare meglio le cause che sottendono la nascita e crescita del mostro Isis]

 

↑2015.10.25 <tgcom24 lastampa>: Isis-Iraq, Blair "ammette errori: dopo invasione ascesa Stato islamico": Tony Blair, ex premier britannico, ha chiesto scusa per errori su alcuni aspetti della guerra in Iraq ed ha ammesso che ci sono "elementi di verità" nella teoria di un legame tra l'invasione e l'ascesa dello Stato Islamico.

 

↑2015.09.22 <controinfo>: Clamoroso voltafaccia del governo francese: Laurent Fabius si rimangia le sue “invettive” contro Al-Assad

 

↑2015.09.11 Leading from behind (gestire gli eventi da dietro): cinica realpolitik Usa: armare e finanziare di volta in volta gli attori che sembrano più utili per il raggiungimento dei propri obiettivi geostrategici, siano essi dittatori o “petrol-monarchi": chiave di lettura per decifrare l’invischiamento cinico Us nei vari conflitti, dalla Siria allo Yemen all’Ucraina ...

 

↑2015.03.03 <sargedgnareporter>: Padre Daniel Maes sulla Libia e Siria sbugiarda il giornalista belga Rudi Vranckx e molti altri giornalisti della stampa “mainstream”. Ci limitiamo a lui perché è il più noto “reporter” di guerra in Belgio”. Col pretesto di abbattere dittatori, combattenti fanatici sono reclutati da tutto il mondo per destabilizzare un paese come preda per gli interessi del vecchio dominio mondiale anglosassone.

 

↑2014.12.27 <sentire>: Amnesty International: violazione dei diritti umani per i rifugiati siriani che hanno trovato o cercano riparo in Turchia: sono 1,6M persone. Il rapporto AmnInt deplora la riluttanza della comunità internazionale ad assumere oneri finanziari adeguati ad aiutare quei rifugiati con la conseguenza di respingimenti violenti: ufficialmente la Turchia* tiene i confini aperti ai rifugiati siriani, ma AmnInt ha registrato almeno 17 persone uccise dalle guardie di frontiera turche mentre cercavano di attraversare valichi di frontiera non ufficiali. Molte altre persone sono state picchiate e respinte verso la guerra [CzzC: e ti meravigli? La Turchia*, alleata Nato, è complice del disegno US-UK per abbattere Assad, costasse Isis; e vedrai l’anno prossimo che tiepidezza quei potentati accorderanno ai turchi negazionisti del genocidio dei cristiani Armeni: perché? A mio avviso per la correlazione tra i lumi di oggi e quelli che istruirono i lupi di 100 anni fa (vedi scuola massonica di Salonicco). Non concordo con «non ha fatto del bene la scelta di Russia e Cina che hanno opposto veto alla risoluzione che chiedeva il coinvolgimento del Tribunale penale internazionale», perché Russia e Cina forse non intendono assecondare la propensione di quel Tribunale a perseguire gli antipatici dei petroldollari (in questo caso Assad) assai più che i loro amici ancorché non meno criminali: vedi tolleranze su violazioni commesse da certi regimi americani, africani, asiatici, o da Kosovari, Wahhabiti, Pakistani, e ora ucrainofoni contro russofoni.

Anche Erdogan in tale cinica compagnia foraggiava terroristi pro regime change in Siria, finché scottato dagli illuminati nel 2016, se ne scostò

 

↑2014.09.15 Non concordo con i tifosi della Pax Christi filo teoglib che chiedono il boicottaggio di Israele e col loro amato Zanotelli che accusa il Vaticano di essere silente sulla tragedia dei palestinesi; ma non concordo nemmeno con l’Israele che stringe accordi commerciali e alleanze con l’Arabia Saudita; accordi della specie potrebbero aiutare la pace ben più del suddetto boicottaggio, se fossero subordinati al rispetto dei diritti umani; purtroppo anche Israele si accoda a US-UK inciuciati coi wahhabiti in armi e finanza, dissimulando quanto quel regime calpesti i diritti umani e quanto alimenti jihadisti sterminatori di Cristiani e quanto sia, non a caso, ostile a regimi islamici che tollerano i cristiani come furono Saddam, Gheddafi, Assad.

 

↑2014.08.26 A fronte del massacro di inermi montato dall’Isis anche con macabre sequenze mediatiche appare tiepida la condanna dei principali esponenti del islam sunnita, quasi assente quella dei filo wahhabiti, principali foraggiatori delle suddette belve assetate di sangue innocente: sto ascoltando a Radio anch’io un pur moderatissimo islamico che condanna quelle violenze e si chiede chi dia tanti soldi e armi a quei criminali: l’intervistatore dice che lo sappiamo e nomina l’Arabia Saudita, ma l’islamico per tre volte dice non lo soe accusa gli US e gli errori occidentali in Iraq: indovini caro fratello islamico ad additare gli errori dei potentati occidentali, ma inganni a negare per tre volte di non sapere chi sono i più cinici alimentatori di quelle belve; mentre l’islam sunnita delega ai droni US il contenimento degli eccessi bestiali, solo dall’islam sciita (vedi Al Sistani) si leva chiamata all’azione concreta anti Isis, ma sciiti significa filo Iran, guardacaso regime avversato dai potentati occidentali inciuciati coi petroldollari wahhabiti grandi clienti in armi.

 

↑2014.07.24 Mentre leggo angosciato dei cristiani massacrati dal Califfato Isis, della crisi in Ucraina, della guerra a Gaza, mi spiace vedere la Polonia rifiutare la Mogherini alla politica estera UE e ritengo che il no polacco derivi dal fatto che l’IT non sarebbe piegata come la Polonia ad inseguire le fregole bellicose del nobel pace Obama, mentre una certa strategia Us-Uk tifosa dei petroldollari parrebbe responsabile insieme ai filo wahhabiti e al regime turco del disastro in Siria che, per demolire Assad, ha liberato e ingrassato mostri massacratori di innocenti e la peggior persecuzione anticristiana della storia in Medio Oriente dopo quella dei Turchi contro gli Armeni. Qui il botta e risposta del dialogo in merito con X.

 

↑2013.12.09 Siria: fonte Fbi, Usa e Nato addestrano milizie contro Assad da maggio presso Hakkari, nel sud est della Turchia*, vicino al confine siriano. Ciò ha svelato un'ex impiegata dell'Fbi, Sibel Edmonds, citando fonti turche e statunitensi.

Anche Erdogan in tale cinica compagnia foraggiava terroristi pro regime change in Siria, finché scottato dagli illuminati nel 2016, se ne scostò

 

↑2012.12.31 La misura della moralità dell'establishment francese è sintetizzata dal suo ex ministro degli esteri Laurent Fabius. Nel 2012 disse pubblicamente che il gruppo terrorista Jabhat al Nusra (ramo siriano di Al Qaida), responsabile di innumerevoli ed efferati crimini in Siria, "sta facendo un buon lavoro".

 

↑2011.06.14 <fc>: e se fosse falsa la giustificazione della Nato per far guerra in Libia? “a tutela del popolo libico massacrato da Gheddafi”?. In realtà la Nato e il Qatar sono schierati, per ragioni geostrategiche, a sostegno dei ribelli di Bengasi : Lucio Caracciolo su Limes: questa guerra sarà ricordata come un “collasso dell’informazione”,  intrisa com’è di bugie e omissioni