modificato 02/09/2017

 

Nazismo: strage di innocenti da maestria di odio ideologico

Correlati: i padri nobili della shoah, negazionismo; cristiani nazisti; La Rosa bianca

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

<wikipedia>: una visione nazionalista del socialismo radicale, populista, xenofoba, razzista e totalitaria. Nacque subito dopo la prima guerra mondiale in Germania.

Il Führer, come altri spietati massacratori di inermi e maestri di male, era un pietoso animalista: memento homo! Ideologia contro esperienza, come quella per cui Lenin sosteneva che «se la realtà non si adatta al materialismo storico, tanto peggio per la realtà».

 

 

18/03
2017

viene proclamato beato il cattolico sudtirolese <JosefMayrNusser> che rifiutò il giuramento a Hitler, fu condannato a morte e morì a 35 anni durante il trasporto a Dachau: anche altri sudtirolesi rifiutarono l'obbedienza a Hitler, mentre molti aderirono al nazismo anche come reazione all'oppressione del fascismo.

08/11
2016

<lib&pers>: L’assolutismo luterano e la storia moderna: una delle conseguenze più evidenti della Riforma luterana fu l’affidamento ai prìncipi del potere che Lutero tolse alla Chiesa: li trasformò in detentori anche del potere spirituale: assolutizzazione del potere del principe e idea nazionalistica (chiese nazionali indipendenti): qui molti storici hanno rintracciato le origini remote dell’assolutismo NAZISTA. Quentin Skinner, docente di Scienze politiche a Cambridge, ha spiegato l’impatto di Lutero nella costruzione dell’assolutismo di Stato, un’autorità secolare, non più vincolata ad una legge superiore, ma del tutto insindacabile: impossibile qualsiasi resistenza legittima. Nel magistero luterano il papa è il diavolo, mentre lo Stato diviene sempre più “la voce di Dio” (con i noti sviluppi, ad es nell’Uk di Enrico VIII):

13/07
2016

Gli statalisti come gli imperatori osteggiano una religione che non sia asservita allo stato (4ª delle 5 piaghe/Rosmini «nomina de’ Vescovi abbandonata al potere laicale»)   costasse preferire il politeismo al monoteismo cristiano (quello islamico risolve il problema coniugando leggi di stato e sharia): <apellicciari> senti Hitler nei suoi Tischreden: «Il mondo antico aveva i suoi dei e serviva i suoi dei. Ma i preti, interposti tra gli dei e gli uomini, erano servitori dello Stato, perché gli dei proteggevano la Città. Insomma, erano l’emanazione di una potenza che il popolo aveva creata. L’idea di un dio unico era impensabile per quella gente. In questo campo i Romani erano la tolleranza in persona». Sappiamo come furono tolleranti il politeista Nerone e il filo-politeista Hitler!

07/07
2016

<Lib&pers>: Freud vide nella Chiesa cattolica l’unica difesa della sua Austria contro il Nazismo: 11/03/1934, al figlio Ernst fuggito da Berlino in Gran Bretagna, scriveva così della Chiesa cattolica: “una garanzia che la barbarie hitleriana, davanti alla quale saremmo costretti a fuggire, non travalichi oltre i confini: la chiesa cattolica come nostra protettrice!…”. Anche il 06/01/1935, in una lettera ad una allieva tedesca, esprimeva la speranza che “il cattolicesimo ci protegga dal nazismo”.

21/06
2016

<bussolaq>: Nazismo e omosessualismo: all'inizio del Novecento in Germania assieme alle dottrine esoteriche prosperano comunità omosessuali. Nella città di Berlino l'omosessualità, scrive il grande storico ebreo ed omosessuale George Mosse è ostentata e "i bar per omosessuali passarono da quaranta nel 1914 a 80 nel 1929". Personalità come lo scrittore Hans Blüher, l'artista Elisar von Kupffer o il medico Karl-Günther Heimsoth (l'inventore del termine "omofilia"), simpatizzano apertamente per il partito nazista, che può allora contare su un braccio armato, le SA, il cui capo, l'uomo più potente del partito insieme a Hitler, è Ernst Röhm: un omosessuale notorio, come molti altri capi delle SA. Scrive Mosse: "Nel 1932 Hitler aveva difeso con vigore Röhm quando costui era stato pubblicamente accusato di corrompere la gioventù abusando del grado di comandante per sedurre alcuni dei suoi uomini". Poi per sbarazzarsene ... continua

23/05
2016

<storia&chiesa>: chiesa e nazismo: nei lager nazisti finirono molti sacerdoti e religiosi, soprattutto cattolici, ma anche protestanti. Il regime aveva deciso sin dal principio di distruggere la Chiesa con astuzia, infiltrandola e denigrandola; come i sovietici anche i nazisti si accanirono contro sacerdoti e religiosi non in quanto tali (onde driblare le reazioni dei fedeli) ma in quanto “politici” contrassegnandoli da un triangolo rosso o come omosessuali (triangolo rosa).

18/04
2016

<lib&pers>: Le menti del genocidio degli ebrei: Himmler, Heydrich, Eichmann: Einstein, attento osservatore del nazismo sin dalle sue origini, si convince che l’obiettivo di Hitler e dei suoi seguaci sia quello di distruggere il popolo ebreo in quanto ghenos, ed anche “lo spirito, espresso nella Bibbia e nel Cristianesimo, che rese possibile l’avvento della civiltà nell’Europa centrale e settentrionale”. “Se questo obiettivo verrà conseguito – commenta- l’Europa diverrà terra desolata”.

04/03
2016

<tempi>: i padri nobili della Shoah: Nietzsche, Shopenhauer e altri illustri illuminati. Quanto c’è di Lutero in Hitler? E di Voltaire e dello spirito anticristiano di certo illuminismo? Delle idee sulla morale e sullo stato di Hegel? Dell’odio di Nietzsche verso l’ebreo Cristo? Moltissimo. Continua

20/02
2016

leggo/fb/TGcom24 l’aforisma di Einstein «l’umanità avrà la sorte che saprà meritarsi» e commento: certo, la vita è fatta di conseguenze e, dunque, siamo in tanti ad augurarci che l'umanità non abbia la sorte decisa finora ad esempio da ..  continua: potresti scovare analogie con padri nobili di ideologie che sottesero anche il nazismo

15/02
2016

<sole24h>: L'“Armadio della vergogna” sarà desecretato domani: la Camera mette online 13mila pagine sulle stragi nazifasciste, documenti rivenuti nel 1994 fra cui si trovano 695 fascicoli d'inchiesta e un registro generale con 2.274 notizie di reato relative a crimini di guerra commessi sul territorio italiano durante l'occupazione nazifascista.

10/11
2015

<agi>: Addio al filosofo Andre Glucksmann, campione di diritti umani ... [CzzC: vedi suo libro "Il discorso della guerra"; ma a mio avviso il suo assenso a certi regime change avrebbe potuto essere meno incondizionato ... Comunque Andre fu grande <huffingtonpost> ad equiparare, forse primo tra le menti di sinistra, nazismo e comunismo]

07/11
2015

<news.va>: Chiesa e omosessualità: le radici di un’accusa antica. A partire dal XVIII secolo, nei Paesi cattolici l’omosessualità non è stata mai punita con la pena del carcere, come sperimentò Oscar Wilde, finito in carcere per omosessualità a Londra; nell’Ottocento la Chiesa si oppose risolutamente alla visione dell’omosessualità come malattia ereditaria propugnata dagli eugenisti, che portò non poche volte alla reclusione in ospedali e/o a cure anche dolorose degli omosessuali, per arrivare addirittura al progetto di eliminazione fisica avviato dal nazismo.

10/02
2015

<avvenire.p21>: quell'odiosa "cecità" di Martin Heidegger. Già Aristotele nella tensione al sapere raccomandava di osservare, perché la vista permette il migliore discernimento, mentre le idee, filtrando la realtà, talvolta la deformano anziché illuminarla. Wittgenstein: "Non pensare, guarda!". Un esempio di questa cecità ci dà M,Heidegger: da qualche mese sono disponibili i primi Quaderni neri (1931-1941), dove troviamo un'esplicita conferma della sua compromissione culturale e politica col nazismo, senza sensi di colpa, che rendono impossibile negare l'antisemitismo: sconcertato da questi documenti, Günter Figal si è dimesso da presidente della Heidegger Gesellshaft. E' vero che il pensiero di un filosofo non può essere giudicato unicamente dai suoi comportamenti: vedi Platone amico del tiranno di Siracusa, Rousseau pessimo padre, Giovane Hegel antisemita, Husserl guerrafondaio ... [CzzC: anche de i Promessi sposi amai quel passo mirabile sulla coerenza, e, tuttavia, dato che abbondano tanti maestri di pensiero, posso permettermi di filtrare le loro produzioni prediligendo quelle che attraggono la mia ragione anche per maestria di vita, a costo di prendermi dello sbrigativo da te se se non mi documentassi meglio sul pensiero degli antisemiti Lutero ed Heidegger]

10/02
2015

<giornale> Italia non pervenuta Mogherini invisibile: fuori da tutti i tavoli. Renzi escluso dalle trattative sul cessate-il-fuoco a Donetsk. E sul nucleare iraniano va Lady Ashton. [CzzC: la si potrebbe vedere come una débâcle diplomatica, ma anche come imposizione della diffidenza del masso-Obama pro guerra contro chi guerra non vuole; anche Hitler riusciva condizionare Hollywood col ricatto di affossare business a fronte di prodotti non compiacenti il nazismo; la storia fra qualche decennio giudicherà le conseguenze; ho fiducia in Mogherini, non ne ebbi e non ne ho in Lady Ashton che presumo assai più succube al suddetto macigno sulla strada della pace in Europa]

10/11
1938

La notte dei cristalli. 2016.09 Leggo da <storiaechiesa> che i nazisti si ispirarono assai al libro scritto da Lutero nel 1543 “Degli ebrei e delle loro menzogne al punto che “lo stesso pogrom scatenato in Germania, Austria e Cecoslovacchia durante la cosiddetta «notte dei cristalli» fu voluto proprio nel giorno del compleanno di Lutero. «Il 10 novembre 1938 – scriveva allora il vescovo evangelico-luterano di Eisenach, Martin Sasse – bruciano in Germania le sinagoghe. Dal popolo tedesco viene finalmente distrutto il potere degli ebrei sulla nuova Germania e così viene finalmente incoronata la battaglia del Führer, benedetta da Dio, per la piena liberazione del nostro popolo».