HARVEY WEINSTEIN, produttore cinematografico accusato di abusi sessuali su attrici: nato a NY 1959 da famiglia ebraica; filomassone?

<wikipedia>: 2017.10.06 un'inchiesta del New York Times l'accusava di molestie sessuali ai danni di alcune attrici di Hollywood, tra le quali Ashley Judd e Rose McGowan, scandalo che 3 gg dopo gli è costato il licenziamento dalla The Weinstein Company società che aveva co-fondato col fratello. Contro di lui si sono aggiunte in seguito le denunce per abusi sessuali di Angelina Jolie, Gwyneth Paltrow, Rosanna Arquette, Mira Sorvino, Cara Delevingne, Ambra Battilana e Asia Argento

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 23/08/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: dignità della donna; stupri, ricatti, prostituzione indotta

 

2018.08.20 <panorama gazz ntzg spy> Asia Argento avrebbe risarcito con 380k$ un minorenne che la accusava di avergli usato violenza. Ed ecco che <agi> la paladina delle anti-Weinstein diventata ingombrante per il movimento MeToo: vedi tweet della fondatrice e leader Tamara Burke. Scontata la smentita <tg24> dell’Argento, ma <liberoq giornale> il NYT conferma tutto e <bsn> Tmz pubblica gli sms ... [CzzC: e se il tamtam, invece che per far punire e prevenire abusi, fosse per pelosa esposizione mediatica?]

 

↑2017.10.23 <tempi>: La storia degli abusi sessuali Weinstein è il ritratto di un mondo se-ritenente superiore, per il quale la violenza alle donne è solo quella dell’avversario ideologico: un mondo che finta meraviglia quando deve ammettere ciò che già sapeva; un mondo che non si interessa della sopraffazione di altre donne, dalle ragazze nigeriane alle cristiane del Pakistan, fino alle semischiave che vivono in Arabia.

 

↑2017.10.16 Ipocrisia: traduco da <fb>: Hillary Clinton, che fu a braccetto con Weinstein, insiste a tentare di dimostrare "molestatore" Trump. Larry Flynt, re del porno e pure sostenitore di Hillary, ora promette 10M$ anziché 1M$ a chi gli portasse prove a luci rosse contro Trump. La moglie di un molestatore, il mitico Bill, finanziata da un p... come Weinstein, tenta di far accusare il suo avversario come “molestatore seriale” appoggiata dal re del porno. Fake news o sublimazione del femminismo di Hillary?

 

↑2017.10.12 <dagos>: Weinstein amichetto e finanziatore di Obama: foto di Weinstein con Michelle Obama, con Marion Cotillard, con Keira Knightley, con Jennifer Lawrence,     con Asia Argento, con Gwyneth Paltrow [CzzC: prima rendeva di più tacere che parlare, ora viceversa?]

 

↑2017.10.12 <huff>: Asia Argento ipocrita? Quelle che si prestarono adulte in carriera al Weinstein potente in predazione, ma anche in favori, non erano povere minorenni vittime di pedofili: potrebbe essere che ora parlino, mentre allora tacquero, per poco diversa ragione di contingente convenienza?

 

↑2010.10.10 <repubblica vanity>: Asia Argento: "Anch'io violentata da Weinstein". Le accuse di Gwyneth Paltrow e Angelina Jolie. L'inchiesta di Ronan Farrow (figlio di Mia e Woody Allen) sul New Yorker riporta le testimonianze delle donne molestate dal produttore.

 

↑2017.10.06 <vanity>: Secondo un'inchiesta del New York Times, negli ultimi 30 anni avrebbe molestato dipendenti, attrici e modelle. Dopo le accuse, il produttore ha querelato il quotidiano e mandato in giro una sorta di lettera di scuse.