modificato 18/11/2017

 

Gnosticismo o gnosi, gruppi iniziatici

Correlati: New Age, Scientology, pelagianesimo, steineriani, le sette, cultura dominante, simbolismo, creduloneria

 

Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità: contrassegno miei commenti in grigio rispetto al testo attinto da altri.

Sistema religioso che ritiene che nel corpo umano sia prigioniera una scintilla divina decaduta dal divino originario puro spirito (Essere Supremo) e solo pochi iniziati “spirituali” o “pneumatici” con procedimenti misterici sarebbero in grado di accedere alla conoscenza (gnosi) necessaria perché la scintilla divina sia rianimata e liberata dalla schiavitù del corpo (svalutazione dualistica del mondo e della materia rispetto allo spirito)

<Treccani> Forma di conoscenza religiosa, spesso raggiunta per mezzo di procedimenti misterici. La gnosi sottolinea (a discapito della fede e delle opere) l'elemento conoscitivo nella ricerca di Dio, come processo di illuminazione interiore riservato a pochi iniziati e fonte di sicura salvezza. Elemento caratteristico della gnosi è il forte dualismo tra spirito e materia, anima e corpo, che può condurre ad atteggiamenti etici opposti (ascetismo o rifiuto di ogni legge morale comune). Forme di gnosi si trovano in molte religioni (induismo, buddismo, talune tradizioni ebraiche e islamiche) e in alcune correnti vicine o interne al cristianesimo primitivo (fino al 3° sec.) dette appunto, nel loro insieme, gnosticismo, contro le quali polemizzarono diversi Padri della Chiesa.

<E.Pennetta>: Di origine precristiana, la Gnosi si riscontra nel neoplatonismo, nell’ebraismo del Secondo Tempio, nelle religioni misteriche e nello zoroastrismo, ma ebbe ampia diffusione anche nel cristianesimo e in particolare nel fenomeno medievale del catarismo.

Per la Gnosi l’umanità sarebbe una trappola creata da un dio cattivo (quello dell’Antico Testamento) per tenere prigioniere le scintille divine. Gli gnostici dividono l’umanità in tre categorie: peumatici, psichici, ilici. I primi sono gli eletti e qualunque cosa facciano si ricongiungeranno alla divinità, il destino dei secondi dipenderà dalle loro azioni, gli ultimi hanno sono come le bestie [CzzC: affinità con la bestialite?].

<cesnur> Gnosticismo è un insieme di sistemi caratterizzato da un dualismo che oppone lo spirito e la materia, con un deciso “anti-cosmismo” che svaluta radicalmente il mondo visibile, ridotto a regno del male e delle tenebre. Se tutti gli gnostici sono d’accordo su una svalutazione dualistica del mondo e della materia, le scuole si dividono quando si tratta di valutare i rapporti fra i due principi.

Vedi il libro Il padrone del mondo, raccomandato anche dal Papa.

 

 

26/04
2017

<nosatan>: Meditazione orientale e yoga? Anche “No, grazie ” dice pure Claudia Koll <vid> a pratiche invocatorie di idoli. Lo yoga si muove “su diversi livelli” diceva Ratzinger nell’intervista del 1999 ad Ignazio Artizzu e ti può portare all’esoterismo, all’evocazione delle “potenze” per diventare il “dio” di se stessi (gnosi)

24/04
2016

<lib&pers>: lo gnosticismo su “Le Scienze” (e se le chiamassimo “Le Fantascienze”, oppure “Le Scienze Esoteriche”?). Notiamo aumento di frequenza di speculazioni gnosticheggianti: ad esempio? Il moderatore Neil deGrasse Tyson, direttore dell’Hayden Planetarium del museo, quoterebbe 50-50 la possibilità che tutta la nostra esistenza sia un programma sul disco rigido di qualcun altro.

11/04
2016

La teoria della singolarità e il codice neurale: utopie poco scientifiche  dell’intelligenza artificiale alimentate dalla gnosi? Su le <scienze> Ray Kurzweil, guru cybernetico, profetizza “una fusione d’intelligenza biologica e non biologica” che culminerà in “esseri umani basati su software immortali”, fra qualche decennio. Sarebbe un “paradiso” che nasce nel movimento transumanista, termine coniato dal biologo Julian Huxley, colui che coniò anche il termine “Sintesi Moderna” dell’evoluzione. Ma l’idea di trascendere la propria limitata corporeità vissuta come “prigione” della “scintilla di luce” che è negli uomini eletti, è antica e prende il nome di “Gnosi”.

07/11
2015

La gnosi al potere di Angela Pellicciari un libro che parla del tentativo di alcuni, che si ritengono migliori degli altri, di imporre la propria volontà a tutti, in modo particolare ai cattolici. Gli italiani devono farla finita con la loro cultura e la loro religione e devono piegarsi anch’essi al credo gnostico definito capace di generare progresso e felicità nella libertà. [CzzC: libertà dei più forti di piegare ai propri interessi anche la dignità e i diritti dei più deboli (uteri in affitto): il cattolicesimo è il nemico numero di questa imposizione (i protestanti sono più addomesticati) mentre può andar bene l’islamismo o l’induismo che prevedono la sottomissione del dominato (donna, infedele, dalit) al dominante (nababbi oleosi, caste)]

09/06
2015

<vatican>: Fr1: L’«identità cristiana» trova la sua forza nella testimonianza: ... il cristianesimo non può essere «annacquato», non può lasciare da parte il suo essere «scandaloso» (la croce è uno scandalo; che Dio si sia fatto uomo è un altro scandalo), non può essere trasformato in una «bella idea» per chi ha sempre bisogno di «novità» ... una «religione un po’ soft, sull’aria e sulla strada degli gnostici». E attenzione anche alla tentazione della mondanità, propria di chi «allarga la coscienza» così tanto da farci entrare dentro tutto» [CzzC: e molla una battuta ai veggenti dei messaggi della Madonna, che vivono di questo]

06
2015

<lanuovavia>: simbolismo: il massone Pierre Mariel, nell'opera Gli autentici figli della Luce, afferma: 'Il Simbolo è l'essenza stessa, la ragione d'essere della Massoneria. Ciò che è visibile è il riflesso di ciò che è invisibile. Ora, se noialtri Massoni ci esprimiamo mediante i simboli, ciò non è dovuto a un desiderio di distinguersi dagli altri uomini, ma bensì in base a una necessità che scaturisce dallo stesso configurarsi delle conoscenze. Il simbolo dunque, non è destinato a nascondere la verità. Il suo scopo è invece quello di selezionare coloro che, integrandosi a esso, si mostrano degni di accedere alla Realtà ultima' [CzzC: perfetta firma gnostica] (Christian Jacq, La Massoneria: storia e iniziazione, pag. 227). Ed il significato dei simboli è il grande segreto della Massoneria, come disse Andrew Michael Ramsay (1686-1743): 'Noi possediamo dei segreti, segreti che consistono in segni grafici e in parole sacre e che compongono un linguaggio tanto muto quanto eloquente, grazie al quale possiamo dialogare a distanza e riconoscere di primo acchito i nostri Confratelli, quale che sia la loro lingua' [CzzC: messaggi cifrati per gli eletti] (citato in Ibid., pag. 227). Dunque quando si viene a sapere che un determinato pittore o scultore è un massone, bisogna prestare molta attenzione alle sue 'opere d'arte' perché di sicuro in esse ci saranno elementi che rimandano alla simbologia massonica o comunque in esse ci sarà un'influenza massonica.

16/10
2014

Alla conferenza di Mihelcic apprendo dei legami gnostici tra Steineriani, New Age, Società Teosofica, teorie di reincarnazione.

17/09

2009

Avvenire p30 (di Massimo Introvigne): Dan Brown ai piedi della massoneria anche quando parrebbe appuntarla (ma coi guanti di velluto): la ricerca di libertà dell’America è partita dal convincimento che i principi che governano la vita politica e sociale sono intimamente collegati con un ordine morale, basato sulla signoria di Dio Creatore, “fondati sulla legge di natura e sul Dio di questa natura”. DB fa passare invece quello gnostico-massonico come ethos fondante le origini dell’ethos USA, ma il Papa in America ha svelato il gioco di chi presenta maliziosamente le origini degli Stati Uniti come soltanto massoniche per legittimare un’emarginazione del cristianesimo dalla vita politica di oggi. A questo gioco possono contribuire anche i romanzi ...