REGIME CHANGE (cambiamento di regime indotto dall’esterno)

<wikipedia>: il cambio di regime qui inteso è quello prodotto da forze esterne: è chiamata anche rollback la strategia militare che impone un cambiamento di regime nemico sconfiggendolo con la forza delle armi →Saddam, Gheddafi, Assad, ma si può provocare regime change anche con nuove strategie 2.0 (vedi Ucraina).

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 19/05/2022; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: dannosi per il bene comune ma preordinati (costasse inciuciarsi in armi e finanza cinica col jihadismo sunnita wahhabita, perfino terrorista se funzionale contro Russia2.0) in dottrina Wolfowitz abusando di Nato? Servizi segreti e omicidi mirati; sionismo gaudente; fermati Israele! Us-Uk, US tradiscono, masso Nobel Pace ammette dannoso inciucio lfb; ambiguità su autodeterminazione

 

2022.04.05 <iltempo> Secondo Domenico Quirico, caposervizio esteri de La Stampa, ospite di Tagadà/La7, Joe Biden non vuole assolutamente trattare con Vladimir Putin, sta ostacolando ogni tentativo di negoziato in modo scientifico. Gli Stati Uniti vogliono la caduta di Putin e considerano l'Ucraina un buon posto per indebolire l’avversario [CzzC: ritengo che ben più dell'intento di Biden sia il massacro di inermi a mortificare i tentativi di negoziato]

 

↑2022.03.26 <corriere open limes>discorso incendiario di Biden che definisce macellaio Putin: «Quest'uomo non può rimanere al potere». Lo staff della Casa Bianca smussa: voleva dire che non può esercitare il suo potere sui Paesi vicini. Blinken: «Non puntiamo al cambio di regime». Macron critica Biden <fq> "Non bisogna una escalation né di parole né di azioni". Per il presidente del Council on Foreign Relations il presidente "ha reso una situazione difficile più difficile, non sarà semplice rimediare al danno provocato". [CzzC: quanti danni ancora dal dollaro über alles?]

 

2021.03.20 udii stamane a <rai3PrimaPaginaat54':28"> Gad Lerner incolpare Fr1 perché, se nel 2013 non avesse fermato i missili contro Assad, oggi la Siria non sarebbe nella situazione disastrosa in cui si trova: una telefonata gli aveva chiesto perché ancora sanzioni sul martoriato popolo siriano; Gad Lerner rispose ignorando la parola sanzioni e incolpando il Papa come suddetto. Qui la sbobinatura della prolusione♫ (altre parole chiave armi chimiche, Russia, guerra, ribelli) [CzzC: cari comboniani del periodico Nigrizia, su cui Lerner vanta di aver scritto quanto suddetto in Radio3, vi chiederei con delusione: «non ritenete che se ci fosse qui Daniele Comboni darebbe il ben servito anche a qualcuno di voi?»].

 

↑2020.11.13 <repubblica avantil google> Desecretati gli atti Usa sul golpe 1973.09.11 in Cile, emerge quel che già si sospettava; c'erano dietro Richard Nixon e Henry Kissinger

 

↑2020.10.18 <nbq> dalle 35k email di Hillary Clinton emerge che avrebbe fomentato gli islamisti quando era segretario di Stato; emerge la sua mano dietro la "Primavera Araba", il suo inciucio con i Fratelli Musulmani, con il Qatar, con Al Jazeera megafono della Fratellanza, insieme a intermediari e faccendieri, incaricati di operazioni finanziarie e di tenere i contatti con gruppi armati in Siria e Libia. <inside> quando Obama puntò sui Fratelli Musulmani e su Al Jazeera per i regime change di Gheddafi, Mubarak, Ben Ali e Assad: pensarono che la Fratellanza fosse diventata più affidabile perché Al-Zawahiri, cofondatore di Al Qaida, la aveva lasciata: sottovalutarono il comun denominatore, la Sharia, che lega la Fratellanza ad Al Qaida, Isis, Hamas. Nota i nomi Eric Schoennauer, Joe Mellott, Dana Shell Smith, Ben Rhodes, Jakje Sullivan.

 

↑2020.10.07 <sicurezzainternazionale> Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha dichiarato che le autorità ucraine non saranno in grado di porre fine al conflitto nel Donbas senza dialogare con la Russia. Le relazioni tra Russia e Ucraina si sono deteriorate nel marzo del 2014 a seguito di un referendum in cui il 96,77% degli elettori della Repubblica e il 95,6% degli abitanti di Sebastopoli votò per l’annessione alla Russia. Il referendum si è tenuto un mese dopo il colpo di stato che ha avuto luogo in Ucraina e ha innescato un conflitto armato interno nel sud-est del Paese.

 

2020.09.10 <pace-manifesto> 37 milioni in fuga dalle guerre Usa: da dove e perché partono. Rapporto della Brown University sull’effetto delle guerre Usa: dal 2001 al 2019 lo sfollamento forzato da 8 paesi, dall’Iraq alla Siria, fino all’Afghanistan. Numeri al ribasso: allargando al resto dell’Africa, si toccano i 59 milioni, pari alla popolazione italiana. E gli effetti sono duraturi: frammentazione della società, impoverimento, radicalizzazione e fame.

 

↑2019.11.24 E se anche i cecchini e i black bloc delle rivolte in Iran fossero infiltrati dal genio guastatori di noti regime changers? <orazero> vedi i cecchini che in Siria e in Ucraina falcidiarono i manifestanti; nel 2018 Mike Pompeo twittava che gli Stati Uniti avrebbero sostenuto la ribellione del popolo iraniano <asianews2018> Trita Parsi, accademico iraniano: Mike Pompeo (direttore CIA 2017-2018) lavora al consenso per una guerra contro l’Iran; anche ancorché egli smentisca <goog>

 

↑2019.05.02 <asianews> Trappiste di Azeir: embargo e sanzioni hanno messo in ginocchio i siriani. Il primo giugno l’Europa deve votare il rinnovo delle sanzioni contro Damasco, in vigore dal 2011. Washington utilizza la morsa economica per ottenere - sinora invano - un cambio di regime. Le suore testimoniano il dramma e la disperazione di un popolo per una “situazione insostenibile”. <itoggi> La Siria colpita da Trump e Ue.

 

↑2019.01.24 <TulsiGabbard.tw> Gli Stati Uniti devono rimanere fuori dal Venezuela. Si lasci che i venezuelani determinino il loro futuro: noi non vogliamo che altri paesi scelgano i nostri leaders, quindi dobbiamo smetterla di cercare di scegliere i loro.

 

2018.10.01 <sussidiario> il nuovo inganno per destabilizzare la Siria: il "Gruppo dei sette" (Us, Uk, Fr, SA, Germania, Egitto e Giordania dice di volere la pace per la Siria, ma prepara golpe: hanno diffuso una dichiarazione congiunta sulla Siria (pubblicata sul sito del Dipartimento di Stato americano), il cui carattere peculiare è l’esclusione del governo siriano, della Russia e dell’Iran, cioè i paesi chiave sia per la sconfitta dell'Isis, sia per la stabilizzazione e la ricostruzione. Intanto Trump addestra jihadisti.

 

↑2018.09.17 <sussidiario> il gruppo dei 7 vuol lasciare Idlib in mano ad Al-Qaida per abbattere Assad. <repubbl> Erdogan vola da Putin <arabnw> per scongiurare l'offensiva su Idlib; <nbq> Mike Pompeo, Segretario di Stato Usa: i russi hanno ragione a dire che a Idlib ci sono i terroristi ma devono combatterli senza mettere a rischio la vita di civili innocenti. [CzzC: grazie per l'ammissione, ma ...] da quale pulpito viene la predica: solo nella battaglia di Mosul sarebbero centinaia <ansa> i civili colpiti per errore dai raid aerei della sua coalizione.

 

↑2018.09.11 <zerohedge> parole di Jeffrey Sachs: CIA e Arabia Saudita insieme per rovesciare Assad, una guerra di regime change in lfb, non autorizzata dal popolo USA; 500k uccisi, 10M di sfollati. Sachs è un rinomato professore della Columbia University e un accademico di Harvard che ha vinto numerosi premi, consulente economico speciale dell'ONU, leader dello sviluppo sostenibile, che contribuì anche alla Laudato si'

 

↑2018.07.09 interessi francesi dietro Boko Haram? <attiviss> rilancia le notizie di un anno fa di <nation, daily>: schema operativo simil-Isis: una forza rivoluzionaria islamista in zona petrolifera mediante incursioni armate nei villaggi, stragi, terrore, instaura un controllo indipendente dal governo centrale; nel 2015, 8 cittadini francesi furono arrestati dalle forze camerunesi mentre combattevano al fianco di Boko Haram; la Francia di Hollande con Fabius ordinò semplicemente il trasferimento degli indagati.

 

↑2018.06.24 <zeroh> come il governo americano ha causato la crisi dei migranti nel Mediterraneo, che non esisterebbe, se non ci fossero stati i regime changes azionati o tentati da Us-Uk-Fr in Libia, Siria e altrove

 

↑2018.05.06 <VT#p42 www> padre Firas Lufti parroco ad Aleppo: Interessi economici e politici hanno fatto della Siria una torta da spartirsi senza badare alle conseguenze mortali sulla popolazione: lì agiscono da protagonisti eserciti di dieci nazioni diverse. Anche il dittatore Bashar al-Assad fa la sua parte nella carneficina, tuttavia p. Firas non lo ritiene il maggiore responsabile: a suo discapito va ricordato il periodo dal 2000 al 2011 in cui, con Assad, i cristiani erano rispettati e regnava la pace fra le diverse etnie conviventi sul territorio siriano. È chiaro, ha aggiunto, che il disegno di destituire Assad con l’obbiettivo, o l’alibi, di introdurre una democrazia di stampo occidentale è stato un totale fallimento.

 

2018.03.20 <ejmagnier> perché Afrin è caduta: il ruolo degli Usa, della Turchia, della Russia e quello Curdo. [CzzC: un’analisi acuta che riassumo] I curdi hanno preferito mollare Afrin a Erdogan e ritirarsi nelle aree di al-Hasaka protette dagli Us, piuttosto che cedere le armi pesanti a Damasco, come se non si considerassero siriani. La Russia non poteva distrarre risorse dalla liberazione di Ghuta e considera Erdogan un indispensabile attore per fermare la guerra in Siria, una guerra che gli Stati Uniti cercano di mantenere accesa il più a lungo possibile.

 

↑2018.03.12 <sussidiario> Usa e sauditi vogliono insediare al Qaida alle porte di Damasco, nel contesto del Piano Feltman-Bandar <libero> di destabilizzazione della Siria, <controinfo> piano rivelato in documenti interni “hakerati” nel 2011 dalle migliaia di pagine degli archivi della STRATFOR, la società di consulenza <wikipedia> di “Intelligence strategico” del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti e dell’industria militare.

 

↑2017.11.02 <informarexr> tramite Edward Snowden è stato  pubblicato un documento NSA <zeroh> che conferma come sin dall’inizio del conflitto l’opposizione armata in Siria fosse sotto il diretto comando di governi stranieri: confirmation of the direct role that both the Saudi and US governments played in fueling an armed insurgency which launched massive and well-coordinated attacks on civilians, civilian infrastructure, as well as military targets in pursuit of regime change.

 

↑2017.10.27 <strategic antidipl>: nell’intervista merc 25Ott alla Qatari TV, l’ex Primo Ministro del Qatar, bin Jaber al-Thani, ha rivelato che il suo paese, insieme all'Arabia Saudita, alla Turchia e agli Us/nobel  iniziò fin dal 2011 a spedire armi alla galassia dei jihadisti siriani, e da lì a Isis. Il Qatar ha "documenti completi" e registrazioni che dimostrano che la guerra era prevista per determinare il “cambiamento del regime” in Siria.

 

↑2017.04.20 <sinistra.ch>: La Open Society Foundation (tifata anche da Gabriele Del Grande arrestato in Turchia) è un ente che – stando anche a WikiLeaks – oltre a lucrare sull’emigrazione di massa, finanzia i partiti politici anti-russi, gestisce una rete di think tank atti a influenzare l’opinione pubblica a favore del globalismo. Soros è ritenuto vicino ai movimenti ribelli protagonisti ad es. del regime change in Ucraina e delle destabilizzazioni di Libia e Siria, con esplosione dramma profughi.

 

↑2017.03.31 <Negri/Sole24h>: «la Siria è il “capolavoro” della coppia Obama-Clinton. Prima hanno cercato di abbattere Assad, seguendo i desiderata degli alleati Arabia Saudita e Turchia, poi, visto che stavano spianando la strada ai peggiori jihadisti del Medio Oriente, si sono tirati indietro, restando a guardare mentre il Califfato si espandeva a macchia d’olio». Fallito pure l’addestramento di milizie ribelli contro l’Isis e Assad

 

↑2017.03.09 <fattoq fb>: Siria: da quando i jihadisti hanno perso Aleppo, sono spariti anche gli Elmetti bianchi; su di loro, c’è una versione alternativa. Creatore di questa Ong sarebbe James Le Mesurie, che con l'americano Robert L. Helvey appare quasi sempre dove si preparano rivolte e rivoluzioni, dal Kosovo ad altre “primavere” per sfondare in eurasia [CzzC: pro regime changes pilotati da Us-Uk-Fr e petrol-monarchie?]

 

↑2016.12.27 <sussidiario>: l’inganno degli USA e il “change” che la maggioranza dei siriani non ha mai chiesto, e che nemmeno la minoranza avrebbe voluto nel modo tentato dalla galassia di terroristi foraggiati dal masso Nobel Pace tramite turco-wahhabiti.

 

↑2016.11.15 Il complesso militare-industriale: <sussidiario>: le "guerre umanitarie" passate e correnti hanno la loro ragion d'essere solo in funzione della politica interna degli Stati Uniti e, all'occasione, dei loro alleati ...  [CzzC: mi stupirei che uno stato facesse guerre, sia pure per ingerenza umanitaria, contro gli interessi della “sua politica interna e dei suoi alleati”: insorgerebbe invece timore per i nostri interessi e per la pace quando osservassimo che gli interessi interni Usa paiono solo quelli della supremazia del petroldollaro mentre gli alleati più influenti pare siano i turco-wahhabiti: Trump cambierà radicalmente detta gamma di interessi? ... continua]

 

↑2016.09.20 Hillary Clinton: aiutare la ribellione in Siria pro Israele e il suo monopolio nucleare in Medio Oriente. Mail declassificata come «case number F-2014-20439, Doc No. C05794498 inviata dalla Clinton il 2012.12.31. <manifesto investireoggi>: Le esplosive mail di Hillary Clinton in arte della guerra: subito dopo aver demolito lo stato libico, gli Usa e la Nato hanno iniziato, insieme alle monarchie del Golfo, l’operazione coperta per demolire lo stato siriano, infiltrando al suo interno forze speciali e gruppi terroristi che hanno dato vita all’Isis

 

↑2016.08.18 <lib&pers> Madre Guadalupe 2015.12 sull'origine etero-diretta della guerra in Siria: già i primi scontri coi rivoltosi vennero presentati distorti dai mass-media pro cambiamento del regime alawita, ancorché permettesse pluralismo, mentre i siriani vedevano i gruppi armati che parlavano un altro dialetto. “Non sono siriani!”; a Damasco il popolo scendeva in piazza per preferire Assad all'integralismo islamico, ma le stesse immagini che noi vedevamo dalla finestra, erano commentate dai media internazionali con: «Continuano le manifestazioni pacifiche del popolo siriano che scende in strada per chiedere al proprio presidente che se ne vada»

 

↑2016.08.17 <fattoq>: dalle email trafugate a George Soros si dedurrebbe che a causa sua e dei suoi burattini gli Stati Uniti sono considerati come una sanguisuga e non un faro di libertà e democrazia; il magnate ungherese-americano di origine ebraica sarebbe l’architetto di ogni rivoluzione e colpo di Stato di tutto il mondo negli ultimi 25 anni. Sponsorizza Hillary Clinton, Vedi il sito soros.dcleaks.com.

 

2016.06.10 <lastampa> in un libro di Fulvio Scaglione «Il patto con il diavolo» tra l’Occidente e i finanziatori del terrore: terrorismo wahabita, guerre di regime change, flussi finanziari, colossali compravendite di armi: storia, dati e numeri su ciò che per ragioni di business le democrazie occidentali fingono di non vedere [CzzC: non solo fingono di non vedere, ma mandano i wahhabiti ai vertici di UNHRC e colpiscono con sanzioni, se non possono con le bombe, i regimi invisi ai wahhabiti]

 

↑2016.06.07 <occhidiguerra>: dopo Richard Black - il senatore dello Stato della Virginia, che aveva affermato che il caos in Siria era stato provocato dall’Occidente - arriva la dura accusa di Peter Ford, ex ambasciatore inglese in Siria: “Gli Usa sono effettivamente alleati con una parte di Al Qaida” (Al Nusra) nel tentativo di “eliminare il governo secolare di Bashar Al Assad in Siria”.

 

↑2016.02.24 <politico.eu qui in italiano> Robert Kennedy Junior: "La nostra guerra contro Assad è iniziata quando questi rifiutò al Qatar il gasdotto di 10G$ che attraversasse l'Arabia Saudita, Giordania, Siria e Turchia". Secondo Kennedy la CIA avrebbe trasferito milioni di $ pro rovesciamento del presidente siriano; l'intelligence Us utilizza i jihadisti in Medio Oriente ritenendo che le forze religiose radicali siano un contrappeso all'influenza Russa nella zona. [CzzC: peccato che nel 2022 debba dire di prendere cbdi queste parole del terzogenito di JFK, dovendo annotare quanto sia caduto in complottismo quantomeno noVax].

 

↑2015.08.03 Obama Nobel pace rivuole bombardare Assad pro regime change pur sapendo che aumenterà il caos, i danni ai diritti umani, la diaspora di cristiani.

 

↑2015.07.14 USA contro Russia 2.0 con la strategia delle rivoluzioni colorate teorizzata da Gene Sharp: gli US stanno accerchiando la Russia usando una nuova tecnica di regime change per migrare alla loro area di influenza Paesi che prima erano in quella russa e mirano a destabilizzare lo stesso Cremlino pro interessi petroldollarati

 

↑2015.03.24 Piazza Maidan fu un golpe targato Obama? <ilgiornale> L'ex premier in esilio Azarov: «Gli Usa volevano farci tornare aggressivi contro Mosca; quando ci rendemmo indisponibili a sottoscrivere così come ci erano stati presentati gli accordi con l'Unione Europea, incominciarono occupazioni di uffici pubblici da parte di manifestanti spuntati dal nulla, e venne da me la consigliera diplomatica del presidente Obama, Victoria Nuland, a pormi una sorta di ultimatum: o accettavo di formare un nuovo governo di unità nazionale che accontentasse gli anti russi oppure l'America non sarebbe stata a guardare. I moti di piazza? Avemmo le prove che il quartier generale della protesta era nell'ambasciata Usa a Kiev, la quale provvedeva anche a finanziare in modo importante la rivolta». [CzzC: prendere cbdi, voce di parte]

 

↑2015.02.09 Obama pilota il regime change in Ucraina: oltre al soffio di Kerry su Maidan, ecco 1G$ di aiuti (+ quelli militari) da Us al nuovo governo ucraino 2014, che ha stranieri tre dei suoi più importanti ministri (con cittadinanza ucraina ottenuta all’ultimo momento): ministro delle finanze è Natalie Jaresko, donna d’affari nata ed educata in America,  sovraintendente di fondi di investimento targati Usa.

 

↑2014.08.30 <peacelink>: E’ concreto il rischio che i novelli Frankenstein Nato/Golfo riuniti nel gruppo degli “Amici della Siria (ora “Gruppo di Londra”; la loro breve ma perversa storia è raccontata qui) approfittino della mostruosa creatura uscita dalle loro guerre aperte o occulte, l’ormai famigerato Stato islamico (Isis) per passare da un intervento per procura a un “intervento umanitario” , occupando così la Siria e realizzando, finalmente, il loro tanto agognato regime change al quale hanno già dedicato tre anni costati al popolo siriano infiniti lutti. Tre anni costellati da bombardamenti effettuati da Israele e Turchia, dall’infiltrazione di uomini armati, da aiuti ai gruppi armati “dell’opposizione” operanti in Siria.

 

↑2014.05.25 <pdf> Soros si vanta di aver contribuito al colpo di stato che ha fatto cadere il governo ucraino del presidente eletto Viktor Janukavyč. Intervista rilasciata il 25 maggio 2014 da Soros, alla CNN:

- ZAKARIA (CNN): “Una delle cose che molte persone hanno riconosciuto di te, è che tu, durante le rivoluzioni del 1989, hai finanziato molte attività dissidenti, gruppi della società civile nell'Europa orientale e in Polonia, nella Repubblica Ceca. Stai facendo cose simili in Ucraina?

- SOROS: “Beh, ho creato una fondazione in Ucraina prima che l'Ucraina diventasse indipendente dalla Russia. E da allora la fondazione funziona. E ha giocato un... un ruolo importante negli eventi ora.”
(“Well, I set up a foundation in Ukraine before Ukraine became independent of Russia. And the foundation has been functioning ever since. And it played a - an important part in events now.”)