GNOSTICISMO: solo pochi INIZIATI con procedimenti misterici sarebbero in grado di accedere a ....

sarebbero in grado di accedere alla conoscenza (GNOSI) necessaria affinché la scintilla dell'ESSERE SUPREMO prigioniera del corpo sia rianimata e liberata dalla sua schiavitù.

Sistema religioso che ritiene che nel corpo umano sia prigioniera una scintilla divina decaduta dal divino originario puro spirito (Essere Supremo) e solo pochi iniziati “spirituali” o “pneumatici” con procedimenti misterici sarebbero in grado di accedere alla conoscenza (gnosi) necessaria perché la scintilla divina sia rianimata e liberata dalla schiavitù del corpo (svalutazione dualistica del mondo e della materia rispetto allo spirito)

<Treccani> Forma di conoscenza religiosa, spesso raggiunta per mezzo di procedimenti misterici. La gnosi sottolinea (a discapito della fede e delle opere) l'elemento conoscitivo nella ricerca di Dio, come processo di illuminazione interiore riservato a pochi iniziati e fonte di sicura salvezza. Elemento caratteristico della gnosi è il forte dualismo tra spirito e materia, anima e corpo, che può condurre ad atteggiamenti etici opposti (ascetismo o rifiuto di ogni legge morale comune). Forme di gnosi si trovano in molte religioni (induismo, buddismo, talune tradizioni ebraiche e islamiche) e in alcune correnti vicine o interne al cristianesimo primitivo (fino al 3° sec.) dette appunto, nel loro insieme, gnosticismo, contro le quali polemizzarono diversi Padri della Chiesa.

<E.Pennetta>: Di origine precristiana, la Gnosi si riscontra nel neoplatonismo, nell’ebraismo del Secondo Tempio, nelle religioni misteriche e nello zoroastrismo, ma ebbe ampia diffusione anche nel cristianesimo e in particolare nel fenomeno medievale del catarismo.

Per la Gnosi l’umanità sarebbe una trappola creata da un dio cattivo (quello dell’Antico Testamento) per tenere prigioniere le scintille divine. Gli gnostici dividono l’umanità in tre categorie: peumatici, psichici, ilici. I primi sono gli eletti e qualunque cosa facciano si ricongiungeranno alla divinità, il destino dei secondi dipenderà dalle loro azioni, gli ultimi hanno sono come le bestie [CzzC: affinità con la bestialite?].

<cesnur> Gnosticismo è un insieme di sistemi caratterizzato da un dualismo che oppone lo spirito e la materia, con un deciso “anti-cosmismo” che svaluta radicalmente il mondo visibile, ridotto a regno del male e delle tenebre. Se tutti gli gnostici sono d’accordo su una svalutazione dualistica del mondo e della materia, le scuole si dividono quando si tratta di valutare i rapporti fra i due principi.

Vedi il libro Il padrone del mondo, raccomandato anche dal Papa. Vedi anche La gnosi spuria secondo Ennio Innocenti.

Non di rado lo gnosticismo va a braccetto con il pelagianesimo

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 09/03/2023; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: New Age, Scientology, pelagianesimo, steineriani, le sette, cultura dominante, simbolismo, creduloneriavoodoo

 

2022.05.17 <adnkronos> Chiude la rivista teologica RENOVATIO fedele alla tradizione. Baget Bozzo se ne rammarica. Secondo Piero Vassallo (†2022.06.30), uno dei più assidui collaboratori, ''Il clima della nuova teologia è diverso da quello che prevaleva al tempo del cardinale Siri che la fondò la rivista. Quello attuale -afferma - è un momento di sbandamento per vasti settori ecclesiali, per cui non escluderei la possibilità che la Curia abbia ritenuto superata la funzione della rivista, così da decretarne l'estinzione''. ''Renovatio'', ha sostenuto il segretario genovese Mauro Buzzetti, ha costituito ''un valido argine contro la slavina del post-concilio ed ha rappresentato il primo laboratorio di riflessione sulle infiltrazioni gnostiche nel patrimonio rituale e di valori della Chiesa cattolica''.

 

↑2020.07.02 <ancora>È nell'universo extracattolico che attecchì la Massoneria: infatti le prime costituzioni dei liberi muratori (cioè appunto dei massoni) furono redatte dal pastore presbiteriano James Anderson ... si potrebbe parlare di un “cattolicesimo dell’unità” e di un “protestantesimo del pluralismo” ... una miriade di chiese (all’inizio anche in lotta fra loro) affiancatasi a quella luterana, sorte in base al principio luterano della libera interpretazione delle Sacre Scritture. Si sbaglierebbe a guardare al protestantesimo come a un’unica realtà: il protestantesimo nasce come plurale e questo è determinante nella comprensione del fenomeno massonico fondato sul relativismo. La Massoneria può essere considerata una nuova edizione della più antica eresia della storia del cristianesimo: lo gnosticismo.

 

↑2019.12.21 Bella spiegazione di P.Cavalcoli <p.cavalcoli> su cosa è il soggettivismo, a partire fin da Pitagora, ma soprattutto da Guglielmo di Ockham (principio volontaristico del vero non come adeaquatio alla res, dal che si può arrivare alla riduzione dell’universale al singolare o dell’astratto al concreto, fino a sopprimere la metafisica) e da Cartesio (gnoseologia col primato del pensiero sull’essere, dal che si può arrivare all’identificazione hegeliana dell’essere con l’essere pensato e col concetto. Chiara la distinzione tra oggetto e soggetto (attenzione a cosa si intende per res e oggettività), e le conseguenze del soggettivismo: relativismo, gnosticismo, idealismo, fenomenismo, storicismo, ...

 

↑2019.11.16 <silvanogabrieledanesi> Che sia il lógos al centro della riflessione massonica sarebbe dimostrato dalla particolarità che all'apertura dei lavori di Loggia sull’ara è posto il testo del Prologo del Vangelo di Giovanni, un testo greco che inizia mettendo in luce il rapporto tra il Principio (arché) e il lógos, il rapporto tra il lógos e la molteplice realtà manifesta che costituisce il punto centrale della riflessione filosofica, in quanto rapporto tra l’immutabile e il divenire, tra “la legge alla quale deve sottostare tutto ciò che sopraggiunge”. Theoría (contemplazione) del lógos inteso come theoría dell’arché, della phýsis e, infine, dell’ólos, il Tutto, per un cammino iniziatico, che ha come obbiettivo la conoscenza, intesa come theoría e come epistéme (la vera luce, la luce sacra della somma sapienza). [CzzC: mi parrebbe gnosi per iniziati, e anche non poco pelagianesimo]

 

↑2018.11.06 <nbq> Mentre il GOI svela il suo esoterismo iniziatico, don Paul Renner, in rappresentanza della Chiesa al tavolo materano degli incontri di dialogo con le logge, dopo aver portato il saluto dell’Arcivescovo Antonio Giuseppe (Pino) Caiazzo, ha sottolineato che le scomuniche non sono più di moda, anche se qualcuno le invoca ed ha espresso rammarico sulla mancata revoca della scomunica verso Martin Lutero, durante la visita di Fr1 in Germania

 

↑2017.04.26 <nosatan>: Meditazione orientale e yoga? Anche “No, grazie ” dice pure Claudia Koll <vid> a pratiche invocatorie di idoli. Lo yoga si muove “su diversi livelli” diceva Ratzinger nell’intervista del 1999 ad Ignazio Artizzu e ti può portare all’esoterismo, all’evocazione delle “potenze” per diventare il “dio” di se stessi (gnosi)

 

↑2016.04.24 <lib&pers>: lo gnosticismo su “Le Scienze” (e se le chiamassimo “Le Fantascienze”, oppure “Le Scienze Esoteriche”?). Notiamo aumento di frequenza di speculazioni gnosticheggianti: ad esempio? Il moderatore Neil deGrasse Tyson, direttore dell’Hayden Planetarium del museo, quoterebbe 50-50 la possibilità che tutta la nostra esistenza sia un programma sul disco rigido di qualcun altro.

 

↑2016.04.11 La teoria della singolarità e il codice neurale: utopie poco scientifiche  dell’intelligenza artificiale alimentate dalla gnosi? Su le <scienze> Ray Kurzweil, guru cybernetico, profetizza “una fusione d’intelligenza biologica e non biologica” che culminerà in “esseri umani basati su software immortali”, fra qualche decennio. Sarebbe un “paradiso” che nasce nel movimento transumanista, termine coniato dal biologo Julian Huxley, colui che coniò anche il termine “Sintesi Moderna” dell’evoluzione. Ma l’idea di trascendere la propria limitata corporeità vissuta come “prigione” della “scintilla di luce” che è negli uomini eletti, è antica e prende il nome di “Gnosi”.

 

↑2015.11.07 La gnosi al potere di Angela Pellicciari un libro che parla del tentativo di alcuni, che si ritengono migliori degli altri, di imporre la propria volontà a tutti, in modo particolare ai cattolici. Gli italiani devono farla finita con la loro cultura e la loro religione e devono piegarsi anch’essi al credo gnostico definito capace di generare progresso e felicità nella libertà. [CzzC: libertà dei più forti di piegare ai propri interessi anche la dignità e i diritti dei più deboli (uteri in affitto): il cattolicesimo è il nemico numero di questa imposizione (i protestanti sono più addomesticati) mentre può andar bene l’islamismo o l’induismo che prevedono la sottomissione del dominato (donna, infedele, dalit) al dominante (nababbi oleosi, caste)]

 

↑2015.06.09 <vatican>: Fr1: L’«identità cristiana» trova la sua forza nella testimonianza: ... il cristianesimo non può essere «annacquato», non può lasciare da parte il suo essere «scandaloso» (la croce è uno scandalo; che Dio si sia fatto uomo è un altro scandalo), non può essere trasformato in una «bella idea» per chi ha sempre bisogno di «novità» ... una «religione un po’ soft, sull’aria e sulla strada degli gnostici». E attenzione anche alla tentazione della mondanità, propria di chi «allarga la coscienza» così tanto da farci entrare dentro tutto» [CzzC: e molla una battuta ai veggenti dei messaggi della Madonna, che vivono di questo]

 

↑2015.06.gg <lanuovavia>: simbolismo: il massone Pierre Mariel, nell'opera Gli autentici figli della Luce, afferma: 'Il Simbolo è l'essenza stessa, la ragione d'essere della Massoneria. Ciò che è visibile è il riflesso di ciò che è invisibile. Ora, se noialtri Massoni ci esprimiamo mediante i simboli, ciò non è dovuto a un desiderio di distinguersi dagli altri uomini, ma bensì in base a una necessità che scaturisce dallo stesso configurarsi delle conoscenze. Il simbolo dunque, non è destinato a nascondere la verità. Il suo scopo è invece quello di selezionare coloro che, integrandosi a esso, si mostrano degni di accedere alla Realtà ultima' [CzzC: perfetta firma gnostica] (Christian Jacq, La Massoneria: storia e iniziazione, pag. 227). Ed il significato dei simboli è il grande segreto della Massoneria, come disse Andrew Michael Ramsay (1686-1743): 'Noi possediamo dei segreti, segreti che consistono in segni grafici e in parole sacre e che compongono un linguaggio tanto muto quanto eloquente, grazie al quale possiamo dialogare a distanza e riconoscere di primo acchito i nostri Confratelli, quale che sia la loro lingua' [CzzC: messaggi cifrati per gli eletti] (citato in Ibid., pag. 227). Dunque quando si viene a sapere che un determinato pittore o scultore è un massone, bisogna prestare molta attenzione alle sue 'opere d'arte' perché di sicuro in esse ci saranno elementi che rimandano alla simbologia massonica o comunque in esse ci sarà un'influenza massonica.

 

↑2015.02.03 <blog.espresso> l libro “Massoni” è fondamentalmente un libro di Storia, fino ad oggi, pressoché inesplorata, emersa grazie alla capacità di Gioele Magaldi di offrire strumenti ermeneutici indispensabili per comprendere le trame di potere nel mondo attuale e contemporaneo. Occorre considerare il ruolo svolto da alcuni eminenti “massoni oligarchici” nel permettere l’ascesa tanto del fascismo quanto del nazismo, individuando pure alcune tracce di “gnosi occulta” che parrebbero segnare una linea di "esoterica continuità" tra Himmler e la Merkel (“massona “affiliata presso le Ur-Lodges Golden Eurasia, Parsifal e Valhalla). Anche Putin sarebbe stato iniziato presso la stessa UR-LODGE. [CzzC: cbdi]

 

↑2014.10.16 Alla conferenza di Mihelcic apprendo dei legami gnostici tra Steineriani, New Age, Società Teosofica, teorie di reincarnazione.

 

↑2013.07.04 <uccr> Ecco cosa pensano alcuni teologi di Vito Mancuso, il teologo del politically correct. [CzzC: riprendo in particolare

Enzo Bianchi amareggiato nel vedersi citato a sproposito nel libro scritto con Corrado Augias, ha commentato: «le risoluzioni che propone Mancuso si collocano nello spazio della gnosi in cui la storia è di per sé storia di salvezza e in cui non c’è da parte di Dio né rivelazione né grazia».

e Bruno Forte [quello cui lo aveva indirizzato e raccomandato Martini] nel 2008.02 dopo aver letto un suo libro diceva: «ha suscitato in me un senso di profondo disagio e alcune forti obiezioni, che avanzo nello spirito di quel servizio alla Verità, cui tutti siamo chiamati». Il suo pensiero è «una “gnosi” di ritorno, presentata nella forma di un linguaggio rassicurante e consolatorio, da cui molti oggi si sentono attratti».

e direi anche pelagianesimo oltre che gnosi]

 

↑2009.09.17 Avvenire p30 (di Massimo Introvigne): Dan Brown ai piedi della massoneria anche quando parrebbe appuntarla (ma coi guanti di velluto): la ricerca di libertà dell’America è partita dal convincimento che i principi che governano la vita politica e sociale sono intimamente collegati con un ordine morale, basato sulla signoria di Dio Creatore, “fondati sulla legge di natura e sul Dio di questa natura”. DB fa passare invece quello gnostico-massonico come ethos fondante le origini dell’ethos USA, ma il Papa in America ha svelato il gioco di chi presenta maliziosamente le origini degli Stati Uniti come soltanto massoniche per legittimare un’emarginazione del cristianesimo dalla vita politica di oggi. A questo gioco possono contribuire anche i romanzi ...

 

↑2009.05.03 Vito Mancuso confutato da E.Bianchi: «le risoluzioni che propone Mancuso si collocano nello spazio della gnosi… in un approccio simile c’è veramente poco ascolto dei cristiani e della loro fede» [CzzC: da qui crebbe il mio apprezzamento x E.Bianchi] «L’evento della morte-risurrezione di Gesù per i cristiani è l’unico evento di salvezza, un evento di portata universale: “Cristo è morto per tutti - ricorda il Concilio“ (Gaudium et spes)… Questa visione della storia di salvezza non si nutre di «miserabili artifizi, né di salti logici clamorosi», ma nasce dalla visione consegnataci dall’Antico e dal Nuovo Testamento in cui un popolo marginale, Israele, un ebreo marginale, Gesù, una comunità marginale come la Chiesa non sono una delle storie possibili, ma la storia scelta da Dio per fare alleanza con tutta l’umanità». <lastampa> La fede cristiana pensa dunque che la salvezza è opera di Dio, che l’uomo non si salva da se stesso, che questa salvezza ha avuto la sua pienezza in Gesù Cristo, l’unico salvatore del mondo, al quale competerà l’atto finale della storia, il «giudizio» che mostrerà come la salvezza è stata offerta a tutti ed è da tutti perseguibile, ma rivelerà anche chi potrà parteciparvi, in base alle scelte operate durante la propria vita

 

↑2005.09.03 <cesnur> Le inesauribili bufale di Dan Brown, un diluvio di favole gnostiche e fascinazioni antipapali, voglia di setta e anticattolicesimo.