INGANNO, MENZOGNA, TRADIMENTO, MISTIFICAZIONE, CONTRAFFAZIONE, FAKE NEWS.

Sorridiamo delle burle, ma ci sarebbe da piangere sui tanti danni al bene comune indotti  pelosamente dalla diffusione degli inganni, del falso (La mentira me destruje), e dalla neutralizzazione del vero. Esistono anche ingannatori che sono tali solo per scarsa conoscenza della realtà, ma anche tale "reato involontario" dovrebbe essere prevenuto e perfino perseguito in assenza di resipiscenza.

Sorvolo sulle contraffazioni di merci, per annotare in questa pagina soprattutto quelle informative. Alla crescente potenza dei mass media (sia in capacità comunicativa sia in fruibilità dell’utenza) pare non corrisponda un’adeguata crescita di responsabilità dei diffusori di informazione, al punto che l’abuso di menzogna può divenire un’arma di distruzione: Fr1 <ansa2016.09>: «un articolo viene pubblicato oggi e domani verrà sostituito da un altro, ma la vita di una persona ingiustamente diffamata può essere distrutta per sempre». Continua qui sugli effetti distruttivi della menzogna, che sono scarsamente mitigabili da un’eventuale SMENTITA.

Attenzione, anche chi denuncia la disinformazione potrebbe fare disinformazione, vedi qui ad esempio.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità,  modificata 18/09/2021; col colore grigio distinguo i  miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Correlati: informazione seminante piene o mezze bugie e dissimulante verità per ingannare, neutralizzare e/o contenere informazioni, framing; senza data; showbiz, giornalismo, testate, criminalizzare, guerra mediatica, OSDH, grande menzogna sulla Siria, Thierry Meyssan; Lucaroni, lucrare; calunnia; pregiudizio; monopoli informativi; reductio ad Hitlerum, Taqiyya e Kitman, US tradiscono

 

2021.09.16 <repubblica> Concorsi truccati, massoni e molestie: "Questa è la Malauniversità che ho conosciuto". Esce il libro del ricercatore siciliano Giambattista Scirè, animatore di Trasparenza e merito contro i privilegi baronali. La scioccante storia di Linda, assistente universitaria a Bologna. [CzzC: diversa dal caso Anna Linda Zignego/FI? Key Trasparenza]

 

↑2021.07.25 <inserto di VT pag5> Simone Weil visse una continua tensione verso la verità: «il bisogno di verità è il più sacro di tutti eppure non se ne parla mai, la lettura fa spavento quando ci si è resi conto della quantità e della enormità di menzogne materiali diffuse senza vergogna anche nei libri degli autori più amati; e così leggiamo come se si bevesse dell'acqua da un pozzo sospetto»

 

2021.07.13 Come montare una piena fake news a partire da mezze verità. Il titolo del <fattoquotidiano> «Ddl Zan, l’appello delle associazioni cristiane (e non solo) al Senato: “Approvatelo senza modifiche”» sarebbe una mezza verità, col falso nel determinativo "delle" (al posto di "alcune associazioni protestanti"), visto che tra i firmatari leggiamo Consiglio nazionale federazione femminile evangelica valdese e metodista, la Rete delle donne luterane, la Federazione donne evangeliche, la Federazione giovanile evangelica, mentre i firmatari cosiddetti cattolici sarebbero riconducibili ai gruppuscoli sedicenti di base, famosi anche per ascendenti scomunicati (vedi qui e qui), con megafono Adista, Luigi Sandri&C.

Repubblica omette l'errato articolo determinativo e aggiunge "cattolici di base", come se fossero un'area ufficiale della chiesa cattolica anziché gruppuscoli adusi come suddetto al dissenso denigrante il Magistero, una sublimazione amplificata dal <manifesto> e montata fake news dalla pelosità di <gayburg> «Ddl Zan, 71 associazioni cattoliche ne chiedono l'approvazione senza modifiche»: la menzogna è servita. Continua

 

2021.06.14 <corriere google> che la Cina sia la più grande fabbrica di contraffazione al mondo è noto a tutti, ma a quali rischi espone i consumatori lo sanno in pochi. Grazie a un'analisi degli interventi della GdF possiamo vedere di quali prodotti si tratta e come funziona l’inganno.

 

2021.04.16 <analisidifesa> Collaboratori Afghani traditi dagli USA, come a Saigon, come i Curdi  in Siria/Iraq. Coloro che in questi venti anni fidandosi si sono esposti per essere dalla “nostra” parte (poliziotti, interpreti, genitori che hanno osato mandare anche le figlie a scuola) sanno che arriverà la vendetta dei talebani grazie anche ai tanti delatori opportunisti, mentre i talebani hanno sempre detto con aria di superiorità “voi avrete gli orologi ma noi abbiamo il tempo”. È criminale ingannare milioni di persone e poi lasciarle al loro infelice destino.

 

2021.04.09 <s24h> In data 9 aprile +718 deceduti: sui numeri odierni delle dimissioni e dei deceduti pesano i dati comunicati oggi dalla Regione Sicilia, recuperando dati non comunicati nei mesi scorsi (in particolare 258 decessi) <ansa 30Mar, corriere> Inviati dati falsi sulla pandemia a Iss. Intercettato l'assessore Ruggero Razza: "Spalmiamo i morti". Ai domiciliari alcuni dipendenti dell'Assessorato alla Salute, si dimette l'assessore.

 

2021.02.20 segnalo il sito unfakenews di Legambiente, che aiuta a smentire scientificamente la disinformazione disseminata da profittatori di creduloneria. Stamane a radioRadio24 udii un relatore del suddetto sito smontare tra l'altro le bufale montate contro gli impianti di produzione biometano: considerata la scarsità di impianti (soprattutto al sud) e la grande abbondanza di materia prima da mandare ai "digestori", il relatore auspicava la realizzazione di un impianto per provincia, lamentando che oggi si manda in discarica o partono camion dalla Sicilia al Nord. [CzzC: il relatore mi consenta solo una piccola correzione: osservo che il criterio "per provincia" è più clientelare che scientifico, dato che abbiamo 32 province con meno di 250.000 abitanti; si divida il territorio per aree in base al numero di tonnellate-kilometro di raccolta rifiuto digeribile e si installi un digestore in quelle scoperte; su digestori e inceneritori potrà aiutare il recovery fund, Zanotelli permettendo.]

 

2021.01.26 Sarebbe «perché siamo così tanto vicini al allo stato del Vaticano» se non si istituisce in Italia una giornata per la prevenzione dei suicidi? Sì, stando al pregiudizio fazioso che Maddalena Oliva, vicedirettrice de Il fatto quotidiano, ha mandato in onda il 26Gen2021 conducendo la trasmissione RadioRai3 Prima Pagina, sulla cui pagina facebook postai il seguente commento. Udii stamane a <Radio3Primapagina at1h18m> la signora Rocchina Stoppelli riferire con sofferenza che sua figlia si tolse la vita a 17 anni senza apparente motivo e che è necessario rinforzare la prevenzione (ha fondato un'associazione allo scopo) per contrastare l'aumento dei suicidi (2ª causa di morte tra gli adolescenti secondo l'OMS), ma non se ne parla abbastanza. La conduttrice M.Oliva condivise la necessità che se ne parli di più, ma mise "in cauda venenum": <mp3, interiezioni e ripetizioni come in originale> «come è già avvenuto in altri paesi, penso ad esempio alla Gran Bretagna, una giornata nazionale per la prevenzione al suicidio, insomma noi su questo devo dire, forse perché siamo così tanto vicini al allo stato eeh del Vaticano, uhm, abbiamo un pochino di timidezza ad affrontare ad affrontare questi temi che invece fanno parte fanno parte della vita». [CzzC: commento qui con keys finevita surrettizio paralogismo Magistero Petrino fede che dà resilienza]

 

2021.01.15 <Wikipedia> non è una fonte affidabile perché può essere modificata da chiunque in qualsiasi momento e, perciò, qualsiasi informazione in esso contenuta in un determinato momento potrebbe essere vandalismo, lavori in corso o semplicemente sbagliata. Poiché Wikipedia è un progetto gestito da volontari, non può monitorare costantemente ogni contributo: ci sono molti errori che rimangono inosservati per giorni o addirittura anni. Pertanto, Wikipedia non dovrebbe essere considerata una fonte definitiva in sé e per sé. Lo stesso vale per i progetti gemelli di Wikipedia , così come per i siti web, libri o altre pubblicazioni che vi attingono come fonte. [CzzC: plaudo alla trasparenza di Wikipedia]

 

↑2020.11.13 <nuovaEu et> Dopo la guerra (persa dagli armeni) nel Nagorno Karabakh. Un antico detto recita: chi controlla Shushi controlla il Caucaso. L'accordo di tregua prevede la restituzione all’Azerbaijan dei distretti circostanti che conferivano continuità territoriale tra Armenia e Artsakh; il dispiegamento di militari russi nel ruolo di peacekeeper; la preservazione del «corridoio di Lachin» tra Armenia e Artsakh e l’apertura di una viabilità a libero scorrimento tra Azerbaijan e Nakhitchevan al margine inferiore della regione di Syunik, nei pressi del confine armeno-iraniano; la validità quinquennale dell’accordo. Una spudorata controinformazione <presid.az> ha presentato gli armeni come aggressori e gli azeri come aggrediti.

 

↑2020.10.18 andamento Covid: condivido eziologia e prevenzione suggerite dal prof. Andrea Crisanti <huffp> aveva visto giusto fin da Vo’ Euganeo dove si era messo a fare tamponi agli asintomatici, evitando il peggio. Sui 69 giorni di lockdown marzo-aprile? Avrebbe preferito chiudere immediatamente solo la Lombardia. La riapertura di maggio? “Mancano tracciamenti e controlli, non è stata organizzata”. E ad agosto? “Troppi errori e messaggi sbagliati, presto avremo mille infetti al giorno”. Discoteche? “Non solo andrebbero chiuse, ma proprio non dovevano aprire”. La proposta? "400mila tamponi al giorno con modalità e costi inferiori a quanto speso finora; in attesa del vaccino, servono test di massa e tracciamento". La Cina di Xi “ha mentito sull’inizio della pandemia, sul numero dei casi, sulla mortalità e sugli asintomatici. Una totale mancanza di trasparenza”.

 

↑2020.08.21 <repubbl fq google> per non avere estradato Battisti, Luiz Inacio Lula da Silva si scusa con le famiglie delle vittime: «Ha ingannato molta gente in Brasile, non so se ha fatto altrettanto in Francia (Carla Bruni?), ma la verità è che c’erano molte persone che pensavano che fosse innocente». Una delle famiglie: «Meglio tardi che mai ... Adesso voglio vedere cosa dice chi aveva appoggiato la sua decisione ... ». [CzzC: già, anche più di Lula dovrebbero pentirsi pubblicamente tanti fiancheggiatori giustificatori italo-francesi].

 

↑2020.08.03 <google yt> La profezia di Pasolini, niente di più feroce della banalissima televisione: tutto il mondo che viene dall’alto è più forte di ciò che si vuole dal basso. Il grande PPP aveva capito il grande inganno in atto contro i popoli, dalla cultura consumista, la mercificazione della società, l'imposizione di un materialismo autodistruttivo, e sopratutto la televisione, dove già intuiva il grande potenziale propagandistico ...

 

2020.02.26 <osservdiritti> Azerbaijan: gli osservatori (Osce e Consiglio d'Europa) denunciano «brogli» alle ultime elezioni del 9 febbraio: una mancanza di trasparenza, al punto da minare la credibilità del regime del presidente Ilham Aliyev [CzzC: menzogna ed inganno di serie kitman? E pensare che l'Azerbaijan fa parte della CEDU che ci vuol dare all'Italia lezioni di etica e diritti umani]

 

↑2019.11.05 <giornale> Lo studioso del gender ammette: "Mi sono inventato tutto". Christopher Dummitt, professore canadese della Trent University e autore di alcuni importanti saggi sul gender, ammette i propri errori: "Faccio mea culpa". Non solo l'ideologia gender esiste, ma chi l'ha sponsorizzata per anni ora si pente e ammette di aver falsificato le conclusioni delle sue ricerche. Per molti attivisti, sottolinea, "dire che il sesso è una realtà biologica equivale a hate speech" e gli ultra-progressisti "accusano chiunque lo affermi di negare l'identità delle persone transessuali e ciò equivale a voler causare danni a un altro essere umano. A tal proposito, il cambiamento culturale è stato stupefacente".

 

↑2019.07.08 <fb google> Le guerre di Siria, libro di Michel Raimbaud: "Mentono ... e sanno che stanno mentendo ...Eppure continuano a mentire sempre più forte". Con questa frase scritta da Naguib Mahfouz, Michel Raimbaud mostra la volontà di stabilire la verità su un conflitto che è stato così male trattato dai media e da alcuni esperti.

 

↑2019.03.27 <corriere google> Lilli Gruber minaccia la Meloni di toglierle l’audio a Otto e Mezzo, perché le aveva detto “Sul congresso delle famiglie/VR sono state dette molte falsità»

 

2019.03.25 <rai yt tgc24 latq> Cesare Battisti ammette di aver ucciso: "Per me era una guerra giusta". [CzzC: più delle sue scuse servirebbero quelle di sinistri intellettualoidi, non solo francesi, che ne favorirono la latitanza e delegittimavano chi la voleva far cessare: ricordiamo le menzogne che montava il C.Battisti a <LeIene2017.10.08at2.51> «non ho mai ammazzato, l’assassinio non si giustifica mai nemmeno per una giusta causa» assieme ad alcune verità «sono italiano, ma mi sento più francese, sono un uomo di sinistra, non ricordo l’ultima volta che ho sparato»]

 

↑2019.03.03 <repubbl google> Vittorio Di Battista, padre di Alessandro, racconta su Fb di essere andato in tre diversi gazebo a votare per le Primarie Pd, ma posta il falso alle 7.36, cioè prima dell'apertura dei seggi [CzzC: non mi sentirei di indirizzare un qualis pater al figlio, ma ad altri di quel movimento, ingannatori economici e non solo]

 

↑2019.01.08 <independent> In the Princess Latifa affair, Mary Robinson has willingly tarnished her reputation for Dubai's regime. Not only in this a clear misuse of Robinson's former office as UN high commissioner for human rights, it undermines the movement for the fair treatment of women

Nella vicenda della principessa Latifa, Mary Robinson ha volontariamente offuscato la sua reputazione pro regime di Dubai. In ciò si configura non solo un chiaro abuso dell'ex ufficio di Robinson (irlandese) come alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, ma un minare il movimento per il trattamento equo delle donne. [CzzC: più per potenza persuasiva o dissuasiva della dea pecunia?]

 

↑2019.01.03 Antonio Maria Rinaldi economista euroscettico, dichiara a RadioAnchio che il debito pubblico italiano è raddoppiato dal 1999 al 2018. Scrivo a RadioAnch’io.fb.Rai: «... caro Zanchini, chieda a quel signore che esibisca i numeri reali a riprova di quanto ha detto, se non vuol passare per ingannatore, per favore; è vero che la zavorra al nostro sviluppo è l’immane debito pubblico, ma occorre dire almeno due verità, assolvendo totalmente l'euro al riguardo

1) il nostro debito pubblico è esploso dal 60% al 120% del pil nel ventennio 1970-1990 a causa di sinistre sconsiderate propensioni alla spesa corrente in deficit;

2) pesa perché ne paghiamo alti interessi (67G€/anno) e sarebbero ancora più alti senza l'euro».

 

↑2018.12.29 <repubblica> Emirati, una Ong denuncia: "La principessa Latifa torturata e imbottita di farmaci": La denuncia arriva da Londra, da 'Detained in Dubai'. La Ceo Radha Stirling accusa l'ex Alto Commissario Onu irlandese per i diritti umani (Mary Robinson, ex presidente irlandese) di mentire sulle reali condizioni della sceicca Latifa bint Mohammed al-Maktoum, figlia dell'emiro di Dubai e vice presidente e primo ministro degli Emirati, Mohammad bin Rashid Al Maktoum.

 

↑2018.07.04 qualche anagrafe comunale aveva registrato come “figli di 2 padri” una coppia di gemelli nati da u2g <rai tg24 2018.04.27>, ma ora <fattoq avv> il pm di Pesaro impugna trascrizione dell’iscrizione dei figli di due uomini; <genFam> “alterazione di stato” o “di false dichiarazione” all’Ufficiale di Stato civile, violando il dm 2002 che stabilisce le formule da impiegare nella trascrizione di un atto di nascita [CzzC: vedremo se sarà sanzionato l’illecito o se finirà con la vittoria dei pelosi che barano per costruire un precedente legale come punto di non ritorno per la goduria dei gp-fc costasse sfrattare le lesbiche contrarie all’utero in affitto]

 

↑2018.07.04 B.Grillo fake news <fattoq repub giorn> «nessun legame scientifico tra ulivi e xylella»; replica il commissario Ue - Flashback «Xylella è una grave malattia vegetale che uccide gli olivi» [CzzC: e vai con le buffonate! Ad esempio contro i vaccini (fattene uno contro le scie chimiche), o per ispirare la Raggi ad usare api antismog, mucche tosaerba, 2 padri per scardinare gli stereotipi di mamma e papà, e l’Appendino ad imitarla, ...]

 

↑2018.04.17 <antidipl> tra le varie fake news del mainstream sull’attacco chimico a Duma, la bufala delle gemelline siriane, l'incredibile storia raccontataci dal Corriere Sera [CzzC: cbdi; mi spiacerebbe questa caduta di fiducia nel Corsera]

 

↑2018.03.23 <Lib&pers> Viganò ha dato le dimissioni. Anzi no: anche le dimissioni sono in parte false, come tutta la gestione della famosa lettera. Ma cosa scriveva solo due mesi fa, Monsignor Viganò sulle fake news? Leggiamolo: «Le fake news sono uno degli elementi che avvelenano le relazioni. Sono notizie dal sapore veritiero, ma di fatto infondate, parziali, quando non addirittura false. Nelle fake news il problema non è la non veridicità, che è molto evidente, ma la verosimiglianza». [CzzC: ipocrisia?]

 

↑2017.11.17 Perché i nostri media non denunciano <queste efferatezze cbdi> in Yemen? Troppi interessi occidentali con i potentati Sauditi & Usa condizionano dissimulazioni e disinformazione veicolate dal mainstream: comanda chi paga, alla faccia della millantata indipendenza di tanti giornalisti sedicenti liberi ed obiettivi.

 

↑2017.10.13 <repubblica> Trump contro l'Iran: Arabia e Israele soddisfatti, Europa preoccupata [CzzC: basterebbe il connubio di esultanza Wahhabiti-Netanyahu per mostrarci quanto tu, caro Trump, stia ordendo per il male più che perorare il bene comune: ci vorresti ingannare con la menzogna? Continuo con tante altre domande]

 

↑2017.09.01 <sole24h>: bufale e fake news possono essere diffuse spudoratamente per suscitare indignazione utile a squalificare gli avversari. Ad esempio? I vaccini sono pericolosi, fatti con plutonio, zinco, polifosfati!. Oppure gli immigrati hanno festeggiato la strage di Manchester in un bar di Pioltello.

 

↑2017.05.04 <weca>: La qualità dell’informazione in rete: Social e Bugie: 1ª parte cyberbullismo, 2ª parte Facebook, 3ª parte post-verità, 4ª parte dal pettegolezzo alle Fake News

 

↑2017.04.26 <oraprosiria>: Amina Abdallah Arraf, “A gay girl in Damascus”» col suo blog gridava i soprusi che le persone ogni giorno vivono in Siria. Si scopre che al posto di Amina era Tom McMaster, un americano che scriveva da Edimburgo.

 

↑2017.04.20 Punire le fake news? Sì l’hate speech, ma <sussidiario>: il potere tenta di possedere il controllo non solo delle notizie, ma anche delle notizie false. I "padroni della narrativa" sanno bene che vince chi ha la forza di imporre il proprio racconto. La realtà è "fatta" da chi può raccontarla ai più: se il De Bello Gallico di Giulio Cesare contiene qualche fake, Vercingetorige non potrà mai smentirle, avendo perso.

 

↑2017.04.19 <inkiesta>: ho smesso di seguire Report: quando li vedevo su materia che conoscevo bene (ad es multinazionali, fisco, webtax) mi risultavano banali, talvolta deformanti. Mi impressionavano solo quando affrontavano un tema che non conoscevo. Così ho pensato: "Quante probabilità esistono che siano scarsi soltanto in quei temi che conosco e bravissimi in tutti gli altri?". [CzzC: bella domanda]

 

↑2017.04.10 <sakerit>: Propaganda di guerra e menzogne mainstream: intervista a Giorgio Bianchi, fotoreporter dalla Siria e dall’Ucraina: parlavo con un giornalista della vecchia scuola del Sole 24 Ore, il quale era esterrefatto della solerzia con la quale alcuni sui colleghi si erano affrettati a stigmatizzare ed etichettare fatti impossibili da verificare sul momento. E’ la morte del giornalismo. Nel momento stesso in cui accetti di rimbalzare notizie senza verificarne le fonti e l’attendibilità e soprattutto senza accompagnarle con un’adeguata analisi, da organo di informazione ti trasformi in organo di propaganda. La tecnica è quella del framing, ben spiegata da Marcello Foa ... continua

 

↑2017.03.23 estraggo da <ladro di SC> una lucida riflessione su Stefan Zweig che, fra l’altro, allertava sull’uso capzioso dell’informazione come fonte di odio e violenza: «L’esperienza insegna che raramente l’odio tra nazioni, tra razze e classi, tra singoli gruppi di persone nasce dall’interno, nella maggior parte dei casi esso nasce da un’infezione o da uno stimolo, e il mezzo più pericoloso per attizzarlo è la mancanza di veridicità pubblica, diffusa attraverso opere a stampa».

 

↑2017.03.05 <aleteia> si sapeva già dal 2014 del ritrovamento della fossa comune con centinaia di bambini morti tra il 1925 e il 1961 vicino a casa per ragazze madri in Irlanda, ma la notizia è ancora ripresa con illazioni del tipo di quelle per le quali già nel 2014 l’Associated Press chiese scusa. <thejournal>: le conclusioni dell’inchiesta saranno nel febbraio 2018.

 

↑2017.01.25 <Algemeen Dagblad>: La copertura mediatica occidentale sulla Siria è una grande menzogna pro interessi strategico-finanziari degli anglosassoni nonché di Arabia Saudita e Qatar per creare uno stato sunnita in Siria senza libertà religiosa

 

↑2017.01.09 <uccr, bbc> le storiche scuse della Bbc per le false accuse contro Pio XII: «aiutò gli ebrei, abbiamo mentito». Con un gesto di onestà intellettuale, l’emittente inglese ha ammesso che un suo servizio televisivo (in onda 2016.07.29 durante la visita di Fr1 ad Auschwitz in occasione della GMG) che accusava la Chiesa cattolica di essere rimasta inerte dinanzi alle persecuzioni degli ebrei da parte dei nazisti, era basato su false notizie.

 

↑2016.12.11 <vatican>: Fr1: non dobbiamo dimenticare che la Siria è un Paese pieno di storia, di cultura, di fede. Non possiamo accettare che questo sia negato dalla guerra, che è un cumulo di soprusi e di falsità [CzzC: fischieranno anche orecchie occidentali?].

 

↑2016.10.20 <tempi>: capite chi sono i lupi? Dopo un anno e mezzo gli accusati dell’affare Lupi-Incalza vengono prosciolti dalle accuse ma, eccezion fatta per Il Foglio, la notizia finisce in striminziti articoli di cronaca nelle pagine interne: per l’ennesima volta un’inchiesta che ha rovinato carriere e reputazioni finisce nell’indifferenza generale.

 

↑2016.09.22 <ansa>: Fr1 ai giornalisti: verità e cura della dignità della persona: la professione non diventi "arma di distruzione ... un articolo viene pubblicato oggi e domani verrà sostituito da un altro, ma la vita di una persona ingiustamente diffamata può essere distrutta per sempre".

 

↑2015.03.03 <sargedgnareporter>: Padre Daniel Maes sulla Libia e Siria sbugiarda il giornalista belga Rudi Vranckx e molti altri giornalisti della stampa “mainstream”. Ci limitiamo a lui perché è il più noto “reporter” di guerra in Belgio”. Col pretesto di abbattere dittatori, combattenti fanatici sono reclutati da tutto il mondo per destabilizzare un paese come preda per gli interessi del vecchio dominio mondiale anglosassone.

 

↑2014.11.13 «è meglio dire una bugia al momento giusto che la verità al momento sbagliato?»: dipende, direi; vedi mio commento alla dissimulazione

 

↑2013.05.06 <locandina> la  forza dell'Imprevisto; imprese eroiche e sconfitte drammatiche, nobiltà e miseria, lealtà e inganni, METAFORA DELLA VITA e del Destino. Ne parliamo nell'Aula Magna del Collegio della Guastalla/Monza, con il giornalista sportivo Nando Sanvito

 

↑2011.06.14 <fc>: e se fosse falsa la giustificazione della Nato per far guerra in Libia? a tutela del popolo libico massacrato da Gheddafi”?. In realtà la Nato e il Qatar sono schierati, per ragioni geostrategiche, a sostegno dei ribelli di Bengasi : Lucio Caracciolo su Limes: questa guerra sarà ricordata come un “collasso dell’informazione”,  intrisa com’è di bugie e omissioni

 

2011.03.06 anche chi denuncia la disinformazione potrebbe essere autore di disinformazione: ad esempio? Quel che leggo oggi in http://www.disinformazione.it/index.html. Il 27Gen2021 trovai ulteriori disinformazioni:

- RSA: più vaccini e più anziani positivi al Covid! Nesso causale troppo complesso da capire?

Non sono vaccini ma terapie geniche. Non possono obbligare nessuno!

 

2010.mm.gg [CzzC: l’effetto distruttivo della menzogna è scarsamente mitigabile da un’eventuale SMENTITA, anche perché questa solitamente raggiunge solo una minima parte dei ricettori che avevano bevuto la menzogna e perché il pregiudizio negativo si alimenta facilmente con poco male, ma si smonta difficilmente anche con molto bene. L’ingannatore male intenzionato sa di poter raggiungere il suo obiettivo denigrante pur mettendo in conto la smentita.

Ma la denigrazione dell’avversario nell’immaginario collettivo si può ottenere con forme di menzogna che non necessitano di smentita come quelle che si scudano con la licenza artistica delle FICTION (romanzo, film, teatro, musica, videogiochi, ...), l’autore delle quali può millantare che «ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale», mentre sa bene che nel lettore/spettatore susciterà EMOZIONI e fisserà RICORDI come se quel puramente casuale fosse pura menzogna, alibi per evitare accusa di diffamazione, ironia perfettamente intesa.

- Qualche volta l’avversario reale, bersagliato da tale modalità denigratoria, ha commesso così tanti ed efferati crimini contro il bene comune, da rendere irrilevante l’eventuale poco bene compiuto e, dunque, le fiction della specie alimenterebbero nell’immaginario collettivo un’avversione meritata per l’ammontare del male se non per lo specifico episodio narrato inventato: è il caso, ad esempio, del nazismo: molti giovani oggi lo avversano più per le fiction viste in demerito che per quanto studiato sui libri di storia, e, viceversa, alcuni giovani (ancora pochi per fortuna) esibiscono svastiche nonostante quanto imparato a scuola, imbevuti di fiction denigranti gli avversari del nazismo; analogamente bevono non pochi estremisti islamici.

- Ma altre volte è un intento ideologico che usa la modalità denigratoria della fiction per bersagliare un presunto avversario collettivo di Weltanschauung, che, pur avendo annoverato esponenti peccaminosi, nell’ammontare della sua storia ha favorito assai più il bene comune che il suo contrario grazie ad esponenti universalmente “santificati” e a miliardi di nascosti facitori di bene: tale intento criminalizzatorio sarebbe ravvisabile in potenti matrici del mainstream, che, ad esempio, favoriscono fiction denigratorie dell’esperienza cristiana in generale e cattolica in particolare: l’amplificazione mediatica di qualche male fatto è tale da far apparire irrilevante il tanto bene compiuto e, dunque, le fiction della specie alimenterebbero nell’immaginario collettivo un’avversione ingiusta verso l’esperienza cristiano-cattolica. Esempi? Nell’immaginario di miliardi di persone è fissato un giudizio sul cattolicesimo alimentato più dalle fiction della serie il Codice da Vinci di Dan Brown, che dalle parole dei Papi e dalla testimonianza di milioni di sconosciuti emuli di Madre Teresa di Calcutta; che poi ... continua con mio amarcord/Serravalle.]