modificato 16/11/2017

 

Meno male che la Russia c’è: chi l’avrebbe mai detto 20 anni fa ...

Correlati: contrasta il dannoso inciucio euro-atlantico coi terroristi, e individualistiche derive umanitarie; Eurasia

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

 

...che in pochi lustri saremmo arrivati all’esclamazione in titolo? Siamo nel 201x e dobbiamo riconoscere che se la dignità della persona umana e i migliori valori della nostra civiltà occidentale possono ancora contare su forze a lor difesa e promozione, quelle che comprendono la Russia dimostrano più probabilità di efficacia di quelle che la contrastano.

Ad esempio i diritti umani nei regimi wahhabiti (guarda caso anti Russia quanto filo Usa) vengono lesi con silenzio e complicità (interessata per armi e petroldollari) della nostra cultura dominante: tali regimi violano libertà fondamentali della persona umana applicando una dichiarazione dei diritti umani diversa dalla nostra: praticano pene corporali, illibertà religiosa, traffico di schiavi, violazione dei diritti delle donne e dei gay con impunità internazionale nonostante prove e appelli anche di Amnesty International e Human Rights Watch.

[CzzC: parrebbe che i nostrani silenzi e complicità siano sottesi dal potere dissuasivo dei fondi sovrani oleosi nelle piazze e nei media dei nostrani potentati loro fornitori di armi: siccome pecunia non olet, tali potentati (radicati soprattutto in Us, Uk, Fr), trovano comoda la saggezza delle tre scimmie: non vedere, non sentire, non dire, fino a mandare i wahhabiti ai vertici di UNHRC pro business plan anzitutto; e se Riad vuole che il masso nobel pace Obama attacchi la Siria ... meno male che la Russia c’è, e il Papa.

Attenzione al cambiamento della Turchia dalla 2ªparte 2016: Erdogan, scottato dagli illuminati, abbandona i foraggiatori dei terroristi e rinsavisce pro pace in Siria].

 

 

15/11
2017

<s24h>: Venezuela, default di un solo giorno con «l’aiutino» di Russia e Cina [CzzC: lo leggo come indicatore di possibili alternative all’imperialismo del petroldollaro, cambiamenti che, in casi come questo, non parrebbero in peggio]

17/09
2017

secondo <avvenire> la Russia non riesce a fare i conti con la rivoluzione del 1917 [CzzC: magari la Francia fosse riuscita a far meglio i conti con i crimini e i genocidi della sua rivoluzione del 1789, mentre anche oggi alcuni popoli hanno da patire per certe forme di imperialismo francese e perfino gli italiani con schiaffi anche recenti. Forse anche Avvenire potrebbe valutare il “meno male che la Russia c’è” oggi?]

17/09
2017

<rai video>: Deir Ezzor liberata dalla morsa del califfato nero, la popolazione quasi non ci crede: per più di 1000 giorni è stato un incubo di attacchi continui. A tenerli in vita un massiccio ponte aereo russo di viveri e medicinali.

07/09
2017

poco spazio sui media occidentali alla liberazione di Deir Ezzor: perché? <simpliciss>: Il Washington Post aveva riconosciuto che è stata la Cia a foraggiare in lfb i cosiddetti ribelli moderati per sbarazzarsi di Assad (operazionelegno di sicomoro”) ma una parte consistente di loro contribuì a creare Isis e combatté per esso fino quando, dopo l’intervento russo, molti “ribelli moderati” si riversarono in Al Nusra (particamente Al Qaeda), ancora aiutati da Cia e petromarchie

14/03
2017

<avvenire>: il pres. siriano Assad, accusa l’Europa di avere aiutato i fondamentalisti. «Con la Russia si è sconfitto il terrorismo». [CzzC: non è ancora sconfitto, ma meno male che la Russia c’è, altrimenti per Us-Uk-Fr-Ue-Nato ...: bravo F.Scaglione!]

31/12
2016

<repubblica>: Siria, il Consiglio di sicurezza dell'Onu approva all'unanimità la tregua di Russia e Turchia. [CzzC: meno male che la Russia c’è, mentre il masso Nobel Pace con un goffo colpo di coda da scorpione in ritirata <fattpq> espelle 35 funzionari russi. Putin: “Non faremo diplomazia da cucina”. Trump: ‘Grande mossa di Mosca’. Attenzione al cambiamento della Turchia dopo golpe 2016]]

14/03
2016

<lib&pers>: la Russia, che non sarà un campione di democrazia, ma in politica internazionale ha ragioni da vendere se osserviamo la strumentalizzazione Us-Uk dei diritti umani pro fini geostrategici (regime change per imporre valori che non sono universali e a detrimento del principio dell’uguaglianza sovrana degli Stati), rinascita di movimenti neonazisti in Ucraina e nei Paesi baltici, beneficianti dell’indulgenza di Us-Uk perché li considerano alleati anti Russia.

13/03
2016

<fb>: Lakhdar Brahimi inviato speciale dell'ONU in un'intervista con Al Jazera ha ammesso che nel 2102 l'Occidente avrebbe dovuto ascoltare di più la Russia su quel che stava accadendo in Siria.

24/02
2016

<politico.eu qui in italiano>: Robert Kennedy Junior: "La nostra guerra contro Assad è iniziata quando questi rifiutò al Qatar il gasdotto di 10G$ che attraversasse l'Arabia Saudita, Giordania, Siria e Turchia". Secondo Kennedy la CIA ha trasferito milioni di $ pro rovesciamento del presidente siriano. L'intelligence Us utilizza i jihadisti pro suoi petroldollari e rovescia regimi in Medio Oriente ritenendo che le forze religiose radicali siano un contrappeso affidabile all'influenza Russa nella zona.

11/12
2015

<sakeritalia>: Famiglia cristiana denuncia il divide et impera di USA in Eurasia: alla domanda “esiste secondo lei la strategia cosiddetta del “caos controllato”? I governi degli Stati Uniti inducono a bella posta conflitti in zone chiave dell’Eurasia per impedire la formazione di sistemi che possano insidiare la loro egemonia?”. Nel 2009.06, Obama tenne al Cairo il discorso che pose le premesse implicite delle “PRIMAVERE ARABE”. Di seguito i paesi che avevano ospitato o promesso le basi russe nel Mediterraneo furono molto, molto, sfortunati. [CzzC: coraggiosa affermazione della verità! Meno male che la Russia c’è. Continua ]

28/10
2015

<piccolenote>: Siria: successi russi e reazioni Usa: accordi della Russia con Iraq e Giordania. [CzzC: il masso Obama, temendo sgamate le ragioni della sua scarsità contro Isis, manda uomini sul terreno, presumibilmente più per sostenere i terroristi demolitori di Assad che per demolire Isis]

 

26/09
2015

<stampa, agisecXIX>: Smacco per Us in Siria: 500M$ per addestrare in Turchia 70 ribelli anti Assad che si arrendono subito ai jihadisti di Al Nusra consegnando loro armi e munizioni: anziché combatterli, hanno offerto ciò che avevano pur di poter fuggire. A confermare l’imbarazzante episodio è Patrick Ryder, portavoce del Comando Centrale delle truppe Usa a Tampa, Florida, secondo il quale è avvenuto fra il 21 e 22 settembre. [CzzC: davvero imbarazzante? Visto che non è la prima volta, potrebbe essere fondato il sospetto che dietro l’apparente imbarazzo ci sia un intenzionale trucco per continuare a foraggiare i terroristi dissimulando intenti e responsabilità]

23/09
2015

<stampa>: Usa, John Kerry: “Vogliamo distruggere l’Isis. La Russia non può continuare a sostenere Assad[CzzC: getta pure la maschera, il mondo più sano e libero ha capito che a certi massi sulla via della Pace inciuciati con i turco-wahhabiti preme distruggere Assad ben più che Isis, costasse ultimare la diaspora dei cristiani e scontrarsi con la Russia: meno meno male che questa c’è]

13/09
2015

«Putin l’unico che si batte per i cristiani perseguitati» <lucedimaria> cita un appello di Putin2013: «i Paesi euro-atlantici stanno ripudiando le loro radici, persino le radici cristiane che costituiscono la base della civiltà occidentale» [CzzC: appare oggi profetico quell’allarme di Putin, visto il disastro umanitario provocato da Isis foraggiato dagli alleati turco-wahhabiti dell’Obama masso Nobel pace]

11/09
2015

Obama costringe greci e bulgari a vietare sorvolo aerei russi anti Isis: aerei che da giorni stanno portando mezzi e consiglieri militari in Siria per rafforzare l’esercito di Bashar Assad [CzzC: grazie masso Nobel pace, eppure ammettesti le tue responsabilità nella nascita di Isis: si capisce che per te e per i tuoi alleati wahhabiti è meglio Isis che Assad, ma per il bene dell’umanità NO: te l’ho anche scritto, pregandoti di cambiare questo cinico dannoso comportamento]

15/06
2015

<corriere>: L’ex presidente Napolitano: «Non possiamo isolare la Russia». Dopo l’intervista a Putin sul «Corriere della Sera», l’ex presidente parla dei rapporti con la Russia. E sull’Ucraina cita Kissinger: «Il suo ruolo è farsi ponte fra Europa e Mosca». [CzzC: concordo, ma vaglielo a spiegare all’Obama Nobel Pace che vuole farci schierare le sue armi pesanti contro la Russia oltre che averci danneggiato per miliardi di euro costringendoci alle sanzioni, anziché riconoscere il diritto all’autodeterminazione delle popolazioni russofone rispetto a Kiev come riconoscemmo quello di Bosniaci e Kosovari rispetto a Belgrado]

03
2015

<lastella>: Putin in tv e svela gli scenari agghiaccianti sul rapporto Isis-Usa. ecco il video con riferimenti all’inciucio anche in Libia. [CzzC: caro Putin, il masso Obama ti farà pagare cara questa denuncia, ancorché tu paia più credibile di lui]

28/11
2014

<sole24h>: Opec non taglia la produzione di petrolio, annuncia il ministro del petrolio saudita, Al-Naimi. La linea di Riad è prevalsa sui falchi come Venezuela e Iran, che premevano per una riduzione di produzione per far risalire i prezzi. La decisione dell'Opec pesa sulle monete di due importanti esportatori come Russia e Norvegia. Il rublo arretra a quota 47,60. <lastampa>: Riad fa la guerra a Teheran a colpi di ribassi del petrolio: Iraniani in difficoltà se il prezzo del barile resta attorno ai 75 dollari. I sauditi sospinti dagli USA così possono indebolire l’eterno rivale [CzzC: e indebolire la Russia: segnalo ad Asia News che risponde correggendomi; Putin è costretto a tagliare spese sociali, vede fuga di capitali e rischio di recessione: corre voce che i wahhabiti avrebbero prospettato una decisione Opec più favorevole all’olio-gas russo se Putin avesse accettato di scaricare Assad]

03/10
2013

<intellettualedissidente>: Vladimir Putin: « i Paesi euro-atlantici stanno ripudiando le loro radici, persino le radici cristiane che costituiscono la base della civiltà occidentale» [CzzC: riascoltandole due anni dopo troviamo profetiche queste parole di Putin, visto il disastro umanitario provocato da Isis foraggiato dagli alleati turco-wahhabiti dell’Obama masso Nobel pace]

07/08
2013

Siria, l’offerta indecente dell’Arabia Saudita a Putin per mollare Assad: un contratto da 15G$ per l’acquisto di armi dalla Federazione. I dettagli dell’incontro sono stati pubblicati dal giornale libanese As-Safir, legato a Hezbollah e ostile agli arabi. Secondo As-Safir il principe Bandar si sarebbe impegnato a salvaguardare le basi navali russe in Siria se il regime di Assad fosse stato rovesciato, ma ha anche insinuato attacchi terroristici ceceni durante i giochi olimpici invernali che si terranno a Sochi in assenza di accordi. “Posso impegnarmi a proteggere i giochi olimpici invernali l’anno prossimo. I gruppi ceceni che minacciano la sicurezza della manifestazione sono controllati da noi”, avrebbe insinuato.