modificato 21/11/2017

 

La DONNA nell’islam (o, meglio, nell’islamismo)

Correlati: donna, bambine spose, sottomissione anche col velo imposto, infibulazione, teologia dello stupro

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

Ci sono donne che si sentono più valorizzate nell’islam che nella civiltà occidentale, tanto che vi si convertono senza costrizioni (vedi Deborah Callegari), ma se ne contano a milioni di sottomesse con costrizione in nome dell’omonima presunzione religiosa, mentre i potentati ex cristiani preferiscono chiudere un occhio anziché far dispiacere alla dea pecunia dei comuni petroldollari. Vedi pagine specifiche per Arabia, Afganistan, ... ma anche nell’Induismo radicale è a rischio la dignità della donna

 

 

19/11
2017

<Rai1> Paolo Branca su Libano Arabia Israele: Israele collabora con Arabia saudita con la logica del “il nemico del mio nemico è mio amico”. Arabia saudita fa ingerenza pesante in Libano demonizzando Hezbollah in funzione anti Iran. Nei paesi sciiti a volte troviamo movimenti intellettuali e anche movimenti femminili e una società civile molto più dinamica che nei paesi sunniti.

01/11
2017

<stampa>: l’avvocato egiziano Nabih al-Wahsh in diretta TV: violentare o molestare le donne che indossano abiti succinti è un «dovere patriottico». [CzzC: lodevole il vespaio suscitato, mentre il National Council for Women del Cairo ha annunciato che intende presentare una denuncia contro Nabih; ma preoccupa che ci siano anche avvocati intentati come lui, figurarsi i popolani ammaestrati da fondamentalisti]

03/10
2017

<tempi>: Bernard Ravet e la sharia in classe: ateo e di sinistra, per 15 anni dirigente scuola media nelle banlieue di Marsiglia, alle prese con la montante islamizzazione: Mustapha, 15 anni, ... ha arringato tutta la classe dicendo che «le donne sono inferiori agli uomini, le adultere vanno lapidate, ai ladri ...». E la legge francese? «Chi segue un’altra legge rispetto a quella di Allah è un infedele». [CzzC: integrazione?]

26/09
2017

<agi>: Arabia Saudita permette alle donne di guidare: battaglia delle donne sostenuta dal principe Mohammed bin Salman e dal miliardario filantropo Alwaleed bin Talal.

15/09
2017

<asianews>: Tunisi: le donne musulmane sono libere di sposare non musulmani; prima dovevano presentare un certificato che documentava la conversione all'islam del loro promesso sposo: così c’è più libertà di coscienza e più tutela per le donne.

18/09
2017

Subordinare la concessione della cittadinanza alla verifica del rispetto dei diritti umani: la cittadinanza italiana dovrebbe essere concessa non solo in subordine alla residenza o alla frequenza di nostre scuole, ma previa verifica che sia esplicitamente condivisa la nostra dichiarazione universale dei diritti umani, inclusi il diritto di abiura (art.18), la libertà di espressione (art.19) e di abbigliamento (velo), donna, ... continua

02/09
2017

<tempi>: Francia, scuola: minacce agli ebrei, inni all’Isis, insulti alle donne narrati in un libro di Bernard Ravet preside di liceo: è ora di finirla con la legge del silenzio che pesa sull’impatto della religione in certe scuole. Il fanatismo impone i suoi simboli e le sue leggi nello spazio scolastico; ho dissuaso l’iscrizione di un ebreo perché se avessero scoperto che veniva da Israele, l’avrebbero distrutto.

14/08
2017

<giornale>: una ingegnere italiana incarcerata in Qatar per un weekend perché aiutata da un uomo (suo collega) a salire su un gioco: spiata da un ricco egiziano in vacanza.

25/05
2017

<Introvigne>: Trump parla esplicitamente di «terrorismo islamico» e pone condizioni per il dialogo con l’islam. Obama evitava l’espressione «terrorismo islamico» e affermava che i terroristi non sono islamici. Trump offre dialogo aperto con l'islam non «estremista» ma non senza condizioni: ai musulmani Trump chiede condanna del terrorismo, qualunque siano le sue motivazioni, basta con la discriminazione delle donne, garantire la libertà religiosa alle minoranze; più simile a B16 che a Fr1 ... [CzzC: commento aspetti positivi e meno]

23/04
2017

<unwatch>: «eleggere l’Arabia Saudita a proteggere i diritti delle donne è come mettere un piromane a fare manovrare i pompieri» disse Hillel Neuer, executive director di UN Watch. «It’s absurd - and morally reprehensible». [CzzC: ma ben più del diritto può la forza dei petroldollari e il ricatto sugli Usa per la supremazia]

13/04
2017

<giornale news24>: le islamiche del gruppo radicale "Hizb ut-Tahrir" spiegano come va picchiata la moglie: "Il marito picchia la moglie perché la ama, è quasi una conseguenza naturale, non lo fa per odio o rabbia, ma per seguire i comandamenti di Allah".

09/04
2017

<mattino>: a Sant'Anastasia (vesuviano, NA): la moglie rifiuta il burqa, il marito la prende a calci e pugni, accusandola di volersi comportare troppo alla «occidentale». Entrambi di origini marocchine con 2 figlie, l'uomo 51enne, la moglie 28enne ha riportato lesioni al volto giudicate guaribili in 15 giorni.

14/03
2017

<foglio>: in Arabia Saudita prima riunione del Qassim Girls Council, una conferenza sul ruolo delle donne, nessuna donna presente: pare che le donne seguissero in video in un’altra stanza dello stesso edificio.

13/12
2016

Ti stupirai che io accusi di ipocrisia lo sdegno occidentale per l’incarcerazione a rischio frustate della 20enne saudita Malak al-Shehri, accusata di aver postato sua foto senza velo, sdegno che gronda fin troppo facile su tante nostrane testate <2016.12.13 corriere, repubblica ...>: qui spiego il perché sarebbe ipocrisia occidentale ...

28/09
2016

A proposito di integralisti islamici che rifiutano consulenza femminile perfino in un ufficio pubblico di assistenza sociale: una receptionista mi riferisce: «anche qualche nostrano italiano perde appuntamento per ritardo,ma non ricordo che ci alterchi così, e comunque nessuno che, una volta arrivato il suo turno, rifiuti l’udienza perché “no, tu donna, io non voglio donna”, il che accade troppo frequentemente. «Ha riferito ai Suoi capi?», le chiesi. Lei allargò le braccia facendomi capire che lo sanno, ma non possono far nulla, perché ... continua

19/07
2016

<imolaoggi>: Turchia: la Corte costituzionale annulla norma che considerava reato di pedofilia gli atti sessuali compiuti con minori di 15 anni, violenza che ora sarà considerata come abuso sessuale ordinario, una decisione che rischia di amnistiare l'abuso di spose bambine [CzzC: Isabella Bossi Fedrigotti, ci fai sentire la tua voce?]

17/06
2016

I mariti possono picchiare leggermente le mogli, lo dice il Corano dice alla <Bbc> il presidente del Consiglio dell’ideologia islamica del Pakistan: E noi non cambieremo le raccomandazioni: queste infatti sono state fatte in base al Corano, e lei non può chiedere a qualcuno di cambiare il Corano. [CzzC: male fisico mandatorio]

17/06
2016

Germania: spose bambine tra i migranti <tempi>: Poligamia, matrimoni forzati e spose bambine. Sono questi alcuni dei problemi che la Germania si trova ad affrontare in seguito all’arrivo di migliaia di migranti di religione musulmana dal 2015. Per le minorenni maritate a forza agli uomini le nozze avvengono in moschea per poi essere registrare legalmente quando la bambina compie i 18 anni. [CzzC: cara Isabella Bossi Fedrigotti, chi credi di imbambolare con la tua pubblicità additante questo obbrobrio fuori Europa se taci del medesimo in casa nostra?]

19/02
2016

<voxnews>: imam saudita: “velare anche bimbe, altrimenti provocano Secondo il religioso, anche le bambine piccolissime devono indossare lo hijab, in modo che gli uomini musulmani non siano tentati di violentarle.

14/01
2016

<youtube>: “così dovete picchiare le donne”, spiega l’imam: il religioso islamico spiega come Maometto ha spiegato che si mena la donna: l’uomo non deve mai rompere le ossa, i denti e lo fa solo per educare la moglie. Il video è stato trasmesso durante la trasmissione “Virus” di Nicola Porro per commentare i fatti accaduti a Colonia.

07/01
2016

A proposito delle aggressioni di Colonia <imolaoggi> ricorda come nel Corano è prescritta la sottomissione della donna: Sura IV, v. 34: “Gli uomini sono anteposti alle donne, a causa della preferenza che Allah concede agli uni rispetto alle altre”; Sura V, v. 6: “O credenti, quando vi accingete alla preghiera lavatevi la faccia e le mani. Se avete toccato donne, e non trovate acqua, cercate della polvere pulita e passatevela sulla faccia e sulle mani”; Sura II, v. 221: “Non sposate le donne atee o idolatre finché non avranno creduto, perché certamente una schiava credente è meglio di una donna politeista, anche se questa vi piace”; Sura II, v. 229: “Un uomo può divorziare da sua moglie per mezzo di una dichiarazione pubblica, mentre la moglie non possiede tale diritto: il ripudio v’è concesso due volte”; Sura IV, v. 34: “Quanto a quelle di cui temete atti di disobbedienza, ammonitele, poi lasciatele sole nei loro letti, poi battetele”.

07/11
2015

<news.va>: Afghanistan: donne scese in piazza per protestare dopo la lapidazione di Rokhshana, 19.enne uccisa dopo essere fuggita alle nozze imposte dalla sua famiglia

19/10
2015

<sentire avvenire>: campagna di Amnesty per vietare le spose-bambine: isolate, tagliate fuori da famiglia e amicizie e da qualsiasi altra forma di sostegno, perdono la libertà e sono sottoposte a violenze e abusi. 13.5M di ragazze ogni anno nel mondo sono costrette a sposarsi prima dei 18 anni con uomini molto più vecchi di loro. [CzzC: non è solo la cultura islamista ad alimentare questo vulnus alla dignità della persona, c’è anche quella induista, ad esempio, per stare ai miliardi; ma aiuta molto]

14/09
2015

<Lrpress, video>: femen irrompono a “il salone della donna musulmana” mentre due iman spiegavano la morale del picchiare la propria moglie: le femen sono state allontanate a botte. La Polizia apre inchiesta sull’incidente. [CzzC: se davvero gli iman avessero istruito a picchiare le mogli, l’irruzione delle femen avrebbe surrogato il compito mancato della Polizia; speriamo che quella francese non sia tanto succube dei lumi sbilanciati pro islam, da non vedere gli istruttori di male fisico mentre arresta inermi cattolici che indossano magliette della manif pour tous]

03/09
2015

<imolaoggi>: Islam, le donne non devono studiare: per la 3ª volta in una settimana un gruppo di studentesse ed insegnanti di una scuola femminile afghana sono state ricoverate in ospedale nella provincia occidentale afghana di Herat con sintomi da avvelenamento. [CzzC: ... commento ricordando anche il prof Campanini Uni_TN]

26/05
2015

<messaggero>: Arabia Saudita: donna cacciata dal centro commerciale perché aveva le mani scoperte, aveva il burqa, ma non i guanti; la "polizia religiosa"... continua

17/01
2015

<tempo, fr.israel>: Donna decapitata in mezzo alla strada. Il video choc dall'Arabia Saudita: la donna viene trascinata in mezzo alla strada dalle forze di polizia: sarebbe accusata di aver violentato e ucciso la propria figlia di 7 anni. Lei urla la propria innocenza, inutilmente. Un uomo con una sciabola la afferra e le taglia la testa.

28/12
2014

<ilgiornale>: Milano: un ex pugile tunisino stava «ammazzando di botte» la consorte italiana rea di aver difeso la figlia di 5 anni da lui adirato perché la piccola non aveva risposto educatamente al telefono allo zio, dimostrandosi così «non sottomessa e rispettosa dell'Islam».

25/10
2014

<lastampa> Iran, Reyhaneh Jabbari 26enne è stata impiccata per l’uccisione di Sarbandi che voleva stuprarla. Human Right ritiene che non vi sia stato un giusto processo oltre al fatto che la magistratura iraniana lascia alla famiglia della vittima il peso della responsabilità di dare il via libera all’esecuzione dell’omicida. Nell’ultimo incontro con la stessa Reyhaneh il figlio di Sarbandi le ha chiesto che rinunciasse alla sua versione dei fatti, restituendo l’onore al padre. Lei non ha ritirato la denuncia di aggressione e la famiglia di Sarbandi le ha negato il perdono che avrebbe potuto convertire la pena di morte in detenzione.

Solo di pochi giorni fa il caso delle ragazze sfregiate con l’acido a Ishafan perché sarebbero state «mal velate». Addolorata il ministro degli Esteri, Federica Mogherini, per la quale «la ragazza è vittima due volte, prima del suo stupratore e poi del sistema giudiziario, a conferma che è proprio sulla difesa dei diritti fondamentali che il dialogo tra i Paesi resta più difficile». [CzzC: Mogherini avrebbe taciuto e la notizia sarebbe stata neutralizzata se quel crimine avesse compiuto l’Arabia Saudita, che contro le donne fa anche di peggio: l’alleanza US-UK flirta con i filo wahhabiti anti Iran, chiudendo gli occhi sulle loro vessazioni giudiziarie e co-foraggiando terroristi]

12/10
2014

<Ansa> Mayssa Abdo, conosciuta con il nome di battaglia di Narine Afrine, donna di 40 anni guida i combattenti curdi in difesa contro Is a Kobane. [CzzC: i jihadisti temono di perdere il premio paradisiaco se cadono per mano di donna]

12/10
2014

<Sentire>: Malala, la giovane pachistana che ha sfidato i talebani per il diritto all'istruzione, è il premio Nobel Pace 2014, condiviso con Kailash Satyarthi.

14/01
2014

<adnkronos>: Arabia Saudita, diventa virale la foto della polizia che vieta altalena a donne: agenti della temuta polizia religiosa ordinano loro di non sedersi perché avrebbero potuto spingere gli uomini a molestarle. Alcuni presenti hanno plaudito all'intervento delle forze dell'ordine.

28/11
2013

<internazionale>: il gran mufti d’Arabia saudita, la massima autorità religiosa, afferma che vietare la guida alle donne serve a “proteggere la società dal male[CzzC: caro Obama che ti ritieni paladino dei diritti umani, questo sarebbe il regime che assecondi pro dea pecunia anche facendo danni micidiali per i diritti umani bombardando i regimi suoi nemici ancorché più rispettosi delle diversità etnico-religiose come Saddam, Gheddafi, Assad?]

11/09
2013

<giornale fattoq repubblica>: Yemen, sposa a 8 anni: muore dopo la prima notte di nozze: La piccola Rawan venduta a 40enne per 2 mila euro: non regge alla emorragia interna e muore. L'Unicef: "Il 14% delle piccole yemenite si sposa prima dei 15 anni"

08/01
2013

Arabia, scappa a 15 anni dal marito 90enne. Rivolta web: "Basta con le spose bambine"

01/10
2012

Arabia Saudita: via le donne dal catalogo Ikea: il gigante dei mobili ammette di aver rimosso le foto con la presenza femminile; lo riporta l’edizione svedese del free press Metro, che confronta le immagini con quelle presenti nei listini illustrati europei

20/08
2012

<culturacattolica>: La condizione della donna nell’Islam varia tra paesi e culture: si va dal considerare la donna come strumento di riproduzione asservita all’uomo (culture dell’Africa orientale, Sudan, Somalia, Eritrea), a quelle dell’Africa del nord (Marocco e Tunisia in particolare) dove alle donne viene riconosciuta una quasi parità dei diritti.

23/07

2012

da Corriere del Veneto: «Niente ordini da una donna» Facchino musulmano si licenzia

17/03
2012

<asianews>: Arabia Saudita, il 70% delle colf filippine subisce violenze fisiche e psicologiche: lo rivela una ricerca del Committee on Overseas Workers Affair. I casi di stupro subiti da giovani filippine sono all’ordine del giorno.

09
2011

<Amnesty>: in Arabia continuano discriminazioni della donna nella legge e nella prassi: alle donne è tuttora proibito viaggiare, avere un lavoro retribuito, accedere all'istruzione superiore o sposarsi senza l'autorizzazione di un uomo che abbia la potestà su di loro.

29/06
2011

Arabia, sfidano il divieto di guidare: 5 donne arrestate. La notizia riferita dalla tv al-Jazira. Mobilitazione contro la proibizione imposta dall’editto religioso.

07/10
2010

Gruppi per i diritti umani all’attacco per le nozze di una bambina con un 50enne. La questione dei matrimoni dei bambini è oggetto di periodiche polemiche nella penisola arabica tra chi ne chiede il divieto e chi ne afferma la possibilità in base alla legge islamica, citando il comportamento dello stesso Maometto. In questo quadro, all’inizio di quest’anno, la Commissione per i diritti umani ha creato un comitato per studiare la questione

30/01

2010

No alle spose bambine anche in Arabia Saudita? Sdubbiare la sincerità. Secondo la fatwa dell’ulema Cheikh Abdallah nulla può giustificare il matrimonio forzato tra un 68enne e una ragazzina di 12 anni. [CzzC: il punto interrogativo in titolo appare doveroso e per ora l'uscita appare più granone che sincera volontà dei nababbi oleosi wahhabiti di modificare radicalmente le loro leggi e consuetudini lesive della dignità della donna; continua]

15/01
2009

Arabia Saudita: nuova fatwa che autorizza il matrimonio di bambine di 10 anni. Il mufti d'Arabia Saudita, Abdelaziz Al-Sheïkh, ha appena lanciato una nuova fatwa (decreto religioso), che autorizza il matrimonio delle bambine di dieci anni (compiuti). Al-Sheïkh non si attiene ad emettere il suo decreto religioso, ma denuncia anche coloro che lottano contro il matrimonio dei minorenni.

2009

<wikipedia>: Nel 2009 è stato pubblicato un Rapporto sul fenomeno del rapimento di ragazze copte da parte di uomini musulmani. Il documento s'intitola «La scomparsa, la conversione forzata e i matrimoni forzati delle donne cristiane copte in Egitto» ed è stato redatto da Michele Clark (docente di Tratta di esseri umani alla George Washington University) e Nadia Ghaly, avvocata copta.

10/09
2008

Riad, bimba di 8 anni chiede il divorzio da un uomo di 58 ma … la giustizia nel Regno wahabita non pone limiti d’età ai matrimoni: … di fronte al rifiuto del marito di «annullare il contratto di matrimonio», il giudice sa far altro che «aggiornare la seduta fino al 20 dicembre prossimo» (Corriere della Sera 10/09/2008)

11/08

2006

Donna nell’islam: Italia: Hina Saleem, 20enne pakistana, sgozzata dai maschi del clan familiare a Sarezzo (BS): il padre pianificò il delitto per lavare l'onta di una figlia che lo disonorava frequentando chi voleva, bevendo e indossando minigonne; i generi 30enni furono dichiarati "succubi" dal giudice. Vedi anche Libero 24/7/2011

1976

<wikipedia>: Sono numerosi i casi di donne copte rapite e convertite per essere date in moglie a uomini musulmani. Nel 1976 il papa della Chiesa ortodossa copta, Senuzio III, denunciò la pratica, ignorata dalle autorità egiziane.