La violazione dei diritti umani in PAKISTAN viene tollerata dagli Occidentali

che invece infieriscono contro altre violazioni commesse ad esempio in Iran o in Siria: perché questa differenza? Forse perché il Pakistan ha l'atomica e (come l’Arabia) asseconda la strategia economico-militare filo-US-Uk-Nato mentre altri citati no?

Gravissime le violazioni dei diritti umani legate all’abuso della famigerata legge sulla blasfemia, oltre a rapimenti e schiavizzazioni di figlie degli infedeli (soprattutto cristiane): basti il caso emblematico di Asia Bibi e degli uomini di stato uccisi perché si opponevano alla suddetta famigerata legge (2011 assassinati Salmaan Taseer e Shahbaz Bhatti, 2014 assassinato Rashid Rehman Khan, ...).

Eppure ... CONTINUA IN SEGUITO DEL SOMMARIO.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 18/09/2021; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: diritti umani, cristiani perseguitati, stupri su cristiani, Malala, Asia Bibi, blasfemia, fondamentalismo, donna nell’islam, spose bambine, violenza malattia dell’islamismo

 

 

2021.09.15 <asianews> Faisalabad/Pakistan: Arushma Ejaz ragazza cristiana per mesi vittima di violenze da parte di un uomo musulmano che ha tentato di rapirla per convertirla e costringerla al matrimonio. Dopo una serie di intimidazioni ed episodi violenti la madre si è rivolta all'organizzazione Human Rights Focus Pakistan. La polizia ha redatto il primo rapporto informativo con un ritardo di 47 giorni. [CzzC: non avremmo di che stupirci, purtroppo, se ammettiamo anche in Italia maestri che insegnano razzismo religioso, ad esempio prescrivendo di perseguitare gli abiuri o le musulmane che sposassero un infedele: insegnano così in onta agli art.18 e 16 della nostra dichiarazione universale dei diritti umani perché si rifanno non alla nostra, ma a una loro dichiarazione dei diritti umani, che si sono formulata apposta per poter violare i suddetti nostri due pilastri in nome della Sharia

 

2021.09.11 <affaritaliani> La cerimonia di insediamento del nuovo governo talebano che era prevista oggi, nel 20mo anniversario degli attacchi contro gli Stati Uniti, è stata rinviata per "le pressioni arrivate da Doha" scrive Cnn-News 18, secondo cui il Qatar avrebbe a sua volta ricevuto pressioni da Us-Nato per indurre i talebani a rinviare la cerimonia. L'emittente indiana sostiene che la Russia non sarebbe stata presente alla cerimonia se si fosse tenuta l'11 settembre. <ilmattino> tanti misteri ancora da svelare, il ruolo del Pakistan e dell'Arabia Saudita

 

2021.06.05 <tempi avvenire> Pakistan: Shafqat Emmanuel e sua moglie Shagufta Kausar, analfabeti, erano stati accusati nel 2013 di aver scritto sms blasfemi. Il loro avvocato avverte: «Devono essere protetti o, una volta liberi, saranno uccisi»

 

2021.05.26 <ilfattoquotidiano reggiosera open> a Reggio Emilia si indaga sulla scomparsa della 18enne pakistana Saman Habbas che da minorenne si era rivolta ai servizi sociali per opporsi alle nozze forzate programmate per dic.2020: i genitori, marito e moglie di 43 e 46 anni, erano stati denunciati a gennaio ed ora sarebbero tornati in fretta in patria, per un presunto problema familiare.

 

2021.05.04 ACS ha scritto una lettera aperta al Presidente Draghi affinché istituisca anche in Italia la carica di inviato speciale per la libertà religiosa; al riguardo ricorda, ad esempio, che in Pakistan in piena pandemia Covid hanno negato aiuti alimentari e kit di emergenza ai cristiani e agli appartenenti ad altre minoranze religiose; in Myanmar i funzionari scrivono appartenenza buddista sulla carta d'identità anche di sedicenti cristiani; in Iraq i cristiani sono discriminati con ostacoli in ambito lavorativo e tramite il diritto di famiglia ... continua

 

↑2021.04.12 <tempi> Pakistan: Mariam Lal e Navish Arooj, infermiere cattoliche dell’ospedale civile, accusate di blasfemia. Un adesivo strappato in ospedale, un’aggressione col coltello, una folla inferocita invoca l’impiccagione. La furia islamista prende di mira altre due donne cristiane. Le famiglie sono state costrette a nascondersi per paura delle ritorsioni degli islamisti. Analogamente Tabita Nazir Gill, un’altra infermiera, giovane mamma e cantante gospel cristiana, accusata il 3 febbraio scorso dai colleghi del Sobrajh Maternity Hospital di Karachi di avere offeso Maometto; aggredita, torturata e picchiata selvaggiamente, pur scagionata da tutte le accuse, la donna è costretta a vivere nascosta con i figli per sfuggire alla giustizia sommaria degli islamisti infuriati dal suo rilascio.

 

2021.03.06 <corriere> Le persecuzioni nel mondo, dove i cristiani sono nel mirino: salgono a 320 milioni i fedeli in pericolo tra discriminazioni e abusi di cui non si parla. Quando Asia Bibi, venne assolta dopo nove anni di galera e una grottesca sentenza di morte per blasfemia, il Pakistan fu messo a ferro e fuoco per venti giorni da migliaia di fondamentalisti islamici furibondi. «Ma l’Occidente ha preferito non vedere, per non ammettere che un certo tema politico-religioso deviato riguardava una consistente parte della popolazione pachistana»,

 

↑2021.02.20 <tempi> Il giudice <Rana Masood Akhtar> del tribunale di Faisalabad/Pakistan annulla le nozze della sposa-bambina <Farah Shaheen> che può tornare al suo papà, ai suoi cinque fratelli, al nonno e alla comunità cattolica che per otto mesi ha battagliato perché fosse liberata dal suo aguzzino musulmano, liberata dalle funzionarie preposte a rafforzare in lei la conversione all’islam nella <Dar-ul-Aman>, liberata dalle umiliazioni di poliziotti e magistrati compiacenti con chi l’aveva rapita, convertita, sposata a forza e ridotta a schiava incatenata in un cortile. Farah Shaheen, orfana di mamma, aveva solo 12 anni il giorno in cui venne sequestrata e costretta a chiamare “marito” un pakistano musulmano di 45 anni.

 

↑2021.02.18 <asianews> Pakistan: altri due cristiani accusati in base alla controversa <legge> sulla blasfemia che prevede finanche la pena di morte. Molti membri delle comunità minoritarie in Pakistan (<Ahmadi>, indù, cristiani e sikh) subiscono accuse per presunta violazione della suddetta famigerata legge.

 

2021.01.09 <tempi acs> L’arresto Jabdul Abbar rapitore della minorenne cristiana Huma Younus. Qualcosa si muove in Pakistan. Prime azioni giudiziarie contro gli aguzzini delle spose-bambine. Frutto di manifestazioni di popolo e di coraggiosi avvocati e vescovi che muovono anche il governo. <tempi> mafia pakistana che rapisce e converte all'islam mille cristiane all'anno.

 

↑2020.12.29 <asianews> il giorno di Natale a Lahore/Pakistan 30-35 musulmani entrano nelle case dei cristiani per picchiare donne e bambini (feriti con pietre e coltelli): il movente? Alcuni cristiani avevano osato difendere alcune ragazze offese e molestate da alcuni giovani musulmani [CzzC: che ha fatto la polizia? Lo stesso giorno di Natale in altra località <persecution> 3 cristiani accusati di aver bruciato pagine del Corano]

 

↑2020.12.24 <foglio> Il dramma dei cristiani in Pakistan, costretti a convertirsi per il pane. La persecuzione non è solo quella dei califatti nel vicino oriente. Storie di ordinaria violenza. Tra accuse di blasfemia, matrimoni forzati e giudici compiacenti, la libertà religiosa resta un miraggio. Liberato su cauzione il quarantaquattrenne Ali Azhar che, a ottobre, aveva organizzato il rapimento di Fatima Arzoo Raja una tredicenne cattolica per poi stuprarla e organizzare il matrimonio forzato. Liberi anche l’imam che aveva celebrato le nozze e i complici di Ali Azhar.

 

↑2020.12.15 <avvenire nbq> false accuse di blasfemia: Imran Masih, cattolico di Faisalabad/Pakistan, finalmente libero dopo 11 anni di ingiusta prigionia; era stato condannato all'ergastolo. Ora la Corte d'appello ha ribaltato la sentenza del 2010. Un vicino di casa lo accusò di aver bruciato un Corano <asianews> nel 2009 era stata costituita una commissione interreligiosa per indagare sulle accuse.

 

↑2020.11.23 <fides> Cardinal Joseph Coutts, Arcivescovo di Karachi, discute dei rapimenti di ragazze cristiane minorenni, costrette a convertirsi e a sposare i propri rapitori, e, in particolare, il recente caso di Arzoo Raja, una tredicenne di Karachi. 2020.11 liberata? <tempi> non è ancora a casa sua ...

 

↑2020.11.05 segnalo il libro della giovane Pakistana Zarish Imelda Neno "una piccola matita vita di una donna cristiana in Pakistan" <google cristianitd pepe yt.vid1 fb.vid> anche una semplice passeggiata al parco con le amiche può trasformarsi in una trappola mortale e anche in casa occorre cautela: alzare troppo la voce può esporre a false accuse di blasfemia, analogamente parlare al telefono di questioni religiose. Anche prima dell'11 settembre c'erano condizionamenti, ma Zarish ricorda con nostalgia che i bambini indù, musulmani e cristiani potevano giocare assieme, farsi regali e anche cantare in compagnia brani natalizi. Anche oggi ci sono musulmani aperti verso i cristiani, ma ...

 

↑2020.10.21 <fides avvenire ansa google> Rapita, costretta a convertirsi all'islam e a sposare un musulmano molto più vecchio di lei. E' la storia, purtroppo simile ad altre accadute sempre in Pakistan, di Fatima Arzoo Raja, 13enne cattolica di Karachi <asianews> proteste e appello alle autorità. 2020.11 liberata? <tempi> non è ancora a casa sua, perché il Pakistan continua a respingere ogni disegno di legge volto a criminalizzare conversioni e nozze forzate, norme che avrebbero protetto Arzoo, Huma, Maira e centinaia di ragazzine cristiane; le quali, terrorizzate dal contraddire i giudici e dalle conseguenze spesso minacciate dai rapitori che investirebbero le famiglie d’origine, arrivano a negare di essere state rapite o forzatamente costrette ad abiura.

 

↑2020.10.19 <tempi> «È un onore essere una cristiana pakistana. La persecuzione è un dono». Nel libroUna piccola matita” Zarish Neno racconta la propria storia di 33enne pakistana in Italia e di quello che ha subito per la sua fede. Dovette abbandonare corsi di studio e posti di lavoro per sottrarsi alle imposizioni che riguardavano il suo credo, alle pressioni perché si convertisse, al rischio di essere accusata di blasfemia. Ma «La sofferenza è un modo per purificarci da ogni dubbio e paura; i nostri momenti difficili non sono qualcosa di brutto, ma ... »

 

2020.10.06 <ACS, standt> assolto in appello Sawan Masih, Cristiano condannato a morte in Pakistan nel 2014 per blasfemia <tempi> Chi risarcirà i cristiani di Joseph Colony? L’8 marzo 2013 tremila islamici in Pakistan rasero al suolo a Lahore due chiese e 178 case, terrorizzando 2.500 cristiani. Volevano vendicare la blasfemia di Masih, che ieri è stato assolto.

 

↑2020.09.29 <stampa ansa> L’Armenia denuncia che un suo jet Su-25 nel suo spazio aereo è stato abbattuto da un F-16 turco  «proveniente dal territorio azero». <s24h> Nagorno-Karabakh: Erdogan sfida Macron, Putin e Trump: il presidente turco ha definito «inaccettabile» il coinvolgimento dei tre leader che hanno chiesto un cessate il fuoco immediato tra armeni e azeri. <asianews> Oltre a Erdogan, anche Pakistan e Afghanistan sostengono l’Azerbaijan: guerra religiosa?

 

2020.09.23 <Roma7> Pakistan, mandato d’arresto per i rapitori della 15enne cattolica Huma Younus, emesso dal tribunale di Karachi Est. Sono accusati di averla rapita, violentata, costretta ad abbandonare la propria fede e a sposare uno dei sequestratori. La ragazza, rimasta incinta in seguito allo stupro, è attualmente prigioniera fra le mura di una camera.

 

2020.09.21 <ilgiornale> La piaga dei matrimoni forzati in Italia: "Sposalo o ti accoltello". L'ultimo episodio di violenza due giorni fa a Viareggio, dove un 45enne pakistano ha minacciato la figlia adolescente con un coltello perché si era ribellata al matrimonio con un uomo di 35 anni più grande di lei. Anche in Italia aumentano le "spose bambine". In Italia il matrimonio forzato è penalmente perseguibile grazie alla Legge #69/2019 (codice rosso). <leonde> una ricerca del 2014.

 

↑2020.08.24 <asianews, cervellera> Pakistan: non solo conversioni forzate di ragazze rapite, anche proselitismo islamista con conversioni a pagamento:  video su TikTok: "cristiani, convertitevi all'islam, vi paghiamo fino a 6 mila dollar"; i video che esaltano il proselitismo islamico sono virali: anche ragazzi musulmani sono impegnati a spingere e minacciare ragazzi cristiani a rinunciare alla fede cristiana. Attivista per i diritti umani: Le autorità devono fermare questi diffusori di odio.

 

↑2020.08.20 esultanza mediatica mondiale <tempi> perché in Pakistan l’Alta Corte di Islamabad ha liberato Kaavan per cui si era mossa anche Repubblica e la cantante Cher: Kavaan è un elefante. E chi si cura della sofferenza dei coniugi cristiani Shafqat Emmanuel e Shagufta Kausar che vivono nel braccio della morte con l’accusa di aver mandato nel 2013 messaggi blasfemi in inglese? Loro che non sanno scrivere in urdu e tanto meno in un’altra lingua. Cristiani come Bilal Masih, percosso a morte dai suoi datori di lavoro musulmani per futili motivi; o come Saima Sardar, infermiera che ha rifiutato di convertirsi all’islam e di sposare un uomo musulmano perciò uccisa a Faisalabad. Cristiani come la 14enne Maira Shabbaz rapita lo scorso 28 aprile da un commando di islamici, costretta a convertirsi all’islam e a sposare uno dei suoi rapitori.

 

2020.06.05 <tempi> Pakistan: Shagufta Kausar e il marito Shafqat Emmanuel, genitori cristiani di 4 figli, si trovano in carcere da sei anni, in attesa che in appello i giudici ribaltino il verdetto di condanna a morte per supposta blasfemia. Ma come avvenuto con Asia Bibi, nessuno vuole prendersi la responsabilità di assolvere un cristiano, anche quando le prove a sua discolpa sono numerose, per timore di essere ucciso dagli estremisti islamici. E così l’udienza finale del processo, che doveva tenersi mercoledì all’Alta corte di Lahore, è stata rimandata ancora una volta.

 

2020.05.26 <tempi> Pakistan, è stato assassinato il cognato di Asia Bibi lunedì nella città di Sheikhupura/Punjab. Secondo la denuncia sporta alle forze dell’ordine, Younus si era recato al lavoro nei campi la mattina del 24 maggio e non era rientrato a casa alla sera. Il suo corpo, con la gola recisa, è stato trovato la mattina seguente. [CzzC: voce del verbo uccidere]

 

2020.02.25 <avvenire> Matrimoni forzati e stupri, ecco come vengono perseguitate le donne cristiane; 11 Paesi nella lista nera pubblicata il 15 Gennaio da Open Doors: Corea del Nord, Afghanistan, Somalia, Libia, Pakistan, Eritrea, Sudan, Yemen, Iran, India e Siria. [CzzC: da sottolineare il Pakistan]. In Asia le donne cristiane «sono vendute come spose in Cina; nella Penisola araba, «le famiglie tranquillamente sfruttano domestiche cristiane»; nell’Africa subsahariana, «milizie di assalitori attaccano regolarmente le donne nei villaggi cristiani o le rapiscono per farle vivere un’esistenza da schiave del sesso»..

 

↑2020.01.30 <vatican> Cardinal Joseph Coutts, Arcivescovo di Karachi, ha condannato la profanazione criminale avvenuta nel tempio indù nella provincia del Sindh. La Chiesa ha chiesto alle autorità di affrontare le cause alla radice delle violenze a sfondo religioso che colpiscono tutti i gruppi minoritari che vivono nel Paese

 

↑2019.12.12 <foglio repubbl> La tratta delle ragazze cristiane: 629 dal Pakistan sono finite in Cina, dove c’è una grande richiesta di donne <avvenire> su questo «traffico delle mogli» spesso le autorità coprono gli illeciti per compiacere il potente vicino. <nbq> nel traffico risulta coinvolta anche una madrassa, il cui imam ha aperto un ufficio matrimoniale.

 

2019.12.07 <avvenire> la 14enne pakistana cristiana Huma Younus scomparsa il 10 ottobre <nbq, asianews> costretta a convertirsi all’islam e a sposare il rapitore musulmano; <vatican> i genitori fanno appello alla Corte di giustizia e pregano "il Papa ci aiuti". [CzzC: solo nel sett.2020 mandato di arresto per i rapitori]

 

2019.08.10 <avvenire> Pakistan, «mille cristiane costrette a convertirsi ogni anno con la violenza» <vatican> La denuncia di abusi e violenze in particolare nei confronti di indù e cristiani in una conferenza promossa a Karachi da "Aiuto alla Chiesa che soffre" con la presenza di una donna avvocato.

 

2019.08.08 <tempi> Pakistan: 200 cristiani condannati a morte (basta un sms “blasfemo”). «Le persecuzioni contro i cristiani sono in aumento» dice l’avvocato Mushtaq Gill. 40 cristiani sono ora nel braccio della morte

 

↑2019.05.08 <standt ansa repubbl> Asia Bibi ha lasciato il Pakistan: è al sicuro in Canada, dove si è ricongiunta ai suoi cinque figli e dove attende che il governo canadese le conceda asilo

 

↑2019.03.22 <vatican agensir> ACS: Albenga, Legnano, Pistoia e Sanremo: saranno queste città a colorarsi di rosso, oggi e domani 24Mar, per ricordare il sangue versato da tanti cristiani in tutto il mondo. Particolare attenzione quest'anno su Nigeria, Pakistan, Siria.

 

2019.03.17 <tempi njus luce wpn> Pakistan. Saima Iqbal, cristiana madre di 3 figli, rapita da un musulmano, torturata, costretta a convertirsi all’islam. In Pakistan 1000 donne all’anno appartenenti a minoranze religiose subiscono colà la stessa fine. Vedi  il caso di Fouzia Sadiqe, madre cristiana di 31 anni rapita nel 2015 dal suo datore di lavoro musulmano di 61 anni, Muhammad Nazir, costretta a convertirsi all’islam e a sposare Nazir. Fuggì con l’aiuto di una ong cristiana, ma nel 2016 la sua famiglia fu costretta con minacce di morte a ridarla a Nazir. Nel 2017 Fouzia fu nuovamente liberata e nascosta in un luogo sicuro, da dove ha dichiarato: «Il mostro continuava a violentarmi e io ho tentato il suicidio. Poi ho chiesto perdono a Dio e ho ricominciato a pregare».

 

↑2019.03.03 <christianpost nsnaz libertàrelig> libertà religiosa in Pakistan: una tredicenne cristiana è stata rapita, costretta a convertirsi all’islam e a maritarsi col rapitore. <tempi> Ogni anno in Pakistan vengono rapite da musulmani almeno mille donne appartenenti a minoranze religiose e convertite a forza all’islam. Il dato è in forte crescita visto che un rapporto del 2013 parlava invece di 700 casi all’anno.

 

↑2019.03.01 <asianews> Chiesa pakistana contro il traffico di donne: usate come prostitute da mariti cinesi: dal 2017 sono stati celebrati circa 700 matrimoni misti. In Pakistan lavorano tanti uomini cinesi impiegati nelle aziende del Corridoio economico sino-pakistano, uno dei progetti di punta della “Nuova Via della seta” cinese. La storia di Muqadas Saddique, drogata e costretta a sposare un cinese alcolista.

 

↑2019.02.27 <s24h google> Pakistan abbatte due aerei indiani, si sfiora guerra in Kashmir

 

↑2019.02.15 donna nell’islam: <stampa> ricordi Sana Cheema, la 25enne che voleva sposare un italiano ma che fu portata via da Brescia per nozze combinate e uccisa in Pakistan? Assolti padre, zio e fratello «per mancanza di prove certe», ancorché i tre familiari avessero confessato (ma poi ritrattato) di aver ucciso Sana perché aveva «disonorato» la famiglia.

 

2019.02.13 <roma7> Sawan Masih <google ansa> e altri 200 casi come Asia Bibi in Pakistan <yt> un amico di Sawan, col quale aveva litigato, lo accusò nel 2013 di aver offeso il Profeta: il venerdì successivo una folla di oltre 3 mila musulmani diede fuoco all'intero quartiere Cristiano; i responsabili dell'attacco sono stati tutti liberati, mentre Sawan, condannato a morte, attende ancora il processo di appello, nel silenzio complice dell’Occidente. [CzzC: assolto nel 2020.10]

 

↑2019.01.29 <tempi askan foglio tv2000 tg24 avven> il giudice della Corte che aveva già annullato la condanna a morte il 31 ottobre dello scorso anno respinge “sulla base del merito” il ricorso contro l’assoluzione di Asia Bibi che era stato presentato da Qari Muhammad Salaam <google>, il mullah che formalizzò l’accusa contro di lei nel 2009. [CzzC: potrà Asia Bibi finalmente vivere libera con i suoi cari? Fuori Pakistan, perché nel suo paese nonostante l’assoluzione rischierebbe la vita: preghiamo affinché ciò possa avvenire senza ulteriori vittime della violenza malattia dell’islamismo]

 

↑2019.01.07 <asianews> dichiarazione di Islamabad: più di 500 iman contro il terrorismo e a favore di Asia Bibi: condannare l'uso indiscriminato di editti islamici da ulema radicali; i fedeli di ogni religione o setta hanno il diritto costituzionale di vivere in Pakistan; nessuno deve essere ucciso con il pretesto della religione. Le relazioni con l'Arabia Saudita dovrebbero essere poste sotto una lente di ingrandimento [CzzC: capito da dove viene il maggior foraggio ai maestri di odio islamista?]

 

↑2018.11.29 <vatican> Pakistan: minacce e spari contro le figlie di Asia Bibi: non c'è pace per la famiglia di Asia Bibi, assolta dopo 9 anni di carcere: gli estremisti islamici attaccano la casa dove si erano rifugiate due figlie.

 

↑2018.11.22 <tempi> I familiari di Asia Bibi: «Ci stanno dando la caccia casa per casa». I parenti della donna raccontano di squadre di estremisti che si aggirano mostrando le loro foto per stanarli. «Se non gli sarà permesso di uscire dal Pakistan, prima o poi potrebbe accadere qualcosa di terribile» <f.scaglione> queste vicende trasmettono l’idea che il mondo islamico sia succube delle frange estremiste e violente e che l’Occidente, che a queste frange ha offerto sin troppo spazio, sia intimorito dai loro potenziali attacchi. Insomma, che siano la violenza e il terrorismo a vincere [CzzC: vedi Charlie Hebdo].

 

↑2018.11.03 <asianews tempi> Asia Bibi resta in Pakistan ostaggio degli islasmisti a causa di un accordo (definito “una vergogna” da Kashif Hussain, scrittore e attivista) tra l’esecutivo di Imran Khan e i fondamentalisti del Tehreek-e-Labaik Pakistan (TLP), che prevede l’inserimento del nome di Asia nella lista delle persone che non possono lasciare il Paese. Il governo si impegna a risarcire le vittime delle violenze dei giorni scorsi. [CzzC: i cristiani siano prudenti e stiano calmi per evitare il male peggiore: i radicali islamisti non starebbero attendendo altro di meglio che una reazione cristiana, che brandirebbero come pretesto per una loro susseguente ancor più micidiale offensiva; ricordiamo anche precedenti cessioni di governanti pakistani ai fondamentalisti, e speriamo che l’attuale cedimento non prospetti ai radicali un’agevolazione nel farsi giustizia da sé: la vita di Asia Bibi è in pericolo giudiziario ed extra-giudiziario in quel contesto di civiltà, verso la quale i nostri illuminati non vorrebbero che si parli di scontro di civiltà]]

 

↑2018.10.09 <tempi> «Se Asia Bibi sarà assolta, mio padre otterrà giustizia. Ma gli islamisti cercheranno di ucciderla» Intervista a Shaan Taseer, figlio di Salman, il governatore musulmano del Punjab ucciso dagli estremisti nel 2011 per avere difeso pubblicamente la donna: «Il caso di Asia Bibi riguarda la coscienza dell’intero paese»

 

↑2018.10.06 Preghiamo per Asia Bibi: <F.Scaglione avvenire> si apre lunedì alla Corte Suprema di Islamabad il processo di appello per Asia Bibi: è l'ultima speranza per sfuggire alla condanna a morte per blasfemia commniata il il 2010.11.11 alla giovane madre di 5 figli, che era stata arrestata 2009.07.19  sulla sola base della denuncia presentata da alcune donne musulmane con cui aveva avuto un diverbio. Nel 2011, un estremista islamico uccise Salman Taseer, il governatore (musulmano) del Punjab che si era espresso a favore della condannata e pochi mesi dopo fecero fare uguale fine a Shabaz Bhatti, il cristiano che era diventato ministro per i Diritti delle Minoranze. Le forze dell’odio hanno continuato a infierire fino a oggi, costringendo il marito e le figlie di Asia Bibi e lasciare il Pakistan per timore di ritorsioni.

 

↑2018.08.30 <ansa sir ofcs tio gio> Pakistan: gettata dal 2° piano la studentessa cristiana di 18 anni Binish Paul: si rifiutava di convertirsi all’islam e di sposare il musulmano Taheer Abbas. Qui il crimine è stato denunciato, nonostante le minacce di accusare la famiglia di blasfemia, ma in altri casi no, per la resistenza della polizia a registrarli, unita alle pesanti minacce da parte di amici e parenti degli aggressori.

 

↑2018.05.09 <ansa> sarebbe stata strangolata Sana Cheema, la giovane italo-pachistana morta il 24 aprile in Pakistan in una vicenda di sospetto 'delitto d'onore'. In carcere si trovano padre, fratello e zio

 

↑2018.05.07 <tempi> Pakistan: attentato al ministro Ahsan Iqbal, ferito al braccio con colpo di pistola sparato da 20m di distanza da Abid Hussain che farebbe parte del partito islamico estremista Tehreek-i-Labaik Ya Rasool Allah. Ahsan tornava da un incontro con alcuni rappresentanti della comunità cristiana.

 

↑2018.04.22 <acs ansa gazzettino libero> il promesso sposo brucia viva Asma 24enne pakistana cristiana di Sialkot che muore dopo un giorno; Gujjar, scrive il Pakistan Today citando fonti della polizia, è stato arrestato e ha "confessato".

 

↑2018.03.30 <fc> Malala torna in Pakistan sei anni dopo l'attentato: il premio Nobel per la pace è stata accolta con tutti gli onori dal primo ministro pachistano. Ma c'è anche chi ha protestato per la sua presenza

 

2018.03.01 <CNN con foto di Asia Bibi> Le leggi sulla blasfemia del Pakistan perseguitano i più deboli dei deboli. Farahnaz Ispahani (del Woodrow Wilson International Centre for Scholars e senior fellow per il Sud e Sud-Est asiatico presso il Religious Freedom Institute), ex membro del Parlamento pakistano commenta il suo libro "Purificare la terra dei puri: la storia delle minoranze religiose in Pakistan", pubblicato nel 2017.

 

↑2017.10.26 <asianews>: Pakistan: bambina cristiana di 12 anni stuprata e torturata nella città di Sheikhupura. La madre voleva sporgere denuncia ma la polizia non ha acconsentito a registrare il caso. [CzzC: complice il silenzio dell’Occidente alleato del Pakistan]

 

↑2017.09.05 <tempi>. Pakistan. Studente 17enne cristiano ucciso in una scuola pubblica da suoi compagni musulmani che volevano si convertisse all’islam essendo l’unico cristiano. Il pestaggio è avvenuto durante le lezioni ma gli insegnanti dicono di non essersi accorti di nulla. Solo un ragazzo per ora ha confessato Muhammad Ahmed Rana. [CzzC: Caro Campanini, non si tratta di imposizione? O si tratta di rare menti esaltate?]

 

↑2017.08.16 <avvenire, tempi>: Pakistan: cristiano muore in detenzione con segni di tortura. Avevano cercato di farlo abiurare in cambio della scarcerazione. [CzzC: radica terrorismo chi perseguita i propri abiuri e forza i diversamente credenti ad abiurare]

 

↑2017.08.03 <tempi>: Un italiano dona una chiesa ai cristiani perseguitati del Pakistan: sarà costruita a Faisal town, un piccolo centro, a maggioranza ovviamente musulmana, dove da poco si sono trasferite 35 famiglie cristiane

 

↑2017.07.30 <post> India e Pakistan si odiano da 70 anni: il 15 agosto 1947 i due paesi ottennero l'indipendenza, e da allora si portano dietro un conflitto complesso, violento e difficile da risolvere.

 

↑2017.06.08 <acs>: cristiani perseguitati in Pakistan, l’indifferenza dell’Occidente. Discriminati, umiliati, fin dai banchi di scuola, dove sono costretti a seguire maestri di intolleranza religiosa e a fare temi dal titolo «Scrivi ad un tuo amico non musulmano e invitalo a convertirsi all’Islam». La discriminazione prosegue nel mondo del lavoro e con la legge antiblasfemia che punisce chi fosse accusato di profanare il Corano o di insultare Maometto rispettivamente con l’ergastolo e con la pena di morte.

 

↑2017.05.23 <avvenire>: Liberati 26 cristiani ridotti in schiavitù: erano detenuti dal proprietario della fabbrica contro la loro volontà.

 

↑2017.05.08 <giornale> Pakistan, partorisce una bimba e il marito le dà fuoco: nella regione del Punjab un uomo ha dato fuoco a sua moglie, perché colpevole di aver partorito una bambina, anziché un maschio. La donna è morta dopo un mese di agonia. [CzzC non sarebbe una questione specifica di “donna nell’islam”, ma è statisticamente più probabile che accadano fatti simili in ambienti educati da islamismo o induismo che in quelli educati da radici greco-ebraico-cristiane]

 

↑2017.04.18 <asianews>: Imam pakistani chiedono l’impiccagione di Asia Bibi per placare le violenze di massa contro i presunti blasfemi (per loro è giustificabile il comportamento degli studenti che hanno ucciso e seviziato un loro collega per presunta blasfemia)

 

↑2017.04.14 Università Abdul Wali Khan di Mardan/Pakistan: <ecolib> uno studente di 23 anni, Mashal Khan, vuole la laicità: folla lo uccide accusandolo di aver pubblicato “contenuti blasfemi online”, ha detto la polizia locale. L’incidente si è verificato all’interno dei locali universitari. Dopo l’omicidio il campus è stato chiuso fino a nuovo avviso.

 

↑2017.01.03 <tempi>: Pakistan. Augura “buon Natale”: accusato di blasfemia il figlio di Salman Taseer, il governatore musulmano del Punjab assassinato nel 2011 per aver difeso Asia Bibi criticando la legge sulla blasfemia [CzzC: da queste leggi la radice del terrorismo].

 

↑2016.06.28 <asianews>: è ancora in prigione dal 2013 il pastore Adnan Prince  accusato di blasfemia; i familiari torturati: sotto la custodia della polizia, il fratello maggiore è stato abusato e picchiato. Il Pakistan ha firmato la Convenzione Onu contro la tortura ma ancora manca una legge che punisce le violenze della polizia. [CzzC: ovviamente il Pakistan è alleato del masso Nobel pace che al riguardo tace]

 

↑2016.06.17 Donna nell’islam: i mariti possono picchiare leggermente le mogli, lo dice il Corano dice alla <Bbc> il presidente del Consiglio dell’ideologia islamica del Pakistan: E noi non cambieremo le raccomandazioni: queste infatti sono state fatte in base al Corano, e lei non può chiedere a qualcuno di cambiare il Corano. [CzzC: male fisico mandatorio]

 

↑2016.06.03 <nuovabq>: una speranza per Asia Bibi: Michael Kamran, cattolico, è stato nominato nuovo ministro per i diritti umani in Pakistan: gli han dato l’auto blindata, che negarono a Shahbaz Bhatti ucciso 2010 [CzzC: preghiamo che riesca a far rispettare i diritti umani senza essere colpito da fondamentalisti islamici]

 

↑2016.05.20 <avvenire>:Nel villaggio di Nazimabad nel Punjab pachistano a ridosso di una chiesa cattolica del 1970 è stata costruita una moschea nel 1994: da più di vent'anni musulmani e cristiani pregano condividendo il muro divisorio e non si è mai registrato un episodio di violenza. [CzzC: segni di speranza]

 

↑2016.04.19 <avvenire>: Pakistan, incitò a bruciare 2 cristiani: è stato liberato su cauzione pur se principale sospettato del duplice omicidio dei coniugi cristiani Shahzad Masih e Shama Bibi, arsi vivi da una folla di musulmani per presunta blasfemia il 4 novembre 2014. [CzzC: caro masso Nobel pace, cara UNHRC, nulla da dire ai vostri inciuciati?]

 

↑2016.03.28 <avvenire 28/03/2016>: migliaia di islamici radicali hanno partecipato a Islamabad ad una manifestazione per chiedere l'esecuzione di Asia Bibi. I manifestanti hanno protestato anche contro l'esecuzione di un uomo, Mumtaz Qadri, giustiziato il 29/02 per l'omicidio del governatore del Punjab, che chiedeva la riforma della legge sulla blasfemia. [CzzC: non riuscirà a vincere il terrorismo di matrice islamista l'Occidente, finché non solo consentirà a regimi "amici in affari e geostrategia anti Russia" di uccidere abiuri e supposti blasfemi ma riconoscerà loro il diritto di ...]

 

↑2016.03.27 <tgcom sole24h> Lahore al parco kamikaze fa strage di famiglie tra cui tante cristiane che stavano celebrando la Pasqua: almeno 63 morti, 290 feriti. [CzzC: caro masso Nobel Pace sei fiero del tuo alleato fiero della legge sulla blasfemia? Meglio Pakistan e wahhabiti che la Russia?]

 

↑2016.03.15 <bastabugie>: un anno fa il sacrificio del ventenne Akash Basir, che davanti a una chiesa di Lahore affollatissima bloccò in abbraccio mortale il kamikaze e salvò centinaia di cristiani: era guardia volontaria, si accorse che l'uomo che stava entrando dal cancello aveva una cintura esplosiva, non scappò corse ad abbracciarlo: con lui morirono 14 persone e 70 rimasero feriti, ma la strage poteva coinvolgere ...

 

↑2016.02.24 <s24h> Diritti umani violati: 17 paesi nella black-list di Amnesty: Angola, Arabia Saudita, Burundi, Cina, Egitto, Gambia, Israele, Kenya, Messico, Pakistan, Regno Unito, Russia, Siria, Slovacchia, Stati Uniti d'America, Thailandia, Ungheria [CzzC: a parte il fatto che non censisce NordCorea, ci pare corretto annoverare Arabia Saudita, Pakistan e Cina, ma ideologico paralogismo mettere nella stessa black list anche Uk, Us, Slovacchia e Ungheria]

 

↑2016.02.19 <avvenire>: Cristiana rapita, convertita, sposata a forza. Oltre ad Asia Bibi, quante storie di intolleranza e di violenza contro i seguaci di Cristo in Pakistan, per la maggior parte appartenenti alle fasce più povere della popolazione. Qui l'Islam, anche per l'influenza dell'Arabia Saudita, si è fatto nel tempo sempre più repressivo verso le altre religioni. [CzzC: caro masso Nobel pace, nulla da dire a questi tuoi alleati, ferali per i diritti umani?]

 

↑2015.12.18 <tempi>: a rischio della vita l'Imam Maulana AK Azad difende i cristiani perseguitati «Serve la conversione dei cuori» e piange con loro: 2009: 8 bruciati vivi; 2013: più di 100 cristiani sono morti nell’attentato kamikaze alla chiesa di Tutti i santi di Peshawar; 2014: una coppia di cristiani bruciata viva in un forno; 2015: 22 cristiani uccisi negli attentati a due chiese di Youhanabad.

 

↑2015.11.26 <zenit>: 13enne rapita e costretta alla conversione all’Islam: un nuovo grave caso di cristianofobia: secondo quanto riferito dall’agenzia Fides (su segnalazione della onlus Life for All), Sana John, una 13enne di Haji Pura, nel Punjab, è stata rapita e costretta alla conversione all’Islam. si tratta di un crimine ricorrente, praticato da persone influenti che approfittano della totale inerzia delle autorità, minacciando chi intenda denunciarli [CzzC: dire "inerzia delle istituzioni" è eufemismo per non dire "complicità"; e l'Occidente continua a coccolarsi un Pakistan che rispetta così bene i diritti umani (forse lo manderà ai vertici di UNHRC subito dopo il turno dell'Arabia Saudita) e gli permette di non sottoscrivere la nostra dichiarazione universale dei diritti umani, onde poter perseguitare abiuri blasfemi ed infedeli: grazie Obama e pari massi illuminati]

 

↑2015.10.12 "Choora" è il termine dispregiativo con cui i radicali musulmani chiamano i cristiani in Pakistan: uno degli attivisti che segue il caso di Asia Bibi segnala un nuovo caso di persecuzione: Pervaiz Masih è in carcere dal 2/09: alcuni suoi concorrenti in affari stanno utilizzando la falsa accusa di blasfemia per impedirgli di lavorare. Se vuoi, puoi firmare appello per la sua liberazione

 

↑2015.07.26 <zenit>: Pakistan: il dramma delle conversioni forzate. Ogni anno oltre un migliaio di ragazze cristiane o induiste vengono costrette a cambiare religione e a sposare uomini musulmani

 

↑2015.06.16 <asianews>: Pakistan: Leader islamici: sì alle leggi sulla blasfemia, chi insulta Maometto non ha diritto a vivere. Dieci ulema e un ex giudice hanno criticato la bozza che propone di “alleggerire” una delle attuali leggi sulla blasfemia. Chiesta la liberazione di Mumtaz Qadri, assassino del governatore del Punjab Salman Taseer che difese Asia Bibi.

 

↑2015.05.13 <ansa>: a Karachi uccisi 43 sciiti; rivendicazione dei talebani. Il commando è salito su un autobus e ha sparato alla testa di tutti i passeggeri

 

↑2015.03.24 <tempi>: dopo gli attentati alle chiese di Lahore, duecento «arresti indiscriminati» nel quartiere cristiano: si tratterebbe della risposta delle polizia al linciaggio dei due sospettati seguito all’attacco. Ma secondo un sacerdote della diocesi sono stati presi degli «innocenti».

 

↑2015.03.15 <corriere>: Pakistan, attacco contro due chiese: almeno 15 morti e 78 feriti:  attentato rivendicato dai talebani. Una guardia cristiana si sacrifica. Altre guardavano il cricket. Il Papa <video>: «Una persecuzione che il mondo cerca di nascondere» [CzzC: non tutto il mondo: a cercare di nascondere questa persecuzione provvede soprattutto la cultura dominante scristianizzata, abbagliata dai lumi ad olio massonico-giacobino-leninista, che il Papa dovrebbe denunciare infiltrata anche nella chiesa, magari con l’alibi peloso di un certo ambientalismo e pacifismo (Zanotelli?) qui silente mentre urla No-Dal-Molin, No-Tav, No-global, No-inceneritori; non ti pare che i governanti dell’occidente post-cristiano trascurino vilmente la tutela di inermi cristiani perseguitati?]

 

↑2014.12.17 <vatican>: Talebani fanno strage di bambini in una scuola nord-ovest del Pakistan, dove vorrebbero proclamare uno "Stato islamico". Ai bambini, ieri, veniva intimato di proclamare l’atto di fede del Corano, poi ad uno ad uno ... una insegnante è stata bruciata viva davanti ai suoi alunni. Perché? [CzzC: sono troppe le voci anche nostrane che fanno comparazione giustificatoria tra queste stragi e quelle di inermi, anche bambini, uccisi dalle bombe occidentali: per quanto siano esecrabili i danni intenzionali e collaterali delle bombe occidentali tutrici dei petroldollari, dobbiamo negare titoli di giustificazione alle efferatezze jihadiste-talebane che massacrano innocenti con obiettivi ed effetti incomparabilmente mirati rispetto ai danni dei suddetti occidentali; tuttavia, caro Obama, che hai definito terrificante azione terroristica la suddetta, ti chiederei se non trovi che sia un grave errore (come quando gli US armarono quei Talebani anti URSS) armare i terroristi anti Assad dai quali è emerso il mostro Isis, e prostrare la Russia che in sud-est Ucraina sostiene il diritto all’autodeterminazione dei popoli]

 

↑2014.12.12 <tempi>: Così vive uno schiavo in Pakistan nel 2014. Storia del cristiano Hanif, divenuto proprietà di un musulmano per 390 euro.

 

↑2014.11.27 <lucidellest>: “Good News radio”: fra mille persecuzioni nasce la prima radio web cattolica lanciata dall’arcidiocesi di Karachi, guidata dal Vescovo Joseph Coutts, che è anche Presidente della Conferenza episcopale del Pakistan.

 

↑2014.11.26 <avvenire>: uccisi in 4 di cui 3 donne: vaccinavano contro polio:

 

↑2014.11.15 <tempi>  Mentre bruciavano vivi i coniugi cristiani Shehzad Masih e la moglie Shama Bibi, la polizia era presente ma si rifiutò di intervenire. Sarebbero stati diversi imam a fomentare la folla di musulmani dalle moschee.

 

↑2014.11.08 <tempi> La legge sulla blasfemia serve al potere non per proteggere Dio, ma per dirottare la rabbia popolare dei miseri lontano dai veri colpevoli elitari: offrire al popolino capri espiatori sui quali sfogare la sua frustrazione: la maggioranza assoluta dei pakistani accusati di blasfemia è rappresentata da cristiani, sciiti, indù e ahmadiyya (una setta locale para-islamica), mentre i sunniti, che sono l’80% dei pakistani, raramente appaiono fra gli indiziati: è comodo offrire loro vittime sacrificali pescate nelle minoranze, sempre sospette di tradimento per il fatto di non avere la stessa religione della maggioranza. Sono trucchi che la storia, anche nostra europea, insegna molto bene. [CzzC: vedi criminalizzare l’avversario]

 

↑2014.11.07 <AsiaNews>: Faisalabad, cristiani e musulmani in piazza chiedono giustizia per la coppia “blasfema” bruciata viva. Pesanti accuse all'esecutivo, alla polizia e alla magistratura per non aver saputo prevenire le violenze, anzi <tempi>  Mentre bruciavano vivi due cristiani, la polizia c’era ma stava a guardare. Intanto un poliziotto uccide detenuto, sostenendo che si trattasse di un blasfemo.

 

↑2014.11.06 <laStampa> Il Cardinale Tauran: è stata invocata la religione, in modo specifico: una religione non può giustificare crimini di questo genere: la comunità internazionale, non dovrebbe intervenire? ... Credo che siamo arrivati al parossismo, a quello che San Paolo definisce “il mistero dell’iniquità”, cioè il male allo stato puro. Nemmeno gli animali si comportano in questo modo! Ci troviamo veramente in un’epoca di precarietà totale, in cui tutto può accadere, la persona umana non è rispettata, la vita non conta niente»

 

↑2014.11.04 <Tempi> Due cristiani, lui 26enne Shahzad e lei 24enne Shama, sono stati arsi vivi da una folla di musulmani a Sud di Lahore: li accusavano di blasfemia. I due, che lavoravano in una fabbrica di argilla, sono stati sequestrati per 2gg; questa mattina sono stati spinti nella fornace dove si cuociono i mattoni; qui potresti firmare appello che ho firmato anch’io.

 

↑2014.10.28 <AsiaNews>: non solo Malala: in Pakistan aumenta la discriminazione uomo-donna: il Forum economico mondiale pone il Paese al penultimo posto per disparità uomo-donna e denuncia le condizioni delle lavoratrici domestiche, prive di status giuridico e diritto legale.

 

↑2014.10.24 Ho firmato la petizione "Ultimo appello per Asia Bibi” indirizzata all’ambasciatore degli Stati Uniti d'America in Pakistan che l’ha ricevuta

Da: ACS, Islamabad Inviato: venerdì 24 ottobre 2014 11:29
A: CzzC
Oggetto: ACS Islamabad Has Received Your E-mail

Ne aumenteresti l’efficacia aggiungendo la firma tua e di amici, cliccando qui.

 

↑2014.10.23 <AsiaNews> Pakistan, infanzia negata: in crescita i casi di abusi e violenze sessuali sui minori: nel 2013 oltre 3mila casi denunciati... Fra gli oltre 1,5 milioni di bambini che vivono per strada, il 90% è soggetto a violenze. Il Paese ha ratificato la convenzione Onu, ma non vi sono ancora leggi né programmi a tutela dell’infanzia. Dietro abusi e sfruttamenti anche le organizzazioni criminali.

 

↑2014.10.21 <AsiaNews>: Pakistan: ad agosto la 19enne Maria Bibi è stata rapita e costretta a unirsi in matrimonio con un vicino di casa; lotta per la giustizia.

 

↑2014.10.16 <Tempi> Il Giudice Anwar Ul Haq conferma la condanna a morte per la cattolica Asia Bibi. Sardar Mushtaq Gill, suo avvocato: non so perché il giudice abbia confermato l’accusa nonostante le prove a discolpa, non so se siano sottese minacce (altre volte ne abbiamo viste con morti a ridosso dei verdetti; speriamo nella Corte suprema (fra almeno 2 anni, con la povera madre ancora in prigione).

 

↑2014.09.05 Pakistan, «cristiane rapite e convertite all'Islam». Due donne cristiane, strappate alle loro famiglie, convertite all’islam e costrette a sposare uomini musulmani: è il caso che l’Agenzia Fides apprende dall’avvocato cristiano Sardar Mushtaq Gill, difensore dei diritti umani e responsabile dell’Ong pakistana LEAD (Legal Evangelical Association Development).

 

↑2014.05.01 <lastampa> moschea intitolata all’omicida del Ministro che difese Asia Bibi. Il culto islamico sotto l’egida di Mumtaz Qadri, omicida e reo confesso, in attesa della pena capitale.

 

↑2014.05.gg Assassinato Rashid Rehman Khan, l’avvocato che aveva il coraggio di difendere gli imputati accusati di blasfemia, era il coordinatore regionale della Commissione per i diritti umani del Pakistan (Hrcp), ong pachistana.

 

↑2014.03.29 <nbq> Conversioni forzate, le schiave cristiane dell'islam: aumentano i rapimenti e le conversioni forzate delle donne cristiane. Negli ultimi due anni in Pakistan il numero delle giovani cristiane costrette a convertirsi e a contrarre matrimonio islamico è più che raddoppiato e dall’inizio della primavera araba in Egitto i casi sono più che triplicati.

 

↑2014.02.12 Punjab/Pakistan: Samarya, 16enne cristiana rapita e costretta a matrimonio islamico con  un ricco proprietario terriero musulmano padrone dell’abitazione dove la famiglia della giovane vive. Giustizia latitante.

 

2013.10.11 <asi> Vittime della legge nera. La libertà religiosa in Pakistan Intervento di S.E. Monsignor Joseph Coutts. Il padre fondatore del Pakistan, Muhammad Ali Jinnah, era un musulmano moderato ed illuminato che voleva che il nuovo paese del Pakistan, terra dei musulmani, diventasse uno stato moderno e democratico.. Lui non voleva uno stato puramente islamico o teocratico. Già nel 1948 Jinnah aveva detto in uno dei suoi discorsi questa frase: “Siete liberi di andare alla moschea, siete liberi di andare al tempio o in qualsiasi luogo di culto. Quello in cui credete non ha niente a che fare con lo Stato. Voi ora siete cittadini uguali in un paese libero. Noi ora dobbiamo imparare ad essere pachistani.”. Poi ...

 

↑2013.06.19 4° anniversario dell’arresto di Asia Bibi, nessuna schiarita riguardo alla sua liberazione, anzi, viene trasferita dal carcere generale di Sheikhupura a quello femminile di Multan, distante sei ore di auto. Cancellata dal mondo.

 

↑2012.12.19 <liberoq reporter tiscali>: 9 operatori antipolio uccisi perché vaccinavano i bambini: per i talebani, le vaccinazioni sono un piano degli infedeli per spiare e sterilizzare i musulmani. I talebani, che qui negano responsabilità, hanno più volte minacciato la campagna di profilassi (antipolio); le vaccinazioni sono proibite, come sancito dalle fatwa degli imam più fondamentalisti nel corso degli anni.

 

↑2012.12.11 Scrivo all'Ambasciata romana del Pakistan: fate liberare Asia Bibi condannata ingiustamente per blasfemia nel vostro Paese. E invito altri a fare altrettanto, essendo chiaro l’intento della pakistana legge/blasfemia anti diritti umani.

 

↑2012.01.15 Pakistan: STUPRI E TORTURE SU BAMBINI cristiani, “pulizia etnico-religiosa”: la denuncia choc viene da Michael Javed, parlamentare cattolico attivo in Sindh: le famiglie cristiane vivono un calvario ma “la gente non denuncia gli abusi per timore di ritorsioni”. Solo nel mese scorso, racconta Javed a Fides, “abbiamo registrato 15 casi di stupro”.

 

↑2011.08.19 Punjab: famiglia cristiana per 30 anni schiava di un latifondista musulmano di Jibran Khan Il padre aveva sottoscritto un prestito per il matrimonio della figlia; usura 500%, impossibile restituire il denaro. Così 26 persone, fra cui donne e bambini, hanno vissuto come moderni schiavi nell’azienda di un musulmano.

 

↑2011.03.gg Da Wikip.: viene assassinato da estremisti islamici il ministro per le Minoranze religiose Shahbaz Bhatti, cattolico; Asia Bibi riferendosi anche al precedente assassinio di Salmaan scrive: «Tutti e due sapevano che stavano rischiando la vita, perché i fanatici religiosi avevano minacciato di ucciderli. Malgrado ciò, questi uomini pieni di virtù e di umanità non hanno rinunciato a battersi per la libertà religiosa, affinché in terra islamica cristiani, musulmani e indù possano vivere in pace, mano nella mano. Un musulmano e un cristiano che versano il loro sangue per la stessa causa: forse in questo c'è un messaggio di speranza »

 

↑2011.01.11 <blog> Pakistan: fatwa contro la deputata Sherry Rehman che aveva proposto modifiche alla legge su blasfemia. L'ex ministro dell'Informazione è stata dichiarata infedele da un imam di Karachi. Alla Rehman, che temeva per la sua incolumità, è stato suggerito di lasciare il Paese.

 

↑2011.01.10 <asianews> Papa al corpo diplomatico: la libertà religiosa aggredita da terrorismo ed emarginazione. Nel discorso al corpo diplomatico, B16° denuncia violenze e ingiustizie contro i cristiani in Iraq, Egitto, Cina, Pakistan, Nigeria, India e Medio Oriente. In Occidente c’è un processo che tende a trattare la fede come un fatto personale e irrilevante. “Non si può creare una sorta di scala nella gravità dell’intolleranza verso le religioni” e “libertà religiosa non è solo libertà di culto”. Al Azhar x ritorsione interrompe il dialogo. Egitto richiama ambasciatore vaticano.

 

↑2011.01.04 Da Wikip.: viene assassinato il governatore del Punjab, Salmaan Taseer, che si era recato a trovare Asia Bibi in carcere e si impegnava per la revisione delle norme sulla blasfemia. In seguito Shahbaz Taseer, figlio di Salmaan, verrà rapito con l'intento, secondo alcuni esperti, di ottenere la liberazione dell'assassino di suo padre, sua guardia del corpo.

 

↑2010.11.20 Pakistana rapita e fatta schiava per saldare un debito del marito che lavora come bracciante e aveva contratto un debito per curare il padre malato. Il padrone musulmano ha minacciato e offeso la famiglia: “La vostra vita vale poco e sarete sempre nostri schiavi. Noi musulmani siamo superiori ad ogni altra religione”.

 

↑2010.09.22 Pakistan: all'ONU sciopero della fame per le minoranze discriminate in Pakistan dai musulmani: soltanto i cristiani rappresentano fra il 5 e il 6% della popolazione: unendo le altre minoranze, il numero sale di molto. Ma Islamabad trucca i dati per impedire una rappresentatività maggiore ai non islamici.

 

↑2010.09.08 Pakistan: Cristiana, madre di due figli, rapita e costretta alla schiavitù a causa di un debito. Il marito lavora come bracciante e aveva contratto un debito per curare il padre malato. Il padrone musulmano ha minacciato e offeso la famiglia: “La vostra vita vale poco e sarete sempre nostri schiavi. Noi musulmani siamo superiori ad ogni altra religione”. All’inizio la polizia non ha voluto accettare la denuncia del rapimento

 

↑2010.07.19 <asianews>: Pakistan: Uccisi due fratelli cristiani fuori dal tribunale che li aveva scagionati dall'accusa di blasfemia. Faisalabad, Rashid Emmanuel e Sajid Masih Emmanuel sono stati colpiti da arma da fuoco all’esterno del tribunale, ferito un poliziotto. Si era da poco conclusa l’udienza e – ammanettati – stavano tornando in carcere. La polizia li stava per scagionare dall'accusa. Da giorni i leader islamici aizzavano la folla, chiedendo la morte dei due.

 

↑2010.04.15 in Pakistan si rapiscono le giovani cristiane: mentre nelle nazioni occidentali si discute per consentire il velo e altri diritti delle minoranze islamiche, con incredibili erosioni dei diritti dei cristiani (come nei recenti casi in Inghilterra), gran parte del mondo islamico procede nella direzione opposta, perseguitando i non musulmani e in particolare i cristiani. Infame il fenomeno dei rapimenti in Pakistan: molte giovani cristiane vengono sequestrate e costrette a convertirsi all’islam a suon di violenze. Vedi il caso di Sonia Mahon, 19 anni ...

 

↑2009.mm.gg Da Wikip.:Ad Asia Bibi, lavoratrice agricola, è richiesta di andare a prendere dell'acqua, ma viene respinta da un gruppo di donne musulmane (perché, in quanto cristiana, non avrebbe dovuto toccare il recipiente) e denunciata per blasfemia (aver offeso Maometto nella discussione); arrestata, nega le accuse e replica di essere perseguitata e discriminata a causa del suo credo religioso.

 

↑1998.05.07 Pakistan: il tragico gesto contro la condanna di un cristiano accusato di blasfemia: vescovo si spara per protesta contro la infame legge.

 

------------------------------------

SEGUITO DEL SOMMARIO

Eppure il padre fondatore del Pakistan, Muhammad Ali Jinnah, era un musulmano moderato che non voleva uno stato teocratico: nel 1948 diceva: «Siete liberi di andare alla moschea, siete liberi di andare al tempio o in qualsiasi luogo di culto. Quello in cui credete non ha niente a che fare con lo Stato. Voi ora siete cittadini uguali in un paese libero ...». Ma poi ...

<google> Donne cristiane pakistane costrette a convertirsi all’islam.

In vari stati islamisti (tra cui Pakistan, Iran, Yemen, Brunei, Mauritania, Afghanistan, Emirati) essere gay è ancora/2020 reato da pena capitale, peraltro inapplicata da qualche anno in alcuni di essi.