Cattolici sedicenti adulti e democratici

Se leggendomi qui, mi ritenessi pregiudizievolmente avverso al cosiddetto cattolicesimo democratico, mi sentirei in dovere di precisare che

- pur non dichiarandomi sedicente catt-adulto-democratico, sono strato educato proprio dal Magistero petrino a crescere adulto nella fede, valorizzando come strada maturante ciò che appare come obiezione, persecuzione, o comunque come difficoltà;

- non si possono togliere punti alla patente di cattolicità semplicemente sulla base di preferenze partitiche al centro-sinistra o al centro-destra, essendo ormai scontato che si può essere pienamente cattolici anche senza votare per un partito che si dichiarasse tale;

- sono edificato dal gran bene che gran parte dei sedicenti cattolici democratici fanno al prossimo e alla Chiesa con affezione alla democrazia nella politica-partitica e grande impegno in cittadinanza attiva: per qualcuno di loro ho raccolto anche preferenze di voto politico-amministrativo;

- diffido dei cadudem (altra cosa rispetto ai cattolici democratici) che tifano gli oppositori dei giudizi del Magistero petrino connessi a dottrina sociale e morale con le pretese di democratizzare la chiesa (quantomeno modo protestante) col primato assoluto della coscienza individuale e con reiterati tentativi di piegare alla dialettica partitica l’organizzazione della Chiesa cattolica, avversandola con un dissenso che echeggia massoni e protestanti con similari Leitmotiv.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 27/06/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Correlati: la scuola di Bologna di Melloni&C, ermeneutica di rottura,dissenso, cadudem

 

↑2016.07.07 [CzzC: l’illuminata propensione del cattolico sedicente democratico a fare paralogismo tra i crimini degli islamisti contro inermi e quelli dei cristiani potrebbe indurlo (anche Galantino?) a bere la bufala <lib&pers> di venditori di rose picchiati perché non conoscevano il Vangelo. Però potrebbe essere una bufala premonitrice ed è necessario emarginare i maestri di odio presenti anche tra sedicenti cristiani]

 

↑2016.02.09 <manifesto>: CV2°, cattolici del dissenso e '68: esce negli Us uno studio dei rapporti fra Chiesa e contestazione di fine anni '60. «The Spirit of Vatican II» di Gerd-Rainer Horn: nella Nuova Sinistra la componente cattolica.

 

↑2013.12.12 Romano Prodi (il cattolico sedicente adulto) e il prof. Alberto Melloni, storico della cosiddetta “scuola di Bologna”, sono stati ricevuti nel Vaticano di Bergoglio e qualcuno parla di ritorno dei “cattolici adulti bolognesi” nei sacri palazzi, dove per la CEI di Ruini sarebbero stati meno ben visi.

 

↑2012.10.28 Scambio di commenti sui precedenti articoli di FC megafonanti le tesi del dissenso catt-adulto verso la Gerarchia e il Magistero petrino.

 

↑2012.10.15 Per Famiglia cristiana la comunione degli uomini tra di loro e con Dio ha la priorità sulla stessa istituzione ... [CzzC: solo Dio può giudicare se uno è veramente in comunione con lui, ma abbiamo gli occhi per vedere quanti siano i sè-ritenenti credenti con una religione fai-da-te applaudita dal mondo. Comunione tra uomini anche a prescindere dal Magistero petrino? Anche i protestanti vanno in Paradiso, ma che siano prolifici di sette e che non si capiscano più lo ammette perfino Mancuso] e denuncia ritardi e lentezze sull'autonomia dei laici e delle realtà terrestri; quindi offre megafono a Padre Bartolomeo Sorge [CzzC: cui pongo alcune domande e commento con altri la sua accusa], specialista in cattolicesimo democratico, che in tema affonda con acredine ed ironia: «La Chiesa? Troppo ricca e zitta»: è sensazione diffusa che si sia interrotto il rinnovamento della chiesa, iniziato con il CV2°, manca nella Chiesa, lo "spirito di collegialità" vescovi - Curia romana - comunità locali e, più in generale, della gerarchia con i fedeli

 

↑2012.06.17 Dellai chiama a raccolta i movimenti cattolici democratici: mettere in rete tante esperienze che, come la nostra, nell’arco alpino e prealpino, stanno interpretando quella sorta di “partito che non c’è”: persone, realtà, movimenti, liste civiche locali, che non sono mai state e non si sentono di destra

 

↑2011.07.03 Scuola estiva de Il Margine (vedi anche la Rosa Bianca) sulla bella politica addormentata ... per parlare di giustizia, di diritto(i), di ... uguaglianza e processi partecipativi. Con Romano PRODI, Rosy BINDI, ... Michele NICOLETTI, ... ; lectio divina proposta da padre Franco Mosconi; anche don MARCELLO FARINA? [CzzC: se sì, spero non come questa]

 

↑2011.07.03 Antonio Socci: secondo Vito MANCUSO, con la nomina di Scola a Milano avrebbe dato “un’umiliazione pesante” al “CATTOLICESIMO DEMOCRATICO”. Vista la quantità di verità di fede cattolica negate da Mancuso, è singolare l'idea del cattolicesimo che egli ha e tale idea è stata contrastata mesi fa anche da Civiltà Cattolica. Analogamente AUGUIAS (noto anche per trucchi di copiatura?) che con Mancuso and amici sostiene che la dottrina del peccato originale sarebbe stata inventata da S. Paolo.

 

↑2009.09.16 Paolo Ghezzi ex Dir de l'Adige e presidente de "Il Margine": «La Chiesa cattolica romana è agli sgoccioli».... «Non vogliamo perdere tempo con le gerarchie ecclesiastiche e vaticane» ... Ma il luogo, per quanto ammaccatto e nato male, continua a esserci, ed è il Pd. «Nonostante tutto, vale la pena di spendere lì le proprie energie. E’ l’unica possibilità d’incontro tra sinistra e cattolici democratici». E infatti il professor Michele Nicoletti, uno dei 54 soci della casa editrice Il margine, è in corsa per diventare segretario del Pd a Trento. «Mozione Bersani, via Bindi».  Eco su "il manifesto"

 

↑2009.06.28 Il Papa all'omelia di chiusura dell'anno paolinio «La parola "fede adulta" negli ultimi decenni è diventata uno slogan diffuso. Lo si intende spesso nel senso dell'atteggiamento di chi non dà più ascolto alla Chiesa e ai suoi pastori, ma sceglie autonomamente ciò che vuol credere e non credere - una fede "fai da te", quindi. E lo si presenta come "coraggio" di esprimersi contro il magistero della Chiesa. In realtà, tuttavia, non ci vuole per questo del coraggio, perché si può sempre essere sicuri del pubblico applauso. Coraggio ci vuole piuttosto per aderire alla fede della Chiesa, anche se questa contraddice lo "schema" del mondo contemporaneo».

 

↑2009.02.25 da "Segni dei tempi": CATTOLICI “ADULTI“, vittime della religione fai da te (qui religione fai da te): Chi è più maturo tra un cattolico “adulto”, che è cattolico ma su alcuni argomenti si “sente” di dissentire dal magistero della Chiesa, e un cattolico senza aggettivi, che si impegna con tutte le sue forze a capire il senso profondo di un magistero millenario che va ben oltre la nostra breve esistenza?

 

↑2005.03.08 Romano Prodi pre referendum su fecondazione assistita «... sono un cattolico adulto ... mi sento tranquillo sui valori, non abbiamo da imparare da nessuno»; [CzzC: neanche dal Magistero petrino?]