ROMANO PRODI 1939: ebbi ad eccepirne, ma lo apprezzai ad es. per come avrebbe voluto più Europa che Us-Uk a decidere sui nostri destini (ad es. in Ucraina).

Dopo aver trovato alcune sue analisi particolarmente utili al discernimento delle forze motrici e frenanti nelle tendenze politico-finanziarie europee, ho aperto questa pagina per amici. Poi ho letto anche qualche sua analisi affetta da strabismo, ma nel complesso lo apprezzo perché vorrebbe più Europa che Us-Uk a decidere sui nostri destini, ad esempio in Ucraina.

Da Wikipedia: Docente Un i_BO , presidente IRI 1982-1989 e 1993-1994; Presidente del Consiglio dei ministri IT 1996-1998 e 2006-2008, primo ed unico candidato premier del Centro-sinistra a vincere elezioni e formare governo senza alleanze con rivali. Presidente della Commissione Europea 1999-2004. Fondatore e leader de L'Ulivo, presidente del Comitato nazionale per il PD.

Romano è fratello del prof Paolo Prodi (Uni_TN), del prof e politico Vittorio Prodi, del fisico Franco Prodi, dell'oncologo Giorgio Prodi e del matematico Giovanni Prodi

[CzzC: vedi il Mulino, il Margine, Scuola di Bologna, Rosa Bianca]

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 05/06/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: cattolici adulti e democratici <> cadudem

 

↑2017.03.01 <tempi>: Romano Prodi ripeteva le parole di Piero Calamandrei «lo Stato siamo noi». In realtà fra lo Stato e noi non può esserci coincidenza, lo Stato è un’istituzione che la società ha facoltà di modificare. Se lo stato legalizzasse l’uccisione? «Ma non sei tu che uccidi», dirà qualcuno. E invece se non mi oppongo all’istituzionalizzazione dell’uccisione di stato ... L’obiezione di coscienza non comincia solo nel momento in cui una legge controversa viene approvata e introdotta dalle istituzioni, comincia, nei paesi a democrazia partecipativa, quando si discute l’introduzione di quella legge.

 

↑2017.02.20 Scissione PD: a rate? Direi rate di un piano di ammortamento che data non da ieri, ma almeno dal 1998 quando il fuoco amico di una parte del PD fece cadere il governo Prodi, sabotaggio bissato nel 2007 e sempre a causa di fuoco amico Prodi non divenne Presidente della Repubblica nel 2013. Quale sarebbe il filo rosso di correlazione tra questi fenomeni? ... continua.

 

↑2017.02.03 <ansa>:  "L'Ulivo di Prodi è stato sconfitto non da Berlusconi ma da un complotto interno al partito stesso, complotto nel quale c'erano Bertinotti, D'Alema e, dall'esterno, Cossiga, che ha orchestrato tutto quanto". Lo afferma Achille Occhetto, l'ultimo segretario del Pci, ai microfoni al programma di Rai Radio1

 

↑2015.07.18 <gcocomero>: R.Prodi avrebbe seppellito il lavoro della Mitrokhin con queste parole: «L’assurdità delle accuse venne presto dimostrata, ma mi resta ancora oggi da capire chi ha sostenuto le ingentissime spese che sono state necessarie per imbastire documenti e testimonianze false in giro per il mondo». Ora questi documenti e queste testimonianze «false» sono state pubblicate su un sito governativo inglese alla voce «prove». [CzzC: ritengo una bufala che Prodi sia stato per una vita al servizio del KGB; ritengo invece che il suo atlantismo non sia stato senza se e senza ma, e sovente a ragion veduta]

 

↑2015.05.09 <liberoq>: il Guardasigilli inglese investigando sull'affare Mitrokhin pubblica sospetti contro Romano Prodi: ad esempio l’ex premier disse nel 1981 che tra i nomi usciti nella famosa seduta spiritica durante il sequestro Moro c'erano «Bolsena, Viterbo e Gradoli»: disse Prodi alla commissione Moro nel 1981; al riguardo ecco qual era l’opinione del dissidente Litvinenko: «poteva avere l’informazione direttamente da persone che hanno commesso questo crimine, oppure lui ha ricevuto questa informazione dal Kgb che aveva l’intenzione di spingerlo sopra nella carriera e hanno dato, hanno regalato, presentato a lui questa informazione per tenerlo in seguito come un ostaggio da questa informazione». <wikipedia>: a dire del generale Anatoly Trofimov l'Italia, insieme alla Germania, era il paese più infiltrato dal KGB (secondo l'europarlamentare Gerard Batten, Trofimov citò Romano Prodi come esempio, dicendo che era un "loro uomo").

 

↑2015.02.15 <lastampa>: Libia: Il vescovo Martinelli assediato nella sua chiesaNon lascio, ho i fedeli da proteggere, ... con me 300 filippini terrorizzati. [CzzC: che delusione mi fai provare, caro Prodi, a leggerti dare la colpa a Berlusconi per l’abbattimento di Gheddafi! Ma cosa ti omaggiano gli illuminati Us-Uk-Fr, per spargere questo granone ai pollacchioni? ... continua ...

 

↑2014.05.04 Corriere p8. [CzzC: evidenzio quanto molto condivido]. Lectio magistralis di Prodi prima del congresso Cgil: Dicono che c’è troppa Europa… casomai il contrario: ce n’è troppa poca; la battaglia con i vari Stati è iniziata nel 2003: i primi a venir meno alle regole furono la Germania e la Francia, era l’inizio di una malattia che si sarebbe trasformata, in un blocco decisionale provocato dal fatto che oggi comandano unicamente gli Stati. Nascono da qui i variegati populismi che picchiano oggi ai fianchi il Vecchio Continente. Credo che il dopo elezioni vedrà la nascita di una grande coalizione che prenda lezione da questi allarmi e inizi veramente la politica che bisogna fare in Europa»; sarà un’Europa diversa, si andrà verso un rafforzamento delle istituzioni e, forse, anche verso una Ue a due velocità. Errori pesanti, uno su tutti: «La crisi economica non è stata affrontata dall’Europa. Gli Stati Uniti hanno riversato 800 miliardi nel loro sistema. La Cina ne ha investiti 585 nelle infrastrutture. Noi siamo riusciti a far diventare un’emergenza continentale un caso, come quello della Grecia, che inizialmente era poco più che periferico». E in Ucraina, ora, di fatto facciamo tappezzeria: «Al tavolo con la Russia c’è Obama. Perché? Dovremmo esserci noi…».

 

↑2014.02.21 È presidente dell'International advisory board (Iab) di Unicredit.

 

↑2013.04.04 <repubblica 04/04/2013>: il professor Paolo Prodi, fratello dell' ex presidente del Consiglio, definisce la massoneria «una delle più importanti agenzie produttrici di etica nella storia dell' Occidente». Solo etica e non politica? [CzzC: e non anche affari/dea pecunia? E non anche influsso sul Mulino e sulla scuola di Bologna?]

 

↑2012.10.gg Nominato Inviato Speciale del Segretario Generale delle Nazioni Unite per il Sahel.

 

↑2008.09.gg Inizia a presiedere il Gruppo di lavoro ONU-Unione Africana sulle missioni di peacekeeping in Africa. Crea la Fondazione per la Collaborazione tra i Popoli.

 

↑1992.mm.gg <imolaoggi 2011>: Nel 1992 Ciampi, allora governatore di Bankitalia, dilapidò 48G$ in una assurda difesa della lira, che era sotto attacco da parte di Soros, che ricomprò a prezzi stracciati. Ciononostante Prodi consegnò a Soros una laurea honoris causa, presso Uni_BO presieduta da suo collaboratore.