modificato 27/10/2017

 

Cristiani perseguitati

Correlati: Anche nei paesi “cristiani”; lupo e agnello; perseguitati per la loro presunzione di verità? blasfemia lecita e letale; cristianofobia; legittima difesa carente; libertà religiosa (comunismo, Sharia, Cina), oblio e negazionismo, Isis, Pakistan, Wahhabiti, conversioni; ACS rapporti sui perseguitati; WWL di Open Doors; inarrestabile il terrorismo se culliamo regimi che uccidono abiuri e blasfemi;

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

Sono oltre 50.000 all’anno i cristiani massacrati, soprattutto dove dominano sharia, integralisti indù, cino-comunisti, milioni i perseguitati con discriminazione, jizya e false accuse di blasfemia. Anche in occidente i cristiani sono discriminati (ad es in UK per obiezione di coscienza o solo per portare un segno cristiano in luogo pubblico) e i simboli della loro fede vilipesi con caricature e teatralità sedicenti giornalismo ed arte.

ACS e rapporti sui cristiani perseguitati, dossier di Avvenire; #standtogether; cristiani perseguitati (soprattutto cattolici) anche nell’occidente in scristianizzazione, per ora in modo ancora incruento, per ora. Foto; wikipedia. Atti di violenza contro i copti; immagini di persecuzioni contro cristiani

 

 

26/10
2017

<asianews>: Pakistan: bambina cristiana di 12 anni stuprata e torturata nella città di Sheikhupura. La madre voleva sporgere denuncia ma la polizia non ha acconsentito a registrare il caso. [CzzC: complice il silenzio dell’Occidente alleato del Pakistan]

13/10
2017

<asianews>: Sacerdote copto ucciso alla periferia del Cairo: fonti locali parlano di “crimine di odio” compiuto da un elemento vicino al fondamentalismo. Cristiani egiziani nel mirino dell’estremismo islamico. [CzzC: Roma e Occidente silenti?]

22/09
2017

<vietato>: Egitto: un ex rapitore rivela che un’organizzazione criminale ben pagata da salafiti rapisce quasi quotidianamente ragazze cristiane, preferibilmente figlie di preti copti, per farle convertire o per farle schiave [CzzC: cbdi]

31/08
2017

<tempi>: Nella provincia di Minya (Egitto) i copti raggiungono oltre il 30% della popolazione e la polizia, su pressione dei musulmani, chiude case di preghiera e chiese. Vescovo: «Così si aiutano gli estremisti». [CzzC: silente Al-Azhar?]

29/08
2017

<acs>: liberata la Cattedrale di St. Mary a Marawi, nelle Filippine, che a maggio era stata profanata e distrutta da terroristi islamici del gruppo Maute, affiliato ad Isis. Incerta, invece, la sorte dei cristiani rapiti durante l’assedio della cattedrale.

28/08
2017

<asianews osservRM>: India, Orissa, 3mila persone all’anniversario dei pogrom ben pianificati contro i cristiani di Kandhamal nel 2008.“Vergognoso che ancora oggi le vittime non abbiano ottenuto giustizia”.

08/06
2017

<acs>: cristiani perseguitati in Pakistan, l’indifferenza dell’Occidente. Discriminati, umiliati, fin dai banchi di scuola, dove sono costretti a seguire maestri di intolleranza religiosa e a fare temi dal titolo «Scrivi ad un tuo amico non musulmano e invitalo a convertirsi all’Islam». La discriminazione prosegue nel mondo del lavoro e con la legge antiblasfemia che punisce chi fosse accusato di profanare il Corano o di insultare Maometto rispettivamente con l’ergastolo e con la pena di morte.

02/06
2017

Terrorismo islamico nelle Filippine: <acs>: vescovo di Marawi: sembra di essere in Siria o in Iraq, la città è nel caos, i nostri fedeli ormai non sono più a Marawi perché sono stati fatti evacuare dall’esercito. Non so come farà la gente a sopravvivere.

26/05
2017

Egitto: Copti pellegrini mitragliati sul bus dopo rifiuto a convertirsi all’islam. <ansa repubbl avvenire>: tra le vittime molti bambini. Dieci uomini armati hanno intercettato i mezzi, diretti al monastero di Anba Samuel (San Samuele), vicino alla città di Minya, nel deserto dell’Alto Egitto: hanno sparato sui passeggeri mentre uno di loro filmava il massacro. Decine i feriti.

08/05
2017

<asianews>: il 21/05 ci sarà il Simposio “Cina: la Croce è rossa” come il sangue dei martiri, ultimo noto è p. Wei Heping, morto in circostanze misteriose nel novembre 2015. Secondo la polizia si è “suicidato”, ma secondo i fedeli e la famiglia egli è stato assassinato. Ma il colore rosso è per i cinesi il segno della vita e della festa. La Croce è rossa perché proprio il cristianesimo può essere un percorso di speranza per molti cinesi che sempre più ricercano valori spirituali in una società vuota e materialista.

22/04
2017

<vatican>: Fr1: «se guardiamo bene, la causa di ogni persecuzione è l’odio: l’odio del principe di questo mondo verso quanti sono stati salvati e redenti da Gesù con la sua morte e con la sua risurrezione. Nel brano del Vangelo che abbiamo ascoltato (cfr Gv 15,12-19) Gesù usa una parola forte e spaventosa: la parola “odio”. Lui, che è il maestro dell’amore, al quale piaceva tanto parlare di amore, parla di odio. Ma Lui voleva sempre chiamare le cose con il loro nome. E ci dice: “Non spaventatevi! Il mondo vi odierà; ma sappiate che prima di voi ha odiato me”.»

09/04
2017

Copti dilaniati da tritolo islamista in due chiese in Egitto: 45 morti 118 feriti: da alcuni mesi la barbarie è irrefrenabile: ricordiamo i 26 morti nella cattedrale copta de Il Cairo (dic 2016) e i sette omicidi in odio religioso nei primi mesi del 2017 nel Nord Sinai: l'Isis rivendica e minaccia altri attentati contro "i miscredenti che pagheranno con il sangue dei loro figli, che scorrerà a fiumi".

22/03
2017

Il Papa andrà in Egitto: cosa troverà? <tempi> Il sangue dei copti: stretti tra Fratelli musulmani (doppia spada in bandiera) e Isis, subiscono attentati e violenze. Storia di un odio antico contro una comunità accusata di intelligenza col nemico occidentale. Nell’attentato dell’11 dicembre 2016 alla chiesa  dei Santi Pietro e Paolo al Cairo morirono 25 persone fra cui 6 bambini; 35 i feriti

10/02
2017

<avvenire>: intesa in vista tra Cina e Chiesa sulla nomina dei vescovi? Un'eventuale "elezione" locale rappresenterebbe solo «un modo di esprimere raccomandazioni della Conferenza episcopale locale» e sarebbe irrilevante che da parte cinese si continuasse a parlare di «elezione» dei vescovi. [CzzC: l’uso di uno stesso termine con accezione semantica sensibilmente diversa tra le parti fu storicamente foriero di inganni e conflitti; tuttavia, se in contropartita chiara qui si ottenesse la cessazione delle sofferenze di tanti inermi perseguitati, vada per il temporaneo male minore]

08/02
2017

“La persecuzione a danno dei Cristiani in Siria: così l'Europa è rimasta a guardare, quando non ha parteggiato per i jihadisti” <Matrix fb> persecuzione che rischia di estinguere i cristiani in Medio Oriente: dopo 30” di pubblicità vedi video qui, qui e qui da Siria qui da Iraq, qui intervista al Patriarca qui il dramma degli Yazidi. Testimonianze da Maalula, Homs, Aleppo, Qamishli, Mosul [CzzC: dall’occidente non solo l’indifferenza per i cristiani dilaniati e diasporati, ma armi ai dilaniatori]

01/02
2017

Cristiani perseguitati: <inkiesta>: la religione più perseguitata al mondo: nel 2016 90k cristiani sono stati uccisi per la loro fede, 900k uccisi nell'ultimo decennio. C’è un secondo Olocausto a pezzetti, e questa volta riguarda i cristiani. Lo conferma l’ultimo rapporto, relativo al 2016, del Center for Study of Global Christianity Hamilton, Massachussetts. Sordità delle istituzioni

15/01
2017

Cristiani perseguitati: <tracce>: Un sorriso nel gulag: Nijole Sadunaite fu arrestata, torturata e mandata in Siberia per aver diffuso notizie sulla Chiesa lituana; eppure parla dei suoi aguzzini come dei «miei fratelli del Kgb» e dice: «Anche oggi siamo chiamati a dire la verità con la forza della nostra debolezza»

16/12
2016

<acs>: Mons. Joseph D. Bagobiri vescovo di Kafanchan/Nigeria: persecuzione anticristiana azionata dai FHT: dal 2006 al 2014 oltre 12k cristiani uccisi, circa 2k chiese distrutte, e 1,4M di sfollati ... In 12 dei 36 stati della Nigeria vige la Sharia e le Corti islamiche ordinariamente rilasciano musulmani accusati di reati gravi, come l’omicidio ai danni di cristiani: basta presumerli colpevoli di blasfemia

11/12
2016

<repubblica stampa Sole24h fattoq>: Egitto, attentato al Cairo in edificio della cattedrale copta: 25 morti, sei sono bambini. Altre 35 persone sono rimaste ferite nell'esplosione causata da 12 chili di tritolo. L'edificio fa parte del complesso della cattedrale copta di San Marco nel quartiere Al Abasiya, sede del capo spirituale, papa Teodoro II, centodiciottesimo patriarca di Alessandria. <asianews>: Il Cairo: esplosione nella cattedrale copta, decine di morti e feriti, tante donne e bambini, condanna anche da parte di Al Azhar e dal FLP. <tempi>: «sono malati di violenza». [CzzC: non solo malati, ma istruiti alla violenza: inarrestabile il terrorismo finché ...]

05/10
2016

<sussidiario>: Fr1: una persecuzione religiosa travestita da cultura: ridurre la fede e la Chiesa all'ambito privato e intimo, emarginarla dalla vita pubblica, nel nome di una paganità laicista o addirittura in nome dell'uguaglianza, una persecuzione "educata" che arriva a negare ai credenti il diritto all'obiezione di coscienza

12/08
2016

Preghiera per i cristiani perseguitati indetta da CEI 15/08: <tempi>: «Come non sentire tutto lo straziante dolore dei nostri fratelli cristiani perseguitatiAiutiamoli!

19/05
2016

<giornale>: a Mosul lIsis brucia viva una bambina cristiana dopo che la madre aveva tardato a pagare la jizya [CzzC: vorrei sperare che non sia vero, che sia notizia montata dall’Isis ad arte per terrorizzare i cristiani là e qui da noi]

03/05
2016

<nuovabq>: particolari agghiaccianti nella lista dei cristiani uccisi: in Cina 14/04 moglie di pastore protestante sepolta viva nella demolizione della loro chiesa

30/04
2016

<avvenire>: Il martirio delle Chiese d'Oriente, il mondo tace: Aiuto alla Chiesa che Soffre (ACS) ha promosso una manifestazione per ricordare i martiri cristiani nel mondo colorando di rosso la celebre fontana di Trevi.

21/04
2016

<bussolaq>: l'oblio dell'Occidente sui cristiani perseguitati: per loro la fontana di Trevi si tingerà di rosso: [CzzC: nell’era dei flash possono servire anche le sceneggiate, ma sarà inarrestabile la persecuzione in parola, come il terrorismo jihadista, finché continueremo nell’inciucio con regimi che uccidono abiuri e blasfemi, facendosi maestri di odio: per agevolarli allo scopo ... continua]

20/04
2016

<citizengo>: dal 27 al 30/04 all’ONU congresso #WeAreN2016 ("Siamo tutti nazareni"): se vuoi, puoi firmare qui come me una specifica petizione ufficiale (call to action) alle Nazioni Unite in tema di difesa dei cristiani perseguitati da Isis.

04/04
2016

Guerra al Cristianesimo: da <ilfoglio, dsc_TS> colgo alcuni estratti de “Le nuove guerre di religione” (Cantagalli 96 pp): non è solo il fondamentalismo jihadista a minacciare l’esistenza del cristianesimo nel mondo: la persecuzione in guanti bianchi ha rinverdito i fasti del giacobinismo. Il paradosso della falsa laicità.

27/03
2016

<tgcom sole24h> Lahore al parco kamikaze fa strage di famiglie tra cui tante cristiane che stavano celebrando la Pasqua: almeno 63 morti, 290 feriti. [CzzC: caro masso Nobel Pace sei fiero del tuo alleato fiero della legge sulla blasfemia? Meglio Pakistan e wahhabiti che la Russia?]

21/03
2016

<querciamamre>: Vandea, il genocidio dimenticato dei cristiani, nel secolo dei lumi: Lo storico Secher, uno dei primi studiosi che si occupò della vicenda, è stato perseguitato per aver rivelato i massacri della Rivoluzione francese e portato alla luce un genocidio sconosciuto. Le prove di brutalità raccapriccianti, analoghe a quelle dei nazisti. Lo sterminio di chi preferiva i preti ai giacobini: 117 mila morti su 800 mila, 10 mila casolari distrutti su 50 mila. “Diffamato dopo gli studi, mi hanno vietato, l'università, ho perso il lavoro e non riuscivo più a trovarne uno”, commenta Secher. Perseguitato dal potere, diffamato, ridotto alla disoccupazione, impedito di diventare docente universitario. Non è accaduto nella Germania di Hitler, né nella Russia di Stalin: è accaduto nella Francia di Mitterrand nell'anno 1985.

10/03
2016

<fc>: «c'è un complotto contro i cristiani del medio oriente ... l’Onu non fa nulla, gli Usa hanno lasciato l'Iraq in condizioni peggiori di prima, e poi c'è chi vende armi o concede onorificenze ai guerrafondai: ecco i colpevoli», denuncia monsignor Shlemon Warduni, vescovo ausiliare di Baghdad dei Caldei. «Per i nostri fedeli è un dramma: non possono tornare alle case occupate dall’Isis e l’emigrazione continua»

08/03
2016

Yemen: <avvenire>: Per il massacro delle 4 suore e dei loro collaboratori musulmani non solo «niente copertine» di giornali, come dice Fr1, ma neanche una breve in cronaca. Le hanno odiate a morte perché spose di Cristo e testimoni della civiltà dell’amore dentro una guerra che proprio mai è stata "civile" in Yemen, periferia d’Arabia, epicentro dello scontro tra sunniti e sciiti reso più letale da compiacenze internazionali e mercanti d’armi d’Occidente e d’Oriente. <avvenire>: perché anestetizzati? <timone>: la loro ultima lettera «insieme viviamo, insieme moriamo con Gesù e Maria»

08/03
2016

Si riconosca genocidio lo sterminio di minoranze religiose causato da Isis: [CzzC: mi associo alle varie petizioni internazionali mirate a tale obiettivo, ad esempio questa]

19/02
2016

<avvenire>: Cristiana rapita, convertita, sposata a forza. Oltre ad Asia Bibi, quante storie di intolleranza e di violenza contro i seguaci di Cristo in Pakistan, per la maggior parte appartenenti alle fasce più povere della popolazione. Qui l'Islam, anche per l'influenza dell'Arabia Saudita, si è fatto nel tempo sempre più repressivo verso le altre religioni. [CzzC: caro masso Nobel pace, nulla da dire a questi tuoi alleati, ferali per i diritti umani?]

09/02
2016

<news.va>: Uttar Pradesh: in aumento le violenze contro i cristiani: arresto di pastori con false accusa di celebrare riti religiosi senza permesso; picco di violenze contro i cristiani, riconducibili alle forze radicali della destra nazionalista, in cerca di visibilità alle prossime elezioni amministrative programmate per il 2017. <news.va>: incontro tra i superstiti dei massacri anticristiani 2008 in Orissa.

29/01
2016

<tempi>: I cristiani sono il gruppo religioso maggiormente perseguitato e discriminato al mondo. Ce lo ricorda questo video di Aiuto alla Chiesa che soffre, che dal 1947 ha sempre unito al sostegno alla Chiesa in tutto il mondo, la denuncia delle persecuzioni e l’aiuto concreto ai tanti cristiani costretti al martirio pur di non rinnegare la propria fede in Dio. <papabys video>: la grande persecuzione censurata: uccisi x la loro fede 7.100/2015 contro i 4.344/2014

14/01
2016

<nuovabq>: nel 2105 7.100 cristiani uccisi, 2.400 chiese distrutte (doppiasto il 2014 con rispett 4.344 e 1.062 nel): è quanto emerge dalla edizione 2016 della World Watch List, redatta ogni anno da Open Doors, Porte Aperte, l’organizzazione non governativa che da oltre 60 anni documenta la situazione dei cristiani nel mondo, e li aiuta a resistere alle persecuzioni [CzzC: commento: continua]

13/01
2016

<youtube, rainews>: Shimon Nona, arciv di Mosul: siamo chiamati a perdonare anche i miliziani dell'Isis, ma l'amore cristiano non resta passivo nei confronti del male: l'arcivescovo (cacciato nel 2014 come gli altri cristiani) spiega in questo articolo che l'amore per i nemici comandatoci da Gesù ci spinge a reagire in modo adeguato ai terroristi, a reagire con forza all'odio, per sconfiggerlo. Analogamente vedi <giornale 21/05/2015> Monsignor Petros Mouche, arcivescovo di Mosul dal 2011, pur avendo assistito a un vero e proprio genocidio, non odia gli uomini dell'Isis.

26/12
2015

<giornale>: Natale di sangue nelle Filippine: 14 cristiani uccisi da bande armate di ribelli musulmani durante la notte di Natale

07/12
2015

<lucedimaria>: Sono proclamati Beati a Chimbote, in Perù, tre missionari uccisi in odio alla fede dai guerriglieri maoisti di Sendero Luminoso nel 1991: due padri francescani polacchi, Michele Tomaszek e Zbigniew Strzałkowski, dell’Ordine dei Frati Minori Conventuali, poco più che trentenni, e don Alessandro Dordi, bergamasco, 60 anni, sacerdote fidei donum: per i “senderisti” la loro presenza e il loro aiuto ai poveri frenava la rabbia del popolo e rallentava la rivoluzione.

08/10
2015

<giornale> Noi cristiani perseguitati, traditi e dimenticati dall'Occidente. L'attacco del Patriarca siro-cattolico Ignace Youssif III Younan: "I cristiani perseguitati sono stati dimenticati e traditi dai Paesi occidentali che seguono solo l’opportunismo economico" [CzzC: inciuciati con i petroldollari tuco-wahhabiti in sudditanza della dea pecunia]

27/09
2015

<intollerance>: I musulmani attaccano i cristiani anche nei campi profughi europei: secondo il pastore Gottfried Martens della Trinity Lutheran Church, «le persone fuggite a causa delle loro convinzioni religiose vivono nella paura anche nei campi profughi tedeschi». Analogo giudizio formula l'abate del monastero russo-ortodosso di San Giorgio e membro della commissione per l'integrazione presso la Cancelleria federale tedesca, padre Daniel (Irbits): «profughi cristiani provenienti dalla Siria, Eritrea e altri paesi sono esposti a umiliazioni, caccia all'uomo e molestie brutali nei campi per i rifugiati da parte di vicini musulmani. Questo riguarda anche la minoranza religiosa yazidi»

13/09
2015

«Putin l’unico che si batte per i cristiani perseguitati» <lucedimaria> cita un appello di Putin2013: «i Paesi euro-atlantici stanno ripudiando le loro radici, persino le radici cristiane che costituiscono la base della civiltà occidentale» [CzzC: appare oggi profetico quell’allarme di Putin, visto il disastro umanitario provocato da Isis foraggiato dagli alleati turco-wahhabiti dell’Obama masso Nobel pace]

08/09
2015

<tempi>: Siria. Isis costringe i cristiani a firmare il “contratto di sottomissione”: vietato costruire chiese, farsi sentire da musulmani durante le preghiere, obbligo pagare una tassa di circa €200 e ... [CzzC: il terribile è che abbiamo laicisti in Europa che, tolti per ora i modi cruenti, non disdegnerebbero analoghi contratti di sottomissione contro i cattolici]

12/08
2015

<tempi>: «Noi siamo odiati perché ci ostiniamo a esistere come cristiani e a chiedere un diritto umano di base».così, a un anno dall’invasione della piana di Ninive da parte delle milizie del cosiddetto Stato islamico, monsignor Bashar Matti Warda, arcivescovo di Erbil dei Caldei, descrive la terribile situazione che vivono i cristiani in Iraq e in buona parte della regione mediorientale; «più di cinquemila famiglie, dall’estate 2014, hanno lasciato il Paese».

31/07
2015

<tempi>: chi sono e quanti sono i cristiani perseguitati nel mondo: da 2013.11 a 2014.10 Caritas calcola che i cristiani uccisi per ragioni strettamente legate alla loro fede siano stati 4.344, mentre le chiese attaccate per la stessa ragione siano state 1.062.

27/07
2015

<NYtimes>: «In Medio Oriente è la fine del cristianesimo?» Nell’arco di un secolo (1910-2010) il numero dei cristiani in paesi come l'Egitto, Israele, Palestina e Giordania è passato dal 14% al 4% della popolazione. <guardian>: Morire perché cristiani: milioni di cristiani sono a rischio per l'aumento della persecuzione in tutto il mondo: l'aumento di omicidi, stupri, torture, discriminazioni ha portato il Papa a parlare di una 'forma di genocidio'

08/07
2015

<radiomaria>: dove e quanti sono i cristiani arabofoni nel mondo: in Libano ~1,3M, ~42% della popolazione; in Egitto 11M, 10%, in Siria 843k; in Iraq 300k; in Giordania 117k; in Israele e nei territori palestinesi 140k; più le comunità della diaspora emigrate soprattutto nelle Americhe.

06/07
2015

<asianews>: Bruxelles: La persecuzione che i cristiani subiscono in Iraq è frutto del fondamentalismo islamico, giunto al suo acme con lo Stato islamico, ma risponde anche a calcoli politici e a progetti di disgregazione del Medio oriente che datano dagli anni ’50. E’ quanto l’arcivescovo dei Latini a Baghdad, mons. Jean Benjamin Sleiman, ha sottolineato in un incontro tenutosi nella sede del Parlamento europeo lo scorso primo luglio.

30/06
2015

<tempi>: Gerusalemme. Volantini contro i cristiani: «Andatevene o sarete sgozzati come pecore». Dopo l’incendio doloso della chiesa della Moltiplicazione in Israele, un altro caso di «violenza anticristiana». La firma è dell’Isis ma non v’è certezza su chi siano i veri responsabili

22/06
2015

<tempi>: «Rinnegare la fede? Impensabile. Per noi cristiani iracheni credere è essere». In un libro-intervista (Più forti del terrore, Emi) il patriarca di Baghdad Louis R. Sako racconta la situazione del suo popolo a un anno da quando centinaia di uomini vestiti di nero entrarono a Mosul, l’antica Ninive, intimando ai nazareni: o vi convertite o lasciate la città, pena la decapitazione.

06/06
2015

<avvenire>: Fr1 nella cattedrale di Sarajevo ascolta le testimonianze del conflitto fratricida: un prete, un frate e una suora narrano... miliziani provenienti da alcuni paesi arabi del Medio Oriente hanno costretto don Vinko a calpestare il rosario della suora: lei è sopravissuta alle botte e può raccontare.

23/05
2015

<avvenire, et, pb3.0>: Veglie di preghiera per i cristiani perseguitati: è l'iniziativa lanciata dalla Cei per sabato 23 maggio, vigilia di Pentecoste. Ogni Chiesa locale potrà stabilire le modalità della Veglia <incrocinews>: indicazioni.

18/05
2015

<tempi.video>: «Noi cristiani siamo uno stesso corpo, ma noi iracheni soffriamo, voi occidentali dormite» dice Douglas Al Bazi, sacerdote iracheno della diocesi di Erbil/Kurdistan, agli studenti di un liceo lombardo.

18/05
2015

<radiovatican>: 2ª conferenza internazionale Osce dedicata all’odio anticristiano una conferenza internazionale. La prima fu a Roma nel 2011, ma rispetto ad allora episodi di intolleranza e discriminazione non sono diminuiti, denuncia la delegazione della Santa Sede a Vienna. Caricature e opere d’arte offensive, sentenze che imbavagliano i cristiani sui temi di  vita e famiglia, aggressioni come quella da parte delle Femen ai danni del card. Rouco Varela, simboli religiosi banditi. L’odio anticristiano è spesso sottaciuto.

16/05
2015

<twitter>: la mappa della chiesa che soffre: cifre  ufficiali di cristiani uccisi: 1.201 nel 2012, 2.123 nel 2013, 4.344 nel 2014

11/05
2015

Myriam di Qaraqosh <tempi>: «Grazie Myriam». Letterine dei bambini italiani alla giovane cristiana di Qaraqosh: dopo aver visto il video della piccola irachena che perdona l’Isis, alcuni 11enni italiani scrivono ai coetanei profughi cristiani iracheni ringraziandoli per la loro testimonianza.

29/04
2015

<agenSir>: “Stiamo assistendo ad un olocausto cristiano. La paura più grande espressa dai cristiani che vivono sofferenze indicibili è quella di essere dimenticati da un’opinione pubblica mondiale indifferente o comunque rassegnata. Il pericolo maggiore è quello di lasciarsi vincere dall’impotenza”. È quanto ha dichiarato oggi il segretario generale della Cei, monsignor Nunzio Galantino

23/04
2015

<tempi>: Niger, 69 chiese distrutte lo scorso gennaio, ma nessun colpevole. «Perché ci fanno questo? ... Hanno bruciato tutto. E mentre lo facevano, gridavano “Allahu Akbar”». Durante l’assedio sono state bruciate anche 11 case di cristiani e molti civili sono stati selvaggiamente picchiati

21/04
2015

<vatican>: Papa Francesco: «Oggi la Chiesa è Chiesa di martiri». E tra questi ci sono «i nostri fratelli sgozzati sulla spiaggia della Libia; quel ragazzino bruciato vivo dai compagni perché cristiano; quei migranti che in alto mare sono buttati in mare perché cristiani; quegli etiopi, assassinati perché cristiani». Richiamando la storia del protomartire santo Stefano ... tanti martiri di oggi: anche quelli di cui non conosciamo i nomi, che soffrono nelle carceri o vengono calunniati e perseguitati «da tanti sinedri moderni» o, ancora, vivono ogni giorno «la fedeltà nella propria famiglia».

06/04
2015

<silenziocomplice>: "La comunità internazionale non sia inerte" Papa Francesco chiede aiuto per quanti nel mondo sono "perseguitati e uccisi per il solo fatto di essere cristiani". Loro sono i nostri martiri di oggi e sono tanti, possiamo dire che sono più numerosi che nelle altre epoche". "Auspico che la Comunità Internazionale non assista muta e inerte di fronte a tale inaccettabile crimine, che costituisce una preoccupante deriva dei diritti umani più elementari. Auspico veramente che la Comunità Internazionale non rivolga lo sguardo da un'altra parte

04/04
2015

<TG24/video>: M.Introvigne sul silenzio complice denunciato dal Papa/audio il Venerdì Santo. Più dei numeri (1000/anno martiri, decine di migliaia/anno vittime di persecuzione, 45M di cristiani uccisi per la loro fede solo nel XX secolo) stupisce che non se ne voglia parlare: non se ne parla abbastanza per timore di qualcuno e il silenzio non aiuta. E oltre che da fanatismo islamico, il più cruento, ci sono vittime da fondamentalismo di minoranze all'interno di altre religioni come nello stato dell'Orissa in India ad opera di fondamentalisti Indù.

03/04
2015

<bussolaq>: Papa Francesco, concludendo la Via Crucis, ha ricordato come nel cammino doloroso di Gesù abbiamo visto «ancora oggi i nostri fratelli perseguitati, decapitati e crocifissi per la loro fede in Cristo sotto i nostri occhi e spesso con il nostro silenzio complice». [CzzC: per contro vedo su Rai intervista a Galantino che si smarca dai cristiani che volessero reagire ai massacri del jihadismo sterminatore di cristiani (or ora Kenya 150 studenti) adducendo il pericolo della spaccatura tra cristiani passivi ed interventisti: concordo con Galantino che Isis godrebbe a dividere i cristiani, ma Galantino poteva spenderla in TV una parola sulla necessità di reagire col consenso ONU, come invocò il Papa, invece pareva temere i possibili reattivi: non temere caro Galantino, l’ONU non darà mai il consenso di reagire in difesa dei cristiani perseguitati, essendo maggioritari i voti/ONU dei paesi islamici; tutt’ al più un intervento ammetterebbero solo per proteggere anche islamici]

01/04
2015

<zenit> nel villaggio di al Awar, nei pressi di Samalot, è stata posata la prima pietra della chiesa dedicata ai "Martiri di Libia", i 21 egiziani copti trucidati in territorio libico dai jihadisti nel gennaio scorso.

29/03
2015

<youtube>: Intervento conclusivo di Massimo Introvigne al convegno "...perseguiteranno anche voi (Gv 15, 20). Persone, drammi, prospettive" sui cristiani perseguitati nel mondo.

13/03
2015

<giornale>: Europa e Onu trascurano difesa dei cristiani sterminati: Warduni arcivescovo di Bagdad: ci aiutino almeno come esseri umani se non come cristiani; perché date i visti a gente di altre religioni e non ai cristiani? Veniamo presi in ostaggio a migliaia e in cambio vogliono soldi; comperano a prezzi stracciati le case dei cacciati con la violenza, cosa abbiamo fatto di male per meritarci questo destino dettato dal fanatismo religioso e dalla negligenza dell’Occidente che è venuto a disintegrare e poi se n’è scappato?

30/12
2014

<tempi>: 2015: Centenario del genocidio degli Armeni: Lettera del patriarca Karekin II  “Il centenario del Genocidio degli armeni è davanti a noi, e le nostre anime risuonano di una potente richiesta di verità e giustizia che non sarà messa a tacere ... la nostra gente – condannata a morte da un piano genocida – è riuscita a risorgere, e presenta questa giusta causa davanti alla coscienza dell’umanità e al diritto delle genti, per liberare il mondo dalla callosa indifferenza di Pilato e dalla negazione criminale della Turchia”.

30/12
2014

<lastampa>: nel 2014 sono stati ammazzati 26 operatori pastorali cattolici (23 nel 2013): 14/America, 7/Africa, 2/Asia, 2/Oceania, 1/Europa (uno). Tra i singoli paesi, dopo il Messico (uccise quattro sacerdoti e un seminarista) figurano il Venezuela e il Burundi, ambedue con tre vittime. La maggior parte di loro ha trovato la morte in seguito a tentativi di rapina o di furto, aggrediti anche con efferatezza e ferocia. «Qualcuno è stato ucciso dalle stesse persone che aiutava. Altri hanno aperto la porta a chi chiedeva soccorso e sono stati aggrediti».

15/11
2014

Ho ricevuto significativi feedback a seguito di questa sintesi della conferenza 05/11 dove Campanini volle dimostrare essere mal posto il problema dei cristiani in Medio Oriente se si usasse la parola persecuzione. Per contro c’è chi accusa Papa Francesco di non essere sufficientemente incisivo nella difesa dei cristiani perseguitati: qui un mio tweet inerente l’argomento che tratto ponendo

- alcune domande a Socci

- alcune domande a Sandro Magister.

07/11
2014

<corriere> martirio dei cristiani l’occidente è cieco: le nostre democrazie hanno sinora evitato di mettere all’ordine del giorno, nonostante i richiami del Papa, il tema delle persecuzioni, un’ignavia e ritardo che può costare caro [e non solo per i casi eclatanti in Pakistan: i due giovani sposi bruciati vivi in Pakistan e la condanna a morte per blasfemia di Asia Bibi].Vedi il libro nero della condizione dei cristiani nel mondo e il rapporto sulla libertà religiosa nel mondo di Aiuto alla Chiesa che soffre (Acs): 100M di cristiani perseguitati, almeno 7 mila/anno uccisi. Al fondo c’è la mancanza di quel lungo e problematico processo di secolarizzazione che abbiamo conosciuto in Occidente (separazione politica da religione). E le guerre per esportare la democrazia? La democrazia non si può esportare, essa cresce solo dove ci sono le condizioni adatte, una delle quali è la libertà religiosa, che comporta lo scollamento della politica dalla religione. Per questo l’Occidente sbaglia a non porre all’ordine del giorno delle istituzioni internazionali la questione della libertà religiosa.

06/11
2014

<laStampa> Il Cardinale Tauran sui due sposi cristiani arsi vivi in Pakistan: è stata invocata la religione, in modo specifico: una religione non può giustificare crimini di questo genere: la comunità internazionale, non dovrebbe intervenire? ... Credo che siamo arrivati al parossismo, a quello che San Paolo definisce “il mistero dell’iniquità”, cioè il male allo stato puro. Nemmeno gli animali si comportano in questo modo! Ci troviamo veramente in un’epoca di precarietà totale, in cui tutto può accadere, la persona umana non è rispettata, la vita non conta niente»

05/11
2014

La millenaria convivenza tra cristiani e musulmani in Medio Oriente è alla fine? Il NO di Campanini/UniTN sottende un intento negazionista: dimostrare (goffamente?) come sarebbe mal posto il problema dei cristiani in Medio Oriente se si usasse la parola persecuzione: egli sostiene non che l’errore possa annidarsi in qualche modo improprio di porre il problema, ma che sia sbagliato semplicemente porlo in termini di persecuzione, come a dire che l’unico modo per non sbagliare, secondo il prof Campanini, sarebbe negare che i cristiani siano perseguitati o sostenere che non lo sono più di altri. Intervenni alla fine dall'uditorio mirando a parare eventuale ingannevole dissimulazione.

04/11
2014

<Tempi> Due cristiani, lui 26enne Shahzad e lei 24enne Shama, sono stati arsi vivi da una folla di musulmani a Sud di Lahore: li accusavano di blasfemia. I due, che lavoravano in una fabbrica di argilla, sono stati sequestrati per 2gg; questa mattina sono stati spinti nella fornace dove si cuociono i mattoni; qui potresti firmare appello che ho firmato anch’io

04/11
2014

<Acs e Tempi> focus sulla libertà religiosa nel mondo I cristiani si confermano ancora una volta il gruppo religioso maggiormente perseguitato. Minoranza oppressa in numerosi paesi, molte delle terre in cui i cristiani abitano da secoli, se non da millenni, sono oggi sconvolte dal terrorismo accanito contro di loro.

23/10
2014

<Avvenire e > Cristiani, nel mondo 150 milioni sotto tiro. È la religione che subisce le maggiori violenze. Un’ampia ricerca franco-italiana condotta da 70 autori rivela le dimensioni del fenomeno; i numeri choc del «libro nero» sulle persecuzioni: fra 100m e 150m, ma si sale fino a 200M se si allarga lo spettro alle forme gravi di discriminazione.

02/09
2014

Come donare aiuto ai perseguitati in Iraq? Ad es. tramite AVSI, Caritas, Asia News. Fondazione AVSI lancia una raccolta fondi a sostegno dei profughi iracheni, in gran parte cristiani, che hanno trovato rifugio nell’area di Erbil, nel Kurdistan iracheno, in seguito agli scontri tra Stato Islamico e milizie curde nel nord-est dell’Iraq. L’intervento consisterà sopratutto nella fornitura di beni essenziali e supporto al pagamento degli affitti, in partnership con il Patriarcato Caldeo e la Caritas irachena. Come donare

15/08
2014

Oggi il Papa ci invita ad una giornata di preghiera per i cristiani perseguitati, ma perché i cristiani sono così tanto perseguitati? C’entra con il concetto di salvezza di cui sono portatori e con la risposta data da Gesù sulla verità? «Per questo io sono nato e per questo sono venuto nel mondo: per rendere testimonianza alla verità; chiunque è per la verità ascolta la mia voce». Secondo il teologo don Paul Renner (e i suoi amici massoni) «quella tra una religione vera e tutte le altre false è una distinzione brevettata da noi cristiani; oggi spesso proprio i cristiani ne pagano le conseguenze, ma tutto era partito, scorrendo la storia, proprio da noi …». O c’entra di più la rinuncia al relativismo e il fatto che i cattolici si rifanno alla guida petrina come ad un’entità superiore rispetto agli stati in cui vivono, ai quali non riconoscono l’essenza dell’eticità pur comportandosi mediamente da bravi cittadini?

12/08
2014

Con riferimento alle stragi del califfato: la nostra fede risvegliata dalla loro testimonianza. Riceviamo la testimonianza della loro fede, come ha detto l’arcivescovo di Mosul in una recente intervista: «Sono loro che hanno iniziato a dirmi di avere bisogno di essere più attaccati alla nostra fede. Erano loro a dirmi che erano tornati  a vivere dentro le tante difficoltà». [CzzC: ma perché i Cristiani sono così tanto perseguitati? Dobbiamo limitarci a reagire con la preghiera, la carità soccorritrice, le petizioni, la speranza che le armi assassine di innocenti vengano bombardate da altre armi “più pulite”? O non possiamo limitarci alla reazione, ma dobbiamo azionare una strategia di contrasto preventiva dei persecutori e dei loro foraggiatori, quantomeno per ridurre la frequenza delle stragi di innocenti, almeno quelle più efferate, perpetrate dalle solite mani col solito grido?]

10/08
2014

Papa all’Angelus: «migliaia di persone, tra cui tanti cristiani, cacciati dalle loro case in maniera brutale; bambini morti di sete e di fame durante la fuga; donne sequestrate; persone massacrate; violenze di ogni tipo; distruzione dappertutto; distruzione di case, di patrimoni religiosi, storici e culturali. Tutto questo offende gravemente Dio e offende gravemente l’umanità. Non si porta l’odio in nome di Dio! Non si fa la guerra in nome di Dio!». [CzzC: firmabile appello alla UE]

28/07
2014

Alleati di US-UK sterminano cristiani in MO più di loro avversari? Ci chiediamo perché i più sanguinari sterminatori di cristiani in Medio Oriente siano sostenuti da filo wahhabiti alleati di US-UK, mentre i loro avversari tollerano la presenza cristiana o la tolleravano quando furono eliminati.

24/07
2014

Meriam finalmente libera arriva in Italia; ricevuta dal Papa [CzzC: grazie Renzi per aver portato alle Istituzioni europee il caso Meriam (non l’unico ma emblematico) col tuo discorso di apertura del semestre italiano; hai ragione a dire che «oggi è giorno di festa, oggi siamo degni di chiamarci Europa»

22/07
2014

I fanatici jihadisti dell’Isis che sterminano cristiani nel loro califfato come mai prima nella storia era stato fatto colà, sono sostenuti da Paesi della penisola arabica cui sono legati dalla comune ideologia wahhabita, la stessa che partorì al-Qaeda. Con l’Isis il terrorismo islamico sta diventando un fenomeno di massa, e un certo Occidente si guarda bene dal chiedere conto a un Paese come l’Arabia Saudita, alleato degli US, strategico per il petrolio e acquisto di armi marcate US.

20/07
2014

Iraq: i miliziani dell’ISIS hanno segnato le loro case con la N di Nasara (=cristiani): andate o convertitevi o pagate la jizya; hanno tolto l’acqua ai villaggi cristiani che sono sotto la protezione curda; il Papa invoca ancora per loro all’Angelus [CzzC: mentre prego col papa, mi sconforta l’inerzia dell’ONU: che fanno? Sono impegnati ad accusare il Vaticano di tortura?]

18/07
2014

Califfato e patto di Omar: umiliazioni codificate per i cristiani, trattati con condizioni vessatorie e umilianti che intendono ricordare continuamente la loro condizione di inferiorità <Camille Eid giornalista libanese>.

30/06
2014

Papa Francesco I: Oggi ci sono più martiri cristiani che nei primi secoli, pensiamo al Medio Oriente, cristiani che devono fuggire dalle persecuzioni, cristiani uccisi dai persecutori. Anche i cristiani cacciati via in modo elegante, con i guanti bianchi: anche quella è una persecuzione.

16/05
2014

«Basta persecuzioni ai cristiani» Colosseo spento contro l’indifferenza e manifestazione di Campidoglio, Sant’Egidio e comunità ebraica dopo il sequestro in Nigeria. Riccardi: fenomeno in crescita

02/05
2014

Papa: "ho pianto" per i cristiani crocifissi in Siria:"Anche oggi c'è questa gente che, in nome di Dio, uccide, perseguita" e "in alcuni Paesi, soltanto per portare il Vangelo, vai in carcere". (+Tempi, Repubblica, Sussidiario, e altre fonti)

30/04
2014

Tempi.it>: I cristiani sono i nuovi ebrei. Ambasciatore israeliano all’Onu: «Nell’ultimo secolo un altro esodo, determinato da un’epidemia di persecuzione, ha travolto il Medio Oriente svuotandolo della sua popolazione cristiana».

10/04
2014

VT#15p15: i vescovi cattolici di Terra Santa: le sollevazioni dette “Primavera araba”, hanno aperto la strada a gruppi estremisti molti dei quali considerano i cristiani come infedeli, come nemici e agenti di forze straniere ostili, anche se vittime di queste brutalità cadono pure musulmani non fanatizzati, definiti “eretici”; cristiani e musulmani devono resistere insieme contro le nuove forze dell'estremismo e della distruzione: il mondo esterno non farà nessuna mossa per proteggerci, le potenze internazionali e regionali perseguono i propri interessi.

10/01
2014

I cristiani sono il gruppo religioso più ampiamente perseguitato nel mondo e questa persecuzione è collegata in larga parte all'impegno della Chiesa per la libertà. Sono 22 gli operatori pastorali uccisi nel mondo nel 2013, il doppio del 2012: si tratta per lo più di sacerdoti: in America Latina si uccide per reati comuni e per le denunce contro i narcos; in Africa per intolleranza religiosa; in India per le persecuzioni contro i cristiani a causa dell'esasperato nazionalismo

04/01
2014

Morire per fede: 22 gli assassinii perpetrati nel 2013 su sacerdoti religiosi e loro collaboratori nel mondo, ci cui 15 avvenuti in America Latina. È la 5ª volta consecutiva che il Sudamerica primeggia in classifica (Agenzia Fides) [CzzC: ovviamente questa classifica non contempla le migliaia di innocenti cristiani trucidati da odio religioso in aree di terrorismo come Siria, Nigeria, Egitto, ...]

26/12
2013

I cinque grandi testimoni della fede cristiana perseguitati, anche fino al martirio, nel 2013: Rimsha Masih, Sarkis el Zakhm, monsignor Ma Daqin, Franck Talleu e Asia Bibi. Dal Pakistan estremista alla Cina comunista, dalla Siria devastata dalla guerra fino alla laicissima Francia, cinque testimonianze da non dimenticare.

16/12
2013

Papa intervistato: «Quelli che ammazzano i cristiani non ti chiedono la carta d'identità per sapere in quale Chiesa tu sia stato battezzato».

13/12
2013

Ogni 11 minuti viene ucciso un cristiano: (oltre 100k/anno dichiarazione all’ONU del Vaticano): «il Cristianesimo è la religione più perseguitata al mondo» semplice verità che viene taciuta col più vergognoso rapporto gravità/raccontata secondo il parlamentare Jim Shannon della Camera dei Comuni.

13/11
2013

INDONESIA: leader islamici di Padang aizzano contro J.T. Riadi, cristiano protestante famoso nel Paese per realizzare complessi con all'interno negozi, scuole ed ospedali: proselitismo è il solito pretesto abusato nella Sharia facendo scempio di libertà e di diritti umani. In questi anni si è assistito a un incremento dei movimenti islamisti anti-cristiani, che in più di una occasione si sono macchiati di violenze contro le locali comunità cattoliche e protestanti. Un esempio sono le decine di assalti contro la Yasmin Church di Bogor.

03/10
2013

<intellettualedissidente>: Vladimir Putin: « i Paesi euro-atlantici stanno ripudiando le loro radici, persino le radici cristiane che costituiscono la base della civiltà occidentale» [CzzC: riascoltandole due anni dopo troviamo profetiche queste parole di Putin, visto il disastro umanitario provocato da Isis foraggiato dagli alleati turco-wahhabiti dell’Obama masso Nobel pace]

2013

SIRIA: jihadismo efferato continua a grondare sangue innocente al grido di «Ci vendicheremo sui cristiani»: vedi specifica pagina sulla Siria

19/08
2013

Al MeetingRimini2013 firmo questo appello per far fermare le persecuzioni contro i cristiani

18/05
2013

«Ci sono più martiri oggi che nei primi secoli della Chiesa; più martiri!

Fratelli e sorelle nostri. Soffrono! Loro portano la fede fino al martirio». Carron: come possiamo rimanere indifferenti davanti a queste parole di papa Francesco? Evidentemente siamo di fronte a una nuova sfida, come ci ricorda la Evangelii Gaudium: «A volte queste [sfide] si manifestano in autentici attacchi alla libertà religiosa o in nuove situazioni di persecuzione dei cristiani, le quali, in alcuni Paesi, hanno raggiunto livelli allarmanti di odio e di violenza» (61).

05/05
2013

<Tempi>: Gravi violazioni della libertà religiosa in Egitto : «Il governo non protegge i cristiani copti» secondo il rapporto annuale sulla libertà religiosa nel mondo redatto dagli Stati Uniti; l’Egitto sarebbe tra i 15 paesi peggiori al mondo per il rispetto della libertà religiosa.

09/04
2013

NIGERIA: i cristiani nigeriani nell’inferno di Boko Haram (corriere.it) Sale il numero delle vittime ad opera del gruppo integralista. Nonostante il clima di violenza, spiega il vescovo di una delle diocesi più a rischio, «rimarremo».

L’inferno dei cristiani in Nigeria raccontato da loro (corriere.it 10/04).

15/01

2013

Licenziata dalla British Airwais solo perché cristiana: sentenza storica della Corte europea per i diritti umani. La Corte europea ha condannato la British Airways per avere licenziato Nadia Eweida solo perché portava al collo una catenina con la croce. [CzzC: osservo che gli ispiratori di cotali discriminazioni religiose (il velo islamico è ammesso) sono simpatici alle solite potenti matrici e persecutori dei papasuccubi, non solo in UK ed Irlanda, ma anche in giro per il mondo, dalle masnade Garibal-sabaude dell’800, al genocidio degli Armeni, ai massacratori di Cristeros del ‘900, alle tronfie parate anticattoliche ancor oggi grondanti sangue innocente].

28/10
2012

NIGERIA Autobomba durante la messa davanti ad una chiesa cattolica a Kaduna, nel nord della Nigeria. Oltre 10 morti e 145 feriti, ma c'è ancora incertezza sul numero delle vittime.

07/10
2012

Su VT#39p8 Padre Luciano Fozzer ricorda le persecuzioni patite nell'Albania comunista dai suoi compagni, dai superiori, dai seminaristi, dai suoi alunni, che con il popolo albanese condivisero la prigionia, la tortura, fino al patibolo. “Io non ho sentito le scariche dei fucili che ammazzavano i miei compagni, i miei superiori, i miei amici, i miei alunni, perché ero in Italia. Non ho sentito con le orecchie il loro ultimo grido: 'Viva Cristo Re'. Ma lo porto nel cuore”.

04/10
2012

EGITTO: bimbi copti di 9 e 10 anni analfabeti ARRESTATI perché un Imam li accusa di aver urinato su pagine del Corano mentre giocavano vicino a un cumulo di rifiuti. Corriere.it; TGcom24; poi liberati per la loro giovane età. Questa sera a Rovereto conferenza sui CRISTIANI PERSEGUITATI in Nigeria.

13/09
2012

In INDIA ancora violenze contro i cristiani in Karnataka e in Madhya Pradesh. I governi complici dei nazionalisti indù; crescente discriminazione e persecuzione.

11/09
2012

In SIRIA la situazione dei cristiani è molto più drammatica di quanto non appaia sui media. Un vescovo afferma che la provincia di Homs è stata vuotata dai cristiani dai mujaheddin dell’esercito libero, come era accaduto nella montagna libanese durante la guerra civile: metà di loro sono rifugiati nella valle di Nassara “la valle dei cristiani”, e l’altra in Libano. Ma quello che appare più preoccupante è che chiese e monasteri sono stati sistematicamente distrutti, per impedire un eventuale ritorno.

09/09
2012

PAKISTAN: Rimsha Masih undicenne disabile arrestata per blasfemia, poi liberata su cauzione per la falsità dell’iman accusatore; ma fosse stata anche vera l’accusa, ci chiediamo quando finirà questo scempio di diritti umani, negletto da potenti labari perché a patire sono soprattutto gli invisi cristiani, confidanti nella forza del diritto, perseguitati dal diritto della forza; e non è solo in Pakistan la persecuzione, o solo in BANGLADESH (tratta di minori costretti a convertirsi all’islam), ma c’è anche in India, Cina .... perfino in EUROPA/Inghilterra che ammette il velo islamico ma persegue i portatori di croce cristiana

20/08
2012

<tempi, gazzettaLaSP>: presentazione del libro "Tribolati, ma non schiacciati. Storie di persecuzione, fede e speranza" (ed Lindau): l'autore, il giornalista Rodolfo Casadei, inviato speciale del "Tempi", ha raccontato le vicende dei cristiani di Siria, Iraq, Libano, Egitto e Nigeria, luoghi dove si è recato più volte

23/07
2012

SIRIA: si preparano le condizioni per la distruzione della Chiesa: il veto all'ONU della Russia consacra la prospettiva della guerra civile.

14/07
2012

NIGERIA il Jihad avanza in Africa: è evidente nei dati l’aumento sia della componente terroristica dei conflitti sia della matrice ideologico-religiosa; è ovvio che c'è dell'altro, come dice il Mulino, ma in misura minore o prevalente?

09/07
2012

VIETNAM: decine di migliaia pregano per le vittime dell'attacco alla comunità di Con Cuông (diocesi di Vinh), e per i tanti giovani cattolici arrestati e imprigionati il primo luglio scorso ("Vinh: cattolici nel mirino di teppisti e autorità, decini di feriti fra i fedeli durante la messa"): nuova ombra sulla situazione della libertà religiosa in Vietnam.

08/07
2012

NIGERIA: ancora assalti ai villaggi cristiani, almeno 90 le vittime, uccisi due politici. Il 22/01, 26/02, 11/03, 08/04, 29/04, 03/06, 10/06, 17/06, 08/07 sono tutte domeniche, domeniche di sangue per il Nord Nigeria, segnato da attacchi terroristici anche durante le celebrazioni cristiane. Il coraggio di fermare Boko Haram: parla Ignatius Kaigama arcivescovo di Jos, una delle città più colpite.

06/07
2012

Al CONSIGLIO D'EUROPA che si occupa per statuto anche di democrazia e diritti umani, il PPE propone un tema urgente: «La sorte dei cristiani copti in Egitto nella transizione democratica del paese».  Nella riunione per decidere l’odg, socialisti e liberali e ... fanno togliere dal titolo la parola “cristiani” e “copti”. L'Europa si vergogna di Gesù Cristo anche quando è perseguitato.

01/07
2012

KENYA: bombe contro i cristiani, 16 morti più decine di feriti. Mentre i fedeli in preda al panico per la granata in chiesa uscivano per scappare, i terroristi all'esterno hanno aperto il fuoco, causando la maggior parte delle vittime. Per i fedeli africani è un Undici Settembre: complice perfino qualche parlamentare?

21/06
2012

NIGERIA: APPELLO per fermare le stragi di cristiani

17/06
2012

NIGERIA: ancora bombe nelle chiese, 45 morti e centinaia di feriti, tra le vittime 4 bambini. La Santa Sede: «È orribile e inaccettabile, segno di un disegno assurdo di odio». Linciato qualcuno dei terroristi. Qui Zenit.

10/06
2012

NIGERIA: altra strage in due chiese: continuano gli assalti ai cristiani, rivendicati dagli isalmici di BOKO HARAM. Almeno 4 morti e 40 feriti, alcuni gravissimi, negli attentati durante le funzioni domenicali a Jos e a Biu

25/05
2012

INDIA Kashmir: a fuoco l’ingresso di una chiesa cattolica. Il parroco “Siamo preoccupati, è un attacco premeditato per terrorizzare la comunità cristiana”.

VIETNAM: alla sbarra per propaganda antigoverno giovani cattolici impegnati nel sociale che promuovono le attività della Chiesa.

24/05
2012

Pulizia etnica dei Cristiani in SIRIA. Scrivo ad Asianews perché 8 giorni fa aveva smentito che colà fossero in corso attacchi mirati contro i Cristiani in quanto tali. 01/06 il Patriarca di Antiochia denuncia che i cristiani sono aggrediti da sunniti ribelli.

29/04
2012

NIGERIA: continua la persecuzione di cristiani; ora anche IN KENYA per mano dei medesimi integralisti islamici. Una testimonianza e "davanti alla perdita totale della ragione di questi uomini, affidiamo tutto alla Madonna».

21/05
2012

INDONESIA Islamisti indonesiani, con donne e bambini, attaccano (ancora) i cristiani di Bekasi. La comunità protestante Hkbp Filadelfia di nuovo nel mirino degli estremisti, che colpiscono durante la funzione domenicale.

18/04
2012

PAKISTAN Punjab, cristiana denudata da musulmani perché "vestiva bene". Colpi di pistola al figlio. Magistratura non intende punire i responsabili

17/04
2012

CINA libera due vescovi sotterranei, ma decine di sacerdoti sotterranei vengono trattenuti per settimane e sottoposti a "sessioni politiche".

16/04
2012

INDONESIA Jakarta: centinaia di cristiani chiedono al presidente l’applicazione della legge e la tutela della libertà religiosa, mentre luoghi di culto vengono sequestrati da funzionari locali, nell’inerzia delle istituzioni.

16/04
2012

VIETNAM Hanoi: polizia assalta e devasta un orfanotrofio cattolico, bambini malmenati, in coma sacerdote intervenuto a difesa dei piccoli ospiti.

06/04
2012

VIETNAM Kon Tum: Pasqua, i fedeli pregano in case private perché il governo non ha ancora restituito la chiesa di Nguyen Hung requisita da 30 anni.

28/03
2012

PAKISTAN: ragazza indù alla Corte suprema: meglio morta, che convertita a forza all’islam. Sequestrata da un influente musulmano, con la “copertura politica” di un parlamentare. [CzzC: cito per analoga persecuzione a cristiane/i].

27/03
2012

GRAN BRETAGNA sostiene alla corte di Strasburgo il suo divieto di indossare simboli religiosi in ufficio; sacerdote russo denuncia che una parrocchiana è stata licenziata, anche se portava il crocefisso nascosto sotto i vestiti.

15/01
2012

PAKISTAN: stupri e torture su bambini cristiani, “pulizia etnico-religiosa”

10/01
2012

Chesa PERSEGUITATA e DISCRIMINATA: 3 modi di violare la libertà religiosa e i diritti dei cristiani: vera e propria persecuzione, pulizia religiosa (oggi più grave della pulizia etnica), intolleranza e discriminazione

25/12
2011

Strage di cristiani IN NIGERIA

17/10
2011

<sussidiario>: Mindanao: ucciso padre Fausto Tentorio, missionario del PIME: difendeva gli ultimi. Padre Gheddo osserva: “nel 1992, nella parte musulmana di Mindanao, i terroristi islamici hanno trucidato padre Salvatore Carzedda. Diversi altri missionari del Pime sull’isola delle Filippine, dopo avere subito ripetute minacce di morte, sono stati costretti a ritornare in Italia.

26/08
2011

PAKISTAN: rapito Sahbaz (prelevato con la forza), figlio di Salman Taseer, il governatore della provincia del Punjab, ucciso il 4 gennaio dalla sua guardia del corpo per avere preso le difese di Asia Bibi, la cattolica condannata a morte nel novembre 2010 per blasfemia e da allora in attesa del processo d’appello.

16/08
2011

VIETNAM: cattolici arrestati in massa, repressione contro intellettuali e attivisti a Vinh e Thanh Hóa come “avvertimento” alle altre diocesi del Paese.. Vedi nota[1]

IRAN: due donne iraniane, rinchiuse nella famigerata prigione di Evin per essersi convertite dall’islam al cristianesimo 10 anni fa: condanna a morte? Ve[2]di nota

15/08
2011

IRAQ: ennesimo attentato contro i cristiani: dopo l'autobomba dello scorso 2 agosto (15 feriti), oggi altra esplosione contro chiesa cristiana. Vedi nota[3]

24/07
2011

Il 75% delle MORTI collegate a crimini a sfondo religioso riguarda i CRISTIANI: la libertà di culto non è garantita in gran parte del mondo (CINA,  PAKISTAN, ...). [CzzC: vedi anche Libero 24/7/2011]. Vedi nota[4]

08/03
2011

BANGLADESH: cristiana 14enne suicida: era stata stuprata un anno fa da nove uomini. La polizia ha arrestato il comitato locale cui si era rivolto il padre della ragazza per avere giustizia e il parroco per aver fatto da tramite. Ancora liberi gli stupratori. Vedi nota[5]

EGITTO: in 8mila manifestano davanti alla sede della Tv egiziana per la ricostruzione della chiesa copta di San Mina e San Giorgio distrutta dagli estremisti il 5 marzo. È la prima protesta organizzata dai copti in un luogo diverso dalla loro cattedrale. P. Rafic Greiche, capo ufficio stampa della Chiesa cattolica egiziana, vede nelle manifestazioni un segno che anche i cristiani possono usare la piazza. I fondamentalisti continuano a sfruttare il clima di caos per imporre l’islam radicale e la sharia nel nuovo Egitto. P. Greiche “L’occidente faccia pressione sul nuovo governo perché riconosca i valori di uguaglianza presenti nella società egiziana”.

03/03
2011

PAKISTAN Il vescovo Anthony: qui la vita dei cristiani è impossibile. Sh. Bhatti ucciso perché cristiano. testam. Spirituale di Shahbaz Bhatti: vedi nota[6]

02/03
2011

PAKISTAN: Il ministro per i Problemi delle minoranze, il cattolico Shahbaz Bhatti, è stato crivellato con 30 colpi. Shahbaz Bhatti morto da martire. PERCHE' i Xtiani danno fastidio: vedi nota[7]

25/02
2011

LAOS: Niente cibo per 65 contadini laotiani, finché non abbandoneranno il cristianesimo

14/02
2011

INDIA: al Kumbh indù in Madhya Pradesh, i cristiani sono "cimici da ammazzare". Il raduno di 2M  di persone si è chiuso ieri con un’ultima serie di attacchi verbali contro i cristiani (in nota[8])

11/02
2011

PAKISTAN: aumentano incidenti contro i cristiani (spec. in Punjab centrale). La polizia e la magistratura “coprono” delitti e soprusi per timore dei signorotti musulmani locali.

11/02
2011

INDONESIA: La polizia ha arrestato 13 persone, coinvolte negli attacchi dei giorni scorsi contro la minoranza Ahmadi e le chiese cristiane. Il presidente richiama le autorità locali a colpire le frange estremiste. Un appello condiviso dalla società civile, ma osteggiato dai funzionari e membri della sicurezza. Il link delle violenze anticristiane e contro gli ahmadi.

02/02
2011

UE: a seguito delle stragi di innocenti cristiani in Medio Oriente, l'alto rappresentante della politica estera UE, lady Ashton, fu incaricata di redigere un testo a sostegno della libertà di religione: ne presentò uno senza menzionare né i cristiani né il Medio Oriente; IT, FR, PO chiesero menzione ma gli altri si opposero. Come mai l'Europa abbandona i Cristiani in MO?. Vedi nota[9]

21/01
2011

UE: per la prima volta il PARLAMENTO EUROPEO, approva una risoluzione a vasta maggioranza: le minoranze cristiane nel mondo sono perseguitate, l'UE si muova per proteggerle. Ma bastano 2 settimane e … vedi 02/02

20/01
2011

EGITTO: Al Azhar sospende il dialogo con il Vaticano per l' "intromissione" del Papa. Odio fomentato contro Copti

17/01
2011

Massimo Introvigne è il nuovo rappresentante dell’OSCE per la lotta contro cristianofobia: «Rappresentante OSCE per la lotta contro il razzismo, la xenofobia e la discriminazione, con un’attenzione particolare alla discriminazione contro i cristiani...». Vedi nota[10]

10/01
2011

Papa al corpo diplomatico: la libertà religiosa aggredita da terrorismo ed emarginazione. Per questo appello l'Egitto richiama l'ambasc. dal Vatic

04/01
2011

A Capodanno il Papa ha parlato di «una strategia di violenze che mira ai cristiani». C’è davvero una strategia dietro agli attacchi alle chiese?

02/01
2011

il PERCHE' delle persecuzioni secondo don Paul Renner: mentre perfino l'Europa sta invocando le difese dei Cristiani perseguitati, don Paul Renner spiegherebbe così PERCHE' i cristiani siano perseguitati, come sintetizzato da l’Adige: “I primi a scatenare l’odio religioso siamo stati noi cristiani” ... “quella tra una religione vera e le tutte altre false è una distinzione brevettata da noi cristiani. Oggi spesso proprio i cristiani ne pagano le conseguenze ma tutto era partito, scorrendo la storia, proprio da noi”. [CzzC: da ben referenziato sul sito dei massoni, dPR non poteva che copiarne le solite tesi]. V[11]edi nota

01/01
2011

<wikipedia>: ad Alessandria d’Egitto si fa esplodere un integralista musulmano dinanzi alla Chiesa copta dei Santi, nel quartiere di Sidi Bishr, causando la morte di 23 fedeli copti e il ferimento di numerosi altri che partecipavano ad una tradizionale cerimonia religiosa per l'anno nuovo. Dall'esplosione è rimasta danneggiata anche una vicina moschea e otto musulmani sono rimasti feriti. Le indagini successive tirarono in ballo i servizi segreti e il ministero degli interni, rei di aver organizzato l'attentato per fini politici.

28/12
2010

NIGERIA: massacro di Natale riventicato dal "Popolo devoto agli insegnamenti del Profeta per la propagazione della Jihad". la ns fede è + forte delle bombe. Vedi nota[12]

10/12
2010

Egitto: fuoco 24/11 sulla folla disarmata dei cristiani che protestavano perché gli integralisti islamici bloccano la costruzione della chiesa delle Piramidi. 168 incarcerati (fra cui 20 ragazzini). “Il governo discrimina i cristiani”. Mubarak chiede di punire chi ha autorizzato l’uso delle armi che hanno ucciso 3 persone. Un bambino di quattro anni ha perso la vita perché soffocato dai gas lacrimogeni. Molte decine di persone sono rimaste ferite a causa della brutalità della repressione della polizia; fra di essi 38 bambini

10/12
2010

Asia Bibi: un imam offre 5k$ per farla uccidere. Vedi nota[13]. Altri islamici sono invece contrari ad ucciderla

02/12
2010

IRAQ Cristiano rapito e ucciso a Mosul: i vescovi chiedono ripetutamente al governo che difenda i cristiani. Vedi nota[14]

29/11
2010

Rischiano la pena di morte due afghani convertiti al cristianesimo, detenuti da giugno in attesa del processo. Vedi nota[15]

26/11
2010

Su proposta di Mario Mauro il PARLAMENTO EUROPEO ha approvato risoluzione su “Iraq, pena di morte, attacchi contro le comunità cristiane”.

25/11
2010

50 milioni di cristiani nel mondo vittime di persecuzioni, disprezzo, discriminazioni. Mappa. Vedi nota[16]

11/11
2010

PAKISTAN: salviamo ASIA BIBI cristiana madre di 2 figli, innocente condannata a morte per la legge bera sulla blasfemia. io ho inviato questo appello

02/11
2010

IRAQ: 50 CRISTIANI UCCISI IN CHIESA (altrettanti feriti): «accanimento contro la comunità cristiana, proprio PERCHE'...   «Hanno ucciso faccia a faccia[17]». Vedi nota[18]. E’ cristiano il 70% delle vittime dell'odio religioso. Msg di L.Ndegri[19]

25/10
2010

VIETNAM: Processo contro sei cattolici di Con Dau, privati delle loro case e picchiati dalla polizia di Emily Nguyen. Vedi nota[20]

19/10
2010

SINODO x il MEDIO ORIENTE: la maggioranza musulmana discrimina i cristiani come cittadini di seconda classe. L’islam è tollerante? E' vero che i cristiani hanno vissuto per secoli con i musulmani, ma oggi non vogliono essere tollerati, vogliono essere cittadini, punto.

04/10
2010

PAKISTAN: trucidato con la famiglia per aver difeso legalmente un taxista cristiano

02/10
2010

Cristiani discriminati anche in Europa; nasce Ccee, l'OSSERVATORIO delle chiese europee sul fenomeno; negato il diritto all'obiezione di coscienza

30/09
2010

IRAQ: Mosul, la terra del martirio: dimezzati i cristiani che erano presenti da 2000 anni, eccidio di laici e religiosi, attacchi mirati, una vera "pulizia religiosa".

15/09
2010

PERSECUZIONI/Gheddo: vi spiego perché l'ODIO ANTICRISTIANO ora MINACCIA L'EUROPA

15/09
2010

EGITTO: 300 agenti delle forze di sicurezza egiziane assaltano il monastero di San Macario, per impedire la costruzione di nuove celle per i religiosi.

08/09
2010

PAKISTAN: cristiana, madre di due figli, rapita e costretta alla schiavitù a causa di un debito. Vedi nota[21]

06/09
2010

INDIA - Kerala: accusato di blasfemia contro Maometto, ebbe la mano mozzata; ora licenziato.

03/09
2010

Cristiani dell’Asia, testimoni della fede fino al martirio: relazione di Padre Cervellera

14/08
2010

i Talebani massacrano 7 medici cristiani: e se fossero stati muslim ad essere massacrati? Vedi nota[22]

07/08
2010

i Talebani massacrano 7 medici cristiani (5 uomini e 3 donne) + 2 interpreti afghani e rivendivcano «missionari cristiani … avevano Bibbie in dari da distribuire alla gente». Graziato l'interprete che recitava versetti del Corano

19/07
2010

PAKISTAN: Uccisi due fratelli cristiani fuori dal tribunale che li aveva scagionati dall'accusa di blasfemia. Vedi nota[23]

01/07
2010

IRAQ: Mons. Sako chiede + sicurezza per i cristiani, ma Baghdad chiede agli stati occidentali di non accettare richieste di asilo da parte di cristiani in fuga dalle persecuzioni.

21/06
2010

UZBEKISTAN Le autorità uzbeke costringono cristiani e Testimoni di Geova all’illegalità

11/06
2010

Cristianofobia, cristianicidio, cristiani dimenticati; il silenzio sul vescovo (Mons. Padovese) assassinato in Turchia. Cristiani nel mirino

05/05

2010

Ci sarà pur qualche musulmano che come questo <asianews> riconoscerebbe ai cristiani il diritto di predicare la loro fede nei Paesi islamici, ma in tutti i Paesi islamici è proibito il proselitismo e la missione dei cristiani. In diversi è proibito perfino portare una croce al collo, o radunarsi in privato per la preghiera. Dovrei trovare il link alla notizia che il Marocco (moderato?) espelle operatori caritas

08/04
2010

IRAN: pastore protestante arrestato e torturato perché “converte i musulmani”

22/03
2010

Coppia di coniugi cristiani del PAKISTAN rifiutano di convertirsi all'islam: lui viene bruciato vivo, lei seviziata dalla polizia.

08/03
2010

NIGERIA: Il massacro dei cristiani per la conquista delle terre. altri articoli

18/03
2010

EGITTO: la polizia arresta 13 copti, vittime dell’assalto di estremisti islamici

25/01
2010

PAKISTAN: Shazia Bashir, domestica cristiana 12enne torturata e uccisa dal padrone musulmano. violenze sulle cristiane in Pakistan. Vedi nota[24]

07/01
2010

<avvenire corriere>: Egitto: copti massacrati all'uscita dalla Messa di Natale: È stato un Natale di sangue quello dei copti a Nag Hammadi, villaggio egiziano nel governatorato di Qena, vicino al sito archeologico di Luxor. All'uscita dalla chiesa di Anba Basaya, dopo la Messa di mezzanotte, i fedeli sono stati aggrediti da tre musulmani. Sette i morti e nove i feriti. La sparatoria è avvenuta intorno alle 23.30 (le 22.30 in Italia), dopo la Messa che segna l'inizio della Natività copta, il 7 gennaio.

06/01
2010

Malaysia: furia islamica contro chiese cristiane perché a "The Herald" è stato concesso di usare la parola «Allah» da decreto della Corte suprema, che fa retromarcia.. Egitto: copti massacrati all'uscita dalla Messa di Natale. Vedi nota[25]

04/01
2010

INDIA: Orissa: la suora violentata durante i pogrom riconosce il suo principale aguzzino.

31/12
2009

Migrante filippina in Arabia Saudita: sfruttata, derisa per la sua fede, obbligata a digiunare durante il Ramadan, -30% sullo stipendio perché cattolica.

29/12
2009

INDIA: «Quando poi ci sono partiti che sostengono i gruppi radicali questo diventa un problema anche per il resto della società e la convivenza civile. »

16/10
2009

SUD SUDAN: sette cristiani crocifissi: Ocse: maggiore impegno contro l'intolleranza e la discriminazione dei cristiani. La denuncia al Sinodo africano: attacchi da parte delle milizie governative ...  bambini sequestrati e venduti. Vedi nota[26]

15/10
2009

CINA: una ragazza di Pechino, dopo aver letto su AsiaNews le notizie sulla persecuzione dei cristiani in altri Paesi, afferma «prima pensavo che nascere in Cina per me era una sfortuna. Ora che vedo cosa fanno i miei fratelli di fede nel mondo, ho capito che vivere a Pechino è una missione».

13/10
2009

IRAQ: l'Arcivescovo di Kirkuk: «da 1600 anni l'Iraq è un “Paese di martiri”»

08/10
2009

ERITREA: La lunga persecuzione della Chiesa; il paese africano col maggior numero di cristiani incarcerati esclusivamente a causa della pratica della loro fede.

06/10
2009

PAKISTAN: dal 2001 ad oggi 50 cristiani sono stati uccisi a causa delle accuse di blasfemia

02/10
2009

VIETNAM: Mons. Dac Trong, le sofferenze della Chiesa sotto il comunismo.

23/09
2009

INDIA/ORISSA: qualche condanna per pogrom anti-cristiani; ma anche indebite assoluzioni

21/09
2009

MALYSIA: la rinuncia all'Islam "impossibile senza il permesso delle autorità religiose musulmane"; i convertiti debbono praticare di nascosto e temono le violenze della sharia

27/08
2009

appello per la LIBERTÀ RELIGIOSA: fra i cristiani questo appello del Papa spinge alla preghiera e alla solidarietà. Non altrettanto si può dire della società e dei governi occidentali. Vedi nota[27]

21/08
2009

CIPRO NORD: 200.000 cristiani prima dell'occupazione turca, ora qualche migliaio. Chiese trasformate in stalle o ristoranti, tombe divelte, monasteri in rovina.

07/08
2009

INDIA: mentre nel Punjab proseguiva la strage di cristiani con 9 bruciati vivi di cui due bambini, il tribunale di Kandhamal assolve in massa chi aveva massacrato 120 cristiani dell'Orissa. Vedi nota[28]

05/08
2009

VIETNAM: preti cattolici e fedeli pestati da poliziotti in borghese e da teppisti al soldo del governo. seguito 24/09/2009

13/07
2009

CUBA: ritrovato il corpo di don Mariano Arroyo Merino, 74 anni, ammanettato, imbavagliato, accoltellato e bruciato. [CzzC: vedi anche Libero 24/7/2011]

16/06
2009

COREA DEL NORD: una giovane cristiana 33enne, Ri Hyon-ok, condannata a morte e giustiziata per aver messo in circolazione delle Bibbie. [CzzC: vedi anche Libero 24/7/2011]

06/03
2009

EUROPA: seppur meno che nei paesi extra OCSE, anche in Europa monta la discriminazione contro i cristiani: ad esempio vedi nota[29]

22/09
2006

INDONESIA: esecuzione sommaria di tre cristiani condannati a morte dopo un processo farsa.

18/10
2003

I Cristiani nei PAESI ISLAMICI: da La Civiltà Cattolica: il volto guerriero dell'Islam (il "jihad"), il regime della dhimma, nscita dell'islamismo radicale.

02/06
2002

SUDAN: la Corte suprema dichiara COSTITUZIONALE LA CROCIFISSIONE dei convertiti dalla religione islamica a quella cristiana. Nel frattempo dall'ONU viene espulsa … indovinate chi…  CSI: Christian Solidarity International. Vedi nota[30]

04/02
2002

SUDAN: cristiana condannata a lapidazione per adulterio in base a Shari´a. Human Rights Watch denuncia processo irregolare

03/01
2001

INDONESIA, Keswi: cristiana uccisa perché non vuole sposare un musulmano (Corriere.it). commento di Socci

2001

<termometropolitico>: Passione della chiesa cattolica sotto islam e comunismo: una selezione tra le tante notizie sull’argomento dal Natale 2000 ai primi giorni di giugno scorso. Ricorda quanto dichiarato dal sacerdote gesuita egiziano Samir Khalil, in una intervista su Avvenire (29/03/1999): “In un’Europa che ha perso la memoria delle radici crescono i complessi d’inferiorità, una sorta di ‘meaculpismo’ che impedisce di capire i cambiamenti che la crescita dell’islam può produrre nel tessuto sociale… in fondo a questo equivoco c’è la crisi d’identità dell’Europa, dove tutto viene messo in discussione in nome di un relativismo che finisce per penalizzare il cristianesimo… (aggiungerei) che da parte dello Stato ci vorrebbe più coraggio nei rapporti diplomatici con certi paesi dove i cristiani vivono in condizione di emarginazione sociale e patiscono discriminazioni…”.

1981

<wikipedia>: Egitto: un gruppo di fondamentalisti uccise 17 cristiani e ne ferì 112. I copti protestarono per l'accaduto. Ma il presidente Sadat represse la protesta e mise agli arresti Papa Senuzio III. Fu un caso di detenzione unico nei confronti di un primate di una chiesa cristiana nel Novecento, se si eccettuano i paesi comunisti. Solo tra il 1994 e il 1999 sono stati censiti 591 attacchi contro i cristiani.

1976

<wikipedia>: Sono numerosi i casi di donne copte rapite e convertite per essere date in moglie a uomini musulmani. Nel 1976 il papa della Chiesa ortodossa copta, Senuzio III, denunciò la pratica, ignorata dalle autorità egiziane. Un altro problema riguarda i gruppi radicali islamici. Alcune fonti sostengono che strati delle forze di sicurezza e degli apparati amministrativi abbiano in passato coperto tali formazioni, che si sono rese responsabili di numerosi attacchi armati ed episodi di violenza ai danni della popolazione cristiana, soprattutto nelle zone dell'Alto Egitto.

 



[1] Ad AsiaNews , uno studente della diocesi di Vinh spiega di aver partecipato alla preghiera “per denunciare pubblicamente” la repressione autoritaria in atto. Se resta il clima di omertà e impunità, continueranno “gli arresti di altri cattolici, senza alcun processo e senza rispetto dei diritti umani di base per ciascun individuo”. Una ragazza di Saigon prega “per le vittime del regime” e “per il Vietnam, il mio Paese” che vive una “crisi politica” che ha causato pure “arresti di patrioti che protestavano” conto le mire espansioniste di Pechino nel Mar cinese meridionale.

  Solo nelle ultime settimane le autorità hanno disposto l’arresto di oltre 40 persone, perché avrebbero compiuto iniziative o attività contro il governo e l’ordine pubblico. P. Anton denuncia: “pensano di guidare meglio il Paese, arrestando attivisti pro-democrazia o semplici fedeli. Ma si sbagliano. Più il popolo verrà oppresso, maggiore sarà il grado di maturità democratica che raggiungerà”. Gli fa eco p. Mathew che aggiunge: “Ogni volta che i fedeli della parrocchia di Thái Hà pregano, partecipano cattolici e non cattolici […] e insieme contribuiamo allo sviluppo della nostra nazione”.

[2] Marzieh Amirizadeh, 30 anni, e Maryam Rustampoor, 27 anni, sono state arrestate a marzo, anche se la conversione data a 10 anni fa. Javadzadeh ha aggiunto che sono diventate cristiane dopo “aver speso molto tempo studiando testi religiosi e aiutando gli altri”. La legge iraniana non prevede la pena di morte per apostasia, ma alcuni tribunali locali l’hanno comminata di recente (anche se non è mai stata eseguita) basandosi su testi religiosi.

  Le autorità sembrano preoccupate per un aumento della diffusione del cristianesimo, soprattutto evangelico.

[3] Kirkuk (AsiaNews) – Questa notte alcuni ordigni sono esplosi contro la chiesa di sant’Efrem a Kirkuk. La chiesa siro-ortodossa è a poche centinaia di metri dalla cattedrale caldea, nel centro della città. Gli ordigni sono esplosi all’1.30 di questa notte e non hanno fatto vittime umane, ma i danni alla chiesa sono enorme (v. foto).

  Quello di oggi è l’ennesimo attentato di una serie contro i cristiani e i loro luoghi di culto. Lo scorso 2 agosto un’autobomba è esplosa davanti alla chiesa siro-cattolica della Sacra Famiglia, ferendo 15 persone. L’ordigno si trovava a bordo di una vettura, parcheggiata nei pressi dell’edificio. Nello stesso giorno, un altro ordigno con autobomba, parcheggiato vicino a una chiesa presbiteriana, è stato disinnescato prima che scoppiasse.

  I cristiani in Iraq sono sempre più divenuti il bersaglio del fondamentalismo islamico ancora attivo; allo stesso tempo, essi sono presi di mira nelle faide locali. Kirkuk, con i suoi 900mila abitanti, e con i depositi di petrolio più importanti dell’Iraq, da tempo è al centro di un conflitto etnico-politico fra arabi, turcomanni e curdi. Questi ultimi la vorrebbero annessa alla regione del Kurdistan, mentre arabi e turcomanni sostengono il legame con il governo centrale irakeno.

[4] Antonio Socci commenta il rapporto per il 2010 dell'Associazione Aiuto alla Chiesa che soffre.

Il cristianesimo è la religione più perseguitata del pianeta anche secondo Amnesty International.

[5] 08/03/2011 11:41

Giochi di potere tra autorità tribali e ufficiali dietro il suicidio di una cristiana 14enne stuprata

di Nozrul Islam

La ragazza, di 14 anni, era stata stuprata un anno fa da nove uomini. La polizia ha arrestato il comitato locale cui si era rivolto il padre della ragazza per avere giustizia. La sentenza tribale prevedeva il pagamento di una somma alla famiglia. Il parroco in carcere per aver fatto da tramite, gli stupratori ancora a piede libero.

[6] Voglio che la mia vita, il mio carattere, le mie azioni parlino per me e dicano che sto seguendo Gesù Cristo. ... Voglio vivere per Cristo e per Lui voglio morire.

Molte volte gli estremisti hanno cercato di uccidermi e di imprigionarmi; ...hanno terrorizzato la mia famiglia ... hanno persino chiesto ai miei genitori ...di dissuadermi ... Ma mio padre mi ha sempre incoraggiato.

... I passi che più amo della Bibbia recitano: «Ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto ... e siete venuti a trovarmi». Così, quando vedo gente povera e bisognosa, penso che sotto le loro sembianze sia Gesù a venirmi incontro.

[7] Un missionario domenicano toscano, padre Schiavone incontrato a Faisalabad, mi diceva: «Kushpur, che in lingua punjabi significa “villaggio della felicità”, con la sua tradizione ed educazione cristiana, è un esempio concreto e ben visibile della differenza cha passa tra cristianesimo e islam e questo dà fastidio a molti». Sempre a Khushpur, il parroco locale don Anthony Rufin, mi diceva: «La fama che hanno i nostri cristiani presso i musulmani è di essere gente di cui ci si può fidare perché sono onesti. A Kushpur siamo riusciti a creare un certo benessere diffuso, a livello pakistano, ma negli altri villaggi ci sono casi di vera miseria e molti altri di pura sopravivenza. Nei villaggi islamici ci sono tante lotte e tante divisioni, clan familiari, invidie, vendette». E raccontava che venivano anche da lontano gruppi di musulmani a vedere il villaggio cattolico, si scandalizzavano per le donne non velate e sorridenti, le ragazze che andavano a scuola e dicevano agli uomini che lavoravano la terra: «Ma voi, siete così stupidi che lavorate quando avete la moglie e i figli? Sono loro che debbono lavorare per voi». A Kushpur le donne avevano una loro cooperativa (“Santa Caterina da Siena”), che si interessava di problemi femminili e dell’infanzia prendendo iniziative. Tutto questo, e molto altro, può far capire PERCHE' i cristiani, in Pakistan come in altri paesi islamici, danno fastidio.

[CzzC: confronta questi PERCHE' con quelli di don Paul Renner su questa stessa pagina al 02/02/2011, margine destro rosso]

[8] Si è chiuso ieri il Narmada Samajik Kumbh, un raduno di due milioni di persone nel Madhya Pradesh, voluto da un gruppo di associazioni che comprende militanti indù ARMATI.

  In particolare, l’ultimo oratore ha detto che i cristiani sono qui principalmente per un’opera di conversione. Ha continuato paragonando i cristiani a CIMICI. Ha detto che “i cristiani sono come delle cimici, che si nascondono sotto la mascheratura del lavoro, e bevono il sangue della gente innocente e indifesa; e LE CIMICI DOVREBBERO ESSERE UCCISE o altrimenti continueranno a bere sangue”.

[9] La Ashton, sollecitata a elaborare una bozza di dichiarazione comune di condanna delle persecuzioni delle minoranze cristiane nel Medio Oriente ma non solo,  ha presentato ai ministri degli Esteri dell’Ue  una bozza di testo nel quale si perorava genericamente la causa della libertà di religione e di fede nel mondo, ma senza parlare né di cristiani, né di Medio Oriente.

   Il ministro italiano Frattini, per iniziativa del quale la questione era stata posta all’ordine del giorno, è allora intervenuto chiedendo che il testo venisse modificato avendo in ciò il sostegno dei colleghi francese e polacco. Altri ministri si sono però opposti alla modifica. A questo punto, dal momento che in tale sede le decisioni si possono prendere solo  all’unanimità, lady Ashton ha ritirato il suo testo promettendo di presentarne un altro in una prossima occasione.

[10] Introvigne, continua La Stampa, è autore di sessanta volumi molti dei quali dedicati al pluralismo e alla libertà religiosa. È vice-responsabile nazionale di Alleanza Cattolica e direttore del CESNUR (Centro Studi sulle Nuove Religioni), e da anni è impegnato nella denuncia delle persecuzioni contro le minoranze religiose, specialmente quelle che colpiscono i cristiani e che ancora nelle ultime settimane hanno purtroppo insanguinato il mondo con diverse tragedie. Introvigne prende il posto dell’europarlamentare Mario Mauro. La candidatura di Introvigne è stata vigorosamente sostenuta anche dalla diplomazia della Santa Sede, coordinata dal sotto-segretario per i rapporti con gli Stati mons. Ettore Balestrero.

[11]   per la giornata mondiale della pace, Renner è stato chiamato a tenere il discorso ufficiale alla sala della Cooperazione. Proprio nei giorni in cui si viene a sapere sempre meglio che i cristiani vengono trucidati in Egitto, nel mondo islamico, in quello induista… mentre tutti riconoscono che i cristiani sono la minoranza religiosa più perseguitata al mondo ... Renner non ha ritenuto di doversi dedicare più di tanto a tutto questo ... ha ricordato invece, come sintetizza l’Adige di oggi, che “I primi a scatenare l’odio religioso siamo stati noi cristiani”!

   Straordinario, occorrerà riscrivere i libri di storia dopo queste splendide rivelazioni. Occorrerà cancellare per esempio quei 300 anni in cui i cristiani vennero bruciati o massacrati nei circhi, dai romani! Occorrerà cancellare anche quei secoli in cui l’Islam ha sempre attaccato l’Europa, conquistando la Spagna, i paesi balcanici, Costantinopoli, mettendo la Cristianità sotto assedio per un millennio! Decapitando, squartando ecc.. Ma non è tutto.

  ... Sentiamo Renner: “quella tra una religione vera e le tutte altre false è una distinzione brevettata da noi cristiani. Oggi spesso proprio i cristiani ne pagano le conseguenze ma tutto era partito, scorrendo la storia, proprio da noi…”.

   Capito? Cristo era un intollerante, perché disse di essere la Verità stessa. E i cristiani, oggi come in passato, quando vengono colpiti dai kamikaze islamici, quando vengono uccisi e internati nei gulag dai comunisti cinesi ecc., non fanno che pagare “le conseguenze” delle loro idee, perché tutto è partito da loro. La pensano così anche i massoni...

[12] Un gruppo islamico ha rivendicato gli attentati dei giorni di Natale in Nigeria, che hanno causato oltre 81 morti secondo gli ultimi bilanci, minacciando di proseguire con le violenze. Nel messaggio si afferma: "O nazioni del mondo, sappiate che gli attacchi di Suldaniyya (Jos) e Borno sono stati compiuti da noi, Jamàatu Ahlus-Sunnah LiddàAwati Wal Jihad, sotto la direzione di Abu Muhammad, Abubakar bin Muhammad  Shekau". Il nome del gruppo significa Popolo devoto agli insegnamenti del Profeta per la propagazione della Jihad, lo stesso nome che avevano annunciato di voler assumere gli integralisti islamici della setta Boko Haram, che lo scorso anno diedero vita a una sollevazione che provocò molte vittime. Gli attentati, secondo la rivendicazione "devono segnare l'inizio della vendetta dopo le atrocità commesse contro i musulmani nella regione e nell'intero paese", e si annuncia che la campagna continuerà.

[13] Maulana Yousef Qureshi, imam di una moschea della città di Peshawar in Piakista, ha offerto una ricompensa di 5800 dollari a chi uccide Asia Bibi, condannata a morte per blasfemia ma in attesa di grazia.

[14] Un giovane ingegnere è stato rapito dal suo negozio e ucciso in un luogo poco distante. Le delegazioni cristiane disertano per protesta una conferenza governativa sulla coesistenza e la tolleranza. Mons. Sako: “E’ nostro diritto democratico chiedere che le autorità difendano i cristiani”.

[15] La legge vieta la conversione dall’Islam ad altra religione. Intervista a padre Moretti, parroco dell’unica chiesa cattolica del Paese.

Kabul (AsiaNews) – Due afghani accusati di essersi convertiti al cristianesimo sono detenuti e rischiano la condanna alla pena di morte.Din Mohammad Quraishi, procuratore per Kabul occidentale, spiega che Musa Sayed e Ahmad Shah sono detenuti a Kabul in attesa del processo, “accusati di conversione a un’altra religione, che per la Legge Islamica è un reato. Se dimostrato, essi rischiano una condanna a morte o all’ergastolo”.

[16] Sono oltre cinquanta milioni i cristiani vittime di persecuzioni, disprezzo, discriminazioni. La triste contabilità è stata fornita dall’intellettuale francese René Guitton, autore di un documentato volume sulla «Cristianofobia» odierna, a margine della presentazione del Rapporto 2010 sulla libertà religiosa nel mondo dell’opera “Aiuto alla Chiesa che soffre” (Acs). L’incontro è stato moderato da padre Giulio Albanese, missionario comboniano, direttore di Popoli e missione, che ha sottolineato come il 70 per cento della popolazione mondiale vive in Paesi dove ci sono restrizioni o persecuzioni a causa della religione professata.

[17] 09/11/2010 - Intervista a don Robert Jarjis, amico dei preti assassinati a Baghdad. Mentre, a una settimana dall'attacco di Al Qaeda, vengono uccisi altri due fedeli. «È un olocausto che nessuno vuole guardare»

[18] «accanimento contro la comunità cristiana, proprio PERCHE' la differenza dei cristiani è radicale». [CzzC: Paul Renner sosterrebbe un  altro PERCHE': vedi in questa stessa pagina al  02/01/2011 - margine rosso - quando dPR fu invitato pomposamente alla sala della cooperazione a TN) secondo lui sarebbe colpa dei cristiani, quantomeno di quelli dei secoli passati ...  A me pare che dPR (benviso dai massoni) strapazzi l'evidenza pur di mantenere detta benvisura accarezzando l'apparato uditivo dei potenti grembiulati. Accarezzi pure l'apparato uditivo anche dei catt-adulti-democratici che lo invitano ed applaudono (pure sghignazzando quando dPR accusasse i servizi segreti del Vaticano se i suoi microfoni non funzionassero bene): io attingo altrove verità e giudizio storico benfondati anche se non benvisi ai fans di don Paul Renner. Ad esempio da qui di seguito:]

       Padre Gheddo: «I cristiani continuano ad essere attaccati in tutto il Medio oriente. Non stupisce che l’estremismo musulmano si accanisca proprio contro la comunità cristiana, proprio perché la differenza dei cristiani è radicale».

A quale diversità si riferisce?

«Alla radice che distingue il cristianesimo da qualsiasi altra religione: i cristiani testimoniano davanti al mondo la Buona Notizia di Cristo risorto, e la sua Chiesa come comunità di salvezza. A livello sociale questo comporta che i cristiani sono i primi costruttori di pace. Rispettano gli altri e per questo riescono a convivere con tutti. A livello di convivenza invece l’islam non fa distinzione tra politica e religione. Di conseguenza chi non è musulmano è un cittadino inferiore: i cristiani finiscono inevitabilmente per diventare cittadini di seconda classe. Proprio loro, che abitavano quei paesi ben prima che nascesse l’islam. Ma la diminuzione dei cristiani in Medio oriente comincia tra la fine dell’’800 e l’inizio del ’900».

[19] «Non pensiate che non possa succedere anche qui; non pensiate che nel corso magari di una generazione, o anche meno, non possa accadere che dei cristiani del Montefeltro, che vanno in Chiesa per pregare, non tornino più a casa. Questo non per alimentare allarmismi ma per la consapevolezza del livello a cui è arrivato questo scontro epocale fra Cristo, fra il cristianesimo e coloro che vogliono distruggerlo. Noi abbiamo questa coscienza e per questo chiediamo al Signore che ci dia la forza; Don Abbondio ha detto al suo Cardinale “ il coraggio uno non se lo può dare”, il suo grande Cardinale gli ha risposto “uno non se lo può dare ma lo può chiedere” .

[20] La vicenda si riferisce agli incidenti scoppiati a maggio, quando gli agenti impedirono la sepoltura di una donna nel secolare cimitero parrocchiale, fino ad allora posto dal governo tra i siti storici da proteggere, ma poi destinato alla distruzione, insieme a tutte le case della parrocchia, per creare un centro turistico. Il vescovo parlò di “caccia ai fedeli”.

[21] Il marito lavora come bracciante e aveva contratto un debito per curare il padre malato. Il padrone musulmano ha minacciato e offeso la famiglia: “La vostra vita vale poco e sarete sempre nostri schiavi. Noi musulmani siamo superiori ad ogni altra religione”. All’inizio la polizia non ha voluto accettare la denuncia del rapimento

[22] Erano volontari che avevano abbandonato tutto, casa, famiglia, sicurezza, carriera, per darsi agli altri "senza se e senza ma". Veri cristiani, non controfigure. Come don Santoro, come monsignor Padovese, come l’incessante teoria di credenti in Cristo che vanno arricchendo – anche in questo secolo Ventunesimo – la storia gloriosa di chi ama il prossimo «come se stesso», fino al sacrificio. ... a pochi giorni dal massacro, già dimenticati ... da noi come all’estero, compresi i Paesi d’origine degli assassinati (la cui stampa è sempre così inflessibile quando si tratta di denunciare i "cattivi" cristiani, che pure non mancano). ...

   Chiediamoci solo: se a restare vittime di questa barbarie fossero stati, ammesso che possano esistere, dei musulmani, le reazioni sarebbero state altrettanto contenute? Che ne avrebbero detto e scritto non solo al-Jazeera e media arabo-islamici assortiti, ma anche il circo politico-ideologico e mass mediatico del gran mondo politicamente corretto? Come minimo , staremmo ancora qui tutti a ragionare e tremare per le "imprevedibili" ma universalmente considerate "comprensibili " reazioni dei compagni di fede degli uccisi che risulterebbero inguaribilmente "offesi".

..  Gabriella Sartori. Avvenire.it 14/08/2010

[23] Faisalabad, PAKISTAN: uccisi due fratelli cristiani a processo per blasfemia. Rashid Emmanuel e Sajid Masih Emmanuel sono stati colpiti da arma da fuoco all’esterno del tribunale, ferito un poliziotto. Si era da poco conclusa l’udienza e – ammanettati – stavano tornando in carcere. La polizia li stava per scagionare dall'accusa. Da giorni i leader islamici aizzavano la folla, chiedendo la morte dei due.

[24] CzzC: qualcuno per favore mi indichi un link dove si legga che organizzazioni femministe inorridiscono per la condizione delle giovani donne cristiane nei luoghi vessati dalla sariah, o dove si legga che si agita per loro qualcuno dei tanti nostrani cattolici “progressisti”, no global, tifosi della teologia della liberazione, che strillano per la difesa degli immigrati islamici presunti ugualmente vessati a casa nostra.

[25] una fatwa del 2008 stabilisce che la parola Allah può essere usata in Malaysia solo dai musulmani.

[26] La denuncia al Sinodo africano: «Attacchi e persecuzioni da parte delle milizie ... governative». Il Vescovo H. Kussala racconta a Radio Vaticana.

[27] papa Benedetto XVI ha scelto come intenzione missionaria dell’Apostolato della preghiera, proprio una sulla libertà religiosa: “Perché a quei cristiani che sono discriminati e perseguitati in non pochi Paesi a causa del nome di Cristo siano riconosciuti i diritti umani, l'uguaglianza e la libertà religiosa, sì che possano vivere e professare liberamente la propria fede”.

[28] Mentre nel Punjab si consumava la strage di cristiani in cui sono state bruciate vive nove persone (tra cui due bambini), il tribunale di Kandhamal ha assolto in massa i presunti responsabili del massacro che ha contato 120 vittime nella comunità cristiana dell' Orissa.

[29] ad esempio l’episodio della sospensione dal lavoro in Inghilterra di un dipendente aeroportuale colpevole di aver esposto un’immagine di Gesù, l’incendio presso la scuola cattolica a di Notre Dame de Fatima in Francia, ... sono solo alcuni dei casi d’intolleranza e di discriminazione nei confronti dei cristiani, sia a Est e Ovest di Vienna.

[30]  Il Sudan è chiamato a far parte della Commissione per i diritti umani dell' Onu, da cui vengono estromessi gli USA.  Alla Christian Solidarity International, per aver liberato con riscatto migliaia di persone del Sud Sudan schiavizzate da quelli del Nord, viene ritirato lo status di membro consultivo presso l'ONU, complici l' «astensione» di Francia e Italia.