LIBIA: diritti umani ben più dilaniati dopo che Fr-Uk-Us+alleati abbatterono Gheddafi

Gheddafi era capace di tenere a freno, seppure con pugno di ferro, i fondamentalisti- terroristi islamici, tutelava le minoranze e distribuiva la ricchezza ai cittadini ben meglio di altri regimi petrol-islamici: pur fervente musulmano, era un dittatore laico che stava creando un sistema economico e finanziario non propriamente subordinato a quello dei potentati Us-Uk-Fr-Sa-Il: ad esempio da presidente di turno dell’Unione Africana tra il 2009 e il 2010 aveva proposto che l’Africa si dotasse di una moneta unica (dinaro-oro), idea malvista da USA e alleati, e in particolare da Sarkozy a motivo del CFA. Da qui l’abbattimento di Gheddafi, come il Saddam dell’Iraq? Se Gheddafi fosse stato abbattuto perché colpiva troppo gli oppositori, non avremmo dovuto assistere al disastro umanitario esploso in Libia (come in Iraq) dopo il relativo regime change, mentre osserviamo che i diritti umani sono violati da altre dittature, come quelle dei Wahhabiti, plaudite (per interessi targati petroldollari) dai medesimi potentati occidentali, guarda caso avversarie in concorrenza dei dittatori abbattuti (o abbattendi come Assad), i quali – si deduce - hanno pagato più per tali inimicizie che per le loro offese ai diritti umani, tanto che, dopo la loro caduta, le stragi di innocenti sono cresciute al punto che la gente normale ritiene che stava meglio prima del regime change: vantaggi evidenti per ora parrebbero legati ai contratti stipulati dai temporanei vincitori bellici. Due costanti per la fregola bellicosa US?

- compiacere l’Arabia Saudita primario acquirente di armi US e socio in petroldollari;

- ebbe l’opposizione di Mosca e del Papa.

Nell'abbattimento di Gheddafi emergono indicatori di sporco inciucio Us-Uk-Fr contro il bene comune e italiano in particolare, anche senza prendere per oro colato le motivazioni addotte da questo blog.

2015.03 il Vescovo Martinelli: “La guerra poteva essere evitata. Qualche giorno prima che Sarkozy decidesse di bombardare, si erano aperti spiragli veri di mediazione. Ma le bombe hanno compromesso tutto”. E Obama, ammettendo l’errore Libia, diede dello scrocconi a Fr e Uk.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 04/09/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: danni da potentati, copti sgozzati; Africa, CFA; schiaffi francesi all’Italia

 

2018.09.04 <avvenire> Dopo il caos susseguito all’abbattimento di Gheddafi, Egitto ed Emirati Arabi Uniti spingono per una Cirenaica autonoma, guidata dal generale Haftar. I due Paesi arabi sono anche intervenuti direttamente con raid aerei contro i jihadisti finanziati dal Qatar fin dall’estate del 2011. In questa seconda guerra civile libica l'Egitto sostiene il feeling Haftar-Parigi, ancorché suoni schiaffo all’Italia e all’ONU che dal 2016 riconoscono F-al-Sarraj, misconosciuto da Haftar <sussidiario> anche Uk oltre la Fr sono con Haftar: hanno capito che vincerà per il diritto della forza

 

↑2018.07.09 Perfino Romano Prodi menziona il CFA nell'ipotizzare le cause dell'intervento francese in Libia: <liberoq> "I documenti confermano la volontà di Gheddafi di fare una moneta unica africana; ciò fa pensare male, ma non significa necessariamente che sia questa la ragione del comportamento francese". [CzzC: più d’una ragione, ad esempio più Total, costasse pure meno Eni?]

 

↑2018.05.29 <qnet> caos Libia: Tripoli e Tobruk non firmano la bozza di accordo redatta a favore di telecamera dal presidente francese Emmanuel Macron. Al summit di Parigi, oltre a Macron, erano presenti il premier del Governo di unità nazionale libico, riconosciuto dall'Onu, Fayez al-Sarraj, il leader avversario della Cirenaica, generale Khalifa Haftar, e Aguila Salah, presidente del Parlamento di Tobruk <republ> elezioni il prossimo 10 dicembre? <giornale 27Mag> Macron vuol rubarci la Libia approfittando dello scontro tra le tribù e dell'incertezza italiana?

 

↑2018.04.21 <ilfaro vietatop> La Libia non ha insegnato nulla? Ci si poteva cascare nel 2001 ai tempi dell’Afghanistan; qualcuno continuò a cascarci anche nel 2003 ai tempi dell’Iraq; qualcuno, follemente, ci cascò anche nel 2011 con la Libia. Ma è possibile che ci si continui a cascare anche oggi con la Siria? La storia della Libia 2011 era semplice ... cont-inua

 

↑2018.04.20 <occhi> La Francia vuole scavalcarci in Libia, adesso nel sud del paese, lì dove lo scorso anno Roma ha anticipato sul tempo gli altri attori internazionali presenti sul campo per tentare un accordo tra le tribù del Fezzan. Sfruttando la ripresa delle ostilità a Sebha, Parigi prova ad imporsi come parte indispensabile per mettere armonia tra le fazioni.

 

↑2017.09.02 <sussidiario>: riunione a Parigi con Germania, Spagna, Italia e tre paesi africani: competizione sull'Africa, azionata soprattutto da ambizioni francesi (CFA). E la Russia postsovietica potrebbe far più paura agli Usa che all'Europa.

 

↑2017.08.16 L’Haftar che fu invitato da Macron a Parigi <analisi quotid> sanziona le aziende italiane in Libia come ritorsione (o pretesto?) per il freno agli skafisti

 

↑2017.07.31 <corriere>: Tunisi 1881, lo schiaffo dei francesi all’Italia: non fu il primo quello del 2011 quando Sarkozy iniziò a bombardare la Libia, senza neppure una telefonata ai governanti italiani; 130 anni prima ci soffiarono la Tunisia che Francesco Crispi definì «una nazione italiana occupata dalla Francia» ... continua

 

↑2017.07.24 <huff>: Macron bada agli interessi francesi in Libia, anche spiazzando quelli italiani: punta su Haftar, l’uomo forte che ricambierà in affari il sostegno avuto da Fr ed altri che a parole sostenevano il legittimo Fayez al Serraj, ma di fatto Haftar.

 

↑2016.11.08 <giornale>: Tramite Assange abbiamo saputo che a volere la caduta di Gheddafi non è stato l’ex presidente francese Sarkozy, come ipotizzato finora, ma Hillary e contro addirittura la volontà di Obama.

 

↑2016.08.13 <sputnik>: perché hanno ammazzato Gheddafi? Dalle email di Hillary Clinton un aiuto alla risposta sulle mire che portarono Francia e Us-Uk a rovesciare un regime stabile e tutto sommato amico dell'Italia: 2/3 di concessioni erano ENI, grosse riserve d'oro permettevano a Gheddafi di insidiare la valuta africana CFA francofona, con una valuta pan-africana basata sul dinaro d'oro libico...

 

↑2016.08.03 <giornale>: Libia, le carte di Hillary Clinton: "La Francia distrusse l'Italia". La guerra che portò il caos in Libia venne scatenata dai francesi: l'obiettivo era di affermare la potenza transalpina ed eliminare influenza italiana nel Maghreb. [CzzC: vedi CFA]

 

↑2016.07.11 <piccolenote.Cnn>: neopresidente delle Filippine Rodrigo Duterte: il terrorismo si è generato a seguito della «distruzione del Medio oriente» iniziata con la guerra in Iraq, una guerra «senza alcuna base giuridica», come appurato dall’inchiesta Chilcot: «Guardate l’Iraq ora, guardate cosa è successo in Libia e cosa è successo in Siria ... Non è il Medio Oriente che sta esportando il terrorismo in America. È l’America che ha esportato il terrorismo in Medio Oriente».

 

↑2016.04.28 Nostri militari in Libia? <avvenire>: È evidente che la Libia da sola non può farcela e che quindi una missione militare di stabilizzazione dovrà essere organizzata, su richiesta del governo Sarraj. E sembra altrettanto logico che l’Italia la guidi [CzzC: logica vorrebbe che gli uomini sul campo vengano messi dall’ONU e da chi ha creato il caos Libia, francesi, inglesi e americani in primis; prestiamo pure le basi, come quando fummo trascinati nel grave errore di abbattere Gheddafi]

 

↑2016.03.22 <lib&pers>: Il disastro Libia: fu Hillary Clinton ad imporre ad un recalcitrante Obama, la disastrosa guerra in Libia del 2011. Lo fece manipolando informazioni, generando un disastroso conflitto con il Pentagono e inaugurando un nuovo e folle principio del diritto internazionale. Fu lei a disattendere persino la disponibilità di resa di Gheddafi (che avrebbe evitato il caos) e dissimulò il disastro di Bengasi

 

↑2016.03.12 <quotid giorn stampa et et>: Obama rilegge la storia degli ultimi anni criticando se stesso per aver assecondato Francia e Uk nell’attacco contro Gheddafi. Ha denunciato Sarkozy e Cameron con il termine pesantissimo di scrocconi, poiché hanno usato il consenso, le armi e i soldi degli americani (1G$) per fare i propri interessi in Libia, senza nemmeno riuscirci e anzi consegnando quel Paese al ‘caos’.

 

↑2016.03.05 <corriere.Video>: Da Gheddafi a Isis, la crisi in Libia in due minuti [CzzC: ottimo resoconto storico, stringato, con date, nomi, fatti asciutti, parlanti da sè]

 

↑2016.03.03 <Amica.fb>: i nostri soldati sono già in terreno libico; ma ci diranno che "non siamo in guerra" [CzzC: t terribilmente vero! Temo per i possibili danni al bene comune derivanti da italica guerra in Libia: le regole d'ingaggio controllate dal nostro governo non serviranno a proteggere i nostri concittadini che saranno dilaniati dal terrorismo di ritorsione: gli uomini sul terreno contro i terroristi jihadisti debbono essere o islamici o di quegli stati che li hanno foraggiati, o ... continua ... ]

 

↑2016.02.16 <avvenire>: Anniversario dell'eccidio Isis: la Chiesa copta celebra i 21 “martiri di Libia” nella  diocesi ortodossa di Samalot - nella provincia egiziana di Minya, a cui apparteneva la maggior parte di loro: stati rapiti in Libia all'inizio di gennaio 2015. Il video della loro decapitazione fu messo in rete dai siti jihadisti il 15 febbraio.

 

↑2016.02.04 <tempi>: Crocifissioni, frustate in piazza e sharia: così si vive a Sirte, capitale libica dello stato islamico La Bbc ha raccolto le testimonianze di chi è scappato.

 

↑2016.01.09 <scenarieconomici>: dalle email della Clinton il perché la Fr di Sarkozy abbattè Gheddafi: avere più quote di influenza a danno dell’Italia ed evitare che Gheddafi soppiantasse il Franco francese africano (CFA) con una nuova valuta pan-africana.

 

↑2015.12.10 <lesechos.fr>: Ad oltre 4 anni dalla caduta di Gheddafi, la Libia rischia di soccombere all'anarchia. [CzzC: grazie anche ai vostri illuminati bombardieri]

 

↑2015.10.06 <tempi>: Un paese nel caos. «In Libia la sharia deve essere legge, non solo fonte della legge» L’ultimo ostacolo all’accordo, che dovrà essere firmato entro il 20 ottobre, è rappresentato dalle dichiarazioni del Gran Muftì.

 

↑2015.09.05 Due foto ante e post regime change in Libia: esemplificano per difetto i danni da potentati intentati a forzare con le bombe i regime change utili ai soliti filo-wahhabiti a Israele e a diasporare i cristiani. Grazie masso Obama Nobel Pace! Grazie perché cominciate ad ammettere che è principalmente “merito” vostro.

 

↑2015.08.09 <tpi>: La Libia di Gheddafi, che era molto meglio di quella di oggi, fu fatta crollare nel caos anche grazie alle premure di un filosofo da salotto-TV come Bernard-Henri Lévy, che per sua stessa ammissione e vanto, si impegnò in prima persona a organizzare gli incontri tra il leader dei ribelli, Mahmoud Jibril, e il presidente francese Sarkozy onde favorire l’avvio dei bombardamenti. Il tutto è raccolto nell’autocelebrativo documentario Le serment de Tobrouk, scritto, diretto e interpretato dallo stesso BHL, che voleva anche far vedere ai musulmani ribelli come un ebreo difendesse la loro lotta.

 

↑2015.07.14 <stampa>: verso successione di mons.Martinelli, arriva il coadiutore: nei giorni scorsi Fr1 ha nominato coadiutore del vicariato apostolico della capitale libica il maltese (francescano) padre George Bugeja.

 

↑2015.05.30 <ilfattoq>: Isis, chi lo finanzia? Americani e alleati, ammette un candidato repubblicano alla Casa Bianca per le presidenziali 2016, Rand Paul, senatore, libertario, non-intervenzionista, è sicuro che dietro l’ascesa dell’Isis ci sono gli americani, ... continua ...

 

↑2015.05.08 <ansa>: Amb.Libia a Onu, no a attacchi a barconi sul suolo libico. "Non siamo stati nemmeno consultati", ha detto Ibrahim Dabbashi, rappresentante del governo di Tobruk in un'intervista alla Ap.

 

↑2015.04.19 <corriere>: Libia, l’Isis fa strage di cristiani: assassinati 29 etiopi copti. Una ripetizione di quanto avvenne a Sirte in febbraio fa con la barbara uccisione degli egiziani copti e di un povero ghanese. [CzzC: i have a dream: che le massime autorità dell’islam, mettano fuori legge chi facesse del male al prossimo per presunto motivo di coscienza e espressione, compresa l’abiura e la blasfemia. Firmo solidarietà con i cristiani etiopi.

 

↑2015.03.25 <asianews>: Il vescovo di Tripoli, mons. Giovanni Martinelli: La guerra poteva essere evitata. Qualche giorno prima che Sarkozy decidesse di bombardare, si erano aperti spiragli veri di mediazione. Ma le bombe hanno compromesso tutto”.

 

↑2015.03.21 <avvenire, quotidiano.net>: il governo di Tobruk col generale Haftar riconosciuto dagli occidentali, anziché accordarsi con le forze Fajr al potere a Tripoli (non riconosciuto) per combattere meglio l'Isis, bombarda Tripoli; anche Isis minaccia le forze Fajr accusandole di "Stringere le mani ai crociati" perché avrebbero accettato di partecipare ai vari round negoziali, a Ginevra, Algeria e Marocco. L'inviato Onu Bernardino Leon, critica l’attacco di Haftar a Tripoli, ma il generale Haftar, socio degli Stati Uniti in Libia, lo glissa? Chi sta pilotando i danni mentre l’Europa cerca di alleare Tripoli con Tobruk contro Isis?

 

↑2015.03.16 <giornale>: il vescovo di Tripoli nel mirino dei tagliagole: Giovanni Martinelli: "So di essere un obbiettivo, ma la  guerra, vi prego no. L’Italia non deve fare la guerra. Mettete via le bombe. … se troviamo il modo d’incontrare questa gente di parlarci possiamo non solo aiutarli, ma anche controllarli”. <Sentire>: il frate francescano vicario apostolico a Tripoli, unico italiano rimasto in Libia: non abbandona la piccola comunità cattolica superstite in città. “Mi hanno minacciato, hanno sparato contro l’altare, mi taglieranno la testa, ma andarmene sarebbe un tradimento”.

 

↑2015.03.05 <sussidiario>: per iniziare a mettere ordine nel caos in Libia occorre  unire Zintan Misurata e Tobruk, e farsi aiutare dalla Russia

 

↑2015.03.03 <sargedgnareporter>: Padre Daniel Maes sulla Libia e Siria sbugiarda il giornalista belga Rudi Vranckx e molti altri giornalisti della stampa “mainstream”. Ci limitiamo a lui perché è il più noto “reporter” di guerra in Belgio”. Col pretesto di abbattere dittatori, combattenti fanatici sono reclutati da tutto il mondo per destabilizzare un paese come preda per gli interessi del vecchio dominio mondiale anglosassone.

 

↑2015.02.24 <tempi>: «I 21 copti decapitati dall’Isis rappresentano il più grande caso di martirio cristiano del nostro tempo». Intervista a Anba Macarius, vescovo di Minya, da dove proveniva la maggior parte di loro:  I terroristi danno sempre ai cristiani sequestrati una scelta: abiurare la fede e diventare musulmani o essere uccisi, e noi eravamo sicuri che i nostri figli non avrebbero rinnegato il cristianesimo. Ma sapevamo anche che loro non li avrebbero mai rilasciati.

 

↑2015.02.17 <sole24h>: cronaca del disastro Libia in dieci tappe, quattro anni che hanno sconvolto il nostro vicino meridionale.

 

↑2015.02.16 Gli italiani non combattano guerre fomentate da mire altrui: Gentiloni, sei ingenuo o ci fai? <radio24>: più militari italiani mettiamo in Libia, più terroristi attiriamo da tutto il Nord Africa e Shael: anche per Gian Andrea Galiani esperto di questioni militari sarebbe assurdo mandare nostri uomini in corpo a corpo contro Isis, come cercai di scrivere a Gentiloni subito dopo il suo annuncio a combattere. E Galiani ricorda che i ride  decisivi per demolire le capacità difensive delle truppe di Gheddafi furono lanciati dagli Americani, da Obama

 

↑2015.02.15 <lastampa>: Libia: Il vescovo Martinelli assediato nella sua chiesaNon lascio, ho i fedeli da proteggere, ... con me 300 filippini terrorizzati. [CzzC: che delusione mi fai provare, caro Prodi, a leggerti dare la colpa a Berlusconi per l’abbattimento di Gheddafi! Ma cosa ti omaggiano gli illuminati Us-Uk, per spargere questo granone ai pollacchioni? ... continua ...

 

↑2015.02.14 <avvenire e mia pag specifica> La bandiera nera dell'Isis avanza in Libia e arriva a Sirte mirando a sventolare anche oltremare. [CzzC: sta’ a vedere che ora gli USA mirano a far impiegare soldati italiani in corpo a corpo contro Isis, costasse così offrire ai jihadisti il pretesto di un’anticrociata terroristica a Roma.

Gentiloni, sei ingenuo o ci fai? Chi ti ha legittimato ad annunciare al mondo che l’Italia è pronta a combattere in Libia contro Isis, ancorché sotto egida ONU?

Sta’ attento a non fare il gioco degli illuminati che in Libia abbatterono Gheddafi contro la nostra volontà, facendo solo i nostri danni, e volendocene forse infliggere di ulteriori; hai letto l’abbondante documentazione su come la Jihad Islamica sia stata sempre sostenuta sottobanco dalla Cia? Avresti dovuto dire semmai che l’IT offrirebbe le basi a una missione ONU, ma non gli uomini sul terreno libico, perché quelli li devono mettere gli abbattitori di Gheddafi, che hanno primaria responsabilità sul disastro umanitario in Libia,Siria, Iraq, ...]

 

↑2014.12.27 <sentire>: Libia, il terrore è tornato: Medio Oriente in fiamme, Siria devastata (200k morti in 3 anni) ma surclassata dalle efferatezze Isis, Libia nel caos con gravi abusi, compresi crimini di guerra, esecuzioni sommarie, torture e maltrattamenti dei detenuti e attacchi dei gruppi armati contro la popolazione civile sulla base dell’origine e/o della presunta affinità politica. [CzzC: non crederai che i tutori dei petroldollari eliminatori di Gheddafi non avessero previsto cotale disastro; ben sapevano che, mal che fosse andata, a rimetterci maggiormente sarebbero state le economie filo Euro ben più di quelle tifose dei petroldollari, così come avvenne con i danni causati dai medesimi potentati contro Saddam e ora contro Assad e contro i russofoni di Ucraina; Mogherini, fa’ pulsare nel mondo il cuore dell’Europa, non contro i fratelli americani, ma in difesa da certi potentati finanziari che ordiscono contro un euro temuto preferito ai petroldollari, un euro magari più amico della Russia che dell'Arabia wahhabita quantomeno per il maggior rispetto dei diritti umani e per la maggiore affinità di Weltanschauung]

 

↑2014.12.26 <fc>: Cristiani nel mirino in Libia: uccisi senza pietà a Sirte il 23 dicembre una coppia di medici copti egiziani e la loro figlioletta di 13 anni, portata via da un commando armato, trovata morta l'indomani. Il movente religioso dell'attacco è confermato dal fatto che ... continua

 

↑2014.11.11 <tempi> I terroristi dello Stato Islamico hanno preso Derna, massacrando gli oppositori: festa e lodi ad Allah e al califfo Abu Bakr Al Baghdadi. Già subito dopo l’uccisione di Gheddafi/2011, a Derna il tribunale islamico emetteva condanne in base alla sharia; ora la polizia islamica pattuglia le strade, punisce chi beve alcol; maschi e femmine sono separati a scuola, storia e geografia sono eliminate dai curriculum, il velo integrale è stato applicato anche ai manichini. Durante il raduno dei terroristi un docente di Belle arti all’università, Osama Al Mansouri, ha gridato: «Che cosa volete? Quali sono i vostri piani?». Due giorni dopo è stato trovato morto nella sua auto. La stessa fine hanno fatto due attivisti per i diritti umani di 19 e 21 anni, che erano stati rapiti il 6 novembre. [CzzC: danni ai diritti umani provocati da certe strategie di potentati filo Us-Uk]

 

↑2014.11.01 <ansa.it> il leader dello Stato islamico Abu Bakr al Baghdadi è stato nominato capo del Califfato di Derna, città all'est della Libia controllata dai jihadisti. Lo riferiscono media locali. [CzzC: grazie ai danni da potentati]

 

↑2014.06.09 <ariannaeditrice> il generale Qalifa Haftar (o Hiftar) “socio effettivo” degli Stati Uniti in Libia ricompare per sostituire il CIA-fidato ex-primo ministro Ali Zaydan licenziato dal parlamento libico e fuggito in Germania. Ali Zaydan fu cofondatore 1981, con Muhammad Yusif al-Magaryaf, del Fronte nazionale per la salvezza della Libia (FNSL), addestrato e sostenuto da CIA e da Arabia Saudita, e aveva tentato ripetuti golpe contro Gheddafi. Un articolo del New York Times del 1991 dice che i membri dell’esercito del FNSL “furono addestrati da agenti segreti statunitensi nel sabotaggio e altre azioni di guerriglia in una base nei pressi di N’Djamena, capitale del Ciad”.  Zaydan e la sua collusione con il governo USA furono denunciati dopo che il 5/10/2013 un commando statunitense catturò a Tripoli Abu Anas al-Libia, ex-capo islamista accusato di essere coinvolto negli attentati del 1998 contro le ambasciate statunitensi in Tanzania e Kenya

 

↑2014.06.gg Massacrati anche esponenti della primavera Libica, buona quanto ingenua, anti Gheddafi [CzzC: con la fregola Us-Uk di abbatterlo, se non con l’obiettivo primario di espandere l’influenza islamica degli inciuciati wahhabiti, quantomeno per demolire la concorrenza che ai petroldollari stavano facendo i petroleuro optati da Gheddafi]

 

↑2014.05.20 Libia in fiamme con regista il generale allevato dalla CIA contro Gheddafi; scappano anche ambasciatori. [CzzC: a Radio1Rai ~7,30 odo intervistato un esperto di relazioni internazionali che dimostra come solo gli US abbiano guadagnato dall’abbattimento di Gheddafi muovendosi come superpotenza non solo geopolitica, ma anche economica, visto che ora si offrono esportatori energetici cui non nuoce la demolizione delle esportazioni libiche. Ricordo che la Libia era tanto amica di stati europei (ad es Italia) e avversa agli US, da decidere di trattare il prezzo del suo gas e petrolio in euro anziché in dollari ed aveva accettato di frenare l’immigrazione clandestina verso le nostre coste].

 

↑2014.04.29 Irruzione armata e sparatoria con feriti in Parlamento a Tripoli: si stava votando per il nuovo premier. [CzzC: Us-Uk, vedete che disastro di danni all’Europa e ai diritti umani avete combinato? Danni collaterali direte ...]

 

↑2014.01.12 A 2 anni dalla fine della dittatura di Gheddafi, la Libia è ancora teatro di violenze e omicidi (ieri il viceministro, sabato 19 morti); situazione politica confusa.

 

↑2014.01.07 La Libia studia come applicare la Sharia (anche in economia): [CzzC: sarebbe questo il risultato atteso dalla fregola di interventismo che animò i potenti labari anglo-francofoni ben oltre il mandato ONU di no-fly zone fino ad eliminare l’odiato Gheddafi? Ricordo quando ad inizio di quell’intervento dissi “è difficile che possa venire qualcosa di veramente buono per il bene comune da certe masso-fregole bellicose che si sfogarono fregandosene degli appelli del Papa]

 

↑2012.09.12 La sede diplomatica US di Bengasi messa a ferro e fuoco nella notte: ucciso ambasciatore. La scintilla apparentemente per un film considerato blasfemo, realizzato da un ebreo israelo-americano.

 

↑2012.09.11 L’omicidio dell’ambasciatore USA in Libia Christopher Stevens e di altri tre statunitensi, esattamente nell’undicesimo anniversario degli attacchi dell’11 settembre 2001, è stato attribuito agli islamisti di Ansar al-Sharia. [CzzC: vedete cari Us-Uk quanto bene fa inciuciarsi con jihadisti? E vorreste fare gli stessi disastrosi danni contro Assad in Siria?]

 

↑2012.09.05 A quasi un anno dall’ eliminazione di Gheddafi il regime change ci lascia una situazione politico-istituzionale confusa: prevale la tribalità sanguinaria.

 

↑2011.10.20 Gheddafi ammazzato con un colpo alla testa.

 

↑2011.08.22 <Rai2> Enrico Letta: «finalmente cade il regime di Gheddafi. La svolta a Tripoli è una buona notizia per l'Italia ... che fece bene a partecipare alla missione internazionale» [CzzC: 4anni dopo: Enrico, sei fiero di questa gufata? E se le motivazioni dell'abbattimento di Gheddafi fossero state quelle indicate da questo blog contro gli interessi Italiani e pro interessi Us-Uk-Fr? Oltre all'obiettivo petroldollari, da sempre criterio primario di guerra, ci sarebbe stato anche quello di abbattere quel Gheddafi che mirava ad una valuta pan-africana basata sul dinaro d’oro libico alternativa al Franco Francese Africano CFA]

 

↑2011.06.26 <panorama>: i repubblicani accusano Obama [CzzC: nobel Pace] di portare avanti una guerra in Libia per cui non ha avuto l'autorizzazione del Congresso. Obama il 15/06 affermava che "gli attacchi americani erano limitati alla distruzione delle difese aeree nemiche e all'utilizzo occasionale di droni Predator contro specifici obiettivi", ma le dichiarazioni della Portavoce del Comando Statunitense per l'Africa inquadrano le parole di Obama in una cornice di maggiore impegno militare degli Usa di quanto ammesso da lui stesso. Dal sito di AirForceTimes si dedurrebbe che gli Usa avrebbero impiegato aerei che non provengono dalle basi in Europa.

 

↑2011.05.10 <swissinfo> il Vescovo di Tripoli: migliaia di profughi: "I libici hanno paura, ogni giorno migliaia di persone partono verso Egitto e Tunisia, dove sono stati allestiti anche dei campi profughi. Ieri oltre 30mila persone sono scappate verso la sola Tunisia". [CzzC: grazie Obama, masso nobel pace, grazie massoneria francese, per questo disastro umanitario da voi indotto: vi accorgerete quante più vittime innocenti (rispetto a quelle che faceva la Yamahiriya) deriveranno dal vostro abbattimento di Gheddafi: lo voleste per compiacere i wahhabiti tifosi dei vostri petroldollari e per danneggiare l’Italia e per diasporare cristiani?]

 

↑2011.mm.gg qui dovrei recuperare link a vari articoli sulla guerra della presunta primavera araba in Libia, sfruttata dalla fregola bellicosa degli illuminati di Francia e Us-Uk onde abbattere Gheddafi: in combutta con i wahhabiti pro petroldollari?

 

↑2011.10.20 <corriere>: Muammar Gheddafi è stato ucciso giovedì mattina nei dintorni di Sirte dai guerriglieri della rivoluzione [CzzC: ribelli buoni per l’Occidente, ovviamente, come quelli che qualche anno dopo saranno foraggiati per abbattere Assad]

 

↑2011.06.14 <fc>: e se fosse falsa la giustificazione della Nato per far guerra in Libia? a tutela del popolo libico massacrato da Gheddafi”? In realtà la Nato e il Qatar sono schierati, per ragioni geostrategiche, a sostegno dei ribelli di Bengasi : Lucio Caracciolo su Limes: questa guerra sarà ricordata come un “collasso dell’informazione”,  intrisa com’è di bugie e omissioni

 

↑2011.05.16 <arcoiris>: Frattini contro il Vescovo Martinelli che lo smentisce per falsi riferimenti. Il ridente Frattini 6 mesi fa ospitava e magnificava Gheddafi: “L’intero Magreb dovrebbe prendere esempio dalla Libia che ha organizzato un modo di governare rispettoso dei desideri del popolo”. Adesso bombardare va bene, Gheddafi è un criminale insopportabile al quale la giustizia internazionale imporrà la punizione che merita. [CzzC: povero Frattini! Martinelli, prega anche per lui].

 

↑2011.04.28 <wikipedia>: primo coinvolgimento dei cacciabombardieri Italiani, in operazioni di attacco al suolo, nei confronti di obbiettivi militari libici: Tornado da Trapani.

 

↑2011.04.08 <libreidee>: terroristi islamici creati dalla Cia in Afghanistan pensando già alla Libia di Gheddafi.  Scrive Michel Chossudovsky, professore emerito di economia all’Università di Ottawa: «Washington e l’Alleanza Atlantica stanno agendo in disprezzo delle proprie leggi e regole antiterrorismo»: la “Jihad Islamica” è stata sempre sostenuta sottobanco dalla Cia ... dall’Afghanistan alla Bosnia al Kosovo. E ora Libia? L’“aiuto fraterno” continua: i ribelli libici, compresi i jihadisti, vengono riforniti di razzi anticarro e missili terra-aria attraverso l’Arabia Saudita, canale collaudato già dai tempi dell’Afghanistan, quando Bin Laden combatteva per l’America con i mujahedin contro i sovietici. continua

 

↑2011.03.28 <civg.it peacelink> le vere ragioni della guerra in Libia: i 30G$ sequestrati da Obama appartengono alla Banca Centrale Libica ed erano previsti quale contributo finanziario libico alla costruzione della Federazione Africana attraverso tre progetti guida tra i quali la creazione della Banca Centrale Africana, la cui prima emissione di moneta africana avrebbe decretato la fine del Franco CFA, la moneta con cui Parigi mantiene il controllo su alcuni paesi africani da oltre 50 anni.

 

↑2011.03.19 <wikipedia>: la Francia inizia i bombardamenti a Bengasi contro Gheddafi , attacco seguito, qualche ora più tardi, dal lancio di missili da crociera tipo "Tomahawk" da navi militari Us-Uk su obiettivi strategici in tutta la Libia.