MATRIMONIO PER TUTTI di serie A (=con diritto all’utero in affitto) Mariage pour tous

I potenti dell’ideologia di gender intendono imporre il MATRIMONIO di serie A PER TUTTI onde consentire alle coppie gay il diritto di programmare un concepito a nascere per essere loro ceduto: essi lamenterebbero sconfitta per discriminazione se non ottenessero il riconoscimento di tale diritto, cioè se venisse loro riconosciuto solo un matrimonio di serie B.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità,  modificata 05/12/2018; col colore grigio distinguo i  miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Correlati: all’ideologia e inquisizione di gender non basta il matrimonio di serie B per i gay; arma di distrazione di massa? adozioni; manif pour tous; frasario L9; principio di precauzione no programmato a nascere x2g; <>matrimonio naturale; GPA, legge di natura cangiante, arma di distrazione di massa?

 

1) A che intentano i suddetti ideologi?

- estendere il significato del termine famiglia alle coppie gay per obbligare gli Stati (quantomeno quelli che hanno ratificato la convenzione ONU) dare loro il matrimonio di serie A, compreso il diritto cruciale, quello di programmare un concepito a nascere per essere loro ceduto;

criminalizzare come omofobi coloro che, pur rispettando i diritti ordinari delle affettività LGBT, adottassero il principio di precauzione per tutelare i diritti dei minori e in base a questo rifiutassero alle coppie gay il diritto di cui sopra.

Salvo alcune nazioni della Sharia, che non hanno ratificato la suddetta convenzione ONU, gli Stati firmatari non negano alle coppie LGBT i diritti connessi alla loro dignità affettiva (ad es. diritti patrimoniali, di reciproca responsabile assistenza, ... ), ma tale rispetto poco importerebbe ai cantori del Leitmotiv L9, la cui voce sarebbe importante negli stati barbari persecutori dei gay (ma lì tace, perché i medesimi potentati hanno comodo il comune inciucio con la dea pecunia e scomodo il timore di cruente ritorsioni), mentre la loro voce si adira per criminalizzare da noi gli stati che riconoscessero i diritti affettivi delle coppie LGBT ma contemplandoli con norme di serie B, cioè negando ai gay gli uteri in affitto e assegnando i bimbi adottabili solo alla unioni legali XYXX di serie A (matrimonio tradizionale, non per tutti).

Comunque sarebbe solo una questione di tempo, perché ‘sti medievali omofobi sarebbero culturalmente perdenti, né li salverebbe l’avanzata degli islamisti, perché costoro si guardano bene dal fatware i propugnatori del “matrimonio per tutti” in quanto il jihad applica la regola che “il nemico del mio nemico è mio amico”, cioè al jihad non conviene contrastare il nemico dei suoi concorrenti, che sarebbero ad esempio le radici cristiane alimentate dal magistero cattolico (il magistero luterano è già addomesticato dai potentati).

 

2) Con quale strategia perseguirebbero l’obiettivo?

La modernizzazione del significato del termine famiglia si potrà ritenere compiuta quando i diritti di adozione minori e di genitorialità acquisita con GPA saranno riconosciuti alle coppie gay allo stesso livello dei corrispondenti diritti riconosciuti alle coppie eterosessuali (matrimonio di serie A per tutti).

Per raggiungere questo obiettivo finale occorre un Pert che fissi l’espletamento di mailstones intermedi, capaci di superare gradualmente ope legis le resistenze culturali di matrice vetero-cattolica. Come?

E’ chiaro che se per famiglia si intende ancora largamente quella fondata su un matrimonio tra uomo e donna con promessa di fedeltà davanti al Sindaco per allevare bene i figli oltre che per badare meglio a se stessi, e se la legislazione di certi paesi ancora intrisi di vetero-cattolicesimo o di islam concepisse solo questa come forma giuridica meritevole di specifico riconoscimento di soggetto pubblico costituzionalmente protetto più delle pattuizioni tra privati contemplate dal codice ordinario, sarebbe arduo per gli intentati in titolo far raggiungere ai gay la serie A (vedi ONU che boccia emendamento “nelle sue varie forme” riferito alla famiglia laddove, al contrario, il Parlamento UE aveva vietato definizioni restrittive del termine famiglia).

 

3) cosa significano i termini astrusi Pert e mailstones?
Per Pert intendi progetto condotto con metodologia scientifica di programmazione per massimizzare il raggiungimento dell’obiettivo finale; per mailstones intendi obiettivi intermedi funzionali ed indispensabili da raggiungere prima dell’obiettivo finale: esempi di mailstones:

- far legiferare la suddetta equiparazione anche solo in alcuni paesi pilota, sfruttando maggioranze più meno temporanee (ad es. Zapatero, Hollande, Obama) ispirate da potenti matrici della cultura dominante ben più che dai papa-succubi: in tal modo i paesi tradizionalisti, che ancora non avessero legiferato l’equiparazione in parola, cadrebbero in difficoltà normativa verso le coppie gay modernizzate con figli che vi immigrassero dal paese modernizzatosi in merito; alla data meno di 30 Paesi al mondo hanno i matrimoni gay, ma basta e avanza, perché tale mailstone crea forte induzione nei restanti;

- se un Paese ancor troppo medievale non fosse ancora maturo per i matrimoni gay di serie A  ma si limitasse a legalizzare le unioni civili, basterebbe indurlo ad introdurre la stepchild adoption (adozione gay del figlio del partner), assist eccellente per le corti di giustizia che, da lì, applicando il principio di non discriminazione, potranno facilmente sdoganare le ordinarie adozioni gay (mi par di sentire gli ermellinati illuminati: se concedi l’adozione ad un gay, come puoi vietarla a due gay che amano parimenti i cuccioli d’uomo ancorché presi con utero in affitto/donato?).

imporre a livello UE una RIDEFINIZIONE di termini che nella millenaria accezione tradizionale non corrispondessero alla Weltanschauung cui si cerca di piegare l'umana convivenza (il sesso non sarebbe optabile? Basta imporre il concetto di identità di GENDER, optabile, vedi racc.UE 2009(***);

- imporre a livello UE il DIVIETO per gli stati DI FISSARE LA DEFINIZIONE TRADIZIONALE a termini che la medesima Weltanschauung colonizzatrice intendesse RISIGNIFICARE estensivamente (ad esempio impedire che qualche stato definisca “famiglia” solo quella eterosex matrimoniale; imporre il divieto di dare "definizioni restrittive di famiglia"); il Parlamento UE.2012.03 ha compiuto questa invasione imperialista sul significato di famiglia, esattamente così (non mi aspettavo così presto) e i nostri ermellinati se ne infischiano che ONU.2004.07 bocci emendamento “nelle sue varie forme

------------------------

(***)Risoluzioni sull'integrazione della dimensione di GENDER/genere: 13/03/2003 al Parlamento europeo, 18/01/2007 nell'ambito dei lavori delle commissioni, 22/04/2009 nell'ambito dei lavori delle commissioni e delle delegazioni, 7/05/2009 nelle relazioni esterne dell'Unione europea, eccetera. Un riferimento obbligato e generale è quello ai Principi di Yogyakarta per l'applicazione delle leggi internazionali sui diritti umani in relazione all'orientamento sessuale e identità di  genere (qui § 27), adottati nel 2006 e considerati dal Consiglio d’Europa nel documento "Diritti Umani e Identità di Genere",  del 29 luglio 2009  [ M.O’FLAHERTY-J.FISHER, Sexual Orientation, Gender Identity and International Human Rights Law: Contextualising theYogyakarta Principles, Human Rights Law Review 8:2 (2008) Oxford University Press

 

4) perché tiro in ballo i cattolici e non anche gli altri cristiani?

Vero, ci sarebbero gli Ortodossi su questa linea di difesa in analogia ai cattolici, e gli evangelicali, non a caso additati come ecumenismo dell’odio da qualcuno che preferirebbe ad esempio i Valdesi e non solo perché Scalfarotto si farebbe tale:

Scalfarotto se avessi la fede sarei Valdese

- 2011.06.26 Prime nozze GAY in Italia, celebrate dalla pastora valdese Anna Zell

- dovrei linkare qui la trasmissione di Culto evangelico di Rai.Radio1 una domenica mattina che udii sbeffeggiare i cattolici per le distinzioni di serie A/B che stavano tentando di fare con i PACS e i DICO: era in occasione della consacrazione del vescovo gay: osannò gli anglicani contro i cattolici

 

 

2018.01.19 <tempi> Introvigne: «L’etichetta “omofobia” è ormai utilizzata come una sorta di bastone». [CzzC: convengo con Introvigne sulla contraddizione di quegli oligopoli informativi che esibiscono "Je suis Charlie” per affermare l'assoluta libertà di espressione, fosse pure in vilipendio di simboli religiosi, ma poi eccepiscono quando si parlasse della famiglia, e criminalizzerebbero come omofobo chi non volesse quel matrimonio di serie A per i gay che affermerebbe il diritto di programmare un concepito a nascere per essere loro ceduto. Trovo pacata e arguta l’osservazione di Introvigne su quella Repubblica che ordirebbe pro suddetta criminalizzazione. Continua]

 

↑2017.08.30 <tempi>: A favore dei matrimoni gay in Australia si sono schierati non solo, come prevedibile, i “cristiani del dissenso”, ma pure i vertici di due prestigiosi college gesuiti, sebbene guardandosi dal raccomandare esplicitamente un voto per il sì.

 

↑2017.06.30 <tiscali>: il parlamento tedesco approva il matrimonio gay; Merkel vota contro [CzzC: per convinzione o per immagine? I luterani come lei già lo sdoganarono]

 

↑2016.08.26 <giornale>: in due mesi celebrate 12 nozze gay [CzzC: aspettiamo il trend di crescita prima di connotare il dispendio di risorse pro Cirinnà come alterazione delle priorità]

 

↑2016.02.25 <lastampa>: Müller: “Non è possibile un matrimonio tra due uomini”. Il cardinale e prefetto della Congregazione per la dottrina della fede, ribadisce la posizione della Chiesa. «I politici devono servire la comunità e non imporre una falsa ideologia» [CzzC: temo che potrebbero fartela pagare cara questa inequivocabile affermazione, sia i protestanti che già benedicono le nozze gay, sia certi togati di Strasburgo, perché il Parlamento UE 13/03/2012 ha detto “no a definizioni restrittive del termine famiglia”: questa volta però avresti dalla tua la risoluzione ONU per i diritti umani che l’8/07/2014 ha respinto perfino il voto di Renzi sull’allargamento del significato del termine famiglia alle sue “varie forme”]

 

↑2016.02.24 <news.va>: il Grande Imam di al-Azhar contro le nozze gay: «purtroppo alcuni capi di Chiese negli Stati Uniti accettano i matrimoni omosessuali. Mi chiedo cosa è rimasto della Bibbia in quelle Chiese» . Ad es nella Presbyterian Church Usa. [CzzC: caro islam moderato, collaboriamo per il bene comune! ONU2]

 

↑2016.01.29 Ricevo da amica1 e2: due testi letti da Padre Livio, reperibili anche su radio Maria:

- il 1° è la lettera che il card. Bergoglio ha scritto nel 2010 a 4 monasteri carmelitani di Buenos Aires in occasione del voto al senato della Repubblica argentina sulla proposta di legge intesa a legalizzare il matrimonio e le adozioni gay, pubblicata anche da "Libero" in questi giorni.

- il 2° è la testimonianza della canadese Dawn Stefanovicz, che scrisse anche un libro sulla sua esperienza di crescita con una coppia di genitore1e2 gay.

 

↑2016.01.07 <tempi>: 4 contrappunti alle tesi di Rodotà che è tornata a ribadire la necessità del matrimonio egualitario: il ragionamento di Rodotà poggia su un equivoco di fondo circa il principio di uguaglianza: ignora proprio la giurisprudenza costituzionale afferma che occorre trattare casi simili in modo simile e casi diversi in modo diverso.

 

↑2015.10.27 <MassimoIntrovigne>: Nozze gay, i giudici bocciano i sindaci: «Le loro trascrizioni sono illegittime». La sentenza del Consiglio di Stato "per una volta, applica la legge anziché inventarla ... sgangherata reazione della lobby gay». [CzzC: questi attacchi a giudici che rispettano la legge attuale sono la prova non solo della strabica concezione di democrazia e di giustizia propria di certa ideologia, ma sono indicatori di come andremmo a vivere sotto la gender inquisizione quando la libertà di espressione in materia, che dissentisse da quella ideologia, divenisse con Scalfarotto reato equiparabile al razzismo. ... continua]

 

↑2015.09.09 <avvenire>: con 390 sì, 151 no ieri il Parlamento Europeo ha deciso di promuovere i matrimoni gay in tutta la UE, anche nei 10 Stati Membri che ancora non hanno questo istituto. Contrario il PPE. Si viola il principio della competenza nazionale riservata dal trattato Ue agli Stati in materia di diritto familiare e di istruzione. [CzzC: ovviamente i vincitori intendono per i gay il matrimonio di serie A, mica si accontentano di quello di serie B per i gay, cioè quello privato degli uteri in affitto; siamo al diritto della forza, configurato dal brandire colpi di maggioranza su valori particolarmente sensibili, come quelli dei più deboli come i cuccioli d’uomo, che dovrebbero essere messi al riparo da tali colpi come diceva Benedetto XVI a Berlino, capitale che ben ricorda i truculenti effetti di certi colpi di maggioranza]

 

↑2015.09.08 <repubblica>: Secondo “La Civiltà Cattolica” il Papa mira a benedire le unioni omosessuali oltre alla scontata ammissione dei divorziati risposati alla Comunione eucaristica. [CzzC: ma Papa Fr1 non mi pare succube della cultura dominante, ... continua ...]

 

↑2015.09.04 <forbes>: sei reo di omofobia se neghi ai gay l’utero in affitto? Sì per gli affaristi della maternità surrogata, prima ancora che per Scalfarotto. La rivista economica Forbes ... continua ...

 

↑2015.07.22 <avvenire>: Puppinck: «Nozze gay, dai magistrati europei sentenze politiche per condizionare gli Stati». La Corte europea dei diritti dell’uomo strumento di un’ideologia individualista e ultraliberale, con un ruolo politico invasivo [CzzC: pushing su nostra legge unioni civili] a scapito di quello giuridico: si definisce la 'coscienza d’Europa' e stravolge i diritti umani originari della Convenzione siglata a Roma nel 1950.

 

↑2015.07.08 <tempi>: Usa, Montana. Dopo le nozze gay parte la battaglia per legalizzare la poligamia: Nathan Collier è pronto a fare causa allo Stato se non riconoscerà la sua situazione poligamica. È stato ispirato dalla sentenza che ha legalizzato i matrimoni gay [CzzC: e potrebbe non finire lì: hai mai sentito parlare di matrimonio con animali?]

 

↑2015.06.30 <aleteia>: parla la figlia di un gay: è dal 2005 che in Canada vige il matrimonio gay e da allora è un crescendo gender  inquisizione con restrizioni alla libertà di parola e di educazione: essendo considerata “omofoba” qualsiasi espressione che metta in discussione il matrimonio gay, è alto il rischio di conseguenze disciplinari, di licenziamenti, di interferenze statali sull’educazione non solo a scuola: lo stato può supervisionarti in casa come genitore, e, se non gli piace ciò che insegni ai tuoi figli, cercherà di toglierli dalla tua casa. I docenti che partecipassero a dibattiti pubblici considerati in tema “politicamente scorretti” potrebbero essere indotti alla frequenza di lezioni di rieducazione, pena la perdita della cattedra. [CzzC: preferirei più circostanze probatorie con nomi e date. I corsi di rieducazione con docenti tifosi Arcigay sono previsti anche dai nostri Scalfarottiani?]

 

↑2015.06.26 <ansa e vari>: La corte suprema federale impone i matrimoni gay a tutti gli stati USA: con un 5a4 è imposto a tutti gli stati USA il same-sex marriage (SSM). Obama agli avvocati: «orgoglioso di voi, l’amore vince». [CzzC: è uno strano amore quello che vince contro il diritto all’amore eterogenitoriale dei cuccioli d’uomo fatti produrre per i gay da uteri in affitto]

 

↑2015.05.26 odo Mancuso a Radio1 Radio anch’io h8,45 che sui matrimoni gay sostiene necessità di andare oltre le legislazioni di Germania, Austria e Svizzera che ancora hanno delle limitazioni rispetto al matrimonio di serieA, mentre si dovrebbero equiparare a tutti gli effetti: h9,08 mando un sms al 335 6992949: su matrimoni gay: nemmeno Galantino pare contrario al matrimonio di serieB per i gay, ma mi pare che Mancuso voglia quello di serieA per i gay, cioè riconoscendo loro il diritto di spesarsi uteri in affitto. O sbaglio?

 

↑2015.05.26 <radio.va>: Card. Parolin: "non una sconfitta dei principi cristiani, ma una sconfitta per l’umanità” è il referendum che in Irlanda ha approvato il matrimonio tra persone dello stesso sesso. La crisi attuale ha anche origini antropologiche, “serve una formazione morale dell'individuo; la Chiesa deve tener conto di questa realtà ma nel senso di rafforzare il suo impegno per l'evangelizzazione". [CzzC: emergenza educativa, sfida educativanuova evangelizzazione...]

 

↑2015.05.11 <news.va>: Papa Fr1: stenere gli impegni, “esigenti ma magnifici”, del matrimonio cristiano nonostante nel mondo si offrano “modelli di unione e di famiglie incompatibili” con la nostra fede. È il mandato del Papa ai vescovi del Togo, in “visita ad Limina”.

 

↑2015.02.25 Se ti preme il diritto all’obiezione di coscienza, attento a non invocarla per questioni secondarie: rischieresti di compromettere la difesa di questo diritto in ambiti ben più prioritari come l’obiezione di coscienza in materia di aborto o di adozioni gay.  <lanuovabq>: Niente fiori per nozze gay? Non puoi fare il fiorista, scrive Massimo Introvigne. [CzzC: commento qui con opportuno discernimento]

 

↑2012.05.25 <avvenire>: sulle nozze gay la UE si ripete: passa l’ennesima risoluzione sull’omofobia. Si spaccano i popolari: 3 italiani a favore