FEDE CRISTIANA, fede in Dio Padre come rivelatoci da Gesù Cristo, suo figlio

Credo in Dio origine dell’universo, Padre come ce lo manifesta suo figlio Gesù attraverso i Vangeli e il magistero petrino, fondamento del senso della vita in dignità e dunque dei diritti umani. La salvezza cristiana è un’esperienza di vita liberamente coinvolgente in comunità guidata al destino, non una teoria-ideologia: ricordo ad esempio come Benedetto XVI mette in evidenza che «La fede cristiana non è un’idea, ma una vita»; collaborare con identità e cammini diversi, ... continua.

FEDE amica della ragione: CHIESA universale e locale, SPERANZA e CARITA', non sola fide né sola scriptura, religione e laicità, cristiani perseguitati, radici cristiane, ecumenismo e dialogo interreligioso, feste e segni cristiani

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 28/01/2021; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: non un’ideafideismo ma vita salvezza chiesa magistero speranza carità/caritativa missione educazione libertà persecuzione; piccolo gregge; faq arte sacra feste e segni gnosi pelagianesimo

 

Papa Francesco I: la fede non è luce che dissipa tutte le nostre tenebre, ma lampada che guida nella notte i nostri passi, accompagnati dalla presenza di Cristo: è decisivo il sì a quel legame.

Benedetto XVI: all’inizio dell’essere cristiano – e quindi all’origine della nostra testimonianza di credenti – non c’è una decisione etica o una grande idea, ma l’incontro con la Persona di Gesù Cristo, "che dà alla vita un nuovo orizzonte e con ciò la direzione decisiva". La fecondità di questo incontro si manifesta, in maniera peculiare e creativa, anche nell’attuale contesto umano e culturale, anzitutto in rapporto alla ragione.

“Ἐν ἀρχῇ ἦν ὁ λόγος (en archè en o logos) In principio era il verbo”: l’Amore di quel Padre è tale che offre salvezza anche a chi lo nega, ma credo che il destino dell’umanità guadagni più coltivando anziché recidendo il legame con quel λόγος; è un mistero il perché quell’Amore non si manifesti a tutti in maniera indiscutibile dalla razionalità, capace di conoscere le dinamiche del reale fino alla preveggenza, ma potremmo pensare che questa carenza sia il prezzo della libertà dell’uomo fatto a somiglianza di Dio, non fattogli succube; credo comunque che, se l’uomo usasse la ragione (il suo λόγος, traccia dell’immagine di Dio) con coscienza rettamente formata (dal che la necessità dell’educazione), non andrebbe lontano da Dio, mentre se la usasse malamente formata, andrebbe contro il bene comune; se non la usasse affatto, rischierebbe di ritenere fede ciò che più propriamente chiameremmo fideismo, superstizione, creduloneria, magia, presunzione.

Croce e Risurrezione di Cristo, non ideologia, non idolatria; Speranza e Carità;

- Fede ma NON sola fide, NON sola scriptura,  non vivere come se Dio non esistesse;

Fede amica della ragione; anno della fede;

FAQ sulla fede: ad esempio Cristo sì chiesa no?

salvezza, giustificazione, pluralismo delle vie di salvezza?

CHIESA universale e locale

- Religione e laicità, libertà religiosa e cristiani perseguitati, radici cristiane;

- MISSIONE, ECUMENISMO e DIALOGO interreligioso;

- TEOLOGIA cristiana scienza della rivelazione;

- ORARI delle celebrazioni / messe;

- Arte sacra.

PREGHIERA e SACRAMENTI

- FESTE cristiane, SEGNI cristiani;

- luoghi dello spirito cristiano e di conversione

 

2021.01.26 Sarebbe «perché siamo così tanto vicini al allo stato del Vaticano» se non si istituisce in Italia una giornata per la prevenzione dei suicidi? Sì, stando al pregiudizio fazioso che Maddalena Oliva, vicedirettrice de Il fatto quotidiano, ha mandato in onda il 26Gen2021 conducendo la trasmissione RadioRai3 Prima Pagina, sulla cui pagina facebook postai il seguente commento. Udii stamane a <Radio3Primapagina at1h18m> la signora Rocchina Stoppelli riferire con sofferenza che sua figlia si tolse la vita a 17 anni senza apparente motivo e che è necessario rinforzare la prevenzione (ha fondato un'associazione allo scopo) per contrastare l'aumento dei suicidi (2ª causa di morte tra gli adolescenti secondo l'OMS), ma non se ne parla abbastanza. La conduttrice M.Oliva condivise la necessità che se ne parli di più, ma mise "in cauda venenum": <mp3, interiezioni e ripetizioni come in originale> «come è già avvenuto in altri paesi, penso ad esempio alla Gran Bretagna, una giornata nazionale per la prevenzione al suicidio, insomma noi su questo devo dire, forse perché siamo così tanto vicini al allo stato eeh del Vaticano, uhm, abbiamo un pochino di timidezza ad affrontare ad affrontare questi temi che invece fanno parte fanno parte della vita». [CzzC: commento qui con keys finevita surrettizio paralogismo Magistero Petrino fede che dà resilienza]

 

2021.01.10 <sussidiario google> intervista Papa Francesco Tg5 "il mondo che vorrei": Fede dono di Dio, aprite il cuore; bambini affamati e senza istruzione, bambini in guerra, almeno queste due cose dovremmo rimediare; l'aborto non è un problema religioso ma umano, la cultura dello scarto; realismo per uscire migliori da Covid, il negazionismo suicida novax; anche dalla violenza al Congresso Usa dobbiamo capire bene per non ripetere, imparare dalla Storia; il noi non l'io anche in politica.

 

↑2020.04.26 <avvenire> Nota della CEI al DPCM fase 2: i Vescovi italiani "non possono accettare di vedere compromesso l’esercizio della libertà di culto. Dovrebbe essere chiaro a tutti che l’impegno al servizio verso i poveri, così significativo in questa emergenza, nasce da una fede che deve potersi nutrire alle sue sorgenti, in particolare la vita sacramentale". <qnet> violazione della libertà di culto? <agi> Tarquinio: in fabbrica e nei negozi sì, in chiesa no? I sacrifici si possono accettare, le ingiustizie no.

 

↑2020.04.14 <tempi> Lettera estrema (cioè cristiana) sul coronavirus. Francesca Zanetto ginecologa 44 anni madre di famiglia, racconta la sua esperienza in Uganda e adesso qui a contatto quotidiano coi pazienti covid: cos’è quest’illusione che è tutto nelle nostre mani? [CzzC: ho letto tutta la toccante testimonianza di Francesca; mi ricorda l'omelia di stamane di Fr1 in S.Marta sulla fede-fedeltà <qui at 3:50>: tante volte nel nostro cuore adoriamo gli idoli; la propria sicurezza apre la porta agli idoli; ma è cattiva la propria sicurezza? No, è una grazia essere sicuro, ma essere sicuro anche che il Signore è con me; ma quando c'è la sicurezza e io al centro, mi allontano dal Signore come il re Roboamo, divengo infedele <sussidiario>]

 

2019.06.07 La questione del desiderio di vedere Dio e la potenza obbedienziale. Un testo di Tomas Tyn introdotto da Padre Cavalcoli: Rahner fa una fittizia distinzione fra teismo trascendentale e teismo categoriale, per cui uno resta teista in senso trascendentale, anche se è ateo a livello categoriale. [CzzC: sarebbe come dire che nessuno sceglie contro Dio, perché Dio sarebbe oggetto di un’«opzione fondamentale», che coincide con la stessa essenza dell’uomo. È come dire che il peccato non esiste.]

 

↑2019.05.04 da NC ricevo un messaggio con oggetto "un modo per credere senza fede" e allegato un articolo "che circola a Lugano" dal titolo "Ma può esistere una spiritualità atea?" di André Comte-Sponville che dialoga con il teologo Pablo d’Ors sul tema della fede e della religione uscito sul #5 di Vita e Pensiero: «non credo in alcun Dio ... ma sono fedele ... », articolo già commentato ad es da <La Stampa 2018.11.14> titolando "a chi non ha fede resta la fedeltà"; mentre lo stesso Pablo d'Ors ha precisato su <OssRom2018.11.21>, distinguendo tra religione e spiritualità; [CzzC: io inviterei a comprendere il senso religioso con ragionevolezza; la mia fede è un grazie a Dio che si rivela come fatto accaduto e presente, cui la natura del cuore dell'uomo è originariamente aperta; il che cercando dialogo e collaborazione con tutti gli uomini di buona volontà, compreso il suddetto ateo che «si differenzia dai cristiani solo perché che per me la storia si arresta al Calvario, invece per i cristiani la storia continua tre giorni in più fino alla Resurrezione»; collaborazione anche con quelli che postulano un'etica senza trascendenza e il pluralismo delle vie di salvezza, persecuzioni permettendo].

 

↑2019.02.01 I suicidi tra gli atei radicali e tra i fermamente credenti hanno la stessa densità? <fq> I primi desiderano a volte farla finita, senza troppe lamentele, ma con lucida presa d’atto che la benzina della loro anima è terminata. Una fede [CzzC per me quella cristiana] incrollabile permette di sopportare vite durissime, a testa alta, perché certi di essere solo di passaggio, destinati a rendere conto a un’alterità tutta da guadagnare; per costoro il senso del peccato frena considerevolmente gli intenti suicidari.

 

↑2019.01.21 <tempi> «Noi cristiani in Nigeria siamo a rischio estinzione»: la testimonianza di padre Joseph Fidelis <google> sacerdote della diocesi di Maiduguri: «Boko Haram mi ha minacciato, ma non ho lasciato i miei fedeli: meglio morire in chiesa che scappare. Per noi la fede vale più della vita»

 

↑2018.05.08 <foglio vatican giornale  tempi> nuovo libro di Benedetto XVI dedicato a “Fede e politica”: «L’uomo dipende da Dio, non dallo Stato». La Stampa ha pubblicato la prefazione di papa Francesco

 

↑2018.01.01 <youtu.be vat>: Fr1 su Maria madre di Dio: in queste parole è racchiusa una verità splendida su Dio e su di noi. E cioè che, da quando il Signore si è incarnato in Maria ... porta la nostra umanità attaccata addosso. Non c’è più Dio senza uomo: la carne che Gesù ha preso dalla Madre è sua anche ora e lo sarà per sempre: ... Dio è vicino all’umanità come un bimbo alla madre che lo porta in grembo ... saperci figli amati, specchiarci nel Dio fragile e bambino in braccio alla Madre e vedere che l’umanità è cara e sacra al Signore. Perciò, servire la vita umana è servire Dio e ogni vita, da quella nel grembo della madre a quella anziana sofferente e malata scomoda  ...

 

↑2017.10.24 <nbq> Müller: quella di Lutero non fu riforma, ma rivoluzione che stravolse dottrina cristiana fino a sostituire l'efficacia oggettiva dei sacramenti con una fede soggettiva.

 

↑2016.05.25 <avvenire>: Papa Fr1: "Gesù vuole che preghiamo sempre, senza stancarci mai. Non dobbiamo desistere dalla preghiera, è la preghiera che conserva la fede, senza di essa la fede vacilla" [CzzC: che abisso rispetto a certe nostrane catechesi confondenti]

 

↑2016.05.02 <tracce>: La fede non è un’idea, ma la vita: l'esperienza religiosa di Lutero era dominata dal terrore davanti alla collera di Dio, sentimento estraneo all'uomo moderno ... La centralità della misericordia nella fede cristiana e la sfida del nostro tempo secondo le parole di B16 citate anche da Carrón agli Esercizi spirituali Cl

 

↑2016.03.16 <news.va>: La fede cristiana non è un’idea ma la vita. Testo integrale dell’intervista a Benedetto XVI contenuta nel libro Per mezzo della fede. Dottrina della giustificazione ed esperienza di Dio nella predicazione della Chiesa e negli Esercizi Spirituali a cura del gesuita Daniele Libanori in cui il Papa emerito parla della centralità della misericordia nella fede cristiana. Il volume raccoglie gli atti di un convegno ... continua. Vedi anche <zenit, lastampa, corriere, espresso, vari censiti da Google>

 

↑2016.02.05 Chi era/è Gesù? Troveresti dovizia di testi per la risposta: a me piace Gesù di Nazaret di B16°, ma anche questa singolare coincidenza tra le iniziali INRI della intestazione della Croce in latino e le iniziali YHWE della stessa intestazione ebraica

 

↑2015.06.29 <news.va>: Fr1: Chiesa è di Cristo, nessun Erode ne spegnerà la fede: “Quante forze, lungo la storia, hanno cercato – e cercano – di annientare la Chiesa, sia dall’esterno sia dall’interno ... sono passati regni, popoli, culture, nazioni, ideologie, potenze, ma la Chiesa, fondata su Cristo, nonostante le tante tempeste e i molti peccati nostri, rimane fedele al deposito della fede nel servizio, perché la Chiesa non è dei Papi, dei vescovi, dei preti e neppure dei fedeli, è solo e soltanto di Cristo. E i pastori? Insegnino ai fedeli a non aver paura dei tanti Erode che affliggono con persecuzioni, con croci di ogni genere ... non si vergognano del Nome di Cristo e della sua Croce né di fronte ai leoni ruggenti né davanti alle potenze di questo mondo ... insegnate la preghiera pregando, annunciate la fede credendo, date testimonianza vivendo!

 

↑2014.12.gg <Volantone di Natale>: la fede, per me, è nata dall'incontro con Gesù. Un incontro personale, che ha toccato il mio cuore e ha dato un indirizzo e un senso nuovo alla mia esistenza. Non si tratta di qualcosa di esteriore о di forzato, dunque, ma di qualcosa che emana da dentro e che si impone da sé. Gesù in effetti colpisce, spiazza, innova. Papa Francesco.

 

↑2014.07.03 <avvenire> Anche il significato del termine religione sarebbe alterato dalla cultura dominante, secondo la quale credere in Dio sarebbe solo una delle manifestazioni possibili della visione religiosa del mondo. ... continua

 

2013.02.27 <LaStampa google> Nel 1969 Ratzinger profetizzava sul futuro della chiesa: Avremo presto PRETI RIDOTTI AL RUOLO DI ASSISTENTI SOCIALI e il messaggio di fede ridotto a visione politica. Tutto sembrerà perduto, ma al momento opportuno, proprio nella fase più drammatica della crisi, la Chiesa rinascerà. Sarà più piccola, più povera, quasi catacombale, ma anche più santa. Perché non sarà più la Chiesa di chi cerca di piacere al mondo, ma la Chiesa dei fedeli a Dio e alla sua legge eterna. La rinascita sarà opera di un PICCOLO RESTO, apparentemente insignificante eppure indomito, passato attraverso un processo di purificazione. Perché è così che opera Dio. Contro il male, resiste un PICCOLO GREGGE.

 

↑2006.10.19 <google> Reazioni diverse al gran discorso <vatican> che promuove la chiesa di Ruini e invita a una carità solidale “non ideologica”. [CzzC: Parole chiave: fede Gesù risorto speranza incontro valori secolarizzazione Ratisbona; Chiesa; spirito del mondo; che ne pensa Melloni?]

 

↑1996.11.01 La ragione non si risana senza la fede, ma la fede senza la ragione non diventa umana. Ratzinger: la fede trova corrispondenza nella natura dell'uomo; l'uomo infatti possiede una dimensione più ampia di quanto Kant e le varie filosofie postkantiane gli abbiano attribuito; nell'uomo vi è un inestinguibile desiderio di infinito.