IN CAUDA VENENUM (il veleno è nella coda): in senso traslato si riferisce a ...

un discorso che inizia in maniera apparentemente neutra, ma finisce con una battuta graffiante, non di rado mirata a delegittimare l’avversario ideologico.

<wikipedia>: In cauda venenum è una locuzione latina il cui significato letterale è «Il veleno è nella coda». La frase nasce riferendosi allo scorpione, che in sé sarebbe poco pericoloso, ma ha per l'appunto una coda altamente velenosa. Nel senso traslato, la locuzione viene usata ... vedi sopra

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 28/01/2021; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: trucchi retorici, delegittimare l’avversario ideologico fino a criminalizzare

 

2021.01.26 Sarebbe «perché siamo così tanto vicini al allo stato del Vaticano» se non si istituisce in Italia una giornata per la prevenzione dei suicidi? Sì, stando al pregiudizio fazioso che Maddalena Oliva, vicedirettrice de Il fatto quotidiano, ha mandato in onda il 26Gen2021 conducendo la trasmissione RadioRai3 Prima Pagina, sulla cui pagina facebook postai il seguente commento. Udii stamane a <Radio3Primapagina at1h18m> la signora Rocchina Stoppelli riferire con sofferenza che sua figlia si tolse la vita a 17 anni senza apparente motivo e che è necessario rinforzare la prevenzione (ha fondato un'associazione allo scopo) per contrastare l'aumento dei suicidi (2ª causa di morte tra gli adolescenti secondo l'OMS), ma non se ne parla abbastanza. La conduttrice M.Oliva condivise la necessità che se ne parli di più, ma mise "in cauda venenum": <mp3, interiezioni e ripetizioni come in originale> «come è già avvenuto in altri paesi, penso ad esempio alla Gran Bretagna, una giornata nazionale per la prevenzione al suicidio, insomma noi su questo devo dire, forse perché siamo così tanto vicini al allo stato eeh del Vaticano, uhm, abbiamo un pochino di timidezza ad affrontare ad affrontare questi temi che invece fanno parte fanno parte della vita». [CzzC: commento qui con keys finevita surrettizio paralogismo Magistero Petrino fede che dà resilienza]

 

↑2017.07.22 Da Radio3.PrimaPagina odo in tema di migranti il giornalista riferirsi all’Ungheria che starebbe oggi dalla parte della maggioranza degli italiani che non vogliono l’attuale ius soli, più che dalla parte di quelli che lo vogliono e, in cauda venenum definisce “borderlineOrban: tipico trucco retorico pro delegittimazione?

 

↑2009.12.13 3ª Dom Avven : «Giovanni è un "duro", ma la vita del cristiano, oggi soprattutto, ha bisogno di essere seria, coscienziosa, "dura", anche in grado di scrostarsi di tutta quella serie di paccottiglie che la rendono dolce, innocua, inoffensiva, senza nerbo». [Come al solito "in cauda venenum"; x fustigare chi? i troppo assidui mangiaparticole? I fedeli troppo Papa-succubi? Quelli dell'UNITALSI? La dolcezza delle suore di Madre Teresa o dei tanti che si curano dei paria e dei malati terminali senza essere abbastanza "duri" da sostenere la Teoglib? I cristiani incapaci di fare la lotta "dura" contro i governi a te invisi caro Ale? Rei perfino «della privatizzazione dell' acqua»? fammi esempi di paccottiglie per favore; qui intero]

 

↑2009.12.06 2ª Dom Avven.: «Giovanni ci invita a prendere sul serio la nostra fede, da viversi non semplicemente come un insieme di dottrine, quanto come una precisa e riconoscibile scelta di vita nuova, affascinata dal mostrare ad ogni creatura non certo le nostre storie quanto "la salvezza di Dio", gratuita, rivolta a tutti.». [CzzC: come al solito "in cauda venenum"; per le storie di chi guida oggi la Chiesa? Ti CHIEDO, Ale, il nome di un Pastore unito al papa che sia solo cantastorie e insegnante solo un insieme di dottrine; qui intero]