modificato 04/02/2017

 

Giordania

Correlati: l’islam moderato esiste, riforma educazione contro maestri di male fisico mandatorio ad abiuri ed infedeli

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

<wikipedia>: indipendente dal 1946, monarchia costituzionale, re ʿAbd Allāh II, figlio del popolarissimo Husayn, morto nel 1999 (massone detto dal GOI).

6M abitanti 92% sunniti, 6% cristiani, (greci-ortodossi, ma anche cattolici, ortodossi-siriani, copti, armeni apostolici e protestanti); piccola minoranza drusa a Zarqa e Azraq; nel villaggio di ʿAdasiyya una piccola comunità Bahá'í.

[CzzC: faccio notare le testimonianze dei cristiani da Anjara 2017.02.04Video e 2014.05.24

 

 

04/02
2017

<Telepace.fb>: il parroco Padre Hugo Alaniz ci narra della fede e della carità cristiana in Anjara, 20.000 abitanti di cui 1200 cristiani, presenza anche per il santuario (Our Lady of the Mount) della Madonna che pianse. Possono visitare i carcerati, ma solo cristiani. Hanno casa per bambini abbandonati o orfani: hanno il permesso del governo di ricevere solo cristiani; se si trova un bambino che non si sa da dove viene, subito va nei centri del governo per divenire musulmano. A 18 anni le ragazze dovrebbero lasciare i centri e sposarsi; ma il loro centro ha ottenuto eccezione dal governo per poterle tenere anche dopo i 18 anni: se vogliono possono così stare, continuare a studiare, anche per evitare matrimoni precoci forzati.

24/02
2016

<politico.eu qui in italiano>: Robert Kennedy Junior: "La nostra guerra contro Assad è iniziata quando questi rifiutò al Qatar il gasdotto di 10G$ che attraversasse l'Arabia Saudita, Giordania, Siria e Turchia". Secondo Kennedy la CIA avrebbe trasferito milioni di $ pro rovesciamento del presidente siriano.

24/12
2015

<asianews>: Muftì di Egitto, Libano e Giordania: un fronte comune contro estremismo e terrorismo: i tre leader musulmani sunniti firmano una dichiarazione comune “per una informazione religiosa chiara”. La cerimonia si è svolta alla Dar el-Fatwa di Beirut. In cinque punti, essa contrasta il fondamentalismo di matrice confessionale e riafferma la libertà di culto e la difesa del vivere comune [CzzC: anche la libertà di cambiare religione sancita dall’Art.18?].

15/12
2015

<internazionale>: Arabia Saudita alla testa di una coalizione di 34 paesi musulmani contro il terrorismo. <VideoCorriere pessimo audio>: coalizione e grande ipocrisia: il coraggio del re di Giordania e il pessimo esempio del turco Erdogan

28/10
2015

<piccolenote>: Siria: successi russi e reazioni Usa: accordi della Russia con Iraq e Giordania. [CzzC: il masso Obama, temendo sgamate le ragioni della sua scarsità contro Isis, manda uomini sul terreno: più per sostenere i terroristi demolitori di Assad che per demolire Isis?]

08/09
2015

Mike Breen: lezioni che dovremmo imparare dalla guerra in Iraq: dopo aver operato in Iraq come un ufficiale dell'esercito americano, e lavorato con le famiglie di rifugiati iracheni in circostanze disperate in Siria, Libano e Giordania, credo che dobbiamo porre una semplice domanda a chi vuole essere preso sul serio in materia di sicurezza nazionale oggi: Cosa avete imparato dalla guerra in Iraq? Continua.

10/08
2015

<avvenire>: Galantino dalla Giordania: l'8 per mille per il futuro dei perseguitati: insieme a tutti i patriarchi, alle altre Chiese cristiane, anche di confessioni diverse, c’erano tremila profughi, venuti lì per pregare insieme, per ascoltare e presentare insieme le loro parole di ringraziamento al Santo Padre che, come sapete, attraverso di me ha mandato un messaggio molto, molto intenso

27/07
2015

<NYtimes>: «In Medio Oriente è la fine del cristianesimo?» Nell’arco di un secolo (1910-2010) il numero dei cristiani in paesi come l'Egitto, Israele, Palestina e Giordania è passato dal 14% al 4% della popolazione. <guardian>: Morire perché cristiani: milioni di cristiani sono a rischio per l'aumento della persecuzione in tutto il mondo: l'aumento di omicidi, stupri, torture, discriminazioni ha portato il Papa a parlare di una 'forma di genocidio'

15/04
2015

<avvenire>: Hassan bin Talal, lo zio di re Abdallah II di Giordania: noi islamici anche moderati ... ammetto un fallimento sul piano della formazione umana. Abbiamo fallito sul piano dell’uguaglianza tra uomo e donna ... Abbiamo fallito nel lavoro sugli educatori religiosi, i quali registrano il livello più basso di preparazione umana e scientifica, in cui è assente ogni forma di interdisciplina ... Basta verificare quanto sia frequente il verbo «uccidere» nei testi scolastici per capire l’impatto che questo può avere sui nostri bambini.

25/03
2015

<sentire>: Rania di Giordania "Venite, siamo un paese in pace". C'era anche Giornale SENTIRE tra le 14 testate italiane ammesse all'incontro tra la bellissima Regina Rania e la stampa mondiale: 150 dei 400 giornalisti invitati dal Ministero del Turismo a vedere con i loro occhi la Giordania per raccontarla al mondo. Il paese vive infatti una ingiusta penalizzazione del turismo a causa dell'instabilità regionale.

11/12
2014

<misteri.esoterya>: presidenti americani sono quasi tutti massoni, non solo l’attuale Barack Obama: in particolare si citano ... senza la massoneria americana non si capirebbero i collegamenti tra gli USA e i paesi arabi tipo Marocco e Giordania, dove il vecchio Re Hussein e la moglie erano Gran Maestri onorari della Gran Loggia italiana di Piazza del Gesù. Senza la Massoneria l’irraggiamento degli interessi USA in tutto il mondo sarebbe fortemente diminuito.

03/12
2014

<radio vaticana> Al 3° Summit Cristiano-Musulmano prendono parte, tra gli altri, il cardinale Jean-Louis Tauran, il principe di Giordania, Hassan Bin Talal, e l’ayatollah Sayyed Mostafa Mohaghegh Damad, direttore degli Studi islamici presso l’Accademia delle scienze in Iran. Un gruppo di lavoro che, ha ribadito poco dopo Fr1 alla folla dell’udienza generale, è in sintonia con la certezza del Papa: Non c’è pace senza dialogo [CzzC: il dialogo innanzitutto, ma per la pace occorrono anche i contenuti concreti, basi elementari di convivenza, tra cui il rispetto fattuale della dignità umana quantomeno evitandole il male fisico, ben più che i proclami di non sentirsi superiori agli altri]

15/09
2014

<zenit>: Israele e le nuove alleanze con Arabia Saudita, Giordania, Egitto: analisi di Paolo Sorbi docente di sociologia della Università Europea di Roma (UER)

24/05
2014

<zenit>. Anjara: un luogo di rifugio per cristiani e musulmani [CzzC: però apprendo da questo video che il governo lascia loro prendere solo orfani di famiglie cristiane]. Alla Madonna del Monte si preparano a ricevere Fr1. C’è un luogo in Giordania conosciuto da pochi, ma venerato da molti, in una zona vicina alle grandi figure del Vecchio (Elia) e del Nuovo Testamento (Gesù). Il Santuario ospita anche una scuola e un orfanotrofio per bambini che hanno perso entrambi i genitori o che sono stati abbandonati a causa della povertà. “Stiamo aiutando tantissime persone, compresi i musulmani che sono qui profughi arrivati in Giordania per sfuggire agli orrori che si stanno verificando nei loro Paesi”.

09/09
2013

<affaritaliani>: Morris Ghezzi (candidato a GM del GOI):

- D: Sono tanti i politici massoni?
R: "Eccome! Dal presidente cileno Salvador Allende al presidente francese François Mitterrand, da Che Guevara al padre costituente Pietro Calamandrei, da Giuseppe Garibaldi a Gabriele D'Annunzio, fino a Re Hussein di Giordania ... Partito d'Azione, Partito Repubblicano, Partito Socialista avevano fortissime presenze massoniche. E nella Cuba di Castro logge e simboli massonici sono dappertutto, esibiti con orgoglio.

- D: a parte i cattolici, avete problemi con altre religioni?
R: No problem: Il vescovo degli anglicani è apertamente massone. Il vescovo ortodosso di Milano è massone anche lui. Gli ebrei massoni sono tantissimi... La nostra filosofia ha molte componenti orientaleggianti, buddiste."

25/08
2010

Mohammed-Joseph, lo sciita iracheno in carcere per il Vangelo: fatwato di morte dall’ayatollah Mohammed Sadr, padre di Moktada Sadr; fuggito in Giordania, rapito dai fratelli. Libro Le prix à payer