CORRUZIONE e criminalità organizzata

Le convenzioni internazionali sulla lotta alla corruzione sono tre: OCSE, Consiglio d’Europa, ONU; esse costituiscono la base normativa degli Stati Parte per contrastare la corruzione, strumento principale con cui la CRIMINALITÀ ORGANIZZATA s’infiltra nella Pubblica Amministrazione. Preoccupante la massiccia penetrazione nordica di quella che pareva una prerogativa sudista. Assidui e forti gli appelli del Papa contro la corruzione.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 04/02/2018; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: giustizia, moralità, mafia

 

2018.02.04 <agensir> don Ciotti (Libera): “La corruzione resta la più grave minaccia della democrazia nel nostro Paese. Vi prego di non dimenticare che è la malattia dell’avere che corrode la radice dell’essere e della vita. Vi prego di non dimenticare che è un’infezione che prepara il terreno alle mafie e che le mafie hanno fatto oggi più che mai propria”.

 

↑2017.10.12 <avvenire>: «Ho denunciato i corrotti. E sono rimasto solo». Andrea Franzoso ha sollevato il caso delle spese pazze che ha travolto i vertici di Ferrovie Nord MI. 17k€ per ristoranti e night, 14k€ x abbigliamento 3k€ x scommesse, 124k€ x tel priv

 

↑2016.01.29 <news.va>: Papa: preghiamo Dio perché la debolezza che ci induce a peccare non si trasformi mai in corruzione. “Il Signore sempre perdona. Ma una delle cose più brutte che ha la corruzione è che il corrotto non ha bisogno di chiedere perdono, non se la sente...», gli basta il potere su cui poggia la sua corruzione. [CzzC: anche per me è uno dei peccati che più aborrisco, uno dei tradimenti peggiori dell’equità e della fratellanza; ma temo che non sia il solo peccato per cui l’errante non se la sente di chiedere perdono: ad esempio ci sono peccati che l’autore non ritiene tali, per non parlare dei massacratori di inermi che ritengono di eseguire la volontà di Dio invocandolo mentre li sgozzano]

 

↑2016.01.12 <ansa>: Papa Fr1: La corruzione "fa perdere il pudore", mentre "il corrotto spesso non si accorge del suo stato ... peccatori sì, corrotti no!" [CzzC: caro papa, stai dicendo che solo i corrotti fanno fatica a pentirsi? E che, pertanto, solo i corrotti non sarebbero passibili di misericordia? E non anche chi vorrebbero togliere ai medici il diritto all’obiezione di coscienza in materia di aborto?]

 

↑2015.11.06 <rainews>: Papa Fr1: mettersi in guardia dalla "tentazione della corruzione" che c'è sempre nella vita pubblica, "sia politica, sia religiosa ... Io ricordo che una volta con molto dolore ho visto - quando l'Argentina era in guerre con Uk per le Isole Malvine - che la gente dava delle cose, e ho visto che tante persone, anche cattolici, che erano incaricati di distribuirle, le portavano a casa. C'è sempre il pericolo della corruzione".

 

↑2015.09.12 <sole24h>: Papa Fr1: «Più economia dell'onestà: in questo tempo l'aria della corruzione viene dappertutto»

 

↑2014.12.15 <MafiaCapitale>: Mons. Feroci (Caritas): realtà ignobile, ma questa non é Roma. colpe trasversali dei partiti; Carminati, Buzzi,...

 

↑2014.11.24 <ilSole24h>: Se le ’ndrine mettono radici. L’operazione Insubria nei territori del Comasco e del Lecchese svela alcuni segreti e conferma certezze, tra cui la quantità delle intimidazioni contabilizzate nelle zone bonificate: circa 500 episodi tra incendi, danneggiamenti, lettere estorsive. È probabile che professionisti, imprenditori, amministratori, politici abbiano capito da subito chi avevano davanti, con chi stavano stringendo patti, da chi accettavano i soldi o i voti ... tanto che, secondo il giudice, per la Lombardia più che di «infiltrazione» sarebbe più appropriata parlare di «radicamento».

 

↑2014.03.27 <fattoq>: Papa Fr1: “No alla corruzione, agli interessi di partito e ai ‘dottori del dovere’ e ai ‘sepolcri imbiancati’”. Duro monito di Fr1 rivolto ai 492 parlamentari italiani che hanno partecipato alla Messa mattutina celebrata eccezionalmente all’altare della Cattedra della Basilica Vaticana. Fr1 ha ricordato che al tempo di Gesù c’era una classe dirigente che si era allontanata dal popolo, incapace di altro se non di seguire la propria ideologia e di scivolare verso la corruzione. [CzzC: ripeterà l’appello più volte, ad es il 24/05/2015)

 

↑2014.02.04 In IT corruzione preoccupante: x Malmström fiducia minata: rapporto anti corruzione dell'EU: vedi allegato per l’Italia dove leggiamo che il 97% della popolazione il 92% delle imprese partecipanti al sondaggio ritiene che la corruzione sia un fenomeno dilagante in IT e che favoritismi e corruzione impediscano la concorrenza (contro una media UE del 76% e 73% rispettivamente). È la corruzione diffusa nella sfera sociale economica e politica ad attrarre i gruppi criminali organizzati ben più che la criminalità organizzata a causare la corruzione. In IT vigerebbe la metà (60G€) della corruzione europea dice il GR1, ma è una montatura per dissimulare il vero problema IT che è lo statalismo e la burocrazia inefficiente: la Corte dei conti dice che la cifra di 60 miliardi è inattendibile, la Commissione Europea capisce male e la prende come attendibile: il Corriere non sgama la bufala, ma fa capire qual è il reale problema della burocrazia italiana intervistando A. Danovi, consulente di investitori esteri in Italia, secondo il quale più che il pericolo della corruzione, il nostro paese soffre del male dello statalismo. Gli investitori stranieri temono «la poca affidabilità del nostro sistema amministrativo e burocratico in cui non si capisce chi decide e cosa, e la relatività del sistema giudiziario, in cui non c’è certezza sulle decisioni e sui loro tempi. Quando ci chiedono se una cosa si può fare o no, spesso non sappiamo cosa rispondere. Se vogliono costruire un supermercato, devo spiegargli che per avere l’autorizzazione non c’è un solo soggetto, ma ci sono il Comune, la Provincia, la Regione, l’Arpa, la Sovrintendenza», insomma il problema dei labirinti grava più delle bustarelle.

 

↑2013.11.08 Papa Francesco contro la corruzione:  il Signore cambi il cuore dei devoti della dea tangente: «l’abitudine della tangente è un’abitudine mondana e fortemente peccatrice. È un’abitudine che non viene da Dio: Dio ci ha comandato di portare il pane a casa col nostro lavoro onesto! E questo amministratore dava da mangiare ai suoi figli pane sporco! E i suoi figli, forse educati in collegi costosi, forse cresciuti in ambienti colti, avevano ricevuto dal loro papà, come pasto, sporcizia, perché il loro papà, portando pane sporco a casa, aveva perso la dignità! E questo è un peccato grave!».“la dea tangente toglie dignità”: "Si comincia con una piccola bustarella, ma è come la droga".

 

↑2012.02.12 L’Italia, unico fra i Paesi aderenti, non ha ancora ratificato la convenzione internazionale sulla corruzione del ’99. E qui

 

↑2009.06.29 La Svizzera e la lotta alla corruzione internazionale

 

↑2003.10.31 Convenzione delle Nazioni Unite contro la corruzione (UNCAC, 2003)

 

↑1999.01.27 Convenzione penale del Consiglio d'Europa sulla corruzione (1999)

 

↑1997.12.17 Convenzione dell'OCSE sulla lotta alla corruzione di pubblici ufficiali stranieri nelle operazioni economiche internazionali (1997) [CzzC: e i pubblici ufficiali non stranieri?]