modificato 17/11/2017

 

Gendercrazia, omosessismo
gender theory e sua invasività

Correlati: ideologia inquisizione e didattica di gender; Art18, 19, 26.3/diritti umani; Scalfarotto, dl.PAT#2.2014, Unar, omofobia, adozioni gay, uteri pro gay, dannimanif, resilienza, conversioni

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

 

Sostengo il rispetto per le diverse propensioni sessuali anche di tipo LGBT, tra adulti e tra minorenni, e dei relativi diritti economici e reciprocamente affettivi di coppia umana, convinto della necessità di accogliere la persona, che non è mai sbagliata nei suoi bisogni umani, prima di accampare valori; ma in questa accoglienza deve essere rispettato uno spazio di libertà

- libertà di difendere per un concepito umano il diritto di non essere programmato a nascere per essere ceduto - ancorché gratuitamente - a due gay, finché la scienza non dimostri del tutto infondato il principio di precauzione verso allevamenti gay, stanti coppie etero idonee ad adottare il minore; (diversa sarebbe la maternità lesbo, per vari motivi ... continua)

- libertà di non approvare che siano distolti centinaia di milioni di euro pubblici da ben maggiori priorità per foraggiare nelle scuole e nella cultura di stato interessati "formatori" di gender didattica che si configurasse come ideologia di gender  millantata per contrasto all'omofobia (questo sì doveroso), magari impedendo ai genitori il diritto di obiezione.

Chi tutelasse il diritto di educare pubblicamente i figli testimoniando preferenza alla sessualità uomo-donna anziché a quella omosessuale (pur rispettata) o a quella uomo-bestia (schifata) non può essere per ciò criminalizzato come fosse un razzista, come vorrebbero certi tifosi di Scalfarotto.

L’accoglienza di cui sopra non implica condividere il paralogismo tra la conquista degli uteri in affitto per i gay e la conquista dell’uguaglianza tra neri e bianchi come vorrebbero certi tifosi del masso-Obama.

Trattasi di una questione antropologica, non teologica: forse invidiosi delle prevalenti propensioni sessuali natural-etero-umane, gli ideologi dell’omosessismo si permettono di sbeffeggiarle perfino in chiesa, come ben eviterebbero di osare nelle moschee della potente intolleranza islamica in materia, e fomentano caccia alle streghe verso coloro che osassero testimoniare danni educativi o conversioni da omosessismo.

Taluni sedicenti scienziati non vogliono che si chiami ideologia di gender questa aggressiva forzatura di Weltanschauung che parrebbe funzionale ai potentati non foss’altro perché, altrimenti, non si permetterebbe arroganza furiosa contro chi ne denuncia sopraffazioni inquisitorie: ad esempio? questo spot suscita loro furia in sopraffazione della libertà di espressione.

* perfino la modifica del codice fiscale italiano viene pretesa dagli optanti variazione di gender, ancorché tale codice sia stato definito afferente alla sessualità cromosomica della persona non a quella optabile; e i maggiori oneri per confusione nei processi operativi della pubblica amministrazione? Basta socializzare le perdite

 

 

16/10
2017

Contro il Bus della libertà un attacco alla libertà di espressione, di coscienza e di educazione: il comitato d controllo dell’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria (IAP) ha emesso il 04/10 una ingiunzione di desistenza circa la campagna pubblicitaria sostenuta col Bus della Libertà «i bambini sono maschi e le bambine sono femmine» [CzzC: 2017.11 il Gran Giurì dello IAP revoca la censura]

28/06
2017

<fattoq>: Il mons. segretario di un importante cardinale è stato colto in flagrante (festini gay e droga party) dalla Gendarmeria SCV. Una lussuosa auto targata Vaticano lo avrebbe protetto dai controlli della polizia italiana. Papa Fr1 furioso

28/02
2017

Tribunale di TN riconosce a coppia gay adozione da GPA: è stata applicata l’eccezione prevista dalla legge "nel superiore interesse del bambino": [CzzC: basta che i gay sostino - per i mesi sufficienti alla maturazione del presunto legame affettivo - in uno stato estero che ammette tale pratica ed ecco che la GPA pro gay bloccata dalla porta entra dalla finestra anche in Italia ... continua]

23/02
2017

<stampa>: Trump revoca le linee guida di Obama sull’uso dei bagni per gli studenti transgender [CzzC: in alterazione di priorità sbagliasti Obama, ma stai sbagliando anche tu, Trump: non hai altro di più urgente da decidere per il bene comune?]

20/02
2017

Fondi pubblici a circoli da orge e prostituzione gay: <fattoq repubbl agi corriere stampa>: Unar, il direttore Spano si dimette dopo servizio <vid vid> di Le Iene che accusa l'Unar di aver concesso un bando da 55k€ a un'associazione a cui fanno capo circoli e centri massaggi, teatro di orge gay e prostituzione, e di cui il direttore Spano sarebbe socio. Nel pomeriggio Boschi lo aveva convocato a Palazzo Chigi, poi le dimissioni e la sospensione del bando. Per Spano è solo fango contro di lui.

01
2017

<acpeds>: pediatri americani allertano contro ideologia di gender: esortano operatori sanitari, educatori e legislatori di respingere le politiche che condizionano i bambini ad accettare come normale una vita che impersoni chimicamente e chirurgicamente il sesso opposto. Facts – not ideology – determine reality. [CzzC: speriamo che ...]

02/10
2016

<corriere>: Fr1 attacca la teoria del gender: «Tu, Irina, hai menzionato un grande nemico oggi del matrimonio, la teoria del gender. Oggi c’è una guerra mondiale per distruggere il matrimonio. Ma non si distrugge con le armi, si distrugge con le idee. Ci sono colonizzazioni ideologiche che distruggono».

20/06
2016

Danni da omosessismo: <tempi>: I dati ci dicono che per i bambini è meglio crescere con mamma e papà: intervista a Mark Regnerus, il sociologo americano autore di un contestatissimo studio sui figli di coppie gay; il tasso di disoccupazione, di difficoltà psicologiche, di dipendenza dai servizi sociali sarebbero maggiori nei giovani adulti cresciuti con due persone dello stesso sesso

13/05
2016

<avvenire>: Obama: sì all'accesso ai bagni per genere: deriva gender: duella in Usa sul «diritto al bagno». Usa, i nuovi simboli dei bagni «gender neutral»; l'amministrazione Obama prende posizione sulla disputa circa l'accesso ai bagni nelle scuole statunitensi per gli studenti transgender: permettere agli studenti transgender di utilizzare i bagni a loro scelta, a prescindere dal genere indicato sui documenti personali. [CzzC: con che altro, se no, caro masso Nobel Pace, potresti meritare cotal premio?]

16/03
2016

<giornale>: La senatrice dem Monica Cirinnà cancella i genitori: sono uno stereotipo e un pregiudizio. Delusa dallo stralcio della stepchild dal suo ddl, abusa della 'neolingua' degna del miglior Orwell. "In tanti siamo cresciuti non da uno stereotipo o da un pregiudizio" scostiene la Cirinnà. Un ragazzo le chiede:"Ma quindi un padre e una madre sono uno stereotipo?" e la senatrice conferma con sicurezza: "Sì, in molti casi sì" e in sala si sente una fragorosa risata del pubblico. [CzzC: ascoltasse in merito almeno la sua compagna PD Michela Marzano!]

16/03
2016

<bbugie>: caso Varani, i media dominanti dissimulano che l'omicidio e' avvenuto in un'orgia omosessuale: 2 mostri da colori arcobaleno invertiti rispetto a bandiera pace [CzzC: se l’omicidio stradale considera aggravante il fatto che l’investitore sia trovato drogato, perché qualche magistrato illuminato tenta di brandire la droga come attenuante la responsabilità dell’efferatezza dei suddetti mostri?]

02/03
2016

<osservatoriogender>: anche LEGO il famoso produttore di mattoncini assemblabili danese si adegua al gender diktat. Il nuovo pezzo della collezione “Lego City Line” prevede infatti un improbabile personaggio, presto ribattezzato il “mammo”, che biberon in mano spinge una carrozzina con al fianco una donna, presumibilmente la mamma, vestita in abbigliamento da lavoro. L’obiettivo del colosso di giocattoli è quello è chiaramente quello di proporre nuovi personaggi “politically correct” rappresentativi dei cambiamenti della famiglia moderna.

05/02
2016

<fattoq>: errori nel testo Cirinnà: “Nulle se il partner è gay”. Intervento in extremis per sistemare alcune incongruenze. Il caos giuridico è dovuto alla fretta e al rimando continuo al codice civile, che norma fra l’altro le ragioni per cui il matrimonio è da considerarsi nullo, ad es. per "deviazione sessuale" del partner [CzzC: solo la fregola da pulsione ideologica può spiegare cotale fretta confusionaria in alterazione dell’ Art.16 della dichiarazione universale diritti umani e in alterazione di priorità sia per merito sia per numero di gay aspiranti ad adottare cuccioli d’uomo, ferma restando la necessità di rispettare anche i diritti reciprocamente affettivi omosessuali, purché in salvaguardia di prioritari diritti di neonati e minori]

18/12
2015

<avvenire>: Il Parlamento Ue boccia l'utero in affitto: «... considera che la pratica della maternità surrogata, che implica lo sfruttamento riproduttivo e l’uso del corpo umano per profitti finanziari o di altro tipo, in particolare il caso delle donne vulnerabili nei Paesi in via di sviluppo, debba esser vietato e trattato come questione di urgenza negli strumenti per i diritti umani». [CzzC: una botta per la gendercrazia, ma non un KO: ... continua]

07/11
2015

<news.va>: chiesa e omosessualità nella storia: le radici di un’accusa antica; a partire dal 1700, nei Paesi cattolici l’omosessualità non è stata mai punita con la pena del carcere (vedi invece Oscar Wilde, incarcerato a Londra per omosessualità); dal 1800 si oppose agli eugenisti che vedevano l’omosessualità come malattia ... continua ...

05/11
2015

<avvenire>: Usa, i nuovi simboli dei bagni "gender": la pioggia di cause legali che ha investito i Comuni e le università Usa che non consentivano l’accesso di transessuali ai bagni che desideravano, ha spinto molte istituzioni a cambiare i loro cartelli per le toilettes. [CzzC: gran conquista di civiltà direbbe il masso Obama paralogista che la equipara alla conquista della parità tra bianchi e neri; chissà se lo turba il disagio di una donna che si trovasse la toilette schizzata ad altezza d’uomo: mica tutte hanno provato da piccole un unico gabinetto eterosex nell’aia]

27/10
2015

<MassimoIntrovigne>: Nozze gay, i giudici bocciano i sindaci: «Le loro trascrizioni sono illegittime». La sentenza del Consiglio di Stato "per una volta, applica la legge anziché inventarla ... sgangherata reazione della lobby gay». [CzzC: questi attacchi a giudici che rispettano la legge attuale sono la prova non solo della strabica concezione di democrazia e di giustizia propria di certa ideologia, ma sono indicatori di come andremmo a vivere sotto la gender inquisizione quando la libertà di espressione in materia, che dissentisse da quella ideologia, divenisse con Scalfarotto reato equiparabile al razzismo. ... continua]

15/10
2015

<sussidiario>: Uk: su figli allevati da coppia lesbo il giudice sentenzia per obbligare relazione anche col padre «perché è necessario per ogni bambino avere durante la crescita rapporti anche con figure maschili e non solo femminili». [CzzC: quanto sperpero di risorse, complicazione, confusione e danni fa l’uomo che impunta il capriccio degli adulti contro natura e il principio di precauzione verso i minori]

08/10
2015

<ansa>: E' stato condannato a 11 anni Andrea Fino, professore di un istituto tecnico di Moncalieri, nel Torinese, e attivista dei diritti degli omosessuali. Nel giugno del 2014 era stato arrestato dalla polizia municipale con l'accusa di avere offerto soldi ad alcuni suoi allievi in cambio di rapporti sessuali.

05/10
2015

<stranocristiano>: per ora la transessualità è normata da legge #164 14/04/1982 “Norme in materia di rettificazione di attribuzione di sesso”, che prevede un percorso gestito da sanitari mentre transgender uno si può auto definire a prescindere dalla legge. Le due cose potranno anche essere equiparate, ma ...

04/09
2015

<forbes>: sei reo di omofobia se neghi ai gay l’utero in affitto? Sì per gli affaristi della maternità surrogata, prima ancora che per Scalfarotto. La rivista economica Forbes ... continua ...

26/06
2015

<ansa e vari>: La corte suprema federale impone i matrimoni gay a tutti gli stati USA: con un 5a4 è imposto a tutti gli stati USA il same-sex marriage (SSM). Obama agli avvocati: «orgoglioso di voi, l’amore vince». [CzzC: è uno strano amore quello che vince contro il diritto all’amore eterogenitoriale dei cuccioli d’uomo fatti produrre per i gay da uteri in affitto]

15/06
2015

<sussidiario>: Galantino spiazza gli equivoci di tenuta dottrinale della Chiesa di Fr1 su matrimoni gay e teoria del gender. Una frontiera antropologica, prima ancora che teologica ... Sostenere che il documento dell'Europa sul riconoscimento delle famiglie gay ( per altro approvato - come Galantino ricorda - con larghi dissensi), risponde allo spirito del tempo (una proposta che esprime il sentire di questo tempo, che bisogna sforzarsi di capire) non significa affatto assentire a questo sentire. Anzi. Il dicastero della famiglia sostiene manifestazione 20/06 Stop gender nelle scuole

14/06
2015

<news.va>: Papa Fr1: idee strane, colonizzazioni ideologiche che avvelenano l’anima e la famiglia deve agire contro questo. Mi diceva, due settimane fa, un bravo giovane, che i suoi ragazzini andavano in prima e seconda elementare e che la sera, lui e sua moglie tante volte dovevano “ri-catechizzare” i bambini, i ragazzi per quello che riportavano da alcuni professori della scuola o per quello che dicevano i libri che davano lì. Queste colonizzazioni ideologiche, che fanno tanto male e distruggono una società, un Paese, una famiglia. E per questo abbiamo bisogno di una vera e propria rinascita morale e spirituale.

20/05
2015

<nn132> chiede «se volete, ditemi che ne pensate di questo patrocinio dato da Fondazione CRT al Torino gay&lesbian film festival. [CzzC: Penso che l’obiettivo della richiesta di patrocinio non sia primariamente venale ma di raccolta consenso sull’intento: il patrocinio viene inteso da attori e spettatori come condivisione delle pretese lgbt, compresi gli uteri in affitto per i gay, primaria questione del contendere; penso peraltro che i patrocinanti si esibiscano più per timore che per condivisione; timore di chi? Come Barilla et similia: timore che l’eventuale assenza dell’inchino richiesto dai potenti propugnatori dell’ideologia di gender nuoccia alle relazioni incubatrici di affari]

20/05
2015

< vatican&radio >: “Sulla vita affettiva, sulla personalità e lo sviluppo, sui diritti e sui doveri, gli ‘esperti’ sanno tutto: obiettivi, motivazioni, tecniche. E i genitori – afferma il Papa – devono solo ascoltare, imparare e adeguarsi. Privati del loro ruolo, essi ... tendono ad affidare i figli sempre più agli ‘esperti’, anche per gli aspetti più delicati e personali della loro vita, mettendosi nell’angolo da soli; e così i genitori oggi corrono il rischio di autoescludersi dalla vita dei loro figli. E questo è gravissimo!<tempi>:  “colonizzazione” ideologica”

19/05
2015

<lanuovabq>:  Fr1: «uscire verso il popolo di Dio per difenderlo dalle colonizzazioni ideologiche che gli tolgono l’identità e la dignità umana». Nelle Filippine, a Napoli e in diverse udienze del mercoledì Fr1 aveva già precisato che per «colonizzazioni ideologiche» intende il tentativo di imporre in modo ±subdolo la teoria del gender.

23/04
2015

<campariedemaistre>: La teoria del gender non esiste? Wired.it «Nessuno, in ambito accademico, parla di teoria del gender». Falso: ad esempio Michel Maffesoli, già sociologo alla Sorbona parla(2014.07) della Norvegia che, dopo averla promossa per decenni, si è «allontanata dalla teoria del gender dopo che molti studi hanno mostrato l’incapacità delle relative politiche messe in atto di venire a capo di certi comportamenti».

20/04
2015

<VitoMancuso>: “Oggi alla Chiesa cattolica appare blasfema una famiglia diversa da quella tradizionale: in un tempo non lontano essa capirà che la pluralità degli amori umani è un altro punto di forza della nostra società, in quanto capace di accogliere tutti”. [CzzC: caro Mancuso, inganni con trucchi che Shopenhauer chiamava  dissimulazione ed occultamento? Non è vero che la Chiesa consideri blasfema l’unione Lgbt, è vero invece che la considera diversa dalla famiglia naturale-cristiana: se tu vuoi il matrimonio per tutti, compresi gli uteri in affitto, non barare a transfert. ... continua ...].

15/04
2015

Alain de Benoist: <intelligonews>: "Il gender è figlio del capitalismo liberale":il grande inganno consiste nel far passare come sensibilizzazione alla democrazia, alla tolleranza, quella che è in realtà la cancellazione di ogni legame e di ogni identità culturale, storica, religiosa, familiare e sessuale. E' la rottura (democrazia contro natura), e il pensiero gender ne costituisce solo un'ultima declinazione

01/04
2015

<campariedemaistre> omosessismo: in Svezia c'è già l’idea nelle scuole del pronome sessualmente neutro "hen", invece di "lui" e "lei". E si pensa di trovare nomi nuovi per i bambini, che non corrispondano al sesso. Anche bagni unisex.

30/03
2015

<giornale>: Asilo abolisce le feste del papà e della mamma: "La famiglia è cambiata". I genitori sono subito passati alle vie legali. Ma il Comune di Roma difende la scuola [CzzC: la decisione deve essere stata presa quantomeno a maggioranza nel comitato di gestione dell’Asilo, nel quale sono presenti i delegati dei genitori, regolarmente eletti: chiederei ai genitori che ora adiscono a vie legali: «siete andati a votare i delegati? Se sì, avete pattuito con i votati il che fare in merito a temi sensibili? I vostri delegati, che si fossero opposti alla maggioranza in comitato, hanno presentato una mozione contro?» Negli anni 198x fui membro nel Comitato di gestione di un Asilo e mi opposi al tentativo di scardinare la volontà della maggioranza dei genitori su temi sensibili come quello della festicciola di Natale: perdemmo ai voti, ma vincemmo sull’obiettivo (qui come)]

23/03
2015

<sussidiario>: Bagnasco: il gender edifica un transumano: la teoria del gender si nasconde dietro a valori veri come la parità, l'equità, l'autonomia, la lotta al bullismo e alla violenza, ma “pone la scure alla radice stessa dell'umano per edificare un transumano in cui l’uomo appare come un nomade privo di meta e a corto di identità”, una “manipolazione da laboratorio, dove inventori e manipolatori fanno parte di quella governance mondialechiedendo ai genitori di reagire: “volete questo per i vostri figli?”

21/03
2015

<zenit>: Papa Francesco a Napoli: la “colonizzazione ideologica”, che, diffondendo quello “sbaglio della mente che è la teoria del gender, crea “tanta confusione”. [CzzC: sono preoccupato per te, caro papa Francesco, perché i potentati della cultura dominante sono irritati  da questa tua chiarezza]

14/03
2015

<campariedemaistre; Panorama, formiche>: Per Domenico Dolce e Stefano Gabbana, due omosessuali dichiarati, i figli vanno cresciuti da un papà ed una mamma:  difendono la famiglia - definita non come una «moda passeggera», ma «appartenenza sovrannaturale» - spiegando che quella cosiddetta tradizionale è in realtà la sola possibile, non essendo invenzione della Mulino Bianco. [CzzC: ovviamente scatta la gender inquisizione <ansa> con Elton John che guida la guerra contro Dolce e Gabbana. Lettera di 6 figli cresciuti da coppie gay che ringraziano D&G per il loro coraggio]

07/02
2015

<avvenire et>: Bagnasco: «siamo in presenza di una nuova forma di colonizzazione che intende capovolgere l’alfabeto dell’umano e ridefinire le basi della persona e della società ... figli intesi come diritto degli adulti o un oggetto da produrre in laboratorio ... impedire l’obiezione di coscienza ... Un deserto nel quale per molti si è inaridita la speranza e la stessa voglia di vivere».

05/02
2015

http://www.fedecultura.com/libro/gender-distruzione/: Fa impressione vedere presentati tutti insieme i percorsi attuati in alcune scuole primarie e secondarie di primo e di secondo grado: cosa diversa sono le tessere di un mosaico singolarmente prese e, invece, il disegno nella sua completezza. E’ esattamente questo disegno che la stampa ufficiale non vuole farci vedere.

30/01
2015

<Zenit>: Galantino: il gender una polpetta avvelenata. Parlando del pericolo della “colonizzazione ideologica”, denunciato da papa Francesco e poi dal cardinale Bagnasco durante la prolusione, il numero due della CEI, ha parlato dell’ideologia del gender come un tentativo di “capovolgere l’alfabeto umano, mirando a ridefinire l’uomo”.

20/01
2015

<Papa Francesco/video> denuncia la teoria del gender come colonizzazione ideologica simile alle dittature: cita esempio di soldi concessi per le scuole a patto di adottare libro gender-didattico; durante il sinodo i vescovi africani si lamentavano di questo: prestiti a certe  condizioni. Prendono il bisogno di un  popolo per penetrarne la libertà con la loro dottrina: non è una novità: pensate ai balilla e alla gioventù hitleriana. E’ importante globalizzare, ma non come la sfera, ma come il poliedro.

10/01
2015

<tempi>: mostruosità giuridica? Due mamme per un bambino: ennesimo episodio in cui si fa carta straccia della specifica identità giuridica della famiglia costituzionale. L’arcivescovo di Torino, Nosiglia: l’espansione senza fine di certi “diritti soggettivi” porta a situazioni di grande confusione (giuridica e non solo), con il rischio che a pagarne le conseguenze siano proprio quei “minori” che si intende tutelare.

19/11
2014

<aleteia>: Gender nelle scuole: lo Stato contro le famiglie: Facciamo il punto sui programmi nazionali che propagandano l'ideologia di gender nelle scuole.

18/11
2014

<M.Introvigne>: Il Papa condanna la devastazione del gender. La rivoluzione antropologica «ha spesso sventolato la bandiera della libertà - fra virgolette - ma in realtà ha portato devastazione spirituale e materiale a innumerevoli esseri umani, specialmente ai più vulnerabili ... la crisi della famiglia ha dato origine a una crisi di ecologia umana, poiché gli ambienti sociali, come gli ambienti naturali, hanno bisogno di essere protetti ... anche nella nostra cultura cattolica, siamo lenti nel riconoscere che anche i nostri ambienti sociali sono a rischio. È quindi indispensabile promuovere una nuova ecologia umana». «i bambini hanno il diritto di crescere in una famiglia, con un papà e una mamma ...», Questo è oggi negato da «concetti ideologici» che funzionano come una «trappola». [CzzC: caro Papa, sono preoccupato per quanto potrebbero farti pagare cara questa chiarezza i potentati della cultura dominate; ad esempio? Un anno fa osasti definirti scioccato per la legge maltese sulle adozioni gay

- due settimane dopo un lucido analista ci voleva allarmare così «Papa Francesco: indietro tutta? Il pontificato di Bergoglio è già in crisi»;

- due mesi dopo la Santa Sede veniva messa alla gogna, rea per l’ONU di non aver fatto abbastanza sulla questione della clero-pedofilia;

- due mesi dopo ancora la commissione ONU contro la tortura (CAT) accusava il papato di tortura, per le sue obiezioni all’aborto;

Mi chiedo cosa programmeranno ora, per farti pagare cara questa ri-chiarezza].

08/11
2014

<tempi>: Inghilterra: le linee guida approvate dal Ministero sono finite al centro della bufera, dopo che alcuni parlamentari della commissione sull’Educazione ne hanno scoperto il contenuto, ad esempio l’indicazione secondo cui gli insegnanti devono vedere come «normali» i rapporti sessuali tra tredicenni, essendo l’età del consenso fissata a 16 anni in Inghilterra: per i tredicenni sarebbe «sano» avere «attività sessuali con persone dello stesso o di diverso genere, anche orali e con penetrazioni se consenzienti e con persone di età simile».

23/10
2014

<sussidiario> L’ideologia di gender nascosta nei libri per bambini; ad es. “Benvenuti in famiglia” plaude alla moltiplicazione delle figure genitoriali.

18/10
2014

<laStampa> Questa mattina il sindaco Ignazio Marino ha fatto la prima trascrizione nel registro di Roma di 16 matrimoni di coppie omosessuali contratti all’estero, sfidando il prefetto di Roma il quale, in osservanza della circolare-stop del ministro degli interni, ha annunciato l’annullamento dell’atto. «Una scelta ideologica, che certifica un affronto istituzionale senza precedenti» basato su una «mistificazione sostenuta a livello mediatico e politico», scrive il settimanale della diocesi di Roma, scelte «illegittime» in un «contesto dal tono hollywoodiano» e «dal chiaro sapore demagogico». Bocciato da 8 romani su 10 scrive Repubblica. [CzzC: ribellarsi a ordini e sentenze di legittime autorità (in assenza di emergenze giustificative), sarebbe tipico indicatore di sessantonite]

13/10
2014

<video> della conferenza Attacco alla persona e alla famiglia all’Urban Center di Rovereto, con Avv. Gianfranco Amato. La statistica dimostrerebbe la non necessità della legge Scalfarotto (zero casi si discriminazione sul lavoro); sapete che c’è OSCAD il corpo speciale di polizia? Ostellino ha rischiato l’estromissione per aver osato criticare il privilegio giuridico dell’omosessualità rispetto alla eterosessualità. Non sapendo come definire il reato di omofobia in UK hanno stabilito che omofobo è da considerare il comportamento percepito tale dalla vittima. Quote arcobaleno per avere vantaggi compensativi ... Cardinale 85enne indagato dalla procura di Malaga ... In UK arrestati predicatori di strada che leggevano S.Paolo. Il ddl Scalfarotto applicherebbe ai presunti reati di omofobia e transfobia gli strumenti esistenti dell’anti razzismo e anti semitismo. E il reato come si accerta? Autocertificazione. E l’eccezione salva-vescovi? Foglia di fico rivelata dallo stesso Scalfarotto “all’interno e non all’esterno della chiesa e dei movimenti”. Leggi cosa scrive il governo come definizione di omofobia sui libretti costati decine di milioni: sgamati solo dopo le rivelazioni di Avvenire.

13/10
2014

Caro/a Samuel(l)e: convengo con te sull’ipocrisia della società, ma ti chiederei di motivarmi il perché accusi di ipocrisia la chiesa: non mi pare che essa ti impedisca il desiderato procedimento giudiziario, né che ti voglia allontanare: son ben altre le ideologie e le leggi, inciuciate dai potentati, che perseguiterebbero perfino con male fisico la tua libertà di espressione e di comportamento.

05/10
2014

A Rovereto_TN aggredite le sentinelle in piedi: don Matteo e un'altra persona accedono al pronto soccorso; sui posts del Trentino commento così

03/10
2014

<Avvenire> l’assalto della gendercrazia: l’ideologia del gender, che pretende di annullare il dato della differenza sessuale per sostituirlo con una astratta equiparazione di tutti i possibili orientamenti, sta scendendo dal piano del dibattito di idee per entrare nella vita quotidiana di cittadini e famiglie. In q dossier sono raccolte cronache, interviste, analisi pubblicate da Avvenire su questo tema.

28/08
2014

Da Bressan, Arcivescovo di TN, una parola chiara sui progetti di legge PAT e  Scalfarotto: il diritto della libertà di coscienza è fondamentale: una grave lacuna nel progetto di legge è l’assenza di una garanzia per la libertà di chi nella vita quotidiana, per motivi religiosi o filosofici, dissente dalle impostazioni proposte dalla legge; non è un testo che unisce, ma divide; tutto è rimesso alla scuola e ad associazioni gay-lesbiche misconoscendo il diritto primario dei genitori; le “lobby” possono influire.[CzzC: gli pongo una domanda]

01/07
2014

Mentre Zingaretti vieta l’obiezione di coscienza, le Sentinelle in Piedi sono contestate anche dai Comuni (vedi Ferrara), le biblioteche comunali si affollano di fiabe gay per le scuole materne, le mamme che protestano vengono tacitate da dirigenti scolastici ed assessori, ..., e tutti aspettano l’inevitabile legge sul matrimonio per tutti, capitano fatti nuovi fuori dai palazzi della politica: mamme che scrivono ai giornali e si riuniscono spontaneamente, organizzano convegni a proprie spese come sta accadendo per esempio a Trieste, anche da parte degli evangelici*, famiglie, insegnanti, nonni esprimono una nuova presa di coscienza che nasce dalla indignazione per l’attacco alla libertà di coscienza e di educazione condotto anche in Italia sulla scia degli intenti inquisitori dei tifosi scalfarotttiani.

* Organizzato dal Comitato “Si alla famiglia” e dall’Alleanza Evangelica Italiana, un affollatissimo incontro sul tema “E se fosse una delle ultime volte che possiamo parlare di certe cose liberamente ? Legge sull’omofobia e libertà di parola. Si possono conciliare?”.

01/07
2014

Francia/Hollande: indottrinamento di massa con l’ideologia di gender rilanciato anche dal nuovo ministro dell’Educazione nazionale Benoit Hamon affezionato come il vecchio Vincent Peillon all’ideologia di genere, nonostante il flop dell’ABCD. [CzzC: i massoni a nozze col governo socialista Hollande]

16/05
2014

Treviso: 120 genitori protestano per la proiezione di un film sull’omosessualità a scuola, “educazione sentimentale” organizzata dall’ASL: «Nessuno ci ha informati; non siamo persone omofobe, ma pretendiamo di essere almeno messi al corrente in anticipo, di certi contenuti. Avremmo voluto ci fosse stata una discussione preventiva, sarebbe stato necessario un filtro. Niente di tutto questo».

09/05
2014

Non hai l’impressione che le strategie dei potenti ideologi di gender siano sempre un passo più avanti dei loro resistenti? Mentre il popolino cerca di difendere il diritto all’obiezione di coscienza, quelli stanno già insidiando la libertà di espressione e di educazione; mentre il popolino chiede che matrimonio e famiglia siano solo i naturali tra maschio e femmina, i suddetti stanno già legalizzando le adozioni Lgbt; intuito il doppio livello di gioco, i naturalisti atei o credenti cristiani, musulmani, ebrei, cinesi, indiani, africani, ..., potrebbero tentare un sorpasso di strategia passando dalla quella reattiva alla preventiva: ad esempio, mentre i suddetti potenti ci inchiodano in resistenza verso l’ultimo loro progressismo sulle adozioni Lgbt, potrebbero avere in cantiere di tassarci per un welfare animale con tanto di registri e diritti delle relative unioni di fatto: con strategia preventiva i suddetti naturalisti potrebbero chiedere il divieto costituzionale di equiparare uomo-bestia a quei livelli. Non la vincerebbero, ma almeno spariglierebbero.

28/04
2014

Strategia Lgbt: via libera a ll’osceno. Ragazzi indotti a leggere dal libro “Sei come sei” della scrittrice M. Mazzucco, brani come questo «dopo la partita indugiò nello spogliatoio e si ritrovò solo con lui, Giose decise di agire – indifferente alle conseguenze. Si inginocchiò, fingendo di cercare l’accappatoio nel borsone, e poi,  ... in bocca ... Invece di dargli un pugno in testa, Mariani lasciò fare. Giose lo ... Il fatto si ripeté ...  innalzandolo a livelli di beatitudine inaudita», configurando reato denunciabile in Codice Penale. Anche Corriere 29/04

16/04
2014

Espresso: “essere gay in classe è un calvario e quando gli insegnanti provano ad affrontare il tema vengono attaccati dalle reti cattoliche ... censure del Vaticano [CzzC: è necessario che la scuola educhi al rispetto della dignità di ogni persona umana, ma qui sono gli opuscoli dell’UNAR, e i loro Espressi tifosi, ad attaccare (col pretesto di sublimare le opzioni gay) e a denigrare la dignità e i diritti dei cittadini che promuovono la famiglia naturale col diritto alla libertà di coscienza, di espressione e di educazione; attaccare Chiesa e Vaticano può facilitare la captazione di tifosi, sovente più facinorosi che proattivi per i diritti umani; chi si contenta ...]

09/04

Agesc: domande giuste e risposte sbagliate sull’ideologia di gender

07/04
2014

<Rosmini verità e moralità>: C’è il pericolo, secondo Rosmini, di sostituire l'essere con una nostra finzione: "è dunque manifesto, che la verità è il principio della morale: e che il riconoscimento della verità è il sommo genere dei doveri.

30/03
2014

A mio avviso l’iniziativa del ricorso al TAR contro le “Linee guida” dell’Unar, avrebbe dovuto coinvolgere più larga rappresentanza, quasi una class action, con un parallelo europeo, a partire dagli articoli 18, 19 e 26,3 della dichiarazione universale dei diritti umani: la rappresentanza apicale dei giornalisti, addomesticata dalla cultura dominante, potrebbe arrivare a dissociarsi dall’iniziativa in parola.

29/03
2014

Ecco i libri che fin dalla materna insegneranno la modernità Lgbt t additando noi genitori omofobi se non ci piegassimo alla quella dittatura ideologica. I libri caldeggiano la visione di film con modelli di «famiglie allargate» come Modern Family, oppure serie tv su famiglie eterosessuali litigiose come Tutto in famiglia o La vita secondo Jim, o documentari come Kràmpack, in cui la masturbazione fra due ragazzi è presentata come esplorazione e «gioco», e L’altra metà del cielo, che racconta «le vite di donne che amano altre donne».

28/03
2014

Prof. Stefano Zecchi: la libertà di educazione per i propri figli è un principio costituzionale (vedi anche Art 26.3 della dichiarazione universale dei diritti umani) Eppure oggi è minato da una 'educazione di Stato' che gli ideologi del gender vorrebbero imporre, in modalità da regime tanto che c’è diffusa paura di reagire e invece dobbiamo reagire perché i nostri figli possano crescere in una dimensione – religiosa o laica che sia – di libertà.

24/03
2014

Angelo Bagnasco Presidente Cons.Perm.CEI: genitori non fatevi intimidire dalla dittatura gender: La società ha il «grave dovere» di «non corrompere i giovani con idee ed esempi che nessun padre e madre vorrebbero per i propri ragazzi» e i cittadini hanno «il diritto ad una scuola non ideologica e supina alle mode culturali imposte». Bagnasco ha aspramente criticato gli opuscoli che parlano dell'identità di genere distribuiti negli istituti italiani, parlando di «logica distorta e ideologica», a proposito dei tre volumetti intitolati.

01/03
2014

Ho firmato per dissenso verso il documento "Standard for Sexuality Education in Europe" rilasciato dalla OMS, perché a mio avviso sarebbe incongruente con alcuni articoli della dichiarazione universale dei diritti umani: libertà di coscienza (Art18), libertà di espressione (Art19), libertà di educazione da parte dei genitori (Art26.3).

17/02
2014

Non è giusto imporre l’ideologia di gender: questo disegno di legge PAT ha raccolto 7k firme in Trentino su un totale di 534k abitanti, cioè l'1,3%. La verità non è questione di maggioranza o di minoranza, ma se andiamo sul piano della verità tanto più l'ideologia del gender mostrerà l'assurdità della sua pretesa.

04/02
2014

Il Parlamento UE ha approvato ieri 394/176 il rapporto Lunacek, una tabella di marcia firmata dalla parlamentare Ulrike Lunacek (tifosa della educazione sessuale interattiva per bimbi di 4 anni): con questa risoluzione si invitano gli Stati membri, che restano liberi di non adottarla, a promuovere con ogni mezzo l’agenda di diritti di persone LGBT, che comprende, tra l’altro, il matrimonio tra persone dello stesso sesso, il libero accesso all’adozione, alla riproduzione assistita e alla maternità surrogata per queste coppie. Dopo la doppia bocciatura del rapporto Estrela, la sinistra europea fa passare un testo che, pur non essendo vincolante, rispetto alla bocciatura Estrela cede a delirio illogico e a invasività ideologica opprimente la libertà di coscienza, di opinione e di educazione. [CzzC: sarebbe interessante vedere quanti PDini ITaliani abbiano votato a favore e quanti non sinistri fossero assenti]

06/02
2014

Nota dei Vescovi del Triveneto su educazione ed ideologia di gender: Il compito educativo è una missione chiave! A questo riguardo, ci riferiamo al dibattito sugli "stereotipi di genere" e sul possibile inserimento dell'ideologia del gender nei programmi educativi e formativi delle scuole e nella formazione degli insegnanti, ad alcuni aspetti problematici presenti nell'affrontare in chiave legislativa la lotta all'omofobia, a taluni non solo discutibili ma fuorvianti orientamenti sulla educazione sessuale ai bambini anche in tenera età, alle richieste di accantonare gli stessi termini "padre" e "madre" in luogo di altri considerati meno "discriminanti" e, infine, al grave stravolgimento - potenziale e talora, purtroppo, già in atto - del valore e del concetto stesso di famiglia naturale fondato sul matrimonio tra un uomo e una donna. Ribadiamo perciò - come espresso autorevolmente, anche di recente, dalla Santa Sede di fronte al Comitato ONU della Convenzione dei diritti del fanciullo - il rifiuto di un'ideologia del gender che neghi di fatto il fondamento oggettivo della differenza e complementarietà dei sessi, divenendo anche fonte di confusione sul piano giuridico. Invitiamo quindi a non avere paura e a non nutrire ingiustificati pudori o ritrosie nel continuare ad utilizzare, anche nel contesto pubblico, le parole tra le più dolci e vere che ci sia mai dato di poter pronunciare: "padre", "madre", "marito", "moglie", "famiglia" fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna. Difendiamo e promuoviamo il carattere decisivo - oggi più che mai - della libertà di educazione dei figli che spetta, di diritto, al padre e alla madre aiutati, di volta in volta, da soggetti o istituzioni chiamati a coadiuvarli. E rigettiamo ogni tentativo ideologico che porterebbe ad omologare tutto e tutti in una sorta di deviante e mortificante "pensiero unico", sempre più spesso veicolato da iniziative delle pubbliche istituzioni.

04/02
2014

Il Governo francese ritira la legge sulla famiglia per il 2014: forse il ritiro è dipeso anche dalla strenua difesa della famiglia intrapresa da cattolici e musulmani che domenica scorsa ha prodotto l’ennesima imponente ponente manifestazione a Parigi e Lione. Ludovine de la Rochère, presidente di Manif Pour tous: "è una vittoria perché ciò che si abbozzava in questo progetto di legge non andava nel senso dell'interesse superiore del bambino e della famiglia”. Naturalmente i nostrani giornali commentano sinistramente che “la sinistra fugge dai diritti“.

30/01
2014

L’invasione impositiva dei gender studies e della teoria queer ai bambini delle scuole francesi, provoca per reazione il boicottaggio della frequenza: classi di prima elementare semideserte, centinaia di bambini che improvvisamente non vengono a scuola. È successo lunedì scorso nell'istituto Binet a Meaux, nella banlieue parigina, e così anche in altre città del paese ... La "giornata senza scuola" è andata in scena in almeno cento scuole elementari e asili, con un passaparola allarmista tra genitori.

Dic
2013

Obama arriva a equiparare il riconoscimento del matrimonio tra persone dello stesso sesso alla conquista dell’uguaglianza tra neri e bianchi! Paralogismo evidente: un conto sono la schiavitù e la diseguaglianza imposte alle persone di colore; un altro è, stabilito che siamo tutti d’accordo a rimuovere ogni forma di discriminazione, assumere il principio – questo sì discriminatorio – che un determinato gruppo sociale abbia “diritto” al matrimonio in quanto “diritto umano all’uguaglianza”. Come se le persone non sposate, proprio per il fatto di non essere sposate, fossero in una condizione che le esclude dal godimento del “diritto umano all’uguaglianza”.

18/11
2013

La cultura dominante abbraccia l’ideologia di gender anche in UniMI che, compiacente Arcigay, il 2012.09 assegnò 4k€ al cineforum gay, per i cui film  i cristiani sarebbero «omofobi», persecutori degli omosessuali, impedenti loro di amarsi liberamente: qui locandina irridente Papa Benedetto XVI.  L’Ag. SIR sfida i LGBTini: «provate a mettere rossetto e ombretto a un Imam barbuto».

04/10

2013

Lee Mundy scrive che la Weltanschauung (visione del mondo) dell’ideologia di gender ... perseguita gli infedeli. ... muove guerra all’oppressore eterosessuale ... per conquistare il controllo delle istituzioni sociali; nel mondo accademico ha speciale successo e indica come omofobo o irrazionale chiunque sia contro tale ideologia.

28/09

2013

Barilla aveva osato schierarsi per la famiglia tradizionale negligendo spot con famiglie gay, quanto basta per scatenare un putiferio che lo induce a scusarsi con un mea culpa (“ho molto da imparare dal dibattito in corso sull’evoluzione della famiglia”) e ad un incontro riparatore con associazioni LGBT. [CzzC: ma non poteva pensarci prima? E’ talmente enfatica la ritrattazione, che l’ingenuità iniziale potremmo supporre apparenza dissimulante un doppio gioco preordinato all’interesse non solo delle lobby LGBT ma anche del presunto loro offendente].

23/09

Baci omosessuali in Chiesa: la mostra a Roma fino al 25 Settembre – FOTO

23/08

2013

Invio email con alcune domande alla prof.ssa Eugenia Romanelli della Luiss che in questa intervista vedo artisticamente sentenziare che sull' omosessualità c'è pochissimo immaginario in Italia e noi artisti facciamo troppo poco e poi pontificare che il Papa, pur il simpatico Francesco, è una sentinella morbosamente ostile a riconoscere l’omosessualità come un diritto alla vita per gli LGBT.

03/08

2013

Tribunale di Rovereto dichiara donna un 60enne XY assecondando il suo capriccio senza bisogno di interventi chirurgici. [CzzC: gli cambieranno anche il codice fiscale (paga pantalone), altrimenti il codice fiscale italiano sarebbe accusabile di omofobia visto che esplicita M/F]

La proposta di legge sull’omofobia, a nome del Pd-ino Ivan Scalfarotto e dal Pdl-lino Antonio Leone, se non modificata, farebbe diventare reo di opinione chi sostenesse che un bambino adottivo ha bisogno di genitori eterosessuali.

02/08

2013

New York Times racconta di una preadolescente che sentendosi maschio esige che la scuola le/gli consenta abitudini confacenti al suo optato genere, ad esempio nei cessi quotidiani e nei dormitori/gita.

13/12
2012

 <avvenire> «Aborto e nozze gay, diritti Ue»; la risoluzione dell’Europarlamento spacca i deputati: «No» del Ppe. [CzzC: commento per superare EQUIVOCITÀ del termine FAMIGLIA (ANSI/IEE?)]