AFFARE MITROKHIN/KGB: me ne occupai quando appresi di tracce valdesi.

Secondo altri critici il rapporto conterrebbe sia informazioni veritiere, sia informazioni non verificabili che potrebbero essere false. I servizi segreti russi hanno più volte smentito l'autenticità del materiale, mentre la Commissione di Intelligence e Sicurezza del parlamento britannico e l'FBI considerano il materiale Mitrokhin come il più grande successo in materia di contro-intelligence del dopoguerra.

Particolare italiano: tutte le stazioni radio e le basi del KGB in Italia vennero scoperte e ritrovate esattamente dove indicate dal dossier, nonostante Mitrokhin non abbia mai effettuato alcuna missione in Italia.

[CzzC: ~1999 odo al radiogiornale alcuni nomi eccellenti trovati nel dossier Mitrokhin <parlamento.it>, ma mi colpisce una citazione senza nome: "c'è anche un uomo di chiesa"; ahi, mi son detto, la mancanza del nome è un tacer che parla: se fosse stato un uomo di Chiesa cattolica avrebbero rimarcato con onta il termine cattolico e prete; apprendo nei giorni successivi che <adnk> si tratta di un pastore valdese, peraltro, si sorprende nel leggere il suo nome (Giorgio Girardet) nel dossier e nega di aver preso soldi.
Leggendo il seguito della commissione parlamentare d’inchiesta, apprendo successivamente che venne eliminata la specificazione che si trattava di un  "Protestant cleric", pastore valdese (come del resto il SISMI aveva già comunicato al Servizio britannico nel giugno 1996); potenti matrici? Se si fosse trattato di un uomo di Chiesa cattolica temo che il termine cleric e l’aggettivo catholic sarebbero rimasti agli atti senza cancellazioni].

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 10/12/2019; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: soviet; libro nero del comunismo; valdesi cattivelli contro i cattolici

 

2019.11.22 egregia eziologia questa di Francesco Agnoli sul Corrado Augias che considera gli uomini di sinistra sempre più ragionevoli, colti ecc... Augias è un giornalista RAI da 370k€/anno, sua figlia Natalia Augias è anche lei giornalista Rai (come Marrazzo padre e Marrazzo figlio; Angela padre e Angela figlio ...). Il dichiararsi ateo mentre parla di fede e religione apre spazi giornalistici immensi; legato ad un partito comunista nell'epoca in cui ...; e il suo matrimonio con Daniela Pasti, figlia del generale Nino Pasti, altro grado della Nato, e poi ... senatore del PCI, noto "per la sua adesione al gruppo internazionale “Generali per la pace e il disarmo”, legato alla STASI, i servizi segreti della Ddr, tanto che il suo nome figura nel lungo elenco stilato dall’ex archivista del Kgb Vassilij Mitrokhin <lib&pers, repubbl> . Fu per rispondere ad Augias con la sua ”inchiesta sul cristianesimo” che Agnoli scrisse "Indagine sul cristianesimo".

 

↑2015.07.18 <gcocomero>: R.Prodi avrebbe seppellito il lavoro della Mitrokhin con queste parole: «L’assurdità delle accuse venne presto dimostrata, ma mi resta ancora oggi da capire chi ha sostenuto le ingentissime spese che sono state necessarie per imbastire documenti e testimonianze false in giro per il mondo». Ora questi documenti e queste testimonianze «false» sono state pubblicate su un sito governativo inglese alla voce «prove». [CzzC: ritengo una bufala che Prodi sia stato per una vita al servizio del KGB; ritengo invece che il suo atlantismo non sia stato senza se e senza ma, e sovente a ragion veduta]

 

↑2006.03.23 <parlamento.pdf> documento conclusivo della commissione d'inchiesta parlamentare sull'affare Mitrokhin istituita nel 2002

 

↑1999.10.11 <repubblica> Da Cossutta a De Martino, da Gawronski a Zincone, e poi Falco Accame, la Efim-Breda e la Finmeccanica: ecco l'elenco dei nomi del Dossier Mitrokhin; nei documenti anche un piano sovietico per screditare e boicottare Enrico Berlinguer. Nel dossier infatti le persone sono "suddivise" in quattro categorie. Ci sono in primo luogo gli "agenti collaboratori", poi vengono le "fonti riservate privilegiate". Seguono gli "incontri casuali" e infine arrivano gli "spiati". Non basta dunque conoscere i nomi, occorre conoscere anche la "cartella" nella quale sono inseriti.

E i finanziati dal KGB? Dal 1969 al 1972 il Kgb ha inviato al Psiup quasi 4M$: "La rivista politica l'Espresso era stata pubblicata e finanziata dal Kgb in Italia dal giugno del 1962". [CzzC: cbdi]