FRANCESCO COSSIGA 1928-2010, chiacchierato di simpatie massoniche

<wikipedia>: Presidente della Repubblica dal 1985 al 1992. È stato il più giovane sottosegretario, presidente del Consiglio, presidente del Senato e Ministro dell'interno: quest’ultima carica ricoprì dal 1976 al 1978, quando si dimise in seguito all'uccisione di Aldo Moro.

Negli ultimi anni della sua vita si interessò assai ad argomenti trattanti la massoneria e l'esoterismo. È nota la sua amicizia con Armando Corona, ex Gran Maestro del GOI dal 1982 al 1990 e membro dell'UDR di Cossiga, oltre al fatto che la stessa famiglia di Cossiga vanta numerosi suoi membri iscritti alla Gran Loggia d'Italia, nel Rito scozzese antico ed accettato, tra cui il nonno di Cossiga. Nel corso degli anni, contemporaneamente al riemergere di inchieste trattanti stragi e fatti legati alla strategia della tensione in Italia degli anni '70 ... si è affermato talvolta che anche Cossiga si fosse affiliato alla Massoneria, come era stato suo nonno. Queste voci sono sempre state smentite dallo stesso Cossiga, affermando di non poter «essere massone perché sono cattolico, e credo fermamente che le due condizioni siano incompatibili», anche se disse di conoscere moltissimi massoni e di aver tentato, tramite Licio Gelli, di intercedere presso il generale argentino Emilio Eduardo Massera per i desaparecidos italiani, con scarsi risultati.

[CzzC: Cossiga era sardo: dovrei annotare qui una pagina, che non ricordo più dove avrei letto, in cui si narrava degli intenti della massoneria (e si citava ad esempio la Sardegna) di infiltrare buone famiglie cattoliche mirando a combinare a matrimoni tra adepti massoni e donne cattoliche: qui al 2014]

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 03/09/2023; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: nei dintorni della massoneria

 

2023.09.02 <tg24 yt♫ agi riform> Giuliano Amato sulla strage di Ustica: “era scattato un piano per colpire l'aereo sul quale volava" il leader libico, che però "sfuggì alla trappola perché avvertito da Craxi”. La versione dei fatti “più credibile”, continua Amato, è quindi quella della “responsabilità dell’aeronautica francese”, complici “gli americani” e “chi partecipò alla guerra aerea nei nostri cieli quel 27 giugno”. <open> Le stesse accuse da Cossiga nel 2008: «E lui sapeva». <adnk> Macron: “Francia ha già fornito ogni elemento in suo possesso”.

 

↑2017.02.03 <ansa>:  "L'Ulivo di Prodi è stato sconfitto non da Berlusconi ma da un complotto interno al partito stesso, complotto nel quale c'erano Bertinotti, D'Alema e, dall'esterno, Cossiga, che ha orchestrato tutto quanto". Lo afferma Achille Occhetto, l'ultimo segretario del Pci, ai microfoni al programma di Rai Radio1

 

↑2010.07.26 Traggo dalla Lettera Aperta di Gioele Magaldi al Fratello Silvio Berlusconi ed esortazioni a Bersani, D’Alema, Veltroni, Di Pietro, Casini, Rutelli: A partire dai “ripassi” in materia che ebbe a regalarti generosamente il Gran Maestro Armando Corona (1982-1990), durante tutti gli amabili incontri e colloqui che avesti con lui nel corso di molti anni, alla presenza di altri “estimatori” della Via Iniziatica Massonica, come il Presidente Emerito della Repubblica Francesco Cossiga e i tuoi amici Flavio Carboni e Giuseppe Pisanu, per tacere di tanti altri …