modificato 22/11/2017

 

La DISSUASIONE (~ricatto) è sovente più efficace della persuasione

Correlati: il diritto della forza prevale sulla forza del diritto; teoria dei giochi; deterrenza nucleare, esempio di alto ricatto; ricatti sessuali, indebitamento sconsiderato, azzardopatia, droga.

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

La dissuasione è mediamente più praticata della persuasione nella dinamica delle relazioni mirate al raggiungimento di un obiettivo, perché sfrutterebbe il principio fisico di una forza causante effetto, (ad esempio la forza resistente del timore di una punizione che conseguirebbe alla trasgressione) connaturale alla materia e alla vita, mentre la persuasione farebbe appello alle finalità, metodo più tipicamente umano e rispettoso della libertà, magari eticamente più convincente, ma di meno immediata traduzione in azione effettiva. Dissuasione e ricatto starebbero al bastone come la finalità alla carota. Dissuasione = RICATTO? Sarebbero termini equivalenti per la forza psico-fisica inducente azione, mentre discernerei così: normalmente si parla di dissuasione in perseguimento di un obiettivo di bene comune (ad esempio le sanzioni previste da una legislazione civile), si parla invece di ricatto quando l’obiettivo fosse analogabile a reato/peccato: vedi specifica pagina sul ricatto.

Se la dissuasione si spiega interamente col principio di causa-effetto, la persuasione comunque non lo contraddice, ma agisce diversamente: agisce (e reagisce) prevalentemente sulla motivazione (desiderio) di raggiungere un meglio, mentre la dissuasione agisce (e reagisce) prevalentemente sulla motivazione (paura) di evitare un peggio. Questa seconda interagisce più con la parte emotiva del nostro cervello, vecchia un miliardo di anni (condizionamenti pavloviani e skinneriani in immanenza), mentre la prima interagisce più con la parte logica della nostra psiche, recente di decine di migliaia di anni e non di rado aperta alla trascendenza. Può accadere che un’apparente persuasione sottenda un ricatto? Lo si capirebbe dopo un’eventuale mancato convincimento: il persuasore sincero non castigherebbe con rappresaglia la libertà dell’altro.

Anche la teoria dei giochi dimostra che, per com’è fatta la natura umana, la dissuasione sarebbe più efficace della persuasione.

Qui un approfondimento del tema in dialogo 2013 con un’amica.

 

 

22/11
2017

Contro l’informazione scomoda i potenti potrebbero passare dal bavaglio alla dissuasione <c.crisi fattoq>: quasi si tace sulle perquisizioni patite in redazione da giornalisti de La Verità e Il Sole 24 ore, Francesco Bonazzi e Nicola Borzi (svelato conto corrente “fantasma” intestato ai servizi segreti presso la BPVi-N.B. di Roma, con milioni di euro e svariati beneficiari): è bastato il sospetto di violazione di segreto d’ ufficio per far scattare perquisizione GdF alla scoperta delle fonti del giornalista, ancorché sia una pratica condannata da norme e sentenze europee.

14/08
2017

<sole24h>: Gli Usa minacciano dazi sulla Cina per fermare Pyongyang [CzzC: se la Cina volesse, potrebbe fermare le follie di Kim Jong-un perché ne ha in pugno l’economia, ma le fan comodo come forza ricattatoria: sedare Kim in cambio di concessioni commerciali Usa o, se Trump attaccasse NordCorea, reagire con colpi di mano, ad esempio prendendosi Taiwan. Occorre dialogare più che sanzionare! No guerra! Purtroppo del sangue popolare poco importa agli gnomi]

12/07
2017

<ansa >: Erdogan: l'UE non ci invita ai summit, ci fa perdere tempo, sarà confortante se ci dirà che non può accettare la Turchia nella Ue, allora noi cominceremo il nostro piano B e C. [CzzC: spero che i più saggi della Ue si rendano conto che il sultano ci tratta solo come ricattabili, fregandosene del rispetto di libertà e altri diritti umani]

19/06
2017

<repubblica stampa ansa post>: aerei Usa abbattono caccia di Damasco. Washington dissimula la gravità dell’atto parlando di difesa non di offesa [CzzC: Trump è pericoloso per la pace in Eurasia anche perché più ricattabile di Obama dai soliti potentati: continua]

18/06
2017

<giornale>: il giornalista Filippo Facci è stato condannato a due mesi di sospensione dall'ordine (e dallo stipendio) dal consiglio di disciplina della Lombardia perché il 28/07/2016, sulla scia degli attentati di matrice islamica in Europa, rivendicava il diritto personale all'odio nei confronti della religione del Corano. [CzzC: siamo in tanti a ritenere che non ci sarebbe stata condanna se si fosse trattato di terroristi sedicenti induisti o buddisti o di altra religione diversa da quella del Corano. La differenza starebbe ben più nel potere dissuasivo ... continua]

13/12
2016

Ti stupirai che io accusi di ipocrisia lo sdegno occidentale per l’incarcerazione a rischio frustate della 20enne saudita Malak al-Shehri, accusata di aver postato sua foto senza velo, sdegno che gronda fin troppo facile su tante nostrane testate <2016.12.13 corriere, repubblica ...>: qui, collegandomi al ricatto/dissuasione wahhabiti, spiego il perché sarebbe ipocrisia occidentale ...

10/09
2016

<stampa>: Congresso americano: «Sopravvissuti 11/09/2001 potranno fare causa all’Arabia Saudita». Obama è contrario anche perché <corriere> Riad minaccia che potrebbe disinvestire da Us oltre 700G$ [CzzC: dissuasione pro supremazia dei petroldollari anche contro il diritto alla giustizia di vittime americane?]. Il 28/09 il <giornale> il Senato e la Camera respingono il veto posto da Obama. [CzzC: uno degli esempi a favore del mio placet per la democrazia americana]

01/09
2016

<Corriere>: Hillary Clinton e le radici wahhabite della sua fida Huma Abdedin la donna musulmana che da 20 anni sussurra all’orecchio di Hillary Clinton: figlia di una docente pachistana di sociologia in Arabia Saudita e dell’intellettuale musulmano Syed Zainul Abedin, Huma è l’ombra di Hillary e in comune hanno anche gli eccessi sessuali dei mariti. [CzzC: le tresche sessuali stanno alla possibilità di ricatto come il miele sta all’orso. Continua].

28/07
2016

<fattoq>: «Sono 102 soggetti evidenziati per radicalizzaione o sostegno ideologico al jihad da me espulsi” dall’Italia dal primo gennaio 2015, “otto erano imam». A dirlo è il minInterno A. Alfano. [CzzC: pazzi o indottrinati i terroristi? Intolleranza e odio insegnata da maestri di islamismo, ma è vietato dire che l'islam sia una religione più intollerante di altre, a motivo della potenza dissuasiva dei maestri del verbo uccidere e dei petroldollari che li foraggiano?]

10/06
2016

<tgcom, tempi youtube>: LʼOnu toglie l’Arabia Saudita dalla lista nera (già pubblicata) dei paesi violatori dei diritti dei bambini (in Yemen uccisi almeno 510 nel 2015); Ban Ki-moon: "Minacciava stop fondi". Ufficiali dell’Onu rivelano: «Bombardati di minacce» [CzzC: diritto della forza o forza del diritto?]

14/05
2016

contro il discernimento di Fr1 tra animali e prossimo scatta <fattoq> la replica dell’AIDAA, Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente, risentita per il monito papale: parole irresponsabili, pensi ai preti pedofili. [CzzC: ti è mai capitato di sentirti trattato come cinofobo in qualche negozio per animali, redarguito da «Ma sta scherzando? Gli fa mangiare gli avanzi?»: ecco all’incirca così vorrebbero ridurci gli ideologi dell’animalismo; perché non osano con gli islamici che frusterebbero chi portasse a spasso un cane? Ma stai scherzando? I mezzalunati mica scherzano con la dissuasione ... continua]

21/07
2015

Potenza della dissuasione: <giornale>: Charlie Hebdo si arrende: non più vignette su Maometto. Lo annuncia il direttore della rivista Laurent Sourisseau: "Non pubblicheremo mai più Maometto". [CzzC: obtorto collo? Visto che i fedeli cristiani non obtorcono collo per vignette blasfeme, vedrai come continuerà ad offendere i simboli della fede cristiana la liturgia di scarabocchi dei sedicenti sacerdoti di Voltaire. Come le potenti matrici, anche gli integralisti islamici applicano la regola del vincere ad ogni costo: solo la misericordia e il perdono possono interrompere il circolo vizioso dell’odio ritorsivo in spirale d’orrore]

22/01
2012

Nel trattare con cautela il problema del mezzo self service comunionale, temo che contro la mia informativa pur trasparente tra le parti si muovano forme di dissuasione vendicativa. Pur avendo conosciuto uno dei protagonisti capace di minaccia, so che non mi farebbe mai male fisico, ma temo gli eventuali eterosuggeritori, questi sì li conobbi capaci di “scavare fosse attorno all’avversario per farlo cadere da solo”, con tecniche collaudate: ad esempio li udii insegnare questa “no sta’ takarlo frontalmente, takelo sui so takai”.