modificato 21/11/2017

 

Dal regime wahhabita foraggio a maestri di odio e offesa ai diritti umani

Correlati: 1°importatore d’armi al mondo foraggiò Isis via Kuwait? Salafiti fondamentalisti antidonna pagano velo; brandendo petroldollari pur frustando dissidenti e decapitando si fanno togliere dalla lista nera e mandare ai vertici di UNHRC; preferiti da lumi pro supremazia dei petroldollari, costasse colonizzazione purché anti Eurasia

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

 

violazione di libertà fondamentali difese nella dichiarazione universale dei diritti dell'uomo, ad es in ambito processi, pene corporali, traffico di schiavi e di esseri umani, illibertà religiosa, diritti delle donne e dei gay: il peggio è ovviamente negato dagli autori nonostante prove e appelli anche di Amnesty International e Human Rights Watch.

<wikipedia>: 7M abitanti, 31k$PPA (Pil pro capite), monarchia assoluta wahhabita, primo importatore di armi al mondo.

I Diritti umani nei regimi wahhabiti (pure Qatar è wahhabita) e in altri dei fondamentalisti nababbi dei petroldollari vengono lesi con silenzio e interessata complicità della nostra cultura dominante, che manda i wahhabiti al vertice di UNHRC, pur sapendo di quanto colà si violano libertà fondamentali della persona umana, anche grazie a una dichiarazione dei diritti umani diversa dalla nostra.

[CzzC: parrebbe che i nostrani silenzi e complicità siano sottesi dal potere dissuasivo dei fondi sovrani oleosi nelle piazze e nei media dei nostrani potentati loro fornitori di armi: siccome pecunia non olet, tali potentati (radicati soprattutto in Us, Uk, Fr), trovano comoda la saggezza delle tre scimmie: non vedere, non sentire, non dire; business plan anzitutto; e se Riad vuole che il masso Nobel pace abbatta l'inviso Assad come fu abbattuto Gheddafi ... meno male che la Russia c’è, e il Papa].

Arabia Saudita arma e finanzia l’Isis: <gadlerner, infoconsap, fattoq, giornale, la Clinton ...>. <internazionale>: il regno saudita è accusato di lassismo nei confronti del terrorismo, quando non di finanziare le moschee dei gruppi radicali [CzzC: ipocrito maquillage la sua coalizione anti terrorismo?].

 

19/11
2017

<Rai1> Paolo Branca su Libano Arabia Israele: Israele collabora con Arabia saudita con la logica del “il nemico del mio nemico è mio amico”. Arabia saudita fa ingerenza pesante in Libano demonizzando Hezbollah in funzione anti Iran. Nei paesi sciiti a volte troviamo movimenti intellettuali e anche movimenti femminili e una società civile molto più dinamica che nei paesi sunniti.

13/11
2017

Libano: <inkiesta>: incombono danni alla pace dall'asse di Trump con Saud e Israele per tornare a ghettizzare l’Iran, scardinando le inclusioni costruite da Obama.

07/11
2017

<sicurezzainternaz>: gli Us stanno rivedendo il sostegno militare e di intelligence alla coalizione della guerra in Yemen a guida saudita? Il 22/09/2017 Amnesty aveva pubblicato un report denunciando che era stata prodotta negli Us la bomba che nel raid aereo del 25/08 causò la morte di molti civili

07/11
2017

<asianews>: la guerra nella famiglia reale saudita: Mohamed bin Salman (Mbs) lotta contro i rivali al trono. Conta sugli alleati Usa e Israele.

05/11
2017

<ansa, Rai repub qnet S24h>: arrestato il principe Alwaleed, nell'ambito dell'operazione anticorruzione voluta dal re Salman; con lui arrestati 11 principi + ex ministri e uomini d'affari. [CzzC: per corruzione? O punizione di Alwaleed per la sua attività pro liberazione della donna? O epurazione utile al principe Mohamed bin Salman (Mbs) per sbarazzarsi di concorrenti al trono? <pn>: Esclusa la tortura?]

04/11
2017

<s24h ansa> il premier libanese Hariri, in visita in Arabia Saudita, si dimette e accusa Hezbollah "Il braccio dell'Iran nella regione sarà tagliato" [CzzC: i rapporti politici religiosi e strategici in Libano sono tra i più intricati del mondo: che dire? Anche se una così plateale uscita pare fortemente condizionata dal Paese di prima risonanza, le sue conseguenze dipenderanno non solo da Arabia Saudita ma anche, e forse più, da quanta parte di Us, Fr, Uk stia giocando in leading from behind. E se fosse sotto scacco wahhabita?]

31/10
2017

[CzzC: odo.mp3 8,40 a Radio3/Tarquinio intervenire don Renato Sacco coordinatore di Pax Christi: ne apprezzo la coraggiosa esplicitazione <mp3>: «L’Arabia Saudita, oltre a sostenere l'Isis ideologicamente e militarmente, è responsabile di una tragica guerra nello Yemen e noi gli stiamo vendendo armi». Forse non avrebbe esplicitato così, se non per denunciare il commercio delle armi, ma tant’è]

27/10

2017

<strategic antidipl>: nell’intervista merc 25Ott alla Qatari TV, l’ex Primo Ministro del Qatar, bin Jaber al-Thani, ha rivelato che il suo paese, insieme all'Arabia Saudita, alla Turchia e agli Us iniziò fin dal 2011 a spedire armi alla galassia dei jihadisti siriani, e da lì a Isis. Il Qatar ha "documenti completi" e registrazioni che dimostrano che la guerra era prevista per determinare il “cambiamento del regime” in Siria.

26/10
2017

Anche l’Arabia Saudita si evolverebbe verso un islam moderato? <asianews>: Mohammed bin Salman principe ereditario ha costituito una commissione per eliminare dalle hadith attribuite a Maometto quelle non autentiche e violente.

25/10
2017

il grasso che cola dall’Arabia Saudita <sole24h> investe nel post-petrolio e punta ad arrivare a 2T$ di asset entro il 2030: la finanza occidentale le scodinzola attorno, dissimulandosi sulle violazioni ai diritti umani di donne, abiuri e dissidenti.

24/10
2017

<actualidad video>: in Siria trovate moderne armi pesanti della NATO in un vasto arsenale dell’Isis, nella città di Mayadin, recentemente liberata: includerebbe anche armi israeliane e dei Paesi del Medio Oriente.

24/10
2017

<sole24h>: Neom, la nuova città industriale da 500G$, nascerà dal nulla sulle rive del golfo di Aqaba: al faraonico progetto hanno aderito businessman provenienti da 88 Paesi (compreso il ns Pier Carlo Padoan): sopravvivere all'era del dopo petrolio con biotecnologie, energie rinnovabili ... [CzzC: speriamo che la modernità tecnologica aiuti ad ammodernare l’islam più oscurantista, facendogli rispettare libertà di donne e abiuri]

13/10
2017

<repubblica> Trump contro l'Iran: Arabia e Israele soddisfatti, Europa preoccupata [CzzC: basterebbe il connubio di esultanza Wahhabiti-Netanyahu per mostrarci quanto tu, caro Trump, stia ordendo per il male più che perorare il bene comune: ci vorresti ingannare con la menzogna? Continuo con tante altre domande]

26/09
2017

<agi>: Arabia Saudita permette alle donne di guidare: battaglia delle donne sostenuta dal principe Mohammed bin Salman e dal miliardario filantropo Alwaleed bin Talal.

25/08
2017

<qnet>: Imam italiani sempre più radicali. "100 moschee predicano violenza". Gianandrea Gaiani: "Con lo Ius soli non potremo più espellere chi ci minaccia". Soldi arrivano alle moschee dei Fratelli Musulmani per lo più dal Qatar e dalla Turchia e a quelle dei salafiti dall’Arabia Saudita e dagli Emirati Arabi Uniti. Nuovi imam stanno rimpiazzando i marocchini che erano, tutto sommato, più moderati.

23/08
2017

Yemen: <notizie ansa>: 35 uccisi + tanti feriti da un raid aereo della coalizione a guida saudita, vicino alla capitale Sanaa: le bombe avrebbero raggiunto le abitazioni degli operai di uno stabilimento per la lavorazione del qat.

21/07
2017

<huff>: video in rete mostrano il principe Saud bin Abdulaziz, discendente della casata saudita, picchiare alcune persone, puntare un Kalashnikov A-47 contro la testa di un uomo e sfoggiare ben 18 bottiglie di whisky. Per questo motivo il re Salman ha avviato un'indagine nei suoi confronti, per poi spiccare un ordine di arresto nei suoi confronti.

20/07
2017

<nnews>: Arabia Saudita tra esecuzioni, torture e arresti arbitrari. Si moltiplicano gli attacchi alla minoranza sciita e proseguono spedite le condanne a morte. Amnesty denuncia: torture usate per estorcere confessioni [CzzC: cbdi; comunque è singolare il silenzio dell’Occidente che ha pure mandato l’Arabia Saudita ai vertici di UNHRC]

27/06
2017

<tempi>: Perseguitano gli sciiti e distruggono i reperti storici. Non è l’Isis, ma il governo Saudita che ad Al Awamiya da un mese cerca di radere al suolo centinaia di case e mura antiche di 400 anni. Onu denuncia: «Vogliono cancellare cultura e tradizione del luogo» [CzzC: Onu ipocrita se li hai messi ai vertici di UNHRC]

26/06
2017

<tempi>: gli sceicchi di Riyad accusano il Qatar di finanziare il terrorismo: da che pulpito vien la predica! La minaccia islamista è correlata ai petroldollari sauditi

21/06
2017

<sole24h>: ha 31 anni Mohammed bin Salman il nuovo principe ereditario saudita, è il manovratore della campagna in Yemen e ambisce a manovrare con non minore ambizione la gigantesca riserva valutaria di 500 miliardi di dollari ancorché insidiata da un deficit attuale di 100G$. [CzzC: nulla ambisce di migliorare sul rispetto dei diritti umani di donne, abiuri e infedeli ancorché al vertice di UNHRC?]

05/06
2017

<sole24h>: da Egitto, Arabia, Emirati e Bahrein stop ai rapporti con il Qatar: «Fomenta il terrorismo». Svuotamento ambasciate. Sospensione dei voli. [CzzC: che ha fatto di peggio rispetto a qualche mese fa che già non si sapesse? Da che proviene questa resipiscenza? Magari solo per soldi? Ben scuciti da affari ed armi Usa?]

23/05
2017

Manchester: attacco terroristico islamista all’Arena: <fattoq>: Oggi si piangono le giovani vittime di questo attentato rivendicato dall’Isis, ma è noto che l’Arabia Saudita ha finanziato e sponsorizzato l’Isis. [CzzC: si parla di Salman radicalizzato, ma non si additano i radicalizzatori: perché?]. Sul sostegno dei wahhabiti al terrorismo basterebbe citare il doc131801 di Wikileaks con la email di H.Clinton che addita i wahhabiti primari foraggiatori di terroristi islamici

22/05
2017

h13 odo Sergio Romano alla radio commentare il Trump che vende armi all’Arabia Saudita per 110G$, glissando sui diritti umani: non ha letto i dossier sui wahhabiti

22/05
2017

<huffingt>: ognuno conosce l'esplicita evidenza trovata dal 2009 che l'Arabia Saudita era "una base cruciale di sostegno finanziario per Al Qaida, i Talebani, LeT e altri gruppi terroristici". Tutti sanno la più recente e molto più dannosa rivelazione del 2016 che l'Arabia Saudita continua a “fornire clandestinamente sostegno finanziario e logistico a ISIS e ad altri gruppi radicali sunniti" in Medio Oriente.

20/05
2017

<ansa repubbl TGcom24>: il primo viaggio all’estero di Trump è a Riad, dove firma vendita armi per 110G$; in funzione anti Iran [CzzC: ma non solo]

03/05
2017

<fscaglione>: Wahhabiti, l’Islam più pericoloso alla conquista dell’Europa. Moschee e centri culturali a rischio radicalismo. Il Wahabismo, grazie ai petroldollari, e alla sudditanza occidentale, si diffonde ovunque. E non è un movimento pacifico.

24/04
2017

F.Scaglione su <fc>: Macron & Petro-monarchie: da ministro dell'Economia ha partecipato alla stipula di contratti con l'Arabia Saudita per un valore di 10G€, compreso un lotto di armi. Ed è diventato milionario facendo il banchiere con i Rothschild. [CzzC: wanted: quali le sue relazioni con la massoneria francese?]

23/04
2017

<unwatch>: «eleggere l’Arabia Saudita a proteggere i diritti delle donne è come mettere un piromane a fare manovrare i pompieri» disse Hillel Neuer, executive director di UN Watch. «It’s absurd - and morally reprehensible». [CzzC: ma ben più del diritto può la forza dei petroldollari e il ricatto sugli Usa per la supremazia]

22/04
2017

<fulvioscaglione>: sappiamo che Isis è uno strumento utilizzato in primo luogo da Qatar e Arabia Saudita. Lo ha detto la stessa Hillary Clinton nelle mail intercettate e pubblicate da Wikileaks. Uno strumento impiegato per devastare Siria e Iraq, per praticare la pulizia etnica di ... Occidentali imbarazzati perché Arabia Saudita e Qatar sono i nostri più grandi amici in Medio Oriente, partner d’affari, quelli ai quali vendiamo armi e tecnologia e ai quali, vero presidente Hollande?, concediamo le massime onorificenze nazionali. Quelli che ... continua

31/03
2017

<Negri/Sole24h>: «la Siria è il “capolavoro” della coppia Obama-Clinton. Prima hanno cercato di abbattere Assad, seguendo i desiderata degli alleati Arabia Saudita e Turchia, poi, visto che stavano spianando la strada ai peggiori jihadisti del Medio Oriente, si sono tirati indietro, restando a guardare mentre il Califfato si espandeva a macchia d’olio». Fallito pure l’addestramento di milizie ribelli contro l’Isis e Assad

27/03
2017

<globalist>: strage di bambini nello Yemen: la guerra combattuta anche con armi italiane: gli impressionanti dati dell'Unicef: 1.546 morti, 2.450 mutilati, 1.523 obbligati a diventare soldati; 500 mila sono alla fame [CzzC: per tali crimini di guerra l’Onu aveva inserito l’Arabia Saudita nella lista nera dei Paesi massacratori di inermi, ma dovette depennarla perché, a detta di Ban Ki-moon, «Minacciava stop fondi», mentre Ufficiali dell’Onu rivelarono «Bombardati di minacce».]

23/03
2017

<tasnimnews>: Manuel Ochsenreiter, direttore del Centro Tedesco di Studi Eurasiatici, spiega come il regime saudita usi i petroldollari per foraggiare i terroristi in Siria, uccidere civili nello Yemen, esportare ideologia wahhabita in Europa.

16/03
2017

<agi>: Cina: siglati 14 accordi con Arabia Saudita per 65G$ [CzzC: pecunia non olet: che bene porterà ai diritti umani nel mondo, visti i due regimi paladini?]

14/03
2017

Donna nell’islam <foglio>: in Arabia Saudita prima riunione del Qassim Girls Council, una conferenza sul ruolo delle donne, nessuna donna presente: pare che le donne seguissero in video in un’altra stanza dello stesso edificio.

10/02
2017

<rt.com>: Trump ha bisogno dell’Iran ben più di quanto se ne renda conto: «If Pres. Trump is honest in ending extremism, he has to stop supporting the Saudi war in Yemen, promoting Wahhabism as an ideology, and funding extremist groups», dice il Prof. Seyed M. Marandi, analista politico all’Univ-Tehran. [CzzC: ha ragione! Trump, non sbagliare passo con Iran e Cina: fatti consigliare meglio!]

07/02
2017

<gazzetta>: Basket, ok Fiba al velo: fine embargo dopo mille polemiche ai Giochi Asiatici del 2014, ora ok a una nuova uniforme proposta dall'Iran per la squadra femminile, con la copertura del corpo e dei capelli. Il no al velo nel basket provocò il ritiro dai Giochi del Qatar, mentre l'Arabia Saudita si presentò con 199 maschi

06/02
2017

<sussidiario>: gli Stati Uniti hanno collaborato con i sauditi nella creazione di al Qaida per combattere l'Unione Sovietica in Afghanistan negli anni 80; l'estremismo sunnita è stato utilizzato successivamente in Iraq per diminuire l'influenza sciita iraniana e in Siria per far cadere Assad e rompere così il pericoloso asse Iran-Siria-Hezbollah libanesi, lesivo per gli interessi statunitensi, israeliani e sauditi. In entrambi i casi (Iraq e Siria) la strategia statunitense di utilizzare operazioni clandestine [CzzC: detta tecnica Lfb] per rafforzare i gruppi estremisti sunniti ... continua

29/01
2017

<fc>: L'Isis dev'essere ancora fermato. Il blocco dei visti a cittadini di Paesi infettati da terroristi fu preso anche da G.W. Bush dopo l’11 settembre, ma rischia di essere un provvedimento retorico, oltre che di cattiva immagine, se non si interviene anche e soprattutto sulle le petro-monarchie del Golfo che maggiormente ispirano e finanziano il terrorismo islamico.

25/01
2017

<Algemeen Dagblad>: La copertura mediatica occidentale sulla Siria è una grande menzogna pro interessi strategico-finanziari degli anglosassoni nonché di Arabia Saudita e Qatar per creare uno stato sunnita in Siria senza libertà religiosa

14/12
2016

da Wikileaks apprendiamo come l’Arabia Saudita compera il silenzio selettivo dei media arabi ed anche occidentali: esempi di pratiche captative di neutralizzazione e contenimento dell’informazione ... continua

13/12
2016

Ti stupirai che io accusi di ipocrisia lo sdegno occidentale per l’incarcerazione a rischio frustate della 20enne saudita Malak al-Shehri, accusata di aver postato sua foto senza velo, sdegno che gronda fin troppo facile su tante nostrane testate <2016.12.13 corriere, repubblica ...>: qui spiego il perché sarebbe ipocrisia occidentale ...

10/12
2016

Nell’anniversario della dichiaraz. univers. dei diritti umani dimentichiamo una delle più gravi violazioni? Quella del diritto di cambiare credo (art.18), violazione conciliabile con la dichiarazione islamica dei diritti umani che Unesco sublimò per i regimi della Sharia che apposta non hanno sottoscritto la nostra dichiarazione. Continua

09/12
2016

<asianews>: Washington e Londra: contratti miliardari per armi a Sauditi, Qatar ed Emirati; critiche di ong: in Yemen queste armi uccidono inermi. UK e suddetti lan-ciano partnership strategica in chiave anti-iraniana, definita una “minaccia” per l’area.

05/12
2016

<asianews>: Gran Muftì di Damasco: l’Europa aiuti la Siria a domare l’incendio del fondamentalismo. A Dublino incontro interreligioso di leader musulmani e cristiani. Lo sceicco Ahmad Badr El Din Hassun contro le nazioni arabe e le monarchie del Golfo che vogliono distruggere l’anima multi-etnica e culturale del Paese.

04/11
2016

<stelle>: Dartmouth Films trasmetterà da RT sabato l’accusa di Julian Assange a Hillary Clinton di nascondere agli americani la vera portata del sostegno degli alleati Usa allo Stato Islamico. In una email del 2014 la Hillary, Segretario di stato fino all'anno prima, sollecita John Podesta, allora consigliere di Barack Obama, a "esercitare pressioni" sul Qatar e l'Arabia Saudita "che stanno fornendo supporto finanziario e logistico clandestino all'ISIS e altri gruppi sunniti radicali."

03/11
2016

Più che da Trump o Clinton i rischi per la pace verrebbero dal cinismo degli imperialisti del petroldollaro: è vero che la Clinton è sostenuta dai wahhabiti più di Trump; è vero che Trump sarebbe meno incline della Clinton a sanzionare la Russia; è vero che i vertici del tifo per Trump, pur promettendo muri frenanti l’immigrazione clandestina, mai prometterebbero una primavera anticattolica; ma i suddetti gnomi della finanza hanno le mani in pasta su Cia, Pentagono e Nato più del presidente Usa, e  ... continua

11/10
2016

Wikileaks pubblica una email della Clinton dichiarante che Qatar e Arabia Saudita foraggiano Isis: nella mail appare chiaro che gli Stati Uniti sono perfettamente al corrente che i loro alleati "forniscono clandestinamente supporto finanziario e logistico a Isis e ad altri gruppi radicali sunniti nella regione".

10/09
2016

<stampa>: Congresso americano: «Sopravvissuti 11/09/2001 potranno fare causa all’Arabia Saudita». Obama è contrario anche perché <corriere> Riad minaccia che potrebbe disinvestire da Us oltre 700G$ [CzzC: sostenere la supremazia dei petroldollari anche contro il diritto alla giustizia di vittime americane?]. Il 28/09 il <giornale> il Senato e la Camera respingono il veto posto da Obama. [CzzC: uno degli esempi a favore del mio placet per la democrazia americana]

01/10
2016

<repubblica>: il Ministero degli Interni di Riad rende noto che la donna etiope Zamzam Abdullah Boric è stata giustiziata: il boia avrebbe tagliato la gola alla vittima “lasciandola in bagno finché non è morta”; non chiarito il movente. L’Arabia Saudita ha un numero di esecuzioni tra i più alti al mondo, sia in termini assoluti sia in percentuale sulla popolazione: il record è stato stabilito nel 1995 con 191 esecuzioni. Il 18/12/2014, l'Arabia Saudita ovviamente ha votato contro la risoluzione per una moratoria delle esecuzioni capitali all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

21/09
2016

<antidiplomat>: il 60% delle armi prodotte in Vallonia sono acquistate dall’Arabia Saudita.

20/09
2016

<inkiesta>: il "buono" Occidente sta con l'Islam peggiore: gli wahabiti, nemici della Russia, fomentatori del terrorismo, ma preziosi alleati nello scacchiere del MO.

02/09
2016

<tempi>: Arabia Saudita arresta e deporta 27 cristiani perché pregavano la Madonna in casa: permette di pregare a non islamici solo se non più di due famiglie assieme [CzzC: ONU, vergognati a lasciare ai vertici di UNHRC questi violentatori di diritti umani!]

01/09
2016

<Corriere>: Hillary Clinton e le radici wahhabite della sua fida Huma Abdedin la donna musulmana che da 20 anni sussurra all’orecchio di Hillary Clinton: figlia di una docente pachistana di sociologia in Arabia Saudita e dell’intellettuale musulmano Syed Zainul Abedin, Huma è l’ombra di Hillary e in comune hanno anche gli eccessi sessuali dei mariti. [CzzC: le tresche sessuali stanno alla possibilità di ricatto come la m... sta alle mosche o come il miele sta all’orso. Continua].

13/08
2016

Wahhabiti massacrano inermi in Yemen, complici Us-Uk-Francia, provocando una delle crisi umanitarie più gravi al mondo, se non la più grave in assoluto, con il 70% dei 24M di yemeniti che rischia di morire di fame. Il deputato socialista Hervé Féron denuncia i danni terribili provocati dalla vergognosa guerra condotta dall’Arabia Saudita con il sostegno degli Stati Uniti, del Regno Unito e della Francia.

09/08
2016

I terroristi siriani che gli inciuciati Us-turco-wahhabiti chiamano ribelli moderati <sussidiario> intitolano il loro contrattacco ad Aleppo ad Ibrahim Yusuf , il capo della milizia wahhabita che nel 1979 durante la rivolta dei Fratelli musulmani ammazzò 80 giovani cadetti alawiti. Il portavoce della coalizione Fath Halab dice «uccideremo questi alawiti come quella volta, trascineremo i loro cadaveri per le strade e li tortureremo anche da morti». [CzzC: grazie al masso nobel pace e ai suoi alleati turco-wahhabiti?]

22/07
2016

Come son ben pagati i maestri di odio! <vita>: Wael Farouq: Sì, gli islamisti sono i più organizzati e la loro voce è la più forte ... grazie alla risonanza fornita dai mass media occidentali e all’illimitato finanziamento wahhabita. Uno studioso italiano che stimo molto mi ha raccontato che intende tradurre le lettere di Hassan al-Banna, il fondatore della Fratellanza Musulmana. Gli ho chiesto perché, dopo anni di studi dedicati a Sayyed Qutb, ideologo della Fratellanza e fautore del jihad violento, ora volesse tradurre anche Hassan al-Banna. Lui mi ha risposto: mio caro, è questo che vuole il mercato! [CzzC: comanda chi paga; dea pecunia adorata da potenti matrici della cultura dominante]

20/07
2016

<repubblica>: Arabia Saudita, già 99 esecuzioni capitali per decapitazione nel 2016. Secondo Amnesty International, i processi - spesso a porte chiuse - sono tutt'altro che trasparenti e molte condanne arrivano dopo confessioni sospette.

07/07
2016

[CzzC: scrivo msg a Obama: smetti di foraggiare terroristi direttamente o indirettamente coi wahhabiti, onora il tuo premio Nobel per la pace, togli le sanzioni alla Siria, collabora con tutti gli stati, Russia compresa, che si dimostrano efficaci nel vincere contro le bande del terrorismo jihadista che sta facendo stragi di innocenti]

05/07
2016

<amnestyIntern>: Amnesty International ha denunciato oggi un'agghiacciante ondata di rapimenti, torture e uccisioni sommarie da parte dei gruppi armati che agiscono nelle province di Aleppo, Idlib e in altre zone del nord della Siria, alcuni dei quali sono sostenuti da paesi quali Arabia Saudita, Qatar, Us e Turchia, nonostante si rendano responsabili di violazioni delle leggi di guerra [CzzC: solo adesso hai corretto la vista cara Amnesty? Meglio tardi che mai, e ... continua]

03/07
2016

Dacca2016 <giornale>: quei petroldollari alle radici dell’odio: Arabia Saudita e Qatar finanziano le scuole che formano i jihadisti: nelle madrasse islamiste, fuori dal controllo governativo, ~1,5M di studenti (~34%), viene educato all'odio e al fanatismo

02/07
2016

Dacca2016: <avvenire>: Un missionario del PIME: decenni di impegno dell’Arabia Saudita e altri Paesi arabi, inteso a “rieducare” i musulmani del Bangladesh ad un islam a loro parere più autentico, depurandolo da commistioni ... con culture non islamiche..., stanno dando frutti. Migliaia di ‘madrasse’, hanno instillato il loro Islam chiuso e duro in milioni di giovani, che ora rifiutano la tolleranza e l’apertura

13/06
2016

Legislazioni esiziali per i gay: i diritti dei gay in Arabia Saudita <wikipedia> non vengono riconosciuti; l'omosessualità è considerata illegale e viene punita con la reclusione, punizioni corporali giudiziarie eseguite in pubblico fino a giungere, nei casi più gravi, fino alla pena di morte.

11/06
2016

<micromega>: Hillary Clinton e le relazioni pericolose con l'Arabia Saudita: nel periodo 1999-2014 l’Arabia Saudita è risultato il terzo maggior donatore per la Fondazione Clinton, dietro l’Ucraina e la Uk; eppure 2009 WikiLeaks rivelò che la Clinton da segretario di Stato scrisse che “L’Arabia Saudita resta una base decisiva di supporto finanziario per Al-Qaeda e altri gruppi terroristici ... i donatori privati dell’Arabia Saudita costituiscono la più significativa fonte di finanziamento per i gruppi del terrorismo sunnita”. [CzzC: Hillary, giochi contro pace e inermi innocenti?]

10/06
2016

<tgcom, tempi youtube>: LʼOnu toglie l’Arabia Saudita dalla lista nera (già pubblicata) dei paesi violatori dei diritti dei bambini (in Yemen uccisi almeno 510 nel 2015); Ban Ki-moon: "Minacciava stop fondi". Ufficiali dell’Onu rivelano: «Bombardati di minacce» [CzzC: diritto della forza o forza del diritto?]

10/06
2016

<lastampa>: Quel “patto col diavolo” tra l’Occidente e i finanziatori del terrore: terrorismo wahabita, guerre di regime change, flussi finanziari, colossali compravendite di armi: in un libro di Fulvio Scaglione storia, dati e numeri su ciò che per ragioni di business le democrazie occidentali fingono di non vedere [CzzC: non solo fingono di non vedere, ma mandano i wahhabiti ai vertici di UNHRC e colpiscono con sanzioni, se non possono con le bombe, i regimi invisi ai wahhabiti]

06/06
2016

<voltairenet>: Thierry Meyssan, presidente della conferenza Axis for Peace: l’ONU e la UE (causa Nato soprattutto), invece di coordinare la lotta contro Isis, mettono i bastoni fra le ruote ai più efficaci combattenti anti Isis sul campo, mascherano i sostegni statali al terrorismo internazionale, ignorano i documenti consegnati al Consiglio di Sicurezza che da Iraq, Siria e Russia dimostranti il foraggio ad Isis fornito da Arabia Saudita, Qatar e Turchia di Erdogan. Continua

26/05
2016

<avvenire>: chi più vende armi più paghi per i profughi, secondo una logica presa in prestito dal diritto comunitario in materia ambientale (chi inquina paga). [CzzC: condivido l’intento, ma discernerei illusioni: mentre l’inquinamento deriva soprattutto da chi vuol guadagnare evitando i costi di rispetto ambientale (perciò lì funzionerebbe la dissuasione del chi inquina paga), le guerre da faide terroristiche che ci generano profughi derivano da maestri di odio e da strateghi lfb che guadagnano dai danni inferti all’avversario generabili anche con tritolo da cava o armi leggere svendute da Wahhabiti, Israele e Cina, stati che non pagherebbero mai per i profughi in parola: inarrestabile il terrorismo se culliamo regimi che uccidono abiuri e blasfemi]

15/04
2016

<panorama>: Durissimo editoriale del New York Times contro il governo Hollande accusato di fornire armi ad Al Sisi senza protestare contro le violazioni dei diritti umani, come chiesto dall’Italia per il caso Regeni; Londra ha chiesto una "inchiesta trasparente", ma c'è stato "un vergognoso silenzio dalla Francia, il cui presidente Francois Hollande, andrà al Cairo lunedì per firmare un contratto da 1,1G$ in armi". [CzzC: finanziato dai wahhabiti, per rafforzare l’influenza ideologica su Al Azhar]

04
2016

<wikipedia>: HRW denuncia che l'Arabia Saudita ha usato bombe a grappolo di fabbricazione Us su Mastaba/Yemen, uccidendo 107 civili, tra cui 25 bambini.

07/04
2016

<wikipedia> nei Panama papers sono menzionati i leader di Arabia Saudita, Argentina, Emirati Arabi Uniti, Islanda e Ucraina. ...

30/03
2016

<tempi>: Arabia Saudita: documentato orrore anti umanità: per sei mesi i giornalisti di Itv e Pbs hanno ripreso la vita in Arabia Saudita, tra decapitazioni e repressione. E dove si insegna ai bambini: «I cristiani dovrebbero essere decapitati» [CzzC: caro masso Nobel Pace, sei contento di aver favorito questo regime tuo alleato e primario acquirente di tue armi, per insediarlo ai vertici di UNHRC?]

24/03
2016

<left.it>: Bruxelles: le moschee ben pagate dall'Arabia saudita e la diffusione del wahhabismo in Europa, già a partire dal 1973, quando la Muslim World League di ispirazione saudita aprì uffici e cominciò a finanziare la nascita di moschee in ogni angolo del mondo e in Germania molti individui pericolosi escono proprio da queste comunità e la edizione più diffusa del Corano è diventata quella approvata dai religiosi wahabiti di stanza in Arabia Saudita. Un dispaccio diffuso da Wikileaks ci racconta di come la propaganda in Pakistan finanziata da Emirati Arabi e Sauditi sia volta a ridurre l’influenza dei clerici sufi e a diffondere il wahabismo.

10/03
2016

Hollande fregia con la Legion d’onore il principe saudita: onore alle frustate e decapitazioni? L’attrice Sophie Marceau rifiuta il premio così lordato.

24/02
2016

<politico.eu qui in italiano>: Robert Kennedy Junior: "La nostra guerra contro Assad è iniziata quando questi rifiutò al Qatar il gasdotto di 10G$ che attraversasse l'Arabia Saudita, Giordania, Siria e Turchia". Secondo Kennedy la CIA ha trasferito milioni di $ pro rovesciamento del presidente siriano. L'intelligence Us utilizza i jihadisti pro suoi petroldollari e rovescia regimi in Medio Oriente ritenendo che le forze religiose radicali siano un contrappeso all'influenza Russa nella zona.

19/02
2016

<voxnews>: imam saudita: “velare anche bimbe, altrimenti provocano Secondo il religioso, anche le bambine piccolissime devono indossare lo hijab, in modo che gli uomini musulmani non siano tentati di violentarle.

26/01
2016

Dichiarazione di Marrakech sui diritti delle minoranze religiose nelle comunità a predominante maggioranza musulmana: è apprezzabile che la dichiarazione, ammettendo che il terrorismo derivi anche da un problema educativo, affermi che occorre una revisione dei percorsi formativi che affronti onestamente e in modo efficace qualsiasi materiale che istighi l'aggressività e l'estremismo. [CzzC: wanted: qual è stato il contributo dei wahhabiti a tale dichiarazione?].

26/01
2016

<globalist>: così CIA e Arabia Saudita hanno armato i jihadisti. Il New York Times rivela: miliardi di $ sauditi hanno alimentato il terrorismo in Siria, organizzato dalla gigantesca operazione Timber Sycamore, nome usato dalla CIA per coprire le operazioni di addestramento e finanziamento dei ribelli in cooperazione con l'Arabia Saudita a partire dal 2013. Già nell'ottobre di quell'anno, il Washington Post scriveva, citando fonti militari, che «la CIA sta aumentando i propri sforzi per  addestrare i combattenti dell'opposizione in Siria».

13/01
2016

<asianews>: Riyadh: arrestata Samar la sorella di Raif Badawi, parlava su internet di diritti: secondo l’accusa, la donna gestiva il profilo social dell’attivista ed ex marito Waleed Abulkhair, in prigione per scontare una condanna di 15 anni. Attivisti: “prova schiacciante” degli abusi ai diritti umani in Arabia Saudita. [CzzC: UNHRC?]

11/01
2016

Condivido il giudizio di Massimo D'Alema sul <corriere>: era sbagliato l’ostracismo verso l’Iran: era dettato non dagli interessi dell’Occidente, ma da quelli dei due alleati dell’Occidente: Arabia Saudita e Israele. I quali, più che alleati, si sono rivelati due problemi ... Il conflitto Wahhabiti-Iran tende a degenerare in religioso per questione di egemonia nell’area. L’Arabia Saudita teme l’ascesa dell’Iran. E con un atto deliberato, privo di senso, ha messo a morte un chierico che non era un estremista, Nimr Al Nimr, per provocare la reazione dell’ala conservatrice del regime iraniano».

10/01
2016

<avvenire>: regime wahhabita secondo Bernard-Henri Lévy in un editoriale su Le Point sarebbe «un regime instaurato da un secolo ma che tutti gli osservatori sono concordi nel definire corrotto, guasto, in declino, sempre più evidentemente inadeguato ad assicurare la propria durata nel tempo». Un malato, insomma, dal quale si comincia a prendere le distanze e le contromisure.

02/01
2016

<sole24h giornale Tg24> L’Arabia Saudita ha giustiziato Nimr al-Nimrits imam della moschea sciita di Qatif a Al Awamiyya (nell’Est dell'Arabia Saudita) arrestato per una manifestazione a cui aveva partecipato nel 2012 nell'ambito delle proteste sciite (5% della popolazione) scoppiate nel 2011 per chiedere la fine dell’emarginazione delle minoranze religiose. [CzzC: pare che i peggiori attentatori della pace siano tra i migliori clienti in armi del masso Nobel pace. Vedi comprensibile reazione dell'Iran. Continua]

30/12
2015

<avvenire>: in Arabia Saudita e Pakistan incremento record di esecuzioni capitali: con wahhabiti il boia ha colpito 153 volte, quasi il doppio delle 87 esecuzioni del 2014; l’incremento sarebbe dovuto a un’alta percentuale di condanne per droga, ma punibili con la scimitarra sono anche l’adulterio, la stregoneria e l’apostasia. [CzzC: vedi caro masso Nobel pace come il tuo alleato e primario compratore di tue armi onora la promozione ai vertici di UNHRC, avvenuta anche col tuo placet? Per non parlare del foraggio ad Isis]

23/12
2015

<fattoq>: Armi italiane all’Arabia Saudita, la ministro Pinotti sotto accusa: “Il nostro paese alimenta la guerra”. Una doppia interrogazione del M5S sia alla Camera sia al Senato per avere chiarimenti dalla MinDifesa su una compravendita di bombe. “Prima le facciamo lanciare e poi mandiamo gli aiuti alla popolazione colpita

16/12
2015

<asianews>: Una coalizione islamica anti-terrorismo per “salvare la faccia” a Riyadh. Vi partecipano 35 nazioni, escluse Siria, Iraq, Iran e Afghanistan. Dubbi che la lotta al terrorismo sia usata per soffocare i diritti umani delle popolazioni di questi Paesi. L’approvazione di Al-Azhar, che chiede da tempo un impegno a correggere le interpretazioni letteraliste del Corano. Le critiche di Hezbollah.

15/12
2015

<internazionale>: Arabia Saudita alla testa di una coalizione di 34 paesi musulmani contro il terrorismo. <VideoCorriere pessimo audio>: coalizione e grande ipocrisia: il coraggio del re di Giordania e il pessimo esempio del turco Erdogan

12/12
2015

<rainews>: oggi donne al voto per la 1ª volta, ma la sharia ha imposto la segregazione durante la campagna elettorale (vietato che i candidati pronunciassero discorsi di fronte a persone del sesso opposto), misura che ha colpito soprattutto le donne: sul 1,5M di iscritti a votare, solo 130k sono donne (865 le candidate) [CzzC: e magari debbono andare al seggio accompagnate da un uomo]

11/12
2015

<asianews>: È in sciopero della fame Raif Badawi, blogger saudita condannato per “insulto all’islam” A dare la notizia è la moglie, Ensaf Haidar, che vive con i tre figli in Canada, dove ha ricevuto asilo politico. Il blogger, arrestato nel 2012, deve scontare 10 anni di prigione e ricevere 1000 frustate. Da martedì avrebbe smesso di assumere cibo. Nel 2015 Badawi ha ricevuto due importanti riconoscimenti per la sua azione a favore della libertà di pensiero: il Pen Pinter Prize e il premio Sakharov, l’equivalente europeo del Nobel per la pace. [CzzC: caro masso Nobel pace, datti una mossa sul tuo alleato! O ne sei ricattato perché è il primo importatore mondiale di tue armi?]

09/12
2015

<asianews>: Riyadh sospende la lapidazione di una lavoratrice domestica srilankese, madre di due bambini, condannata a morte per adulterio dopo aver avuto una relazione extra-coniugale. [CzzC: al masso Nobel Pace chiediamo se è contento di avere questo Nobile alleato come 1° importatore mondiale di armi, mandato ai vertici di UNHRC]

29/11
2015

<nbussolaq> Ma quanto si assomigliano Isis e Wahhabiti? Magari fosse solo per il velo, la segretezza che avvolge i processi, l'abbondanza di decapitazioni , ...

 

26/11
2015

Vita Trentina #47 pubblica questa mia riflessione “... troppe maschere bofonchiano la parola fraternité; ad esempio? Già la maschera cari Wahhabiti ...» continua

26/11
2015

<tempi>: la giustizia wahhabita promette di perseguire un utente Twitter che ha descritto una condanna a morte per apostasia come «degna dell’Isis» [CzzC: i wahhab sono coerenti; la vergogna è di chi porta l’Arabia Saudita ai vertici di UNHRC]

25/11
2015

<internazionale>: Le vere radici del gruppo Stato islamico sono in Arabia Saudita: nella sua lotta al terrorismo, l’occidente è in guerra con l’uno ma stringe la mano all’altro [CzzC: non dimentichiamo Erdogan nell’alimentazione di quelle radici, quello cui Merkel promise l’Europa proprio mentre silenziava gli oppositori ante elezioni]

22/11
2015

[CzzC: caro Presidente Obama, bravo ad allearti con Russia contro il terrorismo! Appreso della collaborazione Us-Russia contro il terrorismo di matrice Isis, scrivo al Presidente Obama il seguente apprezzamento e incoraggiamento: «questa è la strada giusta per il bene comune ... anche se questo costasse perdere qualche petroldollaro proveniente dai regimi wahhabiti... » continua]

20/11
2015

<tempi> chi comanda all’Onu? L’Arabia Saudita ha fatto approvare una mozione al Consiglio Onu per i diritti umani per condannare l’intervento del nemico russo in Siria, mentre nasconde le violazioni dei diritti umani in Yemen [CzzC: e a casa sua, nonché il foraggio ai terroristi ... continua]

20/11
2015

<repubblica>: Arabia Saudita, poeta palestinese Fayadh condannato a morte: "Ha dubitato dell'esistenza di Dio". La denuncia di Human Rights Watch. L'artista, nato da genitori palestinesi ma cresciuto in Arabia Saudita, è stato arrestato nel 2013. In primo grado era stato condannato a quattro anni di prigione e 800 frustate.

17/11
2015

<stampa>: «All’Isis soldi da Paesi del G20»: Putin imbarazza Sauditi, Qatar, Emirati e Turchia. Gli sherpa russi consegnano alle altre delegazioni i «dati a nostra disposizione sul finanziamento dei terroristi» informazioni che il Dipartimento del Tesoro di Washington raccoglie dal 2013. [CzzC: se l’accusa fosse infondata, i con-turbante del G20 avrebbero potuto dare del pazzo a Putin; invece silenti, ma non credo imbarazzati, perché ... continua]

12/11
2015

<tempi>: L’Arabia Saudita assieme a Qatar e Turchia propone all'ONU di condannare Russia e Iran perché sostenendo Assad favorirebbero il terrorismo in Siria. I wahhabiti difensori dei diritti umani è una barzelletta di per sé: il regime non riconosce i nostri diritti umani, per le decapitazioni non hanno abbastanza boia, la libertà religiosa non esiste, quella di espressione è negata, i migranti vengono sfruttati in modo disumano, le donne oppresse e per quanto riguarda gli omosessuali meglio non parlarne ...

16/10
2015

<tempi>: Salvate mio figlio, Al-Nimr, arrestato a 17 anni per aver protestato contro il regime, condannato alla decapitazione e crocifissione. La rabbia della madre: «Perché una sentenza così crudele?» [CzzC: la risposta è scritta in testi sacri insegnati]

09/10
2015

<asianews>: Padrone saudita mozza una mano a domestica indiana. Era spesso torturata e molestata. Il governo di Delhi solleva la protesta con le autorità di Riyadh e chiede giustizia per la donna. Kasturi Munirathinam è ricoverata in gravi condizioni e presenta anche lesioni spinali. Nessun commento ufficiale da parte del governo saudita. [CzzC: silente anche l’alleato masso Nobel pace]

09/10
2015

<tgcom24>: La Mecca, nuovo bilancio: "1.453 i morti nella calca, peggiore strage di sempre". Il numero delle vittime, secondo l'inchiesta dell'agenzia di stampa Ap, sarebbe il doppio rispetto alle stime diffuse dalle autorità locali dopo la tragedia di settembre [CzzC: che importanza avrebbe la verità per chi usasse Taqiyya o Kitman?]

04/10
2015

<VT#39p18>Nel 2014 l'Arabia Saudita è diventata il primo importatore di armi al mondo... Ha speso 6,5G$, più del doppio rispetto al 2013, superando l’India, che ne ha spesi 5,8. [CzzC: nota che l’Arabia Saudita ha 7 milioni di abitanti, l’India ne ha 1266 milioni] ... armi in gran parte dagli Stati Uniti, che nel corso del 2014 hanno esportato armi in Medio Oriente per un importo di 8,4 miliardi di dollari, contro i 6 miliardi dell'anno precedente. ...

26/09
2015

<fattoq>: se Arabia Saudita ha record di esecuzioni, perché l’han messa a “capo” del Consiglio diritti umani Onu? A Riyad sono state 114 le pene capitali eseguite nei primi otto mesi dell’anno, ma nonostante questo l'ambasciatore saudita, Faisal bin Hassan Trad, sarà al vertice dell'organismo nel 2016: sulla scelta pesa il fatto che in MO la coalizione a guida USA ha bisogno di portare dalla sua parte il maggior numero di attori protagonisti per risolvere il conflitto yemenita e, soprattutto, quello siriano.

24/09
2015

Dopo aver letto [infoconsapevole, tempi, beppegrillo, giornale], che stanno mandando un rappresentante dell’Arabia Saudita al vertice del Gruppo Consultivo di UNHRC (Commissione ONU per i diritti umani), mi son chiesto “forza del diritto o diritto della forza dei petroldollari?” e ti inviterei a leggere ed eventualmente condividere e diffondere questo appello: «al vertice di UNHRC possano accedere solo rappresentanti di Paesi che hanno sottoscritto la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani»

21/09
2015

<tempi>: l’ambasciatore saudita Faisal bin Hassan Trad è appena stato eletto a capo del NHRC: Consiglio per i diritti umani dell’Onu per l’anno 2016: l’Arabia Saudita è uno dei paesi che non ha firmato la Dichiarazione universale dei diritti umani; la presidenza viene ricoperta a rotazione tra continenti e per il 2016 toccava all’Asia: i wahhabiti l’hanno spuntata su paesi come Bangladesh, Cina, Emirati Arabi Uniti, India, Indonesia, Giappone, Kazakistan, Maldive, Pakistan, Repubblica di Corea, Qatar e Vietnam. [CzzC: potenza della dea pecunia? Non che tutti gli altri siano immacolati paladini dei diritti umani, ma qui appare vergogna ONU per le vittime da wahhabismo]

12/09
2015

<messaggero>: Arabia Saudita: non accogliamo profughi ma costruiremo 200 moschee in Germania: ne costruiranno una per ogni centro rifugiati accolti. E' questa l'offerta dell'Arabia Saudita, 200 moschee per rispondere alle critiche, mosse ai sauditi di non aiutare a sufficienza i migranti che in questi giorni attraversano l'Europa dell'Est per sfuggire alla guerra che sta devastando Siria e Iraq.

A darne la notizia è il giornale libanese Al Diyar, immediatamente ripreso dalla stampa tedesca, in particolare dal Frankfurter Allgemeine Zeitung.

[CzzC: prova a pensare cosa farebbero i nostri lumi ad un regime sedicente cattolico che foraggiasse terroristi generanti diaspora di profughi e che, invece di accoglierli, promettesse di costruire chiese negli stati ... continua ...]

11/09
2015

Leading from behind (gestire gli eventi da dietro): cinica realpolitik Usa: armare e finanziare di volta in volta gli attori che sembrano più utili per il raggiungimento dei propri obiettivi geostrategici, siano essi dittatori o “petrol-monarchi": chiave di lettura per decifrare l’invischiamento cinico Us nei vari conflitti, dalla Siria allo Yemen all’Ucraina ...

03/09
2015

<giornale>: "In Arabia alle radici dell'odio". Il reportage-profezia di Oriana Fallaci. Durante la guerra del Golfo, la scrittrice pubblicò un'inchiesta dall'Arabia Saudita in cui prevedeva il ritorno dei conflitti religiosi.

02/09
2015

<sentire>: l'Italia sospenda l'invio di bombe alla coalizione guidata dall’Arabia Saudita che sta bombardando lo Yemen contro il movimento sciita zaydita Houthi: bombardano da cinque mesi senza alcun mandato o giustificazione internazionale. Lo chiede a Renzi anche Amnesty International Italia. [CzzC: chiediamolo in tanti! Ma perché tacciono i tifosi delle bandiere rosse che ci tiravano in piazza al grido di Nixon boia per il Vietnam? Forse perché Obama è pro uteri in affitto cari all’Arcigay?]. Il conflitto ha finora causato più di 4mila morti e 20mila feriti – di cui circa la metà tra la popolazione civile – provocando una “catastrofe umanitaria” con oltre un milione di sfollati e 21 milioni di persone che necessitano di urgenti aiuti. E’ minacciata la sopravvivenza soprattutto dei più vulnerabili. [CzzC: chissà se Amnesty International USA chiede la stessa cosa al loro Obama masso nobel Pace che sullo Yemen dissimula, anzi aiuta l’alleato wahhabita: danni da potentati]

19/08
2015

<mondofuori>: essere gay in Arabia Saudita è una condanna a morteQuando ho capito di essere omosessuale la mia vita è diventata un incubo, diviso tra quello che la società e il Corano mi imponevano, e quello che ero e volevo essere

17/07
2015

<ilgiornale>: Al re la Francia s'inchina come ante rivoluzione francese? Arriva il re saudita in Costa Azzurra e i bagnanti devono lasciare la spiaggia. "La famiglia reale saudita non gradisce i turisti vicino alla propria villa". [CzzC: sorprende non tanto l'altezzosa richiesta del re (che magari teme di farsi vedere nudo), ma la risposta succube di uno stato sedicente tanto libertario da fare i matrimoni gay con la legge Taubira, ministra cui chiederemmo perché sia qui silente mentre si esibì tanto fiera della sua idea di libertà di espressione da rivendicare il diritto di irridere tutte le religioni: la contraddizione indicherebbe il prevalere della sudditanza alla dea pecunia e il diritto della forza sulla forza del diritto. Ma il 03/08/2015 ... continua ...]

27/06
2015

<asianews>: Al Azhar e il Vaticano sul terrorismo. Le ambiguità della comunità internazionale: ... Stati Uniti, Arabia saudita, Qatar, Turchia, Kwait, ... continua ...

23/06
2015

<e.paper>: Nuove rivelazioni di Assange: come vengono utilizzati i petroldollari sauditi anche per corruzione di individui e istituzioni chiave; velate strategie e piani, ad es per fomentare la rivolta interna in Iran: esiste una “rete clientelare” africana, dal Libano alla Mauritania, che comprende privati, politici personaggi pubblici, enti e governi e spesso queste dinamiche intrise di sangue e petrodollari sono funzionali a grandi interessi internazionali di cui anche l'Arabia Saudita è onorato ma non onorevole sponsor.

22/06
2015

Alleanza militare israele-ArabiaSaudita: voltairenet>: dopo l’annuncio dei negoziati tra Washington e Teheran, Tel Aviv sta conducendo negoziati segreti con l’Arabia Saudita ... lo Yemen i soldati israeliani pilotano bombardieri sauditi nel quadro di una Coalizione araba il cui quartier generale è stato installato dagli israeliani nel Somaliland

16/06
2015

<asianews>: Riyadh: le donne potranno viaggiare senza il permesso del loro “guardiano”. Secondo la legge, la donna saudita è sotto la “tutela” di un uomo che sia suo padre, marito, fratello, zio e, se divorziata e orfana, figlio. Al guardiano deve chiedere il permesso non solo per viaggiare, ma anche, ad esempio, per uscire di casa, lavorare o iscriversi a scuola.

26/05
2015

<messaggero>: donna cacciata dal centro commerciale perché aveva le mani scoperte,  nonostante il burqa d’ordinanza (era senza i guanti); la "polizia religiosa". continua

20/05
2015

<tempi>: L’Arabia incrementa esponenzialmente le esecuzioni capitali eppure aspira nel 2016 alla presidenza del  Consiglio Onu per i diritti umani. [CzzC: i petroldollari possono oleare l’assegnazione dell’incarico?]

13/05
2015

p3

<avvenire>: Dai Balcani radicalizzati parte il jihad «europeo». «In Kosovo la radicalizzazione wahhabita è in aumento ... sono arrivate varie fondazioni dei Paesi arabi che hanno favorito l’indottrinamento di predicatori affini al radicalismo islamico», spiega, davanti alla sua moschea a Drenas, Osman Musliu, imam aggredito nel 2009 per aver denunciato apertamente il pericolo della radicalizzazione wahhabita e che è ancora sotto minaccia. «... ci sono un centinaio di imam che predicano il wahhabismo ... l’attuale Mufti favorisce e protegge gli imam di tendenze wahhabite e radicali invece di rimuoverli dalla predicazione». E intanto la comunità islamica del Kosovo continua a incassare pubblicamente periodici finanziamenti da fondazioni saudite già collegate al network dei finanziatori di al-Qaeda. [CzzC: UE ed US, narcotizzati dai petroldollari sauditi? Accecati dalla dea pecunia?]

08/05
2015

<tempi>: Siria. Inedita alleanza turco-saudita per finanziare l'”Esercito di conquista” dei terroristi anti-Assad, compresi quelli già finanziati dagli Stati Uniti e la milizia di Al-Qaeda.

14/04
2015

<asianews>: Traffico di armi: Riyadh al primo posto nella classifica mondiale. L’Istituto di ricerca sulla Pace Internazionale di Stoccolma ha stilato la classifica dei 15 maggiori Paesi che hanno comprato e venduto armi nel 2014. Nelle prime posizioni si trovano Arabia Saudita, Cina, India e Giappone. Il Regno saudita fornisce armi ai militanti in Siria e conduce la coalizione anti-Houti in Yemen.

08/03
2015

<laSicilia>: Isis è una bufala x M.Campanini prof di islamistica in UniTN: «è stato detto che i denari arrivati all’Isis provenissero dall’Arabia Saudita, il che è molto probabile, ma ... che l’Isis rappresenti una minaccia reale in grado di distruggere l’Occidente, mi fa un po’ ridere».

[CzzC: forse i jihadisti massacratori non riusciranno presto a distruggerci del tutto, ma che facciano tanto male con l’aiuto di potentati lo ammetti anche tu, caro prof, e allora c’è poco da ridere ..., anzi, c’è forse da piangere che ciò insegni un prof universitario pagato coi nostri soldi pubblici]

24/02
2015

<tempi>: L’Arabia Saudita condanna a morte un musulmano per apostasia. La rivoluzione dell’islam non può partire da qui

28/01
2015

<avvenire>: Padre Samir Khalil  spiega come il fondamentalismo nato nel wahhabismo sia un virus che si diffonde dalle università alle moschee, dove molti imam nelle seguitissime prediche del venerdì giustificano il ricorso alla violenza in nome di Dio. Commento].

27/01
2015

<repubblica corriere fattoq adnk>: i wahhabiti censurano immagini di Michelle Obama senza velo (col marito Barack aveva incontrato il nuovo re Salman a Riad, a margine dei funerali del re Abdullah): la tv di stato dell'Arabia saudita oscura l'immagine della First lady mentre alcuni video di tale oscuramento postati su YouTube sono stati rimossi.

17/01
2015

<tempo, fr.israel>: Donna decapitata in mezzo alla strada. Il video choc dall'Arabia Saudita: la donna viene trascinata in mezzo alla strada dalle forze di polizia: sarebbe accusata di aver violentato e ucciso la propria figlia di 7 anni. Lei urla la propria innocenza, inutilmente. Un uomo con una sciabola la afferra e le taglia la testa.

12/01
2015

<huffingtonpost>: Arabia Saudita, fatwa contro chi fa i pupazzi di neve. "L'Islam non lo permette" assicura il noto teologo Mohammad Saleh Al Minjed

09/01
2015

I wahhabiti frustano blogger di sito liberale: <tempi>: Mentre condanna l’attentato a Charlie Hebdo, l’Arabia Saudita fa frustare il blogger liberale davanti alla moschea al-Jafali al termine della preghiera del venerdì: prima porzione della pena stabilita dal Tribunale di Jedda lo scorso maggio 2014 ovvero 100 frustate su un totale di mille, che si vanno ad aggiungere a 10 anni di galera. L’accusa: aver «fondato il sito dei Liberali sauditi», e avere pubblicato scritti propri recanti «offesa ai precetti islamici». [CzzC: i nostrani potenti illuminati che lucrano senza scrupoli con le finanze wahhabite celebrano “agenti della libertà” gli autori di oscene offese a quel cristianesimo che ha fondato la dignità della persona umana, quindi i diritti umani, compresa la libertà di espressione abusata dai loro sublimati agenti e qui in Arabia cruentemente impedita, anche grazie alla ignavia dei suddetti illuminati, distratti a criminalizzare il Papato di tortura].

09/01
2015

<asiaNews>: i wahhabiti tentano di rendere integralisti anche i Curdi: l’islam curdo è stato sempre moderato [CzzC: non sempre: ad esempio hanno massacrato inermi Armeni] e ha vissuto in pace con cristiani, yazidi, zoroastriani... Ma le pressioni fondamentaliste stanno scuotendo la convivenza. «Da noi non c'erano donne velate; adesso se ne vedono qua e là: sono pagate dall'Arabia saudita per portare il velo» [CzzC: naturalmente nessun atto di accusa da parte della commissione ONU che ha accusato il Vaticano di tortura: pecunia non olet, e per le donne curde l’eventuale peso del velo parrebbe ben compensato]

08/01
2015

<ilManifesto>: governi come l'Arabia Saudita ... si reggono sul fomentare visioni estremiste della tradizione islamica, pur rimanendo solidi alleati dell'Occidente ... La causa sono i politici occidentali che pensano di essere furbi e invece si lasciano imbrogliare come turisti al suk... La causa è l'interesse ad attrarre petrodollari per tenere in piedi il gioco fallito del capitalismo americano. Tutto il resto è teatro.

15/12
2014

<Avvenire>: va allo stadio, arrestata: una giovane è stata arrestata in Arabia Saudita per aver assistito a una partita di calcio: ha provato a difendersi sostenendo di non essere a conoscenza della legge che qui vieta alle donne di assistere ad eventi sportivi aperti anche al pubblico maschile.

28/11
2014

<sole24h>: Opec non taglia la produzione di petrolio, annuncia il ministro del petrolio saudita, Al-Naimi. La linea di Riad è prevalsa sui falchi come Venezuela e Iran, che premevano per una riduzione di produzione per far risalire i prezzi. La decisione dell'Opec pesa sulle monete di due importanti esportatori come Russia e Norvegia. Il rublo arretra a quota 47,60. <lastampa>: Riad fa la guerra a Teheran a colpi di ribassi del petrolio: Iraniani in difficoltà se il prezzo del barile resta attorno ai 75 dollari. I sauditi sospinti dagli USA così possono indebolire l’eterno rivale [CzzC: e indebolire la Russia: segnalo ad Asia News che risponde correggendomi; Putin è costretto a tagliare spese sociali, vede fuga di capitali e rischio di recessione: corre voce che i wahhabiti avrebbero prospettato una decisione Opec più favorevole all’olio-gas russo se Putin avesse accettato di scaricare Assad]

04/11
2014

<ansa> Arabia Saudita: in manette l'avvocatessa impegnata per i diritti delle donne, Suad Al Shammary, 48 anni. Attivista impegnata da anni per i diritti delle donne, avrebbe pubblicato su Twitter la foto di un saudita che bacia la mano di un imam, postando sotto il commento: “Guardate con quale arroganza si pavoneggia!”. Prima di andare in carcere a Gedda ha presentato ricorso contro l’arresto di due ragazze saudite che avevano guidato l’automobile sfidando il divieto imposto nel regno.

31/10
2014

<rainews> l’ONG Freedom House in febbraio 2014 aggiornò la lista dei regimi più brutali: adesso nei top ten worst (i peggiori 10) finalmente inserisce anche l’Arabia Saudita. [CzzC: noterei che

FH nel 2010 non contemplava il regime wahhabita, come se 4 anni fa non avesse violato i diritti umani come oggi; si è accorta di quanto foraggiò Isis?;

FH dimentica la Libia, contemplata invece nel 2010, come se dopo la caduta di Gheddafi i diritti umani in Libia fossero meglio rispettati;

FH include la Siria, senza dire che lì lo scempio di diritti umani, ben più che dal regime di Assad, è compiuto dagli jihadisti foraggiati da US e filo wahhabiti;

FH mette al primo posto dei worst (peggiori) il Centrafica, perché? Davvero il peggiore? Temo che FH abbia dovuto risarcire i petroldollari d’Arabia Saudita offesasi per apparire in top ten worst: come risarcire? Mettendo top un raro Paese dove parrebbe vincente una reazione contro milizie islamiche, guarda caso tacciata di essere cristiana mentre è indubbiamente orribile].

22/10
2014

<Avvenire> patriarca caldeo di Baghdad Sako denuncia un piano per parcellizzare il Medio Oriente «Non c’è una decisione chiara per liberare quelle regioni dai fondamentalisti». [CzzC: inciucio con jihad: a potentati US-UK e ad alcuni loro alleati stramatori di diritti umani potrebbe star bene l’avanzata degli jihadisti filo sunniti, i cui primari regimi ingrassano di petroldollari borse occidentali e armatori Nato: occorrerebbe frenare qualche sgozzatore troppo intraprendente, ma gli jihadisti anticristiani e antisciiti sarebbero manovalanza utile per operazioni sporche da ordire dissimulando la mano dei burattinai. Vedi anche danni da potentati.]

22/10
2014

<AsiaNews>: Gran Muftì saudita contro Twitter: è la fonte di tutti i mali e bugie. Al-Sheikh, massima autorità religiosa dell’Arabia Saudita, lancia una fatwa contro il popolare sito di microblogging, usatissimo nel suo paese.

16/09
2014

<Zenit>: la polizia religiosa saudita arresta ventisette cristiani con l’accusa che pregavano in casa, colti sul fatto: con loro sono stati sequestrati vangeli, libri di preghiera e strumenti musicali

15/09
2014

Non concordo con i tifosi della Pax Christi filo teoglib che chiedono il boicottaggio di Israele e col loro amato Zanotelli che accusa il Vaticano di essere silente sulla tragedia dei palestinesi; ma non concordo nemmeno con l’Israele che stringe accordi commerciali e alleanze con l’Arabia Saudita; accordi della specie potrebbero aiutare la pace ben più del suddetto boicottaggio, se fossero subordinati al rispetto dei diritti umani; purtroppo anche Israele si accoda a US-UK inciuciati coi wahhabiti in armi e finanza, dissimulando quanto quel regime calpesti i diritti umani e quanto alimenti jihadisti sterminatori di Cristiani e quanto sia, non a caso, ostile a regimi islamici che tollerano i cristiani come furono Saddam, Gheddafi, Assad.

01/09
2014

L'Arabia Saudita ammonisce: l'Isis è pronto a colpire Usa e Ue entrambi "prossimi bersagli" dei terroristi dello Stato islamico (Is ex Isis) se non ci sarà un'azione rapida risoluta. [CzzC: non era previsto? Grazie dell’informazione, cari wahhabiti, foraggiatori dei terroristi anti Assad. Se fosse vero quello che scrisse nel 2013 il giornale libanese As-Safir, sembrerebbe che abbiate molta capacità di controllo sui terroristi sunniti]

26/08
2014

A fronte del massacro di inermi montato dall’Isis anche con macabre sequenze mediatiche appare tiepida la condanna dei principali esponenti del islam sunnita, quasi assente quella dei filo wahhabiti, principali foraggiatori delle suddette belve assetate di sangue innocente: sto ascoltando a Radio anch’io un pur moderatissimo islamico che condanna quelle violenze e si chiede chi dia tanti soldi e armi a quei criminali: l’intervistatore dice che lo sappiamo e nomina l’Arabia Saudita, ma l’islamico per tre volte dice “non lo so” e accusa gli US e gli errori occidentali in Iraq: indovini caro fratello islamico ad additare gli errori dei potentati occidentali, ma inganni a negare per tre volte di non sapere chi sono i più cinici alimentatori di quelle belve; mentre l’islam sunnita delega ai droni US il contenimento degli eccessi bestiali, solo dall’islam sciita (vedi Al Sistani) si leva chiamata all’azione concreta anti Isis, ma sciiti significa filo Iran, guardacaso regime avversato dai potentati occidentali inciuciati coi petroldollari sunniti grandi clienti in armi.

21/08
2014

<gadlerner> Arabia Saudita arma e finanzia l’Isis: alimenta un islam salafita, estremista, fondamentalista e anche jihadista: le milizie dell’autoproclamatosi califfo al-Baghdadi godono di un indiretto ma decisivo supporto di Riad. Mai rivendicato, ma neppure smentito.

13/08
2014

L’Arabia saudita è il cliente più coccolato per i venditori di armi (29G$/anno le sue spese spese militari, con importazioni dalla sola UE di 3,5G$/anno) e secondo concordanti fonti di intelligence è tra i principali fornitori delle truppe in divisa scura che stanno barbarizzando l’Iraq.

22/07
2014

Tra i principali compratori di armi offensive targate US-UE ci sono i regimi del wahhabismo che sostengono il jihadismo sterminatore di cristiani col naso turato dei cointeressati venditori.

26/02
2014

<rainews> l’ONG Freedom House aggiorna la lista dei regimi più brutali: una top ten dei luoghi dove la popolazione soffre di più la negazione dei diritti e adesso finalmente inserisce anche l’Arabia Saudita. [CzzC: noto che FH nel 2010 non contemplava il regime wahhabita, come se 4 anni fa non avesse violato i diritti umani come oggi; e FH dimentica la Libia che contemplava  nei top ten 2010, come se dopo la  caduta di Gheddafi i diritti umani in Libia fossero meglio rispettati; FH include anche la Siria senza dire che lì lo scempio, ben più che il regime di Assad, lo fanno i terroristi foraggiati da US e filo wahhabiti]

27/01
2014

<marx21> Arabia Saudita: Una retrograda dittatura della rendita e del terrorismo globale: ha tanti vizi e poche virtù di uno Stato ricco di petrolio come il Venezuela. Il paese è governato da una dittatura familiare che non tollera opposizione alcuna e punisce severamente i sostenitori dei diritti umani e i dissidenti politici [CzzC: il masso Nobel pace, dato che pecunia non olet, vende armi alla grande a cotal regime allevatore di un tal Osama e sostenitore del califfato Isis; prova a chiederti perché quel tal Obama si turi il naso per i cristiani perseguitati dal jihadismo e a quelli di casa sua conculchi il diritto all’obiezione di coscienza ...]

19/01
2014

<corriere> Torturati dai Sauditi, ma la corte europea dei diritti umani nega loro giustizia: tre cittadini britannici non otterranno giustizia per le brutali torture subite nelle carceri dell’Arabia Saudita oltre un decennio fa, perché i funzionari statali godrebbero dell’immunità rispetto alla giurisdizione di un altro stato. [CzzC: ritengo che ben diverso sarebbe stato il verdetto della corte se i 3 fossero stati torturati da funzionari di uno stato privo di fondi sovrani oleosi con potere dissuasivo sulle borse europee. Trattasi degli stessi fondi oleosi che fanno accettare in UK i tribunali islamici? Forza del diritto o diritto della forza?]

01/01
2014

Il 01/01/2014 al TG1, in relazione agli attentati a Volgograd, udii x di Limes affermare che essi sarebbero la conseguenza del mancato cedimento della Russia al ricatto di dell’Arabia “se molli Assad, possiamo frenare i terroristi ceceni; se non lo molli ...”. Cercai articolo. Micidiale dimostrazione del potere della dissuasione e del vergognoso cinismo di Obama: come si permette di sostenere alleato un regime come quello Saudita così infido, scempiante i diritti umani in casa e all’estero? Non ne hanno avuto abbastanza di conseguenze negative alleandosi con Arabia e Talebani contro la Russia in Afganistan?

29/12
2013

<vietatoparlare; LaStampa>: Suor Dogan ad un Meeting internazionale per i diritti umani a Vienna,  riporta la confessione diretta di centinaia di donne violentate, torturate,  mutilate in Siria. E un  killer jahdista rivela: “Il sangue dei cristiani uccisi è venduto in Arabia Saudita”. Bisogna essere prudenti ad accreditare fatti non adeguatamente verificati, ma le notizie delle brutalità subite dai cristiani, bastano da sole a provare la deriva jahdista della rivolta in Siria.

21/12
2013

Etiopia, il ritorno degli schiavi dell'Arabia Saudita: non avevano diritti, ed erano sfruttati. Ma ora Riad se ne vuole sbarazzare. L'odissea degli espulsi.

28/11

Gran mufti d’Arabia Saudita: il divieto guida per le donne protegge da male

07/08
2013

Siria, l’offerta indecente dell’Arabia Saudita a Putin per mollare Assad: un contratto da 15G$ per l’acquisto di armi dalla Federazione. I dettagli dell’incontro sono stati pubblicati dal giornale libanese As-Safir, legato a Hezbollah e ostile agli arabi. Secondo As-Safir il principe Bandar si sarebbe impegnato a salvaguardare le basi navali russe in Siria se il regime di Assad fosse stato rovesciato, ma ha anche insinuato attacchi terroristici ceceni durante i giochi olimpici invernali che si terranno a Sochi in assenza di accordi. “Posso impegnarmi a proteggere i giochi olimpici invernali l’anno prossimo. I gruppi ceceni che minacciano la sicurezza della manifestazione sono controllati da noi”, avrebbe insinuato.

19/07
2013

Gli schiavi d’Arabia: Nonostante le promesse di riforme, la monarchia saudita continua a promuovere e tollerare la schiavitù e un singolare razzismo.

08/01
2013

Arabia, scappa a 15 anni dal marito 90enne. Rivolta web: "Basta con le spose bambine"

2012

<corriere>: in Arabia Saudita viene identificata per la prima volta la Mers, la sindrome Respiratoria del Medio Oriente, un coronavirus «cugino» della Sars che nel 2015.06 causerà la prima vittima anche in Europa dopo le decine in altri Paesi.

01/10
2012

Arabia Saudita: via le donne dal catalogo Ikea: il gigante dei mobili ha ammesso di aver rimosso tutte le foto con la presenza femminile. Lo riporta l’edizione svedese del free press Metro, che confronta le immagini con quelle presenti nei listini illustrati europei

01/09
2012

Le vendite di armi targate US sono triplicate nel 2011 e coprono più di tre quarti del settore globale, dice un rapporto del Congresso. A comprare sono l’Arabia Saudita e altri Paesi del Golfo [CzzC: accomunati dal wahhabbismo]

12/07
2012

In Arabia Saudita, migliaia di lavoratori uccisi da sfruttamento, torture e alcolismo. A rivelarlo è una ricerca dell'ambasciata nepalese a Riyad.

11/04
2012

La schiavitù ora si chiama kafala: 1/5 della popolazione dell’Arabia Saudita, circa 28 milioni di abitanti, è costituito da immigrati. Sebbene la schiavitù sia stata abolita nel 1962, la kafala le assomiglia molto, troppo. Lo stato di coercizione nel quale si trovano i lavoratori immigrati è permesso dall’assenza di una legge sul lavoro che li tuteli: dipendono dal proprio sponsor, il kafil, che li ha reclutati e schiavizza.

23/03
2012

<AsiaNews>: Mosul: ancora sangue cristiano, ucciso un fotografo 45enne. che era stato rapito quattro giorni prima: Mosul è diventata una roccaforte sunnita, legata all’Arabia Saudita. L’obiettivo è creare uno Stato islamico [CzzC: che purtroppo diverrà realtà terrificante con l’Isis].

22/03
2012

<wikipedia>: colpo di stato in Mali, poi elezioni nel dicembre 2013. Riprende la guerra civile che ha portato l'etnia tuareg (laica) del Movimento Nazionale di Liberazione dell'Azawad, ad allearsi con alcune frazioni fondamentaliste che aderiscono al gruppo salafita per la Predicazione e il Combattimento, poi denominato al-Qa'ida nel Maghreb islamico - e a prendere il controllo della regione settentrionale del Paese, l'Azauad, con scempio di simboli e tombe della locale tradizione sufi a causa dell'accesa ostilità iconoclastica del Wahhabismo

17/03
2012

<asianews>: Arabia Saudita, il 70% delle colf filippine subisce violenze fisiche e psicologiche: lo rivela una ricerca del Committee on Overseas Workers Affair. I casi di stupro subiti da giovani filippine sono all’ordine del giorno.

13/09
2011

Arabia Saudita, messo sotto accusa l’avvocato che lotta per i diritti umani. Walid Sami Abu al-Khair dovrà dimostrare di non aver "incitato l’opinione pubblica a sovvertire l’ordine del Paese", governato da una monarchia assoluta. E' un nuovo caso di persecuzione contro gli attivisti. Human Rights Watch: "Disprezzo per le libertà fondamentali"

29/06
2011

Arabia, sfidano il divieto di guidare: 5 donne arrestate. La notizia riferita dalla tv al-Jazira. Mobilitazione contro la proibizione imposta dall’editto religioso.

08/04
2011

<libreidee>: terroristi islamici creati dalla Cia in Afghanistan pensando già alla Libia di Gheddafi.  Scrive Michel Chossudovsky, professore emerito di economia all’Università di Ottawa: «Washington e l’Alleanza Atlantica stanno agendo in disprezzo delle proprie leggi e regole antiterrorismo»: la “Jihad Islamica” è stata sempre sostenuta sottobanco dalla Cia .. La verità è che, dall’Afghanistan in poi, «la rete di Al Qaida fu usata come “risorsa spionistica” da parte della Cia». Un documento del Senato americano conferma nel 1997 che «agenti di Al Qaeda furono utilizzati dall’amministrazione Clinton per fornire supporto all’Esercito Islamico Bosniaco agli inizi degli anni ‘90», ed è ampiamente documentato che l’Uck, l’esercito di liberazione del Kosovo sostenuto dalla Nato, «ha sviluppato un esteso legame col terrorismo islamico», come dice sempre il Senato statunitense nel 1998, denunciando «uno degli aspetti più inquietanti» della crisi planetaria scatenata dal terrorismo. Afghanistan, Bosnia, Kosovo. E ora Libia? L’“aiuto fraterno” continua: i ribelli libici, compresi i jihadisti, vengono riforniti di razzi anticarro e missili terra-aria attraverso l’Arabia Saudita, canale collaudato già dai tempi dell’Afghanistan, quando Bin Laden combatteva per l’America con i mujahedin contro i sovietici. continua

07/10
2010

Gruppi per i diritti umani all’attacco per le NOZZE di una BAMBINA con UN 50enne. La questione dei matrimoni dei bambini è oggetto di periodiche polemiche nella penisola arabica tra chi ne chiede il divieto e chi ne afferma la possibilità in base alla legge islamica, citando il comportamento dello stesso Maometto. In questo quadro, all’inizio di quest’anno, la Commissione per i diritti umani ha creato un comitato per studiare la questione

30/01

2010

No alle spose bambine anche in Arabia Saudita? Sdubbiare la sincerità. Secondo la fatwa dell’ulema Cheikh Abdallah nulla può giustificare il matrimonio forzato tra un 68enne e una ragazzina di 12 anni. [CzzC: il punto interrogativo in titolo appare doveroso e per ora l'uscita appare più granone che sincera volontà dei nababbi oleosi wahhabiti di modificare radicalmente le loro leggi e consuetudini lesive della dignità della donna; continua]

26/10
2009

«RAPPORTO 2009 sulla LIBERTA' RELIGIOSA NEL MONDO", pubblicato dall’Annual Report on International Religious Freedom (USCIRF) che osserva 198 paesi su 12 mesi. USCIRF auspica la pronta designazione dei “Paesi di particolare preoccupazione” (“countries of particular concern” - CPC): in base alla legge sulla libertà religiosa internazionale del 1998, il Governo USA è tenuto ad adottare misure contro un paese che sia designato CPC (che abbia commesso gravi violazioni contro la libertà religiosa). La USCIRF ha indicato 13 Paesi da inserire nella lista dei CPC, tra cui gli 8 peggiori sarebbero Birmania, Eritrea, Iran, Corea del Nord, Cina, Arabia Saudita, Sudan, e Uzbekistan [CzzC: te li immagini gli gnomi USA della supremazia del petroldollaro, lasciar adottare misure contro l’Arabia Saudita, il loro più coccolato cliente in armi?]

15/01
2009

Arabia Saudita: nuova fatwa che autorizza il matrimonio di bambine di 10 anni. Il mufti d'Arabia Saudita, Abdelaziz Al-Sheïkh, ha appena lanciato una nuova fatwa (decreto religioso), che autorizza il matrimonio delle bambine di dieci anni (compiuti). Al-Sheïkh non si attiene ad emettere il suo decreto religioso, ma denuncia anche coloro che lottano contro il matrimonio dei minorenni, considerato come un matrimonio forzato.

10/09

2008

<corriere>: Riad, bimba di 8 anni chiede il divorzio da un uomo di 58 ma … la giustizia nel Regno wahabita non pone limiti d’età ai matrimoni: … di fronte al rifiuto del marito di «annullare il contratto di matrimonio», il giudice saudita non ha potuto fare altro che «aggiornare la seduta fino al 20 dicembre prossimo»

18/05
2005

<Zenit> La polizia religiosa dell’Arabia Saudita arresta 40 cristiani pakistani

Irruzione durante la celebrazione di una Messa in una casa privata. La Chiesa cattolica e varie organizzazioni per i diritti umani in Pakistan hanno chiesto al Governo di intervenire per salvare i 40 cittadini pakistani cristiani arrestati dalla “muttawa”, la polizia religiosa saudita dell'Arabia Saudita.

07
1978

<eurasia>: l’Istituto di Diritto Islamico della Mecca emette una fatwa dichiarando che la fra-massoneria è “Un pericolo per i musulmani”, e taccia i suoi membri come “miscredenti”, [CzzC: ritengo che si tratti di granone ai pollacchioni: 2010.02: leggiamo che numerose logge operano in Arabia Saudita – la più conosciuta è la Stella dell’Est – all’interno delle basi militari americane, che è esattamente il caso anche del Kuwait e del Bahrein].