modificato 11/11/2017

 

Irlanda: debito pubblico, dumping fiscale, matrimoni gay in costituzione

Correlati: da Paese cattolico a laicista, grazie anche agli scandali della cleropedofilia

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

<wikipedia>: 4,7M ab, 85% cattolici. Pil pro capite 42k$ come Svezia, più della Germania, ma in 5 anni tra il 2007 e il 2012 il debito pubblico in percentuale del Pil è passato dal 24,8% al 116,1%. Per attrarre investimenti esteri l’Irlanda gioca con fiscalità da paradiso fiscale. Anche a causa degli scandali da cleropedofilia è montata una fulminea laicizzazione sulla diffusa cattolicità, tanto che il Paese è stato il primo al mondo a mettere i matrimoni gay in costituzione. In Irlanda c’è una scuola Montessori ogni ~12k abitanti, in UK, USA, Olanda, Germania, Svezia una ogni ~60k abitanti, in IT ce n’è una ~400k abitanti; qui video.BBC.

 

 

09/11
2017

<corriere wired espresso>: Paradise Papers: la concorrenza fiscale non viene fatta solo da quei Paesi che ci fanno pensare al paradiso, ma anche da Stati come l’Olanda, l’Irlanda, Uk o il Lussemburgo

05/03
2017

<aleteia> si sapeva già dal 2014 del ritrovamento della fossa comune con centinaia di bambini morti tra il 1925 e il 1961 vicino a casa per ragazze madri a Tuan, ma la notizia è ancora ripresa con illazioni del tipo di quelle per le quali già nel 2014 l’Associated Press chiese scusa. <thejournal>: le conclusioni dell’inchiesta saranno nel febbraio 2018.

18/12
2016

<sole24h>: la “battaglia delle tasse” sta contagiando anche i paesi dell'Unione europea. Olanda, Irlanda, Lussemburgo e Cipro sono entrati nella classifica dei 15 paradisi fiscali societari più aggressivi del mondo: sono tra i principali responsabili a livello globale della corsa al ribasso sulla tassazione degli utili d'impresa che sottrae miliardi di euro alla lotta alla disuguaglianza e alla povertà. Una corsa, o “battaglia” come viene definita, che non va a vantaggio delle piccole e medie imprese (che in Italia rappresentano la quasi totalità delle realtà produttive) ma delle grandi multinazionali come Apple, Google o Starbucks.

29/10
2016

<altraeconom>: l’ONU vota 123sì/38no pro avvio2107 negoziati per mettere al bando gli ordigni nucleari (campagna ICAN), ma l’IT con Gentiloni vota contro: a favore c’erano non solo Austria, Brasile, Irlanda, ma anche una risoluzione del Parlamento europeo 415sì/124no. [CzzC: non sorprende che un sessantottino si inchini alla cultura dominante del masso Nobel pace, anche perché pecunia non olet (Nato-F35).]

28/02
2016

<Adinolfi/fb> 100 anni fa la rivolta cattolica indipentista in Irlanda contro il dominio protestante inglese, nel 1916, centrò il successo con la nascita dell'Eire. Resta la ferita dell'Irlanda del Nord, che ha provocato una guerra fermata da Gerry, l'uomo con la barba in cappotto scuro di questa foto [CzzC: che sia un caso che a pretendere le adozioni gay siano soprattutto quei protestanti che bardati da luminati labari insistono irripresi a provocare i cattolici con le marce orangiste sovente segnate dal sangue?]

17/05
2016

<dominusj>: 15 teologi contro il Card. Müller prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede (Cdf): Paul Collins, William Morris, Patrick Power (Australia), Charles Curran, Roy Bourgeois, Jeannine Gramick, Elizabeth A. Johnson, Paul Knitter (Usa), Ignatius O’Donovan, Owen O’Sullivan, Brian D’Arcy, Tony Flannery, Gerard Moloney (Irlanda), Teresa Forcades, Marciano Vidal (Spagna); qualcuno di loro era già stato giudicato dalla Cdf per contrarietà al magistero in etica sessuale. Scrivono che «i processi e le procedure della Congregazione per la Dottrina della Fede sono contrari alla giustizia naturale e necessitano di una riforma ... non riflettono i valori evangelici di giustizia, verità, integrità e misericordia ...» [CzzC: caro Papa Fr1, aiutaci a discernere col tuo magistero]

28/05
2015

<internazionale>: L’Irlanda ha detto sì ai matrimoni gay, sarà il primo paese al mondo a introdurre il matrimonio tra persone dello stesso sesso nella costituzione, grazie al referendum che si è tenuto il 22 maggio. Dal 2010 le coppie omosessuali potevano già contrarre le unioni civili nel paese. Il matrimonio ugualitario introdurrà le stesse forme di protezione per le coppie omosessuali e per quelle eterosessuali. <radio.va>: Card. Parolin: "non una sconfitta dei principi cristiani, ma una sconfitta per l’umanità

2015

Quante streghe giustiziate? Da qui e perfino da questo BBC.vid si trarrebbe, con beneficio di inventario, che nei Paesi che avevano l’Inquisizione, le “streghe” giustiziate furono soltanto 310 (precisamente, 300 in Italia e Spagna e soltanto 10 in Portogallo), a cui si aggiungono (per rimanere in ambito cattolico) i 600 casi della Francia e i 4 dell’Irlanda. La grande massa (tra le 15.000 e le 25.000 vittime) è concentrata in Germania, mentre la piccola Svizzera contribuì al massacro con 3.000, la Scandinavia con 2.000 e la Scozia con 1.000. Si ha quindi conferma che la mattanza fu concentrata soprattutto nei Paesi luterani, calvinisti, anglicani o in quei piccoli Stati tedeschi che non avevano l’Inquisizione cattolica. Dunque, l’Inquisizione costituì non un incentivo (come a lungo ci è stato fatto credere), bensì un freno (e molto efficace) contro la persecuzione delle “streghe”.]

07/08
2013

In Germania, Spagna e Italia la maternità surrogata è proibita. È tollerata in Belgio, Grecia, Irlanda e Olanda, per carenze normative. Nel Regno Unito è legale e in Francia lo potrebbe diventare presto, viste le pressioni legate alla recente normativa sul matrimonio tra persone dello stesso sesso.

18/01
2013

Sentenza in Irlanda: «Non esiste il diritto al suicidio». Marie Fleming chiese il suicidio assistito, la Corte respinge: «Il suicidio assistito è nemico dell’ interesse pubblico e, come provato da altri paesi, una volta legalizzato il rischio di abusi è reale» [CzzC: una buona legge deve parare il rischio di abusi: ma vedrai che l’Irlanda fra qualche anno si esprimerà diversamente in merito]

30/11
2012

Come si festeggia il Natale nel mondo: Inghilterra, Irlanda, Finlandia, Germania, Ungheria, Svezia

26/03
2012

<corriere>: Erigere una statua per ricordare il CHE oppure a memoria delle vittime di quell’assassino? C'è una statua che sta creando imbarazzo tra Irlanda e Us: il comune di Galway, cittadina universitaria irlandese, vorrebbe dedicare al rivoluzionario argentino una statua in nome delle sue antiche origini irlandesi. [CzzC: 23/11/2016 annoto che non so come sia andata a finire, ma dopo le adozioni gay sdoganate in Irlanda, forse qualcuno potrebbe dissentire quantomeno memore di quanto male abbia fatto il CHE ai gay]

16/09
2011

Irlanda: un gruppo di preti chiede l'abolizione del celibato; il vescovo emerito di Derry, Edward Daly, li supporterebbe.

L’ associazione dei sacerdoti, sostenuta da un vescovo emerito, chiede l’ abolizione del celibato. Un tema discusso animatamente da molti anni.  Giacomo Galeazzi - Città del Vaticano. 

Un altro gruppo di preti, questa volta irlandese, chiede l'abolizione del celibato. L’ Associazione dei sacerdoti cattolici ha preso pubblicamente posizione a favore dell’ abolizione del celibato obbligatorio ricevendo il supporto del vescovo emerito di Derry, Edward Daly. «A spingerci in questa direzione è sia la crisi delle vocazioni sia un impegno di fondo - spiega padre Brendan Hoban, fondatore dell’ associazione -. Nei prossimi dieci-quindici anni si verificherà [...] una drastica riduzione del numero di sacerdoti e non esiste un “piano B”. Se il Vaticano crea una nuova prelatura personale per i preti sposati anglicani, perché non estendere all’ intero clero questa possibilità?».

02/10
2010

Irlanda: pena di reclusione se un Ufficiale di Stato rifiuta di celebrare unioni omosessuali.

02
2010

Cleropedofilia <wikipedia>: due inchieste governative sugli abusi sessuali: dopo aver ricevuto i vescovi nel febbraio 2010 a Roma, Benedetto XVI rese pubblica una lettera ai cattolici d'Irlanda che costituiva una novità rilevante, come osservò il quotidiano francese Le Monde, soprattutto in relazione alla richiesta di collaborazione con le autorità civili e alla denuncia della cultura del segreto che ha permesso la moltiplicazione delle violenze sessuali. Lettera che provocò una serie di dimissioni: dal vescovo John Magee a monsignor James Moriarty, vescovo di Kildare e Leighlin