Simbologia nazista del BATTAGLIONE AZOV nell’Ucraina attratta dall'espansionismo Nato

<ilmanifesto 2014> Un rapporto di Amnesty International accusa la formazione paramilitare «Aydar» di «abusi e crimini di guerra». Si tratta di uno degli oltre 40 gruppi di «volontari» in supporto all’esercito regolare di Kiev.

[CzzC: nel 2015 apprezzai chi aveva il coraggio di denunciare i crimini di quel regime ucraino che massacrava il diritto all’autodeterminazione delle popolazioni russofone del Donbass, ma nel 2022.02 la pazzia di Putin invasore dell'Ucraina bruciò le buone ragioni degli autonomisti]

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 15/05/2022; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: Ucraina, dottrina Wolfowitz, autodeterminazione dei popoli contrastata con danni da potentati che agiscono in  lfb pro supremazia del petroldollaro contro Russia in Eurasia

 

2022.04.15 <controTv.yt♫> Mazzucco-rassegna di antefatti della guerra in Ucraina a partire dalle radici del nazionalismo ucraino (OUN di Stepan Bandera) utilizzato dagli USA contro i sovietici nella guerra fredda: la stessa dottrina sarebbe perseguita anche oggi. [CzzC: c'è da meditare sui fatti esposti, anche se direi di coglierne con prudenza le interpretazioni in assenza di contraddittorio, ma resta evidente che

- la Nato avrebbe potuto evitare errori di provocazione che hanno stanato l'orso;

USA&C perseguono la dottrina Wolfowitz a prescindere dai danni provocati e l'UE si accoda: non a caso, ben più dei tre padri cattolici, a Bruxelles si cita come fondatore dell'Europa quell'illuminato Altiero Spinelli che sussurrava così: «l'Europa per nascere ha bisogno di una forte tensione russo-americana, e non della distensione, così come per consolidarsi essa avrà bisogno di una guerra contro l'Unione Sovietica, da saper fare al momento buono».

 

↑2017.05.07 <tempi>: a Donetsk la gente si barrica in cantina per proclamarsi libera; quante contraddizioni in questa terra che è Russia e Ucraina insieme. Un filo invisibile lega la Siria all’Ucraina. Due paesi strategici in destabilizzazione: da un lato i jihadisti dell’Isis e di Al Qaida, dall’altro gli estremisti di Pravy Sektor e Svoboda. Tutto risponde a un obiettivo funzionale all’egemonia occidentale contro Russia2.0

 

↑2017.05.03 <youtube>: Giulietto Chiesa presenta il documentario prodotto da Rossija1 sui tre anni dalla strage di Odessa/Ucraina/Azov. Un documento esclusivo che fa luce su una delle vicende più oscure della recente storia europea: 48 persone morte nel rogo <youtube> della Casa del Sindacato.

 

↑2015.07.30 <ilgiornale> "Sono pagano, per me il cristianesimo è la feccia del mondo". Queste le parole pronunciate da un volontario italiano del Battaglione Azov a chi scrive. Ora queste parole sono tornate alla mente a causa di alcune foto <segodnia> diffuse da Lnr Today, che mostrano i volontari nazisti di Azov impilare icone ortodosse e bibbie per darle alle fiamme. [CzzC: 2022.05.15 mi chiedo se il Giornale scriverebbe ancora così, dopo aver visto la dissennata invasione di Putin; occhio alle fake news della propaganda ru]

 

↑2015.12.10 <fb>: foto di come è stato ridotto il monastero di Donetsk ad opera dei battaglioni punitivi del “democratico e filo-europeo" governo ucraino, quasi come quelli dell’Isis [CzzC: fra l’altro armati dagli stessi armaioli: quando gli indipendentisti di Bosnia e Kosovo vollero staccarsi dal governo centrale di Belgrado, noi ci facemmo trascinare da Us-Uk e Turco-wahhabiti (che armavano e finanziavano gli islamici dei Balcani) ed andammo a bombardare Belgrado; quando gli indipendentisti russofoni vogliono staccarsi dal governo centrale ucraino invocando il principio di autodeterminazione dei popoli, noi ci facciamo menare dai medesimi gnomi per sanzionare la Russia perché aiuta i russi di Ucraina ad ottenere l’indipendenza: anche un cieco vedrebbe la sottostante strategia: Usa contro Russia 2.0]

 

↑2015.02.19 <articolo21>: Ucraina: Lucia Goracci in collegamento da Kramatorsk racconta i fatti mentre vicino alla sua inquadratura scorrono immagini di militari in azione, filmate e firmate dal battaglione Azov della Guardia Nazionale Ucraina che utilizza simbologia nazista, quella delle SS e il sole nero nazista che stanno nel “logo” di quelle immagini. Logo che è anche il simbolo del battaglione che si ispira proprio alle SS del Reich.[CzzC: qualcuno contesta alla Goracci “non un commento, non un cenno, da parte della giornalista sulla provenienza del video, né tantomeno su cosa il battaglione Azov sia. Nonostante, in un dettagliato rapporto, Amnesty International abbia denunciato violazioni di diritti umani e crimini di guerra perpetrati proprio dall’Azov. Nel 2015 apprezzai chi come Amnesty denunciava i crimini di quel regime ucraino che massacrava il diritto all’autodeterminazione delle popolazioni russofone del Donbass, ma nel 2022.02 la pazzia di Putin invasore dell'Ucraina bruciò le buone ragioni degli autonomisti]