don GIANNI BAGET BOZZO

<wikipedia> n1925-m2009. Militò inizialmente nella DC poi in altri partiti. In seguito all'elezione al Parlamento europeo con il PSI, nel 1985 fu sospeso a divinis dal cardinale Giuseppe Siri fino al termine del secondo mandato di europarlamentare.

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 08/05/2022; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: consacrati

 

2022.05.08 traggo dal post.fb di un amico: dire in un video che Gianni Baget è “di estrema destra” è comunicare una opinione; rendere indisponibile il file del video è comunicare la consapevolezza di aver detto una scemenza. Il 24 aprile 1945, armi in mano, sotto il tiro di tedeschi e fascisti, Gianni Baget salì sulle alture di Genova a liberare la stazione radio di Granarolo ... Di sé stesso diceva: «Circolai così in talare per molte feste dell’Unità convinto com’ero allora che il PCI era una barriera contro il terrorismo e una speranza per un’alternativa politica in Italia nella democrazia». Ma anche altre smentite servirebbero poco a liberare il colto ma, in questo caso, superficiale e rozzo Umberto Galimberti dai suoi dogmi.

 

↑2015.05.15 <wikipedia> nel maggio 2015 Alessandro Meluzzi fu ordinato presbitero ortodosso della Chiesa ortodossa italiana, da mons. Adeodato Mancini in punto di morte, ramo scissionista rispetto alla Chiesa ortodossa in Italia, non riconosciuta dalla Sacra arcidiocesi ortodossa d'Italia e Malta, o dal Patriarcato ecumenico di Costantinopoli. Nel nov.2015 Meluzzi è stato proclamato primate (arcivescovo) di questa chiesa col nome di Alessandro I. Ha dichiarato di voler proclamare santi di questa chiesa Gianni Baget Bozzo e Pierino Gelmini. La sua chiesa non è riconosciuta dalla comunità ortodossa italiana, che non permette al clero sposato di divenire vescovo.

 

↑2015.05.08 <tempi>: L’intuizione di Baget Bozzo sul terrorismo islamico: profetica lezione sull'”irrealtà” come punto di forza del jihadismo. «Per sua natura e vocazione, l’Islam ha il compito di superare il cristianesimo nella rivelazione definitiva di Maometto, “sigillo della profezia”».

 

↑2009.04.23 <adnkronos> Vito Mancuso fa un ''uso politico del pensiero teologico'', che va a vantaggio del ''laicismo'', con il risultato che lo studioso ''offre argomenti a coloro per cui la migliore Chiesa è quella del silenzio''. Lo afferma la rivista ''Studi Cattolici'', con un articolo <cattolic>, che apparirà sul prossimo fascicolo del mensile, a firma di don Gianni Baget Bozzo, intitolato ''Teologismi esistenziali''. [CzzC: Badget Bozzo sarebbe morto poco dopo ai primi di maggio <avvenire>]

 

↑2008.02.08 traggo da l'Espresso>: Mancuso, che si professa cattolico, è consapevole del terremoto che ha provocato. Ma il suo programma dichiarato è proprio quello di "rifondare" la fede cristiana. In un articolo pubblicato il 22 gennaio sul quotidiano "il Foglio" ha respinto anche il dogma della creazione e la dottrina della "Humanae Vitae" sulla contraccezione. A quest'ultima dottrina ha opposto il seguente argomento:

"Occorre guardare in faccia la realtà per quello che è, non per quello che si vorrebbe che fosse, e la realtà è che i rapporti sessuali sono praticati largamente al di fuori del matrimonio e a partire da giovanissima età". Al che gli ha replicato sullo stesso giornale don Baget Bozzo, suo ammiratore d'un tempo: "Caro Vito, che senso ha chiamarsi ancora teologo, se non per pura commercializzazione del prodotto, quando si ha una così bassa concezione della teologia?".

 

↑2004.11.13 P.Cattani su QT: Mentre il Concilio Vaticano II viene sempre di più ignorato e criticato apertamente (e non più solo da Baget Bozzo), sembra che la Chiesa, non riuscendo più a parlare con la società, si rifugi in un passato premoderno ricorrendo alla spada del potere secolare per salvare il bastone pastorale