LAOS

7,5M ab, 2k$ pil pro capite

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 04/03/2022; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: stati

 

 

2022.03.02 <rainews tg24> ONU condanna la Russia per invasione Ucraina <jpg>: 141 sì, 5 no (Russia, Bielorussia, Corea del Nord, Siria, Eritrea), 35 astenuti: Cina, India, Pakistan, Iran, Iraq, Algeria, Angola, Armenia, Bangladesh, Bolivia, Burundi, Rep.Centrafricana, Congo, El Salvador, Guinea Equatoriale, Cuba, Kazakistan, Kyrgyzstan, Laos, Madagascar, Mali, Mongolia, Mozambico, Namibia, Nicaragua, Senegal, Sudafrica, Sud Sudan, Sri Lanka, Sudan, Tagikistan, Uganda, Tanzania, Vietnam, Zimbabwe [CzzC: non potrei che approvare il voto dell'Italia, ma fa pensare che più della metà degli umani (51,76% senza contare i 5 stati che han votato contro) si astenga dal condannare un'invasione illegale, pur di non farsi equivocare consenziente all'imperialismo dei petroldollari. O più della coscienza poté la bilancia dei pagamenti con Cina e/o Russia?]

 

↑2020.11.16 <stampa, forbes en> la Cina ha firmato con 14 paesi del sudest asiatico il più grande blocco commerciale di sempre, il Regional Comprehensive Economic Partnership (Rcep): l’accordo copre quasi un terzo del pil mondiale, oltre 2,2 miliardi di persone e ridefinirà i rapporti cinesi con Corea del Sud [CzzC: normalizzati rapporti con la Cina nel 2019], Giappone [CzzC: ci sono tensioni commerciali e militari tra Cina e Giappone], Australia [CzzC: Cina-Australia sono ai ferri corti con scontri e contenziosi commerciali], Nuova Zelanda [CzzC: che pure ha tensioni con la Cina] + i paesi dell'ASEAN (Indonesia, Malesia, Filippine, Singapore, Thailandia, Brunei, Birmania, Laos, Cambogia e Vietnam). Alcuni di questi, sorprendentemente, anche rivali politici tra loro. Esclusi India e Usa. Trump ritirò gli Stati Uniti dall’equivalente occidentale del Rcep, il Ttp; Biden correggerà l'andazzo o si sta avvicinando il definitivo sorpasso del gigante cinese su quello statunitense, sempre più visto con sospetto da alleati e potenze regionali?

 

↑2020.09.29 <vaticann google> in Laos il governo di Vientiane ha adottato provvedimenti per proteggere i cristiani dalle continue vessazioni, discriminazioni e maltrattamenti; <nbq> Sta migliorando la situazione ma non in tutte le regioni: nel nord del paese gli stessi rappresentanti governativi tendono a etichettare il cristianesimo come una “importazione americana” contaminante la locale tradizione comunista; nella provincia di Luang Prabang i cristiani sono discriminati per l'uso di terra e dell'acqua sia dai capi villaggio sia dalle autorità governative; nella provincia di Houa Panh (Laos nord orientale), i cristiani non subiscono abusi, ma devono fare attenzione, spiegano i governativi, «a non persuadere altre persone a credere nella loro regione”, pena sanzione degli atti di proselitismo; <google> a marzo, a Kalum Vangkhea, nella provincia di Savannakhet, un pastore protestante è stato condannato con tale accusa a sei mesi di carcere [CzzC: magari hanno esagerato la condanna, ma, se fosse stato proselitismo peloso, potrebbero aver avuto qualche buona ragione per contenerlo]

 

2014.11.14 <tempi> Laos. «Tornate all’animismo»: 25 cristiani rifiutano di abiurare e i comunisti li cacciano dalle loro case. Il 2 novembre invece altre sette persone, tra cui un bambino di 14 anni, sono state arrestate per essersi convertite al cristianesimo. Usciranno solo quando rinunceranno alla nuova religione