CORRADO AUGIAS in tandem con Mancuso

«colonna della furia anticattolica del gruppo finanziario Repubblica-Espresso» a detta di un filosofo laico. Aprii questa pagina dopo averlo sentito intonare in tandem con Mancuso i soliti Leitmotiv contro il Magistero petrino e contro la libertà di educazione.

<Wikipedia>: giornalista di Repubblica, (politico DS, tifante PD), si esercita esegeta con “inchieste su Gesù e Mariadistonanti il Magistero petrino, forse anche per questo gettonato sui media della cultura dominante.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 04/02/2021; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: laicismo cattofobia, Leitmotiv, in tandem con Mancuso vittima, perle, guru copione, manipolatore, in sintonia repubblicones; inchiesta sul cristianesimo; credere in Dio?

 

2021.01.30 <google money bufale affit> Corrado Augias critica "inefficienza" Enel ma è vittima di phishing [CzzC: questa volta C.Augias ha bufalato in buona fede, ma che dire quando perfino Vito Mancuso dovette smarcarsi dall'amico co-autore beccato copione? Chi di copia-incolla ferisce ... Nel 2009 il povero Mancuso al riguardo si lagnò così "amareggiato, completamente sbalordito ... Non c'è possibilità di negare l'evidenza. Sono le stesse parole, con gli stessi verbi, la stessa successione delle frasi. È impressionante. Io però non ho responsabilità. Anzi, se in tutto questo c'è una vittima, sono io]

 

2021.01.21 < google calabria cosenza telem> Nel programma "Quante Storie" condotto da Corrado Augias (che aveva affermato "la questione meridionale va dimenticata"), il procuratore anti-mafia Nicola Gratteri (che non è certamente neoborbonico), mise in difficoltà il presentatore raccontando la vera storia dell'Unità d'Italia e smontando la favoletta dei 1000 garibaldini e della "loro passeggiata". Ormai queste verità sono sempre più diffuse ed il giornalista chiaramente in difficoltà♫, preferì cambiare argomento. E se fosse partita il 7 settembre 1860 la "trattativa stato-mafia" ancora oggi in discussione?

 

↑2020.12.14 <rai repubbl sentire fq affit> Caso Regeni, Augias restituisce Legion d'Onore: il riferimento è alla disposizione del presidente francese Emmanuel Macron di concedere al presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi l'onorificenza più alta attribuita dalla Repubblica francese. E arrivano altre rinunce eccellenti. [CzzC: e bravo Corrado! Mi piace che riconosci la pelosità di quel sistema premiante; ma non ti viene il dubbio che possa essere stato peloso anche quando premiò te, magari supervalutando le tue laiciste graffiate ai papisti rispetto ad altre tue benemerenze?]

 

↑2020.06.17 <nbq> M5S e scuola: squadrismo e ignoranza anti cattolica; l’ex ministro dell’Istruzione Luigi Berlinguer ha imputato all’ideologia di una Sinistra estremista, la responsabilità della crisi persistente delle scuole paritarie. Ha fatto come esempio quello di Corrado Augias, incapace di riconoscere che le paritarie sono anch’esse scuola pubblica. La senatrice M5S B.Laura Granato offende insegnanti e genitori delle paritarie chiamate «diplomifici» e insulta anche chi, come suor Anna Monia Alfieri, portando l'abito religioso, si batte per la libertà educativa.

 

↑2019.11.22 egregia eziologia questa di Francesco Agnoli sul Corrado Augias che considera gli uomini di sinistra sempre più ragionevoli, colti ecc... Augias è un giornalista RAI da 370k€/anno, sua figlia Natalia Augias è anche lei giornalista Rai (come Marrazzo padre e Marrazzo figlio; Angela padre e Angela figlio ...). Il dichiararsi ateo mentre parla di fede e religione apre spazi giornalistici immensi; legato ad un partito comunista nell'epoca in cui ...; e il suo matrimonio con Daniela Pasti, figlia del generale Nino Pasti, altro grado della Nato, e poi ... senatore del PCI, noto "per la sua adesione al gruppo internazionale “Generali per la pace e il disarmo”, legato alla STASI, i servizi segreti della Ddr, tanto che il suo nome figura nel lungo elenco stilato dall’ex archivista del Kgb Vassilij Mitrokhin <lib&pers, repubbl> . Fu per rispondere ad Augias con la sua ”inchiesta sul cristianesimo” che Agnoli scrisse "Indagine sul cristianesimo".

 

↑2017.11.06 <repubblica.vid>: commentando "Dov'è Dio?" di J.Carrón, Corrado Augias non concorda che «il cristianesimo non ha problema a vivere in una società multiculturale» perché anche recentemente avrebbe azionato imposizioni. Però il finale è rassicurante nell'apprezzamento di Fr1: una proposta di alleanza e di pace.

 

↑2017.08.03 <avvenire> «Scalfari e Augias giocano a chi è più ateo ... Scalfari si serve di Bergoglio per mostrare una Chiesa fallita». <isoladipatmos 13/10/2017>: falsi ammiratori e finti collaboratori che, falsamente interpretando l’insegnamento del Papa, vorrebbero darci ad intendere che egli è un modernista - progressista a modo loro [CzzC: non ricordano cosa disse Fr1 sullo spirito del mondo?]

 

↑2016.05.10 <agensir>: Scaraffia: la presenza delle donne nella Chiesa: “probabilmente inutile” definisce Augias il saggio di Lucetta Scaraffia “Dall’ultimo banco”, nel quale lei richiama il suo intervento al Sinodo dei vescovi sulla famiglia 2015.10. In una società in cui, attesta Augias, “la presenza di Dio è diventata irrilevante”, Scaraffia richiama le donne alla splendida battaglia dell’inutile, dal sapore evangelico.

 

↑2016.02.11 <lezpop.vid>: sulla questione unioni civili-stepchild adoption Corrado Augias. parla di una famiglia molto cara a quella degli integralisti cattolici: la famiglia di Gesù. E chiude il suo intervento con una frase che potremmo definire epica: «Rispetto alla famiglia di Gesù il ddl Cirinnà è acqua fresca»

 

↑2015.03.29 perché linko <questa intervista yt♫> di Corrado Augias a Piergiorgio Odifreddi sul libro del matematico "perchè non possiamo essere cristiani"? Mi parrebbe un esempio di trucco doppiogiochista: il primo finge di dissentire dal secondo mentre gli costruisce assist; mi parrebbe di evincerlo anche da una certa mimica facciale dell'intervistatore. più eloquente della comunicazione verbale, che mi ricorda il sogghigno di Mancuso

 

↑2015.03.13 <repubblica>: Augias tifa soffocamento paritarie cattoliche: «Le scuole confessionali, comunque siano sovvenzionate, violano la Costituzione, non solo per la famosa questione degli “oneri” che lo Stato non dovrebbe sopportare ... Già aver mantenuto la religione cattolica nelle scuole pubbliche – con insegnanti scelti dai vescovi – equivale a una catechesi che in uno Stato laico non ha motivo di essere: nelle scuole confessionali si arriva all’obbligo di attenersi ad un’unica possibile verità fissata per dogma». [CzzC: a tanti genitori pare invece che l’apertura di mente e l’accoglienza valorizzatrice delle diversità insegnate in conformità alla dottrina sociale cattolica configurino una formazione della personalità riconosciuta di grande valore culturale e sociale anche da stati laici, islamici, induisti, buddisti, comunque preferibile agli ammaestramenti ideologici dei sedicenti nostalgici del ‘68] referendum Bologna

 

↑2015.02.gg <secolod’italia>: Soldi in nero a politici piemontesi, giornalisti e attori di primo piano, nonché a Corrado Augias: di questo ha parlato Giuliano Soria, patron del premio letterario Grinzane Cavour, intervenendo oggi a Torino al processo d’appello in cui risponde di peculato. I vip, ha detto, «ci usavano per il loro prestigio» ... Fra i giornalisti che beneficiavano delle iniziative del premio «Corrado Augias era il più vorace, era addirittura assillante sui pagamenti in nero». [CzzC: da prendere con cautela e beneficio di inventario; il sospettato smentisce]

 

↑2014.07.03 <avvenire> Anche il significato del termine religione sarebbe alterato dalla cultura dominante, secondo la quale credere in Dio sarebbe solo una delle manifestazioni possibili della visione religiosa del mondo. ... continua

 

↑2014.mm.gg Gli opinions leaders Augias e Odifreddi gettonati dalla TV chi sono e cosa dicono? Il vero? Francesco Agnoli risponde (cafeteologico)

 

↑2013.10.14 Dall’inchiesta su Maria alla “vera” Traviata

 

↑2013.10.07 Grillo, Travaglio, Saviano, ospiti felici dei Gesuiti; vedi anche Fondazione Niels Stensen(1) gestita dai Gesuiti; di importanza nazionale i dibattiti che si svolgono ai Novembri Stenseniani dove nel 2004(2) Grillo si lanciò “cyber”. Tra gli inviati al Novembre Stenseniano 2012 furono ospiti felici oltre all’ovvio Don Luigi CIOTTI (Gruppo Abele), anche Corrado AUGIAS, Vito MANCUSO, Piergiorgio ODIFREDDI; il Novembre Stenseniano 2013 sarà sul tema soma, pneuma, psiche [CzzC: a che fare con l’anima intesa da Odifreddi?].

(1) La Fondazione Niels Stensen di Firenze si ispira alla ricerca e alla metodologia di Nicolò Stenone, medico e geologo danese del '600 (1638 -1686). Riconosciuta con decreto del Presidente della Repubblica, n. 231, il 3 marzo 1959, la Fondazione è gestita dai Padri Gesuiti ed è stata inaugurata il 1 novembre 1964. Lo Statuto è stato aggiornato e rinnovato nel corso dell'anno 2008 e definitivamente approvato il 24 febbraio 2009 dalla Prefettura di Firenze. Attuale Presidente è P. Ennio Brovedani s.j

(2) Il 27/11/2004 Grillo fece un intervento straordinario al Novembre Stenseiano, al cui termine il comico genovese prospettò la sua personale lettura del nostro futuro “cyber” e pochi mesi dopo, il 26/01/2005 “Insieme a Gianroberto Casaleggio(†2016.04)” lanciò il famoso blog che lo porterà a vincere le elezioni politiche del 2013.

 

↑2013.07.04 <uccr> Ecco cosa pensano alcuni teologi di Vito Mancuso, il teologo del politically correct. [CzzC: riprendo in particolare

Enzo Bianchi amareggiato nel vedersi citato a sproposito nel libro scritto con Corrado Augias, ha commentato: «le risoluzioni che propone Mancuso si collocano nello spazio della gnosi in cui la storia è di per sé storia di salvezza e in cui non c’è da parte di Dio né rivelazione né grazia».

e Bruno Forte [quello cui lo aveva indirizzato e raccomandato Martini] nel 2008.02 dopo aver letto un suo libro diceva: «ha suscitato in me un senso di profondo disagio e alcune forti obiezioni, che avanzo nello spirito di quel servizio alla Verità, cui tutti siamo chiamati». Il suo pensiero è «una “gnosi” di ritorno, presentata nella forma di un linguaggio rassicurante e consolatorio, da cui molti oggi si sentono attratti».

e direi anche pelagianesimo oltre che gnosi]

 

↑2013.05.22 <tempi>: Referendum Bologna. Augias peggio di Rodotà: le scuole le fa solo lo Stato, i cattolici facciano catechismo: egli rivendica su Repubblica «l’ideologia» dell’educazione unica: «Per l’insegnamento di una fede e dei suoi valori ci sono le parrocchie»

 

↑2013.05.gg Vanta la sua firma pro referendum di Bologna per abrogare il sostegno pubblico alle scuole paritarie (cattoliche)

 

2011.09.10 <uccr> Costanzo Preve filosofo e studioso di Marx e del marxismo (in particolare di Lukàcs, Bloch e Althusser, di cui fu anche allievo all’Università di Parigi), «pensatore razionalista dialettico» e «allievo indipendente di Marx» come si definisce lui stesso, prende le distanze da quella che chiama «l’arroganza laica», citando ad esempio alcuni esponenti significativi del laicismo italiano, tra cui il giornalista Corrado Augias, «colonna della furia anticattolica del gruppo finanziario Repubblica-Espresso, ha recentemente scritto con l’aiuto di due “esperti” due libri sul Gesù storico e sul primo cristianesimo, riciclando fatti ben conosciuti dal tempo almeno di Reimarus, Renan e Schweitzer. Dal momento che mi sono occupato personalmente di questi temi sono in grado di capire dove sta la specifica cialtroneria dell’approccio di Augias» CzzC: modererei toni e aggettivi, ma l’intersezione con la realtà potrebbe non essere vuota]

 

↑2009.12.21 libro di Enzo Bianchi “Per un’etica condivisa” pubblicizzato da A.Conci su Coop. tra Consumatori: dialogo fra posizioni diverse all'interno della chiesa, dialogo fra credenti di diverse fedi e fra credenti e 'laici', a partire dalle controversie su questioni bioetiche e bio-testanento. Anche Corrado Augias recensì questo libro, ma E.Bianchi su  <fc.2009.04.19> precisava amaramente: mentre riconoscevo le mie affermazioni virgolettate da Augias le vedevo interpolate con considerazioni a me estranee e con precisazioni che ne snaturavano le intenzioni. Augias non mi attribuiva frasi da me scritte, ma le sue chiose, quasi sempre laudative, allontanavano il lettore dall’humus in cui le mie affermazioni erano nate e ne facevano un’applicazione a soggetti ecclesiastici secondo i suoi giudizi e non secondo le mie intenzioni, intenzioni che una lettura maggiormente disposta all’ascolto non frammentario o preconcetto avrebbe potuto cogliere facilmente.

 

↑2009.10.19 Il Giornale accuserebbe Augias di essere una spia al servizio dei servizi segreti dei comunisti cecoslovacchi, dal 30 maggio 1963.

 

↑2009.06.18 Inchiesta sul cristianesimo di Augias (e Cacitti): teorie smontate dal patrologo Dell'Osso sul periodico «Settimana» pubblicata dai dehoniani snidando le «falsità commercializzate» in Inchiesta sul Cristianesimo. Come si costruisce una religione, uscito lo scorso anno da Mondadori.

 

↑2009.05.22 Augias guru copione nel libro a 4 mani (disputa su Dio e dintorni) con Mancuso, che si dichiara vittima di Augias nella fattispecie.

 

↑2009.04.15 <dagos> Mentre ammiro i pensosissimi volti di Corrado Augias e Vito Mancuso intenti a disputare sull’Eterno nella grande foto con cui la Mondadori sta lanciando il loro brillantissimo instant book teologico è impossibile evitare di pensare che anche per loro vale il celebre detto secondo il quale il Signore prima li fa e poi li accoppia.

 

↑2009.03.26 perle di Augias e Mancuso

 

↑2006.mm.gg In collaborazione con il docente bolognese Mauro Pesce, pubblica il libro Inchiesta su Gesù: raggiungerebbe due obiettivi principali: vendere tante copie e alimentare polemiche tra cattolici ed evangelici: vedi il libro di Peter John Ciavarella e Valerio Bernardi Risposta a Inchiesta su Gesù

 

↑2006.03.10 Pubblicizza il kit per eutanasia in vendita a Bruxelles. È socio onorario dell'associazione Libera Uscita per la depenalizzazione dell'eutanasia. [CzzC: su questo punto, al di là di esagerazioni ideologiche che potrebbero portare ad eliminare i pesi inutili magari contro la volontà degli eutanasati o approfittando di loro temporaneo deficit di consapevolezza, riconosco che si debba laicamente rispettare il diritto di esprimere liberamente una dichiarazione anticipata di trattamento]