PAURA: è un’ emozione primaria comune nel regno animale e dunque anche nel genere umano.

[CzzC: la paura (o il timore nella sua forma più blanda) è una delle leve più azionate sull’inducendo Y da parte di un induttore comportamentale X che preferisse usare la dissuasione (minaccia, diritto della forza) anziché la persuasione per indurre Y al comportamento atteso da X per i suoi obiettivi. Se non adeguatamente controllata, la paura potrebbe scatenare reazioni psico-somatiche dannose per se stessi e per il prossimo]

<wikipedia>: il dizionario di psicologia Galimberti così la definisce: Emozione primaria di difesa, provocata da una situazione di pericolo che può essere reale, anticipata dalla previsione, evocata dal ricordo o prodotta dalla fantasia. La paura è spesso accompagnata da una reazione organica, di cui è responsabile il sistema nervoso autonomo, che prepara l’organismo alla situazione d’emergenza, disponendolo, anche se in modo non specifico, all’apprestamento delle difese che si traducono solitamente in atteggiamenti di lotta e fuga”.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 08/01/2022; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: dissuasione e ricatto; comportamento; obiettivi

 

2021.10.01 <tempi avvenire agensir> «Circola una lista con i nomi di noi cristiani in Afghanistan. Abbiamo paura». L'eccezionale testimonianza di Saad e Fatimah (nomi di fantasia), cristiani che vivono nascosti nel paese riconquistato dai talebani: «Seguire Gesù apertamente è impossibile. Alcuni di noi sono stati uccisi, altri rapiti, altri scomparsi»

 

2021.07.17 <avvenire> Covid-19. I teoremi degli «odiatori vaccinali» basati su ipotesi infondate e paure indotte, apertamente ostili ai farmaci da iniettare, pseudo-scienza che arriva a montare bufale del tipo "il complotto dei 4 presidenti" (i leader di Burundi, Tanzania, Madagascar e Haiti sarebbero stati eliminati per la loro asserita preferenza per la medicina tradizionale rispetto ai vaccini) o del tipo "calamita" (che si attaccherebbe al braccio dopo la seconda iniezione).

 

↑2021.02.27 <avvenire> Fr1: durante i giorni terribili della dittatura, in cui ho dovuto portare le persone in clandestinità per farle uscire dal Paese e salvare le loro vite; immaginate cosa sia stato trasportare una persona nascosta nell'auto - solo da una coperta - e passare tre posti di blocco militari nella zona di Campo de Mayo. La tensione che generava in me era enorme. Una psichiatra mi ha aiutato su come affrontare le paure, a gestire l’ansia e ad evitare di prendere decisioni affrettate. “Sono convinto che ogni sacerdote deve conoscere la psicologia umana”.

 

2020.11.25 <serenoreg> segnalo l’evento “Islamophobia: A discussion on Europe” sul problema dell’islamofobia in Europa. <confronti> Islamofobia in Europa e in Italia: per islamofobia si intende l'ostilità, la paura o l'odio verso l'Islam, i musulmani e la cultura islamica in maniera pregiudiziale, e di conseguenza la discriminazione più o meno attiva nei confronti di gruppi o individui riconducibili all’islam. L’islamofobia così definita fa parte dei cosiddetti hate crime e si manifesta attraverso comportamenti individuali, ma anche a livello istituzionale. [CzzC: plaudo al contrasto di questi hate crime, senza condizionarlo alla reciprocità per la cristianofobia, che è ferale in certi paesi dell'islamismo, ma è capace di produrre discriminazione anche da parte di certe illuminate istituzioni occidentali]

 

↑2020.02.27 <agi> Covid19 "Non è un raffreddore, ma nemmeno la peste", dice Roberto Burioni; “la paura è un virus e il suo vaccino è l’informazione

 

↑2018.11.22 <tempi> I familiari di Asia Bibi: «Ci stanno dando la caccia casa per casa». I parenti della donna raccontano di squadre di estremisti che si aggirano mostrando le loro foto per stanarli. «Se non gli sarà permesso di uscire dal Pakistan, prima o poi potrebbe accadere qualcosa di terribile» <f.scaglione> queste vicende trasmettono l’idea che il mondo islamico sia succube delle frange estremiste e violente e che l’Occidente, che a queste frange ha offerto sin troppo spazio, sia intimorito dai loro potenziali attacchi. Insomma, che siano la violenza e il terrorismo a vincere [CzzC: vedi Charlie Hebdo].

 

↑2018.04.30 <fattoq gazzet giorn yt> Milano, statua di Montanelli sfregiata dalle femministe: “Stupratore di bambine”. La provocazione di un gruppo Lgbt, le 'Indecorose', fa riferimento al periodo in cui il giornalista era sottotenente in Eritrea e raccontò di aver "comprato" una dodicenne abissina [CzzC: Montanelli certamente sbagliò, quasi un secolo fa, secondo gli incivili costumi locali, ma le illuminate femministe della specie ben si guardano dall’esporsi oggi contro i potentati islamici grondanti petroldollari e similarmente abusanti delle donne nonché perseguitanti i gay: troppa fifa a sfidare la ferale dissuasività azionata contro i contestatori da quei nababbi? Più pelose o più ipocrite? Come quella che raccoglieva fondi per contrastare la pratica delle spose bambine mentre scriveva che il futuro sarà l'utero in affitto? Tuttavia non tutte le femministe sono di quella illuminata specie]

 

↑2018.02.04 in relazione ai crimini di Macerata concordo con <avvenire> che una predicazione ossessiva di essere invasi dai migranti è un tizzone acceso per il barile di polvere dell’odio e della paura, ma ritengo che non sia privo di responsabilità nell’alimentare tizzoni e paure anche chi trascurasse la difesa preventiva della sicurezza degli indigeni, sottovalutando il pericolo paventato dallo stesso Fr1: «l’imprudenza nei calcoli, nel ricevere di più di quelli che si possono integrare». Continua.

 

↑2017.01.20 <academic.oup> Libro Sull'Islam britannico: religione, legge e pratica quotidiana dettati dai Sharia Councils. Pare che il voto pro Brexit sia stato favorito dalla speranza di fermare l'immigrazione musulmana. In Germania, il movimento di estrema destra "Europei patriottici contro l'islamizzazione dell'Occidente", abbreviato "PEGIDA", ha conquistato molti seguaci. Un'affermazione comune è che i musulmani in Occidente stanno costruendo stati all'interno degli stati, dove strutture legali parallele sotto forma di consigli della Sharia sono il primo passo per erodere l'ordine costituzionale secolare degli stati. La diffusione del pensiero estremista sovversivo nello stato da parte di islamisti nostrani accresce ulteriormente la paura e il consenso conquistato con ricatto.

 

↑2015.04.28 <s24h> la parola NIMBY non basta più per descrivere la sindrome di opposizione conservatrice contro l’evoluzione della società: non più solamente la protesta locale di comitati di cittadini, ma una contestazione trasversale contro il cambiamento: non si difende più solo il backyard, ma ci si ciba di un no generalizzato, olistico; prefisso eco&bio, se no no: NoTav NoTap NoTriv NoTermo NoVax NoMask NoEolico NoEuro NoScieChimiche NoMuos, NoCentrali, NoExpo ... Le motivazioni addotte per il NO nascondono sotto una veste razionale la paura emotiva per un cambiamento del mondo in cui si fatica a riconoscersi.