La MONETA: strumento di misura del valore dei beni in compravendita attuale (pagamento) o futura (riserva di valore)

rappresentabile materialmente (denaro contante) o immaterialmente (titoli).

<wikipedia>: La funzione "centrale" della moneta è quella di strumento di pagamento (collegato al suo potere d’acquisto), visto che le altre funzioni sono conseguenza di essa o condizione favorevole per il suo svolgimento.

La banca centrale è l’unica istituzione che legalmente può emettere moneta, ma attenzione, moneta in senso lato, di cui quella fisica/banconote costituisce solo una minima parte  CONTINUA IN SEGUITO DEL SOMMARIO, che concludo con una considerazione: a differenza di altre banche centrali, la Federal Reserve può stampare moneta contro titoli del tesoro Usa con meno preoccupazione delle altre per gli effetti inflattivi interni, perché, siccome il $ denomina oltre il 70% della ricchezza mondiale, può spalmare sul mondo gli effetti inflattivi].

 [Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 31/07/2022; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: diffida da chi propone stampamoneta ad libitum?,fondamentali di macroeconomia, debito pubblico, interessi, deficit, spread; Finanza; supremazia del petroldollaro armi guerra Usa contro Eurasia, bufale sul signoraggio, Economia e finanza, capicomunismo OBOR e AIIB; crisi 2008

 

2022.07.29 emergenza dollaro? <milanofinanza> Il regime di cambi flessibili sta diventando un'altra minaccia per l'economia globale, dal punto di vista pratico e filosofico [CzzC: direi perfino etico, visto il dilagare dei prestiti esteri in dollari (fino a 13T$) e la fatturazione commerciale denominata in dollari (anche quando nessuna delle due parti è americana) e visto che troppo spesso i creditori offshore tengono i loro libri contabili denominati in dollari: questi meccanismi ampliano la portata delle difficoltà finanziarie delle aziende ordinarie quando i tassi oscillano e si possono innescare grandi deflussi (o afflussi) di capitali per ragioni del tutto indipendenti dai meriti economici o politici di un Paese, solo perché gli investitori stranieri devono riequilibrare i loro portafogli].

 

↑2020.12.11 <hwupgrade google> Visa e Mastercard hanno dichiarato di voler interrompere [CzzC: davvero o finzione?] l'elaborazione dei pagamenti verso PornHub, dopo che il NYT ha evidenziato la presenza di contenuti pornografici ritraenti persone non consenzienti, abusi e minorenni. "Non si tratta di pornografia ma di stupro. Promuovere l'abuso su minori o chiunque non sia consenziente è spregiudicato" aveva scritto il giornalista Nicholas Kristof sul New York Times. L'inchiesta condotta da Kristof aveva evidenziato i limiti del team di moderazione di PornHub, società di proprietà MindGeek.<cryptonomist> compenseranno le criptovalute? <yt> Sì secondo la Nappi che finge di temere di perdere commesse.

 

↑2020.04.03 <corriere> nell’Eurozona è vietato il finanziamento monetario dei disavanzi, quindi la Bce non può acquistare titoli sul mercato primario. Tuttavia sia durante la crisi del debito sovrano sia adesso la Bce ha messo in atto il Quantitative easing, uno strumento non convenzionali di politica monetaria, che prevede massicci acquisti di titoli pubblici sul mercato secondario [CzzC: li compra dalle banche].

 

2020.04.03 <corriere> stampa moneta e inflazione: Se un governo avesse il controllo sulla banca centrale potrebbe decidere di coprire i propri bisogni vendendo alla banca centrale i propri titoli e imponendole di stampare moneta per finanziarne l’acquisto, in questo modo non dovrebbe pagare interessi. Ma se fosse così semplice perché uno Stato non lo fa? Perché la Gran Bretagna, la Svizzera o gli Stati Uniti che hanno la loro moneta non fanno così? [CzzC: in realtà gli Usa l'hanno fatto per uscire dalla crisi del 2008] Il problema è che avere una politica monetaria subordinata alle esigenze delle finanze pubbliche, fa rischiare la monetizzazione del debito e quindi di minare il valore della moneta stessa con aumento dell’inflazione. È quello che è successo in Italia: tra il 1973 e il 1984 l’inflazione non scese mai al di sotto del 10%

 

↑2018.03.13 <micromega> Svizzera, in giugno un referendum per la MONETA piena legale: solo la Banca centrale nazionale possa emettere moneta, non le banche commerciali creandola dal nulla. [CzzC: data la secolare tradizione di democrazia, di responsabilità e oculatezza della pubblica amministrazione svizzera, lì forse l’esperimento potrebbe anche funzionare ...]

 

↑2016.02.gg <Limes> la ratio geostrategica americana in Europa: sarebbe prioritario allentare i fili delle intese russo europee [CzzC: a mio avviso la ratio è consistente per una ragione non solo da retaggio storico (guerra fredda) ma semplicemente economica: finché il dollaro sarà moneta di riferimento configurante il 70% delle denominazioni mondiali contro un 20% del Pil Usa/mondo, gli Usa possono lucrare una rendita di posizione per risolvere le crisi finanziarie in casa spartendo i costi sul mondo; l’asse Europa-Russia-Eurasia potrebbe creare un concorrente della supremazia del dollaro assai più temibile della Cina con i suoi OBOR e AIIB].

 

↑2016.01.11 [CzzC: un amico in palestra mi chiede perché l'UE non ha stampato euro come gli Us hanno stampato dollari per superare la crisi, spiego che la Federal Reserve può temere meno effetto inflattivo da massicce immissioni di moneta fresca, perché il $ cuba 3/4 delle riserve monetarie mondiali, pur essendo il Pil_Us meno di 1/4 del Pil mondiale: dal che si spiegherebbero i meccanismi di difesa della $supremazia azionati dalla politica estera Us contro prospettive di sinergia UE-Russia (vedi fomentare crisi Ucraina) che ridurrebbero il rapporto di supremazia dollaro/euro. Ma illuminate matrici della cultura dominante reagirebbero irose ed aggressive contro tale ipotesi geo-politica, come il caso occorsomi stamane in proposito: continua]

 

↑2015.10.17 Questo articolo di Tempi semina dubbi di eticità e quasi accuse di latrocinio sul signoraggio della Banca centrale, che allibra a passivo l’ammontare della moneta emessa mentre lo stato allibrerebbe in attivo il valore dell’emissione se fosse lui ad emettere. [CzzC: proporrei un discernimento rimandando alla sgamatura di Oscar Giannino come debunking di certe bufale finanziarie sulla stampa di moneta]

 

2012.10.06 A mio avviso Paolo Deotto strattona il Popolo di Dio con analisi poco serie; sorvolo su molti spunti tacciabili di presunzione di saccenza, e mi soffermo solo sul recupero della sovranità monetaria: continua

 

------------------------------------

SEGUITO DEL SOMMARIO

la banca centrale ha l’onere di mantenere stabile il valore della moneta nel tempo. Le banche centrali monitorano l’evoluzione della moneta attraverso i cosiddetti aggregati monetari (in gergo definiti con le sigle M1, M2 o M3 (vedi tabella <advise>); la moneta fisica (banconote) costituisce attualmente ~10% di quello che la BCE considera come moneta, che, invero, è in larga parte costituita da scritture contabili di deposito (per circa l’85%), dove i depositi a vista (immediatamente convertibili in contante) sono la parte più cospicua. La moneta prevalente, quella che chiamiamo liquidità per le imprese, viene creata dalla mia banca commerciale quando mi concede un prestito, un mutuo, e così genera un credito nel suo bilancio a fronte del mio debito, di fatto generando un deposito (parte di quel suddetto 85%) senza spostare soldi da un fantomatico deposito preesistente al mio; le riserve della banca restano ferme a garanzia nei confronti del sistema, non vengono intaccate dal suddetto prestito; la banca non può emettere prestito ad libitum, ma solo rapportato ai requisiti patrimoniali della banca (Basilea).

La BCE, che è banca delle banche, cerca di controllare la suddetta creazione di liquidità manovrando i tassi di interesse; crea moneta? Certo, ma non nel senso di stampa moneta fisica, bensì accreditando i conti delle banche commerciali sperando che immettano moneta nell'economia reale, il che sovente non avviene perché ad esempio nel post crisi 2008 le banche hanno usato spesso i prestiti della BCE per acquistare titoli che rendevano più degli interessi pagati alla BCE; e adesso 2020 che c'è nuova crisi, la BCE col QE compra dalle banche quei titoli per calmierare l'aumento critico dello spread come quello italiano.

[CzzC: qualcuno sostiene che la Banca Centrale, emettendo moneta contro obbligazioni dello stato, realizzi smisurato guadagno privato, sulla pelle dei cittadini, e perciò sostiene che dovrebbe essere la politica/stato a stampare direttamente moneta magari ad libitum: proporrei di discernere e di sgamare bufale: è notorio che il politico tenderebbe ad ingraziarsi gli elettori spendendo molto e lasciando ai posteri pagare il debito, se non fosse dissuaso da limiti di bilancio imposti da autorità superiore (vedi UE) o dal timore che il mercato (con la legge della domanda-offerta) punisca con fallimento l’indebitamento sconsiderato (vedi Argentina). (Vedi anche qui al 2020.04.03)

L’intento di far emettere moneta dallo stato anziché da una banca centrale privata sarebbe praticabile se

- avvenisse a livello globale (come solo a livello globale si potrebbe fare un vero socialismo, altrimenti perderebbe la competizione col capitalismo)

ci fosse un vincolo sovranazionale capace di imporre al politico di tutelare gli interessi anche delle future generazioni oltre che della presente.

Diversamente, il diritto della forza della generazione presente andrebbe naturalmente a sopraffare il diritto della generazione futura (che è senza forza perché ancora non esistente), ad esempio come avvenne con l’impennata del debito pubblico italiano nel quarto di secolo dal 68 al 92, il che avvenne nonostante le stampate di lire ad libitum che ci portarono l’inflazione oltre il 15% e a reiterate svalutazioni della lira.

Considerazione: a differenza di altre banche centrali, la Federal Reserve può stampare moneta contro titoli del tesoro Usa con meno preoccupazione delle altre per gli effetti inflattivi interni, perché, siccome il $ denomina oltre il 70% della ricchezza mondiale, può spalmare sul mondo gli effetti inflattivi]