L’ANGOLA, dove quasi tutto è made in China, aeroporti, ferrovie e una città da 500mila abitanti

<linkiesta> ogni abitante dell’Angola deve 745$ alla Cina.

<wikipedia> 24,5M ab, in maggioranza cristiani, 30% animisti 2% musulmani; PIL pro capite nominale 5.700$ (93°)

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 13/10/2022; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: Africa; Franco CFA, potenza della massoneria francese sbilanciata pro islam, colonialismo cinese

 

 

2022.10.12 L'Occidente non è riuscito a convincere l'India a votare in assemblea ONU la condanna della Russia, cosicché, pur aumentata al 46% dal 43% dello scorso marzo la percentuale della popolazione mondiale configurata dai 143 stati a favore della condanna sul totale votante, anche stavolta il "sì" non ha raccolto la maggioranza della popolazione mondiale, essendo mancato il peso degli 1,4 miliardi di abitanti dell'India. <open tgc24> 5 gli stati contrari (Russia, Bielorussia, Corea del Nord, Nicaragua, Siria), 35 gli astenuti, ma alcuni dei 35 stati astenutisi lo scorso marzo ora hanno votato a favore (Angola, Bangladesh, Iraq, Madagascar, Senegal), il Nicaragua contro, El Salvador e Iran non hanno votato; 8 i nuovi astenuti (Eritrea/exContro, Eswatini, Etiopia, Honduras, Lesotho, Thailandia, Togo, Uzbekistan); 10 non hanno votato (Azerbaijan, Burkina Faso, Camerun, Gibuti, El Salvador, Guinea Equatoriale, Iran, Sao Tomè Principe, Turkmenistan, Venezuela)

 

↑2022.07.07 <agi> il Sudafrica e la Russia intrattengo relazioni diplomatiche storiche, allacciate formalmente nel 1942, ma i legami tra i due paesi risalgono al 1896, quando l’allora Repubblica indipendente del Transvaal (successivamente una delle province sudafricane) stabilì relazioni diplomatiche con la Russia. Durante le guerre anglo-boere della fine del XIX secolo, la Russia sostenne fortemente i Boeri contro ‘l’invasore’ britannico: un numero significativo di russi andò a combattere in qualità di volontari. Durante la guerra ai confini del Sudafrica, Mosca ha addestrato e rifornito i combattenti dell’Organizzazione Popolare dell'Africa del Sud-Ovest (Swapo), un partito politico socialista democratico della Namibia, e l’Mpla, il Movimento Popolare di Liberazione dell'Angola.

 

↑2022.03.02 <rainews tg24> ONU condanna la Russia per invasione Ucraina <jpg>: 141 sì, 5 no (Russia, Bielorussia, Corea del Nord, Siria, Eritrea), 35 astenuti: Cina, India, Pakistan, Iran, Iraq, Algeria, Angola, Armenia, Bangladesh, Bolivia, Burundi, Rep.Centrafricana, Congo, El Salvador, Guinea Equatoriale, Cuba, Kazakistan, Kyrgyzstan, Laos, Madagascar, Mali, Mongolia, Mozambico, Namibia, Nicaragua, Senegal, Sudafrica, Sud Sudan, Sri Lanka, Sudan, Tagikistan, Uganda, Tanzania, Vietnam, Zimbabwe [CzzC: non potrei che approvare il voto dell'Italia, ma fa pensare che più della metà degli umani (51,76% senza contare i 5 stati che han votato contro) si astenga dal condannare un'invasione illegale, pur di non farsi equivocare consenziente all'imperialismo dei petroldollari. O più della coscienza poté la bilancia dei pagamenti con Cina e/o Russia?]

 

2021.01.12 Fisco <news> Paesi Black List 2021: elenco dei Paradisi Fiscali aggiornato da Ecofin 2020.10. [CzzC: con MAIUSCOLO quelli che fanno parte del Commonwealth: pensa ai perché della Brexit]

Paesi 100% Black List: Andorra, BAHAMAS, BARBADOS, Barbuda, BRUNEI, GIBUTI, GRENADA, Guatemala, Isole Cook, Isole Marshall, KIRIBATI, Libano, Liberia, Liechtenstein, Macao, MALDIVE, Nauru, Niue, Nuova Caledonia, Oman, Polinesia Francese, SAINT KITTS AND NEVIS, Salomone, SAMOA, SAINT LUCIA, SAINT VINCENT AND GRENADINE, Sant’Elena, Sark, SEYCHELLES, TONGA, TOVALU, VANUATU, Virgin Islands Statunitensi.

Paesi parzialmente black list: Angola, ANTIGUA, Bahrein, DOMINICA, GIAMAICA, KENYA, Monaco, Panama, Portorico, Svizzera, Uruguay

 

2018.06.02 <linkiesta> ogni abitante dell’Angola deve 745 dollari alla Cina: la morsa, lunga e sottile, di Pechino, porta molti Paesi a indebitarsi e a cedere importanti asset strategici ed energetici: petrolio, per esempio, ma anche terre e diritti di sfruttamento

 

↑2017.02.10 <geopol> la Cina “colonizza” l’Africa mirando allo sfruttamento delle risorse energetiche in contropartita di infrastrutture: primario target il Sudan di al-Bashir, ma analogamente Angola, Ciad, Mauritania e Guinea Equatoriale: quest'ultima con il giacimento della baia di Malabo è il terzo produttore di oro nero dell’Africa sub-sahariana, dopo la Nigeria e l’Angola, con oltre 360k barili/giorno; e la base militare di Gibuti ...

 

2014.05.10 <s24h> Il premier cinese in Angola, dove tutto è made in China: aeroporti, ferrovie e una città da 500mila abitanti

 

2014.01.12 <vitaoggi, cataldi> La Cina invade l’Africa costruendo “città fantasma”, scopriamo il perché: enormi palazzi di fabbricazione cinese emergono in nuove cittadine semi deserte capaci di ospitare mezzo milione di abitanti. Ma se le città risultano almeno per ora quasi del tutto inabitate, per quale motivo la prima potenza economica …

 

2000.12.22 <repubblica> la famiglia di Mitterrand aveva interessi d'affari in Africa, non solo in Rwanda: il figlio (cinquantatreenne Jean-Christophe), sarebbe implicato in un traffico d' armi miliardario tra la Francia e l'Angola e forse anche il Congo: è in stato di fermo nei locali della sezione Reati finanziari della polizia giudiziaria.