BIELORUSSIA

<wikipedia> 9,5M ab, <60% credenti di cui ~50% ortodossi e 7% cattolici.

<globalgeografia>

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 01/09/2020; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: stati Us contro Russia 2.0, ortodossi; dichiarazione universale

 

 

2020.09.01 Mons. Kondrusiewicz non può tornare in Bielorussia perché è stato messo in “una lista di persone indesiderate”; secondo l'accusa il capo della Chiesa Cattolica in Bielorussia sarebbe uscito dal Paese “inaspettatamente” per “ricevere particolari direttive” in Polonia. Chiesa ortodossa: “Strano e incomprensibile” il rifiuto dell’ingresso a Kondrusiewicz.

 

↑2020.08.31 <stampa google> Bielorussia, centomila in piazza contro il presidente Lukashenko per nuove elezioni al posto di quelle ritenute imbrogliate.

 

↑2018.12.10 <internazionale> Anniversario triste per i diritti umani, un testo in molti casi ignorato o aggirato, oppure attaccato in nome della negazione dell’universalità. Già nel 1948 ci furono 10 defezioni sui 58 stati di allora (si astennero Arabia Saudita, Sudafrica, Unione sovietica e i suoi satelliti Bielorussia, Cecoslovacchia, Jugoslavia, Polonia e Ucraina; non parteciparono al voto Yemen e Honduras). Alle critiche per il trattamento degli Uiguri la Cina ha recentemente risposto a che i diritti umani sono un’invenzione occidentale; una parte del mondo islamico continua a subordinare i valori universali alla sharia. Secondo Amnesty international, “oggi la dichiarazione universale del 1948 non sarebbe approvata.