AUGIAS in abuso di copia-incolla?

quello che sarebbe la «colonna della furia anticattolica del gruppo finanziario Repubblica-Espresso» a detta di un filosofo laico.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 01/02/2021; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: cattofobia al seguito del mainstream

 

2021.01.30 <google money bufale affit> Corrado Augias critica "inefficienza" Enel ma è vittima di phishing [CzzC: questa volta C.Augias ha bufalato in buona fede, ma che dire quando perfino Vito Mancuso dovette smarcarsi dall'amico co-autore beccato copione? Chi di copia-incolla ferisce ... Nel 2009 il povero Mancuso al riguardo si lagnò così "amareggiato, completamente sbalordito ... Non c'è possibilità di negare l'evidenza. Sono le stesse parole, con gli stessi verbi, la stessa successione delle frasi. È impressionante. Io però non ho responsabilità. Anzi, se in tutto questo c'è una vittima, sono io]

 

↑2013.09.23 <giornale>: Quanti copioni su Repubblica: non solo Saviano condannato in appello per plagio: anche Galimberti e Augias sono stati beccati a saccheggiare pagine altrui. Le prestigiose firme dell'autorevole quotidiano incappano con regolarità in spiacevoli episodi che mettono a repentaglio l'autorevolezza del quotidiano, per il quale restano idoli.

 

2011.09.10 <uccr> Costanzo Preve filosofo e studioso di Marx e del marxismo (in particolare di Lukàcs, Bloch e Althusser, di cui fu anche allievo all’Università di Parigi), «pensatore razionalista dialettico» e «allievo indipendente di Marx» come si definisce lui stesso, prende le distanze da quella che chiama «l’arroganza laica», citando ad esempio alcuni esponenti significativi del laicismo italiano, tra cui il giornalista Corrado Augias, «colonna della furia anticattolica del gruppo finanziario Repubblica-Espresso, ha recentemente scritto con l’aiuto di due “esperti” due libri sul Gesù storico e sul primo cristianesimo, riciclando fatti ben conosciuti dal tempo almeno di Reimarus, Renan e Schweitzer. Dal momento che mi sono occupato personalmente di questi temi sono in grado di capire dove sta la specifica cialtroneria dell’approccio di Augias»

 

↑2009.06.01 <iltempo>: Augias guru copione: l'intellettuale col ditino alzato (come ben l'ha definito l'altro giorno, sul Riformista, Luca Mastrantonio), privo del dono del rispetto, della cultura, del mistero e del dubbio, copia pure; non copia da internet per parlare dell'inquinamento dei fiumi, ma copia da internet per parlare di Dio e di fede (un "sola" lui, altro che Dio!).

 

↑2009.05.22 <altrimondi>: Augias da Repubblica a ripubblica. Copiate le conclusioni di “Disputa su Dio e dintorni”

 

2009.05.21 <infodem affit google>: Augias beccato a fare copia-e-incolla: Mancuso cofirmatario del libro si  dichiara "amareggiato, completamente sbalordito". E conferma: "Non c'è possibilità di negare l'evidenza. Sono le stesse parole, con gli stessi verbi, la stessa successione delle frasi. È impressionante. Io però non ho responsabilità. Anzi, se in tutto questo c'è una vittima, sono io". Vediamo cosa è successo, sulla base di due servizi pubblicati da Libero (21 maggio 2009).