Imperialismo dei PETROLDOLLARI e minacce per la pace azionate dai loro gnomi

[CzzC: trovo valido nel 2021 quanto annotai nel 2016: tra i tanti proclami pro o contro Obama/Clinton/Trump/Biden noto che pochi additano il problema più grave per la pace nel mondo e per lo sviluppo della nostra Europa, problema che sussisterebbe a prescindere da quale duellante segga alla Casa Bianca da decenni: gli gnomi della finanza petroldollarata targati Us/Uk (siano essi repubblicans o democrats, tories o labour) paiono disposti a qualsiasi machiavellico cinismo pur di contrastare i concorrenti della supremazia del petroldollaro e di pur di assecondare gli assecondanti tale supremazia:

- tra i primi ci sarebbe, oltre alla Cina, l'Europa che sinergizzasse con la Russia;

- tra i secondi ci sarebbero i wahhabiti e i similari regimi islamisti stramatori di diritti umani soprattutto verso le donne e gli infedeli.

E' vero che

- la Clinton era sostenuta dai wahhabiti più di Trump;

- Trump era meno incline della Clinton a sanzionare la Russia

- i tifosi di Trump, pur promettendo muri contro l’immigrazione clandestina, mai avrebbero promesso una primavera anticattolica;

ma i suddetti gnomi hanno le mani in pasta in Cia, Pentagono e Nato più del presidente Usa, e

- potrebbero ricattare l’Europa anche oltre certe multe biforcute (per miliardi di dollari alla Volkswagen o alla Deutsche Bank, ad esempio-indizio) magari per prevenire la rimozione delle sanzioni alla Russia e/o alla Siria o per impedire il Nord Stream 2

- potrebbero missilare Assad fregandosene delle preghiere del Papa che non poterono ignorare quando avevano come Presidente un Nobel Pace.

O sbaglio?]

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 20/03/2021; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: supremazia del petroldollaro; gnomi della finanza cinica, imperialismo

 

2021.03.17 Biden dà dell'assassino a Putin: cerca guerra contro Russia? <google repubblica messagg> Mosca richiama l'ambasciatore: "Un attacco a tutta la Russia" <ilriformista> scontro totale? [CzzC: mister Biden, se ti fosse scappato di dire così, pietà per la tua senescenza, ma se avessi programmato di dire così, saresti un irresponsabile per il danno arrecato alla pace, il cui Nobel2009 avrebbe provocato abbastanza disastri ai confini dell'Europa prostrando i nostri pacifici interessi economici a favore dei vostri petroldollari grondanti sangue di inermi: non avete bombardato abbastanza in Serbia, Iraq, Libia, Siria?]

 

2021.02.19 <ansa> Biden: "La Russia è una minaccia c'è il rischio di un ritorno della Guerra Fredda". Il presidente americano alla Conferenza di Monaco: "Respingere gli abusi economici della Cina". [CzzC: il sinistro Leitmotiv dell'imperialismo del petroldollaro in Eurasia]

 

2020.11.06 <ispionline> per Biden la minaccia più grande sarebbe la Russia [CzzC: il sinistro Leitmotiv dell'imperialismo del petroldollaro in Eurasia]

 

2016.11.03 Ma come farebbero gli gnomi della finanza cinica a condizionare strategie partitiche e militari a lor favore? Con molteplici tecniche e strategie: se Soros è riuscito a farsi dare laurea onoris causa da un Italietta contro la cui lira aveva speculato per miliardi, non credi che con più facilità gli gnomi della specie possano condizionare i quadri di comando di oligarchie partitiche e militari? Non necessariamente con i ricatti, anche con filantropico mecenatismo. <cdt.ch>: donazioni faraoniche di affaristi e governi stranieri alla Fondazione Clinton: FBI indaga, su possibile corruzione mascherata, con l'inchiesta avviata un anno fa dopo le denunce contenute nel libro "Clinton Cash: The Untold Story of How and Why Foreign Governments and Businesses Helped Make Bill and Hillary Rich" di Peter Schweizer e che stanno trovando ampi riscontri nelle intercettazioni di email del capo della campagna presidenziale John Podesta e di membri della stessa Fondazione Clinton, da cui emergono, oltre a un quadro moralmente devastante sul magico mondo di Hillary, anche riscontri di donazioni in cambio di favori. Ad es? Continua