La DONNA: pari dignità, pari opportunità

Peroro l’obiettivo delle pari opportunità tra donna e uomo sostenendo primariamente la pari dignità almeno come intesa dalla nostra dichiarazione universale dei diritti umani (se tu non volessi intenderla ancor più fondata ad immagine e somiglianza di Dio, che ne esalta anche le naturali complementarità rispetto ai fratelli maschi in un disegno di amore creativo di vita e di felicità per il bene dell’intera umanità). Ma se la donna delle culture scaturite dalle radici greco-giudaico-cristiane può godere di diritti e opportunità che, per quanto non ancora divenuti piena prassi, almeno sulla carta la parificano all’uomo, non è così nei regimi cui per interessi di petroldollari l’occidente ha permesso di farsi una loro dichiarazione dei diritti umani onde violare “lecitamente” la nostra proprio sui diritti delle donne oltre che sul diritto di cambiare credo. Non solo nei regimi dell’Islam (dove peraltro esistono lodevoli eccezioni, vedi Tunisia, a dispetto di esecrabili tradizioni, vedi wahhabismo), ma anche in alcune altre culture (ad es. Induismo) la donna appare difesa nella sua dignità con meno efficacia legale e pratica rispetto alle culture sviluppatesi dalle suddette radici, una sottomissione all’uomo, che, purtroppo, suscita da parte dei nostri collusi governi e delle nostre femministe assai meno rumore di quanto non ne facciano le femen profanando chiese cristiane.

In quali stati europei è maggiore la violenza sulle donne / educazione sessuale e OMS guidance .

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 24/05/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: libertà, donna nel cristianesimo; diritti umani violati con male fisico nell’islamismo nell’induismo in Europa; prostituzione; educazione sessuale

 

2018.03.19 <agensir tw> Fr1 ai giovani: andare con le prostitute non è fare l’amore, è torturare la donna. Non confondiamo i termini. È criminale! [CzzC: è tortura criminale in molti casi (ad esempio se l’abusata è minorenne o fragile), più spesso si tratta di collaborazione alla tortura, essendo la prostituzione indotta - nella maggior parte dei casi - con ricatto e violenza da criminali sfruttatori, direttamente accusabili di tortura e schiavismo; sono rare eccezioni quelle di professioniste/i del sesso che esercitano volentieri, senza alcuna costrizione]

 

↑2018.03.08 <AVSI giornata della donna> a che punto siamo a proposito di tutela dei diritti delle donne, ancora vittime di violenza, abusi e maltrattamenti nel mondo. Le storie qui narrate confermano che molti progetti in corso sono riusciti perché hanno trovato donne capaci di diventarne protagoniste, di ribellarsi alla deriva violenta, all’odio e alla rassegnazione: Irene dal Kenya, Fadia dalla Palestina Lorette dal Burundi,  Monique da Haiti, Myriam dall'Iraq, Olayemi dall'Italia, Concy dall'Uganda, Reyna dal Messico

 

↑2017.12.12 <avvenire>: Pink different, programma interamente realizzato da donne, in onda su FoxLife, uno sguardo ironico sul mondo delle donne potrebbe essere una buona idea, ma i suoi contenuti parrebbero non sfruttarla  al meglio ad esempio a causa dell'eccessiva banalizzazione di alcuni temi (vedi il tradimento)

 

↑2017.09.18 Subordinare la concessione della cittadinanza alla verifica del rispetto dei diritti umani: la cittadinanza italiana dovrebbe essere concessa non solo in subordine alla residenza o alla frequenza di nostre scuole, ma previa verifica che sia esplicitamente condivisa la nostra dichiarazione universale dei diritti umani, inclusi il diritto di abiura (art.18), la libertà di espressione (art.19) e di abbigliamento (velo), ... continua

 

↑2017.03.08 Festa della donna womensday <avsi>: 8 volti e 8 storie di donne che nelle periferie sperdute del mondo accendono sviluppo e contagiano speranza. Di ben altra valenza le spogliarelliste all’altare della patria pro soliti illuminati sogghignanti ogni volta che riuscissero a provocare sensibilità filo-cristiane come con femen e pussy riot.

 

↑2016.12.16 <foglio>: il podio delle nazioni più violente nei confronti delle donne è occupato da Danimarca, Finlandia e Svezia [CzzC: la notizia sarebbe confermata qui]

 

↑2016.12.07 <avvenire>: “donne per la pace” Women Wage Peace, migliaia di donne ebree, musulmane e cristiane hanno camminato insieme in Israele per la pace durante l’ultima iniziativa dell’ottobre scorso, una marcia verso Gerusalemme lunga 200km

 

↑2016.11.gg <lib&pers>: le schiave dei nuovi diritti procreativi: racconti e testimonianze di donne dall’America, Europa dell'Est, Thailandia, Nepal, Cina, India ... “ho firmato la mia riduzione in schiavitù”, “Vedete com’è crudele oggi il mondo

 

↑2016.09.16 Filmano l’amica che ubriaca sfatta viene abusata nel cesso attiguo <sussidiario> solo questione di droga? Parrebbe anche uno degli indicatori di declino della nostra civiltà, alla faccia di tanta illuminata educazione sessuale nelle scuole dei docenti che odiano il sostegno pubblico alle paritarie cattoliche: anche da queste può uscire ...? Par meno.

 

↑2016.05.16 Il cristianesimo ha esaltato la visione della donna e riscattato la sua vita, rispetto a com’era nel mondo greco, ebraico, romano, germanico, arabo, cinese, indiano, animista ... <storiaechiesa>: marginale nel mondo greco,  giuridicamente inferiore in quello ebraico, vittima di abusi e violenze, compreso l’infanticidio, in Cina; forma inferiore di reincarnazione nell’induismo tradizionale; nel mondo islamico basti vedere l'attualità; la donna diventa col cristianesimo creatura di Dio, al pari dell’uomo [CzzC: commento]

 

↑2015.12.06 <sentire>: Se si vuole parlare seriamente di parità, dobbiamo cercare di eliminare ogni forma di discriminazione, compresa quella di salario: in Europa, ma anche in Italia, le donne arrivano a guadagnare anche il 30% in meno degli uomini: ... continua

 

↑2015.12.05 Odo da Rai.Radio3 h8,20 l'intervento di una donna probabilmente laicista «non dobbiamo lasciare alla Chiesa l'esclusività o il primato nel soccorso ai poveri e nella difesa della dignità di donne e bambini lesa dagli uteri in affitto» [CzzC: ci fa sorridere l'invidia per tali eventuali primati, ma ... continua]

 

↑2015.11.14 <fra.europa.eu>:  indagine 2014 sulla violenza contro le donne in Europa: Oltre 60 milioni di donne hanno subito violenza tra i 15 e i 74 anni. Danimarca e Finlandia in testa, Italia al 18esimo posto. La più ampia ricerca mai realizzata in Europa.

 

↑2015.08.18 <avvenire>: Il samizdat delle donne: leggendo le storie delle donne che si opposero al comunismo ... Com’è possibile  vivere in condizioni tanto tragiche, eppure non disperare? Ella, Milena, Olga e le altre, non soltanto lottano strenuamente, ma riescono perfino, in ore pure drammatiche, a essere liete. Forse bisognerà che anche noi impariamo questa strada, in giorni che rapidamente paiono declinare in anni oscuri e forse feroci.

 

↑2015.03.20 <Asia News>: Nepal, la tratta di esseri umani fa "sparire" migliaia di donne; Secondo Kamala Bhatta, della polizia nepalese, ogni anno "scompaiono 5mila donne a causa del traffico di organi e per lo sfruttamento della prostituzione". Spesso sono le stesse famiglie povere a vendere le donne. L'attivista cattolica Rupa Rai: "Il governo deve affrontare con serietà il problema".

 

↑2014.12.27 <libertà&persona> bambine modelle: vedi qualche spezzone di “Little Miss America”, un reality con protagoniste bambine dai due/tre anni in su, con retroscena connessi ai beauty child pageant, che negli Stati Uniti ‘vantano’ circa ~25k appuntamenti l’anno e fruttano M$. Le piccole modelle, spesso vittime del desiderio di rivincita delle loro madri, vengono truccate come donne adulte, incitate a esibirsi e pavoneggiarsi davanti ai giudici del concorso.

 

↑2014.12.05 <ansa> Papa: riconoscere i diritti delle donne: "Molte donne avvertono il bisogno di essere meglio riconosciute nei loro diritti, nel valore dei compiti che svolgono abitualmente nei diversi settori della vita sociale e professionale. Alcune di loro sono affaticate e quasi schiacciate dalla mole dei pesi e dei compiti". Così il Papa in messaggio al Festival della famiglia a Riva del Garda.<Avvenire>:  "è dalla famiglia che può iniziare il rilancio economico dell’Italia”

 

↑2014.11.13 <Sentire> medicina e donne: in alcune regioni del mondo le donne non hanno la possibilità di accedere alle cure, o è permesso al maschio di avere rapporti con più donne senza usare il condom, per cui egli diventa il diffusore di malattie sessualmente trasmesse; questi dis/valori non sono immutabili, possono evolvere

 

↑2014.10.12 <Sentire>: Malala, la giovane pachistana che ha sfidato i talebani per il diritto all'istruzione, è il premio Nobel Pace 2014, condiviso con Kailash Satyarthi.

 

↑2014.10.12 <lifegate>: Essere donne in India, una condizione discriminata e sottoposta a continue violenze psicologiche e non solo: la donna in India non è altro che un’eterna inferiore, dipende prima dal padre, poi dal marito e infine dai figli.

La donna deve sposarsi, è il suo “compito”, i matrimoni sono stipulati dai genitori e gli sposi spesso sono scelti attraverso brevi trafiletti sui giornali. Molte famiglie per procurare alle figlie uno sposo che le rispetti (e che si rispetti) devono sborsare, come dote, cifre superiori alle proprie possibilità, indebitandosi per intere generazioni. Non solo, accade spesso che suocere e mariti, insoddisfatti della dote ricevuta, si sbarazzino delle mogli, simulando incidenti domestici, liberandosi così dal vincolo del matrimonio, altre volte, giovani donne, esasperate dalle pressioni della famiglia, vengono spinte al suicidio.

 

↑2014.09.02 <Asianews>: vietare i telefoni cellulari alle ragazze indù: è la proposta di un'associazione nazionale di vaishya, la casta dei mercanti, per impedire la presunta forma di conversioni forzate adottata dai musulmani sulle donne di altre religioni.

 

↑2014.06.19 <Sentire>: India orrore: stupri di gruppo con impiccagione, un macabro segnale della violenza che le donne e le ragazze dalit subiscono in tutto il paese.

 

↑2014.06.05 <ilfattoquotidiano>: ancora orrore e violenza in India: ieri una quindicenne è stata rapita da sei uomini che l’hanno stuprata, uccisa e appesa a un albero. Qualche giorno fa un episodio analogo aveva colpito altre due ragazzine. Il giorno prima era stata la volta di una ragazza di 22 anni, costretta a bere l’acido e poi uccisa, mentre nelle stesse ore una donna di 35 anni, sposata e madre di cinque figli, veniva trucidata per avere resistito ad un tentativo di stupro.

 

↑2014.03.05 Violenza sulle donne in UE: da <iodonna.grafico> dedurremmo che la violenza sulle donne è più alta negli stati (Dk52% Fi47% Se46% Nl45% Fr44% Uk44% Be36% De35%) che vantano educazione sessuale nelle scuole ben più disinibita che in It27%

 

↑2013.01.26 Uteri in affitto, in India è un business. “Donne sfruttate e non informate su rischi” Nel subcontinente, "volontarie" reclutate nelle aree più povere "producono" più di 1.500 bambini l'anno con ovuli impiantati. La maggior parte della domanda viene dall'estero, attratta dai costi bassi. Ma le ragazze che si prestano non hanno alcuna tutela medica