Diritto all’OBIEZIONE DI COSCIENZA verso pratiche ABORTIVE

Occorre difendere il diritto in titolo, baluardo dei diritti umani, costasse resilienza dolorosa alle prevaricazioni di maggioranze sedicenti democratiche come quelle millantate da sedicenti illuminati, piloti della cultura dominante che spinge ad accrescere il numero dei votanti che vorrebbe abolire il diritto all’obiezione di coscienza in parola, pur violando l’Art.18 della dichiarazione universale, discriminando gli obiettori,  mettendo sotto accusa gli stati che hanno tanti medici obiettori.

Attenzione però a obiettori di coscienza che vorrebbero coartare la coscienza altrui (vedi ad esempio qualcuno dei NO194).

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 31/01/2019; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: chi lo vorrebbe abolire? non credo all’equazione legale = moralmente lecito, ma diffido dei No194

 

2019.01.24 <VT#3p39> Renzo Gubert con riferimento all’articolo di Rattin della settimana precedente sul presepe degli innocenti: perché chiamare spregiativamente "Crociate" le denunce di un «abominevole delitto» come la Chiesa ha definito l'aborto volontario? ... Le Crociate partivano da "poteri forti" ... San Rocco non avrebbe gradito le scuse presentate come espediente per pronunciare tali condanne [CzzC: convengo in larga misura con le tue puntualizzazioni, caro Renzo; mi sarei aspettato però un accenno all’opportunità della prudenza, stante il rischio che i “criminalizzati” per ritorsione ci tolgano anche l’ultima difesa ancora legale, il diritto all’obiezione di coscienza: anche Pio XII dovette usare prudenza ...]

 

↑2018.09.20 <avvenire> L’obiezione di coscienza sempre più sotto pressione: il caso del leader del Syngof (sindacato dei ginecologi francesi) Bertrand De Rochambeau, bersagliato da pesanti critiche dopo essersi dichiarato obiettore, mostra quanto stia crescendo la pressione su un diritto decisivo della persona: «crescenti richieste, in particolare dal Planning familiare o dall’Alto consiglio per le pari opportunità, per esigere la soppressione della clausola di coscienza specifica sull’Ivg. Lo consideriamo come un grande pericolo per la pratica medica»

 

↑2018.02.13 <tempi fb> neutralizzare il Buono Scuola e l’obiezione di coscienza, ecco a che mira Giorgio Gori, candidato Pd per la Regione Lombardia che a Bergamo chiede agli asili cattolici di pagare l’IMU con arretrati dal 2012, ancorché svolgano un servizio pubblico senza fini di lucro.

 

↑2017.08.06 <renzogubert> alcuni articoli di Gubert su ambientalismo dogmatico, fiscalità e familiari a carico, congedi parentali, reparti maternità periferici e spesa sanitaria, l'autonomia nell'accordo Degasperi-Gruber, alcune mistificazioni dell'immigrazionismo, post modernità, obiezione di coscienza su aborto

 

↑2017.01.23 <stampa> Donald Trump reintroduce il bando sull’erogazione di fondi federali alle Ong internazionali che praticano aborti o istruiscono allo scopo. Il bando era stato introdotto dai repubblicani nel 1984, poi fu revocato dalle amministrazioni democratiche e reintrodotto da quelle repubblicane che si sono succedute. L’ultima volta fu Obama a cancellare il bando. [CzzC: commento ampiamente]

 

↑2016.11.30 <tempi>: un gruppo di deputati francesi il 12/10 ha depositato una proposta di legge «relativa all’estensione del reato d’intralcio (délit d’entrave) all’IVG » per condannare alcuni siti internet che ostacolerebbero (entrave) il diritto all’IVG: in che senso ostacolerebbero? Perché fanno parlare donne esitanti o in difficoltà riguardo l’eventuale scelta di abortire. [CzzC: non si devono alimentare sensi di colpa, ma si deve avere la libertà di ascoltare e segnalare i reali sostegni alle gravide disposte a tenersi il bambino se aiutate]. Il successo di tali siti prova che rispondono a esigenze di libera scelta individuale, ma il governo illuminato assicura corsia prioritaria al ddl.

 

↑2016.10.04 <adnkronos, imola>: secondo Roberto Saviano "L'obiezione di coscienza è una piaga del nostro Paese”. [CzzC: mi pare debole questa risposta di <avvenire> che la mette sul patetico anziché sul fondamento del diritto: quello dell’obiezione di coscienza è uno dei pilastri del diritto che protegge la dignità e la libertà della persona umana, diritto da mettere al riparo anche dal criterio di maggioranza, minacciato, ma ancorato all’Art.18 della nostra dichiaraz. univ. dei diritti umani (ignorato da quella islamica)]

 

↑2016.05.02 <provita>: marcia valorosa per la vita [CzzC: non credo che i vescovi polacchi abbiano il totale appoggio di Papa Francesco per far proibire l’aborto senza se e senza ma: perché? Forse per la stessa ragione di tutela del bene maggiore per cui nemmeno io li appoggerei. Ad esempio? Quand'anche l'attuale maggioranza vietasse l'aborto senza se e senza ma, tale divieto durerebbe solo fino alla prossima maggioranza avversa, la quale avrebbe il pretesto di aggravare per ritorsione, sempre a colpi di maggioranza, la libertà dei pro-life, conculcando loro, per reazione, il diritto all'obiezione di coscienza, ... continua]

 

↑2016.04.13 <avvenire>: La «persecuzione educata» evocata da Fr1: viene perseguitato l’uomo non per confessare il nome di Cristo, ma per voler avere e manifestare i valori del Figlio di Dio ... una nazione che non volesse avere nella sua legislazione certe leggi moderne contrarie a quei valori viene perseguitata fino al punto che si «toglie all’uomo la libertà, anche dell’obiezione di coscienza». [CzzC: la sentenza del Comitato CEDS del Consiglio d’Europa contro l’Italia con troppi medici obiettori all’aborto era pronta da mesi: visto il tempismo ad orologeria che intimidì l’apertura del Sinodo con il prete gay Krzysztof Charamsa, ci chiediamo se abbia consistenza l’indizio di tempismo ad orologeria recriminatoria configurabile dalla pubblicazione della sentenza in parola, appena che Fr1 editò l’Amoris Laetitia senza sdoganare i matrimoni gay]

 

↑2016.04.11 <repubblica>: accogliendo ricorso Cgil il Comitato europeo dei diritti sociali (CEDS) del Consiglio d’Europa bacchetta ‘Italia perché discriminerebbe i medici non obiettori, onde sarebbe complicato l'accesso ai servizi di IVG da parte delle donne che vogliono abortire oppure sarebbero dissuase dal farlo. [CzzC: e se il ricorso Cgil-lino fosse finalizzato a contrastare il diritto all’obiezione di coscienza (vedi 2013 e 2010) col pretesto che non sia sufficientemente agevolato l’accesso alla IVG?]

 

↑2016.04.05 Vescovi cattolici polacchi stanno istanziando il divieto totale di aborto in supero della legge 1993 che lo consente solo nei casi estremi (rischio vita gestante, stupro, malformazione grave). [CzzC: cari fratelli polacchi, non fatevi ingannare da intolleranti che in buona o mala fede sono funzionali al nemico dei pro-life e che vi fanno commettere un errore simile a quello in cui provò ad indurci qualche intentatore di un nuovo referendum abrogativo della 194: rafforzate piuttosto l’assistenza l’aiuto alle gestanti e il diritto all’obiezione di coscienza: perché? Continua]

 

↑2015.09.10 Difesa laica della dignità della persona, che è ben più di una scimmia nuda: appelliamoci al residuo lumicino di ragione per salvare la dignità della persona che il montante individualismo trascina a bestialità.

 

↑2015.02.08 <repubblica>: Cons.di Stato: "Stop al decreto del Lazio anti-medici obiettori". A giugno  il presidente  Zingaretti ha firmato un decreto con cui la Regione ridefinisce, delimita e restringe per i dottori dei consultori il "diritto" a non applicare la legge sull'aborto. Seguì ricorso del Movimento per la vita.

 

↑2015.01.10 Rispondo ad un’intervista del sito whitehouse, scegliendo la voce riforme del codice fiscale per fornire il mio parere: nessuna legge fiscale o sanitaria imponga ad un cittadino o a un’azienda di pagare oneri che, in violazione del diritto all'obiezione di coscienza, servano specificamente a pagare l'uccisione di vite umane o a consentire ai gay di affittare uteri per procurarsi cuccioli d'uomo.

↑2014.11.28

<citizengo> Svezia: l’infermiera Ellinor Grimmark è stata licenziata per essersi rifiutata di partecipare attivamente a un aborto; è difesa dall'avvocato Ruth Nordström, un'attivista pro-vita, che si batte a difesa della dignità umana, del diritto all'obiezione di coscienza e contro il traffico di esseri umani. [CzzC: Ho partecipato a un sondaggio del giornale online Dagen.se sulla persona dell'anno ed ho votato per Ruth Nordström: giù fino alla foto di Ruth (prima a sinistra) sotto la domanda Rösta: Vem tycker du är årets förebild? (Vota: pensi che sia il modello dell'anno?); cliccare su RÖSTA;  il riquadro diverrà verde con la scritta Tack.

 

↑2014.07.10 Il sindaco di Varsavia decide di licenziare Bogdan Chazan (uno dei medici più rinomati della Polonia e direttore del Santa Famiglia il miglior ospedale di Varsavia), perché per obiezione di coscienza ha rifiutato di prestarsi all’aborto di un bambino. [CzzC: mi pare che il bambino avesse diagnosi di malformazione, ma la questione è ben altra: se sulla decisione del sindaco abbia pesato di più il rispetto della legge e dei diritti umani o l’allettamento del sistema premiante di quell’Obamismo che è intentato a conculcare il diritto all’obiezione di coscienza e che in Polonia investe assai a sostegno del suo espansionismo antirusso]

 

↑2014.05.20 Il nuovo codice deontologico dell’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri approvato domenica 18 a Torino prevede che se il medico non accettasse le innovazioni imposte dalla Regione rischierebbe sanzioni disciplinari da parte del proprio Ordine. [CzzC: la cultura dominante piega la deontologia dei medici ad insidiare il diritto all’obiezione di coscienza e mira a poterlo fare almeno in qualche regione se non riuscisse a farlo a livello nazionale, il che, a prescindere dal vulnus all’Art18 dei diritti umani, è anche un danno alla nostra efficienza nazionale perché aumenta la polverizzazione e l’incertezza dell’italica normativa per la goduria della pletorica schiera dei nostri azzeccagarbugli]; petizione tramite CitizenGo in difesa del diritto all’obiezione di coscienza.

 

↑2014.03.28 Attentato al diritto di obiezione di coscienza dei medici: nel codice deontologico in vigore il medico a cui venga richiesta una prestazione può rifiutarsi di compierla se essa viola il suo convincimento morale O scientifico. Nel nuovo codice invece si afferma che il rifiuto possa essere sollevato solo nel caso tale richiesta violi i convincimenti morali E scientifici. Il cambio O→E fa sì che laddove il trattamento richiesto abbia validità scientifica, il medico non possa più rifiutarsi sulla base del solo convincimento di coscienza: potresti firmare petizione (hcopy) per contrastare questo attacco ad un pilastro dei diritti umani come l’obiezione di coscienza.

 

↑2013.06.10 Cgil chiede all’Europa di discriminare i medici obiettori

 

↑2013.03.26 L’ONU inserisce nell’elenco delle torture l’opposizione all’aborto. [CzzC: non userei proprio il linguaggio dell’articolo di Tempi in certi passaggi, ma dobbiamo riconoscere che se oggi si definisce tortura l’uso della cautela nelle autorizzazioni di aborto, domani potrebbero essere definiti torturatori gli obiettori di coscienza: Vedi ONU accusa il Vaticano di tortura perché obietta all’aborto]

 

↑2013.01.31 <lanuovabussolaq> Nichi Vendola contro gli obiettori: c’è un sistema pubblico militarizzato dagli obiettori ...  e rispolvera una delibera che aveva fatto adottare dalla sua giunta nel 2009, che proibisce ai medici obiettori e alle ostetriche obiettrici di coscienza di svolgere la professione all’interno dei consultori

 

↑2012.12.04 In alcuni paesi gli obiettori di coscienza in materia di valori non negoziabili rischiano discriminazione; in Italia finora parrebbero più rispettati, ma ci pensa la Cgil a portare anche da noi i pesanti aliti anglosassoni con quelli latini di Zapatero e Vendola: la Cgil sporge reclamo in Europa contro l’Italia perché nel nostro paese i medici non obiettori sarebbero discriminati e l’Italia non garantirebbe un numero di medici obiettori sufficiente al soddisfacimento del diritto di abortire.

 

↑2012.11.07 [CzzC: oggi Obama ha twittato “altri 4 anni”: mi congratulo con lui augurandogli che gli bastino questi 4 anni per revocare le violazioni al diritto all’obiezione di coscienza, ad esempio quella di 1 milione di dollari di multa se un'azienda si rifiutasse di fornire gratuitamente ai dipendenti le spese per interruzione di gravidanza]

 

↑2012.10.27 ABORTO: sarebbe violazione della libertà di azione oltre che della libertà di coscienza contrastare lo spazio operativo dei CAV che profondono abnegazione in soccorso di gestanti in difficoltà così gravi da volere l’aborto obtorto collo, non per diritto di evitare difficoltà. Ma se uno volesse, anziché migliorare pro-life la 194 per difendere e potenziare quello spazio operativo, indire un nuovo referendum abrogativo della legge già sottoposta a referendum, diffiderei delle sue buone intenzioni, per le ragioni che qui (NO194?) documento.

 

↑2012.06.20 Ci rispetteranno la libertà di coscienza i tifosi del bioeticista animalista Peter Singer? Docente a Princeton, fu consigliere di Zapatero, sostiene che l’ antica consuetudine dell’INFANTICIDIO sia da riscoprire anche oggi.

Vedi nota[1]

 

↑2012.06.07 Vorresti indire un nuovo referendum NO194? Clic qui per discernere.

 

↑2011.12.10 Quell'aborto a 16 anni: la madre della gestante avrebbe desiderato un'ordinanza ingiuntiva da parte del magistrato.

 

↑2011.12.03 Abolire il diritto all’obiezione di coscienza: <repubblica> Stefano Rodotà : «Oggi, a più di trent’anni dall’approvazione della legge sull’interruzione di gravidanza, la possibilità dell’obiezione di coscienza dei medici andrebbe semplicemente abolita». <uccronline>: gli ha risposto, oltre al neonatologo Carlo Bellieni, anche il magistrato Giacomo Rocchi, giudice presso il Tribunale di Firenze.  Ricordiamo che l’obiezione di coscienza è stata riconosciuta proprio un anno dal Consiglio d’Europa. Secondo il guru dei pro-death italiani, «quando la legge è stata approvata, la clausola dell’obiezione di coscienza era ragionevole e giustificata: i medici avevano iniziato la loro carriera quando l’aborto era addirittura un reato ed era comprensibile che alcuni di loro opponessero ragioni di coscienza». I nuovi medici, sempre secondo Rodotà, iniziano invece a lavorare quando l’aborto è un diritto e quindi non possono opporre “ragioni di coscienza”. «In questa frase», spiega Rocchi, «è racchiusa la concezione che ha Rodotà, sia dell’arte medica che del lavoro dei giuristi». Gli abortisti pretendono che la coscienza dei medici coincida obbligatoriamente con il dettato della legge. [CzzC: prova a vedere quale ... continua]

 

↑2010.10.11 Una bella notizia (speriamo non temporanea): viene riconosciuto il DIRITTO all'OBIEZIONE di COSCIENZA in materia di aborto dal Consiglio d'Europa: 56 contro 51; nessun cattolico del PD a sostenerlo.

 

↑2010.09.15 Giunta Vendola mirava a discriminare i ginecologi obiettori di coscienza: delibera respinta dai giudici; pure qui

 

↑2009.12.10 Obiezione di coscienza per l'aborto: vietare l'obiezione collettiva (un intero ospedale che dice di NO all'aborto) e ammettere solo quella individuale privata (il chirurgo e l'infermiere in sala operatoria): questo l'intento di Zapatero and company. (da Avvenire 10/12 pag 15 e 18/12 pag 14)

 

↑2009.08.22 Un giudice statale dell'Oklahoma, Vicky Robertson, ha abrogato una parte della legge sull'aborto che permetteva ai medici e al personale sanitario di rifiutarsi di compiere un aborto per obiezione di coscienza o per motivi religiosi. Vedi nota[2]

 

↑2009.06.23 Regione Marche / pillola del giorno dopo: configura come un "illecito" civile e penale l'eventuale rifiuto a prescriverla se richiesta.

 



[1]  se vero che solo i cristiani la respinsero con forza, argomenta Singer, vogliamo credere che essi siano stati gli unici ad aver ragione, mentre tutti gli altri popoli e religioni del passato, avrebbero avuto torto? “L’uccisione dei neonati indesiderati- scrive Singer nel suo “Ripensare la vita” -, o l’uso di lasciarli Il grande filosofo romano pagano Seneca riteneva l’annegamento dei bambini alla nascita un evento ordinario e ragionevole se costoro erano malformati. Tacito accusava i giudei ai quali “è proibito sopprimere uno dei figli dopo il primogenito”, ritenendola un’altra delle loro usanze “sinistre e laide”.

[2] La clausola che ammette un'obiezione di coscienza a protezione dei medici contrari all'aborto è in vigore in quasi tutti gli stati americani e il Presidente Barack Obama ha assicurato di voler proporre una misura che la garantisca a livello federale.(Avvenire 22/08/2009 pag 17)