GUIDA PETRINA, Guida della Chiesa cattolica, Magistero petrino, Santa Sede

Sono felice di avere la Fede in Cristo in cammino guidato dal Magistero petrino, perché investito dalla Grazia che aiuta la mia sequela di Cristo anche tutelandola da depistaggi di sedicenti profeti, quelli - ad esempio - del primato assoluto della coscienza individuale a prescindere da come si sia formata, e pretendono una guida più democratica, almeno come i protestanti, per asservire la Chiesa a quel mondo che insidiandola attenta alla libertà e dignità delle umane creature ed infine al vero bene comune, ancorché non tutti in mala fede.

Qual è la missione del papa? Leggo dal Catechismo della Chiesa Cattolica-Compendio al #182 «Il Papa, Vescovo di Roma e successore di san Pietro, è il perpetuo e visibile principio e fondamento dell'unità della Chiesa. È il vicario di Cristo, capo del collegio dei Vescovi e pastore di tutta la Chiesa, sulla quale ha, per divina istituzione, potestà piena, suprema, immediata e universale. Il collegio dei Vescovi, in comunione con il Papa e mai senza di lui, esercita anch'esso sulla Chiesa la suprema e piena potestà.»

«Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa...»:

Il primato papale è riconosciuto dai cattolici (con l’eccezione di taluni cadudem e teoglib), in misura minore dagli ortodossi, è avversato dai luterani e dai tifosi della cultura dominante (cfr dissenso denigrante, Leitmotiv L1, L3), i più miti dei quali sgridano il Magistero petrino così: «non c'è da accanirsi contro il mondo né da pensare a eterne contrapposizioni».

Papa Benedetto XVI 29/06/2005 a proposito della cattolicità: «con l'unità, così come con l'apostolicità, è collegato il servizio petrino, che riunisce visibilmente la Chiesa di tutte le parti e di tutti i tempi, difendendo in tal modo ciascuno di noi dallo scivolare in false autonomie, che troppo facilmente si trasformano in interne particolarizzazioni della Chiesa e possono compromettere così la sua indipendenza interna».

<wikipedia> definisce il ministero petrino come sinonimo di Santa Sede.

Link a Francesco I, Benedetto XVI, Giovanni Poalo II, Paolo VI. Papaboys

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 05/06/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: Fede, Chiesa, dissenso/disobbedienza, lettera dei 63; nuova evangelizzazione, diritti umani; San Michele; infallibilità

 

2018.02.10 <tempi> Il Cardinale R.Marx aveva detto che per quanto riguarda la benedizione delle unioni gay «non ci possono essere delle regole» e ogni sacerdote deve giudicare caso per caso, ma non è quello che insegna la tradizione della Chiesa perché «ci sono delle regole». [CzzC: ci risiamo con i sedicenti profeti progressisti che, invece di attendere un chiarimento dal magistero petrino, approfittano di aspetti dubbi per confondere i fedeli e far passare per ottusi conservatori tradizionalisti i vescovi più prudenti verso la loro pastorale coraggiosa; vorrei sperare che la benedizione, anziché obiettivo, non sia strumento per democratizzare modo protestante i cattolici, costasse allontanarli dagli Ortodossi, meno piacenti agli illuminati]

 

↑2017.12.21 <youtube vatican>: Fr1 auguri alla curia romana con riforma in corso: abbandonare il superfluo, il finto e concentrarsi sull’essenziale <fc> cita l'arcivescovo belga monsignor De Mérode: «Fare le riforme a Roma è come pulire la Sfinge d'Egitto con uno spazzolino da denti». Primato diaconale, servus servorum dei.

 

↑2017.11.18 Papi che diffidavano di chi poi divenne Papa. Pio IX marginalizzò il futuro Leone XIII perché “aperturista” e Pio X diffidava del futuro Benedetto XV per analogo motivo; Pio XII negò il cappello cardinalizio a Montini e faceva fare molta anticamera a Roncalli.

 

↑2017.09.19 <radiovat>: con motu proprio Fr1 istituisce il Pontificio Istituto Teologico GP2 per le Scienze del Matrimonio e della Famiglia, al posto del Pontificio Istituto GP2 per Studi su Matrimonio e Famiglia. Nota il cambio da Studi a Scienze. <nbq>: Thomas Jansen lo vede come un “Un thinktank per Amoris Laetitia”, nello spirito del Sinodo; con meno dubbi e più teologia scrive <fc> in supero di modelli del passato.

 

↑2017.09.11 <querculanus>: un motu proprio modifica il can. 838 del Codice di diritto canonico, riguardante le rispettive competenze di Santa Sede, Conferenze episcopali e Vescovi diocesani nell’ordinamento della liturgia. La Santa Sede rinuncia alla recognitio delle traduzioni, tenendola solo per gli adattamenti: ora traduzioni secondo criteri locali?

 

↑2017.08.03 Diplomazia vaticana tenta di ridurre gli errori e le vittime del castro-chavismo: donde deriva il "potere" vaticano, che altrove sarebbe rifiutato come ingerenza?

 

↑2017.07.01 <agensir>: Fr1 nomina mons. Luis Francisco Ladaria Ferrer prefetto Congregazione per Dottrina della Fede al posto di Müller, di cui era segretario; dal 2016 era presidente della Commissione di studio sul Diaconato delle donne. In quanto prefetto diventa anche presidente della Pontificia Commissione "Ecclesia Dei", della Pontificia Commissione Biblica e della Commissione Teologica Internazionale

 

↑2017.06.30 E se l’accusa di pedofilia al card Pell e altro tempistico fango sul Vaticano indebolissero <sussid> la Sede morale più autorevole contraria agli scaldamissili Usa?

 

↑2017.06.27 <i3sentieri>: i tratti postmoderni del magistero di Fr1 secondo Giovanni Turco, incentrati sulla “relazione”, sul “processo”, sulla “comunicazione”. Fr1: io non parlerei di verità “assoluta”, nel senso di un assoluto privo di ogni relazione [CzzC: non sono esperto in merito, ma riterrei che, trascurando la relazione pro assoluto della verità, si rischi per il bene comune più che concedendo viceversa. Anche Gesù violò l’assoluto del riposo sabbatico per guarire il cieco nato, e salvò la Maddalena]

 

↑2017.03.30 <stampa huff> Santa Sede preoccupata su e contro Trump: c’è una parte della società Usa che alza la voce, usando un altro linguaggio: si spera che Trump stesso cominci a ripensare alcune sue decisioni ... altri stati non seguano l'esempio [CzzC: ben donde]

 

↑2016.11.20 ricevo in regalo il libro “Ultime conversazioniintervista di B16° con Peter Seewald: «Non ho mai percepito il potere come una posizione di forza, ma sempre come responsabilità, come un compito pesante e gravoso. Un compito che costringe ogni giorno a chiedersi: ne sono stato all'altezza[CzzC: grazie grande Benedetto!]

 

↑2016.06.21 <stampa>: Magistero e primato della parola pronunciata su quella scritta: un saggio teologico di don Pietro Cantoni fa il punto su un tema rimasto sempre attuale sul valore dell’insegnamento del Papa e della Chiesa: un utile sussidio per quanti vogliano schiarirsi le idee in merito a che cosa sia o non sia magistero.

 

↑2016.06.21 <sussidiario>: Lutero considerava la Lettera ai Galati come "la sua sposa spirituale" e pensava di trovarci la prova che era lecito rifiutare gli insegnamenti dei Pontefici. Ma anche il teologo protestante Heinrich Schlier (1900-1978), che proprio riflettendo su quel testo si convertì al cattolicesimo, mostra come ad Antiochia Paolo non rifiutò un insegnamento dottrinale di Pietro, ma un comportamento "politico".

 

↑2016.06.07 <espresso.repubblica Magister>: Alice nel paese di "Amoris laetitia": la critica di una studiosa australiana all'esortazione postsinodale. "Abbiamo perso ogni punto d'appoggio e siamo caduti come Alice in un universo parallelo, dove nulla è ciò che sembra essere" [CzzC: prendi con le pinze le critiche dei repubblicones che negligono i cattolici uniti nel Magistero petrino preferendo che la chiesa diventi luteranamente democratica: come cercarono di scardinare il gregge additando retrò i pastori GP2° e B16°, ora occorre scardinare rispetto a Fr1: se ieri serviva allo scopo il piccone progressista, oggi serve di più quello conservatore, ma si tratterebbe dello stesso illuminato intento]

 

↑2016.05.25 <fedeq>: Il cardinale Müller: le omelie di Santa Marta non fanno parte del magistero del papa [CzzC: spero di apprendere quale sia il testo che condensi inequivocabilmente il Magistero petrino; nel frattempo sono contento che il “parlare positivo” di Fr1 faciliti il dialogo, l’annuncio e la testimonianza cristiana ostacolati dall’immane pregiudizio di intolleranza montato in faccia ai cattolici, come se i migliori di loro fossero quelli che indirebbero un secondo referendum anti 194]

 

↑2015.11.03 <tempi>: Vatileaks bis. Vendete pure i vostri libri ma non rifilateci la balla che lo fate per papa Francesco. «Bisogna assolutamente evitare l’equivoco di pensare che ciò sia un modo per aiutare la missione del Papa», scrive la Sala stampa vaticana. Ma Nuzzi e Fittipaldi non lo evitano assolutamente. Anzi [CzzC: te lo dissi, caro Fr1, che te l’avrebbero fatta pagare cara certa chiarezza di giudizio]

 

↑2015.11.02 <fattoq corriere repubblica>: sull’8x1000 la Corte dei conti accusa: “Poco trasparente e favorisce la Chiesa”. Per la magistratura contabile l'istituto manca della trasparenza e dei controlli necessari a garantire un'equa distribuzione delle risorse. [CzzC: per culto alla cultura dominante si fa surrettiziamente credere che la CEI violi i patti; se i patti non piacciono più allo stato, questo ne provi ad avviare un processo di revisione, senza montare nel frattempo l’illazione che i cattolici li stiano violando: ma il movente potrebbe essere altro, caro Fr1: te l’avevo detto che te l’avrebbero fatta pagare cara certa chiarezza di giudizio ...]

 

↑2015.10.22 Papa Fr1 malato di cancro? <corriere>: La notizia, rivelatasi subito infondata, lascia l'impressione di una «trappola» che mira a delegittimare Papa Francesco [CzzC: delegittimazione o criminalizzazione per lo stesso obiettivo ritorsivo?]

 

↑2015.10.03 [CzzC: siamo alla vigilia del sinodo sulla famiglia e con tempismo perfetto la lobby gay fa pagare a Papa Fr1 la libertà di dire che lateoria del gender è uno sbaglio della mente”] <rainews fattoq liberoq corriere>: il prete teologo polacco Krzysztof Charamsa si esibisce gay col compagno: «Voglio scuotere questa mia Chiesa ... l'amore omosessuale è un amore familiare, aprano gli occhi». ... [CzzC: operazione di delegittimazione del Magistero e di condizionamento del Sinodo: continua]

 

↑2014.09.29 Satana è astuto, presenta le cose come se fossero buone: omelia in S.Marta, festa dei Santi Angeli. “Il compito del popolo di Dio – ha affermato il Papa - è custodire in sé l’uomo: l’uomo Gesù” perché “è l’uomo che dà vita a tutti gli uomini”. Invece, nei suoi progetti di distruzione, Satana inventaspiegazioni umanistiche che vanno propriamente contro l’uomo, contro l’umanità e contro Dio”: “La lotta è una realtà quotidiana, nella vita cristiana: nel nostro cuore, nella nostra vita, nella nostra famiglia, nel nostro popolo, nelle nostre chiese.». Il Papa invita a pregare gli arcangeli Michele, Gabriele e Raffaele e a “recitare quella preghiera antica ma tanto bella, all’arcangelo Michele, perché continui a lottare per difendere il mistero più grande dell’umanità: che il Verbo si è fatto Uomo, è morto e è risorto. Questo è il nostro tesoro. Che lui continui a lottare per custodirlo”.

 

↑2014.08.15 Oggi il Papa ci invita ad una giornata di preghiera per i cristiani perseguitati; ma perché i cristiani sono così tanto perseguitati? C’entra il fatto di dipendere dal Magistero Petrino con una Santa Sede in  Vaticano che veicola un concetto di salvezza con la risposta data da Gesù sulla verità? E che i cattolici si rifanno a questa guida petrina come ad un’entità superiore rispetto agli stati in cui vivono, ai quali non riconoscono l’essenza dell’eticità pur comportandosi mediamente da bravi cittadini?

 

↑2014.06.02 La famiglia: fedeltà, perseveranza, fecondità, luogo in cui Gesù cresce, per questo il diavolo vuole distruggerla; anche di fronte alle difficoltà i coniugi guardano Gesù e prendono la forza della fecondità della perseveranza e del perdono che Gesù ha con la sua Chiesa, mentre ci sono cose che a Gesù non piacciono, come i matrimoni sterili per scelta (Papa Francesco I). ). [CzzC: caro Papa, i principi di questo mondo potrebbero farti pagar cara questa chiarezza].

 

↑2013.05.17 Perché i Movimenti dal Papa? “Perché in noi non vince la confusione? Non perché siamo più bravi o più intelligenti o più coerenti degli altri, ma perché ci troviamo in continuazione davanti a un Fatto irriducibile che ci libera costantemente dal disorientamento generale”. [Julián Carrón]

 

↑2013.03.12 VERSO IL CONCLAVE: la Chiesa non è in mano al Papa. La Chiesa è in mano a Cristo, a Dio e allo Spirito Santo. È un momento di grande vita, non di assenza. Dal gesto di Benedetto XVI i fedeli vedono che il Papa è papà, una paternità così intensa, così umile e così vicina, di uno che trova la vita nel momento in cui la dona, la sacrifica

Messa pro eligendo Pontifice, Omelia del cardinale Angelo Sodano decano del collegio cardinalizio patriarcale basilica di San Pietro [Video]: "Canterò in eterno le misericordie del Signore" : Amore e Unità; la missione del Papa.

 

↑2013.03.11 Nell’ultimo discorso, ricevendo i preti della diocesi di Roma, Ratzinger concluse così: «Cristo vince». Che significa? Se, come diceva Solov’ev, ciò che abbiamo di più caro non è Cristo, è difficile che non abbiamo vergogna di proporlo. La vittoria di Cristo è la capacità di conquistare il nostro io fino alla radice, di attirarci così tanto che possa veramente conquistarci: senza questo il cristianesimo non ha interesse, né per noi né per gli altri

 

↑2009.12.11 <Avvenire> Vito Mancuso su "Repubblica", ieri (p1: «La libertà di pensare Dio sfidando la Chiesa»), scrive così: «Perché il cristianesimo possa continuare a vivere in Europa» è necessario «il superamento della convinzione che la verità della fede si misuri sulla conformità al magistero ... [CzzC: caro Mancuso, pur convenendo anch’io con Ratzinger che ritiene «possibile e necessaria una critica a pronunciamenti papali nella misura in cui manca ad essi copertura nella Scrittura e nel Credo», potrebbe esserti utile un riforma diagnostica prima di sciorinare ricette fasulle: se la suddetta tua prescrizione fosse davvero necessaria, non riusciresti a spiegarci come mai ad avere le chiese piene solo per concerti e le facoltà teologiche al tramonto siano più dei cattolici i protestanti, dei quali ti ho sentito dire “spiace che proprio loro, i massimi cultori della parola, finiscano per non capirsi più”, mentre la loro papessa si dimette dopo essere stata fermata per guida alticcia].

 

↑2008.11.13 <vatican>: conferenza stampa di presentazione delle solenni commemorazioni in Vaticano del 60° anniversario della dichiarazione universale dei diritti dell’uomo.

Perché il Vaticano non la firmò? A parte il fatto che la Chiesa cattolica difende i diritti umani soprattutto dei più deboli anche più di certi grandi Stati che fanno valere il diritto della forza sulla forza del diritto, il Vaticano non ha firmato semplicemente perché, non  avendo una popolazione significativa, non è uno Stato nel vero senso di questo termine avente diritto di essere membro dell’ONU: infatti partecipa all’ONU solo come osservatore.

 

↑2005.06.29 Papa Benedetto XVI 29/06/2005 a proposito della chiesa una, cattolica e apostolica: «La Chiesa è apostolica, perché confessa la fede degli Apostoli e cerca di viverla. Vi è una unicità che caratterizza i Dodici chiamati dal Signore, ma esiste allo stesso tempo una continuità nella missione apostolica. San Pietro nella sua prima lettera si è qualificato come "co-presbitero" con i presbiteri ai quali scrive (5,1). E con ciò ha espresso il principio della successione apostolica: lo stesso ministero che egli aveva ricevuto dal Signore ora continua nella Chiesa grazie all'ordinazione sacerdotale. La Parola di Dio non è soltanto scritta ma, grazie ai testimoni che il Signore nel sacramento ha inserito nel ministero apostolico, resta parola vivente.... con l'unità, così come con l'apostolicità, è collegato il servizio petrino, che riunisce visibilmente la Chiesa di tutte le parti e di tutti i tempi, difendendo in tal modo ciascuno di noi dallo scivolare in false autonomie, che troppo facilmente si trasformano in interne particolarizzazioni della Chiesa e possono compromettere così la sua indipendenza interna ... In questa prospettiva saluto di cuore e con gratitudine la delegazione della Chiesa ortodossa di Costantinopoli, che è inviata dal Patriarca ecumenico Bartolomeo I ... Anche se ancora non concordiamo nella questione della interpretazione e della portata del ministero petrino, stiamo però insieme nella successione apostolica, siamo profondamente uniti gli uni con gli altri per il ministero vescovile e per il sacramento del sacerdozio e confessiamo insieme la fede degli Apostoli come ci è donata nella Scrittura e come è interpretata nei grandi Concili».

 

↑1989.05.15 La lettera dei 63 teologi e studiosi (tra i firmatari anche Paolo Prodi) appare in “il Regno-Attualità” n. 10 di oggi: i punti su cui i contestatori fanno leva per ignorare o ridimensionare l'autorità del Pontefice sono così sintetizzabili ... continua