ultima modifica il 14/12/2017

 

USA contro Russia 2.0 con strategia teorizzata da Gene Sharp

Correlati: masso ammette dannoso inciucio lfb turco-wahhabiti regime change Us-Uk, chi foraggia mostro Isis? Aborrendo Eurasia anche con provocazioni disinformatorie e pussy riot

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

 

Gli US stanno accerchiando la Russia usando una nuova tecnica di regime change in esportazione di democrazia per migrare alla loro area di influenza Paesi che prima erano in quella russa; mirano a destabilizzare lo stesso Cremlino pro interessi egemonici dei petroldollari che potrebbero essere superati dalla concorrenza dell’Euro se Europa e Russia sinergizzassero anziché sanzionarsi.

Tale strategia, detta anche delle "rivoluzioni colorate" è stata teorizzata dallo studioso e professore di Scienze politiche all’Università del Massachusetts Gene Sharp nel libro Dalla dittatura alla democrazia. Come abbattere un regime. Manuale di liberazione non violenta (nel 1993); con tale strategia gli Us sono riusciti nel giro di pochi anni a ribaltare governi non favorevoli agli interessi Usa per insediarne nuovi loro organici (ad es Kosovo, Ucraina) o disastrarli economicamente e umanamente (ad es. Libia, Siria). La "tecnica della rivoluzione colorata" si avvale di ONG, associazioni per i diritti umani, intellettuali, studenti, mass media, "marketing rivoluzionario", servizi segreti. Recentemente, come conferma il canale russo Ria Novosti, il Consiglio della Federazione Russa ha redatto una “Patriotic Stop-List” al fine di mettere sotto osservazione 12 Ong [CzzC: c’è chi le vede correlate a certi illuminati della finanza cinica di serie Soros] che potrebbero costituire una minaccia per gli interessi e la stabilità del Paese.

Attenzione al cambiamento della Turchia dalla 2ªparte 2016: Erdogan, scottato dagli illuminati, abbandona i foraggiatori dei terroristi e rinsavisce pro pace in Siria?

 

 

02/09
2017

<sussidiario>: riunione a Parigi con Germania, Spagna, Italia e tre paesi africani: competizione sull'Africa, azionata soprattutto da ambizioni francesi (CFA). E la Russia postsovietica potrebbe far più paura agli Usa che all'Europa.

11/07
2017

<ansa>: Amnesty: a Mosul/Iraq una ‘catastrofe' per i civili: l’Isis ha usato «intere famiglie come scudi umani» mentre le forze della coalizione a guida Usa hanno utilizzato «armi inappropriate rispetto alle circostanze» ed «in alcuni casi può essersi trattato di crimini di guerra». [CzzC: parla il tacer dei nostri illuminati Usa-succubi che si stracciavano le vesti per la liberazione Aleppo supportata dalla Russia]

01/07
2017

Perché Trump vuole (o è indotto a) ribombardare Assad? Il divide et impera è sempre stato usato dai potenti per consolidare o mantenere i privilegi del potere, nella fattispecie la rendita di posizione configurata dalla supremazia del petroldollaro, che gli Usa temono insidiabile da pace e sinergie in Eurasia: che rendita? Continua ...

19/06
2017

<repubblica stampa ansa post>: aerei Usa abbattono caccia di Damasco. Washington dissimula la gravità dell’atto parlando di difesa non di offesa [CzzC: Trump è pericoloso per la pace in Eurasia anche perché più ricattabile di Obama dai soliti potentati: continua]

15/06
2017

Odo a Radio1 che ministri esteri De e At accusano che è per interessi economici che gli USA hanno inasprito le sanzioni a Russia x Ucraina <sole24h> penalizzanti imprese del gasdotto Nord Stream2: decisione bollata come «illegale» da De e AT.

14/06
2017

[CzzC: odo Fulvio Scaglione a Radio1 (o 24 non sono sicuro) additare Federica Mogherini come colei che esaltò pochi giorni fa le buone relazioni Ue con gli emirati, compreso il Qatar (ancorché sostenitore del jihadismo terrorista) mentre brandisce sanzioni contro la Russia, uno dei più trasparenti combattenti quel terrorismo]

18/05
2017

Verso l’impeachment di Trump <avvenire fq stampa> errori e lotta di potere Usa. La trappola organizzata dal Partito democratico e da una parte del Partito repubblicano, era scattata già nell’estate scorsa, quando era stata denunciato il russia-gate. [CzzC: e se il vero obiettivo fosse la ripresa di supremazia di chi in Usa detiene il vero potere?]

10/05
2017

<limes socci libero> e se B16 fosse stato fatto cadere perché mirava a riconciliazione storica con il patriarcato di Mosca? Progetto geopolitico di integrazione euro-russa caro anche al decaduto Berlusca, ma osteggiato dalla supremazia del petroldollaro?

07/05
2017

<tempi>: a Donetsk la gente si barrica in cantina per proclamarsi libera; quante contraddizioni in questa terra che è Russia e Ucraina insieme. Un filo invisibile lega la Siria all’Ucraina. Due paesi strategici in destabilizzazione: da un lato i jihadisti dell’Isis e di Al Qaida, dall’altro gli estremisti di Pravy Sektor e Svoboda. Tutto risponde a un obiettivo funzionale all’egemonia occidentale contro Russia2.0

11/04
2017

<rai>: Trump: sì a Montenegro nella Nato, nuovo 'sgarbo' a Russia. 29esimo membro della Nato. Si tratta di una mossa attesa, comunque "provocazione" per la Russia.

07/04
2017

<espresso>: Siria missilata da Trump: e adesso quali le mosse future della diplomazia e dell'apparato militare Usa?

23/03
2017

<ansa>: Ancora sangue a Mosul: almeno 200 civili uccisi in raid sui quartieri ancora dell'Isis [CzzC: silenti gli illuminati che gridavano a crimini di guerra quando erano gli aerei di Damasco o russi a colpire quartieri in mano ai jihadisti terroristi? I bombardatori possono stare tranquilli: nessuna accusa verrà loro mossa finché ai vertici delle corti internazionali ci sono i paladini fornitori dell’Arabia Saudita]

01/03
2017

<rt.com sponda>: Russia e Cina bloccano all’ONU il tentativo dei potentati occidentali di far imporre ulteriori sanzioni alla Siria. l’Italia [CzzC: sempre succube dei soliti illuminati?] attraverso Sebastiano Cardi, l’ambasciatore all’Onu, aveva sponsorizzato la risoluzione presentata da Francia, Regno Unito e Stati Uniti

25/01
2017

<Algemeen Dagblad>: La copertura mediatica occidentale sulla Siria è una grande menzogna pro interessi strategico-finanziari degli anglosassoni nonché di Arabia Saudita e Qatar per creare uno stato sunnita in Siria senza libertà religiosa

15/01
2017

Ripartizione degli immigrati: [CzzC: verso le 9 odo a Radio1Rai una signora dire che se i Paesi dell’EstEuropa non vogliono quote di immigrati sarebbe anche perché non li aiutiamo abbastanza contro le minacce della Russia: visto che la Russia non li sta minacciando (sono le nostre forze Nato ad ammassare truppe e manovre provocatorie ai suoi confini), mi sa che i soliti lumi, bruciate le accuse della serie con cui Junker lo scorso 22/09 accusava i Paesi dell’EstEuropa di non volere immigrati perché troppo cattolici, ne stanno montando di altre, sempre della serie del lupo]

13/01
2017

Di questo articolo di <paulcraigroberts> contro Trump condivido la preoccupazione che, pere la pace nel mondo, Trump non può pensare di normalizzare i rapporti con Mosca facendo sconsideratamente il gradasso contro Iran e Cina.

12/01
2017

<fScaglione> Esportazione della democrazia: per la supremazia del petroldollaro contro Eurasia? Una bandiera in apparenza nobile ma sventolata solo per coprire il disegno degli Usa, teso a impedire la rinascita di Russia e Cina, a bloccare qualunque riavvicinamento tra Russia ed Europa?

02/01
2017

Enorme dispiegamento Nato contro Russia in Nord Europa: il giornale tedesco Kieler Nachrichten ha chiamato questa operazione militare “la più grande operazione di riposizionamento dell’esercito USA in Germania dal 1990”: più di 2000 carri armati, obici, jeep ed automezzi stanno per essere impiegati nelle esercitazioni NATO nell’Europa dell’Est che dureranno nove mesi. [CzzC: commento]

26/11
2016

<sussidiario>: al Parlamento Ue che decide di contrastare le campagne di disinformazione russa con una task force, Putin replica che quella risoluzione denota "degrado politico della democrazia nei Paesi occidentali". Se l'Europa volesse denunciare le menzogne e la disinformazione col metodo dell'informazione, la democrazia non ne soffrirebbe affatto; anzi la Russia stessa avrebbe tutto da guadagnare. [CzzC: denunciare però anche le menzogne e la disinformazione degli illuminati inciuciati in LFB con i turco-wahhabiti foraggiatori di terroristi]. Il filosofo Aleksandr Dugin, padre del neo-eurasismo e ideologo di Putin, lo aveva detto in TV nel 2013: «impegniamoci a difendere l'Europa dai gay, a salvare l'Europa da se stessa... Sotto il nostro protettorato provvederemo noi alla sua difesa».

23/11
2016

<repubblica>: Il Parlamento Ue approva risoluzione contro Russia: «Il Cremlino usa think tank, tv multilingua, pseudo-agenzie di stampa e social media per sfidare i valori democratici e dividere l'Europa». Voto compatto e contrario di Lega e M5s. [CzzC: solo l’inganno paralogistico tipico di potenti illuminati potrebbe correlare la Russia all’aumento della pressione jihadista sull'Europa]

17/11
2016

il 09/11/2016 con l’elezione di Trump farebbe cadere il muro contro la Russia come il 09/11/1989 cadde quello di Berlino? <lib&pers> ci spera, io pure, ma temo che il potere della finanza cinica (supremazia del petroldollaro) e del collegato complesso militare Usa-Nato mineranno la volontà di disgelo di Trump nei confronti della Russia, posto che non venga abbattuto da impeachment <wallstreet> o in altro modo.

03/11
2016

<sussidiario>: Obama patteggia con Isis in funzione anti Assad e anti Russia: gli Usa hanno concesso all'Isis di lasciare Mosul e di raggiungere le proprie roccaforti in Siria: i comandanti curdi ed i russi dicono che migliaia di jihadisti sono andati già a Raqqa in Siria. La decisione americana di consentire a migliaia di jihadisti di fuggire in Siria è stata riferita anche dal presidente Hollande che ha criticato la decisione americana in palese contraddizione con la lotta al terrorismo [CzzC: ma in perfetta sintonia con la strategia Leading From Behind del masso Nobel Pace].

03/11
2016

Più che da Trump o Clinton i rischi per la pace verrebbero dal cinismo degli imperialisti del petroldollaro: è vero che la Clinton è sostenuta dai wahhabiti più di Trump; è vero che Trump sarebbe meno incline della Clinton a sanzionare la Russia; è vero che i vertici del tifo per Trump, pur promettendo muri frenanti l’immigrazione clandestina, mai prometterebbero una primavera anticattolica; ma i suddetti gnomi della finanza hanno le mani in pasta su Cia, Pentagono e Nato più del presidente Usa, e  ... continua

14/10
2016

<fattoq, stampa>: 140 militari italiani saranno schierati in Lettonia dal 2018 e l’Italia guiderà la forza Nato di intervento rapido. Cremlino protesta: “Politica distruttiva” [CzzC: la suddetta sarà pure una prestazione dovuta per patto atlantico, ma dal tanto male che abbiamo patito dalla Nato negli ultimi lustri dedurremmo che il bene dell’Europa sia perseguibile più da sinergie con la Russia che da nostre provocazioni armate contro la stessa. Introvigne discorde]

26/09
2016

<giornale>: Boris Johnson, nuovo ministro degli Esteri della Gran Bretagna taccia apertamente la Russia di "crimini di guerra" commessi durante l'intervento nel conflitto in Siria aggiungendo di ritenere Putin il responsabile del bombardamento di un convoglio di aiuti umanitari avvenuto ad Aleppo lunedì scorso. [CzzC: Us-Uk mirano ad imputarlo per crimini contro l’umanità, onde avere il via libera per missilare?]

23/09
2016

<youtube>: Putin risponde alle domande di un giornalista inglese su crisi Ucraina, rapporti con gli USA, guerra fredda, le basi di NATO vicino alla Russia ...

29/08
2016

Ci sono sufficienti indizi per ritenere molti crimini degli occidentali nelle guerre di regime change correlati al colonialismo dei petroldollari con inciucio us-tuco-wahhabiti anti Russia2.0, ma attenzione a non bere le bufale sparse dai filorussi come guerra mediatica di disinformazione <stampa>: debunking ... continua

22/08
2016

Vertice trilaterale di Ventotene (rif Altiero Spinelli): <huffingt>: l'iconografia è potente ma gli accordi guardano più agli interessi nazionali che all'Europa. <panorama>: tra retorica e assenza di strategia, cosa potrà venir di buono per correggere l'assenza dell'Europa nella politica estera globale? [CzzC: Spinelli negligeva la menzione delle «radici cristiane» d'Europa, preferiva «abolizione del Concordato», teorizzava che l'Europa per nascere ha bisogno di una forte tensione russo-americana, e non della distensione; ci chiediamo se deriva da tale consonanza con la cultura dominante la sua sbilanciata sublimazione come padre fondatore dell'Europa]

20/06
2016

<Sussidiario>: siccome Assad, aiutato dalla Russia, sta vincendo contro i terroristi di cui si serve il masso Nobel Pace in cinica tecnica lfb, gli Usa tornano a minacciare missili contro Damasco: il segretario di stato Kerry sibila con lingua biforcuta che la Russia ha bisogno di capire che la pazienza Usa non è infinita ... continua]

28/05
2016

<veget>: UE rinnova le sanzioni alla Siria senza discutere: pavidi degli USA? [CzzC: l'Europa sragiona sulla Siria come sul Donbass/Ucraina, condizionata contro Russia2.0 dalla potenza finanziario-militare dei petroldollari USA (gli states intanto stanno diventando il primo paradiso fiscale delle società offshore nel mondo, alla faccia del sedicente pulito masso nobel pace i cui pari illuminati sanzionanti la Siria evitano di sanzionare Erdogan e Wahhabiti, persecutori di loro dissidenti perfino quando siano giornalisti; qui potresti consultare l’appello “basta sanzioni alla Siria”]

07/04
2016

<libro di Limes: Terza guerra mondiale?> troviamo indizi dell'inciucio Us-Nato e finanza cinica col jihadismo sunnita, perfino terrorista se funzionale contro Russia2.0, leggendo questo libro che qui riassumo e commento

07/04
2016

Guerra Azeri contro Armeni per il Nagorno Karabakh? [CzzC: preghiamo perché il potente Nobel Pace non ripeta i tragici errori commessi in Libia e Siria, dove favorì, anziché impedire i focolai di guerra diasporatori di cristiani: purtroppo <post.fb> non sembra del tutto casuale il fatto che l’attacco azero del 01/04 si sia verificato il giorno dopo il Nuclear Security Summit, nel corso del quale tra l’altro l’Us Kerry si è intrattenuto privatamente col presidente azero, apprezzandone il ruolo strategico pro-occidentale nell’area caucasica, e sostenendo le aspettative di Baku sull’integrità territoriale, contraddicendo in tal modo le aspirazioni armene per un riconoscimento dell’auto-deteminazione per il Nagorno Karabakh: ancora Us contro Russia 2.0?]

24/02
2016

<politico.eu qui in italiano>: Robert Kennedy Junior: "La nostra guerra contro Assad è iniziata quando questi rifiutò al Qatar il gasdotto di 10G$ che attraversasse l'Arabia Saudita, Giordania, Siria e Turchia". Secondo Kennedy la CIA ha trasferito milioni di $ pro rovesciamento del presidente siriano. L'intelligence Us utilizza i jihadisti pro suoi petroldollari e rovescia regimi in Medio Oriente ritenendo che le forze religiose radicali siano un contrappeso all'influenza Russa nella zona.

22/02
2016

[CzzC: danni Nato: lo sai che la NATO costa all’Italia 25G€/anno (70M€/giorno)? Ringraziandola per averci tutelato nel periodo di guerra fredda, potremmo iniziare ad applicarle spending review anche per indurla a cambiare rotta rispetto a quella sulla quale da alcuni decenni ci causa gravi danni assecondando ciecamente gli USA in follie geo-strategiche con stragi di innocenti: continua]

21/02
2016

<mistocolv>: Roland Lombardi esperto francese di relazioni internazionali: gli obiettivi che Mosca sta perseguendo in Siria non costituiscono una minaccia per l’Occidente, ma, al contrario, coincidono con i loro interessi: “Bisogna essere degli idioti o dei ciechi per non vedere che quando la Russia difende i propri interessi in Medio Oriente, protegge contemporaneamente anche gli interessi dell’Europa”.

22/12
2015

<sussidiario>: In Montenegro per dire No alla Nato una folla di 5000 persone in piazza nella capitale Podgorica e per chiedere elezioni anticipate contro la corruzione di una parte delle istituzioni e un referendum popolare che respinga l'adesione del Montenegro alla Nato, memore anche dei bombardamenti subiti nel 1999

11/12
2015

<sakeritalia>: Famiglia cristiana denuncia il divide et impera di USA in Eurasia: alla domanda “esiste secondo lei la strategia cosiddetta del “caos controllato”? I governi degli Stati Uniti inducono a bella posta conflitti in zone chiave dell’Eurasia per impedire la formazione di sistemi che possano insidiare la loro egemonia?”. Nel 2009.06, Obama tenne al Cairo il discorso che pose le premesse implicite delle “PRIMAVERE ARABE”. Di seguito i paesi che avevano ospitato o promesso le basi russe nel Mediterraneo furono molto, molto, sfortunati. [CzzC: coraggiosa affermazione della verità! Meno male che la Russia c’è. Continua ]

06/12
2015

<famigliacristiana>: Prima l’ aereo russo abbattuto, adesso l’ invito al Montenegro a entrare nella NATO, mentre Erdogan, ispirato dal masso nobel pace, attenta alla pace mondiale; secondo il diritto internazionale (art. 2 della Carta di San Francisco) l'unico intervento legittimo in Siria è quello russo, ancorché diverso rispetto alle missioni “umanitarie” (sempre a guida anglo-americana) pro regime change (Iraq, Bosnia e Kosovo, legge della giungla in Libia, Siria-Isis) in appoggio di ribelli ai legittimi Governi centrali, una prassi imposta a suon di bombe e di stragi che hanno fatto un deserto di uomini e di diritti umani negli ultimi 25 anni, grazie anche a nuovi istituti giuridico-internazionalisti inesistenti durante la guerra fredda: la no fly zone, la “responsabilità di proteggere i civili”, i Tribunali penali (pilotati da Us-Uk inciuciati con i wahhabiti) che possono arrestare financo interi Governi.

26/11
2015

Vita Trentina #47 pubblica questa mia riflessione “... troppe maschere bofonchiano la parola fraternité; ad esempio? Già la maschera cari Wahhabiti  e cari gnomi della finanza cinica ...» continua

12/10
2015

Chi foraggia il mostro dei takfiri? Takfiri è un sunnita che accusa un altro musulmano (o un seguace di un'altra fede abramitica) di apostasia: l'atto di accusa è diventato emblematico dopo lo scoppio della guerra civile in Siria/2011. Continua...

11/10
2015

<bussolaq>: Putin-Obama: 3ª guerra mondiale in vista? [CzzC: condivido buona parte di q articolo, ma non vedrei vicina una guerra nucleare Us-Russia, a motivo dell’equilibrio del terrore (chi attaccasse per primo subirebbe troppi danni in ritorsione, non avendo la certezza di successo della sua counterforce): tra i due una guerra non nucleare esiste, ma per interposte parti come sta avvenendo in MO; Europa Russia e cristiani la stanno pagando cara, come previsto dagli Us, che però forse trascurano i conti su Cina e India, l’altra metà del mondo].

28/09
2015

<huffingtonpost>: Assemblea Onu. Obama: "Qualcuno vuole che aiutiamo tiranni come Assad". Putin: "Irresponsabile dare armi ai ribelli" [CzzC: caro masso Nobel pace, credi di essere il giudice del mondo? Conta nulla il giudizio di miliardi di umani convinti che Assad nuocia ai diritti umani meno dei terroristi armati da te?]

19/09
2015

<awdnews>: Corbyn: l’Occidente ha creato l’Isis: l'Occidente è responsabile della nascita del gruppo Takfiri Isis in Medio Oriente. A renderlo noto Jeremy Corbyn il nuovo leader del Partito laburista britannico.

11/09
2015

<bussolaq>: Usa costringe greci e bulgari a impedire il sorvolo dei cargo militari russi che da giorni stanno portando mezzi e consiglieri militari in Siria per rafforzare l’esercito di Bashar Assad [CzzC: grazie masso Nobel pace, eppure ammettesti le tue responsabilità nella nascita di Isis: si capisce che per te e per i tuoi alleati wahhabiti è meglio Isis che Assad, ma per il bene dell’umanità NO: te l’ho anche scritto]

14/07
2015

Da questo articolo de il <giornale> traggo le info sulla strategia Us delle "rivoluzioni colorate" che enucleo in sottotitolo, quella teorizzata dallo studioso e professore di Scienze politiche all’Università del Massachusetts Gene Sharp nel libro Dalla dittatura alla democrazia. Come abbattere un regime. Manuale di liberazione non violenta (nel 1993)

07/07
2015

<giornale>: Nato sconfessa Usa: "Non volevamo, i carri contro Putin decisione loro" Jens Stoltenberg sui tank americani in Bulgaria: "La Nato non avrebbe fatto nulla" La Nato non c'entra, e forse avrebbe fatto anche a meno di dispiegare armi pesanti in Bulgaria visto che non è arrivata nessuna richiesta simile alle autorità dell'Allenaza da parte del paese bulgaro.

03
2015

<lastella>: Putin in tv e svela gli scenari agghiaccianti sul rapporto Isis-Usa. ecco il video con riferimenti all’inciucio anche in Libia. [CzzC: caro Putin, il masso Obama ti farà pagare cara questa denuncia, ancorché tu paia più credibile di lui]

19/02
2015

<articolo21>: Ucraina: Lucia Goracci in collegamento da Kramatorsk racconta i fatti mentre vicino alla sua inquadratura scorrono immagini di militari in azione, filmate e firmate dal battaglione Azov della Guardia Nazionale Ucraina che utilizza simbologia nazista, quella delle SS e il sole nero nazista che stanno nel “logo” di quelle immagini. Logo che è anche il simbolo del battaglione che si ispira proprio alle SS del Reich.[CzzC: qualcuno contesta alla Goracci “non un commento, non un cenno, da parte della giornalista sulla provenienza del video, né tantomeno su cosa il battaglione Azov sia. Nonostante, in un dettagliato rapporto, Amnesty International abbia denunciato violazioni di diritti umani e crimini di guerra perpetrati proprio dall’Azov”; io loderei il coraggio di mostrare il vero volto dell’attuale regime ucraino, volto che invece cerca di nascondere la cultura dominata dal masso Nobel Pace pro supremazia del suo petroldollaro, e disinforma per illuderci (Usa contro Russia2.0) che l’attuale regime ucraino non stia massacrando il diritto all’autodeterminazione delle popolazioni russofone del Donbas]

09/02
2015

Obama pilota il regime change in Ucraina: oltre al soffio di Kerry su Maidan, ecco 1G$ di aiuti (+ quelli militari) da Us al nuovo governo ucraino 2014, che ha stranieri tre dei suoi più importanti ministri (con cittadinanza ucraina ottenuta all’ultimo momento): ministro delle finanze è Natalie Jaresko, donna d’affari nata ed educata in America,  sovraintendente di fondi di investimento targati Usa.