What if: PREVENIRE analizzando probabilità nei rapporti di causa-effetto; difesa preventiva

Prevenire è meglio che curare, providet qui praevidet ma la prevenzione è anche una questione di RESPONSABILITÀ dell’adulto (e delle funzioni istituzionali) nei confronti di chi gli è affidato in cura e nei confronti del bene comune.

Prevenzione anti Covid: distanziamento, mascherine, disinfezione, vaccinazioni

Non ci inganni l’alibi che solo nell’ambito strettamente scientifico è possibile parlare di predittività, perché la realtà descrivibile in termini probabilistici non è solo quella della meccanica quantistica, ma anche quella della vita ordinaria a partire dall’esperienza pregressa, come quando si dice ai genitori che i loro figli adolescenti possono essere influenzati più dalle compagnie che dalle loro parole.

Se la prevenzione fallisse per insufficiente conoscenza dei rapporti di causa effetto, passi, anche perché sarebbe impossibile ponderare la totalità dei fattori influenti su un processo; ma il danno troppo spesso accade causato intenzionalmente proprio conoscendo i rapporti di causa-effetto. Ad esempio? Certi potenti in armi e finanza, piloti del mainstream, mirano ad obiettivi tanto cinici da liquidare il danno come "collaterale" quand'anche non lo provocassero apposta col loro "genio guastatori": ad altro esempio? CONTINUA IN SEGUITO DEL SOMMARIO

[Pagina senza pretese di esaustività o imparzialità, modificata 25/09/2021; col colore grigio distinguo i miei commenti rispetto al testo attinto da altri]

Pagine correlate: obiettivi, budget, efficacia-efficienza, razionalità; oggettività; responsabilità; prudenza; male minore, sicurezza, mascherina

 

2021.09.25 Traggo da <s24h> di oggi, dati dell'ISS (Istituto superiore di sanità): la riduzione del rischio per i soggetti vaccinati è del 77% contro l’infezione, del 93% contro il ricovero in area medica, del 96% contro il ricovero in terapia intensiva e contro il decesso. Negli ultimi 30 giorni il tasso di ospedalizzazione è stato 9 volte più elevato tra i non vaccinati rispetto ai vaccinati. <ansa> no vax muore nel Pavese, aveva cercato di curarsi a casa, sui social seguiva gruppi negazionisti.

 

2021.05.26 <s24h> sono 7 le varianti Covid attualmente monitorate, ma quasi 2 varianti su 10 rilevate sono “diverse” da quelle che teniamo sotto controllo, un numero tutt’altro che trascurabile e che ci fa capire come, lasciando circolare con efficacia il Sars-CoV-2, il rischio dello sviluppo di nuove varianti sia molto concreto. È necessario continuare a monitorare per intercettare tempestivamente eventuali mutazioni che esplicassero una maggiore trasmissibilità e/o un potenziale immune escape (ovvero a una potenziale capacità di eludere la risposta immunitaria indotta dal vaccino).

 

2021.04.30 <micromega.my> Lo schwa? Una toppa peggiore del buco. È pericoloso sperimentare sul sistema della lingua se non si prevedono i contraccolpi che tale intervento può determinare e le sue conseguenze sul piano della comunicazione.

 

2021.01.26 Sarebbe «perché siamo così tanto vicini al allo stato del Vaticano» se non si istituisce in Italia una giornata per la prevenzione dei suicidi? Sì, stando al pregiudizio fazioso che Maddalena Oliva, vicedirettrice de Il fatto quotidiano, ha mandato in onda il 26Gen2021 conducendo la trasmissione RadioRai3 Prima Pagina, sulla cui pagina facebook postai il seguente commento. Udii stamane a <Radio3Primapagina at1h18m> la signora Rocchina Stoppelli riferire con sofferenza che sua figlia si tolse la vita a 17 anni senza apparente motivo e che è necessario rinforzare la prevenzione (ha fondato un'associazione allo scopo) per contrastare l'aumento dei suicidi (2ª causa di morte tra gli adolescenti secondo l'OMS), ma non se ne parla abbastanza. La conduttrice M.Oliva condivise la necessità che se ne parli di più, ma mise "in cauda venenum": <mp3, interiezioni e ripetizioni come in originale> «come è già avvenuto in altri paesi, penso ad esempio alla Gran Bretagna, una giornata nazionale per la prevenzione al suicidio, insomma noi su questo devo dire, forse perché siamo così tanto vicini al allo stato eeh del Vaticano, uhm, abbiamo un pochino di timidezza ad affrontare ad affrontare questi temi che invece fanno parte fanno parte della vita». [CzzC: commento qui con keys disinformazione finevita surrettizio paralogismo Magistero Petrino fede che dà resilienza]

 

2021.01.13 udii stamane a <radio24 mp3 at11'30"> l'analisi del sociologo Luca Ricolfi: passi per gli errori della prima ondata Covid, ma avremmo dovuto evitare quelli che hanno fatto esplodere così grave la seconda ondata: si sarebbe dovuto tenere il numero dei contagi sotto la soglia di tracciabilità (con mascherine, distanziamento, tanti più tamponi per verificare tutti i sospetti o isolarli) come han fatto grandi Paesi dell'estremo oriente esperti di Sars, invece alcuni stati europei (con errori e bugie soprattutto durante l'allegra estate 2020) hanno cercato di convivere col Covid sotto una soglia ben più alta, quella della saturazione dei posti letto, e con ciò han perso la possibilità di controllo per carenza di tracciamento rispetto ai troppi contagiati asintomatici in circolazione. Libro di Ricolfi "La notte delle ninfee".

 

2021.01.02 <quotidTorino, lucano> Ottavio Davini medico di Torino spiega perché fidarsi del vaccino contro il Covid-19 e smonta varie obiezioni, ad esempio "non si sa cosa c’è dentro il vaccino; non è stato abbastanza sperimentato; avendo dentro l’RNA può modificare il DNA; è pericoloso; non ci dicono la verità, non mi fido degli scienziati; io aspetto, lasciamo che si vaccinino gli altri, non si sa nulla degli effetti a lungo termine; i vaccini fanno venire l’autismo; non vorranno mica mettere il vaccino obbligatorio?". [CzzC: interessante la citazione dei meccanismi di rinforzo tipici dei social (gated communities) - Lettura consigliata: Prevenire, di Vineis, Carra e Cingolani].

 

↑2020.11.24 <repubblica msn> I generali armeni che intendevano proteggere l'enclave cristiana del Nagorno-Karabakh sono stati sconfitti per errore di previsione sui rapporti di forza: presumevano appoggi esterni inesistenti, furono colti di sorpresa da un'offensiva massiccia sostenuta da droni turchi e israeliani, da corpi speciali jihadisti, dalla sete di vendetta del presidente azero Ihan Aliyev, il cui padre Heyder fu indotto a firmare l'armistizio nel 1994.

 

↑2020.10.18 andamento Covid: condivido eziologia e prevenzione suggerite dal prof. Andrea Crisanti <huffp> aveva visto giusto fin da Vo’ Euganeo dove si era messo a fare tamponi agli asintomatici, evitando il peggio. Sui 69 giorni di lockdown marzo-aprile? Avrebbe preferito chiudere immediatamente solo la Lombardia. La riapertura di maggio? “Mancano tracciamenti e controlli, non è stata organizzata”. E ad agosto? “Troppi errori e messaggi sbagliati, presto avremo mille infetti al giorno”. Discoteche? “Non solo andrebbero chiuse, ma proprio non dovevano aprire”. La proposta? "400mila tamponi al giorno con modalità e costi inferiori a quanto speso finora; in attesa del vaccino, servono test di massa e tracciamento". La Cina di Xi “ha mentito sull’inizio della pandemia, sul numero dei casi, sulla mortalità e sugli asintomatici. Una totale mancanza di trasparenza”.

 

↑2020.09.24 In Campania obbligo della mascherina anche all’aperto e a prescindere dalla distanza interpersonale: bene! Il virus si combatte prevenendolo, non inseguendolo.

 

2020.09.07 articolo di Christophe Calvé sul linguaggio impoverito <google ilfendente italiaoggi> che ostacola il ragionamento e il pensiero critico; il QI (quoziente di intelligenza) è in calo nei paesi più sviluppati: inversione dell’effetto Flynn; le masse incolte sono più facilmente manipolabili. [CzzC: la logica si avvale del logos nella ricerca del vero, ben più che di immagini ed emozioni, le quali però sono più funzionali per ottenere prestazioni preordinate: vedi vari tipi di condizionamento (da Pavlov/Skinner in poi) praticati nell'addestramento degli animali e nella pubblicità]

 

2020.05.17 Indossiamo la MASCHERINA FUORI CASA contro Covid19! Chi la ritenesse precauzione eccessiva per sé, non la banalizzi come eccessiva per il prossimo, perché l’uso della mascherina riduce sensibilmente il “fattore a” del modello matematico previsionale SIR.

 

↑2020.04.09 Contro il CORONAVIRUS sto mettendo in atto le PRECAUZIONI che appresi nel 1975 alla scuola militare difesa NBC di Rieti: trattasi di precauzioni più stringenti di quelle dettate da chi ancora non prescrive l'uso generalizzato delle mascherine fuori casa, in attesa del vaccino anti Covid-19. Io mi copro con mascherina (e guanti) non solo al supermercato o in farmacia, ma anche, per esempio, per andare nel vicino orto a buttare l'umido nel bidone del compostaggio, perché non si sa mai che io sia già positivo senza saperlo e che vada a contaminare col mio alito il tubo di annaffiatura usato pure da altri proprietari di confinanti orticelli. Per rispettare il prossimo occorre comportarsi come se fossimo contagiati: tenere le distanze e usare i dpi, non per difenderci dagli altri, ma per difendere gli altri da noi. Annoto commenti

 

2020.02.23 salute <stampa> Coronavirus, Walter Ricciardi dell’Oms: Grave errore non mettere in quarantena le persone arrivate in Italia dalla Cina. Abbiamo chiuso i voli, una decisione che non ha base scientifica, e questo non ci ha permesso di tracciare gli arrivi, perché a quel punto si è potuto fare scalo e arrivare da altre località.

 

2019.02.06 immigrato maltrattato dal controllore e difeso da un altro passeggero del treno [CzzC: se fosse tutto vero quanto riferito su fb dal difensore, sarebbe opportuno segnalarlo alla dirigenza delle Ferrovie per prevenire altri analoghi casi, il che senza accampare compensazione con casi in cui il maltrattamento avviene all’inverso. Continua]

 

↑2018.02.04 in relazione ai crimini di Macerata concordo con <avvenire> che una predicazione ossessiva di essere invasi dai migranti è un tizzone acceso per il barile di polvere dell’odio e della paura, ma ritengo che non sia privo di responsabilità nell’alimentare tizzoni e paure anche chi trascurasse la difesa preventiva della sicurezza degli indigeni, sottovalutando il pericolo paventato dallo stesso Fr1: «l’imprudenza nei calcoli, nel ricevere di più di quelli che si possono integrare». Continua.

 

↑2017.08.21 Leggiamo che nel terremoto di Ischia <wired> ci sono stati così tanti danni, pur se con magnitudo non>4.0, anche a causa dell’abusivismo edilizio oltre che di case molto vecchie. Pietà per le vittime, necessità di denuncia della mancata prevenzione.

 

↑2016.04.05 Vescovi cattolici polacchi stanno istanziando il divieto totale di aborto in supero della legge 1993 che lo consente solo nei casi estremi (rischio vita gestante, stupro, malformazione grave). [CzzC: cari fratelli polacchi, non fatevi ingannare da intolleranti che in buona o mala fede sono funzionali al nemico dei pro-life e che vi fanno commettere un errore simile a quello in cui provò ad indurci qualche intentatore di un nuovo referendum abrogativo della 194: rafforzate piuttosto l’assistenza l’aiuto alle gestanti e il diritto all’obiezione di coscienza: perché? Continua]

 

2012.06.gg mi imbatto in uno che invitai a valutare l’What if, ma mi rispose che i i conti si faranno dopo.

 

------------------------------------

SEGUITO DEL SOMMARIO

Ad esempio?

- quasi tutte le recenti guerre sono state intraprese dissimulando irresponsabilmente la pur facile previsione che sarebbero stati massacrati o diasporati milioni di inermi (in Iraq, Libia, Siria fu nefasto l'inciucio occidentale con foraggiatori di jihadismo sunnita);

- il terrorismo, ben più che dalla disponibilità di armi, prospera coltivato da ben foraggiati maestri di odio che non hanno voluto considerare i pur evidenti rapporti di causa effetto tra un’educazione all’intolleranza e l’aberrazione del verbo uccidere azionato anche contro inermi.

P.S. il mio what if guarda al futuro per&come in titolo, non ha a che fare con le ucronie (fantastorie) tipo questa sugli Inca.

<yt.fb♫ barbflo frasi> Annah Arendt: esiste qualcosa tra un'impossibile resistenza al male e la cooperazione col male; la manifestazione del vento del pensiero non è la conoscenza, ma l’attitudine di discernere il bene dal male, la bellezza del mondo dalle sue brutture, e quindi voglio sperare che pensare possa donare alle persone la forza di saper PREVENIRE terribili catastrofi in questi rari momenti in cui sopraggiunge la resa dei conti.