Eritrea: un paradiso nel Mar Rosso che potrebbe prosperare con il turismo, trasformato in inferno

<wikipedia>: 7M ab multilingue (9 gruppi etnici) e multiculturale con due religioni prevalenti (chiesa ortodossa eritrea e musulmani sunniti). Regime presidenziale senza elezioni democratiche <sole24h> storico avversario dell’Etiopia che non ha uno sbocco al mare, una sorta di Corea del Nord paese con cui divide l'ultimo posto nella classifica mondiale della libertà di stampa; crescono gli investimenti cinesi grazie ai bassi salari. Dal 2009 l'Onu ha imposto delle sanzioni economiche all'Eritrea accusata di armare il terrorismo islamico in Somalia (Al-Shabaab)

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 24/10/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: Africa, violazioni della libertà di espressione, di religione e di altri diritti umani fondamentali

 

2018.04.30 <fattoq gazzet giorn yt> Milano, statua di Montanelli sfregiata dalle femministe: “Stupratore di bambine”. La provocazione di un gruppo Lgbt, le 'Indecorose', fa riferimento al periodo in cui il giornalista era sottotenente in Eritrea e raccontò di aver "comprato" una dodicenne abissina [[CzzC: Montanelli certamente sbagliò, quasi un secolo fa, secondo gli incivili costumi locali, ma le illuminate femministe della specie ben si guardano dall’esporsi oggi contro i potentati islamici grondanti petroldollari e similarmente abusanti delle donne nonché perseguitanti i gay: troppa fifa a sfidare la ferale dissuasività azionata contro i contestatori da quei nababbi? Più pelose o più ipocrite? Come quella che raccoglieva fondi per contrastare la pratica delle spose bambine mentre scriveva che il futuro sarà l'utero in affitto? Tuttavia non tutte le femministe sono di quella specie]

 

↑2017.10.20 <tempi>: da regime totalitario a islamista. Tragica sorte di migliaia di cristiani eritrei che in fuga dal loro Paese, sono costretti a fermarsi per diversi anni in Sudan.

 

↑2017.02.21 <sole24h>: Migranti, boom di sbarchi: +44% rispetto a un anno fa. Gli immigrati in arrivo sono in gran parte della Guinea (1.657), Costa d’Avorio (1.303), Nigeria (1.099), Senegal (948) e Gambia (793). Corridoi umanitari con la Comunità di Sant'Egidio (1000 da Libano e Marocco) e con la CEI (500 profughi dall'Eritrea)

 

↑2015.06.16 <sole24h> Perché tanti scappano dall’Eritrea? Per violenze e fame che il regime nega, come nega la libertà di espressione; le elezioni politiche che avrebbero dovuto tenersi nel 2001 non sono mai avvenute. L'opposizione non esiste più. Chi protesta finisce in campi di lavoro forzati; dal 2001 dissidenti e giornalisti eritrei sono tenuti in carcere senza accuse formali e senza processo. In Eritrea c'è il servizio militare obbligatorio per tutti gli uomini e le donne dai 17 anni in poi, a tempo indeterminato. La corruzione è dilagante, terrore della delazione (tutti spiano tutti). Il regime lucra anche su chi fugge, con la tassa del 2% sulle rimesse che arrivano dall'estero.

 

↑2012.08.20 <culturacattolica>: La condizione della donna nell’Islam varia tra paesi e culture: si va dal considerare la donna come strumento di riproduzione asservita all’uomo (culture dell’Africa orientale, Sudan, Somalia, Eritrea), a quelle dell’Africa del nord (Marocco e Tunisia in particolare) dove alle donne viene riconosciuta una quasi parità dei diritti.

 

↑2010.06.04 <ilsole24h> sarebbero ~50 i regimi dispotici che torturano i propri sudditi, minacciano i vicini e sfidano il mondo intero: secondo Freedom House (fondata dalla moglie del massone Roosevelt) nel 2010 i top ten worst of the wors (i peggiori 10) sono Myanmar, Guinea equatoriale, Eritrea, Libia, Corea del Nord, Somalia, Sudan, Turkmenistan e Uzbekistan e il territorio occupato del Tibet. [CzzC: FH cita la Cina solo per il Tibet, non leggo Arabia SauditaPakistan, benvisi a US-UK; successivamente annoto che nel 2011 US e alleati eliminarono Gheddafi degradando i diritti umani a ben peggio di prima e nel 2012 iniziarono ad aizzare e a foraggiare (con Arabia Saudita) i terroristi anti Assad, facendo in Siria danni peggiori che in Libia, fino a produrre il mostro Isis].

 

↑2009.10.26 «RAPPORTO 2009 sulla LIBERTA' RELIGIOSA NEL MONDO", pubblicato dall’Annual Report on International Religious Freedom (USCIRF) che osserva 198 paesi su 12 mesi. USCIRF auspica la pronta designazione dei “Paesi di particolare preoccupazione” (“countries of particular concern” - CPC): in base alla legge sulla libertà religiosa internazionale del 1998, il Governo USA è tenuto ad adottare misure contro un paese che sia designato CPC (che abbia commesso gravi violazioni contro la libertà religiosa). La USCIRF ha indicato 13 Paesi da inserire nella lista dei CPC, tra cui gli 8 peggiori sarebbero Birmania, Eritrea, Iran, Corea del Nord, Cina, Arabia Saudita, Sudan, e Uzbekistan [CzzC: te li immagini gli gnomi USA della supremazia del petroldollaro, lasciar adottare misure contro l’Arabia Saudita, il loro più coccolato cliente in armi?]