Schiaffi francesi all’Italia, dall’attacco alla Libia in poi, ma anche prima

<rivistastorica>: dallo “schiaffo di Tunisi” ad oggi la prepotenza francese contrasta anche a colpi bassi la più naturale e meno colonialista italica relazione con i Paesi del NordAfrica e del Mediterraneo. In linea col lontano passato si connotano nel più recente

- il disastro subito dalla cooperazione Italia-Libia a causa dei Mirage dello scroccone Sarkozy

- l’estromissione di Gentiloni e Minniti dalla convocazione a Parigi dell’illegittimo Al Sarraj per fargli stringere mano a quell’illegittimo ma franco-armato Haftar che poco dopo <analisi quotid> sanzionava le aziende italiane in Libia come ritorsione (o pretesto?) per il freno agli skafisti.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 19/07/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: Sarkozy, Libia, CFA, Macron, Bardonecchia, arroganza, massoneria francese e franco-africana, dottrina Mitterrand

 

2018.07.16 <avvenire> aperta inchiesta sugli stupri di guerra in Ciociaria tra il 1943 e il 1944, dai soldati delle truppe coloniali francesi del Corps expéditionnaire français, vicende passate alla storia con il termine di "marocchinate", proprio perché la maggior parte degli autori erano di nazionalità marocchina, i cosiddetti "goumiers". Una denuncia formale è stata presentata dalla "Associazione vittime marocchinate di goumiers": «chiediamo che si proceda nei confronti di quegli ex militari per reati contro l’umanità e per crimini di guerra. A Nizza esiste un'associazione di reduci dei goumiers, ma la Francia non ha voluto mai far luce su quelle vicende».

 

↑2018.04.20 <occhi> La Francia vuole scavalcarci in Libia, adesso nel sud del paese, lì dove lo scorso anno Roma ha anticipato sul tempo gli altri attori internazionali presenti sul campo per tentare un accordo tra le tribù del Fezzan. Sfruttando la ripresa delle ostilità a Sebha, Parigi prova ad imporsi come parte indispensabile per mettere armonia tra le fazioni.

 

↑2018.03.31 La Francia torna a schiaffeggiare l’Italia con arroganza: a Bardonecchia <fattoq> blitz di doganieri francesi armati nella sede della ong Rainbow4Africa; Farnesina convoca ambasciatore. Martina: “Fatti gravi. Così di certo non si fa la nuova Europa" [CzzC: prova a pensare che sarebbe successo se fossero stati i doganieri italiani ad invadere armati così una città francese; cari illuminati francesi, fino a quanto pensate di potervi permettere cotale arroganza, brandendo la vostra grandeur? Continua]

 

↑2017.12.05 <byoblu corriere p10>: secondo Roberto Napoletano, ex direttore del Messaggero e del Sole 24 Ore: “La Francia ha un disegno di conquista sull’ Italia strategico e militare: indebolirne le banche, prenderne i gioielli, conquistare il Nord e ridurre il sud a una grande tendopoli“. Perfino sul caso Mattei le ultime ricostruzioni convergerebbero sul coinvolgimento dei Servizi Segreti francesi. [CzzC: mi parrebbe credibile la prima parte, meno quella delle statonote]

 

↑2017.10.10 <formiche>: le mire francesi sul petrolio della Libia: estratto del libro "Incognita Libia. Cronache di un Paese sospeso" scritto dall'analista Michela Mercuri. La necessità di allargare la fetta petrolifera d’oltralpe e la volontà di porre fine al “fastidioso” trattato di amicizia e cooperazione italo-libico del 2008 sono solo alcune delle mire che hanno spinto la Francia ad agire in Libia.

 

↑2017.09.27 <sole24h repubbl>: Accordo It-Fr su Fincantieri [CzzC: ma con clausola revocatoria di 12 anni «Se le promesse non saranno mantenute la Francia potrà recuperare il prezioso 1% e ritirare a Fincantieri il suo ruolo predominante», il che olezza di ricatto / umiliazione dell’apparente ruolo predominante italiano] <sole24h>: Procedimento golden power di Palazzo contro Vivendi-TIM? [CzzC: chi paga? Vivendi o TIM?]

 

↑2017.09.17 secondo <avvenire> la Russia non riesce a fare i conti con la rivoluzione del 1917 [CzzC: magari la Francia fosse riuscita a far meglio i conti con i crimini e i genocidi della sua rivoluzione del 1789, mentre anche oggi alcuni popoli hanno da patire per certe forme di imperialismo francese e perfino gli italiani con schiaffi anche recenti. Forse anche Avvenire potrebbe valutare il “meno male che la Russia c’è” oggi?]

 

↑2017.08.16 L’Haftar che fu invitato da Macron a Parigi <analisi quotid> sanziona le aziende italiane in Libia come ritorsione (o pretesto?) per il freno agli skafisti

 

↑2017.07.31 <corriere>: Tunisi 1881, lo schiaffo dei francesi all’Italia: non fu il primo quello del 2011 quando Sarkozy iniziò a bombardare la Libia, senza neppure una telefonata ai governanti italiani; 130 anni prima ci soffiarono la Tunisia che Francesco Crispi definì «una nazione italiana occupata dalla Francia» ... continua

 

↑2017.07.27 <corriere>: Macron si è insediato con l’Inno alla Gioia, ma la gioia era soltanto la sua. Con i migranti bisogna fare a modo suo, e così nei cantieri, che maccaronizza a giorni alterni. E noi buoni, pazienti e gentili, a volte persino troppo: gentiloni. Francesizzerà anche le coste libiche e le nostre ultime aziende?

 

↑2017.07.27 <tg.la7> cantieri navali: schiaffo all’Italia; Macron verso la nazionalizzazione: Fincantieri è il gruppo cantieristico navale più grande d'Italia e d'Europa e avrebbe voluto acquistare Stx, i cantieri navali di Saint Nazaire.

 

↑2017.07.27 <formiche>: tutte le mosse anti Italia del Macron che, calata la maschera dell’europeista liberale, mostra il suo vero volto di nazionalista: Macron è un prodotto di un segmento della cuspide del potere francese che vuole tornare alla centralità della Francia in Europa. La massoneria del Grand’Oriente di Francia parrebbe contro questa strategia, ma il Rito Scozzese a favore.

 

↑2017.07.25 Macron schiaffi all’Italia <giornale blitzq intelligo> porte chiuse sui migranti, spalancate all’illegittimo Haftar già armato contro il legittimo Al Sarraj <primatonaz> altro schiaffo con Fincantieri. <mattino>: come risponde l’Italia allo schiaffo? [CzzC: odo perfino Sergio Romano, ancorché invaghito dei massoni francesi, deluso per queste mosse anti-italiane del rampante rampollo]

 

↑2017.07.25 <fattoq>: Libia, Macron cancella Gentiloni e Minniti: l’accordo di Parigi è uno sgambetto all’Italia. Macron ha approfittato della crisi migranti che ha ingabbiato l’Italia su un fronte complesso, con i nostri politici incapaci di fare "sistema"

 

↑2017.07.24 <huff>: Macron bada agli interessi francesi in Libia, anche spiazzando quelli italiani: punta su Haftar, l’uomo forte che ricambierà in affari il sostegno avuto da Fr ed altri che a parole sostenevano il legittimo Fayez al Serraj, ma di fatto Haftar.