ultima modifica il 01/12/2017

 

Europa, Unione europea

Correlati: cittadinanza, diritti umani, sovranità nazionale, Nato, guerra fredda 2.0, finanza cinica, migranti; islamisti: arriveremo!

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

 

 

Mi sta a cuore il progetto di unione europea concepito dai suoi padri fondatori Alcide De Gasperi, Konrad Adenauer, Robert Schuman (di ben altra matrice Spinelli): vorrei presto un’Europa federale (Stati Uniti d’Europa) e che fosse la civiltà di un’Europa unita con lo spirito dei padri fondatori a guidare il processo di prevenzione mondiale dei danni correlati all’imperialismo dei petroldollari, abusati per privatizzare guadagni della finanza, socializzandone le perdite (titoli tossici, strangolamento di obiettori e resistenti), ma vedo un’Europa ancora guidata più da cinici illuminati che dai lumi della ragione, ingannata dal divide et impera fino a sostenere terroristi e a farsi indurre in litigio con una Russia che, invece, potrebbe essere il secondo polmone della sua civiltà; mi spiace che a guidare il suddetto processo di de-dollarizzazione sia per ora una Cina ancor troppo lesiva di diritti che la civiltà cristiana aveva messo a fondamento della dignità umana.]

 

 

Da Wikipedia. La formazione UE risale al trattato di Maastricht (TUE del 1992), al Trattato sul funzionamento dell'Unione europea (TFUE; detto anche "Trattato di Roma" del 2004 che adotta una costituzione europea) e al trattato di Lisbona in vigore dal 2009 che definisce

- le competenze esclusive dell’UE (dogane, concorrenza, moneta, biorisorse del mare/pesca, politiche commerciali Internazionali) e le altre forme di competenza (concorrenti, di coordinamento e di sostegno).

- le 7 istituzioni:

- la Commissione europea/Bruxelles formata da un Commissario per Stato membro: organo esecutivo con monopolio del potere di iniziativa legislativa: propone l'adozione degli atti normativi comunitari, la cui approvazione ultima spetta al Parlamento europeo e al Consiglio dell'Unione Europea; è presieduta da Jean-Claude Juncker 01/11/2014;

- il Parlamento europeo/Strasburgo (ma anche a Bruxelles e a Lussemburgo); presieduto da Antonio Tajani (dal 17/01/2017 dopo Martin Schulz);

- il Consiglio dell'Unione europea/Bruxelles (o "Consiglio dei Ministri"), da non confondersi col Consiglio d'Europa, che è un'organizzazione internazionale completamente indipendente dall'UE, e da distinguersi rispetto al successivo Consiglio europeo; Il Consiglio dei ministri è formato da un rappresentante di ciascuno Stato membro a livello ministeriale che si occupa della stessa materia a livello statale (ad esempio al Consiglio dei ministri per urgenza economica parteciperanno tutti i ministri dell'economia, ambientale quelli dell'ambiente ecc.); la presidenza è assegnata a uno Stato membro e ruota ogni 6 mesi; detiene insieme al Parlamento il potere legislativo occupandosi di Affari generali, esteri, economici e finanziari (Ecofin), Agricoltura e pesca, Giustizia e affari interni, Occupazione, politica sociale, salute e consumatori, Competitività, Trasporti, telecomunicazioni ed energia, Ambiente, Istruzione, gioventù e cultura.

- il Consiglio europeo/Bruxelles comprende un rappresentante per ogni stato: Il Presidente (Donald Tusk 30/08/2014), nominato dal Consiglio europeo, dura in carica due anni e mezzo; si riunisce periodicamente per esaminare problematiche del processo di integrazione europea.

- la Corte di giustizia dell'UE/Lussemburgo, che vigila sull'applicazione del diritto comunitario; non va confusa né con la Corte Internazionale di Giustizia dell'Aia (che dipende dall'ONU), né con la Corte europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo (parte del Consiglio d'Europa).

- la Corte dei conti europea/Lussemburgo, che verifica il finanziamento delle attività dell'UE;

- la BCE, Banca centrale europea/ Francoforte sul Meno, che è responsabile per la politica monetaria europea

 

 

30/11
2017

<agensir>: Siria: patriarca siro-cattolico Ignace Yousif III Younan: “sanzioni Ue al governo di Assad causano sofferenze alla povera gente: date voce alla nostra sofferenza di fronte ai vostri politici e attraverso i vostri mezzi di comunicazione”.

22/11
2017

<nbq>: il Card. Christoph Schönborn : 333 anni fa Vienna fu salvata; ora molti musulmani ritentano e dicono: questa Europa è alla fine. La visione di Giovanni Paolo II relativa alla conquista islamica dell’Europa è realistica?

12/07
2017

<ansa >: Erdogan: l'UE non ci invita ai summit, ci fa perdere tempo, sarà confortante se ci dirà che non può accettare la Turchia nella Ue, allora noi cominceremo il nostro piano B e C. [CzzC: spero che i più saggi della Ue si rendano conto che il sultano ci tratta solo come ricattabili, fregandosene del rispetto di libertà e altri diritti umani]

10/07
2017

<avvenire>: Ue contro Renzi, lite sul rigore dei conti: Eurogruppo e Commissione bocciano l’idea di "rottamare" l’accordo Ue tenendo il deficit al 2,9% per 5 anni: «l’Italia deve continuare a ridurre il suo deficit, per invertire la rotta del debito troppo elevato: pesa sulle generazioni future e impedisce di finanziare i servizi pubblici» [CzzC: tagliare i diritti acquisiti da chi se li creò in debito posteri! Continua]

23/03
2017

estraggo da <ladro di SC> una lucida riflessione su Stefan Zweig, che, fra l’altro, fu appassionato europeista: per il vecchio continente che condivide una stessa base culturale, Zweig non auspicava né le lotte fratricide nate nell’età moderna con l’insorgenza degli stati nazionali, né un modello comunista totalitario che fondesse le identità in una costruzione politica senza storia né memoria. Al contrario, ciò che sognava era quello che si firmò sessanta anni fa col Trattato di Roma. L’Europa unita è per Zweig il modello politico più consono alla verità dell’uomo europeo, con la convivenza dell’egoismo (riflesso dell’io interiore, identità) e dell’altruismo / fratellanza (riflesso della umanità comune svelata dalla cultura). Oggi con la crisi si incrina la fratellanza e risorge quel nazionalismo che Zweig chiamava «la piaga peggiore di tutte, che ha avvelenato il meglio della nostra cultura europea».
Non solo Atene, Roma e Gerusalemme plasmano la nostra identità europea, ma anche Nietzsche, Erasmo da Rotterdam, Mozart e moltissimi altri.

21/03
2017

Potrei dissentire da certi toni in questa invettiva lanciata da Salvini all’Europa della finanza lobbista, ma dissentirei ancor più da chi dicesse che ha detto solo bugie.

14/03
2017

<avvenire>: il pres. siriano Assad, accusa l’Europa di avere aiutato i fondamentalisti. «Con la Russia si è sconfitto il terrorismo». [CzzC: non è ancora sconfitto, ma meno male che la Russia c’è, altrimenti per Us-Uk-Fr-Ue-Nato ...: bravo F.Scaglione!]

07/03
2017

<ansa stampa giornale>: Corte di giustizia europea in Lussemburgo «gli Stati membri non sono tenuti, in forza del diritto dell'Unione, a concedere un visto umanitario» ai richiedenti asilo, ma «in base al rispettivo diritto nazionale» <huffingt>: Ungheria: detenzione ai richiedenti asilo fino a riconoscimento status rifugiato. [CzzC: Unione?]

26/11
2016

<sussidiario>: al Parlamento Ue che decide di contrastare le campagne di disinformazione russa con una task force, Putin replica che quella risoluzione denota "degrado politico della democrazia nei Paesi occidentali". Se l'Europa volesse denunciare le menzogne e la disinformazione col metodo dell'informazione, la democrazia non ne soffrirebbe affatto; anzi la Russia stessa avrebbe tutto da guadagnare. [CzzC: denunciare però anche le menzogne e la disinformazione degli illuminati inciuciati in LFB con i turco-wahhabiti foraggiatori di terroristi]. Il filosofo Aleksandr Dugin, padre del neo-eurasismo e ideologo di Putin, lo aveva detto in TV nel 2013: «impegniamoci a difendere l'Europa dai gay, a salvare l'Europa da se stessa... Sotto il nostro protettorato provvederemo noi alla sua difesa».

23/11
2016

<repubblica>: Il Parlamento Ue approva risoluzione contro Russia: «Il Cremlino usa think tank, tv multilingua, pseudo-agenzie di stampa e social media per sfidare i valori democratici e dividere l'Europa». Voto compatto e contrario di Lega e M5s. [CzzC: solo l’inganno paralogistico tipico di potenti illuminati potrebbe correlare la Russia all’aumento della pressione jihadista sull'Europa]

18/10
2016

<plnews>: l’Ue reitera le sanzioni contro la Siria, ignorando appelli lanciati da indubitabili promotori di pace e dialogo interreligioso come il Vescovo di Aleppo. [CzzC: più della ragione pro giustizia può il ricatto$ pro supremazia dei petroldollari]

22/09
2016

Ripartizione degli immigrati: <fattoq>: Junker: una volta salvata la vita a coloro che fuggono dalle guerre, deve scattare la solidarietà nella ripartizione dei rifugiati: «Alcuni Paesi lo fanno, altri dicono di no perché sono cattolici e non vogliono musulmani. Questo è inaccettabile» perché non si tratta di musulmani ma di esseri umani. [CzzC: visto che i cattolici sono tra quelli che più si rimboccano le maniche per gli ultimi, anche per immigrati e rifugiati, e sono tra i meglio ammaestrati a farlo, la sparacchiata di Junker schiocca come uno schiaffo in faccia alla cattolicità, tanto illuminato quanto impertinente].

22/08
2016

Vertice trilaterale di Ventotene (rif Altiero Spinelli): <huffingt>: l'iconografia è potente ma gli accordi guardano più agli interessi nazionali che all'Europa. <panorama>: tra retorica e assenza di strategia, cosa potrà venir di buono per correggere l'assenza dell'Europa nella politica estera globale? [CzzC: Spinelli negligeva la menzione delle «radici cristiane» d'Europa, preferiva «abolizione del Concordato», teorizzava che l'Europa per nascere ha bisogno di una forte tensione russo-americana, e non della distensione; ci chiediamo se deriva da tale consonanza con la cultura dominante la sua sbilanciata sublimazione come padre fondatore dell'Europa]

05/08
2016

<ansa>: il ministro degli Esteri tedesco Frank Walter Steinmeier: «la reintroduzione della pena di morte in Turchia non sarebbe compatibile con i valori fondamentali della Ue, che non sono negoziabili». [CzzC: se il Magistero cattolico additasse i valori non negoziabili, farebbe arricciare il naso ai nostri cadudem?]

06/07
2016

<fattoq>: L’Europa del futuro deve liberarsi della Nato e del neoliberismo. Con Europa si dovrebbe intendere l’ideale di unità e fratellanza fra popoli, che però in questi decenni è stato adoperato per realizzare un golpe da parte di un’élite di burocrati che hanno reso l’Europa un lager economico finanziario, in collusione con gran parte della sinistra europea. [CzzC: liberarsi dalla Nato sarebbe un’opportunità a portata di mano, costruire un’Europa su valori culturali e di solidarietà è impossibile rescindendo le radici di liberté egalité fraternité che sono cristiane più che masso-giacobine]

08/06
2016

<tracce.p15>: Joseph H.H. Weiler: perché l’Europa come “comunità di destino” sta andando in crisi? Abbiamo radicato il principio di proteggere i diritti fondamentali degli individui, con i nostri Tribunali, con le costituzioni nazionali, ma anche con la Corte di giustizia dell’Unione in Lussemburgo e con la Corte europea dei diritti umani di Strasburgo (<>?); un individuo al centro, bene, ma che ne sarà dell’Europa dei padri fondatori se diventa pian piano un individuo auto-centrato?

06/06
2016

<voltairenet>: Thierry Meyssan, presidente della conferenza Axis for Peace: l’ONU e la UE (causa Nato soprattutto), invece di coordinare la lotta contro Isis, mettono i bastoni fra le ruote ai più efficaci combattenti anti Isis sul campo, mascherano i sostegni statali al terrorismo internazionale, ignorano i documenti consegnati al Consiglio di Sicurezza che da Iraq, Siria e Russia dimostranti il foraggio ad Isis fornito da Arabia Saudita, Qatar e Turchia di Erdogan. Continua

23/05
2016

<tempi>: svolta autoritaria e anti-democratica di Erdogan: l’epurazione del premier Erdogan e l’abolizione dell’immunità parlamentare spaventano Bruxelles? [CzzC: ma che lumi sarebbero quelli che ci pilotano da Bruxelles se ora si spaventano non avendo previsto che Erdogan potesse essere così anti-democratico? Il popolino lo prevedeva meglio di loro? Apri gli occhi, Merkel!]

21/02
2016

goodbye UK, se lasci la UE non piangiamo: non stupisce che la cultura anglo-sassone antitetica a quella latina, che ha plasmato il mondo in funzione del dio denaro e che ha generato le maggiori discriminazioni della storia, sia inciuciata con Us e turco-wahhabiti per tanto danno al nostro bene comune ... continua ]

29/01
2016

<avvenireP5 agensir>: La Svezia: via 80mila profughi. L’UE: bene, basta porte aperte. Anche la Finlandia pronta ad espellere 20mila persone. I Paesi scandinavi sono stati tra i primi ad aprire le porte a migranti e rifugiati. Ma ora, sotto le insistenze delle opinioni pubbliche, inaspriscono le leggi e parlano di respingimenti. Si levano le voci critiche delle Chiese cristiane, mentre Caritas e vescovi cattolici si schierano per l'accoglienza [CzzC: ok x i rifugiati, ma usque tandem rispetto alla nostra capacità di integrazione dei migranti economici?]

11/12
2015

<sakeritalia>: Famiglia cristiana denuncia il divide et impera di USA in Eurasia: alla domanda “esiste secondo lei la strategia cosiddetta del “caos controllato”? I governi degli Stati Uniti inducono a bella posta conflitti in zone chiave dell’Eurasia per impedire la formazione di sistemi che possano insidiare la loro egemonia?”, Fulvio Scaglione risponde: fu Filippo il Macedone a inventare il motto che i latini avrebbero codificato in “divide et impera”. Da allora non è mai passato di moda. [CzzC: coraggiosa affermazione della verità! continua ]

05/12
2015

Il pericolo Erdogan in Europa: alla domanda provocatoria “e se invece della Turchia facessimo entrare in Europa la Siria?" rispondo che occorre discernere, anche perché la più sana Turchia potrebbe non essere quella che adora Erdogan, e i più sani europeisti potrebbero non essere quelli che lo ammetterebbero in Europa anche senza che ammettesse il genocidio degli Armeni e liberasse la parola degli oppositori ... continua

18/08
2015

<sole24h>: La Brexit fa paura agli inglesi, è caccia grossa alla doppia cittadinanza. Temendo che la Gran Bretagna esca dall'Europa molti cittadini già si stanno organizzando per evitare problemi in futuro. [CzzC: cari fratelli inglesi, se la UE continuerà a seguire US nel far guerra economico-ideologica (speriamo non anche militare) alla Russia, potrete godere di un eventuale Brexit; ma se la UE abbandonasse l’imperialismo US in Eurasia ed abbracciasse economicamente e culturalmente la Russia, vi mordereste le dita per il Brexit: voi non avete il coraggio di motivare la vostra paura, perché ricattati dal potere dei petroldollari che dominano le vostre piazze finanziarie, ma avreste ragione di temere se prendessero vigore i petroleuro fino a Vladivostok, dove per petrol si intendesse non solo l’olio nero e il relativo gas, ma soprattutto il modo di fare economia e lavoro, l’welfare e le radici culturali che per secoli alimentarono le popolazioni dall’Atlantico agli Urali, ancorché ignorate dal trattato UE]

16/12
2014

<sole24h>: Russia nella bufera: tracolla la Borsa, rublo in calo. Lavrov: l’Occidente vuole spodestare Putin. [CzzC: a questo mira il massone Obama Nobel Pace, o anche ad indebolire l’Europa pro supremazia dei petroldollari?]

03/12
2014

<news.va>: Europa assicuri pace, non sia unione burocratica. Alla luce della visita 25/11 di Papa Francesco al Parlamento e al Consiglio UE (qui riassunto)

 

09/11
2014

Celebriamo il 25° della caduta del muro di Berlino avvenuta il 09/11/1989; un anno dopo, finiva la DDR: odo Radio24: fu una grande pagina della storia, anche fortunata perché la riunificazione tedesca fu pattuita tra le potenze già in guerra fredda nell’estate del 1990, un  attimo prima che gli Us si dirottassero nella guerra contro Saddam. [CzzC: Ritengo che il merito, dopo quello di GP2° e del cattolicesimo polacco, sia stato di Gorbaciov, che cedette sul ritiro delle sue truppe pensando ad una naturale collaborazione russo-europea; mi pare che l’espansionismo NATO ai confini della Russia e la relativa fomentazione della crisi Ucraina dimostrino più odio che amore degli US per quella visione di collaborazione europea tipo OstPolitik].

 

25/05
2014

Elezioni Europee

 

15/05
2014

«L’architettura costituzionale europea è come un manichino che noi dobbiamo decidere come vestire. E’ lo spirito del “vieni, diventa uno di noi”. E’ il riconoscimento del fatto che, nonostante le identità distinte, esiste anche una comune umanità. E’ anche un segno di generosità il fatto di voler condividere la propria felicità e le proprie speranze». Joseph Weiler

 

14/05
2014

San Benedetto ha “fatto” l’Europa senza vederla...; quando morì, c’era qualche sparuto monastero, ma secoli dopo la sua Regola era diventata generale in tutta Europa e i monasteri forgiavano e diffondevano una cultura europea: un cambiamento universale può nascere dalla disponibilità di un solo cuore. [CzzC: col quale mi pare concordare e il manifesto per l’Europa di Novae Terrae]

 

04/04
2014

Uscire dall’Euro? Perché NO